Creare un MultiBoot tra sistemi operativi

Dual Boot con tutti i sistemi operativi Vedi

Utilizzo di BCD (Boot Configuration Data in Windows Vista)  Vedi

Dual Boot XP/Vista.
Ho acquistato un notebook con Windows Vista. Ho installato poi Windows XP da un  CD in una seconda partizione diversa da quella di Vista, ma non mi viene visualizzata una schermata nella quale scegliere con quale sistema avviare il sistema.
Questo problema è contemplato addirittura nella knowledge base di Microsoft, e si verifica quando XP viene installato dopo Vista, in ordine temporale. La soluzione c'è ed è di semplice applicazione, basta semplicemente seguire le indicazioni qui di seguito.
Dopo aver effettuato il Log On come Administrator, ripristinare il Master Boot Record di Windows Vista digitando dal prompt dei comandi (raggiungibile mediante il percorso Start - Esegui - CMD), la stringa di comando: x:\boot\bootsect.exe -NT60 All
dove x è l'unità dove è presente il DVD di Vista. A questo punto digita il comando
x:\windows\system32\bcedit create {NTLDR}- D "descrizione della precedente versione di windows"
in cui la parte fra virgolette si dovrà scrivere "Windows XP", Wi ndows Server 2003 o il nome del sistema operativo.
Digita quindi
x:\windows\system32\bcedit -set {NTLDR} device partition=y:
dove x è la directory dove è installato WindowsVista e y: è la lettera della partizione attiva.
A questo punto digita la stringa di comando:
x:\windows\system32\bcedit -set {NTLDR} path \ntldr, seguita da quella x:\windows\system32\bcedit - displayorder {NTLDR} addlast
Arrivati alla fine, si può riavviare il computer e dovrebbe comparire la schermata in cui decidere da quale sistema operativo avviare il pc. Volendo, per la stessa procedura, può essere utilizzato Vista BootPro
http://support.microsoft.com/kb/919529/it - http://support.microsoft.com/kb/919529/en-us

Impossibile avviare Windows Vista dopo l'installazione di una versione precedente del sistema operativo Windows in una configurazione ad avvio doppio

Sintomi

Dopo l'installazione di una versione precedente del sistema operativo Windows in un computer basato su Microsoft Windows Vista con una configurazione ad avvio doppio, è possibile che si verifichino i seguenti problemi:
Se in un computer basato su Windows Vista si installa una versione precedente del sistema operativo Windows, Windows Vista non si avvia più. In questo caso viene avviata solo la versione precedente del sistema operativo Windows.
Se si installa un'istanza aggiuntiva di Microsoft Windows XP in un computer in cui sono già installati Windows XP e Windows Vista in una configurazione ad avvio doppio, è possibile che venga visualizzato il seguente messaggio di errore:
Errore lettura da disco.

Cause

Questi problemi si verificano poiché le precedenti versioni del sistema operativo Windows non sono compatibili con il nuovo metodo di avvio di Windows Vista. Windows Vista utilizza un nuovo archivio dati configurazione di avvio (BCD) che contiene un menu di avvio e tutte le informazioni sui sistemi operativi installati nel computer. Non è quindi possibile utilizzare un file Boot.ini di una versione precedente del sistema operativo Windows per avviare Windows Vista.

Nelle versioni precedenti del sistema operativo Windows eseguite su un computer basato su BIOS (Basic Input/Output System), ad esempio Windows XP, il processo di avvio inizia con il BIOS di sistema che determina il dispositivo di avvio e quindi carica il primo settore fisico. Questo settore fisico, detto record di avvio principale (MBR, Master Boot Record), contiene la tabella delle partizioni e il necessario codice di esecuzione dell'avvio. Questo codice cerca la partizione attiva nella tabella delle partizioni e passa il controllo al settore di avvio sulla partizione attiva, che quindi carica il programma Ntldr. Il programma Ntldr analizza il file Boot.ini che viene utilizzato per enumerare i sistemi operativi installati.

