Windows 9x/Me 2
I suggerimenti sono stati presi da riviste di informatica, da newsletters o da siti web
perciò ogni diritto rimane al legittimo proprietario.

Interrupt
Per far sì che il processore non debba continuamente interrogare tutti i componenti hardware per sapere se sono disponibili dei dati, sono previsti i segnali di Interrupt.
Questi segnali (Irq o Interrupt ReQuest) indicano alla Cpu che sono disponibili dati da elaborare.
Per l'hardware sono predisposti in tutto 16 Interrupt (da Irq0 a Irq15).
Sembrano tanti, ma anche se sul pc non è ancora installata alcuna scheda di espansione, già metà degli Irq risulta occupata (più precisamente: sei sono occupati dal sistema stesso; due sono occupati dai controller Ide).
Se oltre alla scheda audio e a uno scanner si vuole anche installare una scheda di rete, la disponibilità di Irq per le periferiche aggiunte risulta davvero scarsa.
Un certo miglioramento è stato apportato dalle moderne schede Pci.
Diversamente dalle vecchie schede Isa, esse hanno la capacità di condividere gli Interrupt, vale a dire che più schede Pci possono avere in comune lo stesso Interrupt.
Soltanto al termine del bus Pci, in corrispondenza al 'Pci-to-Isa Bridge', l'interrupt Pci viene convertito in Irq Isa.
Se i driver delle schede installate collaborano, diventa così possibile a tutte le schede Pci lavorare con un singolo Irq.
Eventualmente è possibile disattivare una periferica per liberare un interrupt.
Al successivo riavvio del sistema la periferica disattivata non risulterà più accessibile e il suo interrupt risulterà libero.
Per verificare l'utilizzo degli interrupt del vostro computer basta andare nel 'Pannello di Controllo' e cliccare due volte sull'icona 'Sistema'.
Nella finestra che appare scegliere 'Gestione Periferiche' e quindi cliccare due volte sul computer.
Apparirà una finestra in cui si possono verificare gli Interrupt, gli Input/Output, l'accesso diretto alla memoria....

Risoluzione dei problemi relativi all'arresto del sistema in Windows 98
Visualizza i prodotti ai quali l'articolo e' applicato.
Identificativo articolo : 202633
Ultima modifica : martedì 18 ottobre 2005
Revisione : 3.1
Questo articolo è stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I202633
Sommario
In questo articolo viene descritto come risolvere i problemi che possono verificarsi quando si tenta di arrestare e riavviare il computer.
Queste informazioni sono disponibili anche nella risoluzione guidata dei problemi relativi all'avvio e all'arresto del sistema di Windows 98. Si consiglia di utilizzare questa procedura guidata, di cui il presente articolo è solo un estratto a scopo di consultazione. Tale risoluzione guidata problemi è disponibile nella seguente pagina Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
http://support.microsoft.com/support/windows/tshoot (http://support.microsoft.com/?scid=http%3a%2f%2fsupport.microsoft.com%2fsupport%2fwindows%2ftshoot)
Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
273746 (http://support.microsoft.com/kb/273746/) Risoluzione dei problemi arresto di Windows ME
Informazioni
I problemi di arresto del sistema in Windows 98 possono avere varie cause:
• Driver di periferica incompatibili, danneggiati o in conflitto.
• File audio associato all'uscita da Windows danneggiato.
• Hardware danneggiato o non configurato correttamente.
Per risolvere questi problemi, effettuare le operazioni descritte di seguito nell'ordine in cui riportate, verificando dopo ciascun passaggio se il problema è stato risolto. Se il problema persiste, procedere al passaggio successivo.
1. Se è stato installato un nuovo componente hardware o software nel computer, rimuoverlo e verificare se il problema di arresto del sistema viene risolto. In caso affermativo, contattare il produttore del componente hardware o software.
2. Avviare il computer in modalità provvisoria, quindi arrestare il sistema. Se il computer non viene arrestato correttamente in modalità provvisoria, potrebbe trattarsi di un problema di compatibilità tra Windows 98 e il BIOS del computer. Per informazioni su come contattare il produttore dell'hardware, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base appropriato tra quelli riportati di seguito:
Le informazioni sul contatto con altri produttori incluse in questo articolo vengono fornite allo scopo di facilitare l'individuazione del supporto tecnico di cui l'utente ha necessità. Queste informazioni sono pertanto soggette a modifica senza preavviso. Microsoft non si assume alcuna responsabilità sull'accuratezza delle informazioni sul contatto con altri produttori.
Per informazioni su come contattare il produttore dell'hardware, fare clic sul numero dell'articolo appropriato della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
65416 (http://support.microsoft.com/kb/65416/) Elenco dei contatti relativi ai fornitori di terze parti di hardware e software, A-K
60781 (http://support.microsoft.com/kb/60781/) Elenco dei contatti relativi ai fornitori di terze parti di hardware e software, L-P
60782 (http://support.microsoft.com/kb/60782/) Elenco dei contatti relativi ai fornitori di terze parti di hardware e software, Q-Z
I prodotti di terze parti citati in questo articolo sono forniti da produttori indipendenti. Microsoft non rilascia alcuna garanzia implicita o esplicita relativa alle prestazioni o all'affidabilità di tali prodotti.
• Determinare se il problema di arresto del sistema è causato da un comando o da un driver caricato automaticamente dal file Win.ini, System.ini, Autoexec.bat o Config.sys oppure se un programma contenuto nella cartella Esecuzione automatica è in conflitto con il processo di avvio. Per effettuare questa operazione, provare a risolvere il problema mediante un avvio parziale del sistema.
Per ulteriori informazioni su come risolvere i problemi mediante un avvio parziale, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportati di seguito:
192926 (http://support.microsoft.com/kb/192926/) Risoluzione dei problemi mediante l'avvio parziale di Windows 98
• Disabilitare alcuni driver di periferica. Alcuni dei driver di periferica più comuni che possono causare problemi sono quelli di schede audio, schede video e schede di rete. Disabilitare tutte le periferiche contenute nelle seguenti categorie:
• Schede video
• Controller disco floppy
• Controller disco rigido
• Tastiera
• Mouse
• Schede di rete
• Slot PCMCIA
• Porte
• Controller SCSI
• Controller audio, video e giochi
Per disabilitare driver di periferica:
a. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'icona Risorse del computer sul desktop, scegliere Proprietà dal menu di scelta rapida, quindi selezionare la scheda Gestione periferiche.
b. Fare doppio clic su un tipo di periferica, ad esempio Controller audio, video e giochi.
c. Fare clic su una delle periferiche elencate e scegliere il pulsante Proprietà.
d. Selezionare la casella di controllo Disattiva in questo profilo hardware.
Importante Tenere traccia delle periferiche disabilitate, in modo da poterle riabilitare in seguito.
e. Scegliere OK due volte e riavviare il computer.
Verificare se il problema è stato risolto riavviando il computer. Se il computer non si arresta correttamente, ripetere i passaggi da A a E, disabilitando però una periferica hardware diversa nel passaggio D. Per verificare la scheda video, fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig (senza le virgolette), scegliere OK, quindi Avanzate, selezionare la casella di controllo VGA 640x480x16 e scegliere OK. Se dopo avere disattivato la scheda audio, la scheda video e la scheda di rete il problema persiste, riattivare le periferiche ripetendo i passaggi da A ad E, deselezionando la casella di controllo Disattiva in questo profilo hardware al passaggio D, quindi procedere al passaggio successivo.
Nota Se non è possibile cambiare l'impostazione della scheda video seguendo la procedura illustrata in precedenza, cambiare il driver della scheda video in "VGA standard". Per effettuare questa operazione:
1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni, Pannello di controllo, quindi Schermo.
2. Scegliere la scheda Impostazioni, quindi Avanzate, selezionare Scheda e scegliere Cambia.
3. Scegliere Avanti, fare clic su Visualizzare un elenco dei driver disponibili, permettendo di selezionare il driver desiderato e scegliere Avanti.
4. Scegliere Mostra tutte le periferiche, fare clic su Schede video standard nella casella del produttore e su VGA standard nella casella Modelli, quindi scegliere Avanti.
5. Scegliere Sì, quindi Avanti, infine scegliere Fine.
6. Scegliere Chiudi, quindi nuovamente Chiudi, infine Sì alla richiesta di riavviare il computer.
Se utilizzando l'impostazione VGA standard per la scheda video si risolve il problema, contattare il produttore della scheda video per verificare l'eventuale disponibilità di un driver aggiornato per Windows 98.
Per ulteriori informazioni sulla risoluzione dei problemi dello schermo, fare clic sul numero dell'articolo della Knowledge Base riportato di seguito:
127139 (http://support.microsoft.com/kb/127139/) Risoluzione dei problemi relativi al video in Windows
Per ulteriori informazioni sulla risoluzione dei problemi relativi all'hardware e ai driver delle periferiche, fare clic sul numero dell'articolo della Knowledge Base riportato di seguito:
133240 (http://support.microsoft.com/kb/133240/) Risoluzione dei problemi relativi ai conflitti tra periferiche con Gestione periferiche
• Verificare se il problema di arresto del sistema è causato da file di driver di periferiche virtuali (vxd). Per effettuare questa operazione:
a. Riavviare il computer e tenere premuto CTRL finché non viene visualizzato il menu Esecuzione automatica di Windows 98.
b. Scegliere l'opzione Conferma passo-passo e premere INVIO.
c. Rispondere affermativamente alle seguenti richieste e negativamente a tutte le altre: - Caricare il driver di DoubleSpace? - Processare il Registro di configurazione? - DEVICE=C:\WINDOWS\HIMEM.SYS - DEVICE=C:\WINDOWS\IFSHLP.SYS - Caricare l'interfaccia grafica di Windows? - Caricare tutti i driver di Windows?
d. Dopo avere caricato tutti i driver di Windows, verrà chiesto di caricare tutti i file vxd statici, uno alla volta. Prendere nota di ogni file vxd statico e rispondere negativamente per impedirne il caricamento. Il seguente è un elenco parziale dei file vxd statici Microsoft:
+---------------------------------------------------+
| File vxd statico | Fornisce supporto per |
+---------------------------------------------------+
| Vnetsup.vxd | Rete Microsoft |
+---------------------------------------------------+
| Ndis.vxd | Rete Microsoft |
+---------------------------------------------------+
| Ndis2sup.vxd | Rete Microsoft |
+---------------------------------------------------+
| Javasup.vxd | Microsoft Java |
+---------------------------------------------------+
| Vrtwd.386 | Orologio |
+---------------------------------------------------+
| Vfixd.vxd | Helper videotelefono |
+---------------------------------------------------+
| Vnetbios.vxd | Rete Microsoft |
+---------------------------------------------------+
| Vserver.vxd | Rete Microsoft |
+---------------------------------------------------+
| Vredir.vxd | Rete Microsoft |
+---------------------------------------------------+
| Dfs.vxd | Rete Microsoft |
+---------------------------------------------------+
| Ndiswan.vxd | Rete Microsoft |
+---------------------------------------------------+
| Msmouse.vxd | Mouse Microsoft |
+---------------------------------------------------+
Verificare se il problema è stato risolto riavviando il computer. Se il computer si arresta correttamente, definire ulteriormente il problema ripetendo i passaggi da A a D, rispondendo affermativamente a uno solo dei file riportati nell'elenco precedente e riavviando il computer. Verificare ogni file riavviando il computer e rispondendo affermativamente a un file diverso ogni volta. Se il computer non viene arrestato correttamente, significa che il problema è relativo all'ultimo file vxd selezionato.
Controllare le proprietà del file vxd statico incompatibile per determinare a quale programma è associato. Disinstallare e reinstallare il programma per sostituire il file vxd con una nuova copia.
Per ulteriori informazioni sull'Utilità di configurazione di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Knowledge Base riportato di seguito:
181966 (http://support.microsoft.com/kb/181966/) Impostazioni avanzate relative alla risoluzione dei problemi in Utilità Configurazione di sistema
• Installare Windows 98 in una nuova cartella. Questo potrebbe rivelarsi il metodo più rapido per determinare se il problema è di natura hardware. Se dopo aver eseguito l'installazione in una nuova cartella si continuano a verificare problemi di arresto del sistema, contattare il produttore dell'hardware per ottenere un BIOS aggiornato o altri strumenti che consentano di risolvere il problema.
Per ulteriori informazioni sull'installazione di Windows 98 in una nuova cartella, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
193902 (http://support.microsoft.com/kb/193902/) Installazione di Windows 98 in una nuova cartella
3. Disabilitare l'arresto rapido. Per fare questo, attenersi alla seguente procedura:
a. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Programmi, quindi Accessori, Utilità di sistema e fare clic su Microsoft System Information.
b. Scegliere Utilità di configurazione di sistema dal menu Strumenti.
c. Nella scheda Generale scegliere Avanzate.
d. Selezionare la casella di controllo Disabilita arresto rapido, scegliere OK, quindi di nuovo OK.
e. Quando viene chiesto di riavviare il computer, scegliere Sì.
Per ulteriori informazioni sulla disattivazione dell'arresto rapido, fare clic sul numero dell'articolo della Knowledge Base riportato di seguito:
187607 (http://support.microsoft.com/kb/187607/) Disabilitazione dell'arresto rapido in Windows 98
Verificare se il problema è stato risolto riavviando il computer. Se il computer non si arresta correttamente, procedere al passaggio successivo.
4. Verificare se il problema di arresto del sistema è causato da un file audio associato all'uscita da Windows danneggiato. Per effettuare questa operazione:
a. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni, Pannello di controllo, quindi fare doppio clic su Suoni.
b. Prendere nota del nome e del percorso del file audio di uscita da Windows, nella casella Eventi selezionare la voce relativa all'uscita da Windows e nella casella di riepilogo Nome selezionare Nessuno.
c. Scegliere OK, quindi riavviare il computer.
Verificare se il problema è stato risolto riavviando il computer. Se il computer non si arresta correttamente, ripetere i passaggi da A a C, ripristinando però il file audio originale associato all'uscita da Windows nel passaggio B, quindi procedere al passaggio successivo. Se il problema invece è stato risolto, significa che il file audio associato all'uscita da Windows è danneggiato e deve essere sostituito.
5. Determinare se il problema di arresto del sistema è causato dalla funzionalità di gestione avanzata del risparmio energetico, disabilitandola. Non tutti i computer dispongono di questa funzionalità. Per effettuare questa operazione:
a. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni, Pannello di controllo, fare doppio clic sull'icona Sistema e scegliere la scheda Gestione periferiche.
b. Fare doppio clic su Periferiche di sistema per espandere il ramo.
c. Fare doppio clic su Gestione avanzata del risparmio energetico nell'elenco delle periferiche, scegliere la scheda Impostazioni e selezionare le caselle di controllo Forza modalità APM 1.0 e Disattiva polling dello stato dell'alimentazione. Se tali impostazioni sono già abilitate, disabilitarle deselezionando la relativa casella di controllo.
d. Scegliere OK fino a tornare al Pannello di controllo, quindi riavviare il computer.
Verificare se il problema è stato risolto riavviando il computer. Se il computer non si arresta correttamente, ripetere i passaggi da A a D, deselezionando però le caselle di controllo Forza modalità APM 1.0 e Disattiva polling dello stato dell'alimentazione, quindi procedere al passaggio successivo.
6. Se si esegue Windows 98 Seconda Edizione e si verificano problemi relativi all'arresto del computer, vedere l'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
238096 (http://support.microsoft.com/kb/238096/) Risoluzione dei problemi di arresto del sistema in Windows 98 Seconda edizione 

