Windows 9x/Me 3
I suggerimenti sono stati presi da riviste di informatica, da newsletters o da siti web
perciò ogni diritto rimane al legittimo proprietario.

Dual boot: re-installare 98/ME dopo Windows XP
Installare 98/ME dopo Win XP? Possibile.
Sulla rete sono disponibili diverse e valide guide per rendere avviabile un sistema in dual boot nel caso si abbia la necessità di re-installare solo Windows 98/ME. Questi esaurienti tutors spiegano un metodo che risulta essere particolarmente complesso.
Io penso invece che, in taluni casi, bisogna fare di tutto per rendere le cose facili e veloci (e ne avete avuto la conferma in altre occasioni).
Quando su di un PC sono installati due o più sistemi operativi, questi vengono gestiti da alcuni files, presenti nella directory radice del primo disco rigido (su partizione primaria/attiva). Questi sono: BOOT.INI; NTLDR; NTDETECT.COM; BOOTSECT.DOS. La mancanza o la corruzione di uno di essi rende inavviabile il sistema in multiboot
Faccio notare che sò benissimo che, se necessario, si può recuperare un sistema operativo perfettamente funzionante se, si è creata in precedenza un'immagine della stesso (vi sono ottimi tools per far questo, sul tipo di Drive Image, Ghost, true Image), ma può capitare di voler rifare tutto ex novo, perchè, magari abbiamo sostituito la scheda madre, oppure perchè, più semplicemente, intendiamo installare software più aggiornato.
Premesso ciò...
Nell'eventualità in cui si debba re-installare (su "C", ovviamente) Windows 98/ME, quando Windows XP è già presente (presumibilmente su di un secondo disco (partizione primaria/attiva -"D") resta il problema rappresentato dal fatto che, una volta eseguito il setup di Windows 98/ME, Windows XP non sarà più accessibile. In realtà è sempre al suo posto, ma il menu di scelta (presente nel file Boot.ini) non sarà visibile (in realtà non c'è ancora). Non è sufficiente, come sapete, copiare semplicemente i files in questione. Innanzitutto vi serve annotare il seguente testo e salvarlo con il nome "Boot.ini" su di un floppy o dove preferite, così da poterlo recuperare al momento giusto...
...............................................................................................................................
[boot loader]
timeout=10
default=multi(0)disk(0)rdisk(1)partition(1)\WINDOWS
[operating systems]
multi(0)disk(0)rdisk(1)partition(1)\WINDOWS="Microsoft Windows XP Professional" /fastdetect
C:\="Microsoft Windows 98"
................................................................................................................................
Ora avviate Windows 98 ed inserite il cd di Windows XP, quindi lanciate il setup e dal menu selezionate "Nuova installazione". Windows comincerà ad elaborare la fase di pre-installazione (ancora in ambiente Windows). Al termine di questa procedura il sistema verrà riavviato. Ora fate attenzione! Non si deve proseguire la fase di setup, ma, alla comparsa del menu di scelta come da testo seguente...
................................................................................................
- Installazione di Microsoft Windows XP
- Microsoft Windows
................................................................................................
... con il tasto scorrimento selezionare "Microsoft Windows"
così da rientrare in Windows 98 o Millennium ed abortire di conseguenza l'installzione di Windows XP.
Nota bene: in effetti Windows XP è già presente ed in questo modo non è stato ancora toccato.
A questo punto recuperate il Boot.ini salvato all'inizio e sostituitelo (nella directory radice "C" del disco). Cancellate quindi le due cartelle presenti su "C" contenenti i file temporanei creati dall'installazione di Windows XP, or ora annullata, e quindi non più necessari.
Adesso, se riavviate il SO, avrete di nuovo la possibilità di selezionare Windows XP dal menu di scelta.

- Quando Windows si blocca all'uscita
Windows98 dispone di una funzione per chiudere rapidamente la sessione (Fast ShutDown); è attiva per default e permette in genere di chiudere la sessione in circa 5 secondi. Ciò avviene perchè Windows98 all'uscita si limita a cancellare dalla memoria i driver caricati all'avvio, invece di chiudere i driver con la procedura standard: questo processo viene anche chiamato Controlled Crash. Se però Windows al termine si blocca, la causa potrebbe proprio essere questa opzione abilitata. In tal caso conviene disabilitare il Fast Shutdown. Per fare questo aprire il programma System Information (Start/Programmi/Accessori/Utilità di sistema/Microsoft System Information). Nella relativa finestra di dialogo aprire il menù strumenti e fare click su utilità di configurazione di sistema. Con un click su avanzate si passa alla finestra impostazioni avanzate di risoluzione dei problemi. In questa, fra l'altro si trova l'opzione Disabilita arresto rapido. Se si fa click per attivare tale funzione e si conferma con ulteriore click sul tasto Ok, dopo il riavvio di Windows98 il sistema operativo non dovrebbe più avere difficoltà nella chiusura della sessione.

Funzioni ed istruzioni di RUNDLL32
Il file Rundll32.exe, è uno dei file di sistema a cui viene demandata l'esecuzione di molte delle funzioni del sistema operativo. Di seguito, trovate elencate una serie di funzioni ( in rosso ) e le relative istruzioni ( in nero ) per attivarle:
Per abilitare le funzioni che ci interessano, è sufficiente creare un collegamento al file rundll32, dopo basta selezionare, dal menù contestuale, le Proprietà ed aggiungere nella riga "Destinazione" l'istruzione sopra riportata , confermare il tutto. a questo punto basta un semplice doppio click sul collegamento per attivare la funzione impostata. Se invece vogliamo attivare la funzione all'avvio di un determinato programma, dobbiamo fare la stessa cosa sul collegamento del programma prescelto, precedendo però all'istruzione rundll32.exe
Chiusura di Windows.
user,exitwindows
Apertura della finestra di dialogo di connessione alla rete.
user,wnetconnectdialog
Aperture della finestra di dialogo di disconnessione dalla rete.
user,wnetdisconnectdialog
Blocco del sistema.
user,disableoemlayer
Aggiornamento dello schermo ( F5 ).
user,repaintscreen
Posizionamento del cursore del mouse nell'angolo superiore sinistro dello schermo.
user,setcursorpos
Apertura della finestra di dialogo Copia Disco.
diskcopy,DiskCopyRunDll
Apertura della finestra di dialogo Accesso Remoto.
rnaui.dll,RnaWizard/1
Apertura della finestra di Gestione Risorse.
shell,shellexecute
Apertura della finestra di dialogo Apri Con ...
shell32,OpenAs_RunDLL
Apertura della finestra di dialogo Formattazione.
shell32,SHFormatDrive
Apertura della finestra di dialogo di informazioni sulla memoria e sulle risorse.
shell32,ShellAboutA
Riavvio di Windows 98
shell32,SHExitWindowsEx 0
Chiusura di Windows 98
shell32,SHExitWindowsEx 1
Avvio del Pc in Windows 98
shell32,SHExitWindowsEx 2
Riavvio di Esplora Risorse in Windows 98
shell32,SHExitWindowsEx -1
Avvio del Panello di Controllo.
shell32,Control_RunDLL
Avvio del modulo Schermo del Panello di Controllo
shell32,Control_RunDLL,desk.cpl
Avvio del modulo <X> del Pannello di Controllo da Main.CPL.
<X> = 0 Mouse, 1 Tastiera, 2 Stampanti, 3 Tipi di carattere, 4 Controllo energetico
shell32,Control_RunDLL,main.cpl@<X>
Se conoscete altre istruzioni, fatemele pervenire, le inserirò volentieri in questa pagina

Preview dei files BMP come icone
1. Entrare nella cartella Windows
2. doppio click sul file Regedit.exe
3. quindi su HKEY_CLESSES_ROOT\Paint.Picture\DefaultIcon
4. doppio click su (Predefinito) e impostare il valore a %1
5. scegliere OK e il gioco è fatto

Far apparire il simbolo dell'euro sui vecchi computer
Premendo ALT e contemporaneamente 0128 si ottiene il simbolo €.
Sui computer dotati di tastiera con simbolo dell'euro invece è possibile far apparire l'euro premento alt gr contemporaneamente al tasto E.

Come impedire il salvataggio della password
1) Aprite il menù Start...
2) Selezionate la voce ESEGUI...
3) Digitate REGEDIT per avviare il Registro di Sistema...
4) Aprite HKEY_USERS...
5) poi Software...
6) poi Microsoft...
6) quindi Windows...
6) poi CurrentVersion...
6) infine InternetSettings...
7) Impostate il valore della stringa DisabelPasswordCaching su 1 (se la stringa non esiste createla)

Impossibile deframmentare
A volte capita che durante l'operazione di deframmentazione dell'HD compaia un messaggio del tipo:
"IMPOSSIBILE DEFRAMMENTARE........, ESEGUIRE SCANDISK APPROFONDITO", ma a termine dell'operazione il problema persiste.
La causa può essere il deterioramento dei file di APPLOG.
La soluzione consiste nell'aprire la cartella APPLOG sotto WINDOWS e cancellare tutti i file presenti.
Ovviamente con l'opzione "visualizza tutti i file nascosti e di sistema" attiva.

Ho perso la product key di windows: come posso ritrovarla
La product key di windows, necessaria per poter istallare il sistema operativo, si trova in una chiave del registro di configurazione.
Se dovete reinstallare windows sul vostro computer e non avete voglia di cercare il cd rom di istallazione, potete leggere la vostra product key nel registro di configurazione.
Per farlo, aprite l'editor del registro (regedit.exe), e recatevi in
HKEY_LOCAL_MACHINE SOFTWARE Microsoft Windows CurrentVersion
Nella parte destra saranno elencate una serie di chiavi, tra cui "ProductKey", il cui valore sarà quello richiesto dall'istallazione di windows.
Se il vostro sistema operativo è windows 2000 o xp, il procedimento sarà lo stesso, ma la chiave da aprire si troverà ad un altro indirizzo:
HKEY_LOCAL_MACHINE SOFTWARE Microsoft Windows NT CurrentVersion.

Terminare velocemente la connessione
In genere per disconnettersi da Internet bisogna intervenire sull'icona vicino all'orologio, esiste però un modo più veloce per disconnettersi sfruttando una combinazione di tasti personalizzata:
1) Create un collegamento al file rasdial.exe presente nella cartella windows/system32
2) Cliccando col tasto destro sul collegamento appena creato, scegliete dal menù contestuale Proprietà..
3) Nel campo Destinazione aggiungete l'opzione Disconnect...
4) e specificate poi una combinazione di tasti...
Se eseguite la combinazione di tasti mentre sarete collegati ad internet, la connessione verrà immediatamente interrotta.

Comprimere il registro e...
in windows 98/ME è possibile ridurre automaticamente le dimensione del registro di sistema e fare in modo che il suo caricamento risulti più rapido.
Per attivare questa funzione aprire il file Scanreg.ini che si trova nella cartella Windows e porre il valore 1 alla voce Optimize. Attiviamo così una funzione che verifica i record non utilizzati e quando il loro spazio raggiunge i 500 kb Windows comprimerà automaticamente il Registry.

Velocizzare lo spegnimento di Windows
Questi registri velocizzano incredibilmente lo shutdown del sistema, provare per credere!!! WaitToKillAppTimeout Aprite il registro (Start/Esegui e scrivere “regedit”) e navigate fino a trovare la chiave [HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop] Cambiate il valore della stringa WaitToKillAppTimeout a 3000 (default 20000);
WaitToKillServiceTimeout Aprite il registro (Start/Esegui e scrivere “regedit”) e navigate fino a trovare la chiave [HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Control] Cambiate il valore della stringa WaitToKillServiceTimeout a 3000 (default 5000);
HungAppTimeout Aprite il registro (Start/Esegui e scrivere “regedit”) e navigate fino a trovare la chiave [HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop] Cambiate il valore della stringa HungAppTimeout a 4000 (default 5000).

Che versione hai di Windows95?
se avete continuamente aggiornato il vostro sistema operativo Win95, ad un certo punto vi ritroverete senza sapere piu' che versione avete installato sulla vostra macchina. Due soluzioni: la prima, la piu' semplice, andate su Risorse del Computer-Proprieta' ed in generale, in Sistema, troverete la versione esatta. Un altro sistema e' andare nel Prompt di MS-DOS e digitare la stringa VER e premere Invio. Con entrambi i sistemi pero' potrete riuscire a scoprire solo il numero della versione. Qui di seguito elenchiamo alcune informazioni aggiuntive:
4.00.95 ** Windows 95 retail version
4.00.95A ** Windows 95 with Service Pack 1 or OEM Service Release 1
4.00.95B ** OEM Service Release 2 or 2.01
4.00.95C ** OEM Service Release 2.5

Chiusura veloce di Windows
Con questo rapido trucco potrete creare una semplice icona sul vostro desktop e chiudere così velocemente il vostro PC, senza ogni volta scegliere Start-Chiude Sessione etc etc... Per prima cosa cliccate su un punto del vostro desktop e con il tasto destro scegliete NUOVO- Collegamento. Vi apparirà una finestra e dentro scriveteci questo:
C:\WINDOWS\RUNDLL32.EXE user.exe,exitwindows
(potete fare anche un copia-incolla della riga qui sopra)
Cliccate su Avanti. Vi apparirà ancora un'altra finestra con scritto dentro Rundll32.exe. Cliccate su Fine. Se il procedimento è stato corretto vi apparirà sul vostro desktop una piccola icona standard di Windows. Non resta che personalizzarla: per prima cosa cliccateci sopra una volta e scegliete Rinomina. Potrete chiamarla ad esempio Exit. Da ora basta un doppio clic per chiudere tutto!

Cambiare l'icona del disco fisso
I dischi fissi vengono indicati con l'icona presente nel file c:\windows\system\shell32.dll,73 (dove 73 è il numero dell'icona). Per sostituire questa icona standard con una a piacere occorre apri il blocco note e scrivere: [AUTORUN] ICON=c:\nomeicona.ico A posto di c:\nomeicona.ico inserire il percorso della propria icona :-)
Salvate poi in c: il file assegnandogli il nome "autorun.inf". (Prima di salvare selezionate "tutti i file" in salva come) Per ripristinare l'icona standard eliminare il file autorun.inf

Tasti rapidi
Windows il tasto di Windows presente su tutte le nuove tastiere ha come funzione principale quella di aprire il menu START di Windows, ma ci sono anche altre utili combinazioni poco conosciute:
- Tasto Windows + E : Esplora/Gestione Risorse.
- Tasto Windows + R : Esegui.
- Tasto Windows + F : Trova.
- Tasto Windows + M : Riduce ad icona tutte le finestre.
- Tasto Windows + Pause : Proprietà di Sistema.
- Tasto Windows + Tab : Spostamento veloce tra i programmi sulla barra delle applicazioni.

Dove si trova il numero seriale di Windows Millenium
Prima di formattare il vostro PC, per maggiore sicurezza potete copiarvi il numero seriale di Windows Millenium (oltre ricorrere alla licenza d'uso acquistata). Il percorso dove trovate il numero seriale e': "HKEY_LOCAL_MACHINE/SOFTWARE/Microsoft/WindowsNT/CurrentVersion e trovate, nel pannello a destra, la stringa ProductID, dove vedrete in chiaro il codice seriale del vostro PC. E' possibile anche trovare il codice in un percorso alternativo a WindowsNT, ma solo Windows.

Spegnere Windows ME ad orari prefissati
Windows Me consente di spegnere il computer su cui e' installato ad un'ora prefissata. Andare su Start - Programmi - Accessori - Utilita' di sistema - Operazioni pianificate. Una volta avviata la procedura guidata per la creazione di una nuova operazione pianificata, cliccare sul pulsante AVANTI. Verra' chiesto di indicare il programma da eseguire. Dare SFOGLIA, quindi posizionarsi nella cartella Windows e cliccare due volte sul file RUNDLL32.EXE. Verra' chiesto di inserire una descrizione dell'operazione, quindi scegliete come periodo di svolgimento dell'operazione OGNI GIORNO. A questo punto occorre premere ancora su AVANTI, quindi indicare l'ora in cui si vuole che venga spento il pc. Premere a questo punto il pulsante FINE. Verra' creata nella cartella OPERAZIONI PIANIFICATE una nuova icona corrispondente alla nuova operazione. Ciccarci sopra con il pulsante destro del mouse e dal menu a cascata scegliere l'opzione PROPRIETA'. Nella successiva finestra, aggiungere all'istruzione presente nella casella ESEGUI, dopo RUNDLL32.EXE, il comando USER.EXE, EXITWINDOWS, in modo che l'istruzione completa risulti la seguente: C:\WINDOWS\RUNDLL32.EXE User,ExitWindows Sempre nella stessa finestra selezionare la scheda IMPOSTAZIONI e inserire nella sezione TEMPO DI INATTIVITA' un certo intervallo di tempo a piacere. Cio' serve ad evitare che il computer si spenga da solo nel momento in cui viene utilizzato. Premere OK per finire la procedura.

Rendere effettive le modifiche del registro
Alcune modifiche effettuate nel registro di sistema, per divenire effettive, necessitano del riavvio del sistema. Vediamo come aggirare l'ostacolo e "forzare" windows a fare il refresh del solo registro.
Facciamo cosi': dopo aver effettuato le modifiche e chiuso il registro, apriamo il Task Manager (CTRL - ALT - CANC) e diamo Termina Apllicazione su Explorer. Ci chiederà un'ulteriore conferma della chiusura, che accetteremo. Il sistema in questo modo rileggerà le informazioni del registro e ci eviterà di dover riavviare il sistema.

Disabilitare il salvataggio delle password
Il trucco: le connessioni ad Internet presenti in Accesso Remoto consentono di salvare la password di connessione selezionando la casella "salva password"; talvolta, per motivi di sicurezza puo' rivelarsi utile non consentire questo salvataggio, in modo che ad ogni connessione sia necessario inserire la password per connettersi. Per disabilitare il salvataggio della password occorre aprire il registro di configurazione (Start - Esegui e digitare 'regedit') e cercare la chiave Hkey_Local_Machine\ System\ CurrentControlSet\ Services\ Rasman\ Parametres\ Windows \ CurrentVersion\ Policies\ Explorer
Nella finestra di destra cliccare in punto vuoto e dal menu contestuale scegliere 'Nuovo - Valore DWord' e chiamarlo 'disablesavepassword' (naturalmente senza apici). A questo punto cliccarvi sopra due volte e assegnarvi il valore 1
Chiudere il registro e riavviare il sistema. Per consentire di nuovo il salvataggio della password sostituire al numero uno il numero zero.

Impedire la chiusura di Windows
Puo' essere utile, a volte, far si che non sia possibile uscire da windows e spengere il pc. Per fare questo si va nel registro (Start - Esegui- Regedit) e ci si posiziona alla chiave HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\ CurrentVersion\Policies\Explorer. A destra si clicca due volte sulla voce NoClose (nel caso non esistesse si creera' con Nuovo - Valore - DWORD) e si imposta il valore 0. Chiudere il registro di sistema e riavviare il pc. Con questa procedura non comparira' piu' la voce CHIUDI dal menu Start, e non sara' possibile chiudere Windows utilizzando i tasti CTRL - ALT - CANC.
Per ripristinare il tutto sara' sufficiente reimpostare il valore 1 al valore NoClose.

Impostazioni predefiniti di Esplora Risorse
Se vogliamo modificare l'impostazione predefinita per cui Esplora Risorse si apre ad una determinata cartella (di solito Documenti) possiamo utilizzare degli switch appositi. Posizioniamoci sull'icona di Esplora Risorse, e andiamo sulle proprieta'. Ci apparira' il percorso (di solito C:\WINDOWS\EXPLORER.EXE) dove risiede il nostro Esplora. Per modificarne la visualizzazione all'apertura bastera' inserire uno dei seguenti switch nella riga di destinazione, facendo accortezza di lasciare uno spazio dopo la parola EXPLORER.EXE. Per aprire al livello di Risorse del Computer (e visualizzare tutte le periferiche) si dovra' inserire la stringa /n,/e (si avra' la forma c:\windows\explorer.exe /n,/e); per partire da un disco rigido (ad esempio C), la stringa da aggiungere sara' /e,c:\ (per variare il disco bastera' inserire un'altra lettera); se vogliamo che appaia solo il disco C, si dovra' aggiungere /e,/root,c:\; per partire invece da una specifica directory (ad esempio c:\windows\programmi) si aggiungera' /e,c:\windows\programmi; se vogliamo che appaia solo la cartella Programmi, la stringa da aggiungere sara' la seguente: /e,/root,c:\windows\programmi. Si puo' all'occorrenza specificare anche un singolo file da far visualizzare alla apertura, ad esempio il file pippo.exe presente nella directory Documenti, si andra' ad aggiungere /e,/select,c:\Documenti\pippo.exe.