Quando si avvia Windows Vista su un computer basato su BIOS, il BIOS carica il record di avvio principale e quindi il settore di avvio. Il codice di avvio carica tuttavia il nuovo programma Windows Boot Manager (Bootmgr) che analizza il file Boot.ini BCD (Binary-Coded Decimal), enumera i sistemi operativi installati e quindi visualizza il menu di avvio. Se nel computer è installata una versione precedente del sistema operativo Windows in una configurazione ad avvio doppio con Windows Vista, per tale versione precedente del sistema operativo Windows il programma Windows Boot Manager trasferisce il controllo al programma Ntldr. Questa operazione viene eseguita dal programma Windows Boot Manager quando l'utente seleziona Windows Vista dal menu di avvio.

Quando si installa una versione precedente del sistema operativo Windows in un computer basato su Windows Vista, il programma di installazione sovrascrive tutti gli elementi del record di avvio principale, il settore di avvio e i file di avvio, facendo perdere alla versione precedente del sistema operativo Windows la compatibilità con le versioni successive e quindi con Windows Vista.

Risoluzione

Per risolvere questi problemi, attenersi alla seguente procedura.

Nota I comandi riportati nella seguente procedura possono essere eseguiti dal prompt dei comandi. Se vengono eseguiti in Windows Vista, utilizzare un prompt dei comandi con diritti utente elevati. A questo scopo fare clic sul pulsante Start, scegliere Accessori, fare clic con il pulsante destro del mouse sul collegamento del prompt dei comandi, quindi scegliere Esegui come amministratore.
1. Utilizzare Bootsect.exe per ripristinare il record di avvio principale di Windows Vista e il codice di avvio che trasferisce il controllo al programma Windows Boot Manager. A questo scopo digitare il seguente comando al prompt dei comandi: Unità:\boot\Bootsect.exe /NT60 All

In questo comando Unità corrisponde alla lettera di unità in cui si trova il supporto di installazione di Windows Vista.

Nota La cartella di avvio per questo passaggio si trova sull'unità DVD.
2. Utilizzare Bcdedit.exe per creare manualmente una voce nel file Boot.ini BCD per la versione precedente del sistema operativo Windows. A questo scopo digitare i comandi riportati di seguito al prompt dei comandi.

Nota In questi comandi Unità è l'unità su cui è installato Windows Vista.
Unità:\Windows\system32\Bcdedit /create {ntldr} –d "Descrizione per la versione precedente di Windows"

Nota In questo comando Descrizione per la versione precedente di Windows può essere una qualsiasi stringa di testo. Ad esempio, per Descrizione per la versione precedente di Windows è possibile immettere "Windows XP" o "Windows Server 2003".
Unità:\Windows\system32\Bcdedit /set {ntldr} device partition=x:

Nota In questo comando x: è la lettera di unità della partizione attiva.
Unità:\Windows\system32\Bcdedit /set {ntldr} path \ntldr
Unità:\Windows\system32\Bcdedit /displayorder {ntldr} –addlast
3. Riavviare il computer.

Informazioni

Per avviare versioni del sistema operativo Windows basate su Microsoft Windows NT, sono necessari i seguenti file:
Ntldr
Boot.ini
Bootfont.bin

Nota È necessario utilizzare questo file quando si installano versioni di Windows nelle lingue dell'Asia orientale.
NTDetect.com
In Windows XP questi file risiedono nella partizione di sistema contrassegnata come "attiva". Per impostazione predefinita, questi file sono file di sistema nascosti in Windows XP. Gli utenti possono sostituire questi file utilizzando la Console di ripristino di emergenza oppure possono avviare il sistema operativo utilizzando il disco di avvio di Windows NT. Questi tre file non vengono utilizzati da Windows Vista che si avvia utilizzando il file di sistema nascosto Bootmgr e altri file necessari disponibili nella directory \Boot.

Creazione di una configurazione ad avvio multiplo con Windows Vista
Per creare una configurazione ad avvio multiplo funzionante, installare per prima la versione meno recente del sistema operativo Windows. Installare quindi ogni versione più recente nell'ordine di rilascio, in quanto ogni nuova versione di Windows mantiene la compatibilità con le versioni precedenti, consentendone l'avvio.

Per creare una configurazione ad avvio multiplo che include Windows Vista, è necessario disporre di almeno una partizione per ogni versione precedente di Windows installata. Seguire le linee guida indicate di seguito:

Creare almeno due partizioni. Utilizzare una partizione per l'installazione di Windows Vista.