Risoluzione dei problemi di avvio di Windows Millennium Edition
Identificativo articolo : 273738
Se in questo articolo non è riportato il messaggio di errore visualizzato, visitare il seguente sito Web di Microsoft per ulteriori articoli sui messaggi di errore (informazioni in lingua inglese):
http://support.microsoft.com/support/windows/topics/errormsg/emresctr.asp (http://support.microsoft.com/?scid=http%3a%2f%2fsupport.microsoft.com%2fsupport%2fwindows%2ftopics%2ferrormsg%2femresctr.asp)
Su questa pagina
Sommario Sommario
Informazioni Informazioni
Avvio di Windows Me in modalità provvisoria Avvio di Windows Me in modalità provvisoria
Windows Me non si avvia in modalità provvisoria Windows Me non si avvia in modalità provvisoria
Windows Me viene avviato in modalità provvisoria Windows Me viene avviato in modalità provvisoria
Opzione di avvio A Opzione di avvio A
Opzione di avvio B Opzione di avvio B
Opzione di avvio C Opzione di avvio C
Opzione di avvio D Opzione di avvio D
Risoluzione dei problemi relativi ai driver di periferica virtuale statici Risoluzione dei problemi relativi ai driver di periferica virtuale statici
Risoluzione dei problemi relativi alla cartella di avvio Risoluzione dei problemi relativi alla cartella di avvio
Risoluzione dei problemi relativi a driver in modalità protetta Risoluzione dei problemi relativi a driver in modalità protetta
Le informazioni in questo articolo si applicano a Le informazioni in questo articolo si applicano a
Sommario
In questo articolo viene descritto come risolvere i problemi che possono causare l'arresto del computer o la visualizzazione di un messaggio di errore di "eccezione irreversibile" o di "VxD non valido".
Torna all'inizio Torna all'inizio
Informazioni
Per risolvere questi problemi, utilizzare l'Utilità System Information (Msconfig.exe). Dopo avere riavviato il computer più volte, questo strumento consente infatti di isolare il file o la voce di registro specifica che causa il problema. Una volta individuato l'elemento alla base del problema, modificare il file o la chiave di registro corrispondente in modo da rimuovere la voce e ripristinare la modalità Avvio normale per Utilità Configurazione di sistema.
Per ulteriori informazioni su come eseguire un avvio parziale in Windows Me utilizzando l'Utilità Configurazione di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese):
267288 (http://support.microsoft.com/kb/267288/IT/)Come effettuare un avvio parziale in Windows Millennium Edition
In questo articolo sono illustrati i seguenti argomenti:
• Avvio di Windows Me in modalità provvisoria
• Windows Me non si avvia in modalità provvisoria
• Windows Me viene avviato in modalità provvisoria
Torna all'inizio Torna all'inizio
Avvio di Windows Me in modalità provvisoria
Se Windows Me non si avvia normalmente, provare ad avviare il computer in modalità provvisoria. Quando si avvia Windows Me in modalità provvisoria, molti driver di periferica di Windows Me sono disabilitati e viene utilizzato il driver video VGA standard.
Per avviare Windows Me in modalità provvisoria, tenere premuto CTRL durante il riavvio del computer, quindi scegliere Modalità provvisoria dal menu Esecuzione automatica di Windows Me.
Se non è possibile avviare Windows Me in modalità provvisoria, vedere la sezione "Windows Me non si avvia in modalità provvisoria" di seguito in questo articolo.
Se Windows Me viene avviato in modalità provvisoria, vedere la sezione "Windows Me viene avviato in modalità provvisoria" di seguito in questo articolo.
Torna all'inizio Torna all'inizio
Windows Me non si avvia in modalità provvisoria
Di seguito sono riportate le possibili cause del mancato avvio di Windows Me in modalità provvisoria:
• Il computer contiene un virus. Per ulteriori informazioni sui virus che possono infettare i computer, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese):
129972 (http://support.microsoft.com/kb/129972/) Description of Computer Viruses
• Per ulteriori informazioni sui virus che possono infettare i computer, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese): Le impostazioni CMOS (Complementary Metal Oxide Semiconductor) per il computer potrebbero non essere corrette.
Verificare che le impostazioni CMOS siano corrette. Potrebbe essere necessario contattare il produttore del computer per verificare tali impostazioni.
• Per ulteriori informazioni sui virus che possono infettare i computer, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese): Nel computer potrebbe esistere un conflitto hardware. I conflitti hardware possono riguardare le impostazioni del BIOS PCI, conflitti IRQ, porte COM ridondanti, ad esempio due porte COM1 oppure un modem interno impostato sulla stessa porta COM di una porta seriale esistente, e chip o moduli di memoria danneggiati.
• Per ulteriori informazioni sui virus che possono infettare i computer, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese): Potrebbe essere necessario cambiare un'impostazione nel file Msdos.sys. Ad esempio, l'impostazione di Logo dovrebbe essere zero (0).
Per ulteriori informazioni sul file Msdos.sys, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese):
118579 (http://support.microsoft.com/kb/118579/IT/)Contenuto del file Msdos.sys di Windows
Se Windows Me continua a non avviarsi in modalità provvisoria, potrebbe trattarsi di un problema del Registro di sistema. Per diagnosticare l'esistenza di un problema del Registro di sistema, eseguire lo strumento Controllo del Registro (Scanreg.exe).
1. Riavviare il computer con il disco di ripristino di Windows ME inserito nell'unità disco floppy e scegliere l'opzione Avvio minimo.
2. Digitare scanreg /restore, quindi premere INVIO.
Lo strumento Controllo del Registro (Scanreg.exe) non è incluso nel disco di ripristino. Quando si avvia il computer utilizzando il disco di ripristino, la cartella in cui si trova lo strumento Controllo del Registro (C:\Windows\Command) viene aggiunta al percorso. Per ulteriori informazioni sullo strumento Controllo del Registro, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese):
183887 (http://support.microsoft.com/kb/183887/IT/)Descrizione dello strumento Controllo del Registro di Windows (Scanreg.exe)
Per ulteriori informazioni sulla visualizzazione di un messaggio di errore che informa che il Registro di sistema è danneggiato a seguito dell'esecuzione dello strumento Controllo del Registro, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese):
186909 (http://support.microsoft.com/kb/186909/) Registry Checker Continues to Detect Registry Damage
Se Windows Me continua a non avviarsi in modalità provvisoria anche dopo avere utilizzato lo strumento Controllo del Registro, reinstallare Windows Me nella stessa cartella in cui è stato installato in origine.
Se dopo tale operazione continua a non essere possibile avviare Windows Me in modalità provvisoria, installare Windows Me in una nuova cartella vuota. In questo modo sarà possibile stabilire se il problema è causato da un residuo del precedente sistema operativo, ad esempio un'impostazione di configurazione, o se si tratta di un problema hardware.
Torna all'inizio Torna all'inizio
Windows Me viene avviato in modalità provvisoria
Quando si avvia il sistema in modalità provvisoria, viene visualizzato l'argomento della Guida in linea relativo alla risoluzione dei problemi in modalità provvisoria. Per ulteriori informazioni su come utilizzare l'utilità di risoluzione dei problemi in modalità provvisoria, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese):
274155 (http://support.microsoft.com/kb/274155/) Description of the Safe Mode Troubleshooter
Se Windows Me si avvia in modalità provvisoria, attenersi alla procedura descritta di seguito per verificare se qualche periferica non viene caricata correttamente:
1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui e digitare msconfig nella finestra di dialogo Apri, quindi scegliere OK.
2. Fare clic su Avvio selettivo. NOTA: l'Utilità Configurazione di sistema (Msconfig.exe) non consente di disabilitare un file di sola lettura, sebbene si comporti come se lo consentisse. Per determinare se tale utilità abbia effettivamente sostituito il file che si sta cercando di disabilitare, aprire il file stesso. Se all'inizio del file è contenuto del testo simile a quello riportato di seguito, significa che l'Utilità Configurazione di sistema ha sostituito il file:
rem
rem *** NON MODIFICARE QUESTO FILE ***
rem
rem Questo file è stato creato dall'Utilità Configurazione di sistema come
rem segnaposto per il file SYSTEM.INI. Il file
rem SYSTEM.INI effettivo è stato salvato con il nome di SYSTEM.TSH.
rem
3. : l'Utilità Configurazione di sistema (Msconfig.exe) non consente di disabilitare un file di sola lettura, sebbene si comporti come se lo consentisse. Per determinare se tale utilità abbia effettivamente sostituito il file che si sta cercando di disabilitare, aprire il file stesso. Se all'inizio del file è contenuto del testo simile a quello riportato di seguito, significa che l'Utilità Configurazione di sistema ha sostituito il file: Nella tabella che segue sono descritte quattro diverse opzioni di avvio e gli elementi che ciascuna di esse consente di verificare. Per utilizzare una determinata opzione di avvio, fare clic per deselezionare o selezionare la casella di controllo appropriata.
Avvio A Avvio B Avvio C Avvio D
Elabora il file System.ini Sì No Sì Sì
Elabora il file Win.ini No Sì Sì Sì
Carica VxD statici Sì Sì No Sì
Carica elementi gruppo di avvio Sì Sì Sì No
NOTA: se Windows Me non si avvia normalmente con nessuna delle opzioni di avvio descritte, vedere la sezione "Risoluzione dei problemi relativi ai driver in modalità protetta" di seguito in questo articolo.
Opzione di avvio A
Avviare il computer utilizzando l'opzione Avvio A. Se Windows Me si avvia normalmente con l'opzione A, il problema riguarda il file Win.ini. Per individuare la riga del file Win.ini in cui si è verificato il problema:
1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui e digitare msconfig nella finestra di dialogo Apri, quindi scegliere OK.
2. Fare clic su Elabora il file Win.ini nella scheda Generale per ripristinare il file originale.
3. Nella scheda Win.ini fare doppio clic sulla cartella Windows.
4. Deselezionare la casella di controllo load=, deselezionare la casella di controllo run=, quindi scegliere OK.
5. Alla richiesta di avvio del computer, scegliere Sì.
Se Windows Me si avvia normalmente, il problema riguarda un programma TSR (residente in memoria) caricato dalla riga "run" o "load" nel file Win.ini. Contattare il produttore del programma per ulteriore assistenza.
Se Windows Me non si avvia normalmente con l'opzione A, provare con l'opzione di avvio B.
Opzione di avvio B
Se Windows Me si avvia normalmente con l'opzione B, il problema riguarda il file System.ini. Molto probabilmente il problema riguarda la sezione [386Enh] del file System.ini originale.
Per individuare la riga del file System.ini che causa il problema:
1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui e digitare msconfig nella finestra di dialogo Apri, quindi scegliere OK.
2. Fare clic su Elabora il file System.ini nella scheda Generale per ripristinare il file originale.
3. Nella cartella System.ini fare doppio clic sulla cartella 386Enh.
4. Fare clic per deselezionare ciascuna casella di controllo accanto a cui non sia riportato un indicatore di Windows.
Se Windows Me viene avviato normalmente, il problema è causato dal caricamento di un driver dalla cartella 386Enh.
Se Windows Me non viene avviato normalmente, fare clic per deselezionare le caselle di controllo restanti nella scheda System.ini, una per volta, partendo dalla cartella Boot. Riavviare il computer dopo avere deselezionato ciascuna casella di controllo. Quando il problema si ripresenta, significa che l'ultima casella di controllo selezionata sta caricando un driver che impedisce l'avvio corretto di Windows Me.
NOTA: se Windows Me viene avviato normalmente dopo aver deselezionato la casella di controllo display.drv=pnpdrvr.drv, esiste un problema con il driver video.
NOTA: quando è installato Adobe Type Manager (ATM), esso modifica il file SYSTEM.INI cambiando la riga SYSTEM.DRV e aggiungendo una nuova riga. Ad esempio:
[boot]
SYSTEM.DRV=ATMSYS.DRV
ATM.SYSTEM.DRV=SYSTEM.DRV
Per ulteriori informazioni sulla risoluzione dei problemi video, fare clic sul numero dell'articolo della Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese):
127139 (http://support.microsoft.com/kb/127139/IT/)Risoluzione dei problemi video in Windows
Se Windows Me non si avvia normalmente con l'opzione B, provare con l'opzione di avvio C.
Opzione di avvio C
Se Windows Me viene avviato normalmente quando si utilizza l'opzione C, significa che esiste un problema con un driver di periferica virtuale statico (VxD) che viene caricato dalla seguente chiave di registro:
HKEY_Local_Machine\System\CurrentControlSet\Services\VxD
Per risolvere questo problema, vedere la sezione "Risoluzione dei problemi relativi ai driver di periferica virtuale statici" di seguito in questo articolo.
Se Windows Me non si avvia normalmente con l'opzione C, provare con l'opzione di avvio D.
Opzione di avvio D
Se Windows Me si avvia normalmente con l'opzione D, il problema riguarda un programma eseguito durante l'avvio. Per risolvere questo problema, vedere la sezione "Risoluzione dei problemi relativi alla cartella di avvio" di seguito in questo articolo.
Se continua a essere impossibile avviare Windows Me normalmente, dopo avere letto la sezione "Risoluzione dei problemi relativi alla cartella di avvio", passare alla sezione "Risoluzione dei problemi relativi ai driver in modalità protetta" di seguito in questo articolo.
Torna all'inizio Torna all'inizio
Risoluzione dei problemi relativi ai driver di periferica virtuale statici
Il problema potrebbe essere causato da un driver o da un VxD che viene caricato dal Registro di sistema. Per determinare se è questa la causa del problema:
1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui e digitare msconfig nella finestra di dialogo Apri, quindi scegliere OK.
2. Selezionare Avvio selettivo, quindi deselezionare la casella di controllo Elabora file VxD statici.
3. Scegliere OK e riavviare il computer quando richiesto.
Se il problema viene risolto, la causa è un driver VxD statico caricato dal Registro di sistema. Per risolvere il problema, attenersi alla seguente procedura:
1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui e digitare msconfig nella finestra di dialogo Apri, quindi scegliere OK.
2. Nella scheda File VxD statici fare clic per deselezionare la prima casella di controllo dell'elenco.
3. Scegliere OK e riavviare il computer quando richiesto.
Se il problema non si ripresenta, ripetere i passaggi da 1 a 3, selezionando la successiva casella di controllo dell'elenco.
Se il problema si ripresenta, l'ultima casella di controllo selezionata fa sì che venga caricato il driver o il programma TSR che ne è la causa. Se il problema è correlato a uno dei file elencati di seguito, è molto probabile che si tratti di un problema della scheda di rete:
Vnetsup.vxd
Ndis.vxd
Vnetbios.vxd
Vredir.vxd
Dfs.vxd
Vserver.vxd
Ndiswan.vxd
Se la causa è un driver di scheda di rete, contattare il produttore della scheda per ottenere un driver aggiornato in grado di funzionare correttamente con Windows Me.
Se la causa del problema è un conflitto hardware, vedere la sezione "Risoluzione dei problemi relativi ai driver in modalità protetta" di seguito in questo articolo.
Torna all'inizio Torna all'inizio
Risoluzione dei problemi relativi alla cartella di avvio
Il problema in questione può essere causato da un programma che viene eseguito all'avvio. Per individuare il programma che causa il problema, attenersi alla seguente procedura:
1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui e digitare msconfig nella finestra di dialogo Apri, quindi scegliere OK.
2. Fare clic sulla scheda Avvio, quindi fare clic per deselezionare ciascuna casella di controllo.
3. Scegliere OK e riavviare il computer quando richiesto.
Se il problema viene risolto:
1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui e digitare msconfig nella finestra di dialogo Apri, quindi scegliere OK.
2. Nella scheda Avvio fare clic per selezionare la prima casella di controllo dell'elenco.
3. Scegliere OK e riavviare il computer quando richiesto.
Se il problema non si ripresenta, ripetere i passaggi da 1 a 3, selezionando la successiva casella di controllo dell'elenco.
Se il problema si ripresenta, l'ultima casella di controllo selezionata fa sì che venga caricato un programma che impedisce il normale avvio di Windows Me. Contattare il produttore del programma per ulteriore assistenza.
Torna all'inizio Torna all'inizio
Risoluzione dei problemi relativi a driver in modalità protetta
Il problema potrebbe riguardare un driver di Windows Me in modalità protetta. Per averne conferma, attenersi alla seguente procedura:
1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui e digitare msconfig nella finestra di dialogo Apri, quindi scegliere OK.
2. Nella scheda Generale fare clic su Avanzate.
3. In Impostazioni fare clic per selezionare la prima casella di controllo.
4. Scegliere OK, di nuovo OK e riavviare il computer quando richiesto.
Se il problema non è risolto, ripetere i passaggi da 1 a 4, selezionando la casella di controllo successiva nel passaggio 3. Se il problema si risolve, significa che è causato dall'ultima casella di controllo selezionata. Per ulteriori informazioni sulle impostazioni avanzate, fare clic sul numero dell'articolo della Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese):
181966 (http://support.microsoft.com/kb/181966/IT/)Impostazioni avanzate relative alla risoluzione dei problemi in Utilità Configurazione di sistema
Se il problema non viene risolto, disattivare i parametri IRQ del bus PCI in Windows. Per informazioni su come disabilitare i parametri IRQ del bus PCI, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese):
182628 (http://support.microsoft.com/kb/182628/IT/)Disattivazione dei parametri IRQ del bus PCI in Windows
Se il problema non è risolto, disabilitare le periferiche in Gestione periferiche:
1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni, quindi Pannello di controllo.
2. Fare doppio clic su Sistema.
3. Nella scheda Gestione periferiche disabilitare tutte le periferiche presenti nelle seguenti sezioni:
• Schede video
• Controller disco floppy
• Controller disco rigido
• Tastiera
• Mouse
• Schede di rete
• Porte
• Slot PCMCIA
• Controller SCSI
• Controller audio, video e giochi
Per disabilitare una periferica in Gestione periferiche:
a. Fare doppio clic sulla sezione che contiene la periferica da disabilitare, fare clic sulla periferica, quindi scegliere Proprietà.
b. Nella scheda Generale selezionare la casella di controllo Disattiva in questo profilo hardware, quindi scegliere OK.
c. Riavviare il computer.
4. Se il problema viene risolto, abilitare le periferiche disattivate precedentemente e verificare che non vi siano conflitti di periferiche.
NOTA: Abilitare le periferiche nel seguente ordine:
a. Porte COM
b. Controller disco rigido
c. Controller disco floppy
d. Altre periferiche
Per abilitare una periferica e verificare l'esistenza di possibili conflitti:
a. Fare doppio clic sulla sezione che contiene la periferica da disabilitare, fare clic sulla periferica, quindi scegliere Proprietà.
b. Nella scheda Generale deselezionare la casella di controllo Disattiva in questo profilo hardware.
c. Nella scheda Risorse verificare che non esistano conflitti elencati in Elenco periferiche in conflitto. La scheda Risorse non è presente per tutte le periferiche.
d. Scegliere OK e riavviare il computer.
Nel caso di problemi con una periferica, vedere il seguente articolo della Microsoft Knowledge Base (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese):
133240 (http://support.microsoft.com/kb/133240/IT/)Risoluzione di conflitti di periferica con Gestione periferiche
Per ulteriori informazioni su come utilizzare l'utilità Ripristino configurazione di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese):
267951 (http://support.microsoft.com/kb/267951/) Description of the System Restore Utility in Windows Millennium Edition 

Risoluzione dei problemi arresto di Windows ME
Su questa pagina
Sommario Sommario
Informazioni Informazioni
Presentazioni tecniche online Presentazioni tecniche online
Le informazioni in questo articolo si applicano a Le informazioni in questo articolo si applicano a
Sommario
In questo articolo vengono descritte le procedure per la risoluzione dei problemi che possono insorgere nella fase di arresto di Windows Millennium Edition (ME). Queste informazioni sono disponibili anche nella sezione della risoluzione dei problemi relativi all'avvio e all'arresto del sistema di Windows ME. Benché sia stato estratto questo articolo a scopo di consultazione, si consiglia comunque di utilizzare questa procedura guidata. La sezione della risoluzione dei problemi relativi all'avvio e all'arresto del sistema di Windows ME è disponibile nel sistema di Guida in linea e supporto tecnico o sul seguente sito Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
http://support.microsoft.com/support/windows/tshoot/ (http://support.microsoft.com/?scid=http%3a%2f%2fsupport.microsoft.com%2fsupport%2fwindows%2ftshoot%2f)
NOTA: se si ricercano informazioni per la risoluzione dei problemi non citate in questo articolo, provare a eseguire una nuova ricerca nella Microsoft Knowledge Base utilizzando le parole chiave fornite nel seguente articolo:
242450 (http://support.microsoft.com/kb/242450/) Utilizzo delle parole chiave per eseguire query nella Microsoft Knowledge Base
Torna all'inizio Torna all'inizio
Informazioni
I problemi di arresto del sistema in Windows ME possono essere causati dai seguenti elementi:
• Driver di periferica incompatibili, danneggiati o in conflitto
• File audio di uscita danneggiato
• Hardware danneggiato o non configurato correttamente
Per risolvere questi problemi:
1. Determinare se uno dei programmi nella cartella di avvio è in conflitto con la procedura di avvio:
a. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK.
b. Fare clic su Avvio selettivo, deselezionare la casella di controllo Carica elementi gruppo Esecuzione automatica, scegliere Applica, OK, quindi Sì per riavviare il computer.
c. Verificare se il problema è stato risolto riavviando il computer. Se il sistema non si arresta correttamente, passare al punto 2. Se il computer si arresta correttamente, il problema è probabilmente causato da uno dei programmi di avvio. Per individuare il programma di avvio che causa il problema, continuare con il passaggio successivo.
d. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig nella casella Apri, quindi scegliere OK.
e. Nella scheda Esecuzione automatica selezionare una casella di controllo, scegliere OK e infine Sì per riavviare il computer. Verificare se il programma a esecuzione automatica disattivato era la causa del problema. In caso contrario ripetere i passaggi da D a E, attivando però un programma diverso nel passaggio E. Se il computer non viene avviato correttamente, si avrà la conferma che l'ultimo programma a esecuzione automatica causa il problema.
NOTA: se disattivando i programmi a esecuzione automatica il problema non viene risolto, riattivarli ripetendo i passaggi da A a B, quindi selezionare la casella di controllo Carica elementi gruppo Esecuzione automatica.
2. Stabilire se il problema di chiusura della sessione è causato da un comando o da un driver caricato automaticamente dai file Win.ini o System.ini:
a. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig, quindi scegliere OK.
b. Fare clic su Avvio selettivo, quindi deselezionare le seguenti caselle di controllo:
• Elabora il file Win.ini
• Elabora il file System.ini
NOTA: se una di queste opzioni non è disponibile, il file in questione non contiene elementi da caricare.
c. Scegliere OK, quindi Sì per riavviare il computer. Verificare se il problema è stato risolto riavviando il computer. Se il computer non si arresta correttamente, ripetere i passaggi da A a B, selezionando le caselle di controllo nel passaggio B e passare al punto 3.
3. Disabilitare alcuni driver di periferica. Alcuni driver di periferica più comuni che possono causare problemi sono i driver delle schede audio, delle schede video e delle schede di rete. Per disabilitare driver di periferica:
a. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'icona Risorse del computer, scegliere Proprietà, quindi fare clic sulla scheda Gestione periferiche.
b. Fare doppio clic su un tipo di periferica, ad esempio Controller audio, video e giochi, per espanderla.
c. Fare clic su una delle periferiche elencate e scegliere il pulsante Proprietà.
d. Selezionare la casella di controllo Disattiva in questo profilo hardware.
IMPORTANTE: tenere traccia delle periferiche disabilitate, in modo da poterle riabilitare in seguito.
e. Scegliere OK due volte e riavviare il computer.
Verificare se il problema è stato risolto riavviando il computer. Se il computer non si arresta correttamente, ripetere i passaggi da A a E, disabilitando un elemento diverso nel passaggio D. Per verificare la scheda video, fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig, scegliere OK, quindi Avanzate, selezionare la casella di controllo VGA 640x480x16 e scegliere OK. Se dopo avere disattivato la scheda audio, la scheda video e la scheda di rete il problema persiste, riattivare le periferiche ripetendo i passaggi da A a E, deselezionando la casella di controllo Disattiva in questo profilo hardware al passaggio D, quindi procedere al passaggio 4.
NOTA: se non è possibile cambiare la scheda video seguendo la procedura sopra descritta, impostare il driver VGA standard come descritto di seguito:
1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni, Pannello di controllo, quindi fare doppio clic su Schermo.
2. Scegliere la scheda Impostazioni, fare clic su Avanzate, selezionare Scheda e scegliere Cambia.
3. Scegliere Avanti, fare clic su Visualizzare un elenco dei driver disponibili, permettendo di selezionare il driver desiderato e scegliere Avanti.
4. Scegliere Mostra tutte le periferiche, fare clic su Schede video standard nella casella del produttore e su VGA standard nella casella Modelli, quindi scegliere Avanti.
5. Scegliere Sì, quindi Avanti, infine scegliere Fine.
6. Scegliere Chiudi, quindi nuovamente Chiudi, infine Sì alla richiesta di riavviare il computer.
Se utilizzando l'impostazione VGA standard per la scheda video si risolve il problema, contattare il produttore della scheda video per informazioni sulla disponibilità di un driver aggiornato per Windows ME. Per ulteriori informazioni sulla risoluzione dei problemi relativi allo schermo, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
127139 (http://support.microsoft.com/kb/127139/) Risoluzione dei problemi relativi al video in Windows
4. Determinare se il problema di arresto del sistema è causato da un file audio di uscita danneggiato:
a. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni, Pannello di controllo, quindi fare doppio clic su Suoni e multimedia.
b. Prendere nota del nome e del percorso del file audio di uscita da Windows, fare clic su Esci da Windows nella casella Eventi sonori, quindi fare clic su Nessuno nella casella Nome.
c. Scegliere OK, quindi riavviare il computer.
Verificare se il problema è stato risolto riavviando il computer. Se il computer non si arresta correttamente, ripetere i passaggi da A a C, ripristinando il file audio originale di uscita da Windows nel passaggio B, quindi passare al punto 5. Se il problema si risolve, il file audio di uscita da Windows è danneggiato e deve essere sostituito. Per sostituire il file audio, ripristinare il file da una copia di backup o reinstallare il programma che fornisce il file audio.
5. Determinare se è la Gestione avanzata del risparmio energetico a causare il problema, disabilitandola:
NOTA: non tutti i computer dispongono di questa funzionalità. Se il computer non supporta la Gestione avanzata del risparmio energetico, ignorare questo passaggio. Se non si è certi che questa funzionalità sia supportata, attenersi alla seguente procedura per determinare se è elencata in Gestione periferiche oppure contattare il produttore dell'hardware.
a. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni, Pannello di controllo, fare doppio clic su Sistema, quindi fare clic sulla scheda Gestione periferiche.
b. Fare doppio clic su Periferiche di sistema per espandere il ramo.
c. Fare doppio clic su Gestione avanzata del risparmio energetico nell'elenco delle periferiche, scegliere la scheda Impostazioni e selezionare le caselle di controllo Forza modalità APM 1.0 e Disattiva polling dello stato dell'alimentazione.
d. Scegliere OK fino a tornare al Pannello di controllo, quindi riavviare il computer.
Verificare se il problema è stato risolto riavviando il computer. Se il computer non viene arrestato correttamente, ripetere i passaggi da A a D, deselezionando le caselle di controllo Forza modalità APM 1.0 e Disattiva polling dello stato dell'alimentazione, quindi procedere al passaggio 6.
6. Determinare se i problemi di arresto del sistema sono causati da driver di periferiche virtuali (vxd):
a. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare msconfig, quindi scegliere OK.
b. Fare clic su Avvio selettivo, quindi deselezionare la casella di controllo Carica file VxD statici.
c. Scegliere OK, quindi Sì per riavviare il computer. Verificare se il problema è stato risolto riavviando il computer. Se il computer non si arresta correttamente, ripetere i passaggi da A a C, selezionando le caselle di controllo nel passaggio C e passare al punto successivo. Di seguito viene fornito un elenco parziale dei file VxD statici Microsoft:
Nome del file vxd statico Fornisce supporto per
Vnetsup.vxd Reti Microsoft
Ndis.vxd Reti Microsoft
Ndis2sup.vxd Reti Microsoft
Javasup.vxd Supporto Java
Vrtwd.386 Clock
Vfixd.vxd Supporto Video Phone
Vnetbios.vxd Reti Microsoft
Vserver.vxd Reti Microsoft
Vredir.vxd Reti Microsoft
Dfs.vxd Reti Microsoft
Ndiswan.vxd Reti Microsoft
Msmouse.vxd Microsoft Mouse
Controllare le proprietà del file vxd statico incompatibile per determinare a quale programma è associato. Disinstallare e reinstallare il programma per sostituire il file vxd con una nuova copia. Per verificare le proprietà di un file, fare clic sul pulsante Start, scegliere Cerca, digitare il nome del file nella casella File o cartelle, quindi scegliere Cerca ora. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul file che sarà visualizzato nella casella di riepilogo, quindi scegliere Proprietà.
Per ulteriori informazioni sull'utilità di configurazione di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
181966 (http://support.microsoft.com/kb/181966/) Impostazioni avanzate relative alla risoluzione dei problemi in Utilità Configurazione di sistema
7. Determinare se il problema è elencato nel file registro di avvio. Nel file registro (Bootlog.prv) è possibile trovare informazioni sui problemi che si verificano durante l'arresto del sistema. Il file Bootlog.prv è un file nascosto che si trova nella cartella principale dell'unità C. Se la configurazione di Windows è impostata per nascondere i file di sistema, attenersi alla seguente procedura per mostrare i file nascosti:
a. Sul desktop fare doppio clic su Risorse del computer.
b. Scegliere Opzioni cartella dal menu Strumenti.
c. Fare clic sulla scheda Visualizza.
d. Deselezionare la casella di controllo Nascondi i file protetti di sistema, quindi scegliere Sì quando viene richiesto di confermare questa operazione.
e. Scegliere OK, quindi ripetere la ricerca del file Bootlog.prv.
Se ancora non è possibile trovare il file sul disco rigido, è possibile crearne uno nuovo:
a. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Chiudi sessione, Arresta il sistema e infine OK.
b. Se il computer non si spegne automaticamente, spegnerlo manualmente agendo sull'interruttore dell'alimentazione. Lasciare spento il computer per circa 15 secondi, quindi riaccenderlo.
c. Durante il riavvio del computer tenere premuto CTRL. Quando apparirà il menu di avvio di Windows, utilizzare FRECCIA SU e FRECCIA GIÙ per scegliere Con file registro (\BOOTLOG.TXT), quindi premere INVIO.
d. Dopo l'avvio di Windows fare clic sul pulsante Start, scegliere Chiudi sessione, Riavvia e infine OK.
Per esaminare il file registro di avvio:
a. Fare doppio clic su Risorse del computer, quindi sull'unità C e cercare il file Bootlog.prv.
b. Fare doppio clic sul file Bootlog.prv. Se viene chiesto di selezionare un programma per aprire il file, fare clic su WordPad, Blocco note o qualsiasi editor di testi dell'elenco.
c. Cercare le voci "Terminate=". Queste voci, poste in calce al file, possono fornire indicazioni utili sulle cause del problema. Se un processo avviato da una voce "Terminate=" viene completato nel modo corretto, il file contiene una corrispondente voce "EndTerminate=".
d. Controllare nell'ultima riga del file Bootlog.prv se si tratta di una delle voci seguenti:
• Terminate=Query Drivers: Si tratta di un problema del gestore di memoria. È possibile che nel computer in uso siano presenti chip di memoria difettosi o file danneggiati. Potrebbe essere necessario reinstallare Windows.
• Terminate=Reset Display: Provare a installare un driver della scheda video aggiornato.
• Terminate=RIT: Potrebbe trattarsi di problemi di timer della scheda video o di un driver del mouse non aggiornato. Provare a installare driver aggiornati per queste periferiche.
• Terminate=Win32: Un programma non viene chiuso nel modo corretto. Provare a chiudere tutti i programmi prima di uscire da Windows.

