Language Pack: http://windows.microsoft.com/it-it/windows/language-packs#lptabs=win8

Aggiungere una lingua o un layout di tastiera: http://windows.microsoft.com/it-it/windows-8/add-language-keyboard

StartMenu
StartMenu X5: http://www.startmenux.com/it/index.html
Classic Shell: http://www.classicshell.net/
Pokki Menu: https://www.pokki.com/it/windows-8-start-menu

Come aggiungere il tasto Start in Windows 8 come windows 7
Vi manca il tasto Start di Windows 7 dopo che siete passati a 8 ?
Alla fine devo dire che la rimozione di menu di avvio non è stata una buona idea.
Al momento non e`più possibile disabilitare le features come Metro , Ribbon & Co.
Questo strumento fantastico in cui viene aggiunto il tanto amato bottone start in Windows 8 con tanto di menu. Quest'applicazione risolve il nostro problema, è bellissima graficamente e sopratutto è gratuita.
E` inoltre possibile personalizzare il menu a vostro piacimento.
http://lee-soft.com/vistart/
Altra alternativa è ClassicShell (valida anche per Windows 10) da www.classicshell.net

Rimuovere metro all'avvio e installare start su Windows 8
La metro di Windows 8 può risultare molto fastidiosa , fortunatamente c'è un ottimo programma che permette di disabilitare la metro all'avvio di Windows 8 e di aggiungere il menu classico start proprio come Windows 7 .L'applicazione si chiama Start8 ed è possibile fare il download (http://dfiles.eu/files/n0wgf20wd).

Risolvere crash, riavvio continuo, tiles non funzionanti, errori e problemi in Windows 8
Abbiamo compilato una guida per la risoluzione dei problemi riscontrati in Windows 8
Risoluzione dei problemi di Windows 8 si blocca, i BSOD, si blocca, si riavvia continuamente, USB non funziona, Crash Explorer.exe, Metro non risponde, e altri problemi di Windows 8
Prima di ogni altra cosa, assicurarsi che il sistema PC sia in grado di gestire Windows 8!
Ecco le caratteristiche del tuo PC dovrebbe * almeno * è necessario eseguire Windows 8:
- Processore da 1 GHz o più veloce
- 1 GB RAM (32-bit) o ??2 GB di RAM (64-bit)
- 16 GB di spazio disponibile su disco rigido (32-bit) o ??20 GB (64-bit)
- Scheda grafica DirectX 9 con driver WDDM 1.0 o driver superiore
Problema # 1 Windows 8 va in crash e continua a riavviarsi
Se Windows 8 Explorer continua a bloccarsi e abbiamo un ciclo di riavvio continuo, è necessario assicurarsi di avere tutti gli aggiornamenti installati in Windows 8.
Problema # 2 Windows 8 si blocca e si impalla in modo casuale
In primo luogo, assicurarsi che tutti i componenti del vostro PC siano collegati correttamente.L'ultima cosa che vi consigliamo di scollegare tutti i dispositivi quali webcam stampanti ecc per verificare se siano loro a dare problemi.
Quindi, eseguire Windows Update per 8 assicurarsi di avere le ultime patch .Come ultima risorsa, eseguire un'installazione di ripristino di Windows 8 da CD o USBinstaller
Problema # 3 Windows 8 il logout automatico
Un altro problema comune su Windows 8 è il log out quando si tenta di aprire le applicazioni in Metro .
Problema # 4 Metro va in crash con le schede video nVidia e Ati (singola / doppia GPU)
Per risolvere questo problema di crash di Windows 8, provare la seguente soluzione:
Verificare di avere gli ultimi driver nVidia/ATI per Windows 8.
Se continua a non funzionare disabilitare momentaneamente la scheda video e utilizzare la scheda video integrata nel processore.
Problema # 5 porte USB non funzionano su Windows 8
I sintomi di questo problema è che le porte USB causeranno un blocco e ti costringono a riavviare il PC.
Per risolvere questo problema, provare a scollegare tutte le periferiche USB collegate e riavviare il computer. Poi inserire uno alla volta e vedere che sta causando il crash. Una volta a capire quale dispositivo sta causando, assicurarsi di aver installato i driver più aggiornati per quel dispositivo o controllare se sia compatibile con questo sistema operativo.
Problema # 6 Windows 8 continua a bloccarsi ripetutamente
Explorer si riavvia continuamente.Tutto cio` puo` dipendere anche dalle piastrelle vuote.
Ancora una volta, al fine di affrontare questo problema di Windows 8, una correzione è stata rilasciata con Windows Update. È necessario installare questo aggiornamento tramite Windows Update.
Problema # 7 Windows 8 Crash Explorer.exe
Se avete problemi frequenti di schermo nero che causano il crash di Explorer.exe in Windows 8,provare a spegnere l'accelerazione hardware.
Problema # 8 Le piastrelle in Metro non rispondono in Windows 8
Assicuratevi di avere una risoluzione dello schermo oltre i 1024 × 768. Per modificare la risoluzione Fare clic destro sul Desktop e fare clic su risoluzione dello schermo.
E' stato riferito che se UAC (controllo account utente ) è disabilitato il computer funziona correttamente. Quindi assicuratevi di non disabilitare UAC. Per controllare che:
- Fare clic su Pannello di controllo
- Scorrere verso il basso e clicca su "Altre impostazioni
- Clicca su "Account utente e protezione per la famiglia"
- Fare clic su Account utente
- Quindi fare clic su "Attiva o disattiva Controllo account utente"
- Assicurarsi che l'aver impostato le impostazioni per "Default"
- Infine, se avete problemi con le tessere si raccomanda di installare i driver video più recenti.
- Se non funziona allora eseguire un'installazione di ripristino di Windows 8.

Velocizzare ed ottimizzare Upload basso (windows)
Questa guida vi permettera` di aumentare le prestazioni realmente quando si utilizza il metodo di upload HTTP dei file.
Testato su Windows : Xp,Vista,7
- Fare clic su Start / Esegui / Tipo: Regedit
- Ora si aprira` la finestra del Regedit
- Cliccare su HKEY_CLASSES_ROOT
- Apparirà un valore chiamato default
- Nello spazio bianco cliccare con il tasto destro Nuovo > Valore Dword (32 bit)
- Chiamare il valore :SocketSendBufferLength
- Scegliere DECIMALE !
- Ora cliccare sopra due volte e inserire il seguente valore al posto dello zero : 262144
Questo valore in pratica sta a rappresentare il buffer dedicato in upload ad esempio
16-KB Buffer = 16384
24-KB Buffer = 24576
32-KB Buffer = 32768
40-KB Buffer = 40960
48-KB Buffer = 49152
56-KB Buffer = 57344
64-KB Buffer = 65536
128-KB Buffer=131072
256-KB Buffer=262144

Velocizzare Caricamento Video Youtube. Veloce e Semplice
A tutti sarà capitato di dover attendere molto tempo, prima di poter visualizzare perfettamente un video su youtube. Ciò non accade solamente se si ha una connessione lenta, ma anche se si dispone di una notevole velocità di download-dati.
Generalmente rende la navigazione molto fastidiosa e piena di continua caricamenti.
Cercando soluzioni online, ho scoperto che il problema deriva da un sistema di risparmio di banda, che utilizzano alcuni servizi interne, che limita la velocità di scaricamento dati.
Il metodo che oggi vi proponiamo, server per rimuovere questa limitazione, costringendo il computer a contattare i server di Youtube, aggirando le varie limitazioni.
L’hack in questione è molto semplice da realizzare, e funziona senza nessun riavvio del pc.
Per prima cosa, cliccate su start e scrivete “Prompt dei comandi” ed avviatelo con privilegi di amministratore, cliccandoci con il tasto destro e selezionando “Esegui come Amministratore”.
Se siete su Windows 7 o XP, il prompt dei comandi si trova nel percorso Start > Programmi > Accessori e anche in questo caso avviatelo come amministratori.
Una volta aperto, copiate questa stringa di comando :
netsh advfirewall firewall add rule name="YouTubePerformanceHack" dir=in action=block
remoteip=173.194.55.0/24,206.111.0.0/16 enable=yes
Basta cliccare sulla finestra del PROMPT aperta e selezionare “Incolla”.
Adesso premete “Invio” per eseguire il comando e riceverete un “OK” come risposta.
Ed il gioco è fatto!!!
Dimenticate quella ruota che gira,adesso potrete godere di caricamenti ultraveloci!!!
L’HACK applica una modifica direttamente al vostro Firewall, e ciò può comportare alcuni errori con alcuni siti (raramente).
In caso vorreste disattivare l’HACK, basterà seguire la stessa procedura, ma copiare questa riga di comando :
netsh advfirewall firewall delete rule name="YouTubePerformanceHack"

Scaricare gli aggiornamenti di Windows 7/8 offline
Oggi quasi tutti i computer usano la connessione ad internet per gli aggiornamenti di Windows, in questo caso chi non ha internet e vuole fare gli aggiornamenti offline oppure li vuole tenere come backup.
Questo piccolo programma è compatibile con le seguenti versioni di Windows:
- Microsoft Windows 8
- Microsoft Windows 7
- Microsoft Windows Server 2008 R2
- Microsoft Windows Server 2008
- Microsoft Windows XP con SP1
- Microsoft Windows Vista
- Microsoft Windows Server 2003
- Microsoft Windows 2000 da SP3
Gli aggiornamenti portable (http://www.portableupdate.com) ti permettono di scaricare gli aggiornamenti di Windows su un CD, DVD o un'unità flash e quindi poterli fare anche senza connessione a Internet.

