La domotica, detta anche (seguendo la definizione inglese) home automation, è la disciplina che si occupa di studiare le tecnologie atte a migliorare la qualità della vita nella casa (e più in generale negli ambienti antropizzati) grazie all'automazione ed il controllo di processi ripetitivi oppure poco performanti e all'integrazione dei sistemi. Il termine "domotica" è difatti un neologismo derivante dalla contrazione della parola latina domus (casa, abitazione) unita al sostantivo "automatica" (o, secondo alcuni, ad "informatica" o a "robotica"), quindi significa "scienza dell'automazione delle abitazioni". Ha dunque come oggetto di studio privilegiato proprio l'automazione della casa. Tutto ciò si ottiene utilizzando intensamente elettronica ed informatica.
Questa disciplina è nata nel corso della terza rivoluzione industriale.
La domotica deve studiare, trovare strumenti e strategie per:
* migliorare la qualità della vita;
* migliorare la sicurezza sotto tutti i punti di vista;
* risparmiare energia;
* semplificare la progettazione, l'installazione, la manutenzione e l'utilizzo della tecnologia;
* ridurre i costi di gestione;
* convertire i vecchi ambienti e i vecchi impianti.

INDICE
* 1 Il concetto di casa intelligente
* 2 Caratteristiche della domotica
* 3 Aree di automazione
* 4 Possibili sviluppi futuri
* 5 Building automation o Automazione degli edifici
* 6 Esempi di nuove funzioni derivate dalla interconnessione degli impianti
* 7 Bibliografia
o 7.1 Altri riferimenti
* 8 Voci correlate
* 9 Collegamenti esterni

La domotica svolge un ruolo importante nel rendere intelligenti apparecchiature, impianti e sistemi. Ad esempio un impianto elettrico intelligente può autoregolare l'accensione degli elettrodomestici per non superare la soglia che farebbe scattare il contatore.
Con "casa intelligente" si indica un ambiente domestico opportunamente progettato e tecnologicamente attrezzato al fine di rendere più agevoli le attività all'interno dell'abitazione (quali accensione luci, attivazione e comando elettrodomestici, gestione climatizzazione, apertura di porte e finestre, ecc.) di aumentarne la sicurezza (controllo anti-intrusione, fughe di gas, incendi, allagamenti, ecc.) e di consentire la connessione a distanza con servizi di assistenza (tele-soccorso, tele-assistenza, tele-monitoraggio, ecc.).
Ad un livello superiore si parla di "building automation" o "automazione degli edifici". L'edificio intelligente, con il supporto delle nuove tecnologie, permette la gestione coordinata, integrata e computerizzata degli impianti tecnologici (climatizzazione, distribuzione acqua, gas ed energia, impianti di sicurezza), delle reti informatiche e delle reti di comunicazione, allo scopo di migliorare la flessibilità di gestione, il comfort, la sicurezza, il risparmio energetico degli immobili e per migliorare la qualità dell'abitare e del lavorare all'interno degli edifici.

Il concetto di casa intelligente
Con l'espressione "casa intelligente" si definisce l'integrazione di diversi dispositivi per il controllo automatizzato di apparati domestici, di sensori di misurazione dello stato dell'ambiente, di funzioni intelligenti di supporto e di sistemi telecomunicativi per l'accesso alle funzioni da remoto o per l'assistenza a distanza.
Un'abitazione così integrata può essere controllata dall'utilizzatore tramite opportune interfacce utente (come pulsanti, telecomando, touch screen, tastiere, riconoscimento vocale), che realizzano il contatto (invio di comandi e ricezione informazioni) con il sistema intelligente di controllo, basato su un'unità computerizzata centrale oppure basato su un sistema a intelligenza distribuita. I diversi componenti del sistema di home automation sono connessi tra di loro e con il sistema di controllo tramite vari tipi di interconnessione (ad esempio rete locale, onde convogliate, onde radio, BUS dedicato, ecc.).
Il sistema di controllo centralizzato, oppure l'insieme delle periferiche in un sistema ad intelligenza distribuita, provvede a svolgere i comandi impartiti dall'utente (ad esempio accensione luce cucina oppure apertura tapparella sala), a monitorare continuamente i parametri ambientali (come allagamento oppure presenza di gas), a gestire in maniera autonoma alcune regolazioni (ad esempio temperatura) e a generare eventuali segnalazioni all'utente o ai servizi di teleassistenza. I sistemi di automazione sono di solito predisposti affinché ogniqualvolta venga azionato un comando, all'utente ne giunga comunicazione attraverso un segnale visivo di avviso/conferma dell'operazione effettuata (ad esempio LED colorati negli interruttori, cambiamenti nella grafica del touch screen) oppure, nei casi di sistemi per disabili, con altri tipi di segnalazione (ad esempio sonora).
Un sistema domotico si completa, di solito, attraverso uno o più sistemi di comunicazione con il mondo esterno (ad esempio messaggi telefonici preregistrati, SMS, generazione automatica di pagine web o e-mail) per permetterne il controllo e la visualizzazione dello stato anche da remoto. Sistemi comunicativi di questo tipo, chiamati gateway o residential gateway svolgono la funzione di avanzati router, permettono la connessione di tutta la rete domestica al mondo esterno, e quindi alle reti di pubblico dominio.