Nota Se la partizione per Windows Vista è già formattata, verificare che sia stato utilizzato il file system NTFS. Si consiglia tuttavia di utilizzare uno dei seguenti metodi:
Creare la seconda partizione non formattata.
Non creare la seconda partizione e lasciare lo spazio su disco come spazio disponibile. Creare invece la seconda partizione durante l'installazione di Windows Vista.
Se nel computer non è installato un sistema operativo, installare per prima la versione meno recente di Windows.

Nota Installare Windows XP prima di Windows Server 2003.
Eseguire il programma di installazione di Windows Vista. Installare Windows Vista nello spazio disponibile o nella partizione esistente. È possibile avviare questo programma di installazione nella versione precedente di Windows oppure avviare il computer con il disco di Windows Vista inserito nell'unità CD o DVD.
Al termine dell'esecuzione del programma di installazione di Windows Vista si disporrà di un ambiente ad avvio multiplo configurato correttamente che include Windows Vista e le versioni precedenti di Windows. Il menu di avvio di Bootmgr visualizzato sarà analogo al seguente:

Rimozione di Windows Vista da una configurazione ad avvio doppio

Se si desidera rimuovere Windows Vista da una configurazione ad avvio doppio che include una versione precedente di Windows, attenersi alla procedura descritta di seguito.

Nota Questa procedura può essere eseguita in una versione precedente di Windows o in Windows Vista. Se si utilizza Windows Vista, eseguire i comandi da un prompt dei comandi con diritti utente elevati. A questo scopo fare clic sul pulsante Start, scegliere Accessori, fare clic con il pulsante destro del mouse sul collegamento del prompt dei comandi, quindi scegliere Esegui come amministratore.
1. Utilizzare Bootsect.exe per ripristinare il programma Ntldr. A questo scopo digitare il seguente comando: Unità:\Boot\ Bootsect.exe –NT52 All

Nota In questo comando Unità corrisponde all'unità in cui si trova il supporto di Windows Vista.

Dopo il riavvio del computer, il programma Windows Boot Manager non verrà caricato, ma verranno invece caricati Netldr.exe e Boot.ini.
2. Eliminare o rimuovere la partizione in cui è installato Windows Vista.

Importante È possibile eliminare la partizione in cui è installato Windows Vista solo se è la partizione non attiva del sistema. Si consideri, ad esempio, lo scenario seguente:
Windows Vista è installato sull'unità C che corrisponde alla partizione 1 ed è la partizione attiva.
Windows XP è installato sull'unità D che corrisponde alla partizione 2 ed è la partizione non attiva.
In questo scenario è possibile eseguire il comando bootsect, ma non è possibile eliminare la partizione in cui è installato Windows Vista. Se si elimina questa partizione, il computer sarà in uno stato non avviabile in quanto i file di avvio di Windows XP saranno stati eliminati.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportati di seguito:
314079 (http://support.microsoft.com/kb/314079/) Come utilizzare file di sistema per creare un disco di avvio di emergenza per Windows XP
911080 (http://support.microsoft.com/kb/911080/) Visualizzazione del messaggio di errore "Errore lettura da disco" quando si utilizza il programma Winnt32.exe per reinstallare Windows XP in un computer in cui sono installati sia Windows XP che Windows Vista
Per ulteriori informazioni sull'utilizzo dei dati configurazione di avvio (BCD), visitare il seguente sito Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
http://msdn2.microsoft.com/en-us/library/aa362692.aspx (http://msdn2.microsoft.com/en-us/library/aa362692.aspx)
Per ulteriori informazioni su EFI (Extensible Firmware Interface) in Windows Vista, visitare il seguente sito Web Microsoft Developer Network (MSDN) (informazioni in lingua inglese):
http://www.microsoft.com/whdc/system/platform/firmware/efibrief.mspx (http://www.microsoft.com/whdc/system/platform/firmware/efibrief.mspx)
Le informazioni in questo articolo si applicano a
Microsoft Windows Server "Longhorn" Beta 2
Microsoft Windows Server 2003, Enterprise Edition (32-bit x86)
Microsoft Windows Server 2003, Standard Edition (32-bit x86)
Microsoft Windows XP Home Edition
Microsoft Windows XP Professional
Windows Vista Ultimate
Windows Vista Starter
Windows Vista Home Premium
Windows Vista Home Basic
Windows Vista Enterprise
Windows Vista Business 64-bit edition
Windows Vista Business
Windows Vista Ultimate 64-bit edition
Windows Vista Home Premium 64-bit edition
Windows Vista Home Basic 64-bit edition
Windows Vista Enterprise 64-bit edition

