Dubbi sull'antenna
Ho installato in casa un'antenna logaritmica, ma mi è stato detto che per il digitale terrestre è meglio utilizzarne una di tipo direttivo.
Le antenne logaritmiche sono molto diffuse perchè piuttosto economiche. Di contro, però, sono più sensibili a disturbi e ai fenomeni di riflessione. Se i segnali arrivano dalla stessa direzione e hanno la stessa polarizzazione, non presentano di norma particolari problemi. In quei posti dove i sengali si possono ricevere da più siti o si è in presenza di zone collinari, invece, potrebbero generare disturbi. In questi casi è meglio ricorrere a un modello direttivo. Si possono installare anche più antenne per ricevere da più direzioni, ma la messa in opera non è sempre facile da realizzare. In questi casi è preferibile ricorrere a un antennista, che verificherà sul posto la soluzione migliore per l'abitazione.

Sintonizzazione programmi
Quando sintonizzo i canali del digitale terrestre, il decoder associa automaticamente i numeri di canale. Da cosa dipende questa numerazione?
I canali ricevuti col digitale terrestre vengono numerati secono il sistema LCN (Logical Channel Numbering) proposto da DGTVi (www.dgtvi.it), l'associazione per il digitale terrestre cui aderiscono Rai, Mediaset e altri operatori del settore. Quelli delle PayTV, ad esempio, partono dal 300 in poi. E' possibile, però, modificare manualmente la numerazione attraverso il menu del proprio decoder o televisore.

Numerazione LCN nazionale
Ecco la lista LCN(Ordinamento automatico dei canali)Nazionale ,riguarda solo i canali a livello Nazionale ,per quando riguarda i canali locali la posizione occupata può variare da Regione a Regione
Ricordo che in alcune zone è possibile che si crei un conflitto se a due o più canali diversi viene data la stessa posizione ,in questo caso scegliete voi
http://www.decoder.comunicazioni.it/
http://www.digital-sat.it/
Aggiornata al 08/04/10
* 1 RAI UNO
* 2 RAI DUE
* 3 RAI TRE
* 4 RETE 4
* 5 CANALE 5
* 6 ITALIA 1
* 7 LA7
* 8 MTV
* 9 DEEJAY TV in conflitto con RETE CAPRI
* 10 Cielo (Canale di Sky ,presente anche su Sky)
* 11 FR 24
* 12 Repubblica TV
* 13 POKER ITALIA 24
* 14 Emittente locale
* 15 Emittente locale
* 16 Emittente locale
* 17 Emittente locale
* 18 Emittente locale
* 19 Emittente locale
* 20 Tv 2000
* 21 CAPRI STORE
* 22 BOING in conflitto con RADIO CAPRI TELEVISION
* 23 RAI GULP in conflitto con SPORT ITALIA
* 24 RAI SAT YOYO (Solo nelle aree di Switch OFF) in conflitto con SPORT ITALIA 2
* 25 K2
* 26 QVC in conflitto con BOING +1
* 27 RAI GULP +1
* 28 RAI 4
* 29 IRIS
* 30 RAI SAT CINEMA (Solo nelle aree di Switch OFF)
* 31 CANALE 5 +1 (Solo se si prende il Mux Mediaset 4,aree di Switch Over-OFF)
* 32 RAI SAT EXTRA (Solo nelle aree di Switch OFF)
* 33 ITALIA 1 +1 (Solo se si prende il Mux Mediaset 4,aree di Switch Over-OFF)
* 34 RETE4 +1 (Solo se si prende il Mux Mediaset 4,aree di Switch Over-OFF)
* 35 LA7D (Cartello)
* 36 K2 PLUS
* 37 RAI SAT PREMIUM (Solo nelle aree di Switch OFF)
* 38 RAI SPORT PIù
* 39 SPORT ITALIA
* 40 SPORT ITALIA 2
* 41 RAI STORIA
* 42 RAI NEWS 24
* 43 BBC WORLD
* 46 CLASS NEWS
* 48 COMING SOON
* 49 MTV2 (Cartello)
* 52 CANALE ITALIA MUSICA
* 55 CANALE ITALIA
* 56 CANALE ITALIA MUSICA
* 90 Newbo (Cartello)
* 91 SECOND TV
* 95 RAI SCUOLA
* 96 TED
* 97 AB CHANNEL (Solo nelle aree di Switch OFF)
* 99 MEDIASHOPPING
* 100-106 (Altre TV in chiaro)
* 107 LA7
* 108 MTV
* 109 MTV2 (Cartello)
* 110 LA7D (Cartello)
* 111 CANALE ITALIA
* 112 CANALE ITALIA MUSICA
* 135 LA7D (Cartello)

* 150 Nitegate attivazione Nitegate
* 151 Sexo Exclusive
* 152 Sexo Exotica
* 153 Sexo Amatorial
* 154 Sexo Transgression

* 199 GLAMOUR PLUS [Canale Locale diverso da regione a regione]

* 200 PIU’ SERVIZI

* 300 PREMIUM MENU
* 301 PREMIUM CINEMA
* 302 PREMIUM CINEMA EMOTION
* 303 PREMIUM CINEMA ENERGY
* 304 STUDIO UNIVERSAL
* 311 JOI - PREMIUM
* 312 MYA - PREMIUM
* 313 STEEL - PREMIUM
* 314 JOI +1 - PREMIUM
* 315 MYA +1 - PREMIUM
* 316 STEEL +1 - PREMIUM
* 321 DISNEY - PREMIUM
* 322 DISNEY +1 - PREMIUM
* 323 PLAYHOUSE DISNEY -PREMIUM
* 324 CARTOON NETWORK -PREMIUM
* 325 HIRO -PREMIUM
* 331 PREMIUM CALCIO
* 332 PREMIUM CALCIO 1
* 333 PREMIUM CALCIO 2
* 334 PREMIUM CALCIO 3
* 335 PREMIUM CALCIO 4
* 336 PREMIUM CALCIO 5
* 337 PREMIUM CALCIO 6
* 338 PREMIUM CALCIO HD
* 341 MOTO GP -PREMIUM