Caratteristiche della domotica
Le soluzioni tecnologiche che possono essere adottate per la realizzazione di un sistema domotico sono caratterizzate da peculiarità d'uso proprie degli oggetti casalinghi:
* Semplicità: il sistema domotico è diretto ad un pubblico vasto e non professionale, per questo deve essere semplice da usare secondo modalità naturali, univoche e universalmente riconosciute attraverso un'interfaccia “user friendly”, deve inoltre essere sicuro e non deve presentare pericoli per chi non ne conosce o comprende le potenzialità.
* Continuità di funzionamento: il sistema deve essere costruito pensando al fatto che dovrà offrire un servizio continuativo e per questo praticamente immune da guasti o semplice da riparare anche per personale non esperto o, nel caso, necessitare di tempi brevi per la rimessa in funzione.
* Affidabilità: il sistema funziona sempre, senza richiedere particolari attenzioni; anche in caso di guasti esso deve essere in grado di fornire il servizio per il quale è stato progettato o uno simile in caso di funzionamento ridotto, deve essere inoltre in grado di segnalarne il mancato funzionamento e di generare un report delle eventuali anomalie.
* Basso costo: affinché un sistema domotico sia alla portata di tutti deve avere un costo contenuto, inteso come economicità delle periferiche (sensori, attuatori, ecc.) e della rete di interconnessione tra i diversi moduli funzionali.
Le tecnologie per la domotica permettono inoltre di ottenere alcuni vantaggi quali ad esempio:
* Risparmio energetico: un sistema completamente automatizzato dovrà evitare i costi generati da sprechi energetici dovuti a dimenticanze o ad altre situazioni, monitorando continuativamente i consumi e gestendo le priorità di accensione degli elettrodomestici.
* Automatizzazione di azioni quotidiane: un sistema di home automation deve semplificare alcune azioni quotidiane, soprattutto quelle ripetitive, non deve in alcun modo complicarle.
Tutte queste caratteristiche, se non sviluppate singolarmente ma nel loro insieme, portano alla creazione di un sistema domotico integrato che può semplificare la vita all'interno delle abitazioni. La casa diventa intelligente non perché vi sono installati sistemi intelligenti, ma perché il sistema intelligente di cui è dotata è capace di controllare e gestire in modo facile il funzionamento degli impianti presenti. Attualmente le apparecchiature tecnologiche sono poco integrate tra loro e il controllo è ancora ampiamente manuale, nella casa domotica gli apparati sono comandati da un unico sistema automatizzato che ne realizza un controllo intelligente.
Per quanto riguarda il sistema di automazione, fondamentalmente ne esistono di due tipi, uno basato su un'unità di elaborazione centrale che permette di gestire tutte le attuazioni a partire dai risultati di rilevazione e uno a struttura distribuita dove le interazioni avvengono localmente in maniera distribuita ed eventualmente comunicate ad un'unità centrale per un controllo di coerenza generale, in genere sistemi di questo tipo sono più affidabili dei primi.
L'interfaccia utente (interfaccia uomo-macchina) deve, in base a tutte le precedenti considerazioni, essere consistente (non deve creare conflitti fra i comandi), essere di facile impiego (si pensi ai bambini o agli anziani) ed essere gradevole (la difficoltà di interazione con il sistema non deve essere una barriera al suo utilizzo).

Aree di automazione
Lo scopo ultimo di un sistema della domotica è il controllo totale di tutti i servizi e la possibilità di realizzare nuove operazioni complesse, possibili solo nel caso in cui diversi sistemi semplici siano connessi e controllati in modo intelligente.
Le aree di automazione possibili in una casa sono:
* Gestione dell'ambiente (microclima e requisiti energetici)
* Gestione degli apparecchi
* Comunicazione e informazione
* Sicurezza
Ogni area è, a sua volta, suddivisa in sottoaree specifiche del settore.
* Gestione dell'ambiente:
o climatizzazione (regolazione della temperatura, della velocità e dell'umidità dell'aria);
o riscaldamento dell'acqua sanitaria;
o illuminazione, illuminazione d'emergenza e alimentazione d'emergenza;
o distribuzione dell'energia elettrica e gestione dei carichi;
o irrigazione del giardino;
o gestione della piscina;
o azionamento di sistemi d'apertura e d'ingresso;
o gestione di scenari preprogrammati.
Il controllo dell'ambiente viene automatizzato grazie alla presenza di un sistema di sensori e attuatori, questo permette la termoregolazione dei singoli locali abitativi in funzione dei cambiamenti ambientali con in più una costante verifica dei consumi energetici; la gestione di tempi e livelli di temperatura è orientata verso il comfort desiderato rapportato al massimo risparmio energetico. Gli stessi standard di qualità e risparmio si applicano al sistema di generazione dell'acqua calda per uso sanitario, sia esso uno scaldabagno, una caldaia o dei pannelli solari.
Il sistema deve sovrintendere al funzionamento dei carichi più pesanti (forno, scaldabagno, lavatrice, ecc.) gestendone il distacco controllato per evitare sovraccarichi di corrente e conseguenti inutili black-out dovuti allo sgancio dell'interruttore limitatore posto sulla linea di fornitura dell'energia elettrica. Gestisce inoltre l'alimentazione d'emergenza tramite gruppi di continuità (UPS) per quelle apparecchiature che non devono spegnersi in caso di mancanza di energia elettrica; lo stesso sistema controlla infine che le lampade di emergenza entrino in funzione regolarmente.
L'impianto di irrigazione, se si ha un giardino o un terrazzo, permette di programmare i tempi e gli orari di funzionamento, tenendo in considerazione i fattori meteorologici. Se l'abitazione ha una piscina l'impianto domotico permette di automatizzarne le funzioni in base alle abitudini o ai desideri degli utenti (es. temperatura dell'acqua, apertura eventuale copertura, ecc.).
Nel campo dell'illuminazione, l'esigenza più sentita è quella della qualità dell'illuminazione stessa; il punto chiave è costituito da quello che una volta era il semplice interruttore manuale che viene rimpiazzato dall'interruttore elettronico che assume il ruolo di sensore o di attuatore locale multifunzione.
Sempre in questo sottoinsieme di gestione ambientale rientrano i controlli di apertura o chiusura tapparelle o tende e quelli di eventuali porte automatiche. Vi è infine la possibilità di creare scenari personalizzati a seconda delle diverse esigenze e di poter quindi attivare una sequenza preordinata di operazioni semplicemente scegliendo di attivarla attraverso un singolo comando.
* Gestione degli apparecchi domestici:
o lavatrice e asciugatrice
o lavastoviglie
o frigoriferi e congelatori
o cucine e forni
o apparecchi idrosanitari, sauna, idromassaggio
Il settore dei cosiddetti elettrodomestici “bianchi” è quello in maggior evoluzione, grazie alla massiccia introduzione di componenti elettronici che ne consentono il miglioramento delle prestazioni, delle funzionalità, dell'affidabilità e che rendono possibile la telegestione e la telediagnostica manutentiva per ogni singolo apparecchio.
* Comunicazione e informazione:
o telefono analogico o VOIP
o segreteria telefonica
o citofono o videocitofono
o fax
o comunicazioni interne (telefoniche o citofoniche)
o accesso Internet a banda larga (DSL, fibra ottica, ecc.)
o trasmissione dati per controllo remoto, anche via SMS
o informazioni e svago con sistemi audio-video (televisori, radio, dvd player, cd player, mp3 player, ricevitore satellitare, pay tv, ecc.)
In un sistema domotico integrato rientra poi la gestione delle comunicazioni entranti e uscenti dalla casa. Le chiamate telefoniche o citofoniche, interne o esterne, sono automaticamente, e non indistintamente, indirizzate ai giusti apparecchi.
Un gateway fornisce una connessione permanente e a banda larga per permettere l'accesso ad Internet alle apparecchiature domotiche o ai computer dell'abitazione, per la trasmissione di dati e per il controllo remoto.
Un sistema di gestione delle sorgenti audio-video permette la loro diffusione nei vari ambienti dell'abitazione in base alle richieste dell'utente.
* Sicurezza:
o gestione accessi
o protezione antifurto, antintrusione, antirapina, perimetrale
o protezione antincendio, antiallagamento, da fumo o fughe di gas
o videocontrollo ambientale locale e a distanza
o telesoccorso e teleassistenza di persone sole, anziane, disabili o ammalate
In quest'ultima categoria rientrano funzioni particolarmente richieste dall'utenza. La sicurezza si compone di “security”, ovvero sicurezza contro intrusioni non autorizzate o rapine e di “safety”, ovvero sicurezza globale della casa contro fughe di gas, incendi, allagamenti o altri eventi dannosi.
In caso di allarme, il sistema domotico, oltre ad intervenire con opportune azioni locali di segnalazione ed intervento, tramite collegamento con apparecchi trasmissivi (linea telefonica, cellulare gsm, ponte radio, Internet) provvede a segnalare a distanza l'accaduto e a richiedere l'eventuale intervento dei vigili del fuoco, della polizia, ecc..
Se presenti delle telecamere a circuito chiuso o videocitofoni sarà possibile visualizzare su appositi monitor o sui normali televisori le immagini riprese in diversi punti dell'abitazione e del giardino. Le riprese video saranno visibili da remoto via Internet alle persone autorizzate, oppure, in caso di allarme, saranno inviate, in automatico, come immagini a indirizzi e-mail o, come MMS, a numeri di cellulare prestabiliti.