Evitare la protezione cartelle
In Windows 98 la visualizzazione Web conferisce una protezione particolare alle cartelle WINDOWS e SYSTEM: all'apertura di queste cartelle infatti non viene mostrato il loro contenuto ma un messaggio che avverte del pericolo di modificare i file lì raccolti.
Solo cliccando su un apposito link è quindi possibile vederne il reale contenuto di queste cartelle.
Se si vuole aggirare questa protezione, basta aprire, con NotePad, il file
Desktop.ini
e cercare la riga
PERSISTMONIKER
Una volta trovata basta aggiungere all'inizio della stessa il simbolo
; (punto e virgola)
In tale modo, aprendo le cartelle Windows e System, verrà subito visualizzato il loro contenuto.

Stampare una schermata
In Windows 95-98 è possibile copiare negli appunti la schermata che appare a video.
Per fare ciò è sufficiente premere il tasto STAMP (o Print) della tastiera.
In tal modo la videata viene copiata negli appunti e può essere salvata come immagine grazie a qualsiasi programma di grafica.
Infatti una volta lanciato in esecuzione il programma di grafica (per esempio Paint) sarà sufficiente scegliere 'Modifica -> Incolla come nuova immagine'.
Se anziché la schermata completa si vuole salvare la sola finestra attiva, la combinazione di tasti è ALT + STAMP

Eliminare "Disconnetti nome utente"
Se volete eliminare dal menu Start il comando 'Disconnetti <NomeUtente>' dovete andare nel registro di configurazione e cercare la chiave
HKEY_CURRENT_USER\Software\Micorosoft\Windows\CurrentVersion\ Policies\Explorer
Ora bisogna fare un clic destro nella finestra a destra e scegliere, dal menu contestuale, 'Nuovo -> Valore Binario' e assegnarvi il nome 'NoLogOff' (naturalmente senza apici).
Ora fare doppio clic su questo valore e inserire
01 00 00 00
Quando il computer verrà avviato l'utente per cui è stata apportata questa modifica non vedrà più il comando 'Disconnetti <nome_utente>'

Disattivare i Tools Tips
I 'Tool Tip' sono le didascalie su fondo giallo che forniscono una breve descrizione dell'oggetto quando il puntatore del mouse vi rimane posizionato sopra. All'inizio può essere utile ma a lungo andare può creare fastidio.
Per disattivare queste breve descrizioni basta aprire la finestra 'Opzioni Cartella' e scegliere la scheda 'Visualizzazione' : quindi cliccare su 'Impostazioni Avanzate' e deselezionare la casella 'Mostra descrizione rapida'.

Da FAT16 a FAT32
Uno dei compiti del sistema operativo è quello di memorizzare la posizione dei singoli file in modo che possano essere ritrovati in caso di richiesta da parte dell'operatore. Per memorizzare la posizione dei file su disco fisso Windows utilizza la cosiddetta FAT, ovvero File Allocation Table, disponibile in verisone 16 e 32 bit. La FAT 16 utilizza appunto un insieme di 16 bit che garantisce 2^16 = 65.536 combinazioni.
Dato poi che sugli hard disk il settore minimo indirizzabile è composto da 512 byte si ha che con fat16 al massimo si possono indirizzare 65.536 * 512 byte, ovvero 32Mb circa (che poi era il massimo raggiungibile fino al dos 3.3).
Per indirizzare più spazio è necessario raggruppare i singoli settori in 'cluster' (grappoli).
In tal modo diventa possibile gestire dischi fissi di dimensioni maggiori.
Dato però che gli elementi della FAT sono di lunghezza fissa, pari a 16 bits, non è possibile indirizzare più di 65,535 clusters e poiché un cluster non può essere maggiore di 32.768 bytes, il filesystem ha un limite massimo superiore di 2 Gbytes per la dimensione della partizione.
Vale la pena ricordare che la dimensione dei cluster è fondamentale per una buona gestione dello spazio su disco: infatti ogni file occupa almeno un cluster, anche se le sue dimensioni sono minori. Inoltre un cluster può memorizzare SOLO un file (altrimenti due o più file avrebbero lo stesso numero di identificazione, mandando in confusione il sistema operativo!).
Da questo si può capire che quanto più grande è la dimensione dei cluster, tanto maggiore sarà lo spazio sprecato sul disco.
Infatti se noi lavoriamo con cluster da 32 Kb l'uno (FAT16), salvando un file da 5 Kb, sprechiamo ben 27 Kb di spazio: infatti il nostro file occupa 32 Kb (l'intero cluster) anche se in realtà le sue dimensioni sono di gran lunga minori.
Per ovviare a tali problemi (dischi fissi massimo 2 GB e spreco di spazio) è stata introdotta a partire da Windows 95 B (OSR2) la FAT32, così chiamato perché, nella tabella di allocazione dei file (File Allocation Table), richiede 4 byte per ogni file, quindi 32 bit anzichè i soli due della FAT16.
Con tale file system la dimensione dei singoli cluster è stata ridotta a 4 Kb (anziché i precedenti 32).
In tal modo il nostro file da 5 Kb occuperebbe due cluster da 4 Kb l'uno, sprecando però solo 3 Kb (anziché 27!).
Inoltre con la FAT32 è possibile gestire dischi fissi grandi fino a 2.047 Gb (con la FAT16 si arrivava al massimo a 2 Gb).
Come si può vedere il risparmio di spazio su disco è garantito.
Inoltre le combinazioni possibili diventano 4.294.967.296 (2^32) garantendo un supporto per dischi fissi con capacità fino a 2.199.023.255.552 di byte (2^32*512), ovvero 2.000 Giagabyte (o comunque 2 Terabyte)
E' dunque consigliabile passare dalla FAT16 alla FAT32? Non sempre.
Infatti si ottiene un sì notevole risparmio di spazio che però non porta certo a prestazioni migliori.
Infatti rispetto alla FAT16 si ha un maggior numero di cluster (essendo più piccoli...) che comporta la possibilità di avere una maggior frammentazione dei file su disco fisso: frammentazione che rallenta le prestazioni del sistema.
In tal caso è consigliabile usare spesso l'applicazione 'Defrag' (Start -> Programmi -> Accessori -> Utilità...), anche se la frammentazione risulta essere percentualmente bassa.
Inoltre non bisogna dimenticare che alcuni programmi (soprattutto giochi) potrebbero non funzionare con una FAT32.
Tra l'altro, una volta convertito il disco alla FAT32 non è più possibile ritornare alla FAT16 (salvo usare programmi come Partition Magic).
Addirittura, chi ha installato Windows 98 come aggiornamento di Windows 95, non potrà più disinstallarlo.
Ugualmente non è possibile usare la FAT32 con unità compressa con Drivespace.
Non sempre, sui Pc portatili, è possibile usare ancora la funziona Advance Power Management.
Non è possibile accedere ad una partizione FAT32 dopo aver fatto boot con MS-DOS, Windows NT o OS/2.
Se nonostante nonostante tutto si decide di passare dalla FAT16 alla FAT32, potete usare il 'Convertitore di Unità' che trovate in Start -> Programmi -> Utilità di sistema.
Nel caso non l'abbiate installato, dovete andare nel 'Pannello di Controllo' e cliccare due volte sull'icona 'Installa Applicazioni'.
Nella finestra che appare scegliete la scheda "Installazione di Windows' e quindi selezionate 'Utilità di Sistema'.
L'applicazione guida l'utente passo per passo, in maniera chiara.
Credo quindi non servano altre informazioni.

Barra "avvio veloce" (Quick Launch)
La versione standard di Windows 98 presenta la barra 'Avvio veloce' (Quick Launch) con alcune icone che, molto probabilmente, non verranno usate molto frequentemente.
In tal caso può risultare vantaggioso sostituirle con le icone di scelta rapida dei programmi più usati.
Il modo più veloce è quello di trascinare le icone direttamente sulla barra ed eventualmente cancellare le icone già presenti (clic destro-elimina).
Nel caso si volessero modificare le icone contenute in tale barra, bisogna aprire 'Esplora Risorse' e posizionarsi nella cartella
C:\Windows\Application Data\Microsoft\Internet Explorer\ Quick Launch
Qui è possibile rinominare, cancellare, incollare, modificare.... le icone contenute nella barra Avvio Veloce.

File da cancellare
Per liberare spazio su disco la cosa più logica da fare è eliminare i file inutili.
Innanzitutto svuotare la cartella C:\Windows\Temp.
I file in essa contenuti sono, come dice il nome, temporanei, e quindi possono essere cancellati senza problemi (talvolta però non risulta possibile cancellare qualche file in quanto ancora utilizzato da Windows).
Oltre ai file .TMP, è possibile cancellare i file .BAK .OLD .PRV .CHK .000 e i file che hanno estensione contenente i simboli ~ e $.
Inoltre svuotare la cache dei browser e rimuovere i vecchi messaggi dei newsgroup.
Al contrario di alcuni non consiglio l'eliminazione dei file .LOG, i quali conservano al loro interno l'elenco delle operazioni effettuate dal programma che li ha generati (per es. in fase di installazione molti programmi creano file .LOG). Talvolta possono risultare utili, soprattutto per capire che cosa non ha funzionato.
Per fare un modo che la cartella c:\windows\temp venga svuotata ad ogni avvio di windows bisogna innanzitutto aprire il file 'Autoexece.bat' e aggiungere all'ultima riga quanto segue:
deltree /Y C:\Windows\Temp\*.*
dove la lettera Y rappresenta la risposta Sì alla richiesta di conferma della cancellazione.
Il comando, così modificato, provvederà da solo a fornire la risposta alla propria domanda e quindi potrà continuare l'elaborazione senza bisogno di conferma da parte nostra.
Naturalmente questo modo di strutturare il comando vale anche per tutte le altre operazioni eseguibili mediante batch e che richiedano conferma dall'utente.

Cambiare la cartella di un programma
Cambiare cartella o addirittura driver di installazione di un programma non è cosa facile: bisogna aggiornare tutti i collegamenti e i richiami nel registro di configurazione. Il risultato non sempre è garantito. La via più semplice è quella di reinstallare il software.
Fortunatamente però è possibile fare quanto voluto mediante un programma chiamato Change of Adress (COA) che nella versione a 32 bit funziona sia con Windows 9X sia con Windows NT. Grazie a questa programma non è più necessario reinstallare l'applicazione: infatti cerca tutti i riferimenti al vecchio percorso di installazione e li sostituisce con quelli nuovi.

Ripristinare l'autorun nei CD
Se i CD non partono più in autorun, bisogna aprire il registro di configurazione e trovata la chiave HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\ Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer
modificare il valore NoDriveTypeAutoRun da b5 00 00 00 a 95 00 00 00

Floppy Danneggiato
Talvolta Windows avverte che è 'impossibile leggere dalla periferica specificata' o addirittura che 'il floppy disk non è formattato'.
Questi errori sono purtroppo abbastanza frequenti, soprattutto se si utilizzano floppy di bassa qualità.
Quando si ha un errore del genere non si hanno molte speranze: qualcuno consiglia di riavviare in modalità Dos e fare un
'diskcopy a:'
Infatti il Dos dovrebbe essere meno 'pignolo' di Windows e ignorare alcuni tipi di errore che impedirebbero la lettura dal floppy.
Personalmente consiglio anche uno scandisk: male non può fargli.

Pagine di STACK non più disponibili
Utilizzando Windows può talvolta succedere che venga visualizzato il seguente messaggio di errore:
"Pagine di stack non più disponibili. Potrebbe essere necessario aumentare il valore di 'MinSps' in SYSTEM.INI per evitare possibili errori di stack. Vi sono attualmente 3 SP allocati. Premere un tasto per continuare."
E' un errore che può accadere quando windows incontra un 'trabocco' interno degli stacks usati dai driver di windows a 32 bit.
Il trabocco degli stack indica errori nel driver.
Questi driver sono allocati in 4 Kb di spazio (=1 stack). Se il driver utilizza + di 4 Kb di memoria, succede che uno stack trabocca.
Win98 setta a parte un numero di pagine di memoria extra (2) che possono essere usate temporaneamente per prevenire crash di sistema, ma quando il rischio è passato Windows 'le reclama'.
Se Windows 98 scopre che ha esaurito le sue due pagine extra mostra il messaggio sopra riportato. Il sistema continua comunque ad operare normalmente a meno che ci sia un 'trabocco' proprio quando non ci sono pagine di riserva disponibili.
Per risolvere il problema aprire 'Gestione Risorse' (o Esplora Risorse).
A questo punto posizionarsi nella cartella 'Windows' e cercare il file 'System.ini'.
Doppio clic su quel file.
Se viene visualizzata una finestra di dialogo che chiede con quale programma aprirlo, selezionare il Blocco Note di Windows.
Scorrere il file finché non si trova la sezione [386Enh] alla quale va aggiunta la seguente riga:
MinSPs=4
Riavviare il sistema.
Se dovesse ripresentarsi l'errore rifare la procedura e settare
MinSPs=8
aumentando di volta in volta il valore, portandolo così a 16, 32 o 64.

Icone del desktop disposte a caso
Se terminato il caricamento di Windows le icone del desktop sono disposte in maniera casuale e non invece come erano state lasciate, è probabile che si sia corrotto il file della cache delle icone.
Per risolvere il problema riavviare il sistema in modalità Dos e, dopo essersi posizionati nella cartella Windows, eliminare la cartella ShellIconCache.
Al prossimo riavvio del sistema essa verrà ricreata automaticamente e il problema dovrebbe essere risolto.


Evitare il caricamento dell'unità di pianificazione
Se si desidera fare in modo che l'icona relativa all'unità di pianificazione non appaia piu' al successivo avvio, bisogna andare nel registro di configurazione e trovare la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\ SOFTWARE\ Microsoft\ Windows\Current Version\Run e nella parte destra della finestra rimuoverne la relativa voce.
A questo punto riavviare il sistema.
Ugualmente possono essere rimossi altri eventuali programmi caricati ad ogni avvio e che si posizionano nella systray a sinistra dell'orologio.

Eseguire applicazioni prima di Windows
Qualsiasi programma inserito nell'AUTOEXEC.BAT viene eseguito prima del caricamento di Windows stesso.
Tutti i programmi inseriti nelle chiavi 'LOAD' o 'RUN' di WIN.INI vengono invece eseguiti dopo il caricamento di Windows.

Uscire da Windows con un doppio clic
Per creare un collegamenteo che, quando cliccato comporti lo spegnimento del computer, occorre aprire il Blocco Note di Windows e digitare quanto segue
rundll32.exe user.exe,ExitWindows
A questo punto scegliere 'File -> Salva con nome' e selezionare come 'Tipo di file' l'opzione 'Tutti i file'.
A questo punto salvare come
nome_scelto.bat
magari direttamente sul desktop.
Fatto questo è sufficiente un doppio clic sul file appena creato per arrestare il sistema.
Se anzichè spegnere del tutto il computer si desidera solo riavviarlo basta modificare la stringa come segue
C:\WINDOWS\RUNDLL.EXE user.exe,EXITWINDOWSEXEC

Windows 98 non si spegne
E' un problema purtroppo comune a molti. Il bug di Windows è conosciuto ed è disponibile una patch all'indirizzo http://www.microsoft.com/windows98/downloads/contents/WURecommended/S_WUFeatured/Win98SE/Default.asp 
Conviene inoltre leggersi quanto riportato all'indirizzo http://support.microsoft.com/support/kb/articles/q238/0/96.asp 
Ugualmente però potete provare a rallentare l'arresto del sistema (talvolta questo è sufficiente a risolvere ilproblema).
Quindi occorre andare in Esegui e digitare 'msconfig.exe'.
Nella scheda 'Generale' cliccate su 'Avanzate' e deselezionate la casella 'Disabilita arresto rapido'.

Fare il logon automatico
code:
REGEDIT4
[HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Winlogon]
"DontDisplayLastUserName"="0"
"DefaultUserName"="PAPPA"
"DefaultPassword"="CICCIA"
"AutoAdminLogon"="1"
su win xp si può provare a vedere se funziona...

Visualizzare un testo prima dell'avvio di Win98
Lanciare Regedit.exe, espandere H_KEY_LOCAL_MACHINE\ SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\WinLogon. Create una nuova stringa chiamata LegalNoticeCaption e digitare un testo desiderato, creare un'altra stringa chiamata LegalNoticeText e digitare come valore il testo che si desidera visualizzare, otterrete così un messaggio, contenente i testi da voi digitati all'interno delle stringhe, che verrà visualizzato prima che appaia il desktop.

Spegnere il computer con un clic
Volete spegnere il pc con un clic? senza andare dal menu avvio, chiudi sessione, arresta il pc?
Allora: sul desktop selezionate "Crea nuovo collegamento". Fate un collegamento al file "rundll.exe" che si trova in c:\windows, poi aprite le sue proprietà e scrivete al collegamento del file questo: "c:\windows\rundll.exe user.exe,exitwindows". Adesso con un semplice clic, il pc si spegnerà...

Riavvio rapido di Windows
Riavvio rapido di Windows: volete riavviare SOLO Windows? Allora aprire Chiudi sessione dal menu avvio, selezionate Riavvia il computer e tenete premuto Shift mentre scegliete OK.

Cambiare logo a Windows durante il caricamento
A qualcuno di voi interessano le schermate iniziali di Windows, quella dove appare sotto DOS un'immagine di Windows che si sta caricando, quella che avverte che si può spegnere il pc a quella che dice di attendere? Allora iniziamo:
Il file ke contenente l'immagine del caricamento di Windows si chiama "logo.sys" e si trova in C: (in windows98 però non c'è comunque è uguale). L'immagine che dice di attendere x l'arresto si trova nel file "logow.sys" nella cartella "Windows" e l'ultima si trova nel file "logos.sys" sempre in Windows.