Impedire la modifica al Registro
Vediamo come e' possibile impedire ad estranei di modificare a a nostra insaputa il registro di configurazione. Apriamo il registro (start - esegui - regedit) e posizioniamoci alla chiave KEY_USERS\.DEFAULT\Software\Microsoft\Windows\ CurrentVersion\Policies\System (se non fosse presente creiamola con Modifica - Nuovo - Chiave e assegnando il nome mancante); qui creiamo un valore DWORD (modifica - Nuovo - Valore DWORD) e diamogli nome DisableRegistryTools. Di default il valore sara' impostato a 0. Selezioniamo DisableRegistryTools, diamo Registro di configurazione - Esporta file del registro di configurazione e salviamolo su un dischetto con il nome att_reg.REG. Al termine del salvataggio riposizioniamoci su DisableRegistryTools, clicchiamoci sopra due volte, e impostiamo valore 1. Diamo ok, e usciamo. Da questo istante non sara' piu' possibile accedere al registro, ma verra' dato l'errore "L'Editor del Registro di configurazione e' stato disabilitato dall'amministratore di sistema". Per ripristinare il tutto sara' sufficiente lanciare il nostro file att_reg.REG, confermare l'aggiunta della chiave al registro.. e il gioco e' fatto.

Vi stufa lo Scandisk all'avvio?
1) Aprite il menù Start...
2) Selezionate la voce Esegui...
3) Inserite la scritta MSCONFIG.EXE nel campo Apri...
4) Nella scheda Generale...
5) cliccate su Avanzate...
6) Selezionate la voce Disattiva Scandisk dopo chiusura non regolare...
7) Cliccate su OK
N.B. Alla fine dell'operazione può esservi chiesto di riavviare il computer, è consigliabile farlo perchè le modifiche vengano subito effettuate.

Are your Icons corrupt?
Deleting the file ShellIconCache from your Windows directory may fix your problem.

Eliminare la voce Preferiti dal menu Start
con questo semplice trucco e' possibile eliminare il menu Preferiti che si trova nella barra di Avvio di Windows98. Aprite il Registro di Sistema e cercate la seguente chiave:
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explore r.
Adesso posizionatevi sulla destra e da Modifica scegliete Nuovo-Valore binario. Chiamatelo come "NoFavoritesMenu" (senza virgolette e rispettando le maiuscole) ed inserite il seguente valore:
01 00 00 00.
Riavviate il PC ed il gioco e' fatto. Se volete farlo riapparire, allora potete cancellare il valore binario creato, oppure sostituire il valore impostato con
00 00 00 00.

Mscreate.dir, un file misterioso
Se attiviamo l'opzione visualizza file nascosti di Windows98, vi capitera' di notare tra la strana flora e fauna di Win, dei file nascosti chiamati mscreate.dir, di 0 byte ciascuno. Vediamo cosa sono: vengono creati da applicazioni Microsoft, permettono di eliminare le giuste cartelle relative ad un programma in caso di disinstallazione. In poche parole se decidete di installare ad esempio Power Point, durante l'installazione in ogni singola cartella di questo programma troverete uno di questi file. Se in un secondo momento decideste di eliminare il programma o aggiornarlo, il sistema operativo cerchera' questi file per capire quali cartelle eliminare o meno. Se per caso li avete tolti, nel momento in cui un programma deve essere disinstallato, il setup non sara' in grado di cancellare le cartelle vuote.

Se non funziona il risparmio energetico
Spesso con Windows98 puo' capitare che il risparmio energetico non funzioni ed il sistema operativo si rifiuta di accettarne la modalita'. Questo e' dovuto ad un non corretto funzionamento di alcuni driver. Per scoprirne la causa dovete ricorrere ad una utility di Windows98: Pmtshoot. Per far partire questa utility dovete cliccare su PMT-shoot.exe, file che si trova sul cd di installazione di Windows98 (cartella tools-mtsutil-pmtshoot). Cliccate due volte sul file e vi installera' il risparmio energetico. Riavviate il PC e Pmtshoot fissera' tutte le nuove attivita' in un protocollo specificando in rosso tutte le cause del mafunzionamento del risparmio energetico.

Dimenticata la password dello screen saver? No problem
dicono che uno dei sistemi piu' efficaci in fatto di password su Windows98 sia quella impostata tramite Screen saver (il classico salvaschermo). In poche parole, potete impostare una password (che solo voi conoscete), allontanarvi tranquillamente dal vostro PC e se qualche ficcanaso arriva per controllare cio' che stavate facendo, non riuscira' ad accedere al desktop, se non riavviando il PC. Che succede pero' se avete dimenticato la password? Dovete ricorrere ancora una volta al Registry. Fate in questo modo: Start-Esegui-Regedit. Andate sul registro e seguite questo percorso fino a questa chiave:
HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
Una volta trovata, cercate la stringa ScreenSaveUsePassword (attenzione: dato che il nome e' lungo, potreste leggere solo le prime lettere). Evidenziate la stringa, cliccate su Modifica-Modifica ed impostate come valore esadecimale lo 0 (troverete sicuramente 1 se avete impostato la password). Uscite dal Registro di sistema ed andate nel Pannello di controllo-Schermo e vedrete che la casella Protezione (sotto lo screen saver) si e' deselezionata.

Si puo' modificare il numero seriale di Win98?
Trovare il numero di Windows98 e' facilissimo: si va in Pannello di controllo-Sistema ed in Generale appare il numero in chiaro. Tuttavia e' possibile modificarlo a piacimento e modificare anche la dicitura "Registrato a nome di". Si fa in questo modo: Si apre il Registro di Sistema, si cerca la seguente chiave
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrenteVersion
Il numero seriale corrisponde alla stringa " ProductId " Per modificarlo bisogna cliccarci su e cambiare il valore. Invece per quanto riguarda il "Registrato a nome di", bisogna cercare questa stringa:
"RegisteredOwner"
Cliccate su modifica e dategli un altro nome

Riesumiamo il vecchio Undelete
chi si ricorda del vecchio Undelete che sotto Dos ci permetteva di recuperare file cancellati? Ebbene in Windows98 questa funzione e' generalmente disabilitata. Vedremo adesso come e' possibile ripristinarla. Andiamo in Start- Trova - Trova File. Scriviamo il nome di questo file: apps.inf (si trova nella cartella \windows\inf) Una volta trovato il file, ci cliccate su due volte e lo aprite. Windows vi comunichera' che vuole aprirlo con WordPad. Fate OK ed aprite il file. Adesso dovete cercare questa stringa: [UNDELETE.EXE] (scrivete uguale, comprese le parentesi quadre) Una volta trovata questa stringa, noterete che sotto ci sono due voci: Enable e Disable. La voce Enable va modificata in questo modo: Enable=win,dos,dsk,uus La voce Disable invece va modificata cosi': Disable=afp,asp (senza il comando Win) Salvate il file e riavviate il sistema. Undelete e' ritornato sul vostro PC

Il backup del registro di sistema
Venerdi' scorso abbiamo iniziato il discorso del registro di sistema ed avevamo visto come ripristinare la vecchia configurazione in caso qualcosa fosse andato storto con lo "smanettamento" delle chiavi. Oggi vedremo come creare una copia (backup) del Registry Editor, cosi' in caso di malfunzionamenti potete rimettere le cose a posto. In Start andate su Esegui. Digitate Regedit e fate invio. Sotto la prima voce (Registro di configurazione) scegliete Esporta file dal Registro di configurazione. Dategli un nome ed in Salva come lasciate File registro (*.reg). Cliccate su OK. Vedrete dopo pochi minuti si sara' creato un file con estensione .reg. Non vi conviene salvarlo su dischetto perche' occuperebbe vari MB. In caso di "incidente" basta scegliere "importa Esporta file dal Registro di configurazione" e selezionare il file .reg che avevate precedentemente salvato. Bene, domani vedremo come operare su qualche chiave per personalizzare il nostro PC. Trucco testato su Windows98.

Introduzione al registro di sistema
Piu' lettori mi hanno chiesto se potevo presentare almeno in linea generale il registro di sistema, cosi' che quando si "smanetta" con le sue chiavi si sa quali vantaggi (e pericoli) puo' apportare. Andiamo per ordine: il registro di sistema e' una specie di archivio nel quale vengono di volta in volta memorizzate ed aggiornate le informazioni del software che installiamo, delle periferiche hardware, nonche' le "personalizzazioni" che l'utente del PC compie sul proprio sistema. Tutte queste informazioni nel vecchio Windows 3.X erano memorizzate nei file con estensione .INI (precisamente erano win.ini, system.ini, control.ini); per la cronaca questi tre file esistono ancora nei nuovi sistemi operativi Windows 9X ed NT, questo per far "girare" anche le vecchie applicazioni. Nei sistemi oprativi 95, 98 ed NT tutte queste informazioni vengono adesso contenute e salvate nel Registro di Sistema (Registry Editor). Per dargli una prima occhiata non dovete fare altro che richiamarlo attraverso Start-Esegui e digitare regedit o regedit.exe. Bene, prima regola da tenere a mente: e' procedere con cautela con le modifiche. Intanto sappiate che se avete modificato qualche "chiave" ed il computer non funge piu' correttamente, potrete rimettere a posto le cose seguendo questo procedimento:
Fate clic su Start e scegliete Chiude sessione. Occhio a selezionare il pulsante di opzione Riavvia il sistema in modalità MS-DOS, e quindi scegliete OK. Passare alla directory di Windows. Se per esempio la directory è C:\Windows, digitate
cd c:\windows
A questo punto digitate c:\scanreg /restore
al prompt di MS-DOS. Riavviate il computer. Una volta eseguita questa procedura, il registro di sistema verrà ripristinato allo stato corrispondente all'ultimo avvio corretto del computer.

Le icone nascoste in Windows98
Siete stufi delle solite icone di Windows98? Pochi sanno che nella cartella system sono nascosti dei fil .DLL che contengono diverse icone per personalizzare i propri collegamenti o programmi. Provate a fare "cambia icona" e sfogliate fino ad arrivare nella cartella system. Adesso in tipo di File scegliete Librerie e digitate una dei seguenti file: AWFEXT32.DLL, CDFVIEW.DLL, COOL.DLL, ISIGN32.DLL, MPRSERV.DLL, MSHTML.DLL, MSRATING.DLL, PIFMGR.DLL, PNUI3250.DLL, SHDOCVW.DLL, SHELL32.DLL, VCTL.DLL. Adesso non vi resta che personalizzare il vostro ambiente di lavoro come volete voi

Chiudere velocemente il PC
Con questo rapido trucco potrete creare una semplice ico
na sul vostro desktop e chiudere cosi' velocemente il vostro PC, senza ogni volta scegliere Start-Chiude Sessione etc etc... Per prima cosa cliccate su un punto del vostro schermo e con il tasto destro scegliete NUOVO- Collegamento. Vi apparira' una finestra e dentro scriveteci questo: C:\WINDOWS\RUNDLL32.EXE user.exe,exitwindows (potete fare anche un copia-incolla) Cliccate su Avanti. Vi apparira' ancora un'altra finestra con scritto dentro Rundll32.exe. Cliccate su Fine. Se il procedimento e' stato corretto vi apparira' sul vostro desktop una piccola icona standard di Windows. Non resta che personalizzarla: per prima cosa cliccateci sopra una volta e scegliete Rinomina. Potrete chiamarla ad esempio Exit. Poi potete addirittura cambiare icona: tasto destro, proprieta' e scegliete Cambia Icona, personalizzandovela come vi pare. Ma non dimenticatevi la vera funzione di questa icona: basta cliccarci due volte ed spegnerete in un batter d'occhio il PC. Inoltre: se state lavorando a qualche documento, vi chiedera' prima di salvare e poi chiudere... Potete vedere questa lezione on - line con immagini qui: www.guidainlinea.com/shutdown.htm Trucco testato su Windows98

Ricerche fastidiose su floppy
Molte volte all'avvio, Windows perde tempo a verificare se ci sono dischetti nel floppy. Questo non solo crea una naturale perdita di tempo, ma provoca anche quel fastidioso rumore. Ecco come fare per risolvere la questione: evidenziate l'icona Risorse del computer, con il tasto destro selezionate Proprieta'; cliccate su Prestazioni (e' l'ultima scheda sulla destra). Cliccate su File System da Impostazioni Avanzate. Scegliete Disco Floppy e scoprirete che probabilmente la casella "Ricerca nuove unita' floppy ad ogni riavvio del computer" e' selezionata. Bene togliete la spunta ed il problema e' risolto.

Ancora sul rumore del Floppy disk
Dietro suggerimento di una lettrice riprendiamo l'argomento Floppy disk. Nel primo trucco di gennaio avevamo visto come evitare che ad ogni avvio del PC ci fosse quel rumore fastidioso provocato dalla ricerca di qualche dischetto inserito nell'apposito drive. Tuttavia spesso e volentieri, mentre stiamo lavorando puo' capitare che la cosa si ripete: Windows98 cerca di "esaminare" un dischetto che in realta' non e' presente. Cosa fare? Provate questo sistema, a volte funziona a volte no. Premessa: una delle ultime operazioni che avete fatto prima di spegnere il PC e' stata quella di consultare il contentuto di un floppy. Provate con questa operazione: andate in Esplora risorse ed inserite un dischetto, poi leggetelo. Successivamente cliccate su C, o qualcos'altro, comunque che non sia selezionato A. Chiudete adesso Esplora risorse (o Gestione risorse per chi usa Win95) con la X in alto tenendo premuto il tasto CTRL. Questo dovrebbe far salvare le impostazioni attuali (posizione e grandezza finestra, etc) in Esplora risorse. Dicono che a volte funziona, a volte bisogna farlo alcune volte di seguito perche' Windows testadura la capisca...

Icone impazzite e desktop ubriaco
L'anno scorso quando il mio vecchio Windows98 era oramai alla frutta ed aspettava il caffe' (a causa delle numerose installazioni e maneggiamenti), capito' per un periodo che le icone sul desktop cominciassero ad associarsi a programmi diversi tra di loro. Ad esempio una icona di word si modificava e prendeva l'aspetto di una icona gif, e cosi' via. Questo non solo si manifestava sul desktop, ma ne venivano coinvolte anche le icone di fianco al pulsante Start. Escluso allucinazioni e virus, il motivo non l'ho mai scoperto, anche perche' il problema si e' risolto da solo. Alcuni pero' danno la seguente soluzione quando questo fatto comincia a manifestarsi: si deve cancellare il file che usa Windows98 per disegnare le stesse icone. Il suo nome e' "shelliconcache" (lo potete trovare da Start-Trova file e si trova nella cartella Windows). Solitamente il file e' nascosto. Quindi per poterlo cancellare dovete riavviare il sistema in modalita' DOS ed utilizzare il comando "deltree shell~1". Attenzione: questo simbolo ~ si ottiene digitanto ALT+0126 (dal tastierino numerico).

Spegnimento veloce e problemi all'avvio
Ci sono alcuni PC che hanno problemi di spegnimento veloce, si puo' verificare una chiusura anticipata che crea due problemi: 1) corruzione del file system 2) conseguente avvio automatico di Scandisk quando riaccendete il PC. Fate in questo modo: Start-Programmi-Accessori-Utilita' di sistema-Mirosoft system information. Dal menu Strumenti, scegliete Utilita' di configurazione del sistema, cliccate su Avanzate e settate la voce Disabilita arresto rapido (e' la terzultima ). Se non avete installato questa utility, andate in Installazioni\applicazioni del Pannello di controllo ed installatelo dal CD-Rom di Windows98.

La cartella sysbckup
Tra le cartelle di Windows c'e' n'e' una forse un po' misteriosa che si chiama sysbckup. Premetto che si tratta di una cartella nascosta e per poterla "vedere" dovete aver selezionato l'opzione sul vostro Windows "mostra tutti i file nascosti". La cartella in questione e' ricca di librerie di sistema (i famosi file DLL) che con una qualsiasi installazione di un programma NON vengono cancellatti o riscritti, ma vengono spostati in questa cartella. In poche parole se stiamo facendo ad esempio l'aggiornamento ad Internet Explorer, puo' uscire la classica finestra che chiede di sovrascrivere un file DLL. Ebbene il file "vecchio" prima di essere cancellato viene spostato in questa cartella. Capita poi che molti programmi appena installati provocano i classici errori del tipo "questo programma ha eseguito un'operazione non valida...". A questo punto prima di passare a decisioni drastiche (dal format C a buttare via il PC), provate a copiare i file presenti nella cartella C:\windows\sysbckup nella cartella System di Windows. Molte volte le cose si rimettono a posto, altre volte si creano altri "scompensi" nel sistema operativo. Ma tentar non nuoce...

La password di connessione non viene salvata
La password di connessione ad internet non viene salvata: " Questo problema l'ho riscontrato piu' volte in diverse configurazioni, se si parla di pc collegati in rete, ad esempio, le password spariscono e non si possono memorizzare se all'accesso di windows, al momento di inserire nome e password, si preme annulla. Negli altri casi (sempre per pc collegati in rete) valgono le tue indicazioni (vedi trucco dell'11-4, nda). Per pc senza scheda di rete o non configurati con i vari protocolli, e' sufficiente andare nel pannello di controllo di windows, selezionare RETE, premere il tasto CONDIVISIONE DI FILE E STAMPANTI e si clicca su Condividi FILE, si premono tutti gli OK presenti e si riavvia il computer, le password dovrebbero poter essere memorizzate."

La password di connessione non viene salvata
Una delle domande piu' quotate e' la seguente: la casellina di registra password non e' attiva, non riesco a memorizzare la password, cosa fare? Questo e' un vecchio problema di windows95, forse anche su alcuni windows98 si manifesta. La prima soluzione e' per quelli che hanno Internet Explorer versione 5 o successiva. Andate nelle Opzioni - Connessioni; selezionate la connessione e premete su Impostazioni. In fondo scrivete il vostro nome utente e password, cliccando su OK. Altre soluzioni sono: cancellate la connessione di accesso remoto e rifatela. Se ancora non funziona, andate nel Pannello di Controllo - Installazione/applicazioni e da qui rimuovete il modulo di Accesso Remoto. Riavviate il PC e - con il cd rom di Windows98 - lo reinstallate nuovamente. Un'altra possibilita' (meno drastica della precedente) e' quella di creare la connessione ad internet non manualmente, ma seguendo l'Internet Connection Wizard, la connessione guidata di windows98.

Togliere le voci inutili dal menu Installazioni/applicazioni
Una delle domanda piu' quotate e' come faccio a togliere le voci dei programmi disinstallati da un pezzo nel menu Installazioni/Applicazioni del Pannello di Controllo? In questo modo: - se ricorrete al Registro di Sistema dovrete trovare la voce: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion \Uninstall ed a questo punto dovete cliccare sulla cartella corrispondente al file da eliminare e premete CANC. Altro sistema piu' soft, e' quello di ricorrere a TweakUI. Il programma in questione ha un'apposita voce (ADD/REMOVE) che vi permette di ottenere lo stesso risultato senza smanettare con il Registro di Sistema.

Forzare Windows a scaricare dalla memoria le librerie DLL
Windows XP è "addestrato" per cachare tutte le librerie DLL precedentemente utilizzate. Ecco come impedirlo.
Avviamo regedit (Start->Esegui->regedit).
Troviamo la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\
CurrentVersion\Explorer e a questo punto creiamo una sotto-chiave chiamandola 'AlwaysUnloadDLL' e impostiamo il suo valore a 1.
Riavviamo Windows per rendere effettive le modifiche.

Troppo pigro per scrivere il nome completo delle directory dal prompt di MSDOS?
Supponiamo per esempio di avere una directory "miadirectorydalnomelungo"... Dal prompt del dos per accedere alla directory dobbiamo scrivere:
cd miadirectorydalnomelungo
provate invece a digitare:
cd mia*
Nel caso in cui abbiate piu' directory che inizino con gli stessi caratteri vi basterà aggiungere un'altro carattere prima del *.