Trucco per fare il downgrade da Windows 8 a 7
Ricordate il vecchio trucco per fare il 'downgrade' Windows 7 Enterprise? Beh, molte persone hanno ancora bisogno di fare il downgrade da Windows 8 a Windows 7.
Esiste una app per rendere il lavoro più facile e il risultato è UpDown8 (http://catchtito.blogspot.it/2013/04/updown8-windows-78-upgradedowngrade.html). Si tratta di uno strumento molto utile per fare il downgrade.
Basta scegliere l'edizione che si desidera eseguire l'aggiornamento / downgrade offline.
Compatibile con :
Windows 8 Enterprise
Windows 8 Pro con Media Center
Windows 8 Pro
Esso permette di ritornare ad una versione precedente di windows.
ALTERNATIVA SE NON DOVESSE FUNZIONARE!
Tuttavia, un downgrade da Windows 8 per Windows 7 potrebbe non essere possibile a causa di alcuni problemi di compatibilità tra i due sistemi
Eventualmente si consiglia: Dual-Boot di Windows 7 e Windows 8 invece di downgrade

Windows 8 (Pro) aumentare velocità di internet e download
Per coloro che non lo sanno, in Windows 8 c'è un'impostazione chiamata "Limit reservable bandwidth", che può essere modificata. Questa caratteristica limita il sistema al 80% della larghezza di banda di una connessione interne. In genere, questa opzione migliorerà la velocità di download. Provatelo e fateci sapere nei commenti qui sotto.
- Premere il tasto Win + Q e cercare gpedit.msc
- Aprire gpedit.msc
- In Configurazione computer, Modelli amministrativi e selezionare Rete, quindi selezionare Utilità di pianificazione pacchetti QoS
- Fare doppio clic su Limita larghezza di banda riservabile e inserire 0%
- Salvare e riavviare

Windows 8 saltare all'avvio interfaccia metro
L'interfaccia metro può essere utile per alcuni, ma molto fastidiosa per altri. Skip Metro Suite è uno strumento finalizzato a queste persone.Infatti il programma ci permette di andare direttamente al desktop per avviare Windows 8 , bypassando completamente l'interfaccia Metro.
Un'altra delle caratteristiche del programma è quella di abilitare o disabilitare gli angoli e attivare o disattivare la barra .
Link: Skip Metro Suite (http://winaero.com/comment.php?comment.news.103)

Windows 8 : Come disabilitare / abilitare account amministratore UAC
- Aprire il comando esegui (tasto Win + R) e scrivere "Lusrmgr.msc".
- Vi apparira` una finestra > Cliccate su Utenti > Tasto destro su Administrator
- Cliccare su Propieta`
- Ora troverete una voce con Account Disabilitato
- Per attivare basta togliere il segno di spunta mentre per disattivarlo basta mettere il segno di spunta.

Entrare in modalità provvisoria Windows 8 Pro
L'opzione di avvio è stata completamente rinnovata in Windows 8, quindi per entrare in modalità provvisoria si deve eseguire una procedura diversa. E 'più facile, ha più opzioni, e non c'è il bisogno di premere il tasto F8 all'avvio.
- Avviare il Prompt dei comandi premendo Win + R
- Scrivere shutdown / O / R e premere Invio
- Cliccare su Risoluzioni Problemi > Impostazioni Avanzate > Impostazioni di Avvio
- Ora apparirà la schermata che permetterà di avviare in modalità provvisoria

Avvio ed esecuzione automatica in Windows 8 per programmi, file e applicazioni
In Windows 8 non c'è il menu avvio tradizionale quindi si potrebbe rimanere spiazzati dal fatto che manchi quella cartella di "Esecuzione Automatica" dove trovare i programmi che si avviano automaticamente all'accensione del computer.
Windows 8, in realtà, ha integrato un modo semplice per gestire l'avvio dei programmi in modo automatico nel task manager.
Premere quindi col tasto destro sulla barra delle applicazioni nel desktop, andare in Gestione Attività e recarsi alla scheda Avvio, per controllare quali processi e applicazioni sono in esecuzione automatica.
Per ogni voce dell'elenco si può vedere, nell'ultima colonna, l'impatto sul tempo di caricamento iniziale del computer.
Premendo col tasto destro su uno dei nomi è possibile vedere quale file viene avviato, le proprietà del programma e, se si vuole, si può disabilitare l'avvio automatico.
In qualsiasi momento le varie voci disabilitate possono essere riabilitate con la stessa procedura.
In Windows 8 la scheda Avvio del task manager non è altro che la stessa finestra di configurazione che nelle altre versioni di Windows era in MSConfig.
La domanda che rimane aperta è: come aggiungere un programma in esecuzione automatica?
La famosa cartella dello "Startup" che si trovava nel menu avvio nelle precedenti edizioni di Windows non è stata eliminata, esiste ancora nel seguente percorso:
%AppData%\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs (si può copiare e incollare questo percorso nella barra indirizzi di una cartella in esplora risorse).
Dentro Programs, si trova la cartella Startup che contiene i collegamenti ai programmi che si avviano automaticamente con l'accensione del computer ed il caricamento di Windows.
Precisamente il percorso è il seguente: C:\Users\nome profilo\AppData\Roaming\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs\Startup
Basta quindi spostare un collegamento ad un file o ad un programma dentro la cartella Startup per fare in modo che esso sia avviato all'accensione del pc.
C'è anche un'altra cartella di Esecuzione automatica in Windows 8, nel percorso C:\ProgramData\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs\StartUp
La diffrenza è che gli oggetti nella cartella Startup in questo caso vengono caricati all'avvio di Windows qualsiasi utente usi il computer.
Se il pc è usato da un solo utente registrato, è ininfluente quale Startup usare.
Per fare prima e accedere alla cartella di esecuzione automatica da Windows 8 in qualsiasi momento si può premere la combinazione di tasti Windows-R e poi scrivere:
- shell:startup oppure
- shell:common startup.
Se per qualche motivo si volesse aggiungere all'avvio automatico di Windows un'applicazione della schermata Start tra quelle preinstallate o quelle scaricate dal Microsoft Store, la procedura è un po' più complessa.
Bisogna premere i tasti Windows-R e poi scrivere Regedit per entrare nell'editor delle chiavi di registro.
Navigare quindi nel percorso di chiavi: HKEY_CURRENT_USER\Software\Classes\[applicazioni] per leggere i nomi delle applicazioni del menu Start.
Aprire quindi la cartella Startup come visto sopra e creare un nuovo collegamento dando come destinazione la seguente stringa, rispettando i simboli: %windir%\System32\cmd.exe /c start “” “nome della app:”
Il nome dell'app è quella che si legge nell'editor di registro.