Modificare le immagini contenute in risorse del computer
Per modificare le immagini contenute in risorse del computer, quella in alto a sinistra con le nuvole, la linea e i file nascosti di windows, dovete andare nella cartella windows -> web. I file sono nascosti e si chiamano "wvleft", "wvlogo" e "wvline".

Rimuovere definitivamente i programmi dal pannello Installazione applicazioni
Grazie ad una modifica nel Registro di Sistema è possibile rimuovere definitivamente i programmi dal pannello Installazione applicazioni già disinstallati.
Infatti spesso, anche se abbiamo già disinstallato un software, esso può risultare ancora all'interno del pannello Installazione applicazioni.
Per cancellare definitivamente questa voce, aprite il registro di sistema e portatevi nella chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\ Microsoft\CurrentVersion|Uninstall
Qui cancellate le voci che fanno riferimento a software già disinstallati. Scompariranno di conseguenza anche nel pannello Installazioni applicazioni.

Come disconnettersi da internet (Accesso remoto) con una scorciatoia
E'possibile disconnettersi con una scorciatoria direttamente dal nostro desktop. Seguite queste semplici istruzioni:
Per prima cosa bisogna creare un collegamento. Premete con il tasto destro del mouse sul desktop e dal dal menu contestuale andate alla voce Nuovo> Collegamento.
Come percorso inserite questa stringa:
C:\WINDOWS\system32\rasdial.exe /disconnect - Se usate Windows 98/ME
C:\WINNT\system32\rasdial.exe /disconnect - Se usate Windows 2000/XP
Fatto questo non vi resta che fare clic due volte su questa icona per disconnettersi dal collegamento. E' anche possibile associare a questa operazione dei tasti di scelta rapida. Cliccate con il tasto destro sul collegamento e scegliete la voce Proprietà dal menu. In questa nuova finestra premete sulla tabella Collegamento. Poi, nel campo Tasti di scelta rapida, inserite la combinazione che preferite (per esempio CTRL + MAIUSC + ALT + A oppure CTRL + ALT + O).

Il cdrom scomparso
E' sparita l'icona dell'unità cdrom in Risorse del computer. Non riesco più a leggere i cd che inserisco nel lettore. Non ci sono altre unità cdrom, masterizzatori o dvd installati sul computer. Come mai?
Il problema può avere due cause: software o hardware. Cominciamo con alcune soluzioni semplici da applicare. Andare in Start - Impostazioni - Pannello di controllo - Sistema - Gestione periferiche (in Windows 98) o Start - Pannello di controllo - Sistema - Hardware - Gestione periferiche (in Windows XP) e clicca con il tasto destro del mouse sulla voce relativa al cd-rom. Successivamente dal menu contestuale che appare, scegli di eliminare la periferica o di disinstallarla, a seconda. Riavviare il PC. Al termine il S.O. dovrebbe rilevare nuovamente la presenza del Cd-rom. Se il problema persiste, andare nel file di registro con REGEDIT e nella chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Control\Class\{4D36E965E325-11CE-BCF1-08002BE10318}. Quando l'hai trovata, evedenziala cliccandoci sopra con il tasto sinistro del mouse. In seguito, nell'albero di destra, cancella i valori Upperfilters e Lowerfilters (tasto destro del mouse ed Elimina). Se non riesci a visualizzare queste voci o se così facendo non sei riuscito a risolvere il problme, prova ad avviare il file Registry Checker (da scaricare)

Condividere la connessione
Windows 98SE e Windows ME dispongono dell'Internet Connection Sharing (ICS), ovvero un'opzione che permette ai PC collegati in rete di sfruttare una singola connessione Internet. Vediamo come configurarla attraverso il Registro di Sistema.
Cercate questa chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\ Services\ICSharing\Settings\General
Qui trovate le variabili DWORD di nome Enabled (servizio ICS), EnabledDHCP (servizio DHCP) e EnabledDNS (server DNS). Ora impostate tutti i valori a 1 per abilitarli. Cercate ancora l'ultima variabile di tipo stringa chiamata IntranetInfo. Questa modifica può risultare leggermente più complicata: introducete per primo l'indirizzo IP della macchina host ICS e dopo, separando con una virgola, l'indirizzo della Subnet Mask. Per esempio "192.168.40.1,255.255.255.0". Riavviate il PC per rendere effettive le modifiche.

Velocizzare i download dal web (WIndows ME)
Se solitamente usate un modem esterno collegato ad una porta seriale (COM) con questo trucco è possibile velocizzare il download di file da Internet.
Procediamo: per prima cosa aprite con il Blocco Note di Windows il file SYSTEM.INI; qui identificate la sezione [386Enh].
Sotto l'indicazione citata [386Enh] dovete inserire questa riga:
ComXBuffer=1024
Al posto della lettera X sostituite il numero della porta seriale COM alla quale è collegato il vostro modem esterno. Se non siete sicuri di quale porta usi il modem (porta COM1 o COM2), potrete verificarlo dalla finestra delle proprietà del modem, nel Panello di Controllo di Windows.
Infine salvate il file SYSTEM.INI modificato e riavviate il sistema.
Vi ricordo di fare una copia di backup.

Copiare il sistema operativo su un nuovo Hard Disk
Dopo aver installato il nuovo disco, bisogna formattarlo creando una partizione primaria nella quale copiare il sistema operativo.
Avviare il pc con il floppy di ripristino e da DOS scrivere:
Xcopy32 c:*.* d: /h /i /c /k /e /r /y
dove "c:" è la lettera che identifica il vecchio hard disk, e "d:" quella del nuovo.
Dopo aver spento il computer, e aver impostato come primario in nuovo disco e come secondario quello vecchio, possiamo accenderlo e andare a formattare il vecchio disco.
ATTENZIONE: si consiglia di effettuare copie di backup dei dati prima di eseguire qualsiasi operazione di copia e/o formattazione.

Rendere il computer invisibile in rete
E' possibile fare in modo che il proprio computer risulti "invisibile" al resto della rete a cui è connesso per motivi di sicurezza/privacy.
Andiamo nel registro di configurazione (Start -> Esegui -> regedit) e cerhiamo la chiave
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\LanManServer\Parameters e, se non esiste già, creiamo un valore DWORD con nome "Hidden" (senza le virgolette), assegnandogli il valore a '1'.
Per rendere il computer nuovamente visibile basta impostare Hidden a 0.

Description of the Windows 95, Windows 98, and Windows Me Setup Switches
This article was previously published under Q186111
http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=http://support.microsoft.com:80/support/kb/articles/Q186/1/11.asp&NoWebContent=1
SUMMARY
This article describes switches you can use with the Setup program in Windows 95, Windows 98, and Windows Millennium Edition (Me). Note that some of the switches can be used in only certain versions of Windows.
MORE INFORMATIONWindows 98 and Windows Me
/m - This switch bypasses the playing of the Setup sound (.wav) files.
/na - This switch bypasses the program check and can use the following values:
0: default
1: No Windows-based program check, but MS-DOS-based program are blocked.
2: No MS-DOS-based program check, Windows-based programs are blocked.
3: No Windows-based or MS-DOS-based program check.
/nf - Do not prompt to remove the floppy disk from the drive (for bootable CD-ROMs).
Same as if there is a file named BOOTCD in the cabinet folder.
Same as if there is a "BootCD=1" line in the Msbatch.inf file.
/nh - This switch bypasses running the Hwinfo.exe program at 0 percent files and RunOnce.
/nx - Do not check the version of Setupx that is running.
/ie - This switch bypasses the Windows 98 Startup Disk wizard screens. If this switch is used, the Windows\Command\EBD folder is not created.
/iv - This switch bypasses displaying the Setup screens during an upgrade within Windows.
Windows 95, Windows 98, and Windows Me
/? - This switch provides a brief summary of the available Setup switches and the correct command-line syntax to use them.
/c - This switch bypasses running SMARTDrive.
/d - This switch bypasses using your existing Windows configuration (such as your current Win.ini and System.ini files).
/l - Use this switch if you have a Logitech mouse and want it enabled during Setup.
/n - This switch causes Setup to run without a mouse.
-s - Use this switch to use an alternate Setup.inf file.
/t:dir - This switch lets you specify where Setup copies its temporary files. WARNING: Any existing files in this folder are deleted.
/ig - Allows Setup to run on some older Gateway and Micron computers with an early BIOS.
/ih - This switch causes Setup to run ScanDisk in the foreground.
/im - Causes setup to ignore the conventional memory check.
/iq - If you use the /is switch to bypass ScanDisk or if ScanDisk does not complete successfully, Setup checks your drive for cross-linked files. The /iq switch prevents Setup from doing this.
/is - This switch causes Setup not to run ScanDisk.
/it - This switch bypasses checking for the presence of "dirty" or "deadly" terminate-and-stay-resident programs (TSRs) that are known to cause problems with Windows Setup.
/p - This switch causes Setup to pass string(s) directly to Detection Manager (or Sysdetmg.dll). Setup does not interpret the content of the string. The string can contain one or more detection options.
The /p switch is not used by itself.
Definition of the /p Switch
The string can contain one or more detection switches separated by a semicolon (;). For example, if you want to use /p f and /p i you type setup /p f;i.
Some switches are simply on/off switches. The absence of the switch implies off; the presence of the switch turns it on. A minus sign (-) appended immediately after a switch turns it off.
Some switches take parameters in the form of c=params. If there is more than one parameter to a switch, the parameters are separated by a comma (,).
There must not be any spaces in the detection option string.
Valid Detection Switches
a - This switch enables safe detection. It tells each detection module to try safer detection methods. Safer detection methods may not detect devices correctly.
The default during Setup is enabled. The default in other cases is disabled.
Example: setup /p a
b - This switch enables Prompt Before mode. It prompts you before a detection module is called so that you can step through each detection module manually and decide if you want to skip it.
The default is disabled.
Example: setup /p b
c - This switch enables class detection. Class detection is a mechanism for finding hints for a certain class of devices. For example, adapter class detection looks for hints in the Config.sys and System.ini files for CD-ROM drivers. If it does not find any, Setup displays a CD-ROM check box asking if you have a CD-ROM drive.
The default during Setup is enabled. The default when you use the Add New Hardware tool and docking/undocking detection is disabled.
Example: setup /p c
c- - Disables safe class detection. For example, this switch tells Setup to always search on all network adapter cards, sound cards, and CD-ROM drives.
Example: setup /p c-
d=name - This switch detects the listed detection modules only, where name is a detection module name or a device class name.
Detection module names (such as DetectPIC and DetectAHA154x) are found in the Msdet.inf file. Device class names can be SCSIAdapter, net, and so on.
Example: setup /p d=detectpic
e - This switch enables Setup mode detection.
The default during Setup is enabled. The default in other cases is disabled.
Example: setup /p e
f - This switch enables Clean Registry mode. It forces Detection to delete the HKEY_LOCAL_MACHINE\Enum\Root registry key before starting. This switch is ignored when Setup is run in the Windows 95 graphical user interface (GUI).
NOTE: This switch is always ignored in Windows 98, Windows 98 Second Edition, and Windows Me, even when Setup is run from MS-DOS.
The default is disabled.
Example: setup /p f
g=n - This switch specifies the verbose level, where n is 0 to 3.
This switch controls how verbose the built-in progress bar is. At maximum level (3), it shows all the resources of the detected devices along with the progress bar. This switch can help to identify which detection module causes a certain problem. For example, if your mouse stops responding (hangs) during detection but the system continues, there is no way to determine from the log files which module hung the mouse. By turning this option on and constantly moving the mouse during Setup, you can determine which module is running when the mouse hangs.
The default is disabled (0).
Example: setup /p g=3
i - This switch tells Setup not to report the existence of a Plug and Play BIOS. It is useful on computers that have a Plug and Play BIOS that is not reported in the Machine.inf file
Example: setup /p i
j - This switch tells Setup to undo the results of the Setup /p i switch. This switch should only be used after a computer that required Setup /p i has updated its Plug and Play BIOS.
Example: setup /p j
NOTE: In Windows 98, the /p j switch is required to enable ACPI support. Windows 98 maintains a BIOS list for ACPI computers, so as BIOS manufacturers create a new valid ACPI BIOS, this is the mechanism for causing Windows 98 to recognize it.
l=n - This switch specifies the logging level for Detlog.txt, where n is 0 to 3.
The default is maximum logging (3).
Example: setup /p l=0
m - This switch enables Mini-windows mode.
This is enabled only when Setup is run under MS-DOS.
Example: setup /p m
n - This switch enables No Recovery mode. This option can be used to turn off the Windows 95 Setup recovery mechanism (for example, this switch prevents the creation of the Detcrash.log file).
The default is disabled.
Example: setup /p n
o=traceoutput - This switch specifies the trace output. The information is written to the Tracelog.txt file in the current directory.
This option is available only in the Debug version of Sysdetmg.dll.
Example: setup /p o
p - This switch enables performance logging. It writes performance timing information to the DETLOG.TXT file.
The default is disabled.
Example: setup /p p
r - This switch enables Recovery mode. It causes Detection to use the Detcrash.log file, if found, for recovery. If this switch is not enabled, Detection ignores and deletes Detcrash.log even if it is found.
This switch is used if Safe Recovery is selected during Setup, otherwise it is not used.
Example: setup /p r
s=name - This switch skips the listed detection modules or classes of detection modules, where name is a detection module name or a device class name.
Detection module names (such as DetectPIC and DetectAHA154x) are in the Msdet.inf file. Device class names are SCSIAdapter, net, and so on.
Example: setup /p s=detectpic
t=n - This switch specifies the trace level, where n is 0 to 9.
The default is disabled (0).
This option is available only in the Debug version of Sysdetmg.dll.
Example: setup /p t=9
v - This switch enables Verify Only mode. Detection has two stages:
Verify existing devices in the registry.
Detect new devices.
This switch tells Detection to perform only stage 1. This switch is used by the PCMCIA Wizard to verify legacy devices in the registry.
The default is disabled.
Example: setup /p v
x=res list - This switch excludes the listed resources from detection, where res list is one of four possibilities:
io(xxx-yyy,xxx-yyy,...)
mem(xxxxx-yyyyy,xxxxx-yyyyy,...)
irq(x,y,z,...)
dma(x,y,z,...)
This switch protects resources so that no detection modules can access them.
Example: setup /p x=io(300-30f,240-24f)

Windows 95 Setup Switches
This article was previously published under Q128400 : http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=http://support.microsoft.com:80/support/kb/articles/Q128/4/00.asp&NoWebContent=1
SUMMARY
This article describes the switches you can use with the Windows 95 Setup program.
MORE INFORMATION
The following switches can be added to the Setup command. For example,
setup /?
/? - This switch provides a brief summary of the available Setup switches
and the correct command line syntax.
/c - This switch causes Setup to not run SMARTDrive.
/d - If you do not want Setup to use your existing Windows configuration
(such as your current Win.ini and System.ini files), use this switch.
/id - If you do not want Setup to check for the minimum disk space
required to install Windows 95, use this switch.
/it - If you do not want Setup to check for the presence of "dirty" or
"deadly" terminate-and-stay-resident programs (TSRs) that are known to cause problems with Windows 95 Setup, use this switch.
/ih - This switch causes Setup to run ScanDisk in the foreground.
/iq - If you use the /is switch to bypass ScanDisk or ScanDisk fails,
Setup checks your drive for cross-linked files. Use the /iq switch to prevent Setup from doing this.
/is - This switch causes Setup to not run ScanDisk.
/l - Use this switch if you have a Logitech mouse and want it enabled
during Setup.
You must run Setup from your previous version of MS-DOS or start Windows 95 in MS-DOS mode for these switches to function.
/n - This switch causes Setup to run without a mouse.
/p - The /p switch causes Setup to pass string(s) directly to Detection
Manager (or Sysdetmg.dll). Setup does not interpret the content of the string. The string can contain one or more detection options.
The /p switch is not to be used by itself. For more information on the /p switch, please see the "/p Detection Switch Option String Defined" section below.
-s - Use this switch to use an alternate Setup.inf file.
/t:<dir> - This switch lets you to specify where Setup will copy its temporary files. WARNING: Any existing files in this directory will be deleted.
/p Detection Switch Option String Defined
The string can contain one or more detection switches separated by a semicolon (;). For example, if you want to use "/p f" and "/p i" you type "setup /p f;i". Some switches are simply On/Off switches. The absence of the switch implies Off; the presence of the switch turns it On. A minus sign (-) appended immediately after a switch turns it Off. Some switches take parameters in the form of <c>=<params>. If there is more than one parameter to a switch, the parameters are separated by a comma (,). There must not be any spaces in the detection option string.
Valid Detection Switches:
a - This switch enables safe detection. It tells each detection module to try safer detection methods. Safer detection methods may not detect devices correctly. The default during Setup is enabled. The default in other cases is disabled.
Example: setup /p a
b - This switch enables Prompt Before mode. It prompts you before a detection module is called so that you can step through each detection module manually and decide if you want to skip it.
The default is disabled.
Example: setup /p b
c - This switch enables class detection. Class detection is a mechanism for finding hints for a certain class of devices. For example, adapter class detection looks for hints in the Config.sys and System.ini files for CD-ROM drivers. If it does not find any, Setup displays a CD-ROM check box asking if you have a CD-ROM drive.
The default during Setup is enabled. The default when you use the Add New Hardware tool and docking/undocking detection is disabled.
Example: setup /p c
c- - Setup /p c- disables safe class detection. For example, this switch tells Setup to always search on all network adapter cards, sound cards, and CD-ROM drives.
Example: setup /p c-
d=<name> - This switch detects the listed detection modules only, where <name> is a detection module name or a device class name.
Detection module names (such as DetectPIC and DetectAHA154x) are found in the Msdet.inf file. Device class names can be SCSIAdapter, net, and so on.
Example: setup /p d=detectpic
e - This switch enables Setup mode detection. The default during Setup is enabled. The default in other cases is disabled.
Example: setup /p e
f - This switch enables Clean Registry mode. It forces Detection to delete the HKEY_LOCAL_MACHINE\Enum\Root registry key before starting. This switch is ignored when Setup is run in the Windows 95 graphical user interface (GUI).
The default is disabled.
Example: setup /p f
g=<n> - This switch specifies the verbose level, where <n> is 0 to 3.
This switch controls how verbose the built-in progress bar is. At maximum level (3), it shows all the resources of the detected devices along with the progress bar. This switch can help to identify which detection module causes a certain problem. For example, if your mouse stops responding (hangs) during detection but the system continues, there is no way to determine from the log files which module hung the mouse. By turning this option on and constantly moving the mouse during Setup, you can determine which module is running when the mouse hangs.
The default is disabled (0).
Example: setup /p g=3
i - This switch tells Setup not to report the existence of a Plug and Play BIOS. It is useful on systems that have a Plug and Play BIOS that is not reported in Machine.inf.
Example: setup /p i
j - This switch tells Setup to undo the results of the "Setup /p i" switch. This switch should only be used after a machine that required "Setup /p i" has updated their Plug and Play BIOS.
Example: setup /p j
l=<n> - This switch specifies the logging level for Detlog.txt, where <n> is 0 to 3.
The default is maximum logging (3).
Example: setup /p l=0
m - This switch enables Mini-windows mode. This is enabled only when Setup is run under MS-DOS.
Example: setup /p m
n - This switch enables No Recovery mode. This option can be used to turn off the Windows 95 Setup recovery mechanism (for example, this switch prevents the creation of the Detcrash.log file).
The default is disabled.
Example: setup /p n
o=<traceoutput> - This switch specifies the trace output. The information is written to the Tracelog.txt file in the current directory.
This option is available only in the Debug version of Sysdetmg.dll.
Example: setup /p o
p - This switch enables performance logging. It writes performance timing information to the DETLOG.TXT file.
The default is disabled.
Example: setup /p p
r - This switch enables Recovery mode. It causes Detection to use the Detcrash.log file, if found, for recovery. If this switch is not enabled, Detection ignores and deletes Detcrash.log even if it is found.
This switch is used if Safe Recovery is selected during Setup, otherwise it is not used.
Example: setup /p r
s=<name> - This switch skips the listed detection modules or classes of detection modules, where <name> is a detection module name or a device class name.
Detection module names (such as DetectPIC and DetectAHA154x) are in the Msdet.inf file. Device class names are SCSIAdapter, net, and so on.
Example: setup /p s=detectpic
t=<n> - This switch specifies the trace level, where <n> is 0 to 9. The default is disabled (0).
This option is available only in the Debug version of Sysdetmg.dll.
Example: setup /p t=9
v - This switch enables Verify Only mode. Detection has two stages: Verify existing devices in the registry. Detect new devices.
This switch tells Detection to perform only stage 1. This switch is used by the PCMCIA Wizard to verify legacy devices in the registry.
The default is disabled.
Example: setup /p v
x=<res list> - This switch excludes the listed resources from detection,
where <res list> is one of four possibilities:
- io(xxx-yyy,xxx-yyy,...)
- mem(xxxxx-yyyyy,xxxxx-yyyyy,...)
- irq(x,y,z,...)
- dma(x,y,z,...)
This switch protects resources so that no detection modules can access them.
Example: setup /p x=io(300-30f,240-24f)

Come disattivare le password degli screensaver
Con questo trucco possiamo disattivare la password degli screensaver. Per prima cosa aprite il Registro di Sistema e cercate la seguente chiave:
HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
Qui create (se non c'è già) il valore "ScreenSaveUsePassword" settandolo a 0. Uscite dal Registro e riavviatelo per rendere effettive le modifiche.