* 400 DAHLIA PROMO
* 411 DAHLIA SPORT
* 412 DAHLIA 2 SPORT
* 415 DAHLIA XTREME
* 417 DAHLIA EXPLORER
* 418 DAHLIA EROS
* 420 DAHLIA PROMO
* 421 DAHLIA 1 CALCIO
* 422 DAHLIA 2 CALCIO
* 423 DAHLIA 3 CALCIO
* 424 DAHLIA 4 CALCIO
* 425 DAHLIA 5 CALCIO
* 444 DAHLIA ADULT
* 445 DAHLIA 2 ADULT
* 446 DAHLIA 3 ADULT
* 449 DAHLIA ATTIVAZIONE

* 501 RAI TEST HD (Solo se si prende il Mux 4 Rai ,aree di Switch OFF)
* 505 Canale 5 HD (Solo se si prende il Mux Mediaset 5 ,aree di Switch OFF)
* 506 ITALIA 1 HD (Solo se si prende il Mux Mediaset 5 ,aree di Switch OFF)
* 507 LA 7 HD (Solo se si prende il Mux TIMB 3 ,aree di Switch OFF)
* 508 MTV HD (Solo se si prende il Mux TIMB 3 ,aree di Switch OFF)

* 750 RTL 102.5 TV

* 800-999 Canali locali e Radio

UK DTT Regional Channel List
http://www.unsatisfactorysoftware.co.uk/dtt/dtt.cgi

La TV Digitale Terrestre
La tv digitale è disponibile ovunque? NO. Attualmente (aprile 2004) la copertura si estende al 50% della popolazione. Per verificare la copertura nella propria zona si consiglia di consultare il sito www.dgtvi.net l'associazione che si occupa della promozione del digitale terrestre in Italia.
E' vero che la tv digitale è gratuita? In italia la tv digitale terrestre è un servizio totalmente gratuito. Fanno eccezione quei servizi interattivi che utilizzano la linea telefonica come canale di ritorno. In questo caso le tariffe dipendono dai vari operatori.
Il mio impianto d'antenna è già pronto per ricevere le trasmissioni digitali? La tv digitale è compatibile con il tradizionale impianto d'antenna e con tutti i componenti usati per la tv analogica, ma potrebbe essere necessario cambiare la direzione dell'antenna o inserire un modulo apposito sul centralino, poichè in questa fase in alcune zone potrebbero venire usati ripetitori prima poco importanti.
Occorre un televisore nuovo? NO. Per poter ricevere i canali digitali occorre solo un apposito decoder, simile a quello usato ad esempio per la tv via satellite.
Basta un solo decoder per tutti i televisori che ho in casa? NO. Per vedere i canali digitali su televisori diversi, occorre che ogni tv abbia un suo ricevitore digitale. Nel futuro saranno disponibili televisori con decoder digitale integrato.
E' vero che dal 2006 la tv sarà solo digitale? Secondo la normativa attuale la fine delle trasmissioni analogiche è prevista per il 31 dicembre 2006. Dal 1° gennaio 2007 le trasmissioni tv terrestri avverranno esclusivamente in digitale.

