* HOW TO: Sostituire il server DNS primario corrente con un nuovo server DNS primario Windows 2000
* HOW TO: Eseguire la migrazione di un'infrastruttura DNS esistente da un server basato su BIND a un server DNS basato su Windows 2000

* HOW TO: Step-By-Step: How to migrate DNS information to Win

 

 

 

 

 

HOW TO: Sostituire il server DNS primario corrente con un nuovo server DNS primario Windows 2000
http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb%3Bit%3BI300468

Identificativo articolo : 300468
Questo articolo è stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I300468

Sommario

In questo articolo viene descritta la procedura per impostare un server DNS Windows 2000 come server DNS (Domain Naming System) primario in un dominio DNS esistente. Se esiste già una struttura di domini DNS, potrebbe essere necessario sostituire il server DNS primario con un nuovo server DNS Windows 2000. DNS è il software che si occupa di associare dei nomi ai numeri di identificazione dei computer.

Di seguito sono elencati gli elementi utilizzati nell'esempio riportato in questo articolo:
Il nome di dominio è "micosoft.edu".
L'intervallo degli indirizzi IP è 192.168.0.0-192.168.0.255.
L'indirizzo IP del nuovo server Windows 2000 è 192.168.0.7, mentre l'indirizzo IP del vecchio server DNS primario è 192.168.0.2.
"W2K-DNS" è il nome del server Windows 2000 server.

Installare DNS e trasferire record dal server DNS corrente
Per installare DNS

1. L'amministratore del computer deve essere connesso al server Windows 2000 per installare DNS.
2. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni, Pannello di controllo, quindi fare doppio clic su Installazione applicazioni.
3. Fare clic su Servizi di rete, scegliere il pulsante Dettagli, fare clic per selezionare la casella di controllo Domain Name System (DNS), quindi scegliere OK.
4. Fare clic ripetutamente su Avanti finché non sarà possibile fare clic su Fine.

Per trasferire record dal server DNS corrente

1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Programmi, Strumenti di amministrazione e infine fare clic su DNS per avviare la console di amministrazione DNS. Fare doppio clic su W2K-DNS (il nome del server) per espanderlo.
2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Zone di ricerca diretta, scegliere Nuova zona per avviare la procedura guidata, quindi scegliere Avanti.
3. Fare clic su Secondaria standard per selezionare il tipo di zona, scegliere Avanti, digitare il nome della zona (nel nostro esempio, "microsoft.edu"), quindi scegliere nuovamente Avanti.
4. Digitare l'indirizzo IP del server DNS primario corrente (nel nostro esempio, 192.168.0.2), scegliere Aggiungi, Avanti, quindi Fine.
5. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Zone di ricerca inversa, scegliere Nuova zona per avviare la procedura guidata, scegliere Avanti, fare clic su Secondaria standard per il tipo di zona, quindi scegliere Avanti.
6. Nella casella ID di rete digitare 192.168.0 , quindi scegliere Avanti.
7. Digitare l'indirizzo IP del server DNS primario corrente (nel nostro esempio, 192.168.0.2), scegliere Aggiungi, Avanti e infine Fine.

Cambiare il ruolo di un server DNS

Una volta trasferiti tutti i record, è necessario rimuovere il vecchio server DNS dalla rete e configurare il nuovo server DNS come server DNS primario. Per impostare il nuovo server DNS come server DNS primario:

1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Programmi, Strumenti di amministrazione, quindi fare clic su DNS per avviare la console di amministrazione DNS. Fare doppio clic su W2K-DNS (il nome del server) per espanderlo.
2. Fare doppio clic su Zone di ricerca diretta, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla zona Microsoft.edu e scegliere Proprietà.
3. Fare clic sulla scheda Generale, quindi in Tipo scegliere il pulsante Cambia. Fare clic su Primaria standard o Integrata nell'Active Directory per selezionare il nuovo tipo, a seconda o meno che il computer sia un controller di dominio. Scegliere OK.
4. Cambiare in l'impostazione di Consentire aggiornamenti dinamici se il server è destinato a un dominio Windows 2000.

NOTA: il server è ora impostato come server DNS primario per lo spazio di dominio DNS.