Leggere i DVD con Windows Media Player
Con una piccola modifica è possibile leggere i DVD con Windows Media Player.
La procedura è semplice: 
aprite il registro di sistema e cercate la chiave: 
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\MediaPlayer \Player\Settings 
Qui creiamo un nuovo valore stringa e la chiamiamo "EnableDVDUI"; diamogli come valore "yes". Riavviate il PC. 

Nascondere i propri files
Volete conservare i vostri files segreti senza che sia possibile scovarli? 
Andate in una cartella di sistema, la migliore dovrebbe essere c:\windows\system che contiene altre sotto cartelle (ma se trovate delle directory piu' 'addentro' nell'albero e' anche meglio. Per es.: C:\WINDOWS\Application Data\Microsoft e sottocartelle). 
Eseguite dal menu' 'Start' il comando 'command.com' dopo avere reso attiva quella cartella.
Sotto dos, create una cartella dandole un nome piu' tecnico possibile (es.: "NewDll") col seguente comando: 
md newdll
prima di premere Invio, digitate ALT+0254. 
Dopo di che premete invio. Se andate su windows, vedrete la cartella ma vi risultera'
inaccessibile. Avete creato una cartella che in pratica non esiste, non si puo' cancellare, non si puo' rinominare. 
A meno di non andare sotto dos.
In pratica potrete inserire li i vostri documenti, giochi e quant'altro. 
Se avete dei problemi con le installazioni di windows, vi bastera' rinominare la cartella prima dell'installazione, per renderla accessibile. 
E successivamente per renderla di nuovo inutilizzabile. 
Altri codici, oltre ALT+0254, sono: da 176 a 224, da 226 a 229... e ce ne sono tanti altri

Windows 98 - Opzioni per il setup
Quasi tutti noi ci siamo trovati di fronte a dover formattare il PC e reinstallare Windows98. 
Solitamente dopo aver formattato, richiamavamo il comando Setup dal CD di installazione e premevamo invio... 
Tuttavia ci sono delle opzioni che una volta aggiunte al comando setup, attivano particolari funzioni oppure intervengono nell'operazione di installazione, modificando l'installazione del sistema operativo. In inglese vengono chiamate switch ed eccovene un elenco:

/IS fa in modo di non avviare lo ScanDisk
/IM fa saltare il controllo della memoria
/ID fa saltare il controllo dello spazio disponibile su disco
/IN non fa avviare il modulo per l'impostazione della rete
/IQ fa saltare il controllo dei file incrociati
/IL con questa opzione si carica il driver del mouse Logitech e non quello standard Microsoft
/C non fa caricare lo SmartDrive
/T:TMP con questa opzione e' possibile specificare la directory dove verranno copiati i file temporanei per l'installazione
/IE evita la richiesta della creazione di un disco di emergenza
/IH fa in modo di non controllare il registro di sistema
/IV evita di visualizzare tutte le informazioni di presentazione che appaiono durante la fase d'installazione
/IW fa saltare la visualizzazione del contratto di licenza d'uso
/NTLDR fa saltare la diagnosi sulla presenza di un altro sistema operativo nel PC
/NM fa saltare la procedura di verifica del processore installato.

Pertanto con questa opzione e' possibile installare Windows 98 anche su sistemi che non dispongono dei requisiti specificati. Questi comandi vanno aggiunti dopo Setup e possono essere utilizzati insieme. 
Es: SETUP /IV /IW
Con questi switch si avvia l'installazione di Windows98 e si evitano di visualizzare tutte le informazioni di presentazione nonche' la visione del contratto di licenza d'uso.
===========================

[batch] Specifies the name and location of the file that contains Setup options.
/C Instructs Setup not to load the SmartDrive disk cache.
/D Bypasses usage of installed Windows configuration (ignores settings in existing SYSTEM.INI, WIN.INI etc).
/ID Skips the disk-space check.
/IE Bypasses the Startup Disk Wizard. The %windir%\Command\EBD folder and the Emergency Boot Disk are not created.
/IG Allows Setup to run on some older Gateway and Micron computers with an early BIOS.
/IH Skips the registry check.
/IL Loads the Logitech mouse driver instead of the Microsoft mouse driver. Use this option if you have a Logitech Series C mouse.
/IM Skips the memory check.
/IN Runs Setup without the Network Setup module.
Note: The /a and /n options are no longer valid. Use NETSETUP.EXE instead.
/IP Bypasses detection of undocumented plug and play devices. 
/IQ Skips the check for cross-linked files.
/IR Bypasses detection of system CMOS/BIOS.
/IS Doesn't run ScanDisk system check.
/IT Bypasses checking for the presence of "dirty" or "deadly" terminate-and-stay-resident programs (TSRs) that are known to cause problems with Windows Setup.
/IV Skips the display of billboards during an upgrade setup within Windows.
/IW Bypasses Microsoft EULA licensing screens/dialog boxes. [EULA = End User License Agreement].
/L Use this switch if you have a Logitech mouse and want it enabled during Setup.
/M Bypasses playing of Setup sounds (.WAV).
/N Runs SETUP without using a mouse.
/NA Bypasses Windows/MS-DOS program check. Valid values:
    0 = Default.
    1 = Windows programs not checked, MS-DOS programs blocked.
    2 = MS-DOS programs not checked, Windows programs blocked.
    3 = Windows and MS-DOS programs not checked.
/ND Bypasses MIGRATION.DLL settings and forces Windows 98 to overwrite newer files (USE WITH CAUTION!). Files that use .INF file ",,,32" flag force Windows 98 SETUP to keep newer versions.
/NF Bypasses prompt to remove floppy disk from the drive. Used for bootable CD-ROMs. Same as:
    1. BOOTCD file present in the cabinet folder.
    2. "BootCD=1" line present in MSBATCH.INF.
/NH Bypasses running HWINFO.EXE at 0 percent files and RunOnce.
/NM Bypasses internal processor detection, to allow Win98/95 install on systems that do NOT meet Microsoft minimum requirements (i.e. 386, 486SX etc). Works especially for Windows 98.
/NTLDR Bypasses existing Operating System detection.
By default OEM/VAR Win95/NT full releases can be installed ONLY on a new PC, without ANY previous OS, but this switch allows SETUP to circumvent this "problem".
Also: create a new file in the root directory of your boot drive (size doesn't matter) and name it NTLDR, with no extension.
/NX Bypasses SETUPX version check. 
   ( /P Allows passing of additional options directly to HW Detection Manager (SYSDETMG.DLL). Multiple /P switches MUST be separated by a semicolon (;) without spaces.)
    a Enables safe detection. Each detection module will try safer detection methods. Safer detection methods may not detect devices correctly. Default during Setup is enabled.
    b Enables "Prompt Before" mode, allowing step-by-step manual device detection. Default is disabled.
    c Enables class detection. Class detection is a mechanism for finding hints for a certain class of devices. For example, adapter class detection looks for hints in the Config.sys and System.ini files for CD-ROM drivers. If it does not find any, Setup displays a CD-ROM check box asking if you have a CD-ROM drive. Default during Setup is enabled.
    d Detects the listed detection modules (module name or device class name). Detection module names (such as DetectPIC and DetectAHA154x) are found in the MSDET.INF file. Device class names can be SCSIAdapter, net, and so on. (Usage d=detectpic)
    e Enables Setup mode detection. Default during Setup is enabled. Default in other cases is disabled.
    f Enables "Clean Registry" mode. Creates a NEW Registry from scratch before starting hardware detection. Ignored if SETUP runs in GUI mode. Default is disabled.
    g Controls the level (0-3) of progress bar display. Maximum level is 3, showing all detected devices resources. Default is 0. (Usage g=0).
    i Bypasses detection of plug and play BIOSes/devices not listed in MACHINE.INF. Default is disabled.
    j Setup is forced to undo the results of the "Setup /p i" switch. This switch should only be used after a machine that required "Setup /p i" has updated their Plug and Play BIOS.
    l Controls the logging level (0-3) for DETLOG.TXT. The default is maximum logging (3).
    (Usage l=3)
    m Enables Mini-windows mode. Enabled only when Setup is run under MS-DOS.
    n Enables No Recovery mode. Option can be used to turn off the Windows 95 Setup recovery mechanism (for example, this switch prevents the creation of the DETCRASH.LOG file). Default is disabled.
    o Specifies the trace output. The information is written to the TRACELOG.TXT file in the current directory. This option is available only in the Debug version of Sysdetmg.dll. (Usage o=<file>, default file is TRACELOG.TXT)
    p Enables performance timing logged in DETLOG.TXT. Default is disabled.
    r Enables Recovery mode. It causes Detection to use the DETCRASH.LOG file, if found, for recovery. If this switch is not enabled, Detection ignores and deletes DETCRASH.LOG even if it is found. Switch is used if Safe Recovery is selected during Setup, otherwise it is not used.
    s Skips the listed detection modules (module name or device class name). Detection module names (such as DetectPIC and DetectAHA154x) are in the MSDET.INF file. Device class names are SCSIAdapter, net, and so on. (Usage s=detectpic) [see d switch]
    t Specifies the trace level (0-9). Default is disabled (0). This option is available only in the Debug version of SYSDETMG.DLL. (Usage t=9).
    v Enables Verify Only mode. Detection has two stages:
    1. Verify existing devices in the registry.
    2. Detect new devices.
Switch forces Detection to perform only stage 1. Used by the PCMCIA Wizard to verify legacy devices in the registry. Default is disabled.
x This switch excludes the listed resources from detection. Available are:
- io(xxx-yyy,xxx-yyy,...)
- mem(xxxxx-yyyyy,xxxxx-yyyyy,...)
- irq(x,y,z,...)
- dma(x,y,z,...)
Switch protects resources so that no detection modules can access them.
(Usage x=io(300-30f,240-24f),irq(7),dma(1) )
 
/S Use this switch to use an alternate Setup.inf file.
/T:<dir> Specifies the directory where Setup will copy its temporary files. If the directory doesn't exist, it will be created.
WARNING: Any existing files in this directory will be deleted. 

Versioni di Windows
Windows 95
Se avete continuamente aggiornato il vostro sistema operativo Win95, ad un certo punto vi ritroverete senza sapere piu' che versione avete installato sulla vostra macchina. 
Due soluzioni: la prima, la piu' semplice, andate su Risorse del Computer-Proprieta' ed in generale, in Sistema, troverete la versione esatta. 
Un altro sistema e' andare nel Prompt di MS-DOS e digitare la stringa VER e premere Invio. 
Con entrambi i sistemi pero' potrete riuscire a scoprire solo il numero della versione. Qui di seguito elenchiamo alcune informazioni aggiuntive:
4.00.95 ** Windows 95 retail version
4.00.95A ** Windows 95 with Service Pack 1 or OEM Service Release 1
4.00.95B ** OEM Service Release 2 or 2.01(OSR2) che fu l'ultima versione del 95
4.00.95C ** OEM Service Release 2.5
4.10.1998 è la versione finale della prima edizione di Windows 98
4.00.2222 è la versione finale di Windows 98 SE (seconda edizione)
4.90.3000 è la versione Windows ME

Togliere le voci inutili dal menu "installazione applicazione"
Una delle domanda piu' quotate e' come faccio a togliere le voci dei programmi disinstallati da un pezzo nel menu Installazioni/Applicazioni del Pannello di Controllo? In questo modo: - se ricorrete al Registro di Sistema dovrete trovare la voce: 
HKEY_LOCAL_MACHINE\ SOFTWARE\ Microsoft\ Windows\ CurrentVersion \ Uninstall 
ed a questo punto dovete cliccare sulla cartella corrispondente al file da eliminare e premete CANC. 
Altro sistema piu' soft, e' quello di ricorrere a TweakUI. 
Il programma in questione ha un'apposita voce (ADD/REMOVE) che vi permette di ottenere lo stesso risultato senza smanettare con il Registro di Sistema

Aggiungere una stampante a 'INVIA A'
Se utilizzate piu' di una stampante per i vostri file, provate a risparmiare tempo ricorrendo al seguente accorgimento: andate nella finestra Stampanti e in Risorse del Computer cliccate su Windows. 
Trovate la cartella Sendto e trascinate tutte le icone delle stampanti nella cartella Sendto, selezionando "crea collegamento". 
Riavviate il PC. 
Adesso per stampare un singolo file, non dovete fare altro che selezionare Invia A e scegliere quale stampante volete usare

Il vecchio comando UNDELETE
Chi si ricorda del vecchio Undelete che sotto Dos ci permetteva di recuperare file cancellati? 
Ebbene in Windows98 questa funzione e' generalmente disabilitata. 
Vedremo adesso come e' possibile ripristinarla. 
Andiamo in Start- Trova - Trova File. Scriviamo il nome di questo file: apps.inf (si trova nella cartella \windows\inf) 
Una volta trovato il file, ci cliccate su due volte e lo aprite. 
Windows vi comunichera' che vuole aprirlo con WordPad. 
Fate OK ed aprite il file. Adesso dovete cercare questa stringa: 
[UNDELETE.EXE] 
(scrivete uguale, comprese le parentesi quadre) Una volta trovata questa stringa, noterete che sotto ci sono due voci: Enable e Disable. La voce Enable va modificata in questo modo: 
Enable=win,dos,dsk,uus 
La voce Disable invece va modificata cosi': 
Disable=afp,asp 
(senza il comando Win) 
Salvate il file e riavviate il sistema. 
Undelete e' ritornato sul vostro PC

Ricerca del floppy
Molte volte all'avvio, Windows perde tempo a verificare se ci sono dischetti nel floppy. 
Questo non solo crea una naturale perdita di tempo, ma provoca anche quel fastidioso rumore. 
Ecco come fare per risolvere la questione: evidenziate l'icona Risorse del computer, con il tasto destro selezionate Proprieta'; cliccate su Prestazioni (e' l'ultima scheda sulla destra). Cliccate su File System da Impostazioni Avanzate. 
Scegliete Disco Floppy e scoprirete che probabilmente la casella "Ricerca nuove unita' floppy ad ogni riavvio del computer" e' selezionata. 
Bene togliete la spunta.

Velozzare il menu avvio
Questa volta vedremo come velocizzare lo spostamento nel menu di avvio di Windows98 agendo sul Registro di Sistema ed aggiungendo una stringa che solitamente non compare, stringa che ha per nome *MenuShowDelay *.
Aprire il registro di configurazione (Start - Esegui - regedit) e cercare la chiave
HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\desktop
A questo punto controllate che ci sia la stringa
MenuShowDelay
Se non c'e' createla dal menu modifica-nuovo. 
Cliccateci su due volte e potete inserire un numero tra l'1 ed il 10; solitamente l'1 e' il piu' veloce. 
Ripetete questa operazione trovando la seguente chiave:
HKEY_USERS\Default\Control Panel\desktop
Noterete un leggero miglioramento della velocita' tra i collegamenti del menu di avvio. 
Chi ha un computer dell'ultima generazione (dal Pentium 450 in su) se ne accorgera' di meno, mentre per gli altri potrebbe essere piu' evidente la cosa.

Modificare il seriale di windows
Trovare il numero di Windows98 e' facilissimo: si va in Pannello di controllo-Sistema ed in Generale appare il numero in chiaro. 
Tuttavia e' possibile modificarlo a piacimento e modificare anche la dicitura "Registrato a nome di". 
Si fa in questo modo: 
Si apre il Registro di Sistema, si cerca la seguente chiave
HKEY_LOCAL_MACHINE\ Software\ Microsoft\ Windows\ CurrenteVersion
Il numero seriale corrisponde alla stringa " ProductId " 
Per modificarlo bisogna cliccarvi sopra e cambiare il valore. 
Invece per quanto riguarda il "Registrato a nome di", bisogna cercare questa stringa:
"RegisteredOwner"
Cliccate su modifica e dategli un altro nome

Dimenticata la password dello screensaver?
Dicono che uno dei sistemi piu' efficaci in fatto di password su Windows98 sia quella impostata tramite Screen saver (il classico salvaschermo). 
In poche parole, potete impostare una password (che solo voi conoscete), allontanarvi tranquillamente dal vostro PC e se qualche ficcanaso arriva per controllare cio' che stavate facendo, non riuscira' ad accedere al desktop, se non riavviando il PC. 
Che succede pero' se avete dimenticato la password? Dovete ricorrere ancora una volta al Registry. 
Fate in questo modo: Start-Esegui-Regedit. Andate sul registro e seguite questo percorso fino a questa chiave:
HKEY_CURRENT_USER\ Control Panel\ Desktop
Una volta trovata, cercate la stringa 
ScreenSaveUsePassword 
(attenzione: dato che il nome e' lungo, potreste leggere solo le prime lettere). Evidenziate la stringa, cliccate su Modifica-Modifica ed impostate come valore esadecimale lo 0 (troverete sicuramente 1 se avete impostato la password). 
Uscite dal Registro di sistema ed andate nel Pannello di controllo-Schermo e vedrete che la casella Protezione (sotto lo screen saver) si e' deselezionata

Evitare lo scandisk all'avvio
Nel caso si utilizzasse come sistema operativo Windows 95 (ma funziona anche con Windows 98) è possibile disabilitare la scansione automatica dello scandisk inserendo (o modificando) all'interno del file MSDOS.SYS, presente sulla root del disco fisso, nella parte relativa alle [Option], la linea: 
Autoscan=0 
==========
Quando non spegniamo correttamente il nostro PC, Windows98 al riavvio ci ripresenta uno scandisk veloce. 
Andate in ESEGUI (da START) e digitate: MSCONFIG.EXE 
Questa e' una comoda utility nascosta nella cartella System di Windows98. 
Contiene particolari accorgimenti tra cui anche questa opzione. 
Una volta aperta andate in Avanzate e settate "Disattiva scandisk dopo chiusura non regolare". 

Collegamento lento per accedere al vostro provider
A volte capita che quando tentiamo di connetterci con il nostro provider c'e' un lasso di tempo abbastanza considerevole che rallenta l'accesso alla navigazione. 
Questa cosa e' motivata dalla voce "Accedi alla Rete". 
Se questa voce e' attiva, allora il servizio di Accesso remoto andra' prima a cercare una rete Microsoft Windows rallentando cosi' l'operazione. 
Bene, una volta preso coscienza di cio', andiamo in Risorse del Computer, poi nella cartella Accesso Remoto. 
Troviamo la connessione che riguarda il nostro Provider. 
Tasto destro, scegliamo Proprieta': andiamo in Tipi di Server e DESELEZIONIAMO la casella Accedi alla Rete. 
Clicchiamo su OK

Connessione TCP/IP sempre più lenta
Puo' capitare di notare una certa lentezza nel collegamento ad Internet. 
In questo caso pero' andremo a modificare alcuni parametri della connessione TCP/IP. 
Aprite il pannello di controllo, andate su Rete e cliccate due volte. Selezionate Dispositivo di Accesso Remoto e poi Proprieta'. Andate in Avanzate: da qui potrete settare il protocollo IP in modo manuale, scegliendo la voce Dimensione Pacchetto IP Pa ed in Valore vi trovate davanti a 4 possibilita':
1) Lasciate in maniera automatica il settaggio.
2) Selezionate il protocollo grande 1500 bps (Max).
3) Selezionate un protocollo intermedio 1024 Bps (Medio)
4) Oppure selezionate il protocollo più piccolo (576 bps) (Min), che rappresenta (manco a dirlo) il protocollo standard del provider Internet italiani. 
Potete provare le varie opzioni e tornare alle precedenti quando volete

Stampare un documento velocemente
Quante volte ci siamo chiesti se ci fosse un sistema piu' semplice di stampare una o piu' pagine evitando ogni volta di aprire prima il menu file, poi scegliere stampante, etc? 
In effetti esiste un sistema ed e' il seguente: andate nella cartella Stampanti che si trova in Risorse del Computer. 
Cliccate una volta sull'icona della vostra stampante evidenziandola. 
Adesso trascinatela con il mouse su un qualsiasi punto del vostro desktop o in basso accanto al pulsante START. 
Vi uscira' una finestra che vi dice testualmente: "Impossibile spostare o copiare l'oggetto in questa posizione. Creare un collegamento invece di spostare e copiare?" 
Cliccate su SI. 
In questo modo non appena volete stampare il contenuto di un file, trascinate il file sopra questa icona ed ecco che la stampante parte!

Barra di Start
Non vi piace piu' la barra delle applicazioni in basso? 
Allora provate a spostarla di fianco oppure addirittura in alto! 
Come fare? 
Semplice: puntate il mouse al centro della barra delle applicazioni, e poi trascinatelo come se fosse una icona: lo potete trascinare in alto o di fianco; quando rilascerete il mouse ecco che la barra si posizionerà dove avrete deciso.