Comandi per ripristinare all'avvio Windows 8.1
Windows 8.1 è l'ultimo sistema operativo in casa Microsoft, anche se ben ottimizzato non è esente da problemi.
Questi problemi possono essere dovuti a schermata blu a causa di driver, aggiornamenti fallati , crash causati da software di terze parti ed altri problemi.
Allora cosa fare per ripristinare Windows 8.1?
Normalmente è possibile eseguire un ripristino stesso dal sistema operativo, se questo vi permette di accedervi, questo tramite il metodo SHIFT
- Tenere premuto shift
- Cliccare su Riavvia
- Vi appariranno le operazioni di ripristino
Cosa fare Windows 8.1 non si avvia?
E' possibile accedere al ripristino tramite due metodi:
Metodo 1 :
- Avviare il computer, premere ripetutamente F11, o nel caso la combinazione SHIFT+F8
- In questo modo potete accedere alla schermata di ripristino
- Ora provate ad eseguire prima il fix automatico, altrimenti una reinizializzazione del sistema senza perdere i dati (perderete però i programmi installati.)
Metodo 2:
- Creare una chiavetta di recupero con Windows 8 o 8.1 installato:
Come fare (http://www.guide-informatica.com/2011/11/installare-windows-8-da-chiavetta-usb.html)
- Avviare il pc, selezionando però da Boot la vostra chiavetta
- Fate un ripristino del sistema, se non dovesse funzionare fate un installazione senza perdere i dati

Scorciatoie tastiera più importanti Windows 8.1
Come sappiamo le scorciatoie da tastiera ci semplificano notevolmente nell'utilizzo quotidiano del computer attraverso la pressione di due o più tasti (massimo 3).Le scorciatoie più usate e conosciute al mondo sono i classici copia (Ctrl + C) e incolla (Ctrl + V) annulla (Ctrl + Z).
Vi elencheremo le scorciatoie più importanti di Windows 8.1.
- Tasto Windows: Per aprire il pannello di avvio
- Tasto Win + D: Mostra Desktop e minimizza tutte le finestre aperte
- Tasto Win+ X: Per aprire il menu nascosto di Windows 8 (funzioni di sistema)
- Tasto Windows + I: Per Pannello di installazione di Windows 8 (sidebar a destra), con accesso al Pannello di controllo, LAN o Wi-Fi, reti, controllo volume, Spegnimento, ecc
- Tasto Windows + Tab: Per visualizzare le applicazioni attualmente aperte
- Tasto Windows + Print Screen: Per prendere uno screenshot e salvare l'immagine nella cartella Immagini, in formato PNG, in una cartella chiamata "Screenshots"
- Tasto Windows + C: Indica l'ora di sistema e le opzioni rapido sidebar
- Tasto Windows + E per aprire cartelle Explorer, hard disk, unità ottiche
- Tasto Windows + Q: Per cercare tutti i file e le impostazioni di sistema
- Tasto Windows + W: Per cercare solo nelle impostazioni di Windows 8
- Tasto Windows + F: Per cercare documenti come utente
- Tasto Alt + tab : visualizzare sullo schermo tutte le app ,tenendo premuto alto e cliccando tab si può passare da un finestra all'altra
- Tasto Win + P : proietta lo schermo
- Tasto Win + L : Blocca il PC

Velocizzare l'avvio di Windows 8.1 (FUNZIONA!!!)
Vediamo un pò come riuscire ad aumentare al massimo la velocità di avvio dei programmi...
Questa guida serve a velocizzare l'avvio dei software automatici, ciò impostati all'accensione di Windows.
La guida è molto semplice, ma bisognerà aprire il registro di sistema.
Velocizzare i programmi su Windows 8.1
- Per prima cosa, aprite il registro di sistema, premendo la combinazione dei testi Win+R sulla tastiera, e digitando regedit
- Aperta la finestra, recatevi nel seguente percorso HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Personalize
- Se la cartella Personalize non è presente, createla manualmente ed al suo interno create una chiave chiamata "Serialize"
- In Serialize, create con il tasto destro del mouse un nuovo valore DWORD a 32 bit e rinominatelo in “StartupDelayInMSec“
- Fare doppio click sul nuovo file e impostare come valore 0, dopo di che salvare e riavviare il computer
Adesso tutti i vostri programmi settati per l'avvio in automatico avranno meno tempo per avviarsi e quindi tutto avverrà più velocemente...

Velocizzare avvio Windows 8 (avvio lento)
Come sapete, Windows 8 ha ottenuto notevoli miglioramenti in avvio e tempi di risposta rispetto piu` veloci rispetto Windows 7.
Windows 8 in soli 13-15 secondi si avvia su un sistema 2,1 GHz, 2 GB di RAM.
Ancora, è possibile aumentare le prestazioni di avvio di Windows 8, come Windows 7, Vista e. con questo semplice trucco. Anche se è possibile modificare altre impostazioni, quali i servizi e gli elementi di avvio, ci stiamo concentrando su una punta sola in questo post.
Questo suggerimento vale per gli utenti che eseguono multicore ad esempio dual core , quad core ecc con Windows 8 o Windows 7 o Vista come sistema operativo.
1. Digitare "msconfig" (senza virgolette) in Windows 8 nel menu di avvio casella di ricerca o premere Windows + R e premi invio.
2. Fare clic su Continua
3. Passare alla scheda "Avvio" e cliccare su "Opzioni avanzate" .
4. Selezionare la casella denominata "Numero di processori" e selezionare anche il numero di processori dalla casella a discesa.
5. Fare clic su "Ok" e riavviare per vedere la differenza di tempo.
6. Hai finito.

Windows 8 non va in sospensione
Ho sentito molte lamentele su Windows 8 , una di queste è che il computer portatile o desktop non va in sospensione. Infatti qualsiasi programma installato da poco può bloccare la modalità di sospensione e dare problemi.Per risolvere il problema basta seguire questi passaggi per risolvere facilmente il problema.
1. Aprire il Pannello di controllo.
2. Selezionare Hardware e suoni.
3. Selezionare Opzioni risparmio energia.
4. Selezionare Modifica impostazioni combinazione accanto all'opzione bilanciato o la modalità che avete attiva
5. Selezionare Cambia impostazioni avanzate risparmio energia.
6. Cliccare poi su cambia le impostazioni attualmente non disponibili per poter apportare modifiche
7. Disabilitare ora Sospensione ibrida e riavviare !
8. Se continua a non funzionare controllare sempre la lista al procedimento numero 6 riga per riga, il vostro problema dovrebbe essere uno di questi
Se si continuano ad avere problemi con la sospensione di Windows 8, disinstallare i programmi dal giorno in cui non siete più riusciti a sospendere il PC.
Inoltre, fare un controllo dell'intero sistema con programmi di antivirus o similari.

Windows 8: si spegne, si riavvia, va in crash improvvisamente
Ci sono molti utenti che dopo aver installato Windows 8 che si lamentano di crash e problemi.Riavvii e problemi di arresto che accadono all'improvviso senza validi motivi apparenti.
windows 8 problemi crash
Il più delle volte questo tipo di problemi sono in relazione del nuovo sistema "Hybrid Shutdown" funzionalità introdotta in Windows 8. Ma questa nuova caratteristica sta causando problemi di arresto o i riavvii di Windows 8, è possibile risolvere il problema disattivando la funzione e arrestare il sistema una volta.
Come risolvere ?
Nella barra di ricerca inserire energia , andare su opzioni risparmio energia e disabilitare ibernazione e attiva avvio rapido.
Oppure aprire il prompt dei comandi come amministratore oppure da tastiera con Win + X :
bcdedit /set disabledynamictick yes

Trucco per ottimizzare Windows 8 in un click
Oggi vi voglio raccomandare questo eccellente programma per ottimizzare di Windows 8.
Si chiama JetBoost (http://www.bluesprig.com/jetboost.html), un programma che ci permetterà di ottimizzare Windows 8 con pochi clic in modo rapido e semplice. Il programma inoltre promette di avere un miglioramento delle prestazioni anche nel gaming e un aumento degli FPS nei giochi!
E' sufficiente fare clic sul pulsante blu con la scritta "Boost" e attendere qualche minuto, il programma farà tutto da solo. Per gli utenti più esperti si può anche fare clic su "Personalizza" .

Aggiungere schede in Windows in stile browser
Abituati a spostarvi velocemente con le schede dei browser web?Sarebbe utile avere le schede invece di tante finestre anche su Windows. Ecco perché questa volta vi consigliamo un'applicazione chiamata Clover (http://ejie.me/download/), con il quale una volta installato è possibile aggiungere schede di navigazione in Windows Explorer e avere una navigazione più facile e veloce.
Ci sono addirittura le scorciatoie come ad esempio Ctrl + T per aprire una nuova scheda, Ctrl + W per chiudere e Ctrl + Tab per spostarsi tra le schede. Inoltre ci permette di salvare i segnalibri in un barra che si trova sotto le schede. Clover (http://ejie.me/download/) è certamente una grande feature per coloro che usano Windows, sarà più facile individuare i file. E' compatibile con Windows XP, 7 e 8.