Possibili sviluppi futuri
In un progetto di casa intelligente occorre avere ben chiari quali siano i requisiti del sistema di interazione uomo-abitazione da tenere in considerazione. Come abbiamo visto precedentemente la domotica è indirizzata a risolvere una serie di bisogni espressi dall'utente proponendo un sistema di soluzioni tecniche più o meno integrato che sfrutta al meglio le sinergie ottenibili tra i diversi sistemi. Quando questa integrazione di funzioni e servizi ha successo, nel senso che soddisfa i requisiti espressi dall'utente, possiamo dire di aver raggiunto positivamente l'obiettivo preposto. Il successo di un progetto di casa intelligente parte quindi da una chiara conoscenza e condivisione degli obiettivi da soddisfare.
Proprio per questo alcune applicazioni potranno diventare rapidamente obsolete ed essere escluse dal mercato, che così sarà pronto a ricevere maggiormente quelle più mature e, soprattutto, quelle che meglio si adattano a soddisfare i bisogni espressi dall'utente. Questo porterebbe alla creazione di un segmento di mercato sempre più solido e, quindi, all'abbattimento dei costi per quelle applicazioni che andranno meglio incontro alle reali necessità degli utilizzatori. Uno degli effetti dell'abbattimento dei costi sarà, a sua volta, l'allargamento del mercato di sbocco per i prodotti di home automation.
Secondo alcune ricerche (Labdom, 2002), lo sviluppo di Internet a velocità maggiori, inoltre, potrà dare un grande impulso allo sviluppo della domotica. Negli Stati Uniti, per esempio, si sta sviluppando una vivace offerta di reti telematiche da casa, cosa che peraltro inizia già a diffondersi anche in Europa. Gli sviluppi maggiori del networking domestico potrebbero venire da soluzioni basate sull'utilizzo della rete elettrica e delle onde radio, perché solo con mezzi di questo tipo sarà possibile collegare i diversi dispositivi domestici che, in futuro, potranno integrare al loro interno un browser Internet "embedded" . La diffusione di connessioni permanenti a banda larga con tariffe flat a basso costo aprirà nuove frontiere per il telelavoro, diffonderà l'utilizzo di servizi multimediali e di intrattenimento, favorirà lo sviluppo di servizi di telegestione e telecontrollo, nonché di home banking ed e-commerce.
Tra gli aspetti di questo nuovo modo di vivere la casa è importante notare come ogni elettrodomestico o servizio dell'abitazione sia visto non più come separato e isolato dagli altri ma come integrato in un ambiente dove coesistenza diventa la parola chiave.
Oltre che da queste nuove opportunità tecnologiche, lo sviluppo e l'affermarsi della domotica è influenzato dall'evoluzione e dai cambiamenti in corso nella società. In base alle ultime analisi Istat si è riscontrato un amento di “single”, di donne con un impiego lavorativo, un innalzamento della vita media, una maggiore permanenza al di fuori dall'abitazione, un forte sviluppo nell'acquisto di seconde case e un incremento della criminalità; fattori che hanno indirizzato la società verso la ricerca di una migliore qualità della vita e che di conseguenza potrebbero favorire un forte sviluppo della domotica.
Alcuni ritengono che l'avvento di queste tecnologie non sia che un altro passo che ci porterà verso modelli e stili di vita sempre più artificiosi, la prospettiva di sviluppo dell'home automation può, da questo punto di vista, evocare il verificarsi di inquietanti situazioni limitative per la libertà personale, rischi di intrusioni indesiderate nei dispositivi che governeranno le abitazioni domotiche e che vigileranno sulla loro sicurezza, alienazione ed eccessiva dipendenza dalle tecnologie. Altri, al contrario, paragonano entusiasti quanto sta per accadere alla trascorsa rivoluzione industriale, ed enfatizzano le grandissime potenzialità che i sistemi domotici possono sviluppare nelle abitazioni, contribuendo ad un generale miglioramento della qualità di vita.

