Manutenere ed aggiornare Pinnacle Studio 9 plus
Scopriamo insieme come manutenere al meglio il sw di casa Pinnacle

Suggerimenti per una corretta manutenzione del programma di Editing Video Pinnacle Studio 9 Plus
Come tutti i software di una certa complessità anche Studio 9 Plus può aver bisogno di interventi di manutenzione.
Eventuali blocchi durante l’utilizzo di questo SW vanno sempre a “sporcare” in qualche modo il PC e/o il programma stesso per cui si rende periodicamente necessario un intervento che ripristini appieno la funzionalità del sistema.
L’esperienza diretta suggerisce che anche gli aggiornamenti, periodicamente rilasciati dalla Pinnacle, funzionano meglio se caricati sul PC dopo aver fatto una appropriata “pulizia”.
Di seguito vengono elencate le operazioni basilari che sono necessarie per una buona manutenzione del programma, fermo restando la possibilità di ciascun utente di adeguare le procedure alle proprie necessità. 

Disinstallazione di Pinnacle Studio 9 Plus
Ovviamente le disinstallazioni devono essere fatte dal pannello di controllo di Windows tramite la funzione “installazione applicazioni”.
Queste operazioni, peraltro molto semplici, richiedono che vengano eseguite secondo sequenza logica.
Di seguito vi indichiamo una sequenza di operazioni che sono state ampliamente verificate.

  1. Disinstallare Studio 9.

  2. Riavviare il PC

  3. Disinstallare Studio 9 Content CD/DVD

  4. Disinstallare le eventuali Patch di aggiornamento di Studio 9.

  5. Disinstallare Pinnacle Studio AV/DV (se questo HW è montato sul vostro PC o altri eventuali driver di schede per l’acquisizione video analogico).

  6. Disinstallare Pinnacle PCI Performance Enhancer (se precedentemente caricato).

  7. Disinstallare Hollywood FX 5.5 Additional Effects.

  8. Riavviare il PC. Al messaggio di –Trovato nuovo HW (se presente una scheda hardware per la cattura del video analogico) - annullare la procedura di installazione dei driver.

  9. Lanciare RegDelete 9 o versione successiva (si scarica dal sito Pinnacle)

  10. Lanciare il pulitore di registro di Hollywood FX ”CleanReg5.5” o versione sucessiva (si scarica dal sito Pinnacle)

  11. Riavviare il PC. Al messaggio di –Trovato nuovo HW (se presente una scheda hardware per la cattura del video analogico) - annullare la procedura di installazione dei driver

Installazione di Pinnacle Studio 9 Plus 

  1. Inserire il CD originale di Studio 9 Plus.

  2. Seguire la procedura indicata..

  3. Scegliere la “Versione Tipica” se non si hanno esigenze particolari e proseguire con l’installazione

  4. Togliere il CD e riavviare il PC.  Al messaggio di –Trovato nuovo HW (se presente una scheda hardware per la cattura del video analogico) - annullare la procedura di installazione dei driver.

  5. Viene richiesto il DVD “Content”

  6. Se non serve togliere la spunta a “Tour guidato” e installare “Content”

  7. Installare Pinnacle PCI Performance Enhancer PPE 115 o versioni sucessive. (è una utility che si scarica dal sito Pinnacle e serve a migliorare le prestazioni del PC)

  8. Installare la patch di Studio più recente. Quando come in questo caso, viene reinstallato tutto il programma, la patch da installare è quella completa (per intenderci quella ha più MB)

  9. Riavvio il PC.  Al messaggio di –Trovato nuovo HW (se presente una scheda hardware per la cattura del video analogico) - annullare la procedura di installazione dei driver.

  10. Installare i driver dell’Hw di acquisizione video analogico.

  11. Riavviare il PC.

  12. Fare il defrag del disco “C”.

Installazione delle transizioni Hollywood FX e dei Plugin Pinnacle
Il disco di installazione di Studio 9 Plus e il complementare disco “Content” installano sul PC tutte transizioni e tutti i plugin di Pinnacle.
Su registro del PC restano memorizzati gli sblocchi che sono stati precedentemente effettuati per le transizioni Hollywood FX e per i plugin dei vari effetti video e audio che pertanto ci troveremo automaticamente sbloccati a reinstallazione avvenuta.

Configurazione di Pinnacle Studio 9 Plus
Effettuata la reinstallazione di Studio 9 Plus è buona norma verificare che impostazioni del programma corrispondano al nostro modo di operare.
Di seguito diamo delle indicazioni per le impostazioni di base per Studio 9 Plus, indicazioni che comunque vogliono essere solo dei suggerimenti, fermo restante la possibilità di ciascun utente di utilizzare questo SW di video editing calibrandolo secondo le proprie specifiche esigenze.

Impostazioni della “Sorgente di cattura"   

   

La scelta “Impostazioni” e quindi “Sorgente di cattura” visualizza la maschera della opzioni di configurazione.   

 

La scelta dell’opzione indicata fa in modo che durante l’acquisizione del  nostro filmato dalla videocamera, Studio 9 Plus crei una scena diversa per ogni cambiamento delle nostre riprese.
In pratica ci metterà a disposizione le scene così come le abbiamo riprese, facilitando così, a nostro avviso, le operazioni di montaggio.