La Televisione Digitale Terrestre ad Alta Definizione e la Multimedialita' Interattiva :
Ideare un sito su un argomento cosi' complesso ed attuale non e' facile. Spiegare come funziona il digitale terrestre associato alla televisione ad alta definizione e alla multimedialita', e' si' complicato ma indispensabile.
Punto di partenza per tutti i lettori e' che entro il 31 dicembre del 2006 la televisione che oggi noi vediamo ed ascoltiamo in analogico dovra' essere convertita attraverso uno swicth-over nel digitale terrestre.
Digital Television Terrestrial
In questo periodo nel mondo esiste una televisione trasmessa in:
1) Analogico via etere o satellite
2) Digitale via satellite
3) Digitale terrestre via cavo o etere
In Italia da poco, ma già dagli anni 70 negli Stati Uniti ed in Inghilterra dal 1998 iniziarono le prime prove con le trasmissioni televisive digitali terrestri, con alterne fortune.
Supposto che tutti noi sappiamo come funziona la televisione analogica per intenderci quella che vediamo attualmente a casa senza parabola, concentriamoci sul funzionamento della televisione digitale terrestre. La domanda che tutti i profani si pongono e': “Cos’è il digitale”? Con il sistema analogico abbiamo un segnale trasmesso attraverso l’etere tra un ripetitore e l’altro fino a raggiungere la nostra antenna sul tetto e a far materializzare immagini e suoni nella televisione, tra qualche anno questo segnale lascerà il posto ad un codice matematico (binario), frutto dell’artifizio umano, fatto di sole due cifre, zero e uno (bit), che combinate tra loro possono creare immagini, suoni e tanto altro. Basti pensare che la tecnologia digitale ormai ci circonda da molti anni, il computer, le fotocamere, le automobili e molti elettrodomestici funzionano con segnali digitali. Il mondo televisivo invece e rimasto per lungo tempo fuori delle tecnologie innovative, infatti, l'unico cambiamento innovativo e rivoluzionario nel mondo televisivo ha riguardato l'introduzione del colore, da allora nulla e' cambiato, tanto da poter affermare che la tecnologia televisiva e' rimasta indietro rispetto alle altre tecnologie che usano il digitale. Le innovazioni tecnologiche riguardanti, il campo televisivo possono essere numerose ma tutte queste sono possibili solamente con l'introduzione del segnale digitale, basti pensare all'introduzione della multimedialita' interattiva, alle visualizzazioni delle immagini con effetto 3D identiche a quelle adottate dai pc per la visualizzazione dei giochi. Con il Dtt, il segnale digitale e' utilizzato direttamente senza che sia convertito in analogico come avviene adesso per la tv. Chiaramente tutti noi dovremo essere dotati, (e' per questo il governo ha previsto incentivi) di un ricevitore per segnali digitali in altre parole un decoder o (set top box) che riceve il segnale in digitale e lo trasforma (decripta) in immagini televisive. In altre parole, legge questo linguaggio Digitale. Molti si chiederanno dove sta il vantaggio nel passaggio al (Dtt):
1) Uno dei primi vantaggi sarà la qualità dell'immagine che non dovendo essere convertita in segnale analogico è elaborata mediante algoritmi matematici di compressione del segnale in standard (Mpeg-2) (il merito dell'invenzione dello standard e' dovuto al genio di un ricercatore Italiano: Leonardo Chiariglione) che permette di trasmettere il segnale audio e video insieme, evitando la perdita d'informazione. In seguito, vi spiegherò come la stessa informazione digitale potrà essere associata ai televisori ad alta definizione (Hdtv) e all’interazione multimediale (Mhp), con notevoli vantaggi in termine di qualità e servizi.
Attenzione che il concetto di qualità dell'immagine nel Dtt, dipende non solo dalla qualità digitale del segnale ma anche dal supporto di visione, il televisore; questo concetto deve essere chiaro a tutti (molti lettori m’informano di essere rimasti molto delusi dalla qualità dell'immagine).bisogna pensare che il segnale digitale anche con i normali televisori 4:3 di casa migliora la qualità di ricezione ed indirettamente la qualità video, ma per sfruttare gli algoritmi (Mpg2) l'ideale e comprare un bel televisore dedicato all'alta definizione o Hdtv. Questo perché nell'alta definizione esistono dei parametri legati ai file di compressione Mpeg-2, che consentono di vedere il segnale con qualità cinematografica, tanto che uno dei possibili sviluppi sarà quello dell'offerta cinematografica via Dtt evitando affitto di Dvd.
Un’altra considerazione da fare sul segnale trasmesso in tecnica Digitale riguarda una domanda che spesso mi è posta dai lettori: "Poiché vedo male le trasmissioni analogiche, perché abito in una zona d'ombra, se compro il digitale vedrò finalmente bene la televisione?". In realtà le cose non stanno esattamente in questi termini, per due motivi:
a) In questo periodo siamo in una fase sperimentale e molte zone non sono coperte dal segnale, oppure sono spesso soggette a temporanei Blackout.
b) Il segnale digitale e del tipo (tutto o niente) vale a dire o lo riceve e si vede bene, oppure non si riceve e non si vede. Mentre nell'analogico anche un segnale ricevuto male consentiva una visione disturbata ma pur sempre una visione dell’immagine, nel digitale gli spazi d’errore sono nulli, questo perché si ha che fare con pacchetti di numeri che hanno valori discreti che servono tutti alla ricostruzione dell'immagine quindi o si ricevono tutti oppure non si può ricostruire l’immagine. E’però vero che la dove si riceve il segnale la qualità dell’immagine è in ogni caso migliore di quell’analogica.
2) Un secondo vantaggio del Digitale terrestre riguarda la risoluzione del problema del sovraffollamento delle bande di frequenza terrestri, che sono ormai in saturazione e con una possibilità d'offerta limitata di canali rispetto al competitore Satellitare. Il digitale Terrestre, permette un aumento di circa 4 volte delle stesse e la capacità d’ogni frequenza in trasmissione Dtt passa utilizzando un singolo canale RF standard, da 4 a 6 fino a 10 programmi multiplexati.
Questa situazione della saturazione delle bande di frequenza satellitari e terrestri ha portato giustamente il Ministro delle Telecomunicazioni a scegliere per il digitale terrestre dove e' possibile da una singola banda ottenere da 4 a 6 programmi, aumentando considerevolmente il numero da 4 a 6 volte il totale dei canali attuali.