Come fare un dual-boot con Windows Vista ed XP  Vedi - Vedi

Rimuovere il BootLoade di Windows Vista Vedi

EasyBCD
Creazione MultiBoot
Scarica qui
oppure
http://neosmart.net/dl.php?id=1

Gparted
Partizionare il disco
Scarica qui
oppure
http://gparted.sourceforge.net

Boot-us
BootManager
http://www.boot-us.com/

Vista Boot Pro (scarica qui oppure qui


How to dual boot Vista and XP (with Vista installed first) -- the step-by-step guide

 

Scenario: You want to install Vista on your PC alongside your XP installation, on the same drive. You have installed Vista already. (If you have XP installed first, check out our earlier tutorial on how to dual boot Vista and XP with XP installed first.)
Tutorial Summary
: We're going to use the DISKPART on the Vista DVD to shrink the Vista partition on the hard disk and create enough space for an installation of Vista. We'll then install XP, repair the Vista bootloader which will be overwritten during the XP installation, and then use the EasyBCD utility to configure Vista's bootloader to boot the XP partition.
This is an updated tutorial, based on our first Windows Vista/XP dual-booting workshop. The main difference is that EasyBCD has been updated, but the processes are essentially unchanged.
This tutorial was tested on a VMWare 6 Workstation and an AcerPower SK50 system.
Prepare Windows Vista
This tutorial assumes that Vista has been installed on a partition which takes up 100% of the hard drive, so we need to create some space. Boot off the Vista DVD. Hit Next from the start screen and then select “Install now”. (If Vista came preinstalled on your machine and you don't have a Vista install DVD, you can use the Gnome Partition Editor Gparted to do it.

Install Vista





 

Install Vista
Don’t type in your product key and untick “Automatically activate Windows when I’m online”, then hit “Next”, and “No” when asked whether you want to enter the key.

Vista Product Key

Vista Product Key
When prompted to choose the edition of Vista you’re installing you can actually select any of them as we’re not doing a Vista install at this point. Also tick “I have selected the edition of Windows that I purchased” and hit “Next”.

Vista Version

Vista Version
Accept the license terms and hit “Next” again, then choose a Custom installation.
On the screen where you’re asked where you want to install Windows, you should see a single large partition marked Primary – this is where Vista is already installed.

Vista Partition

Vista Partition
Press SHIFT + F10. This is a Windows PE 2.0 shortcut to open up a command window – very useful trick.

Command Tool

Command Tool
Type in DISKPART and press Enter. This opens the Microsoft DiskPart application. You need to select the active disk, so type in:
list disk
The primary disk is generally Disk 0, so type in:
select disk 0

DISKPART Disk

DISKPART Disk
Now we need a list of volumes on this disk, so type in:
list volume
In this case Volume 0 is the one we want, so type in:select volume 0

DISKPART Volume

DISKPART Volume
Now type in:
shrink

DISKPART Shrink

DISKPART Shrink
DiskPart will go off and reclaim as much of the drive as it can – you should get at least 50% of the space back.
Now type
EXIT
and
EXIT (again)
to quit the command window and get back to the install screen. Click Refresh and the partition window will update – you should now see the original Primary partition plus a brand new partition.

New Partitions

New Partitions
This is where we will install Windows XP. Eject the DVD, restart the machine (just hit the reset button) and boot off the Windows XP CD.
Now, install Windows XP
When the Windows XP setup reaches the point where you’re prompted where it is to be installed, you’ll see that while XP can see the space we created earlier, it can also see the partition with Vista on it.