LinuxMCE: http://www.linuxmce.org - http://www.linuxmce-it.com/
Mister House: http://misterhouse.sourceforge.net/
Pluto Project: basato su LinuxMCE
                        http://plutohome.com/
                        wiki: http://plutohome.com/wiki/index.php/Main_Page
                        vedi il video in swf   

 

Sorvegliare la casa con l'iPhone
Ho intenzione di installare in casa un sistema di videosorveglianza che sia anche controllabile dall'iPhone. Qual è il prodotto ideale?
Diverse soluzioni consentono il controllo di casa da remoto anche dal telefonino. Tra le più semplici c'è il sistema Eminent EM6005 (http://www.eminent-online.com), composto da un videoregistratore dotato di disco da 320 Gb e da due videocamere ad infrarossi. Queste possono essere installate in esterno e sono in grado di riprendere l'ambiente anche in presenza di poca luce. Il kit è completato da un mouse, telecomando, alimentatore, materiale per il montaggio e manuale multilingue. Dopo aver installato e configurato il sistema, sarà possibile controllarlo dall'iPhone con l'applicazione gratuita MEye scaricabile dall'App Store e visualizzare in diretta le immagini riprese dalle telecamere.

 


 

 

http://www.casa-domotica.com/
http://www.openbuildingcontrol.com/
http://www.onehome.it
http://www.netbuildingautomation.it/
http://www.techblogs.it/domotica/
http://www.domoticalabs.com
http://www.corsodomotica.it
http://www.domotica.it
http://www.domoweb.it/
http://www.blucasa.it/
http://www.vividomotica.it (parma)
http://www.ladderhome.it/
http://www.tecnologiadomotica.com/
http://www.teotronica.it/
http://www.sitzia.it/
http://www.intea.biz/
http://domoticino.com/
http://www.homecomfort.it/
http://www.casa-domotica.com/
http://www.audiogamma.it
http://www.myhome-bticino.it/ft/
http://www.domotics.com/
http://www.whoopy.it/Domotrix/
http://bol.it.abb.com/
http://www.blackfirs.com/
http://www.cassel.net/
http://www.innovatec.it/innovatec2.htm
http://www.labdom.it/
http://www.bticino.it
http://www.gewiss.com
http://chorus.gewiss.com/ 
http://www.letsautomate.com/
http://www.urmetdomus.it/catalogo/catalogo.asp
http://www.x10.com/home.html?a04e371e0dab4bb0426e54bd
http://www.lwd.it/mcs_home.htm (mobile car system) - http://www.lwd.it/mcs_offerta.htm - http://www.lwd.it/mcs_form.htm
http://www.mobilecarsystem.it
http://www.creston.com/ (Total Home)
http://www.duemmegi.it/
http://www.easydom.it/ (****)
http://www.chippc.com/ (micropc)
http://it.wikipedia.org/wiki/Domotica (Domotica su WikiPedia)
http://www.x10.com
http://www.zeushome.com
Zeus is a Windows-based home automation control program for controlling X10 compatible automation devices from a central PC. Zeus supports the usual standard functions such as time-based scheduled events, logging, event-driven actions, sunrise/sunset events, and scenes. In addition, Zeus supports personally defined conditional logic to add an additional level of control over events.
Zeus was designed to add the one feature we felt was missing in most other products. Our personal experience taught us that automation based only on scheduled and event driven actions was not sufficient. We needed the additional control provided by conditional logic. Additionally, we wanted a Windows program and we didn't want to have write and modify a proprietary "macro" language every time we wanted to update our system.
Therefore, we created a method, using standard Windows controls that allow for the building of scenes using conditional logic defined by the homeowner. Devices can be added and removed, conditions can be created and used, all without even stopping the program.
Elektro - impianti elettrici, automazione, sicurezza: http://www.elektro.it/
http://www.domoshop.it/

Cercare: domotica - casa intelligente - automazione casa - automazione domestica - intelligent home oppure house - smart home
http://www.domotica.it (***)
http://www.domotica.it/pages/area_tecnica/progetti2.htm

http://www.domotica.ch/index3.shtml
http://www.waycasa.net/root/elettronica.html
http://www.edilizia.com/domotica
http://www.casatech.it/
http://ee.unipr.it/domotica/
http://www.megaitalia.it/italian/domotica.php  (***)
http://www.pst.livorno.it/domo.htm
http://openskills.info/topic.php?ID=149
http://openskills.info/infobox.php?ID=1283
http://www.easydom.it/
http://www.sistemacasa.it/  - http://www.sistemacasa.it/Coseladomotica.htm
http://www.helpicare.com/domotica/index.php
http://www.domoticadesign.it  (***)
http://www.socialinfo.it/approfondimenti/ervet/CasaIntelligente.htm
http://www.prointegra.it/civile/default.asp
http://www.domoshop.it/
http://www.lacasaintelligente.com/
http://www.edilportale.com
http://www.waycasa.net
http://www.quotidianocasa.it/casa/domotica/automazione/
http://www.hormann.it/it/it/katalog/antriebe/automazione_via_radio_per_la_vostra_casa/
http://www.came.it/it-it/main/automazioni-casa.php
http://www.cleverhome.com.au/home-house-plans.shtml
http://www.cnet.com/4520-10839_1-6224211-1.html
http://www.macitynet.it/macprof/aA16195/index.shtml (controllare la casa con il mac)
http://www.costruirecasa.com/index.asp
http://www.alihandicap.org/domoticamica/case_prodotti_aziende.htm
http://www.digitalk.tv/archives/2006/11/23/59a-puntata-la-casa-digitale/
http://www.domosfera.it/domotica.html
http://www.aurelwireless.com/domotica.asp
http://www.domusicurezza.eu/
http://www.sistemacasa.it/
http://www.domotica.it/pages/area_tecnica/punti_easydom.htm
http://www.domotica.it/pages/area_tecnica/azie_info.htm
http://www.electronichouse.com/
http://www.houseofautomation.com/photogallery.html
http://www.automazionecasa.it/
http://www.gp-progetti.it
http://www.lavorincasa.it/domotica/domotica.php
http://www.monitorcasa.it
http://www.buildlab.com/particle.php?ar=87
http://www.realcontrols.com/remote_house.htm
http://www.safetal.com/livelli/id_livello__163-utente__Bussiness-lb__archivionews___index_socio.asp
http://www.infobuild.it/mecgi/drv?tlHome&mod=modInfoAziendeSheet&IDMENU=31&MENU_INDEX=2&UID=17999
http://www.superabile.it/CANALI_TEMATICI/Ausili/Ausili_per_-9--9--9-/Automazione_per_la_casa/index.html
http://www.domoticaprofessionale.com/
http://www.casasemplice.com
http://it.wikipedia.org/wiki/Domotica