3)Il segnale digitale ci consentirà di interagire con la Tv attraverso la multimedialita', questa rappresenta la vera innovazione e novità per l'utente, vale a dire la possibilità di poter dialogare attraverso il decoder munito di un modem con la Tv. In pratica con le trasmissioni analogiche, il nostro impianto funzionava da semplice ricevitore anche se nel 1974 entro in funzione il glorioso Teletext o Televideo, che ci permetteva di ricevere informazioni senza poterlo interrogare. Per il segnale Dtt e' ora possibile interagire ed interrogare l'emittente attraverso un decoder che adotta lo standard compatibile con Dtt che e' Mhp della multimedialita' che sostituisce appunto ormai obsoleto teletext. L' innovazione più evidente per l'utente sarà la multimedialita' perché attraverso questa si potrà partecipare ai programmi televisivi a quiz, si potrà rispondere alle domande e ai sondaggi, si potrà interrogare il portale su alcuni servizi come quelli del proprio comune ed in un futuro prossimo utilizzare tale multimedialita' come internet per pagare o eseguire operazioni bancarie, ecc. Il vantaggio sarà evidente non solo per gli utenti, ma ancor di più per le Aziende Televisive e per quelle pubblicitarie perché, vista esperienza Inglese sulla televisione Dtt essa sarà gratuita e gli unici guadagni verranno da questo settore. L'utente deve considerare che per poter interagire con il programma oppure con qualche servizio disponibile da quel canale televisivo deve attraverso il proprio decoder interattivo connettersi via modem al proprio gestore di telefonia che può utilizzare dalla semplice connessione v. 90 o isdn ad una connessione Adsl oppure Gprs/Umts pagando secondo la propria tariffa d'utilizzo. La presenza di tale sistema di trasmissione e' necessaria perché l'antenna che adesso utilizziamo e' solamente ricevente quindi per poter trasmettere le nostre richieste e' necessario o inserire un modem che attraverso la linea telefonica ritrasmette l’informazione oppure trasformare la nostra antenna da ricevente in doppio canale ricevente/trasmittente con inevitabile caos e spese. Per utilizzo delle funzioni multimediali c'e' stato un accordo tra le case di produzione su indicazione normativa che a stabilito che ogni decoder debba avere 4 semplici tasti posti sul telecomando di quattro colori diversi in modo da semplificare all'utente il servizio. Finisco questo discorso sulla multimedialita' dicendo che il concetto di multimedialita' che è utilizzato allo stato attuale dell'arte e ben lontano da quel concetto di multimedialita' interattiva bidirezionale, questo per il semplice motivo che l'interazione e precostituita alla fonte.
4) Un altro evidente beneficio che porta il Dtt e legato alla propagazione del segnale, in considerazione del fatto che il nostro ministero ha previsto una riduzione del numero di stazioni trasmittenti per territorio pari ad una per provincia con evidente beneficio per la salute pubblica ed ambientale perché l’irradiazione delle onde elettromagnetiche e quindi dell’inquinamento diminuisce per intensità e per numero di stazioni poste sul territorio.
Hdtv - "High Definition Television Defined"
Per quanto concerne la televisione ad alta definizione definita con l'abbreviazione (Hdtv) sarà possibile utilizzarla al meglio proprio grazie al digitale terrestre anche se la conversione dei televisori tradizionali in quelli ad alta definizione probabilmente avverrà in tempi più lunghi, passeranno diversi anni. Negli U.s.a entro il 2006 la televisione sarà in ogni modo trasmessa in digitale terrestre ad alta definizione. Questa tipologia di televisione consiste in una televisione digitale con standard prestabiliti, quali: massima risoluzione associata ad una qualità audio superiore vale a dire quella del Dolby Digital Surround (Ac-3) ed in uno schermo televisivo di tipo cinematografico in dimensione 16:9 con pixel di risoluzione 1920x720 e su uno standard Mpeg-2 per la codifica e il trasporto dei supporti video digitali; chiaramente queste caratteristiche comporteranno appunto la sostituzione dei televisori tradizionali con questa tipologia. Considerate che anche il primo sistema meccanico televisivo di Baird era nel 1936 considerato come alta definizione; con questo voglio dirvi che in realtà con alta definizione s'intende quanto di meglio oggi la tecnologia ci offre, domani sarà gia obsoleta.
Mhp - "Multimedia Home Platform":
Per quanto concerne la tecnologia multimediale interattiva che stenta a decollare e' molto probabile che con il Dtt, si svilupperà tumultuosamente proprio perché sarà la fetta di torta più redditizia e su cui si concentreranno le risorse delle società di servizi a scopo di lucro. Quello che ora chiamiamo servizi multimediali interattivi non, è altro che servizi basati sulla tecnologia Teletext in cui l’interattivita' e' precostituita alla fonte ed e' caratterizzata da testi digitali forniti su tv con standard analogici. E' invece vero, che con lo sviluppo dello standard Db per il digitale terrestre si e' costituita all'interno dell'organizzazione un gruppo di studio sulla multimedialita' da applicare come riferimento sul digitale con tecnologia Mhp che probabilmente sarà estesa a tutti gli utenti e sarà molto più vicina al concetto di vera multimedialita' con offerta di servizi e interazione bidirezionale non precostituita; il cui futuro standard sarà Mpeg7 in fase di studio e' specifico per il multimediale. Il giorno in cui la tecnologia digitale terrestre associata alla televisione ad alta definizione sarà usufruibile da tutti gli Italiani associandole un’interattivita' di tipo multimediale, avranno un aumento dei servizi offerti e delle società che investono con riduzione dei costi per tutti.
Vantaggi del Dtt:
Aumento della qualità dell'immagine.
Aumento della qualitàdel suono.
Aumento dei canali disponibili
Interattivita' multimediale.
Maggiore investimento pubblicitario associato all’interattivita'e profitti per le aziende
Minore potenza d'emissione e tutela della salute ed ambiente
Migliore ricezione del segnale
Svantaggi del Dtt:
Costo set top box.
Costo futuro della televisione hdtv.
Costo dei servizi
(Vedi accordo Mediaset con le squadre di calcio per i diritti Televisivi sul Dtt questo e' un primo sentore che il servizio sarà effettivamente gratis ma poi si pagheranno i servizi Mhp e gli extra)
Caratteristiche principali del Dtt:
Standard di trasmissione (Dvb-t) in Europa.
Standard di trasmissione (Atsc) in America del Nord.
Compressione Mpeg2.
Vantaggi dell'Hdtv
Qualità immagini cinematografica.
Qualita' suono cinematografica
Interattivita'e multimedialita’
Svantaggi dell’Hdtv
Costo del televisore hdtv
Schermi tv basate su diversi principi fisici
Caratteristiche principali della televisione Hdtv:
Schermo 16:9
Sistema sonoro Dolby Digiland Surround Sond (Ac-3)
Pixel 1920x1080 o 1280x720
24-30-60 frame immagini sec.
Sintassi Mpeg2
La spiegazione di questo concetto, in parole molto semplici e che nelle trasmissioni analogiche ad una singola frequenza era associata un singolo canale tanto che i due termini seppur tecnicamente diversi erano sovrapponibili, mentre con il Dtt e il segnale compresso in Mpeg2 ad ogni singola frequenza corrisponde in base al multipex scelto da un minimo di 4 ad un massimo di 10 canali. Il multiplex adottato in Italia sarà di 4, quindi il concetto di frequenza uguale a canale nel digitale viene meno (cmq, per un approfondimento di tale concetto andate nella sezione articoli dedicati alle frequenze radiotelevisive).