Impostazioni del “Formato di cattura”  

La scelta “Impostazioni” e quindi “Formato di cattura” visualizza la maschera sottostante la quale propone la sola possibilità di selezionare le “Preimpostazioni”.
La scelta deve essere fatta su DV nel caso le nostre riprese siano state fatte con videocamera analogica o con videocamera digitale. 

 Impostazioni di “Editing”

 

La scelta “Impostazioni” e quindi “Editing” visualizza la maschera sottostante.
Le scritte OK su sfondo verde indicano i punti che possono essere lasciati con le impostazioni di default proposte da Studio 9 Plus.   


In giallo sono indicati i punti che possono essere variati dell’utilizzatore secondo le proprie preferenze e/o esigenze.

Marcatore giallo n°[ 1 ]
Con questa regolazione viene data la possibilità di taratura del tempo, in secondi, relativo alle transizioni che inseriremo nel nostro filmato.
Il tempo di 2 secondi rappresenta il valore medio normalmente utilizzato dai videomakers.
Questo valore può essere in qualsiasi momento variato, anche durante la fase di editing, in funzione delle esigenze del montaggio.

Marcatore giallo n°[ 2 ]
In questo punto viene data la possibilità di tarare il tempo, in secondi, che avranno i titoli e le foto che inseriremo nel nostro filmato. Il tempo di 4 secondi rappresenta un valore medio.
Questo valore può essere comunque variato, anche durante la fase di editing, in funzione delle necessità del momento.
E’ importante ricordare che è buona regola impostare per i titoli un valore temporale pari al doppio del tempo necessario alla lettura del titolo stesso.
 

Marcatore giallo n°[ 3 ]
Di default, ogni tre minuti il programma propone la funzione di salvataggio automatico.
Questo valore può essere variato secondo le proprie esigenze.
Il salvataggio automatico può anche essere eliminato e sostituito dal salvataggio manuale
E’ però necessario ricordarsi salvare manualmente le modifiche apportate al progetto che stiamo elaborando con i comandi “file” à “Salva progetto”.
Ricordiamo sempre che Studio 9 Plus riapre i progetti nella configurazione che avevano al momento dell’ultimo salvataggio.

Marcatore giallo n°[ 4 ]
Studio 9 crea autonomamente la cartella “Auxiliary Files”, comprendente a sua volta la cartella “TemporaryFiles”. Queste directory servono al programma per parcheggiare altre cartelle e file provvisori nonché rendering parziali, operazioni di “Autosave”, ecc ecc.
Studio 9 Plus crea all’interno della directory “Auxiliary Files” delle cartelle che portano lo stesso nome del progetto o dei progetti che abbiamo in corso e restano sul disco fisso in attesa, a progetto concluso, di una nostra rimozione manuale.
Il problema è che Studio 9, di default, colloca “Auxiliary Files” sul disco “C” in una posizione non propriamente visibile. 
E’ pertanto consigliabile spostare la cartella “Auxiliary Files” sul disco dove elaboriamo i nostri progetti.
Per cambiare la destinazione di “Auxiliary Files” cliccare sull’iconcina della cartella ed agire di conseguenza.Ricordiamo che per espressa indicazione della Pinnacle, il disco sul quale sviluppiamo i nostri filmati deve essere diverso da quello dove è installato il programma. 

Marcatori verdi [ OK ]
Le impostazioni indicate con i marcatori verdi possono essere lasciate come proposto da Studio 9.

Impostazioni di “CD, Voice-over e Surround” 

 Selezionata l’unità disco interessata, per un normale utilizzo del programma di video editing Studio 9 Plus possono essere lasciate le opzioni di impostazioni proposte in questa sezione.

Formattazione del disco di lavoro
Abbiamo già avuto modo di ricordare che la Pinnacle chiede che il programma venga installato sul disco “C” mentre per l’elaborazione dei filmati venga utilizzato un disco diverso.
Questo secondo disco è bene che sia impostato con File System NTFS (no FAT 32) in quanto la formattazione NTFS permette di gestire file di grandezza superiore a 4GB.
E’ utile ricordare che 4GB corrispondono a “soli” 17 minuti di filmato in formato DV che è poi quello usato dalle videocamere analogiche e digitali. 

Deframmentazione del disco di lavoro
Il lavoro di video editing agisce pesantemente e continuamente sulla frammentazione delle directory e dei file.
Si rende pertanto necessaria una frequente deframmentazione del disco di lavoro.
In particolar modo è necessario deframmentare detto disco prima di eseguire i pesanti rendering finali che creano l’autoring e i file VOB per la realizzazione del DVD definitivo.
Per la deframmentazione può essere usata la specifica utility che si trova nelle “Utilità di sistema” di Windows.
Possono essere utilizzati SW specifici di deframmentazione quali Diskeeper o altri ancora che se da una parte migliorano le prestazioni di defrag d’altro canto hanno l’inconveniente di dover essere acquistati.

Crash del programma Studio
Nel caso di un crash del programma Studio 9, non sempre basta riavviare i PC ma conviene, ogni volta, spegnere il PC e riaccenderlo dopo una pausa di almeno 10/15 secondi, pausa necessaria per non danneggiare il sistema.