Precauzioni
Non è possibile trasferire il file della zona

1. Verificare che il server DNS esistente consenta i trasferimenti di zona.
2. Verificare che l'indirizzo IP del nuovo server DNS sia autorizzato ai trasferimenti di zona.
3. Se il file della zona è bloccato, il trasferimento dovrà avvenire al massimo entro 10 minuti.

Per ulteriori informazioni sui trasferimenti di zona, fare clic sul numero dell'articolo della Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese):

291016 (http://support.microsoft.com/kb/291016/) A Description of the Zone Transfer Throttling Mechanism

È necessario cambiare l'indirizzo IP in modo che corrisponda a quello del vecchio server DNS

Potrebbe essere necessario cambiare l'indirizzo IP del nuovo server in modo che corrisponda a quello utilizzato dal vecchio server DNS. Questa operazione può rivelarsi necessaria per evitare di dover apportare modifiche a tutti i client e server secondari affinché puntino al nuovo indirizzo IP del server DNS primario. Utilizzando lo stesso indirizzo IP per un dominio "live" su Internet si evitano i tempi di inattività legati alla propagazione della modifica dell'indirizzo IP da parte delle autorizzazioni Internic. Per cambiare l'indirizzo IP:

1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Risorse di rete e scegliere Proprietà.
2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Connessione alla rete locale (LAN) e scegliere Proprietà.
3. Fare clic su Internet Protocol (TCP/IP) e scegliere Proprietà.
4. Cambiare l'indirizzo IP in modo che corrisponda a quello del vecchio server DNS (nel nostro esempio, 192.168.0.2).
5. Cambiare le impostazioni DNS in modo che corrispondano a quelle dell'indirizzo IP del server.
6. Scegliere OK.
Le informazioni in questo articolo si applicano a
Microsoft Windows 2000 Server
Microsoft Windows 2000 Advanced Server
Chiavi: 
kbhowtomaster kbtool kbnetwork KB300468

HOW TO: Eseguire la migrazione di un'infrastruttura DNS esistente da un server basato su BIND a un server DNS basato su Windows 2000
http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb%3Bit%3BI301192

Identificativo articolo : 301192
Ultima modifica : venerdì 26 ottobre 2001
Revisione : 1.0
Questo articolo è stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I301192
Sommario
In questa guida dettagliata viene descritto come sostituire un'infrastruttura DNS (Domain Name System) esistente con una nuova infrastruttura DNS Windows 2000. Il processo comprende l'installazione e la configurazione del server DNS basato su Windows 2000 per eseguire la risoluzione dei nomi e gli aggiornamenti dinamici, in modo da consentire la centralizzazione delle risorse e dei server. Si utilizzeranno inoltre i trasferimenti di zona per la migrazione delle zone server basate su BIND al server DNS basato su Windows 2000. Verificare l'esistenza delle seguenti condizioni:
Hardware e software consigliati: nel computer dovrebbe essere in esecuzione Windows 2000 Server o Windows 2000 Advanced Server e il computer dovrebbe essere il controller di un dominio Windows 2000 o un server membro.
Occorre disporre dell'accesso diretto alla console del computer oppure dell'accesso attraverso l'amministrazione Servizi terminal.

Installazione e configurazione di un server DNS basato su Windows 2000

Prima di poter eseguire la migrazione di servizi DNS da un server DNS in cui sia in esecuzione un'altra implementazione di server DNS, come avviene ad esempio con il software BIND (Berkeley Internet Name Domain), è necessario:

Installare il servizio DNS di Windows 2000 su un computer in cui sia in esecuzione Windows 2000 Server o Windows 2000 Advanced Server.
Configurare il servizio DNS di Windows 2000.

In questa sezione vengono descritte le procedure per installare e configurare il servizio DNS di Windows 2000.

Installazione manuale del servizio DNS di Windows 2000

Per poter configurare il servizio DNS è necessario averlo prima installato nel server. DNS non viene installato in base all'impostazione predefinita durante una normale installazione di Windows 2000 Server o Windows 2000 Advanced Server. È possibile installare DNS sia durante l'installazione iniziale di Windows 2000 Server o Windows 2000 Advanced Server oppure una volta che questa è stata completata.
Per installare il servizio DNS su un computer esistente con Windows 2000 Server:

1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni, quindi Pannello di controllo.
2. Fare doppio clic su Installazione applicazioni e scegliere Installazione componenti di Windows.
3. Nell'Aggiunta guidata componenti di Windows scegliere Servizi di rete dall'elenco Componenti quindi scegliere Dettagli.
4. Nella finestra di dialogo Servizi di rete selezionare la casella di controllo Domain Name System (DNS) se non è già selezionata, quindi scegliere OK.
5. Nell'Aggiunta guidata componenti di Windows scegliere Avanti per avviare il programma di installazione di Windows 2000. Inserire il CD di installazione di Windows 2000 Server nell'unità CD-ROM, se viene richiesto. Il programma di installazione copia nel computer i file del servizio DNS e dello strumento.
6. Una volta terminato scegliere Fine.