Cos'è il digitale terrestre?
La televisione digitale terrestre (che viene indicata con la sigla DTT, Digital Terrestrial Television) è una nuova modalità di trasmissione dei canali televisivi, che si presenta come evoluzione della tradizionale televisione analogia e che si affianca a quella satellitare. In particolare, la DDT fonda le sue basi sulla trasmissione di segnali audio e video (i canali televisivi) in forma digitale, sfruttando però gran parte delle infrastrutture già presenti. Si pone quindi come alternativa definitiva alla trasmissione analogica, che col tempo verrà abbandonata.
Devo cambiare TV per accedere alla DTT?
In linea di principio qualsiasi televisione può essere utilizzata per riprodurre correttamente i canali del digitale terrestre. Occorre però tener presente che i contenuti del segnale (che sono in forma digitale) necessitano di un apposito sintonizzatore (decoder o set top box), ovvero un "interprete" che sappia riconoscere e docedificare le componenti audio e video e fornirle al televisore. Ormai quasi tutti i moderni televisori integrano un doppio sintonizzatore (il vecchio analogico e il nuovo DTT) mentre per televisori meno recenti è possibile acquistare un decoder esterno da installare manualmente.
Devo cambiare l'impianto elettrico o l'antenna per vedere DTT?
Se l'impianto di casa non è troppo datato o di scarsa qualità, non occorre effettuare nessun intervento per ricevere il segnale della DTT. Si tratta infatti di un segnale simile a quella che già riceviamo per la TV analogica. E' sufficiente la presenza di una presa per l'antenna TV e di quella elettrica. Non è necessario la sostituzione dell'antenna già in nostro possesso.
Quale decoder DTT devo comprare?
Anche se i decoder in commercio sono generalmente adeguati alle esigenze dello spettatore medio, è bene verificare la presenza di alcune utili caratteristiche. Il successo di esperimenti di trasmissione in alta definizione, come gli Europei di calcio e le Olimpiadi di Pechino, fa ben sperare nell'introduzione futura di canali HD; è quindi consigliabile munirsi di un decoder in grado di gestire tale formato. Chi possiede un impianto Home Theater può trovare utile la presenza dell'uscita ottica audio S/PDIF per godere al massimo delle trasmissioni con audio multicanale. Inoltre, chi desidera acquistare abbonamenti ai canali a pagamento deve munirsi di un set top box che includa il lettore per smart card (modulo CAM), o verificare che il televisore ne sia dotato (spesso è un optional). Solo grazie ad esso infatti avrà la facoltà di sfruttare la tessera che sblocca i canali a pagamento.
Quali sono i vantaggi della DTT?
Nella DTT la qualità di visione è superiore, sia per quanto riguarda il dettaglio d'immagine che per la purezza dell'audio. Il segnale digitale è meno soggetto a disturbi e possiede migliori metodi di protezione dei contenuti. Inoltre, la possibilità di comprimere in modo variabile i contenuti digitali audio e video, con perdita di qualità poco apprezzabile, permette l'invio di un maggior numero di canali. In aggiunta, la versatilità del digitale consente notevoli sviluppi tecnici come la trasmissione di autio multicanale, anche in più lingue, la televisione per cellulari e dispositivi mobili, i canali in alta definizione e una notevole interattività.
Perchè si dice che la DTT è interattiva?
L'interattività del DTT consiste essenzialmente nella possibilità di ricevere contenuti aggiuntivi abbinati alle normali programmazioni televisive. Lo spettatore quindi guadagna un certo margine di intervento su ciò che vede. Tramite il telecomando del decoder si può accedere all'EPG, ovvero la Guida Elettronica ai Programmi che mostra il palinsesto in programmazione, si possono abilitare i sottotitoli per non utente o per seguire doppiaggi in lingua straniera, oppure visionare i menu di ciascun canale, che offrono immagini, testi e contributi inerenti alla programmazione.
La televisione digitale terrestre è gratuita?
Al pari di quanto accade per la televisione satellitare, la DTT offre canali sia gratuiti che a pagamento. Sono gratuiti quelli che migrano dal vecchio sistema analogico, come le reti RAI, Mediaset, la 7 e altre nazionali locali. Esistono poi molti canali gratuiti di nuova introduzione che trasmettono programmi di vario genere (fiction, cartoni animati, news ecc...) Per ricevere i canali a pagamento si acquistano le smart card, ovvero tessere a credito ricaricabile che forniscono al decoder la chiave per decriptare il segnale dei canali acquistati.
La TV analogica scomparirà?
L'Italia, come membro dell'unione europeo, è vincolata alle normative che riguardano il settore della trasmissione televisiva. Pertanto il passaggio definitivo al DTT è solo una questione di tempo. Si stima che la completa conversione (in gergo "switch-off") avverrà nel nostro paese alla fine del 2012.


