Installare Windows XP su un MacInstallare Windows XP su un Mac
Altro manuale:
BootCamp guida ufficiale

Grazie a Boot Camp è possibile usare il sistema operativo Microsoft su una macchina Apple con processore Intel. Ecco la procedura

 

 

 

Nel mese di aprile, Apple ha rilasciato sul proprio sito Internet la versione beta di Boot Camp, un'utility che permette di installare Windows XP Service Pack 2, sulle macchine Macintosh sviluppate su processori Intel.
Nonostante questa utility sia distribuita solamente in versione beta, e pertanto Apple declini ogni responsabilità riguardante il funzionamento e l'insorgere di eventuali problemi dal punto di vista hardware, Boot Camp non rappresenta un software destinato a morire: Apple infatti continua a lavorare dietro questa utility, che rappresenterà una delle novità più importanti all'interno di Leopard, la futura versione del sistema operativo Mac OS X Tiger.
Dal punto di vista puramente tecnico, la compatibilità dei sistemi Macintosh con il sistema operativo Microsoft è stata introdotta grazie alla presenza di CPU Intel all'interno dei nuovi modelli sviluppati dalla casa di Cupertino (ricordiamo che a partire dal 2006 Apple ha sviluppato tutti i nuovi iMac, Mac mini e MacBook Pro, su processori Core Solo o Core Duo).
Tutte le nuove piattaforme quindi, dal punto di vista hardware non differiscono da un normale PC, per questo motivo il rilascio di Boot Camp era atteso da qualche tempo; l'utilizzo del software si è dimostrato semplice e non ha comportato, in tutte le fasi della procedura, complicazioni di alcun tipo.
Ecco i 4 passi fondamentali
1 - Aggiornamento sistema operativo e firmware

Prima di poter installare l'utility Boot Camp, è necessario controllare la presenza di tre elementi: un disco contenente il sistema operativo Windows XP Service Pack 2, un CD vergine (per memorizzare i driver) e una macchina Macintosh con processore Intel Core Duo o Solo. Per assicurare un corretto funzionamento sia di Boot Camp sia del nuovo sistema operativo che andremo ad installare è necessario per prima cosa aggiornare Mac OS X almeno alla versione 10.4.6 (questa è una procedura che il sistema effettua automaticamente) e successivamente aggiornare il firmware della macchina. Questa operazione prevede che l'utente, dopo aver spento la macchina, prema il tasto di accensione fino a quando la spia non comincia a lampeggiare; a questo punto, sul monitor apparirà una barra di progressione che indicherà il livello di aggiornamento del firmware.
2 - Installazione e utilizzo di Boot Camp

A questo indirizzo (http://www.apple.com/it/macosx/bootcamp/) è possibile scaricare il vero e proprio software che si occuperà dell'installazione di Windows XP. Boot Camp pesa 83 MB, e una volta su hard disk è sufficiente scompattarlo e far partire l'installazione. Il programma andrà a collocarsi direttamente nella sezione utility contenuta nella cartella applicazioni; al primo avvio Boot Camp prevede la creazione del driver CD che sarà poi fondamentale per il corretto funzionamento del sistema. La seconda fase invece prevede l'impostazione e la creazione della nuova partizione su cui sarà collocato il nuovo sistema operativo; questa operazione è stata resa estremamente semplice: per impostare la dimensione è sufficiente allargare o restringere la barra orizzontale. La fase finale di Boot Camp andrà ad installare Windows XP Service Pack 2 sulla nuova partizione creata.
3 - Creazione Driver CD e installazione di Windows XP SP2

La procedura di installazione è identica in tutto e per tutto a quanto visto su ogni normale PC: dopo aver selezionato la partizione su cui il sistema operativo andrà a collocarsi ed averla formattata, gli interventi dell'utente saranno limitati e riguarderanno solo delle impostazioni secondarie. Finita la procedura di installazione, che non porta via più di mezz'ora, tornerà utile il CD dei driver creato nella prima fase di avvio di Boot Camp: è sufficiente inserire il CD e una procedura automatica installerà con successo tutti i driver necessari al corretto funzionamento del nostro PC. Nel nostro caso, Windows ha riconosciuto con successo tutte le periferiche, dalla porta ethernet alla connessione Bluetooth.
4 - Mac mini funzionante con Windows XP Service Pack 2

Ad ogni avvio del nostro sistema Macintosh ora verrà avviato di default il sistema operativo di casa Microsoft, ma è possibile tornare a Mac OS X in due semplici maniere: la prima consiste nel premere il tasto alt all'avvio del sistema; una schermata raffigurante due hard disk ci indicherà quale sistema operativo si desidera avviare. La seconda invece prevede l'accesso alla utility Boot Camp dal pannello di controllo di Windows; da qui non è solo possibile decidere di riavviare il sistema con Mac OS X, ma anche di reimpostare quest'ultimo come sistema operativo “di default”. Durante tutta la fase di testing Windows XP su Mac mini si è dimostrato stabile, senza mai palesare problemi di funzionamento: in molti casi (vedi installazione dei driver), la soluzione fornita da Apple per integrare il sistema operativo di Microsoft si è dimostrata intuitiva e semplice adatta ad ogni tipo di utente.