Alcuni riferimenti internet
http://www.domotica.it/
http://www.cnuce.pi.cnr.it/HATS
http://www.domotics.com/ix_domo.htm
http://www.konnex.org
http://www.lonworks.com
http://www.homepna.com
http://www.ercim.org
http://www.casa-futura.it
http://www.casatecnica.net
http://www.caba.org
http://www.havi.org/home.html
http://www.eiba.org/
http://www.batibus.org/
http://www.ehsa.org/
http://www.konnex.org/
 

http://www.domoticadesign.it
http://www.domotica.it/
http://www.domotica.ch
http://www.domotica.com/
http://ee.unipr.it/domotica/
http://www.easydom.it/
http://www.domoticalabs.com/
http://www.domoenergy.it/
http://www.domotica.ch
http://www.domoticacenter.it
http://www.domomasteritalia.com/
http://www.domoticaprofessionale.com/
http://www.techomeasy.it
http://www.lacasaintelligente.it
http://www.waycasa.net
http://www.waycasa.net/root/elettronica_1652.asp 
http://domotica-italia.org/
http://www.telecoautomation.com/
http://www.lavorincasa.it/domotica/domotica2.php
http://www.sistemacasa.it/ (***)
http://www.enel.it/enelsi/offerta/casa_autom_sicurezza/autom_domestica/
http://www.labdom.it/
http://www.domusnet.info/
http://www.corsodomotica.it
http://www.worlddatabus.com/
http://www.domoticaimpianti.com/default.htm
http://www.studiodomotica.it
http://chorus.gewiss.com/
http://www.domota.it
http://www.securtronix.it/
http://it.wikipedia.org/wiki/Domotica
http://www.tvlife.net
http://www.whoopy.it/Domotrix/Domotica/
http://www.socialinfo.it/approfondimenti/ervet/CasaIntelligente.htm
http://www.stemcostruzioni.it/domotica.asp?ver=it
http://www.stemcostruzioni.it/default.asp?ver=it
http://www.myhome-bticino.it
http://www.iisalessandrini.it/progetti/casa2000/index.htm
http://openskills.info/infobox.php?ID=1281
http://openskills.info/topic.php?ID=162
http://openskills.info/infobox.php?ID=1283
http://www.polatoimpianti.it/
http://www.zeldenhouse.it
http://www.casapassiva.com
Altri siti di domotica:
http://www.nicoshop.com/
http://www.elettricoplus.it
http://www.voltimum.it/catalogue.jsp?mode=browse&brand=GII&catalogType=R&universe=guide
http://www.voltimum.it/catalogue.jsp?mode=browse&brand=PDI&catalogType=F&universe=guidePDF
http://www.telecoautomation.com
Progetti:
http://www.progetti-hw-sw.it/
http://www.domoticadesign.it/?p=home/home

Siti utili per la documentazione
http://www.comune.torino.it/pass/9aus-tec/f-risors/italia/domot-te.htm
http://www.lacasaintelligente.com/  - http://www.lacasaintelligente.com/html/domotica.html
http://www.sistemacasa.it/casaintelligente.htm
http://superando.eosservice.com/content/category/9/70/120/
http://www.edilportale.com/dossier/dos271004-1.asp  (***)
http://www.intellihouse.it/
http://www.casaenergia.it/it/

Documentazione scaricata
Domotica La Casa Intelligente.pdf
Prestazioni.pdf
Schedetecniche.pdf
Domotica La Casa Intelligente.doc

Bticino esempi_pratici_di_installazione.pdf
Bticino La_casa_come_tu_la_vuoi.pdf
Bticino Manuale_MHW.pdf
Bticino MyHome_IdroRelax.pdf
Domotica (Articolo di PCMagazine)

La casa ecologica
http://www.lacasaecologica.it
http://www.casaecologica.net
http://www.ecocase.it
http://www.belwood.it
http://www.biocasa.biz
http://www.biocasa.info
http://www.quotidianocasa.it/casa/progettare/casa-ecologica/
Aziende:
ABC Costruzioni srl azienda edile - edilizia - progettazione e realizzazione di case prefabbricate a Udine

Archibio - La rivista online del vivere sano
Associazione Nazionale Architettura Bioecologica
Bioedilizia - prodotti e materiali per l'edilizia ecologica, bioedilizia e bioarchitettura.
Biohaus - Case Bio-Ecologiche - Udine
Bio-House - nuovo concetto di casa - case ad alto risparmio energetico
Case ecologiche in legno - bio-edilizia - Edes Architettura
Case prefabbricate abitazioni ecologiche Casa Passiva STAI PENSANDO DI COSTRUIRTI UNA CASA edilizia residenziale case reside
ECOS - case prefabbricate ecologiche bioedilizia costruzioni in legno in friuli
La Casa Bio - Catalogo
Qualità Edilizia
Studio Tecnico Geom. Fabio Taccini - Costruzione Biocase
Ville Bio-Ecologiche
Wolf Haus, Wolfhaus, case prefabbricate, prefabbricate, prefabbricati, legno, case in legno, bioedilizia, bioarchitettura, c - Casa