·  Per usufruire della Televisione Digitale Terrestre devo pagare un canone d'utilizzo?----
·  Utente deve essere in regola col pagamento del canone per aquistare un decoder ?----
·  Ho intenzione di pagare il canone con versamenti trimestrali o semestrali, posso accedere ai contributi da subito?----
·  Che cosa serve per ricevere il segnale Dtt?----
·  Devo cambiare la mia antenna?----
·  In cosa consiste il decoder e quale devo scegliere?----
·  Come mi devo comportare per comprare un Decoder o Set Top Box ?----
·  Devo chiamare un Installatore o posso fare da solo ?----
·  Che cosa controllare prima di acquistare un Set Top Box ?----
·  Quanto si paga per utilizzare i servizi interattivi?----
·  Si può utilizzare un solo decoder per più televisori ?----
·  E’ possibile usare un solo decoder per il segnale satellitare e terrestre ?----
·  Quale tipologia di collegamento e' meglio utilizzare per i servizi interattivi ?----
·  Non ricevo il segnale ed i canali promessi, cosa fare ?----
·  Certe volte il segnale sparisce ?----
·  Devo cambiare il puntamento della mia antenna?
·  Posso istallarmi da solo un STB?
·  E’ vero che con la DTT posso accedere a servizi di pubblica utilità?
·  Che cos’è un STB interattivo?
·  Con la DTT posso usare il mio attuale videoregistratore?
·  Il mio Set Top Box mi permette di vedere due programmi contemporaneamente?
·  La mia presa ADSL è lontana dal STB. Come posso collegarmi ad essa, senza stendere un cavo supplementare?
·  Posso usare il telefono mentre il Set Top Box sta eseguendo un “collegamento di interattività”?
·  Posso collegare il Set Top Box digitale terrestre alla parabola Satellitare ?
·  Come si usa l’interattività nella TV Digitale Terrestre?
·  Quanti televisori posso collegare ad un Set Top Box?
·  Come si fa a sapere se la propria zona è coperta dal servizio di
·  Devo sostituire il mio televisore?
·  Quali sono i vantaggi della DTT ?
·  Cos'è il Digitale terrestre?
·  Cos'è un set top box?
·  Cosa occorre per il digitale terrestre?
Risposta
·  Per usufruire della Televisione Digitale Terrestre devo pagare un canone d'utilizzo?
La Televisione Digitale Terrestre in Italia e gratuita per scelta e per esperienza (In Inghilterra inizialmente era nata a pagamento come il Satellitare ma poi il progetto non per vari motivi non riuscì.), gli introiti si faranno attraverso i servizi interattivi offerti con ricaduta pubblicitaria. In ogni modo bisogna essere in regola con il canone Rai per l'acquisto di un Set Top Box o Decoder.
·  Utente deve essere in regola col pagamento del canone per aquistare un decoder?
Si, e deve presentare tali documenti: Copia di un documento di identita’. Copia del codice fiscale. Verra' inserito dal rivenditore per verificare telematicamente se si e' in regola col canone. Numero di abbonamento o ricevuta di pagamento. Autocertificazione di non aver in precedenza fruito del contributo (il modello e’ scaricabile dal sito http://decoder.comunicazioni.it) e di essere in regola per l’anno 2004 ove cio’ non risulti dalla banca dati degli abbonamenti. Se si e’ nuovi abbonati, e’ sempre consigliabile produrre la ricevuta di pagamento
·  Ho intenzione di pagare il canone con versamenti trimestrali o semestrali, posso accedere ai contributi da subito?
Si, a condizione di essere in regola nel momento in cui acquisto o noleggio il decoder: ad esempio ho diritto al contributo se, acquistando il decoder a marzo ho pagato il primo trimestre 2004 oppure se, acquistandolo a giugno, ho pagato il primo semestre 2004. Resta fermo che il contributo mi verra’ revocato se successivamente non procedero’ ad effettuare i pagamenti per il semestre o per i trimestri successivi sino al 31/12/2004.
·  Che cosa serve per ricevere il segnale Dtt?
Serve unicamente un decoder (Set Top Box) per il Digitale Terrestre possibilmente dotato di un sistema per l'interattivita'.
·  Devo cambiare la mia antenna?
Non e' necessario cambiare la propria antenna o quella condominiale, questo perché gli impianti di radioricezione per la televisione digitale terrestre sono identici a quelli usati per la ricezione analogica, solamente in qualche raro caso bisognerà aggiornare l'orientamento oppure inserire il dispositivo per qualche banda passante. Le attuali antenne hanno bande III, IV e V uguali a quelle adottate dal Dtt
·  In cosa consiste il decoder e quale devo scegliere?
Il decoder o Set Top Box e' una scatola al cui interno c'e' un dispositivo per decriptare il segnale proveniente in modalità compressa e nello standard Mpeg2, in modo da permettere la visualizzazione delle belle immagini in Dtt, inoltre in quelli multimediali esiste un dispositivo per ricevere un nuovo tipo di teletext o televideo che e' la vera novità del Dtt, in altre parole lo standard Mhp. Questo dispositivo e’ il modem che si trova all’ interno del decoder e per permettere tramite collegamento telefonico di far interagire l'utente con il sistema. Il decoder e’ dotato anche di una presa Scart e un cavo per il collegamento alla presa del telefono e di un telecomando con 4 tasti colorati adottati come standard in tutti i decoder. Il decoder da scegliere e’ quello multimediale per utilizzare già da subito i servizi multimediali.
·  Come mi devo comportare per comprare un Decoder o Set Top Box?
1) Recarsi in qualsiasi negozio d’apparecchiature elettroniche di consumo anche ondine. 2) Ricordarsi che esistono degli incentivi per l’acquisto del decoder che hanno uno stanziamento limitato, in pratica una volta terminati i soldi termina il finanziamento. 3) Ricordarsi che per usufruire dello sconto bisogna essere in regola col canone Rai. 4) L’Incentivo e’ fornito direttamente dal negoziante che applicherà immediatamente uno sconto di 150 euro sul prezzo di vendita
·  Devo chiamare un Installatore o posso fare da solo?
La difficoltà d’installazione non è superiore a quella concernente un normale televisore o un videoregistratore, al limite chiamate un amico che ne sappia più di voi.
·  Che cosa controllare prima di acquistare un Set Top Box?
Naturalmente prima di andare in negozio e acquistare un Decoder per il Dtt verificare sui siti appositi , anche sul mio che la zona dove si intende installare il Decoder sia coperta dal segnale dei principali canali televisivi, per non correre il rischio di ritrovarsi un decoder inutilizzabile.
·  Quanto si paga per utilizzare i servizi interattivi?
Il costo dipende dal proprio gestore telefonico e dalla tipologia di collegamento usato, modem tradizionale (V.90) o ISDN oppure mediante modem a larga banda (ADSL). Tenete conto che inizialmente tutti i servizi saranno offerti gratuitamente ma siccome questo sarà il settore più redditizio probabilmente si dovrà pagare qualcosa per utilizzare alcuni servizi.
·  Si può utilizzare un solo decoder per più televisori?
Naturalmente no, a meno di utilizzare come già si fa per il satellitare gli apparati di trasferimento di segnale ad infrarossi o radio, ma sempre con la limitazione di dover vedere lo stesso canale.
·  E’ possibile usare un solo decoder per il segnale satellitare e terrestre?