Boot Camp 2.0, Mac OS X 10.5: domande frequenti (FAQ)
Sono disponibili di seguito le risposte alle domande frequenti su Boot Camp. Puoi trovare ulteriori informazioni su alcuni degli argomenti discussi nelle domande frequenti all'indirizzo www.apple.com/support/bootcamp.
Domande frequenti (FAQ): installazione e partizionamento
* Che cos'è Boot Camp?
Boot Camp è un software incluso in Mac OS X 10.5 Leopard che ti consente di eseguire versioni compatibili di Microsoft Windows su un Mac basato su Intel.
* Ho installato Boot Camp Beta. Come faccio a effettuare l'aggiornamento a Boot Camp utilizzando Mac OS X Leopard?
Dopo aver aggiornato il Mac basato su Intel a Mac OS X 10.5 Leopard, avvia il computer in Windows e inserisci il DVD di Mac OS X 10.5 Leopard, quindi segui le istruzioni visualizzate per aggiornare i driver di Windows a Boot Camp 2.0.
* Perché non è possibile utilizzare per l'installazione una versione aggiornata di Microsoft Windows XP o una versione completa di Microsoft Windows XP che non include Service Pack 2 (SP2) o successivo?
Se si utilizza un prodotto di aggiornamento, Windows richiede di convalidare la copia di Windows inserendo un CD di Windows originale, ma non è possibile estrarre il primo disco finché non è stata completata l'installazione di Windows e i driver di Boot Camp presenti sul DVD di Mac OS X 10.5 Leopard non sono stati installati. Importante: Boot Camp è stato progettato per supportare solo Microsoft Windows XP Home Edition e Professional con SP2 o successivo. I driver specifici di Macintosh richiesti forniti da Apple sono destinati esclusivamente a queste release.
* Durante l'installazione, il programma di installazione di Microsoft Windows mi chiede di formattare la partizione Windows utilizzando NTFS o FAT. Quale sistema devo utilizzare?
Se la dimensione della partizione non supera i 32 GB, puoi utilizzare FAT o NTFS. Se la dimensione della partizione supera i 32 GB, puoi formattarla solo tramite NTFS. Mac OS X può effettuare operazioni di lettura e scrittura sui volumi FAT, ma può effettuare solo operazioni di lettura sui volumi NTFS. Consulta la documentazione di Microsoft Windows se hai dubbi sul sistema che meglio si adatta alle tue esigenze.
* Ho utilizzato il disco di Windows sbagliato durante l'installazione e ora il disco è bloccato nell'unità. Come faccio a estrarlo?
Riavvia il computer e tieni premuto il pulsante del mouse o del trackpad. Il disco verrà espulso.
* Durante l'installazione di Microsoft Windows ho notato che il mio disco rigido presenta diverse partizioni. Su quale devo installare Microsoft Windows?
Utilizza la partizione denominata BOOTCAMP. Attenzione: non creare né eliminare alcuna partizione e non selezionare alcuna partizione diversa da BOOTCAMP. Queste operazioni potrebbero causare l'eliminazione del contenuto del volume di avvio di Mac OS X. Dopo l'installazione di Windows, la partizione verrà rinominata con "Windows".
* Non posso eseguire "setup.exe" sul DVD di Mac OS X 10.5 perché viene visualizzato un avviso simile al seguente: "Non è stata specificata alcuna applicazione predefinita per aprire il documento setup.exe".
Puoi eseguire questo programma solo mentre utilizzi Microsoft Windows. Per installare i driver, inserisci il DVD di Mac OS X 10.5 Leopard immediatamente dopo aver installato Microsoft Windows. Il programma di installazione dovrebbe avviarsi automaticamente. È necessario installare questi driver una sola volta.
* Se l'esecuzione automatica è disattivata, fai doppio clic sul file "setup.exe". Se stai effettuando un aggiornamento e in precedenza avevi installato MediaFour MacDrive per Windows, Windows potrebbe non riconoscere il disco di Leopard. Visita il sito MediaFour per istruzioni.
Il volume di Microsoft Windows appare sul desktop quando effettuo l'avvio in Mac OS X, ma non posso rinominarlo né copiarvi alcun file.
Se il volume di Windows è stato formattato tramite NTFS, Mac OS X può leggerlo, ma non può copiarvi alcun file né rinominarlo.
* Quale applicazione devo utilizzare per creare la partizione Windows?
Utilizza Boot Camp Assistant (in Mac OS X) per creare una partizione per Microsoft Windows senza cancellare le informazioni relative a Mac OS X. Boot Camp Assistant funziona solo con un Mac basato su Intel che presenta un'unica partizione del disco rigido. Boot Camp Assistant crea una seconda partizione sul disco di avvio esistente per il sistema operativo Microsoft Windows oppure, se hai installato più dischi rigidi interni, ti consente di installare Microsoft Windows su un'altra unità. Puoi scegliere la dimensione della partizione Windows quando esegui Boot Camp Assistant, tuttavia tale dimensione deve essere pari ad almeno 5 GB e deve lasciare almeno 5 GB di spazio libero su disco per la partizione Mac OS X.
Ad esempio, se possiedi un disco rigido da 80 GB con 50 GB di spazio in uso (30 GB liberi), la partizione Microsoft Windows può presentare una dimensione compresa tra 5 GB e 25 GB (30 meno 5).
Nota: Boot Camp Assistant non cancella la partizione esistente o l'installazione di Mac OS X esistente quando crea una nuova partizione per Microsoft Windows.
Importante: non utilizzare utility disco di terzi per creare partizioni dell'unità prima di utilizzare Boot Camp Assistant. Tali utility potrebbero cancellare il disco.
* Possiedo più dischi rigidi. Posso installare Microsoft Windows su qualsiasi unità?
Puoi installare una sola partizione Windows su qualsiasi volume del computer. L'Impostazione Assistita ti consente di creare partizioni delle unità o di installare Microsoft Windows su unità intera se questa non contiene Mac OS X. Nota: non è possibile installare Microsoft Windows su un disco rigido esterno.