Win 9X/2000/XP: cambiare le directory predefinite
Windows 2000 ed XP ci hanno abituato, nostro malgrado, a percorsi di archiviazione per cartelle e documenti veramente "FOLLI", soprattutto in
considerazione del fatto che, se abbiamo cura dei nostri dati e se vogliamo tenere tutto sotto controllo, tale scelta, dettata da esigenze multi-utenza,
risulta bizzarra e ben poco pratica.
Vi consiglio di risolvere alla radice il problema, non appena installato il sistema, modificando ad hoc (ed in base alle Vostre esigenze) i percorsi di
alcune cartelle fondamentali all'uso razionale del PC.
Un esempio...
I percorsi sono in una chiave di registro, come al solito. Per apportare le modifiche, basta aprire il registro di sistema (attraverso il comando "regedit" in "Start / Esegui") e modificare le directory interessate.
................................................................................................
Windows Registry Editor Version 5.00
[HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Shell Folders]
"AppData"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\Dati applicazioni"
"Cookies"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\Cookies"
"Desktop"="C:\\Windows\\Desktop"
"Favorites"="E:\\Preferiti"
"NetHood"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\Risorse di rete"
"Personal"="J:\\Documenti"
"PrintHood"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\Risorse di stampa"
"Recent"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\Recent"
"SendTo"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\SendTo"
"Start Menu"="C:\\Windows\\Menu Avvio"
"Templates"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\Modelli"
"Programs"="C:\\Windows\\Menu Avvio\\Programmi"
"Startup"="C:\\Windows\\Menu Avvio\\Programmi\\Esecuzione automatica"
"Local Settings"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\Impostazioni locali"
"Local AppData"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\Impostazioni locali\\Dati applicazioni"
"Cache"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\Impostazioni locali\\Temporary Internet Files"
"History"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\Impostazioni locali\\Cronologia"
"My Pictures"="J:\\Documenti\\Immagini"
"Fonts"="C:\\WINDOWS\\Fonts"
"Administrative Tools"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\Menu Avvio\\Programmi\\Accessori\\Strumenti di amministrazione"
"CD Burning"="C:\\Documents and Settings\\All Users\\Impostazioni locali\\Dati applicazioni\\Microsoft\\Masterizzazione CD"
"My Music"="J:\\Documenti\\Musica"
"My Video"="J:\\Documenti\\Video"

Gli switch di setup di Windows 9x
/c disabilita lo smartdrv all'avvio del setup
/d setup non userà la configurazione corrente di windows
/id permette di evitare lo scandisk
/ie ignora la creazione del dischetto di avvio
/ih evita il controllo del registro di configurazione
/im evitail controllo della memoria ram
/in esegue il setup senza le opzioni di rete
/iq salta il controllo dei file a collegamenti incrociati (cross linked files)
/ir evita di sovrascrivere MBR, utile nel caso ci sia installato anche Windows2k/XP
/is evita lo scandisk
/it salta la ricerca di programmi TSR che potrebbero creare intoppi durante l'installazione
/iv evita la visualizzazione delle animazioni durante il setup
/nf evita la ricerca del floppy al primo riavvio
/nm evita il controllo sulla configurazione hardware minima richiesta
/ntldr evita qualsiasi controllo sul sistema operativo attuale, ed installa ex novo un altro windows nella stessa cartella

Ripristinare le corrette associazioni per i file eseguibili Scarica qui i files
Diversi lettori ci hanno segnalato l’impossibilità di eseguire molti programmi dopo l’eliminazione di un malware o di un trojan dal sistema. Windows (qualunque versione si stia utilizzando) mostra il messaggio d’errore "Impossibile trovare il file... o uno dei suoi componenti. Verificare che il percorso e il nome del file siano corretti e che tutte le librerie necessarie siano disponibili": eppure, verificando con Risorse del computer, il file eseguibile esiste ed è presente nel percorso indicato! Un gran numero di malware e trojan effettuano alcune modifiche all’interno del registro di sistema di Windows in modo tale che il loro nome sia anteposto a quello di ogni file eseguibile (.EXE) presente sul sistema. Grazie a questo odioso espediente, questi componenti maligni si assicurano l’esecuzione ad ogni avvio di Windows: lanciando qualunque file eseguibile si avvia così anche il malware o il trojan.Antivirus e software anti-spyware sono spesso in grado di rilevare la presenza di questi "ospiti indesiderati" e di provvedere alla loro eliminazione purtuttavia, generalmente, non provvedono a ripristinare la corretta configurazione all’interno del registro di sistema.
Ci si aspetterebbe che, avendo l’antivirus od il software anti-spyware, eliminato il componente maligno, il messaggio d’errore eventualmente visualizzato da parte di Windows riguardasse l’eseguibile del malware o del trojan stesso. Non è così. Proprio a causa della modifica inizialmente operata sul registro di sistema, all’atto dell’insediamento del malware, Windows restituisce un messaggio d’errore simile citato in precedenza, qualunque sia l’applicazione che si tenti di avviare.Per ripristinare i valori corretti all’interno del registro di sistema di Windows, scaricate il file
http://www.ilsoftware.it/servizi/dl/EXE_Fix_XP.reg oppure http://www.ilsoftware.it/servizi/dl/EXE_Fix_98.reg a seconda che stiate impiegando, rispettivamente, Windows XP o Windows 98. A download completato, fate doppio clic sul file .REG ed acconsentite all’inserimento delle informazioni nel registro.Qualora non riusciste ad inserire le modifiche contenute nel file EXE_Fix_XP o EXE_Fix_98.reg (Windows mostra un messaggio d’errore facente riferimento all’impossibilità di trovare il file C:\WINDOWS\REGEDIT.EXE), ciò è dovuto al fatto che anche l’Editor del registro (REGEDIT.EXE), essendo un normale file eseguibile, è soggetto alle modifiche apportate inizialmente dal malware. Per risolvere l’inghippo, applicate un semplice trucco. Per prima cosa verificate di aver attivato la visualizzazione delle estensioni dei file: avviate Risorse del computer, cliccate sul menù Visualizza, Opzioni cartella quindi sulla scheda Visualizza. Verificate che la casella Nascondi le estensioni per i tipi di file conosciuti sia disattivata infine confermate mediante la pressione del pulsante OK. Servendovi di Risorse del computer, portatevi nella cartella C:\WINDOWS, identificate il file REGEDIT.EXE e rinominatelo in REGEDIT.COM. Windows mostrerà il messaggio d’allerta "modificando l’estensione il file potrebbe essere inutilizzabile": confermate premendo il pulsante .
A questo punto, fate doppio clic sul file REGEDIT.COM, selezionate il comando Importa file del registro di configurazione dal menù Registro di configurazione quindi selezionate il file EXE_Fix_XP.reg o EXE_Fix_98.reg (a seconda che utilizziate Windows XP o Windows 98) e premete Apri. Effettuata l’importazione, chiudete l’Editor del registro di sistema e rinominate nuovamente REGEDIT.COM in REGEDIT.EXE.
Tutti i file eseguibili saranno ora correttamente aperti.

Windows 98
REGEDIT4

[HKEY_CLASSES_ROOT\.exe]
@="exefile"
"Content Type"="application/x-msdownload"

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile]
@="Application"
"EditFlags"=hex:d8,07,00,00

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shell]
@=""

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shell\open]
@=""
"EditFlags"=hex:00,00,00,00

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shell\open\command]
@="\"%1\" %*"

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shellex]

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shellex\PropertySheetHandlers]

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shellex\PropertySheetHandlers\{86F19A00-42A0-1069-A2E9-08002B30309D}]
@=""

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\DefaultIcon]
@="%1"
Windows 2k/XP
Windows Registry Editor Version 5.00

[HKEY_CLASSES_ROOT\.exe]
@="exefile"
"Content Type"="application/x-msdownload"

[HKEY_CLASSES_ROOT\.exe\PersistentHandler]
@="{098f2470-bae0-11cd-b579-08002b30bfeb}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile]
@="Application"
"EditFlags"=hex:38,07,00,00
"TileInfo"="prop:FileDescription;Company;FileVersion"
"InfoTip"="prop:FileDescription;Company;FileVersion;Create;Size"

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\DefaultIcon]
@="%1"

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shell]

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shell\open]
"EditFlags"=hex:00,00,00,00

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shell\open\command]
@="\"%1\" %*"

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shell\runas]

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shell\runas\command]
@="\"%1\" %*"

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shellex]

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shellex\DropHandler]
@="{86C86720-42A0-1069-A2E8-08002B30309D}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shellex\PropertySheetHandlers]

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shellex\PropertySheetHandlers\PEAnalyser]
@="{09A63660-16F9-11d0-B1DF-004F56001CA7}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shellex\PropertySheetHandlers\PifProps]
@="{86F19A00-42A0-1069-A2E9-08002B30309D}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shellex\PropertySheetHandlers\ShimLayer Property Page]
@="{513D916F-2A8E-4F51-AEAB-0CBC76FB1AF8}"

Windows 98: Internet Explorer, stabilità del sistema, errori legati ai file VXD.
Sono ancora tanti i lettori che utilizzano Windows 98 nonostante Microsoft abbia da tempo ufficialmente cessato il supporto tecnico per questo sistema operativo. Consultando la pagina relativa ai "cicli di vita" dei vari prodotti dell'azienda di Redmond ( http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=fh;%5Bln%5D;LifeWin ), è possibile verificare come Microsoft, relativamente a Windows 98, si limiti alla sola "pubblicazione" su Windows Update di nuove patch critiche e questo solo fino al 30 Giugno 2006.
- Errori relativi alle applicazioni installate e ad Internet Explorer. "Si è verificato un errore in nome_applicazione. L'applicazione verrà chiusa". Messaggi d'errore di questo tipo sono molto comuni in Windows 98, decisamente più rari in ambiente Windows 2000/XP. La cosa da fare in questi casi è annotare il nome del programma chiuso in maniera anormale e, soprattutto, il nome del file che ha causato il problema (generalmente si tratta di un file eseguibile o di una DLL). Le informazioni sul nome del file "incriminato" sono raggiungibili cliccando sul pulsante Dettagli, visualizzato sempre all'interno della finestra di errore.
Gli errori relativi ad Internet Explorer ("Si è verificato un errore in Microsoft Internet Explorer") possono riguardare le librerie più disparate. Errori collegati al file MSVCRT.DLL sono tuttavia determinati, il più delle volte, dalla presenza di spyware e/o malware sul sistema.
Ricordate, tra l'altro, che il nome del file eseguibile di Internet Explorer è Iexplore.exe (voce Appname nella finestra dei dettagli sull'errore) e non iexplorer.exe (con una "r" finale). Il secondo eseguibile, infatti, è riconducibile alla presenza, sul sistema, di un malware, un software "parassita" di nome RapidBlaster la cui diffusione è molto più ampia di quanto si possa immaginare. Per rimuovere RapidBlaster è bene servirsi di uno strumento "ad hoc": RapidBlaster Killer, prelevabile - nella sua ultima versione - all'indirizzo http://www.wilderssecurity.net/specialinfo/rapidblaster.html. Meglio avviare il software in modalità provvisoria (premere il tasto F8 all'avvio di Windows 98).
Oltre che dal parassita RapidBlaster, l'eseguibile iexplorer.exe - appositamente creato per indurre l'utente a pensare che si tratti di un componente legato ad Internet Explorer - viene sfruttato anche da una vasta gamma di virus. Una lista completa è ottenibile accedendo alla pagina http://computercops.biz/StartupList.html, digitando iexplorer.exe nell'apposita casella e premendo Search. La stessa pagina va tenuta come valido punto di riferimento per stabilire l'identità di file presenti sul proprio sistema.
Se i problemi non sono dovuti alla presenza di componenti dannosi sul proprio sistema, è possibile tentare di riparare l'installazione di Internet Explorer. Per avviare l'apposita procedura, è necessario chiudere il browser, accedere al Pannello di controllo, fare doppio clic su Installazione applicazioni, selezionare Microsoft Internet Explorer e Accesso a Internet, premere il pulsante Aggiungi/Rimuovi. ed optare, infine, per Correggi l'installazione di Internet Explorer. Confermando la scelta con OK e rispondendo Sì alle richiesta successiva, Windows 98 tenterà la riparazione. Al termine della procedura sarà necessario riavviare il personal computer.
Se avete installato Internet Explorer 6 e la voce Microsoft Internet Explorer e Accesso ad Internet non dovesse comparire nella lista visualizzata in Installazione applicazioni, cliccate su Start, Esegui. e digitate quanto segue: rundll32 setupwbv.dll,IE6Maintenance.
Nel caso in cui non stiate utilizzando Internet Explorer 6, è caldamente consigliabile aggiornare Windows 98 installando questa versione del browser Microsoft. Anche qualora decideste di impiegare un browser "alternativo" come Mozilla Firefox od Opera, è infatti essenziale aggiornare il sistema con l'ultima versione di Internet Explorer. Il browser di casa Microsoft è così legato alla struttura di Windows che alcuni problemi di Internet Explorer possono riflettersi sulla stabilità e sulla sicurezza dell'intero sistema operativo. E' bene quindi provvedere all'installazione di Internet Explorer 6, già aggiornato al Service Pack 1 - pacchetto che Microsoft ha rilasciato a Settembre 2002 -, insieme con le patch messe a disposizione in date successive (a tal proposito, è indispensabile servirsi di Windows Update). Internet Explorer 6 SP1 è prelevabile all'indirizzo http://www.microsoft.com/downloads/release.asp?ReleaseID=42318. Successivamente, è bene applicare la recente patch cumulativa MS05-020 (12 Aprile 2005) che contiene e sostituisce anche quelle rese pubbliche in precedenza (http://www.microsoft.com/technet/security/bulletin/MS05-020.mspx).
Per chi conosce l'inglese, è possibile far riferimento anche al sito web http://inetexplorer.mvps.org/ che elenca le soluzioni ad un gran numero di problematiche, piuttosto comuni, relative ad Internet Explorer ed Outlook Express.
- Errori legati ai file VXD. Windows 98 installa un driver generico chiamato VMM32.VXD per la gestione delle periferiche hardware che non dispongono di un file specifico. VXD è l'acronimo di Virtual X Driver ove "X" può essere un qualsiasi dispositivo hardware collegato al sistema: si tratta di driver virtuali che contribuiscono a rendere Windows più stabile, più rapida l'esecuzione dei comandi, riducono la necessità di memoria convenzionale. Sorprende quindi un po' il fatto che durante l'installazione di Windows 98, a tutti i vari componenti installati sia assegnato "d'ufficio" l'unico Virtual Machine Manager (VMM32.VXD) quando invece sono disponibili driver specifici per ciascun tipo di dispositivo.
E' possibile rendersene conto accedendo a Pannello di controllo, Sistema, Gestione periferiche. Qui cliccate, ad una ad una, sulle periferiche in elenco e scegliete su Proprietà. Dalla finestra successiva, selezionate la scheda Driver e cliccate su Dettagli file del driver. Com'è possibile verificare autonomamente, viene spesso utilizzato il driver virtuale generico VMM32.VXD in luogo del VXD specifico (che risulta mancante).
Provate a ripetere l'operazione per tutti i dispositivi hardware elencati in Gestione periferiche: vi accorgerete che per alcuni di essi, anziché il driver VXD adatto fornito insieme con Windows oppure quello del produttore, viene impiegato VMM32.VXD.
Ecco un elenco dei vari driver VXD, di cosa gestiscono e i nomi delle cartelle ove devono essere collocati:
vdd.vxd Scheda video \Windows\System
ntkern.vxd Tastiera, controller USB, scheda di rete, WDM \Windows\System
vcomm.vxd Porta seriale e parallela \Windows\System\Vmm32
configmg.vxd Scheda audio, orologio CMOS in tempo reale, coprocessore numerico, altoparlante del sistema \Windows\System\Vmm32
vmouse.vxd Mouse \Windows\System\Vmm32
vdmad.vxd Controller DMA \Windows\System\Vmm32
Errori simili a 0028: C00 1409B DI VXD VMM (01) + 0001309B che generalmente compaiono durante l'uso di Windows 98 oppure alla chiusura del sistema, sono spesso segnalati sul forum da diversi lettori. Gran parte di questi problemi sono semplicemente risolvibili estraendo i file VXD succitati dal file WIN98_45.CAB (contenuto nella cartella \WIN98 del CD ROM di installazione di Windows 98) e collocandoli in \WINDOWS\SYSTEM o in \WINDOWS\SYSTEM\VMM32, a seconda di quanto indicato (i file compressi in formato CAB sono gestibili con software quali WinZip o WinRAR).
Nel caso in cui, accedendo alla finestra delle proprietà dei vari driver in Gestione periferiche, doveste trovare ancora riferimenti a VMM32.VXD, cercate i file VXD più adatti all'interno del CD d'installazione di Windows 98 (generalmente il file compresso che li contiene è sempre WIN98_45.CAB) e posizionateli nella directory \WINDOWS\SYSTEM.
Qualora i problemi dovessero persistere, in diverse circostanze questi potrebbero essere causati dall'azione di un virus presente sul sistema (verificate di aver installato ed aggiornato un antivirus) oppure da driver di periferica non compatibili. In situazioni simili la cosa più saggia da fare è quella di cercare di isolare il problema disinstallando i driver di periferica - potenzialmente causa di problemi - dalla Modalità provvisoria di Windows 98 quindi ricercare un driver migliore (espressamente sviluppato per Windows 98) presso il sito web del produttore.

Programmare lo spegnimento del PC
A volte potrebbe esser necessario, per qualsiasi motivo, programmare lo spegnimento del proprio computer ad un certo orario. Windows non ha un'utility specifica in grado di svolgere tale attività. Si può però raggirare il problema, utilizzando il file rundll32.exe in questo modo:
1 - Andare sulle Operazioni Pianificate (Start -> Programmi -> Accessori -> Utilità di Sistema -> Operazioni Pianificate)
2 - Aggiungere Operazione Pianificata -> selezionare il file RUNDLL32.EXE dalla cartella Windows
3 - Dare un nome al task
4 - Andare nelle Proprietà Avanzate del task e aggiungere al collegamento "C:\WINDOWS\RUNDLL32.EXE" la stringa user.exe,exitwindows
5 - Pianificare il task all'ora desiderata.

Elenco dei messaggi di errore durante l'installazione del sistema operativo Vedi

How to Print .prn or .ps Files in Windows 95 or Windows 98 - Stampare i files PRN o PS
http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;en-us;158081
Article ID : 158081
This article was previously published under Q158081
If this article does not describe your hardware-related issue, please see the following Microsoft Web site to view more
articles about hardware:
http://support.microsoft.com/support/windows/topics/hardware/hwddresctr.asp

SUMMARY
This article describes how to print files that contain raw printer data (.prn or .ps files) in Windows. These files are
created by printing from a program to a file by using a Printer Control Language (PCL) or PostScript printer driver. A .prn
file is typically created by using a PCL printer driver, and a .ps file is typically created by using a PostScript printer
driver.
MORE INFORMATION
How to Print from a Command Prompt
To print from a command prompt, type copy pathfile name.file name extension LPT port number /b, and then press ENTER, where:
• path is the path to the folder that you want to use to store the file
• file name is the name that you want to give the file that you are making
• file name extension is the file name extension for the file that you are making
• port number is the number of the printer port that your printer is using, typically LPT1
For example, if you want to make a file that is named Rawprint.txt, save this file to the desktop, and your printer is
connected to LPT1, you would type copy c:\windows\desktop\rawprint.txt lpt1 /b at a command prompt, and then press ENTER.
How to Enable Drag-and-Drop Printing for .prn or .ps Files
To enable drag-and-drop printing for .prn or .ps files: 1. Use any text editor (such as Notepad) to create a file that is
named Printer.bat.
2. Type copy %1 lptport number /b in the Printer.bat file, where port number is the number of the printer port that your
printer is using. Note that the port is typically LPT1. For example, if your printer is connected to LPT1, you would type the
following command:
copy %1 lpt1 /b
3. Save the file in the Windows folder.
4. Click Start, point to Programs, and then click Windows Explorer.
5. On the View menu, click Options.
6. On the File Types tab, click New Type.
7. In the Description Of Type box, type Printer.
8. In the Associated Extension box, type PRN or PS, depending on your printer driver, and then click New.
9. In the Action box, type print.
10. In the Application Used To Perform Action box, type c:\windows\printer.bat.
11. Click OK, and then click Set Default.
12. Use Windows Explorer to locate the Printer.bat file in the Windows folder.
13. Right-click the Printer.bat file, and then click Properties.
14. Click to select the Close On Exit check box on the Program tab, and then click OK.
15. Create a shortcut to the C:\Windows\Printer.bat file on the desktop. To do this, right-click the Printer.bat file in the
Windows folder, point to Sent To, and then click Desktop (create shortcut).
NOTE: If you are printing to a network printer, you must redirect an LPT port to your network printer. For information about
how to capture a port for your network printer, view the "To Capture a Printer Port" topic in Windows Help.
How to Print .prn or .ps Files After You Enable Drag-and-Drop Printing
IMPORTANT: For correct output, you must create the file by using the same printer type as the printer that you plan to use to
print the file. For example, you must send a file that you created with a PCL printer driver to a PCL printer, and a file
that you created with a PostScript printer driver must be sent to a PostScript printer.