Immagine e informazioni nelle proprietà di sistema
Come si mette l'immagine, tipicamente raffigurante il marchio del produttore, che si trova nella maschera delle proprietà relativa all'icona Risorse del computer.
Il logo del costruttore e le informazioni aggiuntive sono indicate nelle proprietà del sistema. Per personalizzare il contenuto bisogna intervenire sui file "oemlogo.bmp" e "oeminfo.ini" situati nella cartella "c:\windows\system". Per cominciare rinominiamo i due file in "oemlogo_old.bmp" e "oeminfo_old.ini". Creare un'immagine bmp di dimensioni non superiori a 240x120 pixel e salvatela in "c:\windows\system" con il nome "oemlogo.bmp". Per le righe di testo, creare sempre nella stessa cartella, con qualsiasi editor di testo, un file chiamato "oeminfo.ini" dal contenuto simile al seguente:
[general]
manufacturer = PRODUTTORE A SCELTA
model = MODELLO DELLA MACCHINA
[support information]
line1=xxxxxxxxxx
line2=xxxxxxxxxx
line3=xxxxxxxxxx
A questo punto apriamo le Proprietà di Risorse del computer: comparirà un'immagine, del testo e il pulsante "Informazioni di supporto". Cliccando lì sopra, comparire il testo contenuto nelle 3 righe

Creare un'unità virtuale su windows
Come creare unità virtuali su sistemi windows che scompaiono al riavvio del sistema.
Qui di seguito vi illustrerò come creare una partizione temporanea "fittizia" su windows, una vera e propria unità virtuale accessibile normalmente da Risorse del Computer che scompare al riavvio del pc.
Per fare ciò dovremo utilizzare il comando subst presente in tutte le versioni di Windows. Dobbiamo innanzitutto scegliere una cartella che verrà considerata come cartella "radice" dell'unità virtuale. Ad esempio creiamo una cartella denominata myfiles nell'hard disk C:\. Per creare l'unità virtuale clicchiamo su Start, poi su Esegui e digitiamo subst x: C:\myfiles . Al posto di x: potete inserire qualsiasi lettera non utilizzata dal sistema.
Andate ora in Risorse del Computer, e se non si sono verificati problemi noterete la presenza di una nuova unità . Questa "partizione fittizia" avrà le dimensioni dell'hard disk / partizione contenente la cartella originaria (nel nostro caso c:\myfiles ) . Ovviamente se occupate spazio su c:\ , lo occuperete anche su x: e viceversa (nonostante non aggiungiate nulla nella cartella myfiles ) visto che comunque al livello pratico i cluster occupati sono sempre gli stessi; di conseguenza se si formatta la partizione originaria scompare anche l'unità virtuale.
Qual è l'utilità nel disporre di un'unità virtuale? Innanzitutto può essere comodo per distinguere cartelle e file senza incorrerre nella ripartizione del disco. Ma una importante funzionalità consiste nell'emulazione dei lettori cd-rom .
Funzionando come vere e proprie unità, infatti, si comportano anche come veri e propri "device" esterni. E' possibile, quindi, copiare il contenuto di un cd e verificarne il comportamento, oppure assegnare un file di autorun e vedere magicamente comparire in Esplora Risorse l'eventuale icona selezionata e il label assegnato, mentre cliccandoci due volte sopra aprire il file predefinito. E' ottimo quindi per testare i propri cd prima di passare alla masterizzazione vera e propria ( per la creazione di file di autorun consiglio il programma Fast Autorun ).
Ricordo però che queste unità scompaiono al riavvio del sistema. Come fare allora per crearle automaticamente evitando che scompaiano sempre?
Semplice, basta crearle all'avvio del pc indicando a windows la stringa di comando da eseguire. Ecco come fare:
Sistema operativo Operazioni 
Dos / Windows 3.1 / 95 / 98 / ME Aprire il file autoexec.bat presente nella cartella radice del vostro hard disk ( ad ex su C:\) , e aggiungere subst x: C:\myfiles ovviamente modificato a vostro piacere. Salvate il tutto, stando attenti a non modificare gli altri parametri. 
Windows NT / 2000 / XP Qui la procedura è più complessa. Create un file che chiameremo ad esempio creaunit.bat con all'interno il comando subst x: C:\myfiles (personalizzato ovviamente a dovere) e salviamolo ad esempio in C:\ . Poi clicchiamo su Start > Esegui e digitiamo il comando gpedit.msc . Selezionate quindi Configurazione Utente - Impostazioni Windows - Script (Accesso / Fine Sessione) e quindi cliccate due volte sull'icona Accesso. Una volta aperta la finestra cliccate su Aggiungi e premete su Sfoglia nella casella Nome Script . Selezionate il file creaunit.bat , premete Ok e chiudete tutto. 
Nel caso invece volessimo eliminare un'unità virtuale con Windows in esecuzione senza riavviare? Niente di più semplice. Digitate questa volta subst /D x: dove x: sta per la lettera dell'unità virtuale.
Per visualizzare invece la lista delle unità virtuali con la cartella alla quale si riferiscono, digitare semplicemente subst. Vi conviene però aprire una vera e propria finestra / sessione Dos per leggere il risultato, visto che digitando il comando da start > esegui , il programma si chiude rapidamente. Per fare ciò, sempre in Start > Esegui digitate command , ed in seguito il comando subst. Per chiudere la finestra DOS digitare exit . 

Stampare la lista dei file e delle cartelle

Molti iscritti alla nostra mailing list hanno chiesto di rivedere pubblicato, in un'unica soluzione, il trucco - proposto alcune settimane fa - che permette di aggiungere alla shell di Windows una nuova funzione, utile per la stampa di un elenco dei file e delle cartelle contenuti nella directory selezionata.
La versione del trucco qui ripubblicata include l'errata corrige segnalato nell'uscita n.222 della mailing list insieme con un nuovo aggiornamento.
Incredibile ma vero! Nessuna delle versioni di Windows sinora rilasciate include una funzionalità per la stampa, da Gestione risorse/Esplora risorse/Risorse del computer, della lista di file e cartelle memorizzati sul disco fisso.
Per risolvere questa mancanza, vi suggeriamo di applicare il trucco che segue.
In primo luogo, create in C:\ un nuovo file di testo (potete utilizzare, allo scopo, anche il Blocco Note di Windows) ed incollate al suo interno le quattro righe seguenti:

@echo off
dir %1 /s /O:GN > %temp%\dir.txt
start /w notepad.exe /p %temp%\dir.txt
del %temp%\dir.txt

Salvate il file quindi rinominatelo in STAMPA.CMD
Assicuratevi che il file rinominato non contenga ancora l'estensione .TXT col quale l'avete inizialmente installato (avviate Risorse del computer, cliccate sul menù Opzioni cartellla...,sulla scheda Visualizzazione quindi, dall'elenco "Impostazioni avanzate", verificate che la voce "Nascondi le estensioni per i tipi di file conosciuti" sia DISATTIVATA). Verificate di nuovo, quindi, che il file poco fa salvato si chiami STAMPA.CMD. Si supponga di averlo memorizzato nella directory radice (C:\) del disco-partizione C:.
A questo punto, avviate l'Editor del registro di sistema e portatevi in corrispondenza della chiave HKEY_CLASSES_ROOT\Folder\shell. Fate clic col tasto destro del mouse sulla chiave shell quindi scegliete "Nuovo, Chiave". Alla chiave appena inserita attribuite il nome "Stampa" (senza le virgolette). In alternativa potete inserire anche "Stampa lista file e cartelle" o la dizione che preferite. Fate clic con il tasto destro del mouse sulla chiave appena inserita ("Stampa" oppure "Stampa lista file e cartelle") quindi scegliete "Nuovo, Chiave". Alla chiave appena aggiunta assegnate il nome "command" (senza le virgolette").
Cliccate sulla chiave "command" e fate doppio clic sulla stringa denominata "(Predefinito)" e situata all'interno del pannello di destra dell'Editor del registro. Nella casella "Dati valore" digitate quanto segue:
c:\stampa.cmd "%1"
Importante: non dimenticate di porre %1 tra le virgolette.
Premete il pulsante OK quindi il tasto F5 sulla tastiera.
Da questo momento in poi, facendo clic con il tasto destro del mouse su una cartella, comparirà, nel menù contestuale, la voce "Stampa" o "Stampa lista file e cartelle". L'elenco dei file e delle cartelle verrà inviato al Blocco Note di Windows quindi immediatamente stampato mediante la stampante configurata come predefinita (ved. Start, Stampanti e fax).
L'opzione /s contenuta nella seconda riga (dir %1 /s /O:GN > %temp%\dir.txt) del file STAMPA.CMD permette di ottenere la lista di tutti i file e le cartelle contenuti nelle eventuali sottocartelle della cartella selezionata. Qualora voleste limitare la stampa alla sola cartella selezionata potete tranquillamente eliminare lo switch /s.
L'opzione /O:GN richiede la visualizzazione, prima, delle cartelle quindi, in ordine alfabetico, dei restanti file.
Lo switch /p nella terza riga (start /w notepad.exe /p %temp%\dir.txt) "comunica" al Blocco Note che la lista deve essere immediatamente inviata alla stampante predefinita. Se non volete che l'elenco venga subito stampato potete eliminare l'opzione /p.

Eliminare le icone del computer
La disinstallazione di un componente hardware o software potrebbe rendere inutili alcune icone presenti nel Pannello di Controllo. Queste icone sono costituite da file .cpl (dei quali si può trovare una lista completa digitando .cpl nell'opzione Trova File). Per rimuoverle, aprite il file "%windir%\control.ini", da Esegui. Create quindi una linea iniziale chiamata "[don't load] ed inserite i nomi delle icone che desiderate rimuovere, per esempio: Joystick.cpl=no

Catturare le schemate
Per salvare tutta la videata di Windows, basta schiacciare il tasto STAMP (o PRINTSCREEN) sulla tastiera. Se invece vogliamo salvare SOLO la finestra in primo piano ed ignorare tutto il resto, schiacciamo ALT+STAMP (o PRINTSCREEN). Per incollare il tutto, basta usare il solito metodo CTRL+V (o Modifica - Incolla dal menù).

Recuperare la Product Key di Windows
Regedit e posizioniamoci sulla chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE/SOFTWARE/Microsoft/Windows/CurrentVersion. 
Nel pannello destro della finestra dell'editor sono elencate una serie di chiave tra cui nache il PRODUCTKEY. Il valore ad esso associato sarà esattamente quello richiesto durante il procedimento di installazione. Prendiamone nota e inseriamolo quando viene richiesto.
Se il sistema operativo è Windows 2000/XP, allora procediamo sarà lo stesso. Anche in questo caso bisogna aprire l'editor del registro di configurazione, ma a differenza del caso precedente bisognerà posizionarsi sulla seguente chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE/SOFTWARE/Microsoft/WindowsNT/CurrentVersion 
che conterrà la chiave ProductKey.

La connessione di accesso remoto non permette di salvare la password

Password di connessione non viene salvata
Una delle domande piu' quotate e' la seguente: la casellina di registra password non e' attiva, non riesco a memorizzare la password, cosa fare? 
Questo e' un vecchio problema di windows95, forse anche su alcuni windows98 si manifesta. 
La prima soluzione e' per quelli che hanno Internet Explorer versione 5 o successiva. 
Andate nelle Opzioni - Connessioni; selezionate la connessione e premete su Impostazioni. In fondo scrivete il vostro nome utente e password, cliccando su OK. 
Altre soluzioni sono: cancellate la connessione di accesso remoto e rifatela. 
Se ancora non funziona, andate nel Pannello di Controllo - Installazione/applicazioni e da qui rimuovete il modulo di Accesso Remoto. 
Riavviate il PC e - con il cd rom di Windows98 - lo reinstallate nuovamente. 
Un'altra possibilita' (meno drastica della precedente) e' quella di creare la connessione ad internet non manualmente, ma seguendo l'Internet Connection Wizard, la connessione guidata di windows98

Come proteggersi dai DIALER
Per essere sicuro al 100% di non cadere nella rete dei dialers bisogna andare a modificare le impostazioni di Internet Explorer, e più precisamente bisogna disattivare gli active-x e il download dei files.
Apri internet Explorer e clicca su:
Strumenti -> Opzioni Internet -> Protezione -> Livello personalizzato
A questo punto si aprira' una nuova finestra dove bastera' scelgiere "Disattiva" su queste voci:
- "Active-X" - Disattiva TUTTE le voci che contengono la scritta "Active-X"
- "Download dei Files" - Disattiva anche questa voce per impedire lo scaricamento dei files.
Dal punto di vista della sicurezza questo è il metodo più sicuro che esiste per evitare di scaricare involontariamente dei dialer. D'altro canto è un metodo un po' drastico perchè blocca il download di qualsiasi file. Infatti se dovete scaricare qualche file bisogna tornare nelle opzioni e riabilitare le voci che abbiamo disabilitato in precedenza.
Un'altra soluzione sarebbe installare dei programmi (se ne trovano anche freeware) che permettono la connessione a numeri di telefono che vengono salvati in modo da evitare telefonate a numeri italiani a pagamento o a numeri internazionali.
Conviene anche chiamare il 187 (per l'utenza Telecom) e disattivare il servizio per i numeri 166, 899, 709 e per tutti i numeri a pagamento. 
In questo modo modo dovremmo stare tranquilli ed essere quasi sicuri di essere al riparo da dialer.
-ATTENZIONE-
Se ti colleghi ad internet con un modem ADSL non potrai mai utilizzare i dialers, e quindi sei sicuro al 100%. Valuta se la zona in cui abiti te lo consente e se la durata media delle telefonate e' sufficiente per giustificare la spesa (di solito basta mezz'ora al giorno perche' convenga).

Come impedire le modifiche al desktop
Per impedire che chiunque usi il Pc possa cambiare la configurazione del desktop, procedere come segue:
1- Attivare l'editor del registro (digitate Regedit in Eseui) 
2- Ricercare la chiave HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\Policies\Explorer 
3- Aprire la chiave Explorer e fare doppio clic su NO SAVE SETTINGS
4- Sostituire 0 con 1 nel campo VALORE della finestra di dialogo 
5- Fare clic su OK e chiudere l'editor 
6- Riavviare Windows98. 
Ora anche se venissero cancellate icone, oppure inserite nuove voci nel menu di scelta rapida del pulsante Start, o modificata la disposizione delle icone, una volta riavviato Windows tutto tornerà come prima con grande disappunto del rompiscatole di turno che mette le mani sul vostro PC :-)

Un altro sistema per eliminare index.dat 
Ecco un altro sistema per eliminare il famoso file index.dat, eludendo la protezione di Windows (unico inconveniente la totale perdita dei file temporanei).
1) Con esplora risorse individuare la cartella Impostazioni locali/Temporary Internet Files
2) Trascinare la suddetta cartella sul Desktop
3) Riavviare il PC (Windows creerà di nuovo detta cartella, però di soli 34 kb e senza alcuna traccia dei vostri siti visitati)
4) Eliminare semplicemente la cartella sul desktop
Trucco già sperimentato su Win98 per una decina di volte senza alcun visibile problema

Modificare il percorso di installazione di Windows 98 e Me 
Windows di solito viene installato tramite un CD-ROM; per comodità è possibile copiare i file di installazione sul disco rigido. Windows cercherà comunque i file da installare sul CD-ROM ed occorrerà quindi indicare la nuova cartella di origine modificando il Registro di configurazione.
E' sufficiente aprire il registro di configurazione (Start - Esegui - Regedit)e cercare la voce: 
Hkey_Local_Machine\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Setup
Nella parte destra troverete la voce "SourcePath" nella quale è specificato il percorso di installazione di Windows. Cliccando due volte con il mouse su tale voce, potrete modificare il percorso specificando quello dei file di Windows all'interno del disco rigido.

Disabilitare il salvataggio delle password
Il trucco: le connessioni ad Internet presenti in Accesso Remoto consentono di salvare la password di connessione selezionando la casella "salva password"; talvolta, per motivi di sicurezza puo' rivelarsi utile non consentire questo salvataggio, in modo che ad ogni connessione sia necessario inserire la password per connettersi. Per disabilitare il salvataggio della password occorre aprire il registro di configurazione (Start - Esegui e digitare 'regedit') e cercare la chiave Hkey_Local_Machine\ System\ CurrentControlSet\ Services\ Rasman\ Parametres\ Windows \ CurrentVersion\ Policies\ Explorer 
Nella finestra di destra cliccare in punto vuoto e dal menu contestuale scegliere 'Nuovo - Valore DWord' e chiamarlo 'disablesavepassword' (naturalmente senza apici). A questo punto cliccarvi sopra due volte e assegnarvi il valore 1.
Chiudere il registro e riavviare il sistema. Per consentire di nuovo il salvataggio della password sostituire al numero uno il numero zero.
Il trucco e' stato testato su Windows 98

Assicurarsi sempre di aver acceso modem e stampante, prima dell'avvio di Windows
Il sistema operativo Windows e' in grado di riconoscere automaticamente le variazioni che vengono apportate al sistema. Se avete acquistato un nuovo modem esterno o una stampante, assicuratevi sempre di averli accesi prima dell'avvio di Windows, oltre ad averli collegati: in questo modo il sistema operativo sara' in grado di accertarne immediatamente l'esistenza e proporre l'installazione guidata dei driver necessari al funzionamento. Le nuove schede, installate all'interno del personal computer, (per esempio una nuova scheda grafica, una scheda sonora o una scheda di rete) vengono generalmente riconosciute al primo avvio del sistema. Nel caso abbiate acquistato un prodotto molto recente, piuttosto che utilizzare il driver presente all'interno del CD ROM di installazione di Windows, si consiglia, di munirsi dell'ultima versione dei driver disponibili, 
meglio se direttamente dal sito del produttore. Si tenga pero' presente che i driver sono dei veri e propri programmi che, come qualunque altro software, possono contenere errori o imperfezioni (bug e altri difetti). Qualora notiate alfunzionamenti o problemi di compatibilita' occorre verificare che le impostazioni dei driver interessati siano corrette. Ecco come fare. Tutte le informazioni relative alla configurazione delle periferiche installate, sono racchiuse all'interno della sezione Sistema del Pannello di controllo di Windows. Nella finestra Sistema di Windows vengono elencate tutte le periferiche collegate al personal computer: qualora una o piu' di esse non funzioni correttamente, il sistema operativo pone un punto 
esclamativo di colore giallo. Ricordiamo che in Windows 2000 e' necessario accedere alla scheda Hardware, quindi cliccare sul pulsante Gestione periferiche per ottenere la lista completa delle periferiche installate. Se un componente hardware non viene rileva to automaticamente da parte di Windows, perche' ritenuto sconosciuto, provate a selezionare la periferica che causa problemi e premete il pulsante Proprieta'. Generalmente, quando una periferica non risponde, e' possibile che non sia stato specificato, all'interno della cartella Risorse, il corretto livello di interrupt (IRQ). Ciascuna periferica utilizza una propria linea IRQ che permette di dialogare direttamente con il microprocessore del computer. Se piu' dispositivi utilizzano lo stesso livello di interrupt e' possibile che si generino conflitti che ne impediscono il funzionamento. Questo problema riguarda soprattutto le schede piu' vecchie, in particolare quelle che non sono supportate dalla tecnologia Plug & 
Play. Windows 2000, per esempio, non riconosce correttamente una scheda tv tuner collegata al personal computer: essa viene indicata con una generica voce "controller video multimediale" all'interno del Pannello di controllo e, ovviamente, non ne viene garantito il funzionamento. Per potere utilizzare la nostra scheda tv tuner anche in Windows 2000, o qualsiasi altra 
periferica non funzionante, e' necessario entrare nel Panello di controllo, premere il pulsante Proprieta' sull'icona della periferica, quindi aggiornare il software premendo la voce Aggiorna. Il programma, scaricato automaticamente dal sito del produttore, presenta le impostazioni inizialmente corrette per il funzionamento della periferica.

Come non far apparire i dati recenti....
Dal menu Dati Recenti è possibile vedere tutti i file sui quali abbiamo lavorato di recente (appunto). Però non tutti sanno che modificando il Registro di Sistema è possibile fare in modo che documenti aperti di recente non vengano più aggiunti in questa lista. 
Procediamo: aprite l'editor del registro di sistema e trovate la chiave: 
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\ Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer 
Se questa chiave non esiste, allora create un nuovo valore DWORD chiamandolo "NoRecentDocsHistory" (senza le virgolette). Adesso fate doppio clic su "NoRecentDocsHistory" ed impostate il valore 1.
Riavviate il sistema dopo aver chiuso il Registro. Se volete disattivare questa restrizione, allora tornate sul valore "NoRecentDocsHistory" e modificate da 1 a 0. 

Spegnere Windows con un comando .bat 
E' possibile far si che il PC si spenga ad un orario prefissato con un semplice espediente e senza far uso di programmi esterni a Windows.
Come primo passo è necessario creare un file .bat (questa estensione dovrebbe essere molto nota a chi ha iniziato ad usare il computer qualche annetto fa, prima del massiccio imporsi di Windows).
Seguite questo percorso:
fate un click destro e scegliere Nuovo - Documento di testo; 
aprite il file così creato ed scrivete all'interno la seguente stringa: Rundll32 user,Exitwindows (è una chiamata al file di sistema Rundll32.exe, generalmente residente nella directory di installazione di Windows); 
salvate le modifiche e rinominate il file come volete ma facendo attenzione ad assegnargli l'estesione .bat (ad esempio chiudi.bat).
Se non riuscite a visualizzare l'estesione dei file, il vostro sistema operativo sarà impostato per nasconderla; per poterla visualizzare sarà sufficiente aprire una cartella qualsiasi, scegliere Visalizza - Opzione Cartella - Visualizza e togliere il segno di spunta alla voce "Nascondi le estensioni dei file per i tipi di file conosciuti"; 
a questo punto sarà sufficiente far si che l'utilità di pianificazione di Windows (Start- Programmi - Accessori - Utilità di sistema - Operazioni pianificate) richiami il nostro file ad un determinato orario ed il PC si arresterà. Ovviamente facendo un doppio click direttamente sul file avremo lo stesso effetto.

Disabilitare lo scandisk all’avvio
Alcune volte capita che per varie ragioni ad ogni avvio Windows faccia partire lo scandisk nonostante sia stata nostra cura spengere correttamente la macchina la volta precedente.
Vediamo oggi come disabilitarlo dall’avvio:
Apriamo il registro di sistema (Start – Esegui – Regedit) e posizioniamoci alla chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\ Control\Session Manager
Sulla destra, all'interno di questa chiave, individuiamo e facciamo doppio click sulla multistringa denominata BootExecute. Di default questa stringa è impostata a autocheck autochk * ma noi la sostituiremo con:
autocheck autochk /k:X *
Dove al posto della X metteremo la lettera del drive su cui non vogliamo più lo Scandisk all’avvio.