Esiste in commercio un decoder per la decriptazione del segnale Satellitare e terrestre ma il costo e' ancora elevato, inoltre si trovano Tv con sistemi incorporati per la ricezione del segnale digitale terrestre senza l'uso del decoder.
·  Quale tipologia di collegamento e' meglio utilizzare per i servizi interattivi?
Senza dubbio, e meglio utilizzare un collegamento telefonico Isdn o meglio Adsl per una maggiore velocità e per avere il telefono libero quando si accede al servizio interattivo, altrimenti con la linea normale, il telefono sarà occupato.
·  Non ricevo il segnale ed i canali promessi, cosa fare?
Verificare la copertura attraverso il mio sito, chiamare il numero verde delle principali emittenti ed eventualmente verificare l’orientamento dell'antenna.
·  Certe volte il segnale sparisce?
Dovete considerare che siamo ancora in una fase di sperimentazione e qualche volta può succedere, inoltre il segnale digitale e' formato da numeri che devono tutti essere ricevuti altrimenti non si può ricostruire l'immagine, vale a dire il segnale e del tipo (sì o no), mentre nell'analogico si poteva ricevere anche una portante radio disturbata.
·  Devo cambiare il puntamento della mia antenna?
No, in generale è stato previsto che le nuove reti digitali si avvalgano degli stessi siti di trasmissione della TV analogica. Quindi, non è necessario cambiare il puntamento della propria antenna terrestre. Tuttavia, in alcune zone del territorio, i segnali digitali potrebbero provenire da siti diversi da quelli che irradiano i segnali analogici. In tal caso, potrebbe essere richiesto il montaggio di un’antenna supplementare da puntare verso i siti che trasmettono in digitale.
·  Posso istallarmi da solo un STB?
La difficoltà di installazione non è superiore a quella relativa a un normale televisore o un videoregistratore. Prima di comprare il STB, tuttavia, è necessario accertarsi che la propria zona di residenza sia coperta dal servizio di televisione digitale terrestre.
·  E’ vero che con la DTT posso accedere a servizi di pubblica utilità?
Si, per capire come funzionano tali servizi di pubblica utilità si può pensare all’attuale televideo, che è possibile richiamare mentre si sta vedendo un normale programma televisivo. Tuttavia, con la tecnica digitale i servizi saranno interattivi e molteplici con filmati e video.
·  Che cos’è un STB interattivo?
E’ un Set Top Box dotato di un’uscita verso la rete telefonica, mediante: modem tradizionale (V.90) o ISDN oppure mediante modem a larga banda (ADSL). Alcuni Set Top Box avranno un alloggiamento per la sistemazione di una carta SIM identica a quella dei cellulari GSM/GPRS.
·  Con la DTT posso usare il mio attuale videoregistratore?
Se il decoder è dotato di una seconda presa SCART. Proprio per questo motivo, è raccomandato che il STB abbia almeno due prese SCART. Il videoregistratore verrà allora collegato, non al televisore ma a questa seconda presa. Ci sono altre modalità di collegamento che l’installatore sarà in grado di suggerire o effettuare.
·  Il mio Set Top Box mi permette di vedere due programmi contemporaneamente?
No. I Set Top Box attualmente in commercio permettono di vedere un solo canale per volta
·  La mia presa ADSL è lontana dal STB. Come posso collegarmi ad essa, senza stendere un cavo supplementare?
Utilizzate i colegamenti Wi Fi o Wireless
·  Posso usare il telefono mentre il Set Top Box sta eseguendo un “collegamento di interattività”?
Se si usa una linea telefonica no il nostro numero e la linea risulterà occupata, a meno di non avere un servizio ADSL.
·  Posso collegare il Set Top Box digitale terrestre alla parabola Satellitare ?
No sono due segnali diversi, preso comunque verranno mesi a disposizioni decoder con ricezione dei due segnali contemporaneamente.
·  Come si usa l’interattività nella TV Digitale Terrestre?
Le funzioni di interattività della TV Digitale Terrestre comportano un dialogo fra il Set Top Box ed un Centro che eroga i Servizi, mediante collegamento telefonico e modem denominato canale di ritorno.
·  Quanti televisori posso collegare ad un Set Top Box?
Il Set Top Box dispone di un solo collegamento all’apparecchio TV.
·  Come si fa a sapere se la propria zona è coperta dal servizio dtt
Attraverso il mio sito Web nella Home Page ci sono i link diretti che portano ai siti delle televisioni proincipali che trasmettono in DTT. Chiedendo presso i negozi di elettronica della zona, o a qualche vicino di casa che gia' usufruisce dei contenuti in DTT.
·  Devo sostituire il mio televisore?
No, non è necessario cambiare il proprio televisore e' sufficiente una semplice apparecchiatura di adattamento, detta set top box.
·  Quali sono i vantaggi della DTT ?
Vedi nel menu del mio sito la spiegazione della Televisione Digitale Terrestre. Cmq: 1) un maggior numero di programmi disponibili ; 2) una migliore qualità immagine/audio: la trasmissione digitale rispetto a quella analogica; 3) la possibilità di partecipazione attiva e immediata ai programmi televisivi (espressione di preferenze, selezione di prodotti, ecc.) con semplici azioni sul telecomando con la possibilità di usare il mezzo televisivo per l’utilizzo di servizi di informazione (interattività). 4) un minore inquinamento elettromagnetico: la DTT richiede potenze di trasmissione inferiori rispetto a quella analogica.
Cos'è il Digitale terrestre?
Il Digitale Terrestre (DVB-T) è un innovativo sistema di diffusione del segnale televisivo in formato digitale: permette di ricevere i programmi digitali attraverso la normale antenna televisiva (dunque: non servono parabole o antenne speciali). La fruizione è semplice e gratuita. Per poter utilizzare questa nuova tecnologia basta avere un "set top box" interattivo collegato alla presa d'antenna, al televisore con il cavo SCART (lo stesso tipo di collegamento del videoregistratore) e, per usufruire appieno dei servizi interattivi, anche alla presa telefonica. Ovviamente, occorre anzitutto sapere se il nuovo segnale digitale è già disponibile nella propria area di residenza, informazione presente alla pagina "copertura sul territorio italiano".
Cos'è un set top box
Il set top box è un piccolo apparato (delle dimensioni di un videoregistratore) che consente di ricevere il segnale digitale e di utilizzare le nuove applicazioni associate ai programmi e ai canali televisivi. E' dotato di un telecomando molto semplice, simile a quello che già conosciamo, con l'aggiunta di quattro nuovi tasti colorati che permettono di accedere ai nuovi servizi interattivi.
Cosa occorre per il digitale terrestre
Anzitutto, bisogna verificare se la propria zona di residenza è coperta dal nuovo segnale televisivo digitale. Consultando la pagina "ricerca per comune" puoi inserire il nome della tua località e scoprire subito se il luogo in cui ti trovi è servito dal nuovo segnale televisivo digitale. Poi, è necessario dotarsi di un set top box interattivo, che si può trovare nei negozi di apparecchi televisivi e di elettronica. E' necessario assicurarsi che il modello porti la dicitura "MHP". Solo così infatti potrete godere di tutti i vantaggi della tv interattiva. L'installazione è semplice, a tal proposito si veda la pagina "consigli per l'utente". La pagina "commenti per l'installazione", è espressamente dedicata agli antennisti installatori.