Per installare il servizio DNS durante l'installazione iniziale di Windows 2000 Server o Windows 2000 Advanced Server seguire i passaggi 3 e 4 quando viene richiesto di installare e configurare componenti di Windows.
Per poter funzionare correttamente un server DNS richiede una zona di ricerca diretta che ospiti i record del localizzatore per il dominio locale del server DNS. La zona di ricerca diretta contiene informazioni necessarie per la risoluzione dei nomi all'interno del dominio DNS. Potrebbe essere utile configurare una zona di ricerca inversa che consenta agli utenti di determinare il nome di una risorsa locale in base al suo indirizzo IP.

Configurazione del servizio DNS di Windows 2000

Per configurare il servizio DNS di Windows 2000 utilizzando la Configurazione guidata server DNS:

1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Programmi, quindi Strumenti di amministrazione e infine fare doppio clic su DNS per aprire la console del server DNS.
2. Nel riquadro di spostamento scegliere l'oggetto Server DNS relativo al server desiderato.
3. Fare clic con il pulsante destro sull'oggetto server, quindi scegliere Configurazione server per avviare la Creazione guidata server DNS.
4. Nella Configurazione guidata server DNS scegliere Avanti. Selezionare una delle seguenti opzioni secondo le necessità, quindi scegliere nuovamente Avanti:
Se si tratta del primo server DNS della rete e non è necessario risolvere nomi da altri domini, scegliere Questo è il primo server DNS in questa rete.
Se nella rete verranno installati uno o più altri server DNS oppure se è necessario inoltrare richieste DNS a un'altra rete, ad esempio Internet, scegliere Uno o più server DNS sono in esecuzione in questa rete e digitare l'indirizzo IP di un server DNS noto.
5. Scegliere Sì, crea una zona di ricerca diretta, quindi Avanti per continuare. Scegliere Principale standard per configurare il server come server DNS primario (nel server DNS primario è memorizzata una copia master della nuova zona sotto forma di file di testo) e scegliere Avanti.
6. Digitare il nome completo del dominio della nuova zona e scegliere Avanti.
7. Accettare le impostazioni predefinite per creare un nuovo file con questo nome, quindi scegliere Avanti.

Per configurare una zona di ricerca inversa che consenta agli utenti di determinare il nome di una risorsa locale in base al suo indirizzo IP:

1. Scegliere Sì, crea una zona di ricerca inversa, quindi Avanti.
2. Scegliere Primaria standard per creare la zona di ricerca inversa come zona primaria, quindi scegliere Avanti.
3. Nella casella ID della rete, digitare gli ottetti che fanno parte dell'indirizzo di rete, nell'ordine. Se l'indirizzo IP del server è ad esempio 192.168.100.102 e la subnet mask è 255.255.255.0, digitare 192.168.100 . Scegliere Avanti.
4. Accettare le impostazioni predefinite per creare un nuovo file di zona con il nome selezionato automaticamente dalla procedura guidata, quindi scegliere Avanti.
5. Scegliere Fine.

Utilizzo dei trasferimenti di zona per eseguire la migrazione delle zone server basate su BIND ai server DNS basati su Windows 2000

Per il processo di migrazione delle zone server basate su BIND ai server DNS Windows 2000 è necessario eseguire le seguenti procedure:

Aggiunta di zone secondarie a DNS Windows 2000 per tutte le zone esistenti dell'organizzazione ospitate su server DNS basati su BIND.
Inizio di trasferimenti di zona presso il server DNS basato su Windows 2000 per trasferire le zone dai server basati su BIND.
Conversione di queste zone secondarie in zone primarie, dopo avere completato i trasferimenti.
Modifica delle configurazioni dei client in modo che si riferiscano ai server DNS basati su Windows 2000.