Attivare trasparenza Aero in Windows 8 in un click
L'obiettivo principale di questo tool è di offrire l'esperienza Aero di Windows 7 su Windows 8 . Questo tool è ancora in fase di aggiornamento e l'obiettivo principale di Win Aero è quello di perfezionare rendere windows 8 ancora più bello!
attivare trasparenza windows 8
Come installare Tema Aero
Scaricare e decomprimere WinaeroGlass.exe utilizzando il link qui sotto. È necessario disconnettersi o riavviare per attivare l'effetto trasparenza in Windows 8. Scarica WinaeroGlass (http://winaero.com/download.php?view.49)

Come disabilitare password in Windows 8
Windows 8 chiede continuamente la password sia se si accende , sia se va in stand-by o in qualunque altro momento. C'è la possibilità di disabilitare la password in Windows 8 con una semplice procedura che vi spieghiamo qui sotto .
disabilitare password windows 8
- Prima di tutto Avviare Esegui TastoWin + R
- Scrivere "netplwiz" senza virgolette e premere Invio
- Cliccare sull'icona netplwiz
- Apparirà una finestra , basterà togliere il segno di spunta su "Per utilizzare questo computer è necessario che l'utente immetta il nome e la password"
- Applicare e riavviare il computer

Ecco perchè i file sul Desktop rallentano il PC
Molto spesso vedo che gli utenti, per pigrizia o velocità lasciano la maggior parte dei file sul Desktop. Finchè siano icone o collegamenti, oppure poche immagini o documenti non vi è nessun rallentamento significativo.
Un amico si è lamentato dell' avvio molto lento del pc e una macchinosità del sistema in generale, vedendo sul desktop ho scoperto che aveva molti file sul desktop quali cartelle di foto e video, iso di programmi e giochi.
Questa brutta abitudine rallenta di molto il pc, proprio perchè il pc tiene pronti i nostri file, e come se noi aprissimo ogni volta un hard disk esterno che debba caricare i file e le anteprime.
Tantissimi file incidono sopratutto sull'hard-disk, che già di suo non è molto veloce rispetto ai normali SSD.
Attenzione: potrebbe sembrare una stupidaggine proprio perchè anche desktop è contenuto in documents and setting , ma non è così poichè anche se i file sono virtualizzati, tendono comunque a consumare risorse del nostro PC.
Il nostro consiglio :
Questa brutta abitudine influisce molto sui nostri pc e i portatili, anche sui sistemi OSx.
Il nostro consiglio, anche se può sembrar banale, è quello di avere sul desktop solo i collegamenti ai file e non i file fisici, in modo da caricarli solo quando è necessario!
Un'altra cosa importatinssima da fare è quella di limitare l'autoavvio della app all'accensione del pc: è possibile controllare e disabilitare i programmi digitando "MSCONFIG" dal programma esegui e andare nel tab Avvio!

Creare boot iso windows 8 da chiavetta usb (Zotac)
Un drive USB è sempre più veloce di un DVD e le possibilità di installazione non riuscite o corrotte sono molto basserispetto ai supporti ottici. Quindi, vediamo come creare Windows 8 bootable nel modo più semplice possibile.
Prerequisiti necessari
- Scaricare il file ISO di Windows 8 sul vostro sistema.
- Chiavetta almeno da 4 GB per Windows a 32 bit e 8 GB per il 64-bit di Windows 8.
- Fare un backup di tutti i dati (se presenti) dal vostro disco rimovibile.
Creazione di Windows 8 Bootable USB Drive
1: Scaricare ed estrarre Maker WinUSB sul computer. WinUSB Maker è un applicazione portatile e quindi non richiede l'installazione di alcun tipo. Hai solo bisogno di eseguire il file. Exe.
2: Eseguire WinUSB con privilegi amministrativi
3: Nello strumento, selezionare il disco di avvio e l' immagine ISO nella sezione Funzioni. Selezionare Modalità di rilevazione normale e cercare il Windows 8 ISO che avete già scaricato sul vostro sistema.
4: Infine, selezionare nell' MBR NTFS USBHDD .

Configurazione SSD per massime prestazioni su Windows 7 e 8
In questo articolo diamo uno sguardo a più modi per ottimizzare il vostro sistema operativo Windows 7 o 8 PRO dopo l'installazione di un SSD. Le seguenti operazioni sono indicate:
- Abilitare TRIM - prompt dei comandi (in modalità amministratore) "fsutil behavior set disabledeletenotify 0"
- Disattivare Ibernazione - prompt dei comandi (in modalità amministratore) "powercfg-h off"
- Abilitare cache di scrittura (http://support.microsoft.com/kb/324805/it)
- Disattivare indicizzazione del disco
- Disabilitare Superfect e Prefetch tramite questo tool TweakPrefetch 5.3.1 (http://uploaded.net/file/vfau297h)
Se non ci sapete fare potete sempre usare un tool automatico per windows che trovate in questa guida : SSD Optimizer.

Come velocizzare l'avvio di un programma
Io uso questo trucco per eseguire firefox velocemente perche` ho installato troppi e ci vuole molto tempo per iniziare. Si può provare con qualsiasi programma che si desidera eseguire velocemente.
Fare clic destro sul collegamento al programma e cliccare su Proprietà
Alla fine della destinazione aggiungere prefetch:1
Esempio
"C:\Program Files\Mozilla Firefox\firefox.exe"
diventerà
"C:\Program Files\Mozilla Firefox\firefox.exe" /prefetch:1
Provate, funziona davvero

Come disinstallare Windows 8 Pro e ritornare a Windows 7
Finalmente dopo svariati tentativi sono riuscito a disinstallare Windows 8 Pro ed installare nuovamente Windows 7 che tanto amo. Nessuno ha scritto una guida su come installare 7 dopo l'installazione di 8 PRO,neanche blog stranieri!
Tutto questo problema e` dovuto al fatto che in Windows 8 non esistono piu` le combinazioni famose da boot come ad esempio F8.
Dopo varie angherie sono riuscito ad installare nuovamente Windows 7 e voglio proporre questa facile procedura anche a voi che probabilmente avete lo stesso problema.
- Inserire un DVD di Windows 7 o creare una chiavetta bootable
- Avviare Windows 8
- Non effettuare il login ma cliccare sul bottone di arresto tenendo premuto il tasto SHIFT cliccando su Riavvia il sistema , se non avete capito seguite la procedura qui per entrare nella modalita` di ripristino.
- Una volta entrati nelle opzioni avanzate selezionare Impostazioni di avvio
- Cliccare su Riavvia e scegliere con il tastierino numerico la modalita` provvisoria
- Ora effettuare il login , andare in Computer , entrare nel disco o pendrive di windows 7 e avviare il setup
- Formattare la partizione o installare Windows 7 sostituendo Windows 8 pro

Come disinstallare applicazioni su Windows cancellando ogni traccia sul registro e sul disco
UbenIstaller (http://uberstaller.com/download_uberstaller.html) è un software gratuito che permette di eliminare un software applicativo dal nostro computer eliminando ogni traccia della sua presenza liberando interamente il nostro computer dai suoi dati. Inoltre consente di fare una scansione per controllare se il programma eliminato ha lasciato cartelle in giro per il nostro PC oppure occupa ancora qualche spazio nei registri di memoria. Così avremo la sicurezza che il nostro sistema è completamente svuotato di quanto eliminato.

Migrazione al volo
L'aggiornamento non permette mai il passaggio a un'architettura diversa, per cui i sistemi a 32 bit possono essere aggiornati solo a 32 bit, e così quelli a 64 bit

Sistema operativo di provenienza Windows 8 Windows 8 Pro Windows 8 Enterprise
Windows 7 Starter  
Windows 7 Home Basic  
Windows 7 Home Premium  
Windows 7 Professional  
Windows 7 Ultimate    
Windows 7 Enterprise    
Windows Vista Sì *    
Windows XP Sì **    
* L'aggiornamento da Windows Vista conserva i soli dati personali su sistemi non aggiornati, mentre conserva anche le impostazioni di sistema se è presente almeno il Service Pack 1
** L'aggiornamento conserva solo i dati personali.

