DivX e DVD: la pratica in cinque semplici fasi
Ecco i cinque passaggi per portare un film registrato in formato Divx su un DVD-video
Fase1: Aprire il film DivX

L'interfaccia di Vision Express visibile nella Figura 1 è di tipo guidato, ogni fase viene commentata da un box di aiuto che descrive le funzioni della pagina in cui ci si trova.
Nella parte in basso premendo il tasto Più << appaiono delle funzioni aggiuntive che permettono all'utente un po' più esperto di configurare manualmente i parametri del programma.
Dal menu Crea DVD… selezioneremo la voce DVD-Video, si apre la finestra visibile in Figura 2 ove andremo a fare click sulla voce Aggiungi File Video…. Viene visualizzata una finestra di gestione file nella quale andremo ad inserire il file del film DivX.
È consigliabile scaricare preventivamente il file su una cartella del disco rigido C appositamente creata (es. C:\DIVX) anziché prelevarlo direttamente dal CD-R ove si trova. Se il film DIVX è spezzato su due CD-R occorre scaricare entrambi i file nella cartella del disco rigido e poi, selezionate entrambe le miniature (vedi Figura 2)
tenendo premuto il tasto CTRL, si deve fare clic sul pulsante Unisci Titoli presente sul lato sinistro.
Fase 2: Configurare il programma

Sempre dalla Figura 2 possiamo osservare una barra orizzontale con una linea blu che rappresenta l'occupazione di spazio del filmato DivX-MPEG4 sul supporto DVD-R una volta che sarà stato convertito in formato DVD-MPEG2. La riga rossa tratteggiata verticale indica invece il limite di capacità del DVD-R che è pari a 4.482 MB (4.38 GB).
Il nostro scopo sarà quello di utilizzare tutta la capacità disponibile sul DVD-R al fine di minimizzare il livello di compressione. Facendo un clic sulla icona Opzioni Video in basso si aprirà la finestra di Figura 3 della quale andremo a descrivere le opzioni.
Nel riquadro Proporzioni (fig.3)

si può lasciare il formato di aspetto a 4/3 poiché nella maggior parte dei casi nei film DivX vi sono già due barre nere sopra e sotto i singoli fotogrammi.
In caso invece l'immagine sia allungata in verticale si può optare per il formato 16/9 o usare l'opzione Automatico.
Nel riquadro Qualità della conversione troviamo la voce Impostazioni della qualità, definendo qui l'impostazione Automatica Vision Express cercherà di ottimizzare automaticamente il filmato DivX su DVD e la consigliamo ai lettori meno esperti. Se però si vogliono ottenere i migliori risultati conviene fornire manualmente i valori selezionando l'opzione Personalizza. Cosi facendo potremo impostare manualmente sia la risoluzione DVD, che deve essere tassativamente 720x576 (CCIR-601), sia il bitrate.
Per quanto riguarda quest'ultimo andremo ad aumentarne il valore gradualmente facendo salire la barra blu della Figura 2 sino a che essa non sfiori il limite di capacità del DVD-R. La successiva opzione Modo codifica indica il modo in cui deve essere effettuata la ridecodifica del filmato da MPEG4 ad MPEG2, scegliendo la voce Alta qualità (VBR passata-2) il programma effettua la codifica in due passate.
Questa impostazione è detta VBR (Variable Bit Rate) ed agisce in due passate: la prima serve a stabilire in quali parti del film applicare una maggiore compressione (es. nelle scene statiche) ed in quali impostare una compressione minore (es. nelle scene movimentate) in modo da ottimizzare la qualità del film.
Questa impostazione però allunga notevolmente i tempi di codifica e serve solo in film particolarmente lunghi (110 minuti o più) o ricchi di scene in cui la telecamera è spesso in movimento. Se non è cosi si può selezionare l'opzione Qualità normale (CBR passata-1) che comprime tutto il film con un bitrate costante.
I tempi nel caso di codifica VBR, usando un PC di media potenza (2.4 Ghz) possono arrivare alle tre ore mentre per la CBR ne occorrono meno di due, in ogni caso si può interrompere la codifica dopo pochi minuti e visualizzare il file video prodotto per saggiarne la qualità. Per la codifica audio raccomandiamo infine il formato Stereo.
Fase 3: Suddividere il film in capitoli
Premettiamo che questa fase è opzionale e potrebbe essere saltata ma un problema dei film DivX quando vengono visti in TV, anche con un lettore speciale DVD-DivX, è che non si riesce a mandare avanti o indietro il filmato come invece è possibile con i DVD, e quindi si è costretti a vedere il film sempre dall'inizio.
I film su DVD sono invece suddivisi in capitoli ossia separati in spezzoni di due-tre minuti a cui è possibile accedere con i tasti di movimento [<<] [>>] del telecomando del lettore DVD da salotto.
Visto che dobbiamo creare un vero DVD-video sarebbe quindi molto utile creare anche la suddivisione in capitoli. Per farlo basta fare clic sull'ultima voce Crea Capitoli… del menu visibile in Figura 2.