To print .prn or .ps files after you enable drag-and-drop printing, use any of the following methods: • Drag a file onto a
printer icon.
• Drag a file onto the Printer.bat shortcut that you made on your desktop.
• Right-click the file that you want to print, and then click Print.
• Double-click the file.

OPPURE:
Per poter stampare un file con estensione PRN si può provare con questo comando:
copy <percorso><nome del file><estensione> LPT<numero della porta> /b invio
- <percorso> è il percorso del file
- <nome file> è il nome del file
- <estensione> di solito prn
- <numero della porta> è il numero della porta della stampante generalmente se la stampante è collegata direttamente al pc
sarà lpt1 (o prn)

Creare un file per tenere traccia degli accessi al computer
Analizziamo ora la creazione di un semplice file .bat per tenere traccia degli accessi al computer, così da sapere se qualcuno vi accede a nostra insaputa. Aprire il blocco note, copiare ed incollare il seguente testo:
echo. | date | find /v "Inserire" >> %windir%\boot.log
echo. | time | find /v "Immettere" >> %windir%\boot.log
echo. >> %windir%\boot.log
Salvare il file come boot.bat (o altro nome) nella cartella di Windows. Questo creerà un file .log nella cartella dell'installazione di Windows. In genere è c:\windows. Ma questo non è importante, poiche' la variabile d'ambiente "windir" farà riferimento al percorso esatto.
Per Windows 95-98-98SE: editare il file autoexec.bat e scrivere all'interno c:\windows\boot.bat, seconda di dove si è salvato il file .bat. Per Windows ME-2000-XP: a differenza dei sistemi 9x, questi non processano i file di avvio autoexec.bat e config.sys. In questo caso indicheremo a Windows di eseguire questo nostro file .bat direttamente dal registro di sistema. Aprire il registro con Start>Esegui>regedit, posizionarsi alla chiave HKCU\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Run, creare un stringa con nome "boot.bat" ed assegnare il percorso fisico dove risiede il file .bat (per esempio c:\windows\boot.bat).
Come già saprete, questa chiave è usata anche dalla maggior parte dei virus per avviarsi automaticamente all'accensione del computer.
Fra parentesi: volete fare uno scherzo ad un amico non tanto esperto? Se possiede un computer con installato Windows 9x in file .bat inserite il seguente testo: RUNDLL32 user.exe,ExitWindows. Nella chiave Run del registro inserite il richiamo a tale file .bat, e quando il vostro amico accenderà il computer, gli si spegnerà automaticamente, senza chiedere conferma. Attenzione!!! Se non effettuate un backup del registro prima di effettuare tale scherzo, poi non sarete in grado di eliminare tale voce dal registro.

L'elenco degli errori di sistema
In Windows ME è possibile visualizzare un elenco di tutti gli errori avvenuti durante l'esecuzione del sistema operativo. Il file che riporta la lista è FAULTLOG.TXT e potete trovarlo nella cartella di installazione di Windows.

Cambiare la cartella predefinita di FrontPage
FrontPage apre di default la directory C:\Documenti o C:\Documenti\Web. Se volete modificare tale parametro avviate il Registro di Configurazione seguendo il percorso Start - Esegui e digitando il comando
regedit
Cercate la chiave HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\FrontPage\Explorer\FrontPage Explorer\Settings
Cliccate due volte sulla voce "DefaultWebName" e all'interno della finestra che si aprirà potrete specificare il percorso della directory da far aprire al programma attraverso il percorso File - Apri.

File .chk
Dopo aver eseguito lo Scandisk, è possibile che nella root del disco rigido appaiano file del tipo file0000.chk. Questi file sono relativi a frammenti perduti di altri file, file
temporanei cancellati in modo scorretto o dati salvati su cluster rovinati. Sono file che si possono cancellare senza problemi, ma è possibile impostare Scandisk in modo tale da eliminarli automaticamente. Nella finestra di Scandisk, cliccate sul pulsante Avanzate presente nella parte bassa. Nel riquadro Frammenti di file perduti attivate la casella Libera lo spazio occupato.

Installare Personal Web Server su Windows 98
Microsoft Personal Web Server trasmette informazioni e file tramite protocollo HTTP. Con Personal Web Server potete pubblicare pagine web nelle reti Intranet aziendali, sviluppare un sito web e verificarne la funzionalità prima di metterlo online, monitorare il traffico del sito web e pubblicare pagine web con controlli ActiveX.
Per installare Personal Web Server seguite il percorso Start - Esegui. Nella finestra di dialogo cliccate su Sfoglia, selezionate l'unità CD-ROM e seguite il percorso
Add-ons\Pws\Setup.exe. Dopo aver installato il programma riavviate il computer.

Come leggere le partizioni NTFS da Windows 95/98
In ambiente Windows 95/98 non è possibile leggere una partizione NTFS creata su sistemi Windows NT o 2000. Per ovviare a questo inconveniente potete utilizzare il programma NTFS for Windows 98 v1.03 scaricabile dal sito www.sysinternals.com, sotto la sezione Utilities. Di questo programma esistono due versioni: una gratuita che permette solo la lettura e una commerciale che consente anche la scrittura su una partizione NTFS. Prima d'installare il programma Ntfs98 occorre copiare i seguenti file dalla cartella  Winnt\System32 di Windows 2000 o NT in una cartella separata sulla partizione FAT di Windows 95/98:
* Ntfs.Sys
* Ntoskrnl.Exe
* Autochk.Exe
* Ntdll.Dll
* C_437.Nls
* C_1252.Nls
* L_intl.Nls

Autoexec.bat in Windows Me
In Windows Me non è possibile modificare il file Autoexec.bat. Qualunque tentativo di modifica viene vanificato al riavvio del sistema operativo in quanto il file viene riportato alla forma originale. Per aggiungere delle righe che avviano determinate utility o applicazioni si deve ricorrere a un file separato chiamato Cmdinit.bat che si trova nella cartella C:\Windows\Command. Se si installa un programma che aggiunge delle righe in Autoexec.bat, sarà necessario pertanto ricopiare tali righe nel file Cmdinit.bat.

Ripristino configurazione di sistema
Windows Me include una funzione che consente il ripristino di una configurazione stabile del sistema dopo un crash. Tale funzione risulta particolarmente utile nel caso in cui vengano eliminati accidentalmente dei file vitali per il sistema operativo. Per attivare tale funzione aprite il Pannello di controllo e cliccate sull'icona Sistema.
Selezionate la cartella Risoluzione dei problemi e disattivate la casella Disattiva Ripristino configurazione di sistema. Se utilizzate dei programmi specifici per la creazione di un backup del sistema, potete disattivare la creazione del punto di ripristino per risparmiare una notevole quantità di risorse di sistema e di spazio sul disco.

Parametri di deframmentazione
Il programma Defrag si può lanciare direttamente seguendo il percorso Start - Esegui ed
inserendo nel campo Apri il comando defrag seguito da uno dei seguenti parametri:
* /All - deframmenta in successione tutte le partizioni
* /F - ottimizza i file e lo spazio libero
* /U - deframmenta solo i file
* /Q - ottimizza lo spazio libero
* /P - prende in considerazione anche i file di sistema e quelli nascosti
* /Concise - visualizza la finestra di Defrag
* /Detailed - visualizza la finestra con i dettagli
* /Noprompt - evita le richieste di conferma

Risorse nascoste di Windows 98
Nel CD-ROM di Windows 98 potete trovare una serie di risorse particolarmente interessanti. La cartella TOOLS\RESKIT contiene, per esempio, le seguenti utilità:
Fat32win.exe: mostra lo spazio che si potrebbe liberare usando la partizione FAT32
Chklnks.exe: verifica i collegamenti rivolti ad applicazioni rimosse o cancellate
Usbview.exe: esegue la diagnostica delle porte USB e dei dispositivi ad esse collegati
Chdoscp.exe: permette di cambiare la configurazione della tastiera nelle sessioni DOS
Tzedit.exe: editor della zona oraria
Windiff.exe: applicazione utile per comparare i documenti di testo.

Spegnere Windows ad orari prefissati
Per spegnere Windows Me ad un'ora prefissata dovete andare su "Start" - "Programmi" - "Accessori" - "Utilità di sistema" e selezionare la voce "Operazioni pianificate." Avviate la procedura guidata per la creazione di una nuova operazione pianificata e cliccate sul pulsante "Avanti". Indicate il programma da eseguire cliccando su "Sfoglia", posizionandovi nella cartella "Windows" e cliccando due volte sul file chiamato RUNDLL32.EXE. Inserite una descrizione dell'operazione e scegliete come periodo di svolgimento dell'operazione OGNI GIORNO. Cliccate su "Avanti" e indicate l'ora in cui desiderate lo spegnimento del PC. Premere a questo punto il pulsante "Fine". Verrà creata nella cartella "Operazioni Pianificate" una nuova icona, corrispondente alla nuova operazione. Cliccateci sopra con il pulsante destro del mouse e dal menu a cascata scegliete l'opzione "Proprietà". Nella successiva finestra, aggiungete al percorso presente nella casella "Esegui", dopo RUNDLL32.EXE, il comando USER.EXE, EXITWINDOWS. Sempre nella stessa finestra, selezionate la scheda "Impostazioni" e inserite nella sezione "Tempo di Inattività" un intervallo di tempo a
piacere. Questo serve ad evitare che il PC si spenga da solo nel momento in cui viene utilizzato. Premete quindi "OK" per terminare.

Velocizzare la navigazione in DOS
Per velocizzare la navigazione fra le cartelle in DOS e richiamare solo una parte del nome di una particolare cartella, scrivete al posto del nome per esteso della cartella in cui volete
entrare solo una parte di esso (anche solo una lettera), seguita dall'asterisco.
Per esempio, se intendete entrare nella cartella “Documents and Settings” potrete digitare il comando cd doc*
Premendo il tasto INVIO giungerete nella cartella in questione.

Il vecchio fax di Windows 95
In Windows 95 il programma Fax veniva caricato nel disco rigido al momento dell'installazione. Lo stesso non accade invece nella prima versione di Windows 98. Per
recuperare il programma Fax, andate nel CD-ROM di Windows 98 e installate il programma Awfax, inserito (come utility) nella directory \Tools\Oldwin95\Message. Tenete presente che, per funzionare, il fax avrà bisogno del programma Microsoft Exchange o di Outlook 97 o 2000 (da non confondere con Outlook Express).

L'uso del programma Traceroute
Il comando TRACERT permette di conoscere quale percorso seguono i dati su Internet prima di raggiungere un dato sito. Il comando deve essere lanciato dal Prompt di MS-DOS, che potrete aprire seguendo il percorso Start - Programmi - Prompt di MS-DOS. Nella finestra del Prompt di MS-DOS apparirà C:\windows>. Scrivete il comando TRACERT sito_di_destinazione (per esempio "TRACERT www.ilmiosito.com") e premete il tasto Invio sulla tastiera. Appariranno una serie di indicazioni in merito al percorso seguito dai dati, dal vostro computer al computer di destinazione. Il programma Traceroute è presente in Windows 95 e Windows 98.

Informazioni sul modem
E' possibile visualizzare alcuni dati importanti relativi al modem tramite le funzioni di diagnostica di Windows. Aprite il Pannello di controllo e cliccate sull'icona Modem. Nella finestra Proprietà - Modem, selezionate la scheda Diagnostica, scegliete un modem e cliccate sul pulsante Informazioni o Informazioni addizionali. Il sistema operativo interrogherà il modem riportando a video una serie di informazioni, tra le quali il protocollo adottato (V.34, V.90, ecc.) e la velocità di comunicazione tra la periferica e il computer.

Floppy danneggiato
Talvolta Windows avverte che è "impossibile leggere dalla periferica specificata" o addirittura che "il floppy disk non è formattato".
Questi errori sono abbastanza frequenti, soprattutto se si utilizzano floppy di bassa qualità.
Quando si riscontra un errore del genere, è utile provare a riavviare in modalità DOS e digitare il comando:
'diskcopy a:'
Il DOS ignorerà in questo modo alcuni tipi di errore che impedirebbero la lettura dal floppy sotto Windows.

Navigazione più veloce
Potete provare a navigare su Internet più velocemente modificando il file System.ini. Seguite il percorso Start - Trova - File o cartelle e cercate il file System.ini. Aprite il file con il Blocco note e aggiungete le seguenti due righe appena sotto la voce [386Enh]
COMxFifo=1
COMxBUFFER=2048
La prima abilita il FIFO (First In First Out) sulla porta del modem dove X è la vostra porta seriale.
La seconda indica al sistema operativo il buffer da assegnare alla porta a cui è collegato il modem.

Trasferire impostazioni aspetto
E' possibile avere su più PC la stessa configurazione di colori e caratteri.
Impostate su un computer di base aspetto, colori e caratteri che desiderate avere anche sugli altri computer.
Aprite il registro di sistema (seguendo il percorso Start - Esegui - regedit) e cercate la chiave:
HKEY_CURRENT_USER\ControlPanel\Appearance
che contiene appunto la configurazione che avete scelto.
Dal menu File selezionate la voce Esporta per salvare la chiave sul vostro hard disk.
Copiate questo file su un floppy disk. Inserite tale floppy disk sui PC sui quali intendete riprodurre le impostazioni relative all'aspetto dell'interfaccia grafica e cliccate due volte sul file in esso contenuto. Confermate l'operazione nella finestra del messaggio di sicurezza che apparirà: la chiave verrà copiata integralmente, sostituendo quella corrispondente nel Registro di quel sistema.

Modificare il nome inserito nella licenza di Windows
In fase di installazione di Windows occorre inserire il nome della persona fisica o dell'azienda che possiede la licenza d'uso del sistema operativo.
Molti programmi utilizzano questi dati e li inseriscono come valore predefinito per la registrazione quando vengono installati.
Per modificare le informazioni fornite durante la registrazione di Windows è necessario agire sul Registro di configurazione seguendo il percorso Avvio/Start - Esegui, digitando nella casella Apri il comando
regedit.exe
Una volta aperto il Registro di configurazione cercate la cartella
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\ CurrentVersion
Nella parte destra della schermata cliccate con il tasto destro su "Registered owner" e modificate i dati personali.

Avvio senza driver CD-ROM
Può accadere che, dopo aver formattato l'hard disk per reinstallare il sistema operativo, ci si accorga di non possedere un disco di avvio con i driver del lettore CD-ROM.
In tal caso, potrete procedere in questo modo: avviate il PC con il disco di ripristino che non ha i driver del CD-ROM e digitate sul prompt MSDOS il comando "sys c".
Riavviate il sistema senza il floppy inserito e, quando apparirà il prompt di MSDOS, inserite il floppy del driver del CD-ROM (ottenuto al momento dell'acquisto del lettore) e digitate il comando " install" o "setup" (il comando indicato sull'etichetta del disco floppy utilizzato).
Riavviate il sistema e inserite il CD-ROM di installazione e, al prompt di MSDOS, digitate il comando "X:setup" (dove X è la lettera dell'unità CD-ROM).

Disabilitare Imposta come sfondo
E' possibile disattivare la funzione Imposta come sfondo per evitare di impostare come sfondo di Windows un'immagine che invece si intende salvare.
Per disattivare tale funzione è sufficiente impostare l'attributo di sola lettura al file che Internet Explorer utilizza per modificare lo sfondo del Desktop.
Procedete in questo modo: aprite "Trova file o cartelle", cercate il file "Sfondo Internet Explorer.bmp", cliccate con il tasto destro del mouse sulla relativa icona e selezionate la voce "Proprietà"; attivate l'opzione "Sola lettura" e cliccate sul pulsante OK.
Dopo tale modifica, selezionando la voce "Imposta come sfondo" del menu contestuale di Internet Explorer, si aprirà una finestra con il messaggio "Accesso negato".
Per ripristinare la situazione iniziale, sarà sufficiente disattivare la casella "Sola lettura" del file in questione.

Avvio veloce
Windows 98 all'avvio cerca sempre un particolare file chiamato Winstart.bat e, se non lo trova, impiega un periodo di tempo alla ricerca di tale file rallentando il caricamento del sistema operativo.
Per velocizzare l'avvio create un nuovo documento di testo nella directory di Windows e rinominatelo appunto Winstart.bat.

Trasformare una sottodirectory in un disco
Potete fare in modo che una qualsiasi sottocartella appaia come un disco fisso a sé stante tramite il comando DOS "subst".
Aprite una finestra DOS seguendo il percorso Start - Esegui - Command e digitate il comando
subst "lettera del disco" x:\cartella
dove "lettera del disco" è la lettera utile che desiderate assegnare al vostro disco virtuale e "x:\cartella" è il percorso della cartella che volete "trasformare" in disco. Per esempio "subst G: C:\cartella" sotto Risorse del computer trasforma C:\cartella in disco "G:".
Per eliminare il disco virtuale, digitate da DOS il comando subst G: /D.

Identificare cartella con una lettera
Utilizzando il comando MS-DOS “subst” è possibile accedere direttamente alle cartelle, identificandole come se fossero dei dischi separati con una lettera di drive.
Aprite il Prompt di MS-DOS e, supponendo di voler associare la cartella chiamata “prova” posta sul Desktop di Windows, digitate il seguente comando:
subst z (lettera del drive) c:\windows\desktop\prova
Se il nome della cartella contiene degli spazi, inserite tutto il percorso tra virgolette
subst z (lettera del drive) "c:\windows\desktop\prova trucco"
Le lettere di drive utilizzate sono quelle dalla A alla Z con l'eccezione di quelle già utilizzate per dischi rigidi, CD-ROM e altre periferiche.
Il difetto di questa procedura è che i drive così creati scompaiono quando si riavvia o si chiude la sessione di Windows. Per non ripetere l'operazione ogni volta, create un file batch da far eseguire ad ogni avvio. Con Blocco note create un file che contenga la riga del comando subst e salvatelo con estensione .bat. Create infine un collegamento del file appena creato nella cartella Esecuzione automatica del menu Start.

Stampare velocemente un documento
Potete stampare un documento semplicemente trascinandolo sopra l'icona della stampante.
Tramite Risorse del Computer aprite la cartella "Stampanti". Trascinate sul Desktop l'icona della stampante che utilizzate e cliccate sul pulsante Sì nella finestra che apparirà con il messaggio "Impossibile spostare o copiare l'oggetto in questa posizione. Creare un collegamento invece di spostare e copiare ?".

Un sostituto per Autoexec.Bat
Con Windows Me non è possibile effettuare modifiche al file Autoexec.Bat poiché, al successivo riavvio del sistema operativo, il file viene riportato alla sua forma originale.
Per effettuare delle modifiche che permettono l'avvio di determinate utility o applicazioni si deve ricorrere ad un file, chiamato Cmdinit.Bat, che si trova nella cartella C:\Windows\Command. Se si installa un programma che effettua l'aggiunta di alcune righe in Autoexec.Bat, sarà necessario aggiornare anche il file Cmdinit.Bat.

Modifica del logo
Facendo un click con il tasto destro del mouse sull'icona di Risorse del Computer e scegliendo la voce Proprietà, appare una finestra che contiene alcune informazioni relative al computer in uso, come la versione del sistema operativo, la quantità di RAM installata, il tipo di processore ecc.
Talvolta in basso a sinistra è presente un'immagine, normalmente il logo del produttore o del venditore.
E' possibile modificare tale immagine, o aggiungerla nel caso non sia presente, modificando (o creando) il file OEMLOGO.BMP presente nella cartella C:\Windows\System.

Stampare tramite il menu "Invia a"
Per risparmiare tempo quando dovete eseguire la stampa di file esterni, aprite la finestra "Stampanti" seguendo il percorso Start - Impostazioni.
Cliccate con il tasto destro del mouse sull'icona della stampante che intendete utilizzare e scegliete la voce Crea collegamento dal menu contestuale.
Il collegamento creato apparirà sul Desktop. Trascinate tale collegamento all'interno della cartella C:\Windows\Sendto.
In questo modo sarà sufficiente cliccare con il pulsante destro del mouse sul file da stampare e selezionare "Invia a" scegliendo la stampante da utilizzare.