Domande frequenti (FAQ): avvio
* Come faccio a scegliere il sistema operativo con cui avviare il mio Mac?
Dopo aver eseguito Boot Camp Assistant e aver installato Microsoft Windows e i driver Boot Camp, tieni premuto il tasto Option (Alt) quando effettui l'avvio per alternare Microsoft Windows e Mac OS X. Utilizza il pannello di controllo Disco di avvio in Windows o le preferenze Disco di avvio di Mac OS X per impostare il sistema operativo predefinito da utilizzare ogni volta che il computer verrà avviato.
* All'avvio, il computer visualizza una schermata nera con un messaggio in bianco simile al seguente: "Nessun disco di avvio connesso". Che cosa posso fare?
Ciò si verifica se la partizione Windows non è avviabile, solitamente a causa di un problema di formattazione. L'Impostazione Assistita Boot Camp crea la partizione Boot Camp, ma il programma di installazione di Windows la deve formattare. Effettua nuovamente l'avvio in Mac OS X ed esegui nuovamente l'Impostazione Assistita Boot Camp. Rimuovi la partizione e ricreala. Quindi installa nuovamente Windows, consentendogli questa volta di formattare la partizione. Per ulteriori informazioni sull'installazione di Boot Camp, consulta la guida di installazione e configurazione di Boot Camp in formato PDF (collegamento alla pagina del supporto prodotti).
* Nel pannello di controllo Disco di avvio di Microsoft Windows, i dischi di avvio FireWire e USB esterni non vengono riconosciuti.
I dischi FireWire e USB esterni non verranno riconosciuti dal pannello di controllo Disco di avvio in Microsoft Windows. Se desideri effettuare l'avvio da un disco esterno avviabile, tieni premuto il tasto Option (Alt) all'avvio del computer, quindi seleziona il disco esterno.