Scorciatoie

Azione Tasti
Passare tra il desktop e lo schermo d'avvio modern <Windows>
Cercare nel pc <Windows> - S
Aprire la charm bar <Windows> - C
Spostare un programma desktop sul lato sinistro o destro dello schermo <Windows> - freccia sinistra/destra
Aprire il menu d'accesso rapido (come cliccare con il tasto destro del mouse sul pulsante Start) <Windows> - X
Aprire Esplora file <Windows> - E
Aprire le impostazioni <Windows> - i
Passare tra diversi programmi aperti <ALT> - <Tab>
Passare tra le interfacce delle app modern (qui l'intero desktop è visto come singola app) <Windows> - <Tab>
Ridurre a icona tutte le finestre aperte e mostrare il desktop <Windows> - D

15 comandi da tastiera utili su Windows 8
Windows 8 è diverso da Window 7 in molti aspetti. L'interfaccia grafica di Windows 8 è ottimizzata per tablet e dispositivi touchscreen.
Ecco perchè ti servirebbe imparare le scorciatoie da tastiera fondamentali di windows 8. Questa non faranno altro che facilitarti l'uso del nuovo sistema operativo , impararle significa risparmiare tempo,il tempo ai tempi d'oggi è importante.
Tasto Windows + X: Aprire il menu amministratore
Tasto Windows + X + F: Aprire programmi e tool.
Tasto Windows + X + B: Aprire centro mobilità.
Tasto Windows + X + O: Aprire impostazioni energia
Tasto Windows + X + V: Aprire visualizzatore di eventi.
Tasto Windows + X + Y: Aprire propietà del sistema.
Tasto Windows + X + M: Aprire gestione dispositivi.
Tasto Windows + X + K: Aprire gestione disco.
Tasto Windows + X + G: Aprire gestione computer.
Tasto Windows + X + C: Aprire prompt dei comandi.
Tasto Windows + X + A: Aprire prompt dei comandi con privilegi amministratore.
Tasto Windows + X + T: Aprire task manager (possibile anche ctrl+alt+canc)
Tasto Windows + X + P: Aprire pannello di controllo
Tasto Windows + X + E: Aprire windows explorer
Tasto Windows + Q: Cercare Apps nel computer.
Tasto Windows + W: Cercare Impostazioni nel computer.
Tasto Windows + F: Cercare files nel computer.
Questi sono tutti i comandi con il tasto windows che permettono di avere più confidenza con il nuovo sistema operativo!

Windows 8: lista di comandi da Esegui…
Con Windows 8 che scalda i motori in vista del suo debutto ufficiale (che avverrà il prossimo 26 ottobre, per chi non lo sapesse), noi geek dobbiamo fare di tutto per farci trovare pronti all’appuntamento imparando a conoscere anche le funzioni meno pubblicizzate e appariscenti dell’OS.
Fra queste ci sono sicuramente i comandi da “Esegui…”, presenti in Windows 8 così come nelle edizioni precedenti del sistema operativo Microsoft, attraverso i quali si può accedere a tantissime sezioni ed utility (conosciute e meno conosciute) di Windows.
Ora vi proponiamo una lista di quelli più importanti. Se a voi ne vengono in mente altri, non esitate a segnalarceli nei commenti qui sotto. Intanto, premente Win+R e buon divertimento!
 

Funzioni Comandi
Apre la cartella Documenti documents
Apre la cartella video videos
Apre la cartella Download downloads
Apre la cartella Preferiti favorites
Apre la cartella File recenti recent
Disconnessione da Windows logoff
Apre la cartella Immagini pictures
Windows Sideshow control.exe /name Microsoft.WindowsSideshow
Windows CardSpace control.exe /name Microsoft.cardspace
Windows Anytime Upgrade WindowsAnytimeUpgradeui
Taskbar e Start control.exe /name Microsoft.TaskbarandStartMenu
Troubleshooting control.exe /name Microsoft.Troubleshooting
Account utente control.exe /name Microsoft.UserAccounts
Aggiunge un nuovo dispositivo devicepairingwizard
Wizard per l’aggiunta di nuovo hardware hdwwiz
Gestione avanzata account netplwiz
Gestione autorizzazioni azman.msc
Backup e ripristino sdclt
Trasferimento file Bluetooth fsquirt
Calcolatrice calc
Certificati certmgr.msc
Cambia le impostazioni sulle performance del PC systempropertiesperformance
Cambia impostazioni DEP systempropertiesdataexecutionprevention
Cambia impostazioni stampa printui
Mappa caratteri charmap
ClearType Tuner cttune
Gestione colori colorcpl
Prompt dei comandi cmd
Componenti di servizio aperto comexp.msc
Componenti di servizio aperto dcomcnfg
Gestione computer compmgmt.msc
Gestione computer compmgmtlauncher
Connessione proiettore di rete netproj
Connessione proiettore displayswitch
Pannello di controllo control
Wizard per creazione cartella condivisa shrpubw
Crea disco di ripristino recdisc
Wizard per backup/ripristino credenziali credwiz
Data Execution Prevention systempropertiesdataexecutionprevention
Data e ora timedate.cpl
Percorso predefinito locationnotifications
Gestione dispositivi devmgmt.msc
Gestione dispositivi hdwwiz.cpl
Aggiunge un nuovo dispositivo   devicepairingwizard
Wizard risoluzione problemi msdt
Calibrazione tabcal
Diagnostica DirectX dxdiag
Pulizia disco cleanmgr
Utility deframmentazione disco dfrgui
Gestione dischi diskmgmt.msc
Schermo dpiscaling
Calibrazione colori dccw
Cambio schermo displayswitch
Wizard migrazione chiavi DPAPI dpapimig
Gestione verifica driver verifier
Accesso facilitato utilman
Wizard EFS REKEY rekeywiz
Wizard cifratura file system rekeywiz
Visualizzatore eventi eventvwr.msc
Fax editor fxscover
Verifica firma file sigverif
Visualizzatore font fontview
Controller giochi joy.cpl
Schermata presentazione Windows gettingstarted
IExpress Wizard iexpress
Infrarosso irprops.cpl
Installa/Disinstalla lingue lusrmgr
Internet Explorer iexplore
Opzioni Internet inetcpl.cpl
Configurazione iSCSI Initiator iscsicpl
Proprietà iSCSI Initiator iscsicpl
Installazione language pack lpksetup
Gestione criteri di gruppo gpedit.msc
Criteri di protezione locali secpol.msc
Gestione utenti e gruppi lusrmgr.msc
Imposta posizione geografica locationnotifications
Lente d’ingrandimento magnify
Malicious Software Removal Tool mrt
Gestisce certificati di protezione rekeywiz
Pannello espressioni matematiche mip
Microsoft Management Console mmc
Microsoft Support Diagnostic Tool msdt
Mouse main.cpl
Configurazione client NAP napclcfg.msc
Narrator narrator
Connessioni di rete ncpa.cpl
Wizard acquisizione immagine wiaacmgr
Blocco note notepad
ODBC Data Source Administrator odbcad32
ODBC Driver Configuration odbcconf
Tastiera su schermo osk
Paint mspaint
Penna e Touch tabletpc.cpl
Persone nelle vicinanze collab.cpl
Monitoraggio performance perfmon.msc
Impostazioni performance systempropertiesperformance
Telefono e modem telephon.cpl
Composizione telefonica dialer
Impostazioni risparmio energia powercfg.cpl
Impostazioni presentazione presentationsettings
Gestione stampa printmanagement.msc
Migrazionestampa printbrmui
Interfaccia di stampa printui
Editor caratteri eudcedit
Registratore problemi psr
Programmi e funzioni appwiz.cpl
Migrazione contenuto protetto dpapimig
Paese e Lingua intl.cpl
Editor registro regedit
Editor registro regedt32
Rubrica accesso remoto rasphone
Connessione remota desktop mstsc
Monitoraggio risorse resmon
Monitoraggio risorse perfmon /res
Gruppo criteri risultante rsop.msc
SAM Lock Tool syskey
Risoluzione schermo desk.cpl
Messa in sicurezza database account Windows syskey
Servizi services.msc
Impostazioni accesso ai programmi computerdefaults
Creazione condivisione shrpubw
Cartelle condivise fsmgmt.msc
Snipping Tool snippingtool
Suono mmsys.cpl
Registratore suoni soundrecorder
SQL Server Client Network Utility cliconfg
Sticky Notes stikynot
Username e Password conservati credwiz
Sync Center mobsync
Utility configurazione sistema msconfig
Editor configurazione sistema sysedit
System Information msinfo32
Proprietà sistema sysdm.cpl
Proprietà sistema (avanzate) systempropertiesadvanced
Proprietà sistema (nome computer) systempropertiescomputername
Proprietà sistema (hardware) systempropertieshardware
Proprietà sistema (remoto) systempropertiesremote
Proprietà sistema (protezione) systempropertiesprotection
Ripristino sistema rstrui
Pannello input tablet tabtip
Task Manager taskmgr
Pianificazione operazioni taskschd.msc
Gestione Trusted Platform Module (TPM) tpm.msc
Impostazioni Controllo account utente useraccountcontrolsettings
Utility Manager utilman
Version Reporter Applet winver
Mixer volume sndvol
Windows Action Center wscui.cpl
Client attivazione Windows slui
Windows Anytime Upgrade Results windowsanytimeupgraderesults
Windows CardSpace infocardcpl.cpl
Masterizzazione file immagine isoburn
Windows DVD Maker dvdmaker
Windows Easy Transfer migwiz
Windows Explorer explorer
Fax e scanner wfs
Funzioni di Windows optionalfeatures
Windows Firewall firewall.cpl
Windows firewall con impostazioni sicurezza avanzate wf.msc
Windows Journal journal
Windows Media Player dvdplay
Windows Media Player wmplayer
Windows Memory Diagnostic Scheduler mdsched
Windows Mobility Center mblctr
Wizard acquisizione immagini wiaacmgr
Windows PowerShell powershell
Windows PowerShell ISE powershell_ise
Assistenza remota msra
Disco di ripristino Windows recdisc
Windows Script Host wscript
Windows Update wuapp
Windows Update Standalone Installer wusa
Versione Windows winver
WMI Management wmimgmt.msc
WordPad write
XPS Viewer xpsrchvw

Accedere al menù segreto di Windows 8 Pro
Per accedere al menu nascosto recarsi sul desktop e cliccare la combinazione di tasti Windows + X .