Bloccare i siti con il file Hosts
E' possibile precludere l'accesso a certi siti utilizzando il file Hosts, presente in C:\Windows.
Aprite il file Hosts tramite il Notepad di Windows e inserite l'indirizzo IP relativo all'host locale (127.0.0.1) seguito dall'indirizzo web del sito da bloccare (es: www.sito.com). Si avrà per esempio:
127.0.0.1 www.sitouno.com
127.0.0.1 www.sitodue.it
127.0.0.1 www.sitotre.it
Salvate il file e provate ad accedere ai siti inclusi nel file Hosts. Riceverete l'errore "Impossibile visualizzare la pagina".
Potrete utilizzare questo metodo per evitare la visualizzazione di siti con contenuto poco indicato ai bambini o per evitare la visualizzazione di banner e pop-up.

Cancellare in modo automatico alcuni file
I file .BAT possono essere utilizzati per automatizzare alcune operazioni, ad esempio la cancellazione dei file temporanei creati ad ogni sessione di Windows.
Aprite il Blocco Note di Windows ed editate il file Autoexec.bat.
Aggiungete in coda il seguente comando:
deltree /y C:\Windows\Temp\*.*
Tale comando elimina tutto il contenuto della cartella "temp" e, attraverso al parametro "/y", evita la richiesta di conferma per la cancellazione. Con questa modifica del file autoexec.bat, ad ogni accensione del computer la cartella "Temp" verrà svuotata automaticamente.

Ottimizzare il Registro di configurazione
Con Windows 98/Me è possibile effettuare un controllo delle chiavi inutilizzate all'interno del registro di configurazione affinché questo venga automaticamente ottimizzato.
Editate a tal fine il file "scanreg.ini" e impostate la voce Optimize=1.
In questo modo il sistema operativo verrà caricato più velocemente.

Manutenzione del disco
Seguendo il percorso Start - Programmi - Accessori - Utilità di sistema, troverete le utility che vi permettono di tenere in buona salute il vostro disco rigido: Scandisk e Defrag.
Scandisk esegue la scansione del disco rigido alla ricerca di errori; è buona norma avviarlo almeno una volta alla settimana o dopo un blocco di sistema per verificare che non vi siano errori sul disco rigido. Nel caso in cui vengano trovati frammenti di file perduti, la cosa migliore è la loro rimozione.
E' consigliabile avviare Defrag dopo Scandisk in modo da ricompattare i file sul disco rigido, che con il normale utilizzo vengono scritti in settori diversi del disco. Tale operazione è da eseguire ogni 15-25 giorni a seconda dell'utilizzo del PC ed evita che la testina salti troppo da una parte all'altra del disco per caricare dati e programmi. Questa operazione velocizza sensibilmente Windows e le applicazioni.

Protezione delle cartelle
In Windows 98, la visualizzazione web conferisce una protezione particolare alle cartelle WINDOWS e SYSTEM: aprendo queste cartelle, infatti, non viene mostrato il loro contenuto, bensì un messaggio che avverte del pericolo di modificare i file in esse raccolti. Solo cliccando su un apposito link è quindi possibile vedere il reale contenuto di queste cartelle.
Se si vuole aggirare questa protezione, è sufficiente aprire con NotePad il file:
Desktop.ini
e cercare la riga
PERSISTMONIKER
Individuata la riga, aggiungete all'inizio della stessa il simbolo
; (punto e virgola)
In tale modo, aprendo le cartelle Windows e System, verrà subito visualizzato il loro contenuto.

Utenti diversi su sistemi Windows 9x
Per avviare la funzione "Profili di Windows" seguite il percorso Avvio - Impostazioni - Pannello di Controllo e selezionate l'icona Password. Nella finestra che apparirà selezionate la cartella "Profili utente" ed attivate la casella "Gli utenti possono personalizzare le impostazioni del desktop".
Oltre a questa funzione (attiva di default), potete consentire agli utenti di personalizzare il menu Avvio e i gruppi di programmi attivando la casella "Consenti personalizzazione del menu Avvio". Cliccate su OK per riavviare il sistema. Al riavvio potrete inserire user e password di un eventuale nuovo utente per crearne il profilo.
Ciascuno degli utenti creati potrà mantenere la propria configurazione che non influirà su quelle degli altri utenti.
E' possibile definire diversi profili utente che avranno accesso al sistema in qualsiasi momento attraverso l'icona Utenti nel Pannello di controllo. Per creare un utente, cliccate due volte sull'icona "Nuovo utente" per avviare l'apposita procedura guidata.

Amministrare la lista degli utenti
Dopo aver attivato la protezione attraverso password di tutti gli utenti che possono accedere al computer, selezionate l'opzione "Utenti" seguendo il percorso Avvio - Impostazioni - Pannello di controllo per consultare e amministrare la lista completa degli utenti.
Per eliminare un profilo utente, selezionate il nome ad esso corrispondente e premete il tasto Elimina. Potrete anche cambiare la password o modificare la configurazione di un profilo selezionato o realizzarne una copia di backup.

Disattivare lo Scandisk all'avvio
In ambiente Windows 95b e 98, se il PC non è stato spento in modo corretto, al riavvio viene avviato automaticamente lo Scandisk.
E' possibile disattivare tale funzione editando il file Msdos.sys. Questo file è invisibile di default, per cui occorre aprire Gestione Risorse e selezionare la voce Opzioni cartella dal menu Visualizza.
Selezionate la cartella Visualizza e nel riquadro Impostazioni avanzate, sotto la voce File nascosti, abilitate la casella "Mostra tutti i file".
Sotto la directory C: troverete a quel punto il file Msdos.sys, che
potrete aprire con Notepad.
Nella sezione [Options] modificate la stringa Autoscan nel seguente modo:
- Autoscan=0 -> Non avviare Scandisk
- Autoscan=1 -> Avvia Scandisk (default)
- Autoscan=2 -> Avvia Scandisk (in automatico)
Salvate il file e chiudetelo. Le modifiche verranno attivate al riavvio del sistema.

Chiusura contemporanea di tutte le finestre aperte
Se utilizzate diversi programmi contemporaneamente e desiderate accedere al Desktop di Windows, potete evitare di chiudere tutte le finestre una per volta.
Premete il tasto con il simbolo di Windows (che trovate tra il tasto CTRL e il tasto ALT) e contemporaneamente il tasto M.

Modificare il nome del PC in rete con Windows Me
Durante l'installazione di Windows Me, il sistema chiede all'utente di specificare il nome del computer all'interno del Gruppo di lavoro.
Tale nome potrà essere modificato in qualunque momento cliccando con il tasto destro del mouse sull'icona Risorse di Rete presente sul Desktop.
Dopo aver scelto Proprietà, sarà sufficiente selezionare la scheda Identificazione e modificare il nome del computer (ed eventualmente anche la descrizione).

Ricerca delle risorse condivise in Windows Me
Quando si avvia il sistema operativo, vengono ricercate tutte le risorse condivise in rete e ciò rallenta la procedura di avvio.
E' possibile disabilitare questa funzione seguendo il percorso Start - Impostazioni e cliccando sulla voce Pannello di controllo. Cliccate sull'icona Risorse di rete e quindi su Opzioni. Selezionate la cartella Visualizzazione e disattivate la voce "Cerca automaticamente cartelle e stampanti di rete".

Salvare i file di sistema
In caso di malfunzionamento può essere utile procedere con il salvataggio della configurazione attuale del PC.
Ciò consente di ripristinare le funzioni di Windows in brevissimo tempo senza ricorrere ad una lunga e fastidiosa reinstallazione.
Aprite il Registro di configurazione seguendo il percorso Start - Esegui e digitando nella casella Apri il comando Regedit.
Dal menu Registro attivate l'opzione "Esporta file del registro di configurazione", selezionando in basso la voce "Tutto" nella sezione "Intervallo di esportazione".
Potete esportare il file di registro sul Desktop. Tale file avrà una dimensione di circa 7 MB ma, utilizzando un compressore come Winrar o Winzip, sarà possibile ridurne la dimensione a soli 0.8 MB; in tal modo il file potrà essere salvato anche su un floppy disk, dove sarà necessario salvare anche i file Config.sys ed Autoexec.bat contenuti in C:\ e i file Win.ini e System.ini contenuti in C:\Windows.

Ottimizzare la cache su disco
La cache del disco di Windows è uno spazio di memoria RAM usato dal sistema per accedere ai dati del disco utilizzati più frequentemente. Ciò è dovuto al fatto che la memoria RAM è molto più veloce del disco fisso. Windows legge ed esegue i comandi di alcuni file costantemente: mantenendoli in memoria e accedendovi direttamente si migliorano le prestazioni complessive del sistema.
La quantità di memoria utilizzata dalla cache varia a seconda dell'uso di memoria richiesto dalle applicazioni attive in un dato momento, ma è comunque possibile stabilirne un valore massimo e minimo.
Aprite con il blocco note il file System.ini contenuto nella cartella C:\Windows e create o modificate la voce Minimum della sezione [vcache] con i seguenti valori, espressi in Kilobyte: per sistemi con 32 Mbyte di memoria RAM il valore massimo consigliato è di 8192, mentre per sistemi con più memoria è consigliato il valore di 16384.

Aggiungere un testo alla Traybar
Se desiderate inserire un testo nella Traybar, potete farlo agendo sul registro di configurazione (Start - Esegui - Regedit). Cercate la chiave
HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\International
Nella parte destra della schermata controllate se sono presenti le stringhe denominate "s1159" e "s2359". Nel caso non siano presenti, createle utilizzando il menu Modifica - Nuovo - Valore STRINGA.
Fate doppio click su ciascuna stringa e inserite nella finestra che apparirà il testo (massimo 13 caratteri) che volete visualizzare sulla barra. Il testo per le differenti stringhe dovrà essere lo stesso.
Chiudete il registro di configurazione e riavviate il PC per rendere effettive le modifiche.

Difficoltà nella creazione del Punto di ripristino in Windows Me
In ambiente Windows Me è possibile che non si riesca a creare il Punto di ripristino ricevendo il messaggio d'errore "Non è possibile definire un nuovo punto di ripristino". Ciò può dipendere dall'insufficiente spazio disco necessario a creare il backup dei file.
Per risolvere tale inconveniente, potete aumentare lo spazio riservato alla utility di creazione del punto di ripristino, o eliminare alcuni punti di ripristino precedenti.
Per aumentare lo spazio destinato al ripristino, seguite il percorso Pannello di Controllo - Sistema. Tramite la scheda Prestazioni cliccate sul pulsante File System e spostate il cursore di regolazione relativo alla voce dello spazio disco per il ripristino della configurazione.
Cliccate sul pulsante OK per attivare la modifica.
Per eliminare i vecchi punti di ripristino, tramite il pulsante Start, seguite il percorso Programmi - Accessori - Utilità di sistema - Pulitura disco. Selezionate l'unità disco su cui è installato il sistema operativo e selezionate la scheda "Altre opzioni". In basso troverete il riquadro "Ripristino configurazione di sistema", tramite il quale potrete eliminare tutti i punti di ripristino precedenti.

Disattivare la composizione del numero tramite centralino
Alcune applicazioni relative alla connessione Internet possono modificare le impostazioni di connessione di Windows, anteponendo un numero (di solito lo zero) al prefisso telefonico. Per evitare inconvenienti, aprite il Pannello di Controllo ed cliccate due volte sull'icona Modem. Cliccate sul pulsante Proprietà di composizione per visualizzare la cartella "Località di chiamata corrente". Nel riquadro "Impostazioni composizione" verificate che le caselle relative all'accesso ad una linea esterna siano vuote, qualora utilizziate una connessione diretta alla linea telefonica che non passi tramite centralino. Cliccate sul pulsante OK per confermare le modifiche.

Cartelle compresse in Windows Me
In ambiente Windows Me è possibile accedere agli archivi compressi senza l'utilizzo di programmi dedicati come WinZip. I dati compressi vengono visualizzati come cartelle, ma nulla impedisce di utilizzare i normali programmi di compressione/decompressione. Il problema sorge nel caso in cui questi software vengano disinstallati in un secondo tempo, per cui non sarà più possibile accedere ai file compressi.
Per ripristinare la normale funzionalità seguite il percorso Pannello di Controllo - Installazione Applicazioni - Installazione di Windows, selezionate la voce Utilità di Sistema e cliccate sul pulsante Dettagli.
Disattivate la casella di controllo Cartelle Compresse e confermate la modifica cliccando sul pulsante OK. Riavviate il computer alla richiesta.

Modifica della data in Esplora Risorse
In Esplora Risorse, nella colonna Modificato (riferita alla data di modifica di un file) gli anni vengono indicati con due cifre. Tramite una modifica nel Pannello di Controllo è possibile visualizzare l'anno con quattro cifre.
All'interno del Pannello di Controllo cliccate due volte sull'icona Impostazioni Internazionali e nella finestra che compare selezionate la scheda Data. Nella casella "Formato data breve" della sezione "Data breve", selezionate il formato "gg/mm/aaaa" tra quelli disponibili. Cliccate poi sul pulsante OK per confermare le modifiche.

Velocizzare l'avvio eliminando i font inutili
In fase di avvio, il sistema operativo carica il codice di ogni font installato rallentando in tal modo l'avvio stesso.
Potete ovviare a tale inconveniente tramite il Pannello di controllo/Tipi di carattere. Dopo averne visionato la forma con un doppio click, potrete cancellare i font che ritenete inutili.

Allarme acustico
Potete attivare un allarme acustico per avere sotto controllo lo stato dei tasti BLOC MAIUSC, BLOC NUM e BLOC SCORR. Tramite il Pannello di Controllo fate un doppio click sull'icona "Accesso facilitato" e selezionate la cartella "Tastiera". In basso troverete il riquadro "Segnali acustici" nel quale dovrete attivare la casella "Usa Segnali acustici". Cliccate sul pulsante OK per confermare la modifica.

Proteggiamo i file di sistema
I file con estensione .sys, i cosiddetti "file di sistema", sono fondamentali per il funzionamento del sistema operativo. E' possibile nascondere tali file per evitare che vengano cancellati per errore. Sotto Windows 95, è necessario aprire una qualsiasi cartella e seguire il percorso Visualizza - Opzioni - Visualizza, e selezionare le voci "Non visualizzare file di tipo" - "File Nascosti". In questo modo si proteggeranno anche altri file essenziali, quelli con estensione .dll, .vxd, .drv, e .386. Sotto Windows 98, è sufficiente aprire una cartella qualsiasi, seguire il percorso Visualizza - Opzioni Cartella - Visualizzazione e selezionare la voce "Non mostrare i file nascosti e di sistema"

Come recuperare la password utente per l'accesso a Windows
Se non ricordate più la password utente per accedere a Windows potete cancellare il file *.pwl, relativo al "nome utente" di accesso a Windows. Se, per esempio, il vostro nome utente Windows è "mario", dovrete individuare e cancellare il file "mario.pwl". Per individuare tale file, utilizzate la voce Trova dal menù Start (o Avvio) nella barra delle applicazioni di Windows. Dopo aver cancellato il file .pwl, uscite da Windows con l'opzione "Riaccedi alla rete come nuovo utente" o "Disconnetti". Per riaccedere a Windows, digitate una nuova password o lasciate il campo vuoto.

Verificare il proprio indirizzo IP
Per visualizzare l'indirizzo IP assegnato dall'ISP durante la connessione alla rete, andate su Start - Esegui e digitate "winipcfg". Cliccate su Ok e si aprirà una finestra chiamata "Configurazione IP" che vi mostrerà il vostro indirizzo IP unitamente ad altre informazioni tecniche.

Eliminare la videata iniziale con il logo di Windows
Nella sezione [Options] di MSDOS.SYS aggiungete la riga Logo=0.

Cambiare il logo alla chiusura di Windows
Modificate i file LOGOS.SYS (il sistema...) e LOGOW.SYS (attendere la chiusura...) che si trovano nella directory di Win9X. Si tratta di files bitmap in formato 320x400x8. Non modificate dimensioni e profondità.

Velocizziamo l'avvio di Windows
Aggiungete l'istruzione BootDelay=0 nella sezione [Options] di MSDOS.SYS e disattivate la visualizzazione del logo al boot.

Rimuovere l'associazione dell'applicazione da un tipo di file
Dalla finestra di Gestione Risorse selezionate Visualizza/Opzioni, quindi tramite la cartella Tipo di file selezionate il tipo di file interessato e premete il bottone Rimuovi.

Riavviare solo Windows senza riavviare tutto il sistema
E' possibile riavviare solo il sistema operativo Windows, senza riavviare l'intero sistema, utilizzando il pulsante Start, cliccando sulla voce Chiudi sessione, selezionando l'opzione "Riavvia il sistema" e cliccando sul pulsante OK tenendo premuto il tasto SHIFT sulla tastiera.

Accesso Remoto off limits
Per impedire a chiunque di modificare le impostazioni di Accesso remoto, occorre verificare che non ci siano applicazioni attive che utilizzano Accesso remoto. Tramite il pulsante Start di Windows, selezioniate la voce Trova. Nell'apposita casella di ricerca scrivete "Rnaui.dll" e selezionate C:\WINDOWS come percorso di ricerca. Dopo aver trovato il file "Rnaui.dll", rinominatelo lasciando invariata l'estensione (.dll). Per verificare se l'operazione è stata eseguita con successo, cercate di accedere alla cartella di Accesso Remoto. L'accesso non sarà più possibile fino a quando non rinominerete la libreria dinamica assegnandole il nome originale (Rnaui.dll).

Stabilire la versione del sistema operativo installato
Per stabilire la versione del sistema operativo utilizzato, sarà sufficiente cliccare due volte sull'icona "Sistema" nel Pannello di Controllo. Se si possiede la prima versione di Windows 95, nella scheda "Generale" sarà indicato il numero di versione 4xxx, senza altre appendici. Se invece è installato Windows 95 Osr2, dopo questo numero comparirà una B. Lo stesso principio è valido per distinguere le versioni di Windows 98.

Cambiate i colori di Windows
Per cambiare lo schema dei colori di Windows fate un click con il tasto destro in una qualsiasi parte del Desktop. Dal menù che compare selezionate Proprietà e quindi la cartella Aspetto.
Scegliete uno schema predefinito tramite il menù a tendina "Combinazione" o definite dei colori personalizzati utilizzando gli altri menù presenti nella finestra.

Come usare il tasto speciale "Windows" sotto Windows 95
Con la pressione combinata del tasto Windows e di altri tasti, è possibile
avere accesso facilmente ad alcune funzioni del sistema operativo. Per
esempio, invece di seguire il percorso Start - Impostazioni - Pannello di
Controllo e cliccare due volte sull'icona Sistema per accedere alle
proprietà del sistema, è possibile utilizzare solo la combinazione di
tasti WINDOWS - BARRA SPAZIATRICE.
Le scorciatoie più utilizzate sono:
WINDOWS - R: apre la finestra di dialogo "Esegui"
WINDOWS - E: apre Gestione Risorse
WINDOWS - F: apre la finestra "Trova"
WINDOWS - M: riduce ad icona tutte le finestre aperte
SHIFT - WINDOWS - M: ripristina le finestre ridotte ad icona

Nascondere la schermata di avvio di Windows
La schermata di avvio di Windows (quella con le "nuvole" e il logo di Windows) è senza dubbio più attraente delle righe di testo VGA, ma tali righe potrebbero essere utili per scopi diagnostici. Per eliminare la schermata di avvio e visualizzare le utili informazioni da essa nascoste, è sufficiente nella maggior parte dei casi premere il tasto ESC sulla tastiera.

Sysedit e Windows Me
Sysedit, l'utile programma per editare i principali file di sistema come Config.sys, Autoexec.bat e System.ini, non è presente in Windows Me. Per poterlo utilizzare, occorre estrarlo dal CD-ROM di installazione di Windows 98 e copiarlo nella cartella c:\windows\system di Windows Me.
Inserite il CD-ROM nel lettore, seguite il percorso Start - Esegui, scrivete nel campo Apri il comando
Msconfig.exe
e cliccate sul pulsante OK. Nella finestra che apparirà selezionate la scheda Generale. Cliccate sul pulsante "Estrai file" e digitate il comando
Sysedit.exe
Nella finestra che si aprirà troverete il campo "Ripristina da", nel quale inserire il percorso del CD-ROM di Windows 98 (probabilmente sarà D:\win98) e il campo "Salva il file in", nel quale digitare il nome della cartella in cui copiare il file (C:\windows\system).

Come impedire l'accumulo di file temporanei
Con il passare del tempo, nella cartella C:\Windows finiscono per accumularsi numerosi file con dimensione di 0 byte e nomi strani (per esempio, Ffe74a8f*.Tmp). All'avvio di Windows nella relativa cartella vengono creati due file temporanei di 0 byte, generati dal Machine Debug Manager (Mdm.Exe). Potete eliminare questi file manualmente, ma aggiungendo la seguente riga di comando nel file Autoexec.bat del C:\Windows\ff*.tmp eliminerete automaticamente tutti questi residui di operazioni di sistema. Per impedire la creazione di questi file, eseguite il programma Msconfig.Exe (Start/Esegui/msconfig) e nella scheda Esecuzione automatica disattivate l'opzione Machine Debug Manager.