Domande frequenti (FAQ): driver, funzioni Macintosh in Microsoft Windows, altro
* Quali driver sono inclusi sul DVD di Mac OS X 10.5 (Leopard)?
Il DVD di Mac OS X 10.5 (Leopard) contiene i seguenti driver Macintosh per Windows:
Apple Bluetooth
Apple Keyboard Support
Apple Remote Driver
Apple Trackpad
Atheros 802.11 Wireless
ATI Graphics
Boot Camp Control Panel for Microsoft Windows
Boot Camp System Task Notification Item (System Tray)
Broadcom Wireless
Intel Chipset Software
Intel Integrated Graphics
iSight Camera
Marvel Yukon Ethernet
nVidia Graphics
Realtek Audio
SigmaTel Audio
Startup Disk Control Panel for Microsoft Windows
* Ho acquistato musica e video presso l'iTunes Store. Devo autorizzare il computer in Mac OS X e in Microsoft Windows?
Sì, devi autorizzare un computer per Mac OS X e un computer per Microsoft Windows se desideri riprodurre musica o video con entrambi i sistemi operativi, anche se questi sono installati sullo stesso computer.
* Perché i CD e i DVD non vengono espulsi tramite il tasto di espulsione della tastiera Apple quando è in esecuzione Microsoft Windows?
Il software per il tasto di espulsione della tastiera Apple potrebbe non essere installato. Assicurati di aver installato i driver Macintosh dal DVD di Mac OS X 10.5 (Leopard) come descritto in precedenza e nella guida di installazione e configurazione di Boot Camp in formato PDF.
* Perché sembra che siano disponibili più risoluzioni dello schermo in Microsoft Windows che non in Mac OS X?
Mac OS X visualizza solo le risoluzioni consigliate.
* Nel pannello di controllo Disco di avvio di Microsoft Windows XP, le icone dei dischi rimovibili, ad esempio CD o DVD, restano visualizzate anche dopo che i dischi sono stati espulsi.
In Microsoft Windows XP, le icone dei dischi rimovibili restano visualizzate nel pannello di controllo Disco di avvio (installato da Boot Camp) anche dopo che i dischi sono stati espulsi.
* Il tastierino numerico della mia tastiera non funziona in Windows.
Premi il tasto Bloc Num per attivare il tastierino numerico in Windows. Se la tastiera non dispone del tasto Bloc Num, prova a utilizzare il tasto Canc.
* Se la tastiera non dispone del tasto Ins, come faccio ad attivare e disattivare la funzione di inserimento?
Se la tastiera non dispone del tasto Ins, utilizza il tasto Guida.
* Dove posso ricevere supporto per Boot Camp 2.0 o i driver Macintosh?
Apple fornisce l'assistenza telefonica per Boot Camp 2.0 solo per i 90 giorni successivi all'acquisto di un prodotto Apple idoneo. Puoi estendere questo periodo acquistando un AppleCare Protection Plan. Boot Camp 2.0 è supportato solo sui computer che eseguono Mac OS X 10.5 Leopard. Il supporto online è disponibile all'indirizzo http://www.apple.com/it/support/bootcamp/.

Ridimensionare una partizione BootCamp
Uso Windows 7 dentro una partizione Boot Camp sul mio macbook pro. Quando ho configurato il tutto, ho sottostimato la fame di spazio di windows e adesso sono in ristrettezze. Come faccio ad allargare la partizione?
Il modo più semplice è spendere 19.95$ per Camptune X di Paragon. E' sufficiente spiegare a Camptune che dimensione si desidera e, se c'è spazio abbastanza su Mac, l'applicazione si prende cura di tutto. In una ventina di minuti abbiamo portato da 30 a 40 Gbyte la dimensione della nostra partizione Boot Camp su un Mac book pro. Per quanto il procedimento sia facile, è il caso di avere una copia di riserva della partizione Bootcamp prima di cominciare. Lo strumento migliore per eseguirla è WinClone 3 di Twocanoes (29,99$). Con l'aiuto di questa utilizy si può espandere la partizione senza rischiare i dati originali della parte Windows di BootCamp. La procedura crea prima di tutto una immagine disco della partizione, per salvaguardarla; poi Utilità disco cancella la partizione Boot Camp originale e ne crea una nuova più grande; infine WinClone 3 recupera i dati dall'immagine disco e li copia nella nuova partizione. Twocanoes mostra durante l'operazione i venticinque passi nei quali si articola. Ciascuno strumento ha i propri vantaggi. CampTune X è sicuramente più veloce, ma espone al rischio di perdere dati se qualcosa va storto e manca un backup. WinClone è più sicuro ma più lento. Un'ultima considerazione: ai giorni nostri vale la pena di considerare l'uso di BootCamp virtualizzato. Due programmi, Parallels Desktop (79,99 euro) e Fusion di VmWare (45 euro), importano partizioni Boot Camp dentro una macchina virtuale, dopo di che è possibile cancellare la partizione originale. Questo sistema permette di ridimensionare la partizione con facilità e senza mettere i dati a rischio. Un mac moderno rende l'esperienza della virtualizzazione molto piacevole e, invece che dover usare Windows oppure OS X, si può far funzionare il primo dentro una finestra del secondo e commutare tra l'uno e l'altro senza bisogno di riavviare. Senza contare la possibilità di scambiare file tra le due partizioni e perfino di fare copia e incolla. L'unico "neo" è che con la virtualizzazione, la RAM messa a disposizione per la macchina virtuale è sottratta dalla RAM del MacOSX con ovvio rallentamento di entrambe.