5 Migliori antivirus gratis per Windows 8/7
Visto che windows 8 si sta diffondendo molto velocemente si potrebbe pensare a quali sono i migliori antivirus per proteggere Windows 8 .Vi rispondo a questa domanda con i 5 Antivirus più efficienti per Windows 8.
1. BullGuard
bullguard
BullGuard è un ottimo antivirus, rimozione di spyware e malware su Windows 8. BullGuard Internet Security offre protezione completa da tutti i tipi di malware, protegge dal traffico dannoso, 5Gb di backup online e altro ancora.
2. Kaspersky
Kaspersky Security 13 è rimuove i file infetti, contrassegna l'applicazione infetta e va a sostituire il file con uno nuovo che preleva automaticamente dallo Store Windows,innovativo direi!
3. McAfee
McAfee antivirus è incredibile. La sua protezione totale fornisce una protezione completa che protegge il sistema da virus dannosi, malware e siti web. Inoltre ci protegge anche sui social con strumenti di filtraggio per Facebook , Twitter e altro ancora.
4. Avast
Avast è uno dei migliori e più famosi antivirus .Essp offre una protezione completa da malware, worm e Trojans.E' Disponibile in molte edizioni gratis, Pro E Avast Internet Security .
5. Bitdefender Windows 8
Bitdefender Security Windows 8 è la migliore soluzione di sicurezza per Internet creato appositamente per il nuovo sistema operativo Windows 8. Contiene quattro caratteristiche importanti dedicate a Windows 8 per la sicurezza online.

Disattivare touchscreen ultrabook Windows 8 - Problema Touchscreen ultrabook Windows 8
Ho acquistato da poco un ultrabook samsung serie 5, questi bellissimi device sono molto amati per la loro potenza e per le loro dimensioni. Spessore e leggerezza da record che li mettono al top della categoria dei portatili.
Sono costosi a causa delle loro elevate caratteristiche in piccole dimensioni , un altra peculiarità è il touchscreen che capita a pennello con il sistema operativo Windows 8.1
Un problema che ho riscontrato nel mio , e negli altri ultrabook touchscreen è la non perfetta compatibilità con windows 8 creando non pochi problemi.
Uno di questi problemi è il tocco continuo e non voluto facendo impazzire il device.
L'unica soluzione possibile che ho trovato è quella di disattivare il touchscreen tramite Gestione dispositivi.
1 - Aprire Gestione Dispositivi in Windows 8 ( basta aprire schermata metro - > scrivere Gestione dispositivi)
2 - Espandere Human Interface Device (HID)
3 - Ci saranno varie voce simili "Dispositivo compatibile HID"
4 - Disattivare una alla volta queste voci , una di queste disattiveranno i driver del touchscreen
5 - Basterà provare se il touch funziona dopo aver disattivato una di queste voce , se non è quella del touch , riattivarla.

Installazione con indirizzo email errato
ho eseguito l'accesso a Windows 8 con l'indirizzo del mio account email microsoft. Qualche giorno fa il mio portatile ha cominciato a girare lentamente e ho reinstallato Windows. Purtroppo, ho inserito male il mio indirizzo email e me ne sono accorto solo quando mi è stato chiesto di verificare che fosse il mio (la prima volta che ho installato Windows 8 l'avevo fatto con successo). Ho chiesto un'email di verifica da Microsoft, ma questa, ovviamente, non mi è arrivata perchè avevo inserito l'indirizzo email errato. Ora non riesco a trovare un modo per correggere l'errore.
Un sistema per cancellare l'indirizzo email associato al tuo account è cominciare da capo. puoi farlo convertendo l'account in un account locale e cambiandolo di nuovo in un account Microsoft. Ciò ti permette di eseguire una nuova procedura, compreso l'inserimento del tuo indirizzo email di microsoft Live. per farlo, premi il tasto Windows+C e apri la Charms bar, quindi scegli impostazioni. Seleziona Modifica impostazioni PC. Si apre l'app Impostazioni PC. Nella colonna di sinistra scegli Utenti. Nella colonna di destra, sotto il tuo account, dovresti vedere il pulsante Passa ad un account locale. Cliccalo e in questo modo dissoci il tuo account Microsoft dalle informazioni sbagliate sul tuo account Windows. Esci ed entra di nuovo. Ripeti la procedura, ma questa volta scegli passa ad un account Microsoft. Ora puoi inserire l'indirizzo email corretto associato al tuo account Microsoft Live. Questa procedura è cambiata leggermente con windows 8.1. Se hai già aggiornato il suo sistema a Windows 8.1 segui queste istruzioni. Segui la stessa procedura vista per Windows 8 fino a entrare nell'app impostazioni del PC. Scegli Account e clicca su "Il tuo account". ora dovresti vedere il tuo indirizzo email non corretto nel riquadro di destra. Per dissociarlo dal tuo account Microsoft, clicca su "Disconnetti". Inserisci la password e segui le istruzioni. Esci e rientra con il tuo nuovo account locale, quindi ripeti il processo fino ad arrivare alle impostazioni Account. Per connetterti al corretto account di Microsoft Live, clicca su "Connetti a un account Microsoft".

Creare un drive USB per installare Windows 8.1
Se siete utenti Windows 8 potete scaricare gratuitamente l'aggiornamento alla versione 8.1 tramite Windows Store, ma con più PC dovete scaricare per ognuno di essi un file pesantissimo. Se volete scaricarlo solo una volta, o eseguire una nuova installazione Windows 8.1 senza avere prima installato Windows 8, Microsoft rende le cose difficili. Infatti, anche se l'aggiornamento è gratuito per tutti gli utenti Windows 8, non potete installarlo con una chiave di Windows 8. Per fortuna, ci sono soluzioni alternative che vi permettono di scaricare un file .iso solo una volta e usarlo per creare un drive USB avviabile via periferica flash dalla quale installare o aggiornare. Come prima cosa dovete scaricare da http://windows.microsoft.com/it-it/windows-8/upgrade-product-key-only il file .iso contenente l'immagine del supporto d'installazione di Windows 8.1. Scegliete "Installa Windows 8", eseguite il programma e quando richiesto immettete il codice Product Key di Windows 8. Cliccate su Avanti, attendete che cominci il download, quindi chiudete il programma interrompendolo. Tornate alla pagine web di microsoft e scegliete "Installare Windows 8.1". Questa procedura scarica un altro programma di setup, ma per 8.1. Eseguitelo e scaricate il file .iso di 8.1. Se non fate i passaggi precedenti per l'avvio del download di Windows 8, il sistema chiede una chiave di attivazione di Windows 8.1, mentre voi avete, probabilmente solo la chiave per Windows 8. Attivando il download di Windows 8, il downloader di 8.1 non chiede la product key. Terminato il download, potete creare direttamente un disco flash d'avvio. Vi consigliamo l'opzione file ISO, che potete creare con Windows 7 USB Download Tool (disponibile su www.microsoftstore.come/store/msusa/html/pbPage.Help_Win7_usbdvd_dwnTool) per tutte le USB flash che desiderate. Dopo avere creato la modalità d'installazione, per impedire che, quando lanciata, richieda la product Key di Windows 8.1, dovete fare una modifica. Aprite Blocco note e create un file contenente le seguenti righe:
[Channel]
Retail
[VL]
0
Salvate il file sull'unità flash USB con il nome 'ei.cfg' nella cartella Sources. Ora siete in grado di installare Windows 8.1 da questa unità senza dover inserire la Product Key. Dopo aver installato Windows 8.1 potete attivarlo con la chiave di Windows 8 in vostro possesso.