Modificare il percorso di installazione di Windows 98 e Windows Me
Benché Windows venga installato di solito tramite un CD-ROM, per comodità è possibile copiare i file di installazione sul disco rigido. Windows cercherà comunque i file da installare sul CD-ROM ed occorrerà quindi indicare la nuova cartella di origine modificando il Registro di configurazione.
E' sufficiente seguire il percorso Start - Esegui - Regedit. Nella parte sinistra della schermata cercate la voce:
Hkey_Local_Machine\Software\Microsoft\ Windows\CurrentVersion\Setup
Nella parte destra troverete la voce "SourcePath" nella quale è specificato il percorso di installazione di Windows. Cliccando due volte con il mouse su tale voce, potrete modificare il percorso specificando quello dei file di Windows all'interno del disco rigido.

La Password di connessione in Windows 95 e 98
Può capitare che la casella di memorizzazione della password in Accesso remoto non sia selezionabile.
Se utilizzate Internet Explorer 5 o successivo, potete ovviare a questo fastidioso inconveniente selezionando la voce "Opzioni Internet" dal menù "Strumenti". Cliccate poi sulla cartella "Connessioni", selezionate la connessione che intendete utilizzare e cliccate sul pulsante "Impostazioni". Nella sezione "Impostazioni connessioni remote" inserite il vostro nome utente e la relativa password.
In alternativa, se possedete Windows 98, potete ricreare la connessione ad Internet seguendo il percorso Start - Programmi - Accessori - Comunicazioni - Connessione guidata.

Directory TEMP
In ambiente Windows 98 i file temporanei da cancellare si trovano all'interno della cartella WINDOWS/TEMP. In ambiente Windows 2000, invece, si trovano nella cartella "Documents and Settings/Administrator/Impostazioni locali/TEMP". I file contenuti in tale cartella possono essere rimossi senza problemi.
Tramite il tasto Start, selezionate la voce Esegui e nel campo Apri digitate il comando
%TEMP%
Apparirà così la finestra contenente i file temporanei.

Bloccare il PC con uno script
Fate click con il pulsante destro del mouse su una parte vuota del desktop per creare un Nuovo Collegamento. 
Copiate questi comandi nel dialog box che compare: rundll32.exe user32.dll,LockWorkStation 
Infine date un nome al collegamento...
Se intendiamo bloccare il Pc per concederci una piccola pausa basterà aprire questo file. E' anche possibile associare delle combinazioni di tasti per aprire il file creato.

Ottimizziamo lo swap file
Molte persone sono venute a chiedermi come ottimizzare gli Swap File
Per i più impediti ricordo che si trova in (tasto dx) Risorse del computer => "device manager" => avanzate
Direi che l'ottimale si ottiene in questo modo:
Disabilitate lo Swap file, ripartite in modalità provvisoria, (F5) deframmentate il disco, e riavviate Win normalmente a questo punto consiglio di seguire questa tabella per la crazione di uno Swap ottimale:
RAM installata ----------------------- Swap file dimensione
12 MB ------------------------------ 30 MB (o meglio un upgrade della RAM!!)
16 MB ------------------------------ 40 MB (o meglio un upgrade della RAM!!)
32 MB ------------------------------ 80 MB (o meglio un upgrade della RAM!!)
40 MB ------------------------------ 100 MB
64 MB ------------------------------ 120 MB
80 MB ------------------------------ 100 MB
128 MB ------------------------------ 80 MB
192 MB ------------------------------ 40 MB
256 MB ------------------------------ 30 MB (automatico o NO Swap File)
da 512 MB --------------------------- (no Swap)
Potete, però, settarlo anche a mano, intervenendo sul file SYSTEM.INI, nella cartella di Win, inserendo le seguenti voci in [386enh] (l'esempio si riferisce ad uno SWAP di 40 Mb).
MinPagingFileSize=41280
MaxPagingFileSize=41280

Come accedere rapidamente ai file di sistema
Creare un file batch con queste righe: 
@echo off
start notepad.exe "c:\autoexec.bat"
start notepad.exe "c:\config.sys"
start notepad.exe "%windir%\win.ini"
start notepad.exe "%windir%\system.ini"
Eventualmente aggiungere alti files

Cambiare la cartella di installazione di Windows
WIndows di regola viene installato da cd, ma per sicurezza cpiare i file di installazione sul disco fisso. In tal modo, quando si vuole modificare qualche configurazione non occorre pià inserire il cd. Però Windows ritiene sempre che i file siano sul cd, e quindi ogni volta bisogna pazientemente indicargli la nuova cartella di origine. Per cambiare definitivamente la cartella dell'installazione si deve modificare il registry e portarsi sulla chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Setup. A destra, SourcePath. Cambiare perciò il percorso. Windows 98 ha l'indirizzo del cd, Windows ME ha come percorso c:\windows\options\install\

Difendersi dalla connessioni sconosciute
Ecco un buon trucco per difendersi dall'involontaria installazione dei dei dialer.
Innanzi tutto lanciamo Risorse del Computer e clicchiamo sul menu
Strumenti -> Opzioni cartella -> Visualizzazione
e spuntiamo la casella "Visualizza cartelle e file nascosti", quindi clicchiamo su Ok.
A questo punto, clicchiamo sull'unita' principale del nostro hard disk (generalmente C:\), andiamo alla cartella
Documents and Settings -> All Users -> Dati applicazioni -> Microsoft -> Network -> Connections -> Pbk
Clicchiamo a questo punto sul file "rasphone.pbk" presente nella cartella con il tasto destro del mouse e selezioniamo dal menu contestuale che si aprira' l'opzione Proprieta', spuntanto la casella di Sola lettura.
In questo modo bloccheremo la possibilità di mofdificare il file relativo alle connessioni internet.

Client Windows 98 non riescono a fare logon
Spesso quando si effettua un upgrade da PDC Windows NT 4.0 a Domain Controller Windws 2000 (AD), i client Windows 98 non riesco piu' ad auteniticarsi nel nuovo dominio restituendo il seguente errore : "This device does not exist on the network. The domain password you supplied is incorrect or access to your logon server has been denied." Questo accade perchè il SAM (Security Accoutns Manager) si è corrotto durante l'installazione di Active Directory. A questo punto per ripristinare il tutto bisogna :
1. Usare Addusers.exe per effettaure il dump degli utenti/gruppi in un file di testo
2. Usare Dcpromo per rimuovere Active Directory del server.
3. Usare Dcpromo per promuovere til server a Domain Contrller AD
4. Usare Addusers.exe per importare gli utenti/gruppi dal file di testo prece3dentemente creato.

Disattivare le password degli screensaver
Andare su Regedit, andare su:
HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
Qui si crei (se non c'è già) il valore ScreeSaveUsePassword settandolo a 0
Uscire dal registro e riavviare il computer

Recuperare la password del proprio screensaver
Se hai dimenticato la password dello screensaver, devi andare sul Registro di configurazione di windows.
Ovvero vai su Start, Esegui, digita "Regedit", e una volta che si è aperto l'editor del registro, posizionati nella seguente
chiave:
HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
Ora cerca la stringa ScreenSaveUsePassword, evidenziala e fai click su Modifica.
Imposta come valore esadecimale lo 0 (troverai sicuramente 1 se avevi
impostato la password).
Ora esci dal Registro di sistema e vai nel Pannello di controllo, poi nelle proprietà dello Schermo e vedrai che la casella
Protezione (sotto lo screen
saver) si e' deselezionata.

Non visualizzare l'ultimo login
Windows mostra sempre automaticamente l'ultimo utente con il quale si ha avuto accesso al sistema. Per impedire questo,
andare dentro a Pannello di Controllo, Strumenti di amministrazione sistema, Selezionare l'icona Criteri di Protezione
locale. Ora aprire, nella struttura ad albero che compare a sinistra, la cartella Criteri locali, Opzioni di protezione.
Cercare nel pannello di destra della finestra la voce Non visualizzare l'ultimo nome utente nella schermata di accesso e fare
doppio clic per aprire la finestra di dialogo. In essa si farà clic sull'opzione Abilitati e poi si conferma con OK. In
futuro Windows al login, non mostrerà più il nome dell'ultimo utente.

Controller Sparito
Dopo varie modifiche al computer, il cdrom sparisce dalle risorse del computer. A Bios, la periferica viene riconosciuta
correttamente, ma al caricamento di Windows, questa continua a non apparire. Da un controllo in Gestione Periferiche scopro
che sotto la voce controller disco rigido compare solo un controller IDE Bus Master; mancano i controller Ide Primario e
Secondario (FIFO doppio). Infatti anche cambiando la posizione del cdrom, questo continua a non apparire.
I sintomi hanno una causa molto semplice: la riga che carica i driver Bus Master del controller Ide integrato sono stati
rimossi dal registro di sistema di Windows. Per ripristinarli bisogna aprire l'icona Installazione Applicazioni del Pannello
di controllo e disinstallare i driver Bus Master eventualmente installati. Questo dovrebbe sbloccare la funzione di
riconoscimento del nuovo hardware PnP. Se i driver non sono elencati tra le applicazioni disinstallabili, si apre l'icona
Sistema del pannello di controllo e si verifica l'eventuale presenza di periferiche marcate con un punto interrogrativo
all'interno dell'elenco delle gestione periferiche: devono essere selezionate una ad una e rimosse, assieme al controller IDE
standard. Al successivo riavvio del computer Windows dovrebbe reinstallare i driver Bus Master automaticamente. Se invece si
blocca segnalando l'assenza di un file, bisogna premere annulla e, al termine del caricamento, eseguire il programma di setup
dei driver Bus master preparati del costruttore.

Ripulire del tutto il PC dalle tracce che vi lasciate dietro
Col Notepad aggiungete all'autoexec.bat ciò che segue:
Echo Cleaning Recycler & Temporal Files from Drive C:
c:\windows\command\deltree.exe /y c:\windows\Temp\*.*
c:\windows\command\deltree.exe /y c:\windows\Tempor~1\*.*
c:\windows\command\deltree.exe /y c:\windows\Cookies\*.*
c:\windows\command\deltree.exe /y c:\windows\History\*.*
c:\windows\command\deltree.exe /y c:\Recycled\*.*
del c:\*.log
del c:\*.swp
del c:\windows\*.swp
Potete eliminare una o più righe di quella sopra citate a seconda delle vostre esigenze.

Istallare windows me su un computer con processore più lento
Se avete provato ad istallare windows me (millennium) su un computer con processore più lento di 150 Mhz, otterrete come risposta un messaggio d'errore.
E' tuttavia possibile bypassare l'ostacolo evitando che windows me controlli la velocità del processore.
Per fare ciò è sufficiente lanciare il programma di istallazione con il seguente comando:
setup /nm

Far apparire il simbolo dell'euro sui vecchi computer
Alcuni vecchi PC non hanno la lettera che indica l'euro.
Se fosse utile (ma forse gia lo sapete) si può ottenere il simbolo dell'euro con una combinazione di tasti.
Premendo ALT e contemporaneamente 0128 si ottiene il simbolo €.
Sui computer dotati di tastiera con simbolo dell'euro invece è possibile far apparire l'euro premento alt gr contemporaneamente al tasto E.

Condividere Connession Internet Tra WinXP e Win9x
Su XP
pannello di controllo -> proprieta` rete
proprieta` della scheda di rete
proprieta` tcp-ip
metti ip 192.168.1.1
subnet mask 255.255.255.0
salva
Poi selziona le proprieta` della connessione che usi per internet
in una delle schede c'e` la possibilita` di condividerla per la rete locale. Non utilizzare il wizard che viene proposto e attiva solo la condivisione. Scegli anche di condividerla fra tutti gli utenti di XP e se vuoi di far connettere automaticamente se viene una richiesta da un client.
Su 9x
pannello di controllo -> proprieta` rete
proprieta` tcp-ip della scheda di rete
ip, dns e gatway li metti assegnati dal server
salvare e riavviare.
Su ie controllare di non aver impostato nessun proxy.

Ottimizzare il registro di configurazione
Tutti sappiamo quanto è vulnerabile il registro di windows ma nessuno di noi pensa che Microsoft abbia creato gli strumenti per proteggerlo.
La funzione di windows scanreg.exe è più un problema che un'utilità.
Personalmente consiglio di disattivarla dal registro ed effettuare periodicamente questa procedura dal dos:
scanreg.exe /fix
Aggiusta il registro.
scanreg.exe /opt
Ottimizza il registro.
ATTENZIONE!!! Prima bisogna sistemarlo e poi ottimizzarlo! NON FARE IL CONTRARIO!!!

Ho perso la product key di windows: come posso ritrovarla
La product key di windows, necessaria per poter istallare il sistema operativo, si trova in una chiave del registro di configurazione.
Se dovete reistallare windows sul vostro computer e non avete voglia di cercare il cd rom di istallazione, potete leggere la vostra product key nel registro di configurazione.
Per farlo, aprite l'editor del registro (regedit.exe), e recatevi in
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion
Nella parte destra saranno elencate una serie di chiavi, tra cui "ProductKey", il cui valore sarà quello richiesto dall'istallazione di windows.
Se il vostro sistema operativo è windows 2000 o xp, il procedimento sarà lo stesso, ma la chiave da aprire si troverà ad un altro indirizzo:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion.

Rendere il computer invisibile in rete
E' possibile fare in modo che il proprio computer risulti "invisibile" al resto della rete a cui è connesso per motivi di sicurezza/privacy.
Andiamo nel registro di configurazione (Start -> Esegui -> regedit) e cerhiamo la chiave
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\LanManServer\Parameters e, se non esiste già, creiamo un valore DWORD con nome "Hidden" (senza le virgolette), assegnandogli il valore a '1'.
Per rendere il computer nuovamente visibile basta impostare Hidden a 0.

Eliminare i contenuti di una cartella
Nella cartella temporanea di Windows si accumulano alla lunga molti fiels inutili. Vorrei che ad ogni avvio di WIndows venissero eliminati automaticamente in moda da liberare spazio su disco.
Si può usare un semplice file batch, che va inserito nella cartella Esecuzione Automatica.
Creiamo un documento con estensione "bat" utilizzando Notepad (editor di testo) ed inseriamo queste righe:
@echo off
; [per Windows 98/Me]
echo S | del "c:\windows\temp\*.*"
; [per Windows 2000/XP]
echo S | del "c:\documents and settings\<nome utente>\impostazioni locali\temp\*.*"
e salvare il file come "deltemp.bat"

Come rendere invisibile il PC In rete
è possibile rendere il computer invisibile in una rete locale. Ecco come procedere.
Aprite il Registro di sistema e cercate questa chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\ Services\LanManServer\Parameters
Ora, e non esiste già, creiamo un valore DWORD e diamogli come nome "Hidden" (senza le virgolette); assegniamogli il valore '1'.
Per rendere il computer nuovamente visibile basta impostare Hidden a 0.

Come faccio a sapere quali porte sono in uso in questo momento sul mio pc?
Aprite un prompt di MS-dos ( start, programmi accessori su Win2000, mentre in win98 è in programmi ) e digitate
netstat -an
vi verrà mostrata una lista delle porte TCP e UDP aperte, dove puntano queste porte, se sono attive o in ascolto, ecc...
se volete che la lista sia inserita in un file di testo, potete digitare:
netstat -an >c:activeports.txt
e troverete in C: un file di testo con contenute le porte utilizzate.
Il comando netstat restituisce come parametri:
- Protocollo
- Indirizzo locale ( nome host : num. Porta )
- Indirizzo remoto ( nome host : num. Porta )
- Stato della connessione
Ad es.:
Proto Indirizzo locale Indirizzo remoto Stato
TCP xelo:1050 GIUSTI:netbios-ssn ESTABLISHED
In questo caso abbiamo una connessione attiva Netbios dal nostro pc ( xelo porta 1050 ) al pc Giusti ( porta netbios )
Ci sono numerosi altri flag da utilizzare con il comando netstat. Per avere una lista digitate
netstat -help
sempre dal prompt di dos.

Non riesco ad inserire l'IP per la mia scheda di rete!
A volte, in Win9x capita che pur scegliendo di inserire manualmente l'P della propria scheda di rete, e quindi non utilizzare l'IP assegnato da un server DHCP o da Windows stesso, il campo di inserimento rimanga stranamente disabilitato, o comunque non sia possibile scriverci niente all'interno.
Per ovviare a questo inconveniente; una delle soluzioni possibili è quella di inserire manualmente l'IP direttamente nel registro di sistema.
La chiave che ci interessa è:
HKEY_LOCAL_MACHINESYSTEM\Current\Control\SetServices\Class\Nettrans

Password di connessione
Talvolta può succedere che, in accesso remoto, la casellina di memorizzazione della password non sia selezionabile.
Questo e' un vecchio problema di windows95, forse anche su alcuni windows98 si manifesta.
La prima soluzione e' per quelli che hanno Internet Explorer versione 5 o successiva.
Andate nelle Opzioni -> Connessioni; selezionate la connessione e premete su Impostazioni. In fondo scrivete il vostro nome utente e password, cliccando su OK.
Altre soluzioni sono: cancellate la connessione di accesso remoto e rifatela.
Se ancora non funziona, andate nel Pannello di Controllo -> Installazione/applicazioni e da qui rimuovete il modulo di Accesso Remoto.
Riavviate il PC e - con il cd rom di Windows98 - lo reinstallate nuovamente.
Un'altra possibilita' (meno drastica della precedente) e' quella di creare la connessione ad internet non manualmente, ma seguendo l'Internet Connection Wizard, la connessione guidata di windows98.

Velocizzare l'accesso remoto
Configurare correttamente Accesso Remoto è il primo passo per navigare meglio e più velocemente.
Innanzitutto bisogna ricordare che, durante l'installazione di Windows, vengono installati tutti i protocolli di rete, anche se in realtà, se non avete esigenza particolari, serve solo il TCP/IP.
In questo modo i tempi di connessione vengono dilatati oltre il necessario.
Per disabilitare gli altri protocolli inutili, bisogna aprire Accesso Remoto e fare un clic destro sulla connessione solitamente utilizzata e quindi scegliere 'Proprietà' dal menu a discesa.
Nella finestra che appare, nella scheda "Tipi di server", lasciare selezionato SOLO il protocollo TCP/IP, deselezionando gli altri.
Conviene inoltre disabilitare anche la casella 'Accedi alla rete': infatti questa serve solo se il proprio PC è in rete con altri.
I tempi di connessione dovrebbe diminuire sensibilmente.

L'Accesso remoto non ricorda più la password
Talvolta può succedere che, nonostante si sia selezionata la casella 'memorizza la password', Accesso Remoto la richieda nuovamente ad ogni connessione.
Per ovviare al problema portarsi nella cartella Windows ed eliminare TUTTI i file .PWL.
Quindi cliccare sulla nostra connessione e selezionare la voce 'Memorizza la password'. Così facendo dovrebbe ricordarsela.

Modificare la data di creazione di un file
Per modificare la data di creazione di un file (o comunque l'estensione, la data di ultima modifica...) è consigliabile l'utilizzo di un programma chiamato PropertiesPlus è che è disponibile gratuitamente
Questo programma aggiunge una nuova opzione al menu contestuale (quello del tasto destro, per intenderci), aggiungendo la voce PropertiesPlus.
Mediante questa utility è possibile personalizzare tutti i dettagli di un file o cartella.