Case energetiche
Risparmio energetico negli edifici ed abitazioni

Il contributo della domotica – ovvero la gestione automatizzata dell’edificio - all’edilizia sostenibile sarà determinante in quanto permette all’edificio di autogestirsi nella sua prestazione energetica.
La domotica consente infatti di contenere i consumi energetici – sino a un ventesimo del consumo energetico usuale - e di monitorare l’inquinamento, ad esempio le emissioni di anidride carbonica.
Il 31% dell'energia elettrica e il 44% dell'energia termica (combustibili) vengono utilizzati in ambito residenziale, in uffici e aree commerciali. Buona parte di queste fonti energetiche sono destinate alla climatizzazione dei locali (riscaldamento invernale e raffrescamento estivo). Altra voce importante di spesa energetica è rappresentata dagli elettrodomestici ed apparati elettrici ed elettronici come tv radio, computer ecc. Anche i frigoriferi hanno una considerevole necessità di energia mentre l'illuminazione rappresenta una una piccola quota dei consumi totali (circa il 2%) ma non irrilevante, in quanto rappresenta comunque il 15% dei costi dell'energia elettrica mediamente consumata in interni civili (gp)
Quindi, sul 100% di energia finale consumato in casa, soltanto il 2% serve all'illuminazione, il 5% per cucinare e per gli elettrodomestici, mentre il 15% per il rifornimento di acqua calda e il 78% per il riscaldamento, se poi si ha un impianto di raffrescamento/condizionamento estivo si deve aggiungere un buon 25% in più di consumi energetici (gp)
Attualmente in Italia il fabbisogno energetico negli edifici complessivo è quantificabile mediamente in 300 kWh/m²/anno, come già detto buona parte di questa energia è termica (riscaldamento locali e acqua calda) per cui buona parte è persa come dispersioni termiche verso l'ambiente. (gp)
Per capire la situaizone italiana basta confrontare i consumi energetici degli edifici in Italia, Svezia e Germania. In Svezia lo standard per l’isolamento termico degli edifici non autorizza perdite di calore superiori a 60 kWh al metro quadro all’anno. In Germania le perdite sono mediamente di 200 kWh al metro quadro all’anno. In Italia si raggiungono punte di 500 kWh/m2/anno! Se l'Italia si allineasse agli standard svedesi il riscaldamento degli ambienti nel nostro paese scenderebbe dal 30 al 4% degli attuali consumi energetici. Se ci limitassimo agli standard tedeschi si ridurrebbe a circa il 12%. Da notare che la Germania e ancor più la Svezia sono molto più a nord, con temperature invernali più basse e consumi più elevati e, quindi, le stime del 4% e del 12 % sarebbero più basse.

Bioedilizia e Bioarchitettura
La bioedilizia è un' ottima strategia per affrontare alla base il problema del risparmio energetico negli edifici. Con questa disciplina tecnica particolare attenzione viene posta all'isolamento termico dell'edificio progettato,
Il risparmio dell'energia è, infatti, il primo scopo della bioedilizia. A questo si aggiungono altri importanti obiettivi come la riduzione delle emissioni ambientali, la protezione degli ambienti domestici e dei luoghi di lavoro dalle onde elettromagnetiche e l'utilizzo in edilizia di materiali non tossici e biodegradabili e/o riciclati.
Se si pensa che in Italia il 60% degli investimenti immobiliari si riferisce alle ristrutturazioni e che il dato salirà all'80% nei prossimi anni, si comprende quanto l' Edilizia Sostenibile possa contribuire al miglioramento della vita urbana.
La bioedilizia dedica anche grande attenzione all'ambiente, con l'uso di sostanze naturali, facilmente degradabili o riciclabili, il progetto di sistemi e impianti ad alta efficienza, basso consumo, minimo effetto inquinante.
Essa offre una vastissima gamma di materiali, vernici, rivestimenti, tessuti che sono già proficuamente utilizzati nei progetti edili più avanzati e che possono aiutarci a rendere la nostra casa più sana e confortevole.
Il costo di queste tecniche è paragonabile a quello dei sistemi tradizionali, ma i benefici ottenuti sono sicuramente maggiori: oltre a offrire un consistente vantaggio per la salute nostra e dell'ambiente, investire in bioedilizia si traduce in un risparmio concreto.
Solo per fare un esempio, un buon isolamento termico e un impianto progettato con la giusta attenzione ai consumi consentono, in breve tempo, di ammortizzare il costo iniziale con il risparmio di energia ottenuto.
La bioedilizia è una tecnologia relativamente molto giovane, in Svizzera, dove si è all'avanguardia, si pratica da meno di 20 anni, anche la Svezia e la Germania sono esempi da seguire, in Italia solo alcuni comuni stanno cominciando a favorire questa pratica, a Carugate, nel Milanese, è stata incentivata infatti la redazione di regolamenti edilizi che favoriscano l’adozione di sistemi solari passivi quali serre addossate, da scomputare dalla volumetria e dal costo di costruzione.
Inoltre vengono imposte norme per una progettazione secondo i principi della bioarchitettura, quali l’orientamento degli edifici, il rispetto delle distanze minime per un corretto soleggiamento, ed impianti ad alto rendimento.
Altro esempio è stato quello della provincia autonoma di Bolzano, si tratta del certificato CasaClima, che promuove metodi di costruzione edile che soddisfano il principio del risparmio energetico e della tutela dell’ambiente.
Il certificato offre al consumatore informazioni facilmente comprensibili riguardanti le caratteristiche energetiche dell’edificio, per rendere più trasparenti i costi ed essere così di aiuto all’acquisto o all’affitto di un’abitazione.
Il certificato si ottiene se nella costruzione dell’edificio vengono utilizzati materiali di costruzione ecologici, e se per il riscaldamento vengono utilizzate fonti energetiche rinnovabili.

Fonte ed informazioni:
www.assa-cee.org 
www.edilio.it 
www.bioarchitettura.rm.it 
www.bioarchitettura.org 
www.greenbuilder.com/sourcebook 
ts.camcom.it/bioedilizia 
www.biocostruire.org/home.htm 
www.progettomeg.it/art25.htm 
www.arx.org/architetturabioclimatica.htm 
www.paea.it/bioedilizia.htm 

Costruttori
www.wolfhaus.it 
www.case-prefabbricate.it 
www.haas-fertigbau.de 
www.casedani.com 
www.belwood.it 
www.cosmohaus.it 
www.variobau.at 
www.rensch-haus.it 
www.schwoerer.de 
www.wigo-haus.at 

Case tutto legno
www.habitatlegno.it 
www.bprefille.it 
www.balken.it
 

Edifici passivi
www.
cepheus.de/eng 
www.eb-online.de 
www.passiv.at 
www.minergie.ch 
www.passivhaus-institut.de 
www.passivhaus-info.de 
www.forschungsforum.at 