Disattivare la creazione dei file Thumbs.db nei sistemi Windows
Generalmente i file thumbs.db sono marcati come file nascosti e non sono visibili se Explorer non è configurato per mostrare questo tipo di file. Sostanzialmente questi file contengono le thumbnail (anteprime) dei file contenuti nella cartella in cui si trovano. Questo fa si che il sistema non debba ricalcolare tutte le anteprime ogni volta che rientriamo in una determinato cartella, ad esempio una che contiene foto.
Tuttavia quando si utilizzano delle share di rete la cosa può causare dei problemi. La cancellazione di una sottocartella di una share di rete può risultare impossibile proprio a causa di uno di questi file. Le opzioni a questo punto sono tre1. La prima: si fa fare il lavoro sporco al fileserver (che può essere un NAS o un altro tipo di server). In questo caso il fileserver se ne sbatte altamente se il file thumbs.db è utilizzato da Esplora risorsa di un client e lo cancella.
Seconda strada. Disattivare l'oplock sul fileserver. Questo però può causare problemi collaterali. File in un uso da altri utenti possono essere cancellati. La cosa non è proprio il massimo. Immaginatevi un utente che sta lavorando ad su un file e tutto ad un tratto il file sparisce... =(
Terza opzione. Disattivare la creazione dei file thumbs.db sul client. Questo può essere fatto semplicemente dall'editor dei criteri di gruppo locali (Win+R -> gpedit.msc). Troviamo l'impostazione al path: Configurazione utente -> Modelli amministrativi -> Componenti di Windows -> Esplora file -> Disabilita la memorizzazione nella cache delle anteprime nei file thumbs.db nascosti. Mettiamo il pallino su abilitato e risolviamo questa incessante scocciatura.

Disco sempre al 100% Windows 8.1 (problema risolto)
Ho acquistato da poco un portatile lenovo con Windows 8.1 , oramai unico sistema operativo che si trova sui pc in commercio. Ho acquistato un pc con un degno hardware per l'utilizzo quotidiano ma ho avuto non pochi problemi.
Uno dei problemi più frequenti è il rallentamento estremo di windows e di blocchi anche per una banalissima cosa (aprire internet , aprire un documento ) ecc.. Ho scoperto poi dal task manager che l'utilizzo del Disco è sempre fisso al 100% senza apparente motivo....con il computer in idle. Leggendo qua e la ed effettuando semplici test sono arrivato a risolvere il problema!
3 Modi per risolvere uso del disco all' 100%
- 1 La causa più frequente è Windows Update , il quale cerca in maniera costante aggiornamenti rallentando in maniera evidente il pc.Basterà disattivare l'aggiornamento automatico e di provvedere manualmente una volta ogni due settimane.
Per disattivare gli aggiornamenti automatici :
Aprire l'interfaccia METRO
Scrivere impostazioni Windows Update
Scegli come installare gli aggiornamenti
Selezionare su Non controllare mai la presenza di aggiornamenti
- 2 Un altro problema frequente è il superfetch di Windows :
Cliccare tasto windows premuto + tasto R
Scrivere services.msc in esegui
Nella lista trova Superfetch
Stopparlo e disabilitarlo
Riavviare il PC
- 3 Se non risolvete un altro possibile problema è il conflitto tra Google Chrome e Windows 8.1 , disinstallarlo ed utilizzare firefox o altro sistema di browser.. Se il problema non è chrome disinstallarlo.
Un ultima prova da fare prima di fare una reinstallazione pulita di Windows 8.1 è di cambiare e di cambiare i settaggi del file di paging portandolo da automatico a manuale.

Trucchi per Windows 8
Non siete soddisfatti di come appare Windows 8, il nuovo OS di casa Microsoft? Le opzioni per customizzare il sistema operativo non vi bastano? Ecco che viene a soccorrervi 8Smoker Pro, un programmino di pochi MB che vi aiuta a modificare il registro di sistema in maniera facile e sicura.
Prima di modificare qualcosa, il programma vi chiederà di fare un backup del sistema, in modo che se qualcosa dovesse andare storto, si potrà ripristinare la versione precedente, senza perdita di dati.
All’apertura del file .exe vi verrà mostrata l’interfaccia visualizzabile nello screenshot in alto, in cui sono raccolti i dati sulle risorse di sistema; accanto, verranno mostrate diverse categorie, per ottimizzare l’OS.
Il gran numero di tweaks disponibili rende 8Smoker Pro il programma ideale per adattare il nuovo OS della redmondiana alle proprie esigenze.
Potete scaricare 8Smoker Pro dal link qui sotto
http://www.xp-smoker.com/8smokerpro.html
http://www.geekissimo.com/2013/06/14/8smoker-pro-tantissimi-tweaks-windows-8/

Portable Update
Un piccolo tool portable che consente di scaricare gli aggiornamenti su una chiavetta USB, e poi installarli su vari PC. La schermata principale è organizzata in schede. La scheda History mostra lo stato della macchina corrente, con gli aggiornamenti applicati e quelli mancanti
http://www.portableupdate.com/

Niente Password
Per accedere a Windows 8.1, se non vogliamo più immettere la password di login, premiamo i tasti Windows+R, quindi scriviamo
control userpasswords2
Selezioniamo il nostro account utente e togliamo il segno di spunta da: Per utilizzare questo computer è necessario che l'utente immetta il nome e la password.

Saltiamo le mattonelle (tiles)
Sul desktop di Windows 8.1 facciamo click con il tasto destro del mouse e scegliamo Proprietà.
In Esplorazione spuntiamo la voce Mostra il desktop invece della schermata start all'accesso o alla chiusura di tutte le App in una schermata.

Quanto consuma un pc
per avere un report preciso sul consumo energetico del computer nella barra Cerca Programmi e Files, inseriamo il seguente comando
powercfg -energy -output %USERPROFILE%\Desktop\Consumoenergia.html
Dopo 60 secondi, troveremo il resoconto salvato sul desktop in formato HTML

Quale CORE utilizzare?
Oramai tutte le CPU sono dotate di più core e i programmi, quando vengono lanciati, tendono ad utilizzarli tutti quanti. Se però volessimo ridimensionare le aspettative delle applicazioni e indirizzarle verso un solo core, basterò aprire il Task Manager, quindi fare click sulla scheda Processi. Selezioniamo con il tasto destro del mouse il processo da gestire e scegliamo la voce Affinità. Qui mettiamo il segno di spunta sul core che vogliamo venga utilizzato.

Menu contestuale segreto
Se facciamo click con il tasto destro del mouse su un file, si apre il menu della proprietà. Proviamo ad usare la combinazione Maiusc+tastodestro. Noteremo come le voci nel menu siano molte di più.

Disabilitare la comparsa della barra laterale quando si sposta il mouse
La barra di Windows è impostata in modo da comparire automaticamente quando il mouse viene posizionato in uno degli angoli a destra dello schermo. Una funzione che può risultare fastidiosa, soprattutto quando si sta cercando di chiudere una finestra e la barra fa la sua comparsa impedendoci di vedere quello che stiamo facendo. Per fortuna, è possibile eliminare il problema intervenendo sul Registry di Windows.
Passate alla visualizzazione desktop e premete la combinazione di tasti Win+R. Digitate regedit e confermate con invio. Rintracciare la chiave di registro
HKEY_Current_User\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\ImmersiveShell
Selezionate il comando Modifica - Nuovo  - Chiave e digitate EdgeUI, confermando con Invio. Selezionate la nuova chiave e scegliendo il comando Modifica - Nuovo - Valore DWord
Inserite DisableCharmsHint e confermate con invio.
Ora fate doppio click sul valore appena creato e modificate il campo Dati Valore con 1 (uno).
Una volta chiuso il registry, il cambiamento è subito effettivo, senza che sia necessario riavviare il pc.
Visto che la barra di Windows rimane uno strumento indispensabile per il funzionamento del sistema, per esempio per lo spegnimento oppure per accedere al Pannello di controllo, vale la pena ricordare che la combinazione dei tasti per farla comparire di nuovo è Win+C. Ciò consente quindi di continuare a utilizzarla anche se è stata disattivata la relativa funzione del mouse.