Mappatura della tastiera errata
Talvolta può succedere che, lavorando in modalità Dos, ci si accorga che i caratteri visualizzati sullo schermo non corrispondono con i tasti premuti: per esempio premendo shift e il tasto zero, anziché scrivere il simbolo uguale visualizza una parentesi.
Per evitare questo problema aprire l'Autoexec.bat col Blocco Note e verificare che siano presenti le seguenti righe
mode con codepage prepare=((850) C:\WINDOWS\COMMAND\ega.cpi)
mode con codepage select=850
keyb it,,C:\WINDOWS\COMMAND\keyboard.sys
Aprire poi il Config.sys e verificare la presenza di
DEVICE=C:\WINDOWS\COMMAND\DISPLAY.SYS CON=(EGA,,1)
Country=039,850,C:\WINDOWS\COMMAND\country.sys

Evitare lo scrolling del menu programmi
Dopo aver installato molte applicazioni, il menu programmi di Windows si riempie di collegamenti e icone.
Ad un certo punto, se non si interviene, il menu è talmente lungo che per visualizzarlo tutto bisogna scorrerlo verso l'alto o verso il basso, mediante le apposite freccine, utilizzando il cosiddetto 'scrolling'.
Se proprio non si vogliono eliminare delle voci dal menu, è comunque possibile far sì che questo menu venga visualizzato su due colonne, anziché su una sola.
Per far questo bisogna aprire il registro di configurazione e trovare
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\ Windows\CurrentVersion\Explorer\Advanc
A questopunto bisogna creare una nuova stringa scegliendo dal menù 'Modifica' la voce 'Nuovo' quindi 'Stringa'.
Attribuire alla stringa inserita il nome 'StartMenuScrollPrograms' (senza apici).
Fare doppio clic sulla stringa StartMenuScrollPrograms appena creata ed inserire il valore 'false' (senza apici) nell'apposito spazio.
Confermare l'inserimento premendo il pulsante OK, chiudere Regedit e riavviare il sistema.

Ridurre l'uso della memoria virtuale
Per funzionare Windows ha bisogno di un file di 'swap' che svolge due funzioni:
-> contiene le istruzioni per un corretto funzionamento del sistema operativo e dei programmi in esecuzione
-> svolge le funzioni di memoria virtuale: quando la RAM non è più sufficiente a contenere i dati in elaborazione, ecco che parte del disco fisso viene utilizzata appunto come 'memoria virtuale'. Dato però che i tempi di accesso al disco fisso sono ben più lunghi di quelli relativi alla RAM le prestazioni del computer peggiorano.
Se avete almeno 64 MB di RAM potete obbligare Windows ad utilizzarla, riducendo al minimo gli accessi al file di swap. Pertanto aprite, con il Blocco Note, il file C:\Windows\System.ini e cercate la riga
[386Enh]
Sotto questa stringa, dovrete inserirne una nuova, scrivendo
ConservativeSwapfileUsage=1
A questo punto salvate e riavviate
In alternativa è possibile utilizzare programmi specifici studiati per massimizzare le prestazioni della RAM.

Cartella "Documenti".... lenta
Purtroppo questo è un bug di Windows, riconosciuto dalla stessa Microsoft, la quale però non ha ancora rilasciato alcuna patch.
Sembra infatti che, usando spesso la cartella 'Documenti' (o eventuali sottocartelle), dopo un certo periodo di tempo l'apertura della stessa cartella richieda tempi particolarmente lunghi.
Per ovviare al problema l'unica soluzione è quella di utilizzare un'altra cartella.
Le applicazioni Office però utilizzano la cartella 'Documenti' come cartella predefinita (per es. File -> Apri, File -> Salva...).
Conviene allora fare in modo che la cartella predefinita per tali programmi sia la cartella appena creata.
Per far questo aprire Word e cliccare su 'Strumenti -> Opzioni' e scegliere la scheda 'Directoty Predefinite'.
Selezionare ora la voce 'Documenti' e cliccare usl pulsante 'Modifica' per cambiare la cartella predefinita.
In Excel invece bisogna andare in 'Strumenti -> Opzioni' e selezionare la scheda 'Generale' e nel campo 'File predefinito' inserire il percorso della nuova cartella.
In PowerPoint bisogna cliccare sempre su 'Strumenti -> Opzioni' e, dopo aver selezionato la scheda 'Salva', modificare a piacere il campo 'Posizione predefinita'
Infine in Access, dopo aver aperto un database qualsiasi, cliccare su 'Strumenti -> Opzioni' e scegliere la scheda 'Generale' e modificare il campo 'Cartella database predefinita'.

Disco di avvio con supporto cd-rom
Se il bios del computer non permette di fare il boot direttamente dal CD, prima di formattare bisogna assicurarsi che il dischetto d'avvio che si è preparato sia adatto a caricare il driver per il CD-ROM.
In caso contrario, dopo la formattazione, non sarebbe possibile reinstallare Windows in quanto risulta impossibile accedere al lettore CD.
Per maggiore comodità, nella sezione download, abbiamo inserito una copia del dischetto di installazione di Windows 98.
Una volta scaricato e decompresso il file in formato .ZIP, copiare il contenuto della cartella 'mia' su un floppy, in modo di avere 17 file e due cartelle.
I file non devono essere contenuti nella cartella 'mia' ma devono essere copiati direttamente in A:\
A questo punto provare ad avviare il computer con il floppy inserito per verificare che tutto funzioni: se non ci sono problemi si può formattare e dopo aver inserito floppy e CD di Windows, riavviare il computer.
A questo punto, dopo aver caricato il driver per il lettore CD, controlla che Windows non sia già installato sulla macchina: in questo caso il file win.com viene rinominato come w.com.
Successivamente vengono copiati i file di installazione di Windows 98 su disco fisso, in modo che, in futuro, se si dovesse scegliere di aggiungere o rimuovere componenti, non è più necessario inserire il CD di Windows.
Fatto questo l'installazione procede normalmente.

L'interfaccia grafica non parte
Talvolta può succedere che Windows non si avvii più automaticamente ma che invece visualizzi la schermata in cui scegliere la modalità da utilizzare (normale, provvisoria, con supporto di rete...).
In questo caso verificare che nel file C:\Msods.sys alla voce 'bootGUI' sia presente il valore '1'
Viceversa se il vostro computer funziona correttamente ma volete che vi appaia la scehrmata in cui decidere quale modalità utilizzzare, aprite il file Msdos.sys e alla voce 'bootGUI' inserite il valore '0'

Eliminare il logo iniziale
Se non vi piace il logo iniziale di Windows 95-98 (quello che viene visualizzato durante il caricamento del sistema operativo stesso) è possibile fare in modo che non appaia semplicemente aprendo, col blocco note, il file C:\Msdos.sys e, nel gruppo [Option], ponendo 'Logo=0'.

Eliminare icone dal pannello di controllo
Se per un qualsiasi motivo volete eliminare delle icone presenti nel pannello di controllo dovete aprire il file C:\Windows\Control.ini all'interno del quale è contenuta una sezione simile a quanto segue
[don't load]
snd.cpl=no
joystick.cpl=no
midimap.drv=no
Sotto questo elenco potete aggiungere il nome dell'icona che non volete venga visualizzata.
Se per es. volete nascondere l'icona di Sistema, è sufficiente aggiungere
sysdm.cpl=no
Per sapere quale nome corrisponde ad una determinata icona consiglio di eseguire una ricerca mediante il comando 'Start -> Trova' inserendo come termini da cercare
*.cpl
In tal modo vengono visualizzati tutti gli elementi del pannello di controllo: facendo un doppio clic su ogni elemento si può facilmente capire La corrispondenza nome-icona

Problemi col pulsante destro sul menu start
Facendo un clic col tasto destro sul menu Satrt, si pare un piccolo menu a discesa che contiene, fra le altre cose, anche le voci 'Apri' ed 'Esplora'. Talvolta però può succedere che tali voci non siano attive.
Il problema è facilmente risolvibile, a patto di aver installato i Power Toys.
Infatti basta andare nel pannello di controllo e cliccate su TweakUI. Aperto il programma, andate fino alla voce "my computer". Adesso selezionate TUTTE le caselline
che vedete, dalla A fino alla fine. Cliccate su OK. Chiudete TweakUI e Risorse del computer.
Riavviate il PC e vi accorgerete che le voci sono adesso cliccabili.

Apri con... NOTEPAD
Facendo un clic col tasto destro su un file non registrato, all'interno del menu contestale è presente la voce 'Apri con...' Dato che spesso molti file vanno aperti con Notepad, ecco che può essere utile avere un'opzione, all'interno del menu contestuale, che permette l'apertura del file stesso col Blocco Note.
Per far questo bisogna aprire Notepad e scrivere quanto segue
REGEDIT4
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Classes\*\shell]
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Classes\*\shell\Apri con Notepad]
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Classes\*\shell\Apri con Notepad\command]
@="notepad %1"
e quindi salvarlo con estensione .REG e con un nome qualsiasi.
Fare un doppio clic su questo file in modo che le informazioni vengano inserite nel registo.
A quetsopunto cliccando col tasto destro su un file verrà visualizzata l'opzione 'Apri con Notepad'.

Problemi si stampa
Se la stampante non funziona correttamente in ambiente Windows, oltre a verificare il formato dello spooler, disabilitare il supporto bidirezionale per la stampante stessa.

Errore in KERNEL32
L'errore di pagina non valida in Kernel32 e' il piu' delle volte sintomo di problemi hardware, in particolare nella Ram.
Se sei sicuro che il tuo hardware, driver compresi, e' a posto, prova anche questi ulteriori suggerimenti:
- rinomina i tuoi file *.pwl e ricostruiscili
- verifica di non avere copie multiple di wsock32.dll nel sistema, salvo quella nella cartella Windows\System
- fai un controllo antivirus (Happy99 puo' causare questi problemi)
- se l'errore si presenta usando OE, disattiva eventuali Regole
- se hai per caso modificato le impostazioni della memoria virtuale, rimettila in gestione automatica, oppure fissa un abbondante minimo senza toccare il massimo.
Messaggio apparso su it.comp.win95 il 2 luglio 1999. Mittente Pamela

Backup automatico dei datiBACKUP AUTOMATICO DEI DATI
Il regolare backup dei dati sarebbe auspicabile; spesso però ci si pensa quando ormai è troppo tardi.
Se si dispone di un secondo disco fisso (o una seconda partizione), oppure di un drive Zip si può editare un semplice file batch, che salva sul secondo supporto di memoria i file realmente importanti, ogni volta che si termina una sessione di Windows.
Il file batch deve contenere i comandi per salvare i dati e per uscire da Windows.
Con NotePad basta digitare le righe dei comandi e salvare, per es., col nome Backup.bat, avendo cura quindi, quando si salva, di selezionare come 'tipo di file' il valore 'tutti i file'.
La prima riga deve contenere il comando
Xcopy c:\mieifile D:\ /s /-y
dove 'mieifile' si metterà il nome della cartella che contiene i nostri dati vitali.
La seconda riga invece conterrà
rundll32.exe user.exe,ExitWindows
serve per uscire da Windows.
Una volta creato il file basterà crearne un collegamento sul desktop e, al termine della sessione, cliccarvi sopra per uscire da Windows facendo il backup automatico.

Associare un file ad un programma
Talvolta capita che facendo doppio clic su un file venga aperto un programma che non è però quello che intendiamo usare per gestire quel particolare tipo di file: per esempio i file .htm possono venire aperti sia con Netscape sia con Explorer.
Se abbiamo come browser predefinito 'Netscape' e vogliamo invece che questi file vengano aperti con 'Explorer', dobbiamo innanzitutto selezionare il file in questione.
Poi tendendo premuto il tasto MAIUSCOLO, fare un clic destro sul file e scegliere 'Apri con'.
Appare dunque una finestra che permette di scegliere quale programma deve essere caricato per aprire quel particolare tipo di file.
Verificare che la casella 'Usa sempre questo programma' sia attiva e quindi premere OK.
D'ora in poi facendo clic su un file di questo tipo verrà caricato il programma prescelto.

Versioni di Windows 98
Finora sono disponibili due versioni di Windows 98:
4.10.1998 che corrisponde a Windows 98 Prima edizione
4.10.2222 che invece si riferisce alla Seconda Edizione.
Per verificare quale versione è installata sul vostro computer dovete selezionare l'icona 'Risorse del Computer' e, dopo un clic destro scegliete 'Proprietà'. Nella finestra che appare, nella scheda 'Generale' potete visualizzare una di quelle due combinazioni di numeri.

Versioni di Windows 95
-> Windows 95a
-> Windows95b
-> Windows OSR-2.0
-> OSR-2.1
-> OSR-2.5 (quella che si trovava già installata sui PC)
Per verificare quale versione è installata sul vostro computer dovete selezionare l'icona 'Risorse del Computer' e, dopo un clic destro scegliete 'Proprietà'.
Nella finestra che appare, nella scheda 'Generale' potete visualizzare la versione installata.

Velocizzare il menu Avvio
Quando si clicca sul tasto Start e si vuole poi passare ad un sottomenu (per es. 'Programmi', 'Impostazioni') questo sottomenu appare con qualche secondo di ritardo.
Per modificare questo tempo di attesa bisogna andare nel registro di configurazione nella chiave
Hkey_Current_User\Control Panel\Desktop
Verificare che nel riquadro a destra esista la voce 'MenuShowDelay'. Se non c'è va creata.
Per crearla basta fare un clic destro nella finestra di destra e scegliere 'Nuovo -> Stringa'.
Compare una voce intestata, per default, 'Nuovo Valore #1' che dovrà essere modificata in 'MenuShowDelay'.
Un doppio clic sulla nuova voce permette di assegnare un valore, che indica in millisecondi il ritardo nella comparsa dei sottomenu.
Se non si vuole alcun ritardo basta impostare il valore come zero.
Naturalmente si può anche assegnare un valore molto alto (per es. 20.000, cioè 20 secondi).
Fatto questo bisogna chiudere il registro e riavviare Windows per attivare le nuove impostazioni.

Controllare il Registro di Configurazione
Per verificare la presenza o meno di errori nel registro di configurazione si può utilizzare il programma 'Scanreg' disponibile con Windows.
Innanzitutto riavviare il sistema in modalità DOS e, al prompt, digitare
scanreg
premendo Invio.
L'interfaccia è simile a quella dello scandisk.
Tale scanreg può essere avviato con alcune opzioni:
'scanreg /restore' per ripristinarlo in caso di problemi
'scanreg /optimize' per migliorarne il funzionamento, eliminando voci e collegamenti inutili
'scanreg /fix' per risolvere eventuali problemi

Ripristinare il registro di configurazione
Nel caso il registro si corrompesse, si può recuperare la versione precedente al crash, cioè relativa all'ultimo avvio del PC andato a buon fine.
Windows, infatti, ad ogni avvio crea un backup del registro nei file User.da0 e System.da0
Per ripristinare il registro riavviare il sistema in modalità Dos e scrivere quanto segue
attrib -h -s -r system.dat
e quindi premere invio.
Fatto ciò bisogna nuovamente scrivere
attrib -h -s -r user.dat
e quindi premere Invio.
Con questi due passaggi sono stati tolti gli attributi di sistema, sola lettura, nascosti relativi a questi due file.
Fare lo stesso procedimento con i due file user.da0 e system.da0, ovvero
attrib -h -s -r system.da0
e
attrib -h -s -r user.da0
Fatto questo digitare
copy user.da0 user.dat
e quindi premere Invio.
A questo punto bisogna nuovamente scrivere
copy system.da0 system.dat
Con questi due passaggi il registro di configurazione è stato sovrascritto.

Riavvio veloce di Windows
Per riavviare Windows senza dover aspettare il riavvio completo del computer basta premere il tasto MAIUSCOLO mentre si sceglie 'Riavvia computer'.
Dopo qualche istante lo schermo diventa nero e appare la scritta 'Avvio di Windows' in alto a sinistra e tutto procede normalmente.
Questa procedura può essere utile in casi di momentanea instabilità di Windows senza bisogno di riavviare il sistema.
ATTENZIONE: alcuni programmi, dopo la loro installazione richiedono il riavvio del sistema: in questi casi è buona norma riavviare completamente il computer (e non solo Windows) in quanto potrebbero aver modificato alcuni file di configurazione che non sono elaborati durante il riavvio veloce.

Riavviare Explorer
Talvolta può succedere di avere problemi con l'interfaccia di Windows, cioè 'explorer' magari a causa di un errore di programma.
In questi casi l'unica soluzione è quella di riavviare Windows.
Prima di fare questo si può però fare un tentativo: scegliere 'Chiudi' dal menu Start e quando appare la finestra di conferma, tenere premuti i tasti
CTRL MAIUSCOLO ALT e fare clic su NO.
Se ciò funziona lo schermo si svuota; sparisce infatti l'interfaccia grafica (GUI) che caratterizza Windows95-98. Premendo CTRL+ESC appare una finestra con nome 'Processi'.
Cliccare ora su FILE e scegliere 'Esegui applicazione'; nella finestra che segue immettere la parola 'explorer' e quindi fare clic su OK.
In pochi istanti si torna al desktop di Windows.

Recuperare i drivers perduti
In caso di sostituzione o rimozione di un driver di una periferica mediante Gestione periferiche ('Pannello di controllo -> Sistema'), vale la pena ricordareche viene tale driver viene disinstallato ma non rimosso.
Rimane infatti un backup in
C:\Windows\System\Iosubsys\
da cui, volendo, può essere recuperato.

Plug&P(r)ay?
Talvolta capita che il 'Plug & Play' (inserisci e vai) si trasformi in 'Plug & Pray' (inserisci e... prega!), ossia non sempre l'installazione automatica va a buon fine, a causa dello standard, delle singole schede, la loro configurazione o mille altri motivi.
La principale causa del possibile fallimento del Plug & Play è da ricercarsi nella capacità delle schede di poter assumere soltanto alcuni tipi di configurazione e non tutte quelle possibili.
Per risolvere eventuali problemi bisogna andare in 'Pannello di controllo -> Sistema'.
Nella finestra che appare scegliere la scheda 'Gestione periferiche' e selezionare la periferica problematica.
Cliccare sul tasto 'Proprietà' e quindi 'Risorse'.
Qui sono evidenziati i conflitti causati dalla periferica.
Cliccare su 'Imposta configurazione manualmente' e quindi deselezionare l'opzione 'Usa impostazione automatica'.
Si può ora scegliere fra le 'Impostazioni predefinite', provandole una ad una fino ad ottenere la dicitura 'Nessun conflitto'.
Se il problema persiste bisogna entrare ancora più in dettaglio scegliendo 'Cambia impostazioni'.
Qui appare una casella in cui bisognerà scorrere le diverse possibilità fino a che verrà visualizzato il messaggio 'Nessun conflitto fra le periferiche'.
Per ogni possibilità viene indicata la periferica che la usa.
Una volta trovata la configurazione giusta premere OK e chiudere le varie finestre.

Nuovo Pannello di controllo
Per avere una voce nel menu Start (o comunque dove preferite... ) che richiami immediatamente tutti gli elementi contenuti nel 'Pannello di Controllo', bisogna fare un clic col tasto destro sul pulsante Start e scegliere 'Apri'..
Una volta aperta questa finestra, aprire una nuova cartella e rinominarla come segue
ControlPanel.{21EC2020-3AEA-1069-A2DD-08002B30309D}
assicurandovi di aver scritto tutto giusto (per scrivere le parentesi di apertura e chiusura premere ALT+123 o ALT+125, oppure premere SHIFT+ALTGR+ i tasti relativi alle parentesi quadre)
In questo modo, nel menu Start, sopra la voce 'Programmi', verrà visualizzata una cartella 'Pannello di controllo' contenente le relative icone.

Nuove cartelle di sistema
Per creare cartelle di sistema identiche alle originali, bisogna fare un clic destro sul desktop (o nella cartella prescelta, per es. nel Menu Start) e scegliere 'Nuovo' e quindi 'Cartella' e rinominarla esattamente come riportato qui sotto:
Sincronia file:
{85BBD920-42A0-1069-A2E4-08002B30309D}
Accesso remoto:
{992CFFA0-F557-101A-88EC-00DD010CCC48}
Posta in arrivo:
{00020D76-0000-0000-C000-000000000046}
Cronologia (Hurl History Folder):
{FF393560-C2A7-11CF-BFF4-4444553540000}
Panello di controllo:
{21EC2020-3AEA-1069-A2DD-08002B30309}
In questo modo viene creata una cartella identica all'originale.

Sfondo in una cartella
In Windows 98, se si desidera, è possibile aggiungere un'immagine di sfondo nella cartella selezionata.
Per fare questo selezionare 'Visualizza' e quindi scegliere l'opzione 'Personalizza Cartella'.
A questo punto selezionare 'Modifica Immagine di Sfondo' scegliendo poi l'immagine voluta (.bmp, .jpeg,.gif).
Da quel momento ogni volta che si aprirà quella cartella l'immagine sarà visualizzata come sfondo.