Recupero dell'acqua piovana
www.haustechnik.ch 

Edifici con materiali riciclati
www.
chemieco.com/caseprefabbricate.htm 

Notizie ed articoli
www.promiseland.it/view.php?id="581"  case di terra.
www.progettomeg.it/art25.htm 
www.Immobiliare.it/archivio/700/articoloEdilizia.htm  
www.promo.24oreprofessioni.ilsole24ore.com/Consulente greenplanet.net/Articolo1422.html  
www.edilio.it/news 
www.cliccasa.com/peep.htm 
www.casaqualita.it/casaeco/02/0401-allegato.php 

Forum sulla bioedilizia
www.promiseland.it/forum/list.php?f="28 

Scala del fabbisogno energetico in un edificio - abitazione. Nella provincia di Bolzano le nuove costruzioni devono essere almeno in classe C e sono incentivate le costruzioni in classe A

L' ortodossia in bioedilizia raccomanda un abbondante utilizzo di legno o in alternativa di particolari laterizi, i sistemi solari passivi, il recupero di acqua piovana, il tetto ventilato e in genere l'impiego di materiali biodegradabili o riciclati e comunque una dispersione termica non superiore a 60 kWh/m2/anno,
Una tecnologia molto evoluta e moderna ma con origini antiche quale l'edilizia passiva permette consumi fino a 15kWh/m2/anno anche in condizioni di clima rigido.
L' utilizzo di tecnologie di domotica ottimizzano le tecniche di bioedilizia.
Immagine: www.habitatlegno.it


Targhetta Casaclima
Un tetto ventilato si può chiamare tale quando il manto di copertura si distacca dallo strato isolante, creando un'intercapedine che permetta ad un flusso omogeneo d'aria, di circolare dalla gronda fino al colmo; conseguentemente, devono essere evitate correnti trasversali.
Il recupero delle acque meteoriche non è un risparmio energetico in senso stretto ma è comunque un recupero di risorse
Le soluzioni impiantistiche possibili sono diverse, molto dipendenti dalla disponibilità di spazio dell'utente: il serbatoio può trovarsi in cantina (nei pressi della stazione di pompaggio) così come in giardino (dove può essere interrato o no); il filtro può trovarsi in un pozzetto a parte o essere introdotto nel serbatoio.
Fonte e informazioni:
www.edilio.it/1
www.edilio.it/2

Ecco una lista di alcuni (non tutti) software per la "Home Automation" o domotica, che dir si voglia. Accanto ai nomi del software trovate indicata anche la piattaforma supportata. Buona lettura.
* Indigo (Macintosh) - http://www.perceptiveautomation.com/indigo/
* Xtension (Macintosh) - http://www.shed.com/index.html
* HomeSeer (Windows) - http://www.homeseer.com/
* MisterHouse (Windows / Linux/ Macintosh OS X) - http://www.misterhouse.net/
* Home Control Assistant (Windows) - http://www.hcatech.com/
* PowerHome (Windows) - http://www.myx10.com/
* Housebot (Windows) - http://www.housebot.com/
* Doberman Security & Automation (Windows) - http://www.goldencrater.com/automation/Doberman
* Girder (Promixis) (Windows) - http://www.promixis.com/
* The XPL Monkey (Windows) - http://www.xplmonkey.com/
* ECS (Windows & Linux) - http://www.omnipotencesoftware.com/
* Cinemar (Windows) - http://www.cinemaronline.com/
* Homevision (Windows) - http://gardnerswebsite.com/
ecco dei link [LINUX] (non sono dei software)
http://www.linuxha.com/
http://www.linuxjournal.com/article/4312
Molti di questi software non sono compatibili con i componenti che si trovano in commercio in Italia, ma sono un buon punto di partenza per capire in che direzinoe va l'automazione della casa.

analisi comparata di questi sistemi domotici a bus:
myhome bticino --> SCS proprietario ma aperto e interfacciabile con altri sistemi tramite home gateway
chorus gewiss --> KNX aperto segue caratteristiche itz del suo protocollo
cresnet crestron --> sistema bus proprietario sofisticato e integrabile con tecnologie A/V
easydom invista --> sistema bus modulare proprietario... ma come si chiama???
byme vimar --> KNX ma dedicato (programmazione ETS precedente ad altri prodotti)
domino duemmegi --> sistema bus... proprietario? come si chiama? si interfaccia con altri sistemi?
home sapiens bpt --> LonWorks Echelon (proprietario)
simplehome Comelit --> ??

in effetti la lista completa è la seguente:
My Home - BTicino
Chorus - Gewiss
Cresnet - Crestron
Easydom Invista
Sistema casa 2000
By Me - Vimar
Domino - Duemmegi
Simple Home - Comelit
Home Sapiens - BPT
DomusTech - ABB Sace
Semplice - Urmet Domus
Bluedome - Logos01
Aurel - ZigBee


Caratteristiche della domotica

Le soluzioni tecnologiche che possono essere adottate per la realizzazione di un sistema domotico sono caratterizzate da peculiarità d’uso proprie degli oggetti casalinghi:

* Semplicità: il sistema domotico è diretto ad un pubblico vasto e non professionale, per questo deve essere semplice da usare secondo modalità naturali, univoche e universalmente riconosciute attraverso un’interfaccia “user friendly”, deve inoltre essere sicuro e non deve presentare pericoli per chi non ne conosce o comprende le potenzialità.

* Continuità di funzionamento: il sistema deve essere costruito pensando al fatto che dovrà offrire un servizio continuativo e per questo praticamente immune da guasti o semplice da riparare anche per personale non esperto o, nel caso, necessitare di tempi brevi per la rimessa in funzione.

* Affidabilità: il sistema funziona sempre, senza richiedere particolari attenzioni; anche in caso di guasti esso deve essere in grado di fornire il servizio per il quale è stato progettato o uno simile in caso di funzionamento ridotto, deve essere inoltre in grado di segnalarne il mancato funzionamento e di generare un report delle eventuali anomalie.

* Basso costo: affinché un sistema domotico sia alla portata di tutti deve avere un costo contenuto, inteso come economicità delle periferiche (sensori, attuatori, ecc.) e della rete di interconnessione tra i diversi moduli funzionali.