Appare quindi la finestra di Figura 4 dalla quale è possibile creare la suddivisione usando il pulsante Autorileva Capitoli che tenta di rilevare i cambi di scena ed inserire le interruzioni.

È anche possibile inserire manualmente gli avanzamenti, ad esempio uno ogni tre minuti.
Fase 4: Creare i menu interattivi

Un altro problema dei film DivX è che non hanno un menu introduttivo come i DVD e quindi il film parte non appena inserito il disco nel lettore.
Vision Express consente invece la creazione di un menu interattivo da selezionare col telecomando del lettore DVD per rendere di sicuro effetto la presentazione del film e stupire gli amici.
È possibile scegliere una immagine di sfondo e creare dei menu personalizzati. Sarebbe anche possibile inserire un video come presentazione e rendere così il nostro DVD spettacolare ma questa opzione porta via alcune centinaia di MB di spazio disponibile sul supporto.
La Figura 5
 
ci illustra un esempio di menu DVD personalizzato; nel menu a destra è possibile cambiare il tipo di disposizione, di sfondo e scegliere caratteri e pulsanti personalizzati.
Nei primi tentativi consigliamo di creare un menù molto semplice. Facendo un clic col pulsante Avanti ci portiamo nello schermo di Figura 6

nel quale possiamo provare una anteprima del DVD Video creato con un vero e proprio simulatore di telecomando.
Se tutto è stato impostato al meglio possiamo cliccare sul pulsante Avanti.
 Fase 5: Ridecodifica e masterizzazione del film su DVD-R
Dopo aver realizzato un DVD-video possiamo dunque procedere alla ridecodifica ed alla successiva masterizzazione come si evidenzia in Figura 7,

questa può avvenire inviando direttamente il film al masterizzatore con l'opzione Masterizza su > o possiamo depositare le cartelle AUDIO_TS e VIDEO_TS del DVD-video in una cartella del disco rigido e poi masterizzarle successivamente con Nero.
La seconda opzione è ovviamente più complessa e dedicata ad utenti esperti. è consigliabile per i primi tentativi usare un supporto riscrivibile DVD+RW (o -RW) in modo da vagliare la qualità finale e poi effettuare la copia su DVD+/-R. Per rivedere su PC il DVD-video così creato si può usare Windows Media Player, Elecard MPEG2 Player o installare un prodotto come WinDVD o PowerDVD.
La procedura che abbiamo spiegato può ovviamente essere utilizzata anche per la realizzazione di DVD video partendo da filmati di una videocamera digitale o analogica o da altre sorgenti video

Alternativa: VSO ConvertXtoDVD (http://www.vso-software.fr/products/convert_x_to_dvd/convert_x_to_dvd.php?lang=it )