Riattivare l'anteprima delle immagini 
I programmi grafici e altre applicazioni Windows creano in genere delle associazioni con determinate estensioni di tipi di file. 
Questa associazione consiste, in Esplora Risorse, di aprire con un doppio click l'applicazione associata a un determinato tipo di file: per esempio un file .jpg viene aperto automaticamente da Photoshop. A volte qualche programma, in fase d'installazione, sovrascrive la propria associazione su quella registrata precedentemente da un altro programma. 
In tal caso l'Anteprima in Esplora risorse non funziona perchè manca l'associazione giusta. 
Il problema incontrato si può risolvere facilmente con un intervento diretto nel Registro di Sistema. Aprite l'editor da Start - Esegui - Regedit e posizionatevi alla chiave:
Hkey_Classes_Root\.Tipofile\ShellEx
Al posto di Tipofile si deve cercare il formato grafico desiderato: Windows98 supporta per esempio i formati immagine .Art, .Bmp, .Dib, .Jpg, ecc... Così per cercare la voce adatta per i file .jpg si dovrà cercare Hkey_Classes_Root\.Jpg\ShellEx.
Fare click con il mouse su ShellEx a sinistra e tramite la voce Nuovo - Chiave creare una nuova sottochiave avente come valore: {BB2E617C-0920-11D1-9A0B-00C04FC2D6C1}
Per evitare errori copiatela e incollatela.
Poi selezionare la nuova chiave e fare doppio click a destra sulla voce Predefinito. Qui come valore impostare {7376D660-C583-11d0-A3A5-00C04FD706EC}
Le stesse modifiche vanno effettuate per ogni tipo di formato grafico che non offre più l'anteprima. 
Naturalmente in Esplora risorse si deve attivare la vista delle cartelle Come pagina Web (attivabile dal menù visualizza). Poi si provi a selezionare uno dei file prima inattivi, per verificare il nuovo effetto.
Trucco testato su Windows 98

Visualizzare un nuovo sfondo del desktop a ogni avvio
Il trucco di oggi ci permette di cambiare in modo automatico lo sfondo ad ogni avvio di Windows.
Scaricate il file Chngwall.Vbs (http://click.be3a.com/click_it.html?ADVD=544615.326453.2) da qui e mettetelo:
nella cartella: Windows\MenuAvvio\Programmi\Esecuzione automatica per Windows 9X/ME; 
nella cartella: WinNT\ProFiles\\MenuAvvio\Programmi\Esecuzione automatica
per Windows NT; 
nella cartella Documents and Settings\\MenuAvvio\Programmi\Esecuzione automatica per Windows 2000/XP.
Al posto di <Utente> va inserito il nome dell’utente a cui vogliamo che venga cambiato lo sfondo in automatico.
Il passo successivo è la creazione sul disco C: di una nuova cartella denominata Sfondi. In questa cartella dovete salvare le immagini che si vogliono utilizzare come sfondi. Per Windows NT devono essere Bmp, mentre per le altre versioni di Windows potete usare anche file Jpg; in quest'ultimo caso dovete verificare che sia attivo l’Active Desktop, aprendo proprietà dello schermo e selezionando la scheda Web: la casella Visualizza contenuto Web sull'Active Desktop deve essere spuntata.
Non resta altro da fare: ad ogni avvio il file vbs viene eseguito e conta i file presenti nella cartella sfondi. Il programma sceglie a caso una delle immagini come sfondo per il desktop. Occorre comunque the sia installato Windows Scripting Host.
Tutti coloro che conoscono il Visual Basic possono trovare i sorgenti commentati e spiegati cliccando qui (http://click.be3a.com/click_it.html?ADVD=544615.326453.3)
Un avvertimento per coloro che hanno installato un antivirus: quest'ultimo potrebbe impedire l'esecuzione dello script; in questo caso dovete acconsentire l’esecuzione di tale script.

Aprire directory e sottodirectory con un semplice asterisco
Premessa: nel sistema operativo Windows98 la funzione Gestione Risorse è stata sostituita con Esplora Risorse (si trova in Start-Programmi-Esplora Risorse, in XP Pro invece la trovate in Start-Programmi-Accessori).
Ebbene, una funzione abbastanza curiosa ed interessante è rimasta: quella di visionare tutte le directory e sottodirectory di una cartella (o di una unità) premendo il tasto asterisco (*) che si trova sul tastierino numerico. Potete fare così in questo modo: andate in Esplora risorse. Selezionate un’unità oppure una cartella (io ho usato la cartella Documenti) e premete il tastierino. 
Dopo una manciata di secondi ecco che vi appariranno tutte le directory e sottodirectory che fanno riferimento all'unità o cartella che avete scelto.

Identificare una cartella con una lettera di drive (Win98,Me,2k,XP)
Si lavora spesso con una o più cartelle a cui è necessario accedere rapidamente che, però, per esigenze di ripartizione logica di dati, risultano profondamente annidate. Si vorrebbe poter accedere direttamente alle cartelle, identificandole come se fossero dei dischi separati, mediante una lettera di drive a scelta. Qeusto trucco è realizzabile con un comando già presente in DOS: il comando SUBST associa infatti una cartella un identificativo di drive. Il comando va seguito da due parametri separati da uno spazio: la lettera di drive che si vuole utilizzare e il percorso che si vuole integrare come drive. Avviare il Prompt di Ms-Dos (o prompt dei comandi in Windows 2k/XP); supponendo di voler associare la cartella C:\dati\pippo\\pluto\2003\dati alla lettera del drive Z si deve digitare il comando:
SUBST Z "C:\dati\pippo\\pluto\2003\dati" e premere invio; a seguito di ciò sarà possibile accedere alla cartella cliccando sull'icona del drive Z. Se il nome della cartella contiene degli spazi, è necessario che il percorso venga posto tra virgolette. L'unico difetto di questa procedura è che i drive virtuali creati in questo modo decadono quando si chiude la sessione di lavoro. Per non dover quindi ripetere l'assegnazione ogni volta che si riavvia Windows, conviene creare un apposito file batch da far eseguire a ogni avvio. 

Limitare gli access non autorizzati (Windows)
Per obblicage un utente ad inserire la password di accesso a Windows 95/98, impedendo così l'access non autorizzato, è necessario modificare il Registro di sistema. Per farlo, dopo aver lanciato Regedit, selezioniamo la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\Network\Logon. Ora aggiungiamo una stringa DWORD, facendo clic con il tasto destro del mouse nella zoana della finestra di destra e selezioniamo Nuovo/Valore DWORD. Rinominiamo il nuovo elemento com MustBeValidated, e diamogli valore esadecimale 1, facendo doppio click con il mouse sul nome stesso dell'elemento. Riavviato Windows, nella finestra di richiesta password risulterà disattivato il pulsante annulla, obblicando l'utente ad inserire la password. - P.S. E' probabile che chieda il nome di un dominio.........

Windows 98: Reinstallare il sistema operativo sopra una copia già presente
Chi volesse reinstallare il sistema operativo (Windows 98 o Windows 98 SE) ripristinando i file danneggiati o sostituiti, può utilizzare il file PCRESTOR.BAT contenuto nella cartella \TOOLS\SYSREC del CD ROM di installazione di Windows 98 o Windows 98 SE.
Il file batch PCRESTOR.BAT provvederà a creare sul disco fisso C: una cartella denominata "RESTORE" quindi collocherà, al suo interno, il file MSBATCH.INF.
Immediatemente dopo verrà lanciata la procedura di installazione di Windows 98 che provvederà, come da indicazioni contenute nel file MSBATCH.INF, a reinstallare il sistema operativo sopra la copia già presente offrendo, in questo modo, la possibilità di riparare un sistema danneggiato.
Questo trucchetto funziona soprattutto quando si ottengono degli errori relativi a file VXD mancanti o corrotti.

Gli switch magici per l'installazione di Windows 98
Ogniqualvolta avviate l'installazione di Windows 98 solitamente scrivete SETUP al prompt di MS DOS.
Vogliamo presentare qui alcune interessanti opzioni ("switch" in inglese) che, aggiunte immediatamente dopo SETUP consentono di attivare funzioni speciali od intervenire su alcune impostazioni della procedura di installazione di Windows 98.
/IS
non avvia ScanDisk
/IM
salta il controllo della memoria
/ID
salta il controllo dello spazio disponibile su disco
/IQ
salta il controllo dei file incrociati
/IL
carica il driver del mouse Logitech anziché quello Microsoft predefinito /C non carica lo SmartDrive
/IN
non avvia il modulo per l'impostazione della rete
/T:TMP
specifica la directory dove verranno copiati i file temporanei necessari per il setup
/IE
evita la creazione di un disco di emergenza
/IH
evita il controllo del registro di sistema
/IV
evita di visualizzare le informazioni di presentazione durante la fase d'installazione
/IW
salta la visualizzazione del contratto di licenza d'uso
/NTLDR
salta la diagnosi sulla presenza di un altro sistema operativo
/NM
salta la procedura di verifica del processore installato. E' quindi possibile installare Windows 98 anche su sistemi che non raggiungono i requisiti specificati.
Alcuni sono switch non documentati.
E' possibile combinare più switch insieme. Per esempio:
SETUP /IS /IE
Avvia la procedura di installazione di Windows 98 evitando l'esecuzione di ScanDisk e la creazione del disco di emergenza.
SETUP /p b
permette di seguire passo passo il processo di riconoscimento di ciascuna periferica collegata al sistema. Ciò consente di individuare problemi hardware durante l'installazione.
Se il vostro personal computer (come tutti quelli più recenti) è dotato di un BIOS Plug and Play il comando
SETUP /P I
consentirà di identificare una periferica Plug and Play difettosa.

Dov'è il fax in Windows 98?
Microsoft Fax sembra essere sparito. Tranne che nella recente versione SE, in Windows 98, apparentemente, non ve n'è traccia. Purtuttavia il programma è sempre presente nel CD di installazione all'interno della cartella \Tools\Oldwin95\Message. Il file eseguibile da avviare per lanciare l'installazione del programma per la gestione fax è AWFAX.exe.
L'installazione di Microsoft Fax implica la presenza di un client MAPI come Outlook 97, Outlook 98 o Microsoft Exchange.
Se nessun client MAPI è presente va obbligatoriamente installato prima il Windows Messaging System facendo doppio clic su WMS.exe. Al termine, si potrà quindi avviare AWFAX.exe.

Analisi del registro di sistema di Windows: cos'è, come intervenire, come ottimizzarlo

WINDOWS ME
Il nuovo sistema operativo Microsoft, per essere più veloce alla partenza e più "stabile", ha "perso" il DOS, che ora è solamente richiamabile in finestra. Ci sono utilities che permettono di farlo ricomparire alla partenza, ma è un'operazione piuttosto pericolosa, poichè si va accanto ai files di sistema di Windows ME.
Inoltre, tra le novità del sistema operativo, c'è quella del ripristino dei files di sistema. Infatti se per caso noi cancelliamo un file considerato di sistema, Windows ME lo ripristina al prossimo riavvio (cancellazione di Autoexec.bat, Config.sys o Command.com).
Altra utility è quella del ripristino del sistema. Infatti è possibile tornare "sui propri passi". L'utility si chiama PCHealth e si trova in Programmi - Accessori - Utilità di sistema - Microsoft System Information - Strumenti - Ripristio configurazione di sistema. Questa utility è utile per certi versi, perchè se aggiornata costantemente, permette di ripristinare la configurazione precedente (funzionante), ma come punto negativo, in caso in cui il sistema operativo sia virato, anche il virus viene salvato e perciò ripristinato. Nessun Antivirus, per adesso, può agire sulla cartella di PCHealth, poichè è di sistema ed è il sistema operativo stesso a bloccarne l'accesso dall'esterno.
Il programma PCHealth, per ripristinare il sistema, cancella tutti i dati nuovi scritti sul computer, eccetto quelli contenuti in "Documenti". Perciò attenzione al ripristino, poichè quello che è stato installato, verrà automaticamente cancellato.

Windows dimenticato il salvataggio della password nella connessione
La finestra che avvia la connessione ad internet, offre la possibilità di attivare l'apposita casella Salva password in modo da non essere costretti a digitarla manualmente ad ogni connessione. A volte però può accadere che Windows non ricordi più tale parola chiave costringendo l'utente a reinserirla. Ci sono 3 diversi modi:
1) provare a creare la connessione ad internet aprendo la finestra accesso remoto e facendo doppio clic su crea nuova connessione. Verificare che Accesso remoto e tutti i relativi componenti siano installati correttamente. Controllare che la voce Client per reti Microsoft sia presente all'interno della finestra Rete (dentro a Pannello di controllo). Se la password rimane ancora non salvabile, avviare l'editor di registro, e cercare: Hkey_local_machine\Software\Microsoft\Windows\Currentversion\Network\Realmodenet. Se la voce autologon situata nel pannello di destra ha il valore 00, fare doppio clic su di essa e sostituire il doppio zero con il valore 01 00 00 00 00. Riavviare il sistema.
2) Fare doppio clic sull'icona Rete (dentro a Pannello di controllo) e cliccate sulla scheda Identificazione. Il gruppo di lavoro e la descrizione del computer non hanno alcun valore per la connessione ad internet, tuttavia provate ad inserire come nome del computer il nome utente usato per l'accesso ad internet. Riavviare il sistema e provare a lanciare la connessione: la casella Salva Password dovrebbe risultare attiva.
3) Talvolta il file contenente le password può essere diventato illeggibile. Provare a cancellare o rinominare i files con estensione PWL contenuti nella cartella di Windows. Tenete presente che se avete configurato sul vostro computer più di una connessione di Accesso Remoto e la casella relativa al salvataggio della pw risulta disabilitata anche in una sola di esse, per nessuna di esse Windows memorizzerà la password. 

Installare Windows 9x o Me su computer non potenti 
E' possibile installare Windows su macchine non sufficientemente potenti, inserendo un parametro al momento dell'installazione. Lanciamo:
setup /nm    (= no minimum)
Questo parametro disattiva il riconoscimento dell'hardware, relativamente al processore installato.

Windows 95 - Settaggi del MS-DOS.sys
Editando il file msdos.sys, ubicato nella radice (c:\), possiamo attivare certe opzioni. Se non presente, bisogna entrare in Strumenti - Opzioni Cartella - Visualizza files nascosti.
[path]
WinDir=c:\windows (directory predefinita di windows 9x)
WinBoot=c:\windows (i files necessari di avvio)
HostWinBootDrv=c (ossia il disco di avvio)
[options]
BootMulti=n       (0 Partenza di Windows 95, 1 Dual Boot)
BootWin=n         (0 Parte col S.O. precedente, 1 Win95 è il S.O. predefinito)
BootFailSafe=n   (0 Fa partire il sistema in modalità "normale, 1 Abilita la Modalità Provvisoria per l'avvio del sistema)
BootGui=n           (0 Interfaccia a caratteri, 1 interfaccia grafica)
BootDelay=n       (Definisce i secondi di pause durante la partenza di Win95, Predefinito è 2)
BootKeys=1        (Rende attivi i tasti Funzione - F4, F6 e F8)
BootMenu=1       (Attiva la visualizzazione del menù di Win95)
Logo=n                 (0 Disattiva il logo, 1 Mostra il logo di Win 95 - predefinito)
LoadTop=n          (1 Valore di default - Carica il file COMMAND nella memoria alta)
DblSpace=n         Carica automaticamente il driver DBLSPACE.BIN  (1 attivo, 0 disattiva. 1 è default)
DoubleBuffer=n    Abilita il double buffering per il controller SCSI   (0 disattiva, 1 attiva)
DrvSpace=n         Carica automaticamenti il driver DRVSPACE.BIN  (1 attivo, 0 disattiva. 1 è default)
Network=n           Abilità la Modalità Provvisoria con supporto di rete
AutoScan=n         (0 disabilita lo scandisk all'avvio di una chiusura non corretta
                             1 chiede di eseguire lo scandisk in caso di cattivo  chiusura
                             2 esegue lo scandisk automaticamente quanto è richiesto)

Cancellare le voci dall'Uninstall (Installazione/disinstallazione applicazioni)
Lanciare il programma REGEDIT.exe
Cercare la voce:
Hkey_local_machine\software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall
Selezionare le voci che non interessano.

Arresto e riavvio del sistema a portata di un clic
E' possibile fare un collegamento sul nostro desktop per riavviare e arrestare il sistema.
Arresto sistema: creare un collegamento, con tasto destro, nuovo collegamento digitando questo comando:
c:\windows\rundll.exe  user.exe,exitwindows  e nominare il collegamento con "Arresta sistema"
c:\windows\rundll.exe  user.exe,exitwindowsexec  e nominare il collegamento con "Riavvia il sistema".

Installazione di Windows velocizzato 
Usando le opzioni "setup /ie /is /iv", non viene creato il disco di ripristino, non esegue i controlli preliminari sul sistema e salta le schermate di auto-celebrazione di Microsoft.
 

Le lettere delle unità  
D: E' possibile cambiare la lettera delle unità di Windows?
R: A parte i dischi fissi, che hanno lettere fisse (a parte con Windows NT), le unità cdrom o ZIP (unità removibili) possono essere cambiati come lettera, per comodità. Entrare in Pannello di Controllo - Sistema - Gestione Periferiche - Unità cdrom - Proprietà. In impostazioni dell'unità c'è la possibilità di scegliere l'unità da assegnare. 

Windows Me e il DOS 
Il DOS con Windows ME è sparito. E' possibile recuperarlo con una patch (un po' pericolosa, a dire il vero) scaricabile da internet.
Per avere il DOS in Real Mode, si può fare solo con un disco di avvio.
La sua creazione è possibile tramite il Pannello di Controllo, attraverso Installazione Applicazioni - Disco di avvio.
L'utility è scaricabile all'indirizzo (non distribuita da Microsoft):
http://www.geocities.com/mfd4life_2000 oppure scarica qui
con la quale, anche su un pc Windows ME, all'avvio si può raggiungere la modalità DOS. Il concetto è semplice: se con un dischetto di avvio si riesce ad avviare il sistema DOS, si dovrebbe potere utilizzare i relativi file anche nell'avvio da disco fisso.
La patch sostituisce fra l'altro il file di sistema "io.sys" con la versione di Windows che mette a disposizione per il disco di avvio. Basta poi apportare alcune modifiche ai files "autoexec.bat" e "config.sys". Prima di utilizzare la patch conviene sempre effettuare una copia di riserva dei files che vengono sostituiti: "io.sys", "commando.com" e "regenv32.exe" su un dischetto.
Tuttavia la patch ha un grosso difetto: nel suo menù di avvio non è più presente l'opzione per l'avvio in modalità provvisoria. Problemi di driver, che ostacolano l'avvio di Windows, spesso in tali caso sono difficili da risolvere.
Per ripristinare la versione originale dei file di sistema, i file che sono stati sostituiti dalla patch devono essere ricopiati nuovamente dal dischetto precedentemente creato nella loro posizione originale, e si devono eliminare manualmente le modifiche che la patch stesso ha apportato ai file di sistema "autoexec.bat" e "config.sys". In alternativa, naturalmente, si può anche utilizzare il programma di ripristino del sistema, che include tali file nel proprio salvataggio.

Windows ME
Il nuovo sistema operativo della Microsoft, durante l'installazione del sistema operativo, crea una cartella, all'interno della stessa cartella di Windows, con la copia dei files di sistema (la cartella Win9x del cdrom di installazione). Questo perchè in caso di installazione di nuove periferiche, invece di dover cercare il cdrom del sistema, i files di installazione vengono presi direttamente dal disco fisso. Se si vuole liberare spazio su disco, si può cancellare questa cartella (c:\windows\options), che occupa circa 140 Mb di spazio. 

Installazione della versione completa sopra Windows 95/98
Desiderate aggiornare Windows 95/98 con una nuova versione di Windows? L'installazione si blocca tuttavia con l'identificazione che la versione in possesso (quella completa) può essere installata su sistemi senza Windows.
C'è uno stratagemma che si può utilizzare.
Copiare i files ".cab" (d:\win9x - d=cdrom) sul disco fisso. Riavviare il sistema operativo in modalità ms-dos (avviandolo, magari, da un floppy di boot creato in precedenza). Alla linea di comando digitare:
attrib -r  -h  -s c:\*.*  Cancellare i files: IO.SYS, MSDOS.SYS e WIN.COM (dentro alla cartella di Windows).
Avviate dalla cartella Win9x (dove sono contenuti i files .CAB) il SETUP.EXE. Windows partirà con l'installazione e potrà essere installato nella cartella Windows o in altra cartella. Le impostazioni, di solito, vengono ripristinate.
 

Arresto del computer in assenza dell'operatore 
E' possibile spegnere ad orari prestabiliti il computer, pianificando lo spegnimento.
Lanciare le Operazioni Pianificate da START - PROGRAMMI - ACCESSORI - UTILITA' di SISTEMA - OPERAZIONI PIANIFICATE. Indicate come nuova attività l'esecuzione di RUNDLL32.EXE cercando il file nella cartella Windows con il pulsante sfoglia. Inserite una descrizione di tipo SPEGNIMENTO NOTTURNO e attivare l'opzione OGNI GIORNO, fare clic su AVANTI per impostare l'ora desiderata. Fate clic con pulsante destro del mouse sulla voce appena creata e nella riga ESEGUI aggiungete il percorso di rundll32.exe il parametro:
user.exe, exitwindows
Sotto la scheda IMPOSTAZIONI, impostare nell'area TEMPO DI INATTIVITA' i minuti desiderati, per esempio 30, dopo aver selezionato AVVIA OPERAZIONE PIANIFICATA SOLO SE IL COMPUTER E' RIMASTO INATTIVO PER:. In tal modo eviterete che il computer venga improvvisamente spento da qualcuno che lavora fino a tarda sera.