Aggiunta di una zona secondaria a un server DNS basato su Windows 2000

Per aggiungere una zona secondaria a un server DNS basato su Windows 2000:

1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Programmi, quindi Strumenti di amministrazione e infine fare doppio clic su DNS per aprire la console di gestione DNS.
2. Nel riquadro di spostamento espandere il server DNS. Espandere la cartella Zone di ricerca diretta.
3. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Zone di ricerca diretta per avviare la Creazione guidata nuova zona. Scegliere Avanti.
4. Scegliere Secondaria standard per creare una copia di una zona esistente, quindi scegliere Avanti. Digitare il nome della zona secondaria nella relativa casella, quindi scegliere Avanti.
5. Fare clic nella casella per immettere un indirizzo IP. Digitare l'indirizzo del server DNS da cui si desidera copiare la zona. Il pulsante Aggiungi risulta a questo punto disponibile. Scegliere Aggiungi, quindi Avanti.
6. Scegliere Fine.

Inizio di un trasferimento di zona per una zona secondaria

Per iniziare un trasferimento di zona per una zona secondaria

1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Programmi, quindi Strumenti di amministrazione e infine fare doppio clic su DNS per aprire la console di gestione DNS.
2. Nel riquadro di spostamento espandere il server DNS. Espandere la cartella Zone di ricerca diretta.
3. Espandere la cartella Zone di ricerca diretta e identificare la zona secondaria da modificare.
4. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla zona e quindi scegliere Trasferisci dal primario.

Cambiamento del tipo di zona

Per cambiare il tipo di zona:

1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Programmi, quindi Strumenti di amministrazione e infine fare doppio clic su DNS per aprire la console di gestione DNS.
2. Nel riquadro di spostamento espandere il server DNS. Espandere la cartella Zone di ricerca diretta.
3. Espandere la cartella Zone di ricerca diretta e identificare la zona secondaria da trasferire.
4. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla zona, quindi scegliere Proprietà. Scegliere Cambia per aprire la finestra Cambio tipo zona.
5. Scegliere Primaria standard, quindi OK.

Riferimenti : Per ulteriori informazioni su DNS, consultare:

"Guida a TCP/IP Core Networking" in Windows 2000 Resource Kit, capitoli 5 e 6.
"Windows 2000 Network Infrastructure Administration MCSE Training" (Mondadori Informatica), capitoli 7 e 8.
Le informazioni in questo articolo si applicano a
Microsoft Windows 2000 Server
Microsoft Windows 2000 Advanced Server
 
Chiavi: 
kbhowto kbhowtomaster kbdns kbenv KB301192

Step-By-Step: How to migrate DNS information to Win

Your options

There are two different ways you can migrate your DNS to Windows Server 2003—although one is definitely better than the other. Your available options are:

* Manually copying the zone data files
* Manually performing a zone transfer


It is recommended that you manually initiate a zone transfer to transfer the zone data from the old server to the new Windows Server 2003 DNS server, as it usually results in fewer errors. Should you decide to go ahead and manually copy the zone data files, you need to manually verify the integrity of the zones. As well, you cannot directly migrate to an Active Directory-integrated zone when you manually copy the zone data files—Active Directory-integrated zones do not use the standard zone data files that you would be able to copy from one location to another. If you are currently using standard zones and your long-range goal is to move to Active Directory-integrated zones, you will be able to do so after migrating the zone data using either available method.

Zone transfers

The easiest, and most preferred method, to migrate your DNS zone data is to manually imitate a zone transfer from the DNS server you are replacing to your new Windows Server 2003 DNS server. But what does this really entail? What must you do ahead of time?

You first should determine what type of DNS system you are migrating from. Is it a Windows NT 4.0 or UNIX BIND system that uses only standard DNS zone servers? Or is it a Windows 2000 Server-based system that is currently operating with an Active Directory-integrated zone? Migrating Active Directory-integrated zones is a simple task—just add the new server to the Name Servers tab of the zone properties and ensure that the new server is authorized to perform zone replication with the zone. Once DNS is operating properly on the new Windows Server 2003, you can then remove it from the Windows 2000 Server, if desired.