XP Partition

XP Partition
You should be able to see the space you reclaimed on the disk earlier which has become "unallocated space".
Create a second partition using the Windows XP installer screen above by selecting the free space on the drive and pressing "C" to create a partition (if prompted, choose NTFS as the file system.)
Irritatingly, XP assigns a drive letter to this partition (C:) which means that it will use the next available drive letter after all the other physical drives have been taken into account.
This means that the system drive of the XP installation won’t be C:.
From XP’s perspective this isn’t really a problem – it’s smart enough to figure out where everything should go – but some applications make assumptions about where they should install to, and can’t cope with a non-standard Windows configuration.
This was also the case with our tutorial on dualbooting Ubuntu and XP, where Ubuntu had been installed first. However in that scenario, even though the XP system drive had a non-standard drive letter, it couldn’t read the Linux partitions so there was no danger of the two systems overlapping. This is not the case with Vista/XP.
Nonetheless, install XP as normal – there’s no need to do anything differently.
IMPORTANT NOTE after the initial file copy, Windows XP reboots and loads up the GUI-based component of the install. You may get the following error: “A disk read error occurred – press Ctrl-Alt-Del to continue”. This is caused by a corrupt bootloader – click here to see how to fix this problem.
When the system reboots it won’t bring up a boot menu. Although XP recognises the Vista partition it doesn’t recognise Vista itself.
The Windows XP bootloader gets installed to the MBR and Vista can no longer boot.
When XP loads, open up Windows Explorer and you’ll see something interesting – a C: and (in this case) an E: drive.
The C: drive contains Windows Vista, and as Windows XP can read NTFS partitions, it can browse and modify Vista’s file structure.
More importantly, applications which have installation paths hard-coded into their install scripts rather than using Windows system parameter variables could easily dump files into C: when they should be installing to E:. This isn’t such a great situation.

Two Drives

Two Drives
Restoring Vista and dual booting
Because you can’t use the Windows XP bootloader to boot Vista, we have to reinstate Vista’s bootloader to the MBR and configure it to manage both operating systems.
Compared with scenarios involving Ubuntu where you have to reinstall the GRUB bootloader, getting Vista up and operational again is very easy.
Boot from the Vista DVD and on the screen where you’re prompted to “Install now”, select “Repair your computer”.

Repair Vista

Repair Vista
The next screen searches for local Vista installations – there should only be one, so click Next.

Choose Vista
 

Choose Vista
This loads the System Recovery Options screen. Select the first option – Startup Repair. This looks for problems which would prevent Vista from loading (like a missing bootloader) and automatically fixes them.

Startup Repair

Startup Repair
If you click on “Click here for diagnostic and repair details” and scroll to the bottom of the list, it shows that the problem detected and repaired was a corrupt boot sector (according to Vista, anyway).

Repair Diagnostics

Repair Diagnostics
Click Close and then Finish, and the system will restart and boot into Vista.
Now we need to enable dualbooting with XP, and EasyBCD is the best application to achieve this.
Download and install EasyBCD.
Launch the app and go to Add/Remove Entries.
Under “Add an Entry” and under the Windows tab and select in the Version drop-down list “Windows NT/2k/XP/2k3”.
Change the Drive to E:\ and the name to “Windows XP”, then click “Add Entry” and “Save”.

Vista & XP - EasyBCD

Vista & XP - EasyBCD
Reboot the system and you’ll have two entries in the Vista bootloader, and can boot into either operating system.

Vista Bootloader
Vista Bootloader
Removing Windows XP
If you eventually decide that dualbooting XP as the second OS isn’t all it’s cracked up to be, it’s pretty easy to undo the changes made.
Use EasyBCD to remove the Windows XP boot entry, and then go into Computer Management (right-click on Computer, Manage) and go to Disk Management.
Right-click E: drive (the Windows XP partition) and select Delete Volume.
Right-click the newly-created partition and select Delete Partition.
Then right-click the C: drive (the Vista system partition) and click Extend Volume – this opens up the Extend Volume Wizard.

Extend Volume Wizard

Extend Volume Wizard
The wizard gives you a readout on how much space is actually available to extend the partition – enter in how much you want to use and press Next. Vista will extend the system partition to reclaim the disk and Windows is well and truly gone.
Fixing the corrupt bootloader
If the Windows XP bootload corrupts during the install, performing a reinstall won’t fix it, nor will going into the XP Recovery Mode and attempting to repair the MBR.
Luckily, the install was up to the stage where all you need to do is be able to boot from the Windows XP partition, and the install will pick up from where it left off.
To achieve this, follow the procedure outlined above to restore the Vista bootloader (under "Restoring Vista and Dualbooting").
This allows the system to boot into Vista, and then you can use EasyBCD to create an XP boot entry and boot into that to continue on with XP's installation. (For details on using EasyBCD, also see the section "Restoring Vista and Dualbooting".)