DVB-T: Come si installa un decoder per il Dtt
Per ricevere il segnale Dtt non servono parabole o antenne speciali l'immagine sullo schermo arriva pulita ad alta definizione non e' necessario installare nuove antenne o ricablare il condominio, ma si riceveranno i programmi con lo stesso impianto televisivo in uso; al limite bisognera far verificare il puntamento dell'antenna, anche se questa eventualita' dovrebbe essere rara.
Grazie alla trasmissione digitale non avremo più immagini con distorsioni dovute alle riflessioni o interferenze. La fruizione è semplice e gratuita. Per poter utilizzare questa nuova tecnologia basta avere un "set top box" preferibilmente interattivo collegato alla presa d'antenna, al televisore con il cavo Scart (lo stesso tipo di collegamento del videoregistratore) e, per usufruire appieno dei servizi interattivi, anche alla presa telefonica. Ovviamente, occorre anzitutto sapere se il nuovo segnale digitale è già disponibile nella propria area di residenza, informazione presente alla pagina "copertura sul territorio italiano". Inoltre, bisogna comprare un decoder per ogni postazione televisiva, se vorrai vedere la televisione su tutti gli apparecchi tv che hai in casa.  Ultimissima informazione il collegamento alla presa telefonica serve per poter interagire con i servizi multimediali dei vari canali televisivi, infatti noi riceviamo il segnale Dtt ma per poter richiedere servizi dobbiamo comunicare mediante collegamento telefonico, in parole povere con un modem, pagando secondo il tipo di gestore telefonico che utilizziamo (Telecom, Wind, ecc) e pagando secondo il tipo di connessione (Isdn, adsl, Wi Fi, Ecc).

a) Collegare il cavo proveniente dall’antenna al ricevitore.
b) Collegare il ricevitore al televisore mediante il cavo SCART in dotazione (ingresso “TV”).
c) Se si vuole utilizzare un videoregistratore, collegare un cavo SCART al videoregistratore da un lato e al ricevitore nell’ingresso “VCR” dall’altro.
d) Collegare il modem (ingresso “LINE”) alla presa telefonica mediante apposito cavo con spine tipo “RJ11” .
e) Collegare il cavo di alimentazione in dotazione al ricevitore da una parte e a una presa elettrica dall’altra
f) Se si vuole utilizzare un impianto HI-FI collegare i cavi audio all’impianto da un lato e al ricevitore dall’altro.
Ricordo che i decoder principali sono di due tipologie
1) Solamente ricevente di segnale Dtt
2) Ricevente di segnale ed Interattivo-trasmittente (Il migliore)


Links
http://www.televisionedigitaleterrestre.it/public/index.php
http://www.digitaleterrestre.it/
http://www.tvdigitaleterrestre.it/