If you are migrating from a system that uses standard DNS zones, things get a little more complicated—but don’t worry, it's still quite easy. The first thing to remember about zone transfers is how the standard DNS zone servers are arranged. Standard DNS zones operate in a single master arrangement where only one DNS server has the master writable copy of the DNS zone data. All other servers have read only copies. The two types of standard zone servers you may encounter are:

* Standard primary server: This server is the one that holds the one and only master writable copy of the zone data file. The zone data file is then replicated (via zone transfer) to all configured secondary zone servers using the standard zone data file text format. This server must make all the changes that must be made to the zone data file.
* Standard secondary server: This server holds a read-only copy of the zone data file in standard zone data file text format. Secondary zones can be created and used for many reasons, but the most common reason is to provide increased performance and redundancy for the DNS zone. Secondary zones are commonly seen in locations such as screen subnets (the DMZ) or in remote offices connected to the central office over a low-speed WAN link.


So, as you might suspect, in order to migrate your DNS zone data to a Windows Server 2003 computer, you will need to have a functioning standard primary server. You will also need to make the new Windows Server 2003 DNS server a standard secondary server in that zone by creating a new standard secondary zone on that server. Once this has been done, you will need to configure the standard primary server to allow zone transfers with the new Windows Server 2003 computer.

To create a new standard secondary zone, right-click on the Forward Lookup Zones node in your DNS console, as seen in Figure A.

I have to do this in 4 sections.

 

Be careful to select a secondary zone. Also be careful to specify the correct zone name (it must be spelled exactly the same as it is on the other DNS server) and the IP address of the DNS server hosting the zone file. When you are done, you will see your new zone in the Forward Lookup Zones node of the DNS console. To start the zone transfer, right-click on the new standard secondary zone and select Transfer From Master, as seen in Figure B.
 

Once you have verified that the new standard secondary zone is functioning properly, you can decommission the existing primary zone server. You will now need to quickly change the secondary zone into a primary zone. For even better performance and security, you should consider making it Active Directory-integrated. Either way, you will need to right-click on the zone node and open the Properties dialog box. On the General tab, click the Change button in the Type area. This will open the dialog box seen in Figure C, allowing you to change the zone into a standard primary zone or an Active Directory-integrated zone, as desired. You will be prompted to confirm your decision.
 

If you change the zone into an Active Directory integrated zone, it will, by default, be configured to not use dynamic updates. From the General tab of the zone Properties dialog box, you should change this setting as soon as you can to Secure Only to allow the greatest flexibility and security of your zone data.
Alternatively, you can perform the zone transfer method from the command line using the following command:
dnscmd ServerName /ZoneRefresh ZoneName
Again, you will need to have the standard primary zone server available and the secondary zone already created on the new Windows Server 2003 server before performing the zone transfer. You can, of course, create the standard secondary zone on your Windows Server 2003 DNS server from the command line as well by issuing this command:
dnscmd ServerName /ZoneAdd ZoneName /Secondary MasterIPaddress... [/file FileName
You can specify multiple IP addresses by separating them with a comma. The FileName value must be the exact file name of the standard primary zone, just the same as when you are creating the zone via the DNS console.
Manually copying zone data
Should you still want to manually copy your zone data, you can locate it in the following locations:
* Windows NT 4.0 Server: %systemroot%\system32\dns
* Windows 2000 Server: %systemroot%\system32\dns
* Windows Server 2003: %systemroot%\system32\dns
If you are copying a BIND DNS zone file, Table A provides you with the naming conventions used by BIND DNS and Windows Server 2003 DNS.
Table A
Description
UNIX file name
Windows Server 2003
file name
Boot file
named.boot
Boot
Forward lookup zone file
db.domain_name
domain_name.dns
Reverse lookup zone file
db.IP_network_forward_notation
IP_network
Thus, the forward lookup zone data file for the mcseworld.local zone would be named db.mcseworld.local on the BIND server and would need to be renamed to mcseworld.local.dns on the Windows Server 2003 computer. If the zone data was for the IP address range of 192.168.100.x, then the BIND server reverse lookup file would be db.192.168.100 and would need to be renamed to 100.168.192.in-addr.arpa.dns on the Windows Server 2003 computer.
Wrap up
That's about all there is to migrating your Windows NT 4.0 or Windows 2000 Server DNS zones to a new Windows Server 2003 computer. As long as you execute the process in the steps I've outlined here, you should encounter no problems