Modificare la lista di applicazioni rimovibili
Per disinstallare le applicazioni il modo più veloce e sicuro è consigliabile usare l'opzione 'Installazione applicazioni' che si trova nel 'Pannello di controllo'.
In questa finestra appare una lista tra cui scegliere l'applicazione da rimuovere.
Taluni programmi hanno anche una procedura autonoma di rimozione.
Usandola il programma viene eliminato dal disco, ma non sempre da quella lista di cui dicevamo prima.
Per modificare quindi questa lista bisogna aprire il Registro di configurazione (Avvio -> Esegui -> regedit) e posizionarsi nella cartella
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\ Windows\Current Version\Uninstall.
Qui troveremo un gran numero di chiavi, uno per ogni applicazione.
Basta selezionare quella da eliminare e premere il tasto CANC (o DEL).
In alternativa è possibile usare i PowerToys, utilizzando la scheda 'Add/Remove'

Modificare la dimensione delle icone sul desktop
Fare un clic destro in una parte vuota del desktop e scegliere 'Proprietà'.
Una volta aperta questa finestra scegliere la scheda 'Aspetto'.
Nella sezione 'Parte dello schermo' scegliere 'Dimensione icone' e modificarne a piacere la dimensione (standard è 32).
Sempre in tale scheda è possibile modificare il carattere, il colore delle finestre e tutto il resto

Modificare il tipo di file
Se guardiamo le proprietà di un file, oltre al suo nome, troviamo anche di che tipo di file si tratta.
Tale descrizione dipende dall'estensione del file stesso: '.exe' è un eseguibile, '.txt' è un file di testo. . .
Tale descrizione è modificabile a piacere.
Per far questo aprire il registro di configurazione (Start -> Esegui -> regedit) e cercare nella chiave
HKEY_CLASSES_ROOT
la sottochiave che reca l'estensione del file di cui si vuole ridefinire la descrizione: per esempio per ridefinire i Cursori normali (non animati) bisognerà far riferimento all'estensione '.cur'
Questa sottochiave contiene la voce 'Predefinito': nel nostro esempio, accanto, compare il valore 'Curfile'.
Il valore della voce predefinito indica in quale sottochiave bisogna andare per modificare il tipo di questi file.
Qui, per esempio, bisogna andare in
HKEY_CLASSES_ROOT\curfile
In questa sottochiave si trova nuovamente il valore 'Predefinito' il cui valore è appunto la descrizione del tipo di file associato all'estensione '.cur': in questo caso è 'Puntatore'.
Per modificare tale descrizione fare doppio clic su tale valore e nella finestra successiva scegliere 'Modifica Stringa'; digitare il nuovo valore e confermare.
Da questo momento i file .cur saranno definiti con la nuova descrizione e non più col termine Puntatore.

Modificare il nome di chi ha la licenza di Windows
Quando avete istallato Windows 95-98 vi è stato chiesto di inserire il vostro nome e quello della vostra azienda.
Molti programmi usano questi dati e li offrono come valore predefinito per la registrazione nel corso della loro installazione.
Nell'ipotesi che vogliate cambiare uno di questi nomi dovete entrare nel Registro di configurazione scegliendo 'Esegui' nel menu 'Avvio/Start' e digitare
'regedit.exe' (senza apici)
Così facendo verrà aperto il registro.
Andate ora nella cartella
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\ Windows\CurrentVersion
Sulla destra vedrete alcune voci: per modificare il nome a cui Windows è stato concesso in licenza, fare un click col tasto destro su 'Registered owner' e modificarlo a piacere. Stesso lavoro per modificare il codice di registrazione ('ProductId') e tutti gli altri valori.

Modificare il logo di apertura/chiusura di Windows
-> Logo di apertura: LOGO.SYS (si trova in C:\ )
-> Logo di chiusura: LOGOW.SYS ('Arresto del sistema in corso'). (Si trova in C:\Windows)
-> Logo finale: LOGOS.SYS ('E' ora possibile spegnere il computer'). (Si trova in C:\Windows)
Lanciare Paint, raggiungibile dal menu Avvio/Programmi/Accessori e selezionare "File/Apri". Nella finestra che appare, nel campo "Tipo di File" selezionare "Tutti i file" e quindi aprire i vari file.
Una volta aperto il file voluto, nel menu "Modifica" scegliere "Seleziona tutto" e quindi cancellare. Scegliere poi, sempre dal menu "Modifica", "Incolla da" scegliendo l'immagine voluta.
Salvare il file scegliendo "Salva con nome". Cliccare sulla finestra "Salva come:" e scegliere "Tutti file". Modificare il nome dei file assegnandogli l'estensione ".sys" Il "Nome file" sarà di volta in volta "Logo.sys", "Logow.sys", "Logow.sys".
N.B.: il file Logo.sys non sempre è presente: dipende dalla versione di Windows che utilizzata.
La cosa curiosa è che, anche se non c'è, il logo iniziale appare correttamente. . .

Modificare i messaggio all'avvio di Windows
Al primo avvio di Windows appare una finestra che contiene un insieme di suggerimenti.
Normalmente la si disattiva perché non la si ritiene utile.
Un'utilità però possiamo dargliela noi: anziché i suggerimenti predefiniti, possiamo fare in modo che vengano visualizzate delle frasi scelte da noi (per es. frasi celebri, aforismi, battute divertenti...).
Innanzitutto dobbiamo cercare il programma che veniva eseguito: si chiama 'Welcome.exe' e si trova nella cartella C:\Windows.
A questo punto bisogna cliccarvi sopra due volte in modo da lanciarlo in esecuzione e, quando appare la finestra, selezionare la casella 'Mostra questa finestra…' in modo che sia visibile ad ogni avvio di Windows.
I suggerimenti che vengono visualizzati sono contenuti nel registro di configurazione (prima di aprirlo fatene sempre una copia di backup: non si sa mai!) nella cartella
HKEY_LOCALMACHINE/SOFTWARE/Microsoft/ Windows/CurrentVersion/ explorer/Tips
Una volta selezionate questa cartella, si può vedere sulla sinistra l'elenco completo dei consigli che ci vengono proposti ogni volta che eseguiamo il programma Welcome.exe.
A questo punto cancelliamo tutti i consigli presenti (sono 48: da 0 a 47, ma noi possiamo decidere quanti usarne) con esclusione del primo (il numero 0 appunto).
Per modificare il consiglio 0 basta cliccargli sopra due volte.
Appare una finestra: nella seconda riga sostituiamo il testo presente con quello che preferiamo.
Fatto questo premiamo OK e creiamo il secondo suggerimento.
Per crearlo basta un clic destro in un punto vuoto della finestra di destra e nel menu contestuale, bisogna scegliere 'Nuovo->Stringa': nel campo 'Value name' inseriamo il numero 2 mentre nella seconda riga il secondo suggerimento voluto. Così anche per i suggerimenti successivi.
Una volta inseriti tutti i nostri suggerimenti basta chiudere il registro e lanciare il programma Welcome.exe per verificare che tutto sia stato fatto bene.

Modificare i files di sistema
In Windows 98 se si desidera modificare il contenuto di file quali Autoexec.bat, System.ini... anziché cercarli sull'hard disk e poi aprirli uno per volta, basta cliccare sul menu 'Start' e scegliere 'Esegui' e quindi inserire il comando 'sysedit' (naturalmente senza apici).
Apparirà un editor di testo che contiene i cinque file di sistema.
Scegliendo l'opzione 'Finestre->Affianca' la finestra si dividerà in cinque parti, una per ogni file caricato.
A questo punto è possibile modificarli a piacere

Migliore gestione del disco fisso
Se si hanno almeno 32 Mb di Ram, per ottenere una migliore gestione del disco fisso, conviene impostare l'utilizzo tipico come server.
Per fare questo bisogna andare nel 'Pannello di Controllo' e, dopo un doppio clic sull'icona 'Sistema', selezionare la scheda prestazioni e quindi fare clic sul pulsante 'File system'.
Nella finestra che appare, alla voce 'Utilizzo tipico del computer' selezionare 'Server' e quindi riavviare il computer.

TweakUi '98 e/o PowerToys
È una piccola utility contenuta nel CD-Rom di installazione di Windows 98 che permette di personalizzare e modificare le impostazioni standard del sistema operativo.
Dato che molte delle modifiche apportate da Tweak UI modificano il registro di configurazione è buona norma farne una copia di sicurezza prima di qualsiasi intervento.
Per installare Tweak UI basta cercare il file TWEAKUI.INF sul CD e cliccargli sopra col tasto destro: nel menu contestuale scegliere "Installa".
Terminata l'installazione il programma è raggiungibile dal Pannello di Controllo: l'icona è riproduce un'immagine di un monitor con accanto un ingranaggio e un martello.
Per una guida all'uso del programma Tweak UI: http://members.xoom.it/_XOOM/Emio/tweakui.htm

Evitare lo Scandisk all'avvio
Il programma è richiamato dal file WIN.COM, mentre MSDOS.SYS contiene il parametro per settare lo scandisk.
Il parametro da modificare è Autoscan e si trova nella sezione [Options].
In particolare si può avere una di queste tre possibilità:
Autoscan=0 (niente Scandisk),
Autoscan=1 (Scandisk solo se Windows non è stato chiuso correttamente),
Autoscan=2 (Scandisk sempre).
Ora basta scegliere l'opzione preferita e salvare il tutto.
Analogamente possono essere usati i Power Toys.

File ".inf"
In Windows facendo un clic destro su un file ".inf" appare il menu contestuale fra cui compare l'opzione "Installa".
Scegliendo tale opzione è possibile memorizzare i dati del file direttamente nel registro di configurazione di Windows.
Se però tale opzione non compare bisogna andare in 'Esplora Risorse' scegliere 'Visualizza->Opzioni' e quindi selezionare la scheda 'Tipo di file'.
Ora bisogna cercare la voce 'Informazioni di installazione' e cliccare sul pulsante 'Modifica'.
Nella successiva finestra di dialogo fare doppio clic sulla voce 'Installa' contenuta nel campo 'Operazioni'.
Se tale voce non esiste crearla.
Nel riquadro 'Applicazione usata' deve comparire quanto segue
C:\Windows \Rundll.exe setupx.dll,InstallHinfSection DefaultInstall 132

Eseguire più programmi con un solo collegamento
È risaputo che in Windows si possono avere più collegamenti verso un singolo programma. Ma per fare in modo di poter lanciare più programmi con un doppio clic su un singolo collegamento bisogna procedere come segue: aprire un nuovo file con il 'Blocco Note' e al suo interno scrivere il nome e la posizione dei programmi che si vuol avviare, uno per riga.
Se per esempio si vuole avviare WorPad e Paint contemporaneamente bisognerà scrivere:
C:\Programmi\Accessori\Mspaint.exe
e nella riga immediatamente successiva:
C:\Programmi\Accessori\WordPad.exe
Fatto ciò si può salvare il file con un nome qualsiasi, avente però estensione '.bat' (quando lo si salva lo si può direttamente lasciare nella cartella desktop)
A questo punto cliccando sul file appena creato verranno lanciati in esecuzione i due programmi specificati.

Eliminare voci dal menu contestuale
Se sia fa un clic destro sul desktop di Windows appare un menu contestuale contenente, fra l'altro, sotto la voce Nuovo, molteplici opzioni.
Per eliminare alcune di queste opzioni (per esempio eliminare l'opzione 'Nuovo Documento di testo') bisogna andare nel Registro di Configurazione (Start -> Esegui e digitare 'regedit.exe') e cercare la chiave
HKEY_CLASSES_ROOT\
Qui si trova un elenco delle estensioni dei file.
Tra questi cerchiamo la cartella '.txt'
Vi troviamo anche una sottochiave 'ShellNew'.
Eliminandola la voce Nuovo Documento di testo scompare dal menu contestuale. Così per tutti gli altri file inclusi.
In alternativa si possono utilizzare i PowerToys, scegliendo la scheda 'New' e selezionando o deselezionando gli elementi voluti

Eliminare la password all'avvio
Se sul Pc lavora solo un utente e non sono installati diversi profili utente è pressoché inutile mantenere attiva la richiesta di una password all'avvio del sistema.
Per evitare la richiesta della password all'avvio rinominare i file .PWL che si trovano nella cartella C:\Windows e riavviare il computer.
Una volta riavviato viene proposto il campo 'Nome utente' e 'Password'.
Compilare il campo 'Nome utente' lasciando vuot il campo 'Password'. Al successivo riavvio non ci saranno ulteriori richieste.
Se questo modo non dovesse funzionare provare con il seguente: cancellare innanzitutto la vecchia password, andando in 'Pannello di Controllo -> Password' e cliccando quindi sul bottone 'Clicca qui per cambiare la password di Windows'.
Nella finestra che appare inserire, nel primo campo la vecchia password, mentre i restanti campi devono essere lasciati liberi. Confermare.
Nella scheda 'Profili utente' selezionare la voce 'Tutti gli utenti utilizzano lo stesso desktop' e quindi confermare.
Infine bisogna fare un doppio clic sull'icona 'Rete' (sempre nel Pannello di Controllo) e nella scheda 'Configurazione', sotto la voce 'Accesso primario', selezionare la voce 'Accesso a Windows'.
Ora basta riavviare il sistema e non vi sarà più richiesta di password.

Eliminare la freccia dai collegamenti
Quando si crea un collegamento la relativa icona viene contraddistinta grazie ad una piccola freccia in basso a sinistra.
Se si vuole eliminare tale freccia è sufficiente aprire il registro di configurazioen (Start -> Esegui e digitare 'regedit.exe' quindi confermare) e cercare la cartella
HKEY_CLASSES_ROOT\lnkfile
e cancellare il valore 'IsShortcut'.
Poi spostarsi nella chiave relativa ai file 'PIF' e fare lo stesso.
In alternativa possono essere utilizzati i PowerToys (scheda 'Explorer')

Problemi in gestione periferiche
Nella finestra 'Gestione Periferiche' (raggiungibile dal 'Pannello di Controllo', col doppio clic sull'icona 'Sistema') talvolta può capitare che qualche periferica sia contraddistinta da un punto interrogativo giallo: ci sono cioè problemi nella gestione di quella periferica.
Cliccando due volte sulla periferica evidenziata, si apre una finestra in cui viene riportata una breve descrizione del problema.
Ecco di seguito riportati i 'Codici di Errore' più frequenti:
01. Windows non è ancora riuscito a configurare la periferica
02. Il driver della periferica non è stato capace di caricare la periferica stessa
03. Memoria insufficiente
04. Errore del file di installazione della periferica (il file .Inf)
05. La periferica non funziona per mancanza di risorse
06. Conflitto con un altra periferica
07. Non è possibile configurare la periferica
08. Non è possibile localizzare il driver della periferica
09. Nel registro sono contenute informazioni errate sulla periferica
10. Errore di avvio della periferica
11. Errore nella periferica stessa
12. Errore nelle risorse (probabilmente insufficienti)
13. Errore nel driver che causa errori nella periferica
14. Errore di inizializzazione (spesso basta riavviare il PC)
15. Le risorse della periferica sono in conflitto con quelle di un'altra periferica
16. Impossibile riconoscere automaticamente la periferica. Bisogna configurarla manualmente
17. Errore nel file .Inf della periferica multifunzione
18. La periferica deve essere reinstallata
19. Nel registro sono contenute informazioni errate
20. Il driver VXD ha fornito valori errati, forse a causa di un conflitto di versioni
21. Errore di inizializzazione. Spesso basta riavviare il sistema
22. La periferica è disattivata e può essere attivata da Gestione Periferiche
23. Un ritardo ha impedito l'avvio della periferica
24. Periferica non trovata
25. Questo errore si verifica solo al primo avvio di Windows
26. Probabilmente il driver è danneggiato (ha impedito che la periferica fosse caricata)
27. Informazioni contraddittorie tra il file .Inf e il Registro
28. Installazione incompleta
29. Questa periferica non può funzionare sotto Windows 95
30. Probabilmente un driver di modo reale blocca la condivisione di interrupt.

Finestra DOS dal menu contestuale
Talvolta può succedere di dover gestire file o cartelle dal Prompt del Dos.
Per muoverci fra le cartelle mediante i comandi Dos dobbiamo usare il noto comandi 'CD' (change directory).
Se però il file da gestire si trova in una remota sottocartella può risultare più comodo aprire una finestra Dos direttamente su quel file, partendo da Windows.
In questo modo da Esplora Risorse, cliccando col tasto destro sul file, viene aperta una finestra Dos già posizionata nella cartella voluta.

Per far questo la prima cosa da fare è avviare l'editor di registro (regedit.exe) mediante il comando 'Esegui -> regedit.exe'
Fatto questo cerchiamo e apriamo la cartella
HKEY_CLASSES_ROOT\FOLDER\SHELL\
In questa cartella sono già presenti delle sottocartelle; noi ne creiamo una nuova usando il tasto destro del mouse selezionando la voce 'Nuova' e quindi 'Chiave'.
A questo punto possiamo rinominarla a nostro piacere (per esempio DOS).
Una volta fatto ciò creiamo una nuova sottocartella all'interno di quella appena creata seguendo la stessa procedura.
Tale cartella dovrà avere necessariamente il nome 'command'.
Fare doppio clic sulla voce 'Default' (che appare automaticamente ogni volta che creiamo una nuova cartella) e inserire 'command.com'.
Fatto questo chiudere l'editor.
Per provare: posizionarsi in qualsiasi cartella del nostro computer e selezionarla; mediante un clic destro si avrà un menu che conterrà il nostro comando "DOS".
Selezionando tale comando avremo una finestra DOS nella cartella che ci interessa.

Collegamenti a elementi del pannello di controllo
Per creare sul desktop dei collegamenti che si riferiscano a elementi contenuti nel Pannello di controllo, basta fare un clic destro in una parte di scrivania vuota e, dal menu a discesa che appare, scegliere 'Nuovo Collegamento'.
Nella riga che viene mostrata digitare 'control' (senza apici) seguito, dopo uno spazio, dal nome del file che interessa (vedi sotto).
Assegnare il nome che si vuole a tale collegamento e quindi confermare.
appwiz.cpl -> Installa/rimuovi applicazioni
desk.cpl -> Proprietà dello schermo
intl.cpl -> Impostazioni internazionali
main.cpl -> Mouse
mmsys.cpl -> Opzioni multimediali
modem.cpl -> Rete
odbccp.cpl -> Odbc a 32 bit
password.cpl -> Password
sysdm.cpl -> Sistema
timedate.cpl -> Data/ora

Conflitti fra schede
Talvolta sorgono conflitti fra schede e altri componenti del computer, ma in tal caso ne viene data segnalazione in 'Gestione periferiche', che si raggiunge tramite l'icona 'Sistema' nel Pannello di Controllo.
I componenti problematici sono segnalati con un punto esclamativo rosso.
Tramite il pulsante 'Proprietà' si può verificare quali risorse siano occupate dal componente e, nel caso il riconoscimento automatico fallisse, è possibile riconfigurarle manualmente.
Prima di farlo, è però consigliabile salvare la configurazione attuale del sistema in modo che, in caso di problemi, si possa tornare alla configurazione iniziale.
Per fare ciò basta scegliere la scheda 'Profili Hardware', selezionare la 'Configurazione Corrente', quindi cliccare sul pulsante 'Copia' e assegnarle un nome a piacere (per esempio 'backup').
Fatto questo si può cominciare a lavorare sui diversi componenti.

Chiudere tutte le finestre con un solo clic
Quando si cerca un file in una cartella situata in numerose altre sottocartelle, talvolta ci si ritrova con il desktop pieno di finestre che ci toccherà chiudere una a una.
Un modo veloce per chiudere tutte le finestre è quello di fare un clic sulla 'X' in alto a destra della cartella attiva (cioè l'ultima che si è aperta) tenendo premuto il tasto 'Shift' (maiuscolo).
Tutte le cartelle si chiuderanno automaticamente.

Microsoft System Information (Msinfo)
È un'utility raggiungibile dal menu 'Start -> Programmi -> Accessori -> Utilità di sistema' che consente di ottenere informazioni e diagnosi su Hardware, Componenti e Ambiente Software.
Facendo clic su 'Strumenti' vengono presentati alcuni strumenti particolarmente utili:
MSCONFIG
=========
E' uno strumento che consente di effettuare una diagnosi della configurazione del sistema
SCANREGW
==========
Controlla il registro di configurazione di Windows.
Esso viene eseguito ad ogni avvio di Windows e crea una copia di backup del registro nel file SYSBCKUP posizionato nella cartella Windows.
Per modificare le opzioni di Scanregw, aprire con un editor di testo il file 'Scanreg.ini' posizionato nella cartella Windows.
Il significato delle singole voci è descritto all'interno dello stesso file.
SFC
===
Passa in rassegna il sistema alla ricerca di file danneggiati o eliminati.
Il risultato è visualizzato nel file 'Sfclog.txt' nella cartella Windows.
Nel caso venissero trovati dei file danneggiati o mancanti SFC li ripristina automaticamente servendosi degli originali presenti sul CD di installazione
WINREP
=======
Programma di report per eventuali problematiche di Windows