Le tecnologie per la domotica permettono inoltre di ottenere alcuni vantaggi quali ad esempio:

* Risparmio energetico: un sistema completamente automatizzato dovrà evitare i costi generati da sprechi energetici dovuti a dimenticanze o ad altre situazioni, monitorando continuativamente i consumi e gestendo le priorità di accensione degli elettrodomestici.

* Automatizzazione di azioni quotidiane: un sistema di home automation deve semplificare alcune azioni quotidiane, soprattutto quelle ripetitive, non deve in alcun modo complicarle.

Tutte queste caratteristiche, se non sviluppate singolarmente ma nel loro insieme, portano alla creazione di un sistema domotico integrato che può semplificare la vita all’interno delle abitazioni. La casa diventa intelligente non perché vi sono installati sistemi intelligenti, ma perché il sistema intelligente di cui è dotata è capace di controllare e gestire in modo facile il funzionamento degli impianti presenti. Attualmente le apparecchiature tecnologiche sono poco integrate tra loro e il controllo è ancora ampiamente manuale, nella casa domotica gli apparati sono comandati da un unico sistema automatizzato che ne realizza un controllo intelligente.

Per quanto riguarda il sistema di automazione, fondamentalmente ne esistono di due tipi, uno basato su un’unità di elaborazione centrale che permette di gestire tutte le attuazioni a partire dai risultati di rilevazione e uno a struttura distribuita dove le interazioni avvengono localmente in maniera distribuita ed eventualmente comunicate ad un’unità centrale per un controllo di coerenza generale, in genere sistemi di questo tipo sono più affidabili dei primi.

L’interfaccia utente (interfaccia uomo-macchina) deve, in base a tutte le precedenti considerazioni, essere consistente (non deve creare conflitti fra i comandi), essere di facile impiego (si pensi ai bambini o agli anziani) ed essere gradevole (la difficoltà di interazione con il sistema non deve essere una barriera al suo utilizzo).


Impianto eolico domestico
Vorrei impiantare una piccola pasa eolica per produrre energia in proprio. Questi impianti convengono davvero e a chi posso rivolgermi per saperne di più?
Il Micro Eolico sta sempre più prendendo piede anche nel nostro Paese. Questi impianti sono in grado di soddisfare le esigenze di singole abitazioni o piccoli condomini. Oltre le solite pale a forma di elica, oggi sono disponibili sistemi a micro-pale ad asse verticale che occupano poco spazio e possono essere installate ovunque. Il modello KT1KW prodotto da Pramac (http://www.revolutionair-pramac.com) ha un diametro di soli 1,45 metri ed è in grado di produrre fino a 1 kW. A questo si aggiungono gli intencivi statali che prevedono 0,30€ per ogni kWh prodotto e immesso nella rete elettrica nazionale. Tale incentivo ha una durata di 15 anni, trascorsi i quali l'energia prodotta potrà essere venduta nel libero mercato. Per maggiori informazioni si può contattare il Gestore dei Servizi Elettrici (GSE) o andare sul sito http://www.gse.it

Aprigarage: portata maggiore
A nessuno fa piacere aspettare l'apertura del garage; è possibile, però, aumentare la portata del telecomando. Basta aprire il dispositivo, rendere ruvida l'antenna (una piastra metallica circolare o quadrangolare) con una leggera passata di cartavetrata e saldare un filo che fungerà da prolunga. Questo metodo potrebbe funzionare anche con il comando di apertura dell'auto.

Rover
Faster, smarter, better…Rover 2.0 goes where no app-controlled tank has gone before.
- Drive it with your iPad®, iPhone® or iPod touch® device, or with Android™ smart phones and tablets
- See in the dark using Rover’s built-in night vision
- Stream and record live video and stills
- Upload videos and stills to Facebook, Youtube and Twitter sites right from the App
- Control the angle of the video camera remotely
- Its wide-angle lens captures more of its surroundings
- Listen to sound from Rover’s travels and transmit your own audio back through Rover’s built-in speaker
- Navigate with on-screen controls or “steer” using your control device’s accelerometer
- Built-in headlights can be controlled remotely
- Wireless range up to 200 ft. unobstructed, 100 ft. around walls and into other rooms
- Free App from the iTunes® App Store and Google Play
- Uses 6 AA batteries (included)
Warning: Choking hazard due to small parts. For ages 14 years old and up.
Mission possible.
Rover 2.0 is ready for any mission–prowling in search of new life forms, communicating via two-way audio, or shooting night-vision spy videos and photos.
Wireless navigation. Limitless fun.
Generating its own Wi-Fi wireless connection for your smart device, Rover 2.0 can travel up to 200 ft. unobstructed–or up to 100 ft. around walls and into other rooms. Navigation is easy. Sight through Rover’s on-board video camera, using the on-screen driving controls. Or navigate by G-Drive Mode, using your device’s accelerometer like a steering wheel for more realistic adventures.
Wide-angle video camera with infrared night vision.
An adjustable wide-angle camera lets you see what Rover 2.0 sees. You can even turn off the headlights remotely and see in the dark, using the camera’s undetectable infrared night vision. Even better? You can record and share your missions online, uploading video and stills directly from the App to your favorite Website or social media page.
Communicate via 2-way audio.
Halt, who goes there? A built-in microphone and speaker let you hear everything Rover 2.0 hears…and transmit your own reply, whether it’s a secret password or an addition to the family grocery list. With Rover 2.0, you have eyes and ears everywhere!
Route Memory
Lets you set Rover to record and repeat specific routes at your command.
Dimensions with Antenna: 7.75" L x 10.25" W x 7.75" H
Weight: 2.4 lbs.
Enjoy hours of app-controlled fun. Order Rover 2.0 from Brookstone today!
iPad, iPhone, iPod touch, Apple and iTunes are trademarks of Apple Inc., registered in the U.S. and other countries. App Store is a service mark of Apple Inc. Android is a trademark of Google, Inc.
http://www.brookstone.com/rover-20-app-controlled-spy-tank?bkiid=SearchResults|CategoryProductList|792593p
http://www.brookstone.com/rover-revolution-wireless-spy-vehicle?bkiid=SearchResults|CategoryProductList|851135p

ArDrone Parrot
http://ardrone2.parrot.com/

iHelicopter
http://www.ihelicopters.net/
http://www.ihelicopters.net/category/insects/
http://www.ihelicopters.net/product/ispy-tank-iphone-controlled-spy-tank/