Eludere la protezione delle cartelle  
In Windows 98 la visualizzazione WEB conferisce una protezione particolare alla cartella di sistema WINDOWS e quella SYSTEM. All'apertura, queste cartelle appaiono vuote e un messaggio ammonisce sul rischio di modifiche intenzionali. Solo facendo nuovamente clic su MOSTRA FILE, è possibile procedere e modificare i files. GLi utente esperti, ai quali questa protezione può solo dar fastidio, se ne possono liberare modificando la riga PERSISTMONIKER nel file DESKTOP.INI inserendo all'inizio, il carattere ; (punto e virgola). Con ciò si disattiva il file FOLDER.HTT della cartella desiderata.

La struttura del file di registro
Il file di registro di Windows 9x è così strutturato:
SYSTEM.DAT
HKEY_LOCAL_MACHINE:

hkey_local_data Contiene tutti i parametri hardware correnti memorizzati nella RAM del PC. Le informazioni di ogni dispositivo, errori compresi, sono aggiornate dinamicamente all'aggiunta di dispositivi e sono usate per aggiornare in tempo reale il System Monitor.
hkey_classes_root La chiave contiene informazioni su OLE e le associazioni dei files e punta essenzialmente a:
hkey_local_machine\software\classes
hkey_current_config Questa chiave gestisce il "plug & play" e punta alla configurazione corrente del pc memorizzata in:
hkey_local_machine\config

USER.DAT
HKEY_USERS

hkey_current_user La chiave punta al ramo di:
hkey_users
con il nome dell'utente attivo
hkey_users\.default Contiene i dati generici disponibili per tutte le classi di utenti del pc

 Modifica del nome del proprietario  
Per cambiare i dati che sono contenuti in Pannello di controllo - Sistema, basta editare il file di registro e cercare le voci REGISTERDOWNER e REGISTEREDORGANIZATION nella chiave  hkey_local_machine\software\microsoft\windows\currentversion.

Quali sono le principali componenti hardware che formano un PC ?
Un PC è composto da molteplici parti hardware, che integrate tra di loro ne permettono il funzionamento. Qui di seguito riporteremo i componenti essenziali che compongono un PC: La MAINBOARD: è una scheda elettronica dove verranno collegati tutti i componenti che vedremo di seguito. La mainboard è, per così dire, il canale di comunicazione di tutte le componenti e periferiche di un PC. Le memorie: Zona di immagazzinamento temporaneo denominata comunemente RAM, è il "luogo" dove ogni Programma o Software o Dato riesiede in fase elaborativa. Il microprocessore (CPU): Si incarica di dirigere ed eseguire la gran parte delle operazioni del PC e di trasferire le informazioni risultanti a tutti i componenti del computer, costituisce quindi il "motore" principale del PC. L'HARD DISK: Componente del PC dove risiedono permanentemente i programmi e i dati. Il lettore floppy: Unità di lettura/scrittura che permette di salvare i dati su un supporto esterno e di trasferirli da un PC ad un altro. Il lettore CD: Unità di sola lettura molto simile ai normali lettori CD stereo che permette di leggere sia CD contenenti dati o programmi che audio. La SCHEDA VIDEO o VGA: La funzione primaria cui assolvono le schede video è quella di generare il segnale necessario alla visualizzazione sul monitor, alcune di esse possiedono funzioni che "aiutano" il processore nel calcolo di viste tridimensionali e si possono chiamare pertanto "acceleratori grafici 3D" Il monitor: E' una periferica esterna che riceve il segnale video codificato dalla scheda video e visualizza la relativa immagine. La tastiera: Altra periferica esterna molto simile alla tastiera di una macchina da scrivere che permette di interagire con il PC. Il mouse: Componente in ausilio alla tastiera che permette di interagire con il PC spostando un puntatore presente sullo schermo. Il case: E' il contenitore dove tutti i dispositivi del personal computer (ovviamente non esterni) trovano un posizionamento. Normalmente è provvisto di alimentatore e fornisce quindi le tensioni necessarie al funzionamento di tutte le periferiche.

Posso copiare dei testi con lo scanner e modificarli ?
Si è possibile, bisogna però prima aver presente che lo scanner è nato come strumento per la copia di immagini e che quindi quando si vuole importare un testo (ad esempio una pagina di giornale) è necessario un Software apposito che permetta allo scanner di "capire" che ciò che sta copiando non è un'immagine statica ma delle parole, effettuando così un adeguato riconoscimento. Tali programmi, chiamati "OCR", sono venduti generalmente insieme allo scanner e possono essere più o meno precisi a seconda della casa informatica che li ha elaborati e della qualità ottica dello scanner stesso. Il riconoscimento di testi scritti a mano è invece attualmente fuori dalla portata degli scanner e dei programmi ideati per un uso "normale".

Il mio monitor ha una (o due) sottili righe orizzontali che attraversano lo schermo, è forse guasto?
Il monitor in questione è quasi certamente dotato di un tubo catodico in tecnologia Trinitron. La tecnologia Trinitron, un brevetto Sony, permette di ottenere una ottima luminosità e definizione dell'immagine video ma necessita di due sottilissimi fili metallici (le righe che vedete sul vostro monitor) per poter funzionare. La particolarità di un tubo catodico Trinitron è l'assenza della "shadow mask" (un piatto metallico microforato) che viene sostituita dalla "aperture grille" (cavi tirati verticalmente attraverso lo schermo). I due fili metallici visibili sono il supporto della "aperture grille" e la mantengono in tensione meccanica.

Il mio monitor LCD sembra sfuocato e poco definito, è forse guasto?
I monitor LCD sono generalmente progettati per funzionare in modo ottimale alla risoluzione di 1024*768. Quando li si utilizza ad una risoluzione inferiore, diversamente dai monitor tradizionali, la loro resa visiva è più bassa a causa della interpolazione conseguente. Pertanto è consigliabile, in caso si verifichino problemi di sfuocatura e cattiva definizione, correggere la risoluzione video consultando il manuale del monitor per scoprire quella più indicata allo specifico apparecchio.

Installo e rimuovo periodicamente programmi, come posso mantenere il sistema in ordine ?
Il modo migliore per mantenere il proprio sistema in ordine, qualora si installino e disinstallino con regolarità programmi e giochi, è quello di effettuare una "fotografia" (detta più tecnicamente "immagine") del disco fisso mediante un apposito Programma (ad esempio Ghost o DriveImage) memorizzandola poi su un supporto removibile (ad esempio un CDR). La "fotografia" del disco fisso dovrebbe essere eseguita al momento dell'acquisto del personal computer o in una situazione di stabilità assoluta del sistema. Qualora si dovessero verificare degli inconvenienti (blocco del sistema, instabilità del personal) a seguito della installazione o rimozione di programmi o Driver sarà quindi possibile ripristinare l'immagine memorizzata annullando le modifiche effettuate. L'operazione di salvataggio dell'immagine dovrebbe poi essere ripetuta qualora si aggiungano programmi o si installino nuovi driver, in modo da costituire un archivio incrementale della configurazione del proprio sistema, ad esempio si avrà un cd denominato "sistema", un cd "sistema + office", un cd "sistema + Office + giochi" e così via. L'unico inconveniente di questa procedura è che sarà necessario, prima di ripristinare l'immagine del disco, procedere al salvataggio dei dati (lettere, fogli di calcolo e così via) presenti sul personal, questo perchè di norma il ripristino dell'immagine prevede la formattazione preventiva del disco fisso. Per minimizzare l'impatto di questo inconveniente può essere opportuno dividere il disco fisso in due partizioni, una di sistema e una contenente solo i dati. La Partizione che si salverà come immagine sarà solo quella di sistema, quella contenete i dati non sarà quindi cancellata durante un eventuale ripristino dell'immagine.

Non riesco a terminare una deframmentazione del disco, da cosa può dipendere ?
Il deframmentatore di Windows si interrompe quando un'altra applicazione accede in scrittura al disco fisso; quindi la causa è da ricercarsi in un programma, visibile o nascosto, in esecuzione sulla macchina. La deframmentazione del disco dovrebbe essere lanciata all'avvio della macchina ma se anche così non si riesce a terminarne l'esecuzione si può usare la combinazione di tasti CTRL+ALT+DEL per listare (in Windows 95/98) i task in esecuzione, terminando quanto diverso da "Explorer" e "Systray" per poi lanciarla nuovamente.

Il Modem non compone il numero telefonico e non si connette, come posso fare?
Questo problema si verifica quando il modem (analogico) installato nel PC non è configurato correttamente. Innanzitutto bisogna verificare che nelle impostazioni addizionali avanzate del Modem, nel pannello di controllo, vi sia una stringa di inizializzazione adeguata (ATX3S6=4) la quale permette al Modem di rilevare al presenza del TONO sulla linea telefonica. Normalmente questa stringa non viene installata perchè alcuni modem (di vecchia concezione) funzionano anche senza. Verificare inoltre il cavetto telefonico sia inserito correttamente nella presa posteriore e che il modem, se è un modello esterno, sia acceso.

Spesso, quando seleziono "Arresta il Sistema" dal Menu Avvio, il PC rimane fermo sulla schermata "Attendere: Arresto del sistema in corso…". Come posso risolvere questo problema ?
Il problema potrebbe essere causato da un driver non aggiornato. Si consiglia di verificare la disponibilità di driver aggiornati per tutte le periferiche. E’ possibile inoltre disabilitare l’arresto veloce del sistema. Per fare ciò: · Aprire il programma Microsoft System Information (Menu Avvio -> Programmi -> Accessori -> Utilità di Sistema -> Microsoft System Information) · Selezionare "Utilità di Configurazione del Sistema" dal Menu Strumenti · Selezionare il pulsante "Avanzate…" · Attivare la spunta vicino a "Disabilita Arresto Rapido" Se si stà utilizzando Windows 98 Seconda Edizione, è anche possibile installare l'aggiornamento per i problemi di Shutdown di Windows 98 Seconda Edizione.

Quando faccio doppio click sull’icona delle schede PcCard presente sulla barra delle applicazioni del mio Notebook, ottengo un errore in Shell32.Dll. Come posso risolvere il problema ?
Il problema è dovuto ad un "bug" della versione italiana di Windows 98. Per correggere il problema scaricare il file SYSTRAY.ZIP e seguire le istruzioni riportate nel file LEGGIMI.TXT.

Quali sono le principali caratteristiche di Win98SE?
Win98SE comprende queste nuove caratterisitiche: - Microsoft Internet Explorer 5 (build 5.00.2614.3500) - Microsoft NetMeeting 3.0 (build 4.4.3345) - Internet Connection Sharing - Device Bay support - Direct 6.1 - Usb modem support - MSN,The Microsoft Network,version 5.0

Win98 SE non "spegne" sempre il PC!
E' un bug di Win98SE. E' ora disponibile una patch alla pagina: http://www.microsoft.com/windows98/downloads/contents/WURecommended/S_WU Featured/Win98SE/Default.asp

Come posso collegare due macchine Win95 via modem ?
Puoi utilizzare il server di accesso remoto fornito con Microsoft Plus!: Sulla macchina da utilizzare come server: 1. installa il server RAS di Microsoft Plus! 2. apri la cartella Accesso remoto 3. dal menu Connessioni seleziona Server di Accesso remoto 4. seleziona la casella Consenti accesso al chiamante 5. premi il pulsante Cambia password ed inserisci la password per l'accesso 6. premi il pulsante Tipo di server 7. selesiona il tipo di server PPP: Windows 95, Windows NT, Internet Sulla macchina da utilizzare come client: 1. imposta il nome del gruppo di lavoro uguale a quello del server 2. crea una nuova connessione di rete con il numero di telefono a cui è collegato il server 3. utilizza il nome della tua macchina come Nome utente 4. utilizza la password definita in Cambia password sul server 5. dalle proprietà della connessione seleziona Tipi di server ed 6. imposta NetBEUI come protocollo di rete consentito Una volta effettuato il collegamento potrai condividere le risorse come se fossi collegato tramite una normale scheda di rete, con la sola differenza di avere una velocità inferiore.

Come è strutturato il registro di configurazione ?
Il registro è suddiviso in alcune classi che comprendono informazioni omogenee sui diversi aspetti della configurazione del PC e di Win95. * HKEY_CLASSES_ROOT: contiene informazioni riguardanti le operazioni di drag-and-drop, i collegamenti (shortcut) e altre informazioni sull'interfaccia utente. * HKEY_CURRENT_USER: racchiude informazioni sull'utente che sta attualmente utilizzando Windows95 tra le sottochiavi troviamo: - AppEvents contiene quali suoni devono essere eseguiti al verificarsi dei vari eventi di sistema. - Control Panel racchiude le informazioni sul Pannello di Controllo. - InstallLocationsMRU elenco delle directory tra cui l'utente può scegliere quando il Setup di Win95 richiede un percorso (path). - Keyboard layout contiene informazioni sulla tastiera, - Network informazioni sulla connessione. - Remote Access racchiude informazioni sull'Accesso Remoto, - Software contiene informazioni sulle attuali configurazioni software dei programmi installati. * HKEY_LOCAL_MACHINE: Informazioni sull'hardware e sulle impostazioni software generiche che interessano tutti gli utenti del computer. Questa sezione include: - Config (informazioni sulla configurazione, fonti, risoluzione, stampanti...), - Enum (informazioni sui settaggi hardware), - Hardware (comunicazioni via seriale e impostazioni delle porte), - Network, - Security (sicurezza per la rete), - Software (informazioni specifiche sul software), - System (startup del sistema e informazioni sui driver utilizzati) * HKEY_USERS: Informazioni sul desktop e configurazioni relative a ciacun utente che utilizza il computer. * HKEY_CURRENT_CONFIG: Informazioni sull'hardware corrente, si riferisce anche a HKEY_LOCAL_MACHINE. * HKEY_DYN_DATA: Informazioni sui dispositivi plug'n'play. I dati sono cambiati "al volo" ogni volta che l'utente inserisce un componente conforme alle specifiche plug and play.

Come posso visualizzare un'anteprima del disegno come icona per i file .BMP?
1. Apri l'Editor di Registro alla chiave HKEY_CLASSES_ROOT\Paint.Picture
2. imposta la variabile di tipo stringa DefaultIcon al valore "%1"

Come posso aggiungere una voce 'Modifica' al menu del pulsante destro ?
Per i file generati da applicazioni registrate correttamente dovresti averlo già; per altri tipi di file tipicamente utilizzati solo da visualizzatori, come ad esempio gli HTML ,puoi aggiungere una chiave nel registro di configurazione per ottenere il risultato desiderato. Segui i passi : 1. Apri il registro di configurazione (REGEDIT.EXE) alla chiave HKEY_CLASSES_ROOT\tipofile\shell 2. crea una sottochiave col nome edit 3. apri la chiave edit e fai un doppio clic su (Predefinito) 4. inserisci la stringa &Modifica sotto la chiave edit 5. crea ancora una sottochiave col nome command 6. apri la chiave command e fai un doppio clic su (Predefinito) 7. inserisci il pathname del programma per modificare quel tipo di file, seguito da %1, ad esempio: notepad.exe %1. Dopo aver effettuato queste operazioni, cliccando col pulsante destro sui file di quel tipo, avrai disponibile anche il comando Modifica che attiverà l'applicazione da te specificata per quel file

Come eliminare la frecciolina dalle icone dei collegamenti ?
1. Apri il registro di configurazione (REGEDIT.EXE) alla chiave HKEY_CLASSES_ROOT\Lnkfile
2. elimina la variabile IsShortcut
3. ripeti l'operazione alla chiave KEY_CLASSES_ROOT\Piffile Nota che in questo modo i collegamenti non saranno subito riconoscibili come tali, rischiando quindi di cancellare dei file al posto di collegamenti o viceversa; puoi comunque verificarlo selezionando Proprietà dal menu di contesto per i file selezionati.

Come posso disattivare la password dimenticata dello screen saver ?
1. Apri il registro di configurazione (REGEDIT.EXE) alla chiave HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
2. Imposta il valore esadecimale ScreenSaveUsePassword a 0.

Dove è memorizzato il numero di serie di windows 95 ?
Nel registro di configurazione alla chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrenteVersion e può eventualmente essere anche modificato

Come posso togliere dei programmi dalla lista di rimozione ?
Per eliminare dei programmi dall'elenco per la disinstallazione
1. apri il registro di configurazione (REGEDIT.EXE) alla chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall
2. elimina le sottochiavi che non vuoi mantenere nella lista.

Come posso togliere il fastidioso ~1 nei nomi dei file ?
Per fare in modo che il nome corto assegnato ai file rimanga più somigliante a quello completo
1. apri il registro di configurazione (REGEDIT.EXE) alla chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\control\FileSystem.
2. imposta (od inseriscila se non esiste già) la variabile di tipo binario NameNumericTail a 0.
Dopo questa modifica nomi dei file verranno creati senza il suffisso, ma per eventuali altri nomi lunghi simili verrà ugualmente utilizzato un suffisso numerico.

Posso modificare i suggerimenti visualizzati all'avvio ?
1. apri il registro di configurazione (REGEDIT.EXE) alla chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Tips
2. modifica la stringa di uno dei 48 suggerimenti elencati da 0 a 47 o per aggiungere dei suggerimenti:
1. crea un nuovo valore stringa assegnando come nome un nuovo numero (nel nostro caso maggiore di 47)
2. digita la stringa che sarà il nuovo suggerimento.

Come forzare la frequenza di refresh della scheda video?
Alcuni driver permettono l'impostazione della frequenza direttamente dal pannello delle Proprietà dello schermo; se quelli che utilizzi non hanno tale funzionalità puoi ugualmente raggiungere lo scopo modificando manualmente il registro di configurazione: 1. apri il registro di configurazione (REGEDIT.EXE) alla chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\Class\Display\000x\Default 2. imposta la variabile RefresRate al valore desiderato. Il valore -1 indica a Win95 di utilizzare la frequenza di default, altri valori indicano la frequenza che vuoi forzare. Prima di apportare tale modifica verifica sul manuale del tuo monitor la frequenza massima che puoi impostare per la risoluzione che utilizzi: una frequenza non supportata dal monitor potrebbe danneggiartelo gravemente. Se hai installato più driver, verifica di impostare il valore per quello interessato, esaminando la descrizione contenuta nella variabile DriverDesc che trovi sotto la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\Class\Display\000x.

Ricevo all'avvio di Windows 95 il seguente messaggio "C:\WINDOWS\SYSTEM\vmm32.vxd: Mancante/Impossibile da caricare". Cosa posso fare per correggere il problema?
Questo problema purtroppo ha una sola soluzione. Bisogna reinstallare interamente Windows 95. Non e' possibile recuperare dai file .CAB di installazione questo file perche' viene compilato da Windows 95 in fase di installazione.

Come posso condividere in rete il mio Modem per utilizzare un collegamento Internet da piu' postazioni?
1- Si puo' condividere il collegamento Internet con un proxy server, o qualcosa del genere come i.Share della Artisoft (vedi www.windows95.com/apps/servers-proxy.html per ulteriori info)
2- Si puo' installare WinGate. Rende uno dei due PC proticamente un proxy server e packet forwarder. E' un ottimo SW e per due PC e' gratuito. E' in grado di redirigere email, ftp ecc.
3- E' possibile utilizzare delle apposite apparecchiature, come quelle della Zyxel o della Sidin denominati "Internet Sharing Box". Non necessitano di software da installare, sono indipendenti dal tipo di rete utilizzata (Pc, Mac, Unix, ecc.) e possono lavorare su comune linea telefonica o ISDN.

Come posso velocizzare la comunicazione sulla porta seriale ?
Scegliere il modem su COM2 e mouse su COM1. Sembra un'assurdità bella e buona, ma qualcosa recuperi: Infatti così il modem userà una linea di IRQ più bassa ( 3 e non 4) ed avrà la precedenza sul mouse. Inoltre vale ancora la linea ComXBuffer=512 (o 1024, default=128) nella sezione [386Enh] del SYSTEM.INI. È anche possibile utilizzare il modem sulla porta COM4, che normalmente utilizza IRQ3 come COM2; tale soluzione potrebbe però provocare dei problemi o delle perdite di prestazioni qualora venissero utilizzate contemporaneamente entrambe le porte, a causa della condivisione dell'IRQ. È raccomandato l'uso di porte seriali con il chip UART 16550 per usufruire di migliori prestazioni sulle comunicazioni seriali; tali porte utilizzano un buffer interno che velocizza i trasferimenti.

A che velocità imposto la porta seriale del modem ?
La tabella a seguito riporta le velocità consigliate per la porta seriale a seconda del chip UART e del modem che utilizzi: 16550 16450 8250 28.800 di marca 115.2K 38400 19200 14.400 di marca 57.6K 38400 19200 28.800 popolare 57.6K 38400 19200 14.400 popolare 38400 38400 19200 Per modem di marca si intondono i modem delle marche più rinomate, tipo USRobotics, ZyXEL, ZOOM ecc. Se hai le porte seriale munite di chip UART 16550 puoi anche avvantaggiarti delle caratteristiche avanzate offerte dal buffer FIFO integrato.

Non riesco a cancellare alcuni file sul discofisso perché sono protetti, come faccio?
Alcuni files sono protetti da cancellazione e sono attivi solo in lettura, altri sono addirittura nascosti per evitare cancellazioni indesiderate. Per modificare gli attributi dei file si usa il comando ATTRIB dalla Shell di MSDOS con a seguito alcune chiavi: ATTRIB +(attiva) –(disattiva) H(nascosto) A(archivio) S(sistema) R(lettura) seguito dal nome del file che si vuole processare. Attenzione: alcuni file hanno gli attributi impostati preventivamente da Windows 98, modificandoli si rischia di corrompere il buon funzionamento dello stesso.