Disabilitare la schermata Start su Windows8
Per ritornare all'impostazione grafica (simile a Windows7) puoi scaricare l'applicazione Skip Metro Suite. Grazie ad essa è possibile saltare la schermata Start all'avvio e disabilitare tutti gli angoli attivi.
Skip Metro Suite for Windows 8 allows you to boot directly to Classic Desktop in Windows 8 RTM and Release Preview. Also it allows you completely disable all edge panels, not just hide them! All of them will be disabled, including square start button at bottom-left corner.
FEATURES
Skip Start Screen feature.
Switcher can be disabled.
Charms Bar Hint can be disabled.
Can completely REMOVE edge panels, including Charms Bar,Switcher and square start button at bottom-left edge of Desktop.
http://winaero.com/comment.php?comment.news.103
http://www.afterdawn.com/software/system_tools/system_tweaking/skip_metro_suite.cfm

Scorciatoie tastiera più importanti Windows 8.1
Come sappiamo le scorciatoie da tastiera ci semplificano notevolmente nell'utilizzo quotidiano del computer attraverso la pressione di due o più tasti (massimo 3).Le scorciatoie più usate e conosciute al mondo sono i classici copia (Ctrl + C) e incolla (Ctrl + Incolla) annulla (Ctrl + Z).
In quest'articolo vi elencheremo le scorciatoie più importanti di Windows 8.1.
Tasto Windows: Per aprire il pannello di avvio
Tasto Win + D: Mostra Desktop e minimizza tutte le finestre aperte
Tasto Win+ X: Per aprire il menu nascosto di Windows 8 (funzioni di sistema)
Tasto Windows + I: Per Pannello di installazione di Windows 8 (sidebar a destra), con accesso al Pannello di controllo, LAN o Wi-Fi, reti, controllo volume, Spegnimento, ecc
Tasto Windows + Tab: Per visualizzare le applicazioni attualmente aperte
Tasto Windows + Print Screen: Per prendere uno screenshot e salvare l'immagine nella cartella Immagini, in formato PNG, in una cartella chiamata "Screenshots"
Tasto Windows + C: Indica l'ora di sistema e le opzioni rapido sidebar
Tasto Windows + E per aprire cartelle Explorer, hard disk, unità ottiche
Tasto Windows + Q: Per cercare tutti i file e le impostazioni di sistema
Tasto Windows + W: Per cercare solo nelle impostazioni di Windows 8
Tasto Windows + F: Per cercare documenti come utente
Tasto Alt + tab : visualizzare sullo schermo tutte le app ,tenendo premuto alto e cliccando tab si può passare da un finestra all'altra
Tasto Win + P : proietta lo schermo
Tasto Win + L : Blocca il PC

Tabella comparativa delle edizioni di Windows 8 in base alle funzionalità

  Windows 8 Windows 8 Pro Windows 8 Enterprise Windows RT
Architetture supportate IA-32, x86-64 IA-32, x86-64 IA-32, x86-64 ARM
Aggiunta a domini di Windows Server No No
AppLocker No No No
Avvio da VHD No No
Avvio protetto disattivabile No
BranchCache No No No
Compatibilità con applicazioni non WinRT No
Concessione in licenza Al dettaglio e OEM Al dettaglio e OEM Solo clienti Software Assurance Solo OEM
Criteri di gruppo No No
Desktop Parziale
Desktop remoto Solo client Client e host Client e host Solo client
DirectAccess No No No
Funzionalità per la crittografia Nessuna BitLocker, EFS BitLocker, EFS Crittografia dispositivo
Hyper-V client No Solo 64 bit con SLAT Solo 64 bit con SLAT No
Office 2013 preinstallato No No No
Servizi per Network File System (NFS) No No No
Sideload di applicazioni WinRT No Parziale 
Sottosistema POSIX SUA No No Deprecato No
Spazi di archiviazione No
Virtualizzazione RemoteFX No No No
Windows Media Center No A pagamento
Windows Media Player No
Windows To Go No No No
  Windows 8 Windows 8 Pro Windows 8 Enterprise Windows RT

Aggiornamenti

  Windows 8 Windows 8 Pro Windows 8 Enterprise Windows RT
Windows 7 Enterprise No No
Professional No
Ultimate No No
Home Premium No
Home Basic No
Starter No
Windows Vista con SP1
senza SP1 Solo file personali[nota 3]
Windows XP con SP3 Solo file personali[nota 4]
senza SP3 No

Requisiti minimi di sistema
I requisiti minimi di sistema di Windows 8 e Windows 8.1 sono uguali a quelli di Windows 7.

Requisiti minimi di sistema per PC con Windows 8

Architettura

32 bit

64 bit

Processore (CPU)

x86 da 1 GHz

x64 da 1 GHz

Memoria (RAM)

1 GB

2 GB

Spazio libero su disco fisso

16 GB

20 GB

Scheda video

DirectX 9 con driver WDDM 1.0

Risoluzione dello schermo

1024×768 per l'esecuzione delle app di Windows Store
1366×768 per la visualizzazione di due app di Windows Store affiancate

Requisiti di sistema per Windows 8.1
Windows 8.1
Ecco cosa ti serve se vuoi eseguire Windows 8.1 sul tuo PC:
- Processore: 1 GHz o superiore con supporto per PAE, NX e SSE2 (altre info).
- RAM: 1 GB (32 bit) o 2 GB (64 bit).
- Spazio su disco rigido: 16 GB (32 bit) o 20 GB (64 bit).
- Scheda grafica: Microsoft DirectX 9 con driver WDDM.
Requisiti aggiuntivi per l'utilizzo di alcune funzionalità:
- Per usare la modalità touch, devi avere un tablet o un monitor che supporta le funzionalità multitouch (altre info).
- Per accedere al Windows Store e scaricare, eseguire e affiancare app, devi avere una connessione Internet attiva e una risoluzione dello schermo di almeno 1024 × 768.
- Per alcune funzionalità è necessario un account Microsoft.
- Accesso a Internet (potrebbe essere richiesto il pagamento di una tariffa a parte a un provider di servizi Internet).
- L'avvio protetto richiede un firmware che supporta UEFI v2.3.1 Errata B e include l'Autorità di certificazione Microsoft Windows nel database di firme UEFI.
- Per ottenere prestazioni ottimali con alcuni giochi o programmi, può essere necessaria una scheda grafica compatibile con DirectX 10 o versioni successive.
- La riproduzione di DVD richiede un software separato (altre info).
- Licenza per Windows Media Center venduta separatamente (altre info).
- BitLocker To Go richiede un'unità flash USB (solo Windows 8.1 Pro).
- BitLocker richiede Trusted Platform Module (TPM) 1.2 o un'unità flash USB (solo Windows 8.1 Pro).
- Hyper-V client richiede un sistema a 64 bit con funzionalità SLAT (Second Level Address Translation) e altri 2 GB di RAM (solo Windows 8.1 Pro).
- È necessario un sintonizzatore TV per riprodurre e registrare programmi TV in diretta in Windows Media Center (solo Windows 8.1 Pro Pack e Windows 8.1 Media Center Pack).
- Miracast richiede una scheda video che supporta Windows Display Driver Model (WDDM) 1.3 e una scheda Wi-Fi che supporta Wi-Fi Direct.
- Wi-Fi Direct Printing richiede una scheda Wi-Fi che supporta Wi-Fi Direct e un dispositivo che supporta Wi-Fi Direct Printing.
- I contenuti TV Internet gratuiti variano in base all'area geografica e alcuni possono richiedere tariffe aggiuntive (solo Windows 8.1 Pro Pack e Windows 8.1 Media Center Pack).
- Per poter installare un sistema operativo a 64 bit su un PC a 64 bit, il tuo processore deve supportare CMPXCHG16b, PrefetchW e LAHF/SAHF.
- InstantGo funziona solo con computer progettati per lo standby connesso.
Se hai un PC con Windows 7 o Windows 8, puoi controllare se soddisfa i requisiti eseguendo Assistente aggiornamento. È inoltre consigliabile visitare il sito Web del produttore del tuo PC per ottenere informazioni sui driver aggiornati e sulla compatibilità hardware.
Windows 8
Ecco cosa ti serve se vuoi eseguire Windows 8 sul tuo PC:
- Processore: 1 GHz o superiore con supporto per PAE, NX e SSE2 (altre info).
- RAM: 1 GB (32 bit) o 2 GB (64 bit).
- Spazio su disco rigido: 16 GB (32 bit) o 20 GB (64 bit).
- Scheda grafica: Microsoft DirectX 9 con driver WDDM.
Requisiti aggiuntivi per l'utilizzo di alcune funzionalità:
- Per usare la modalità touch, devi avere un tablet o un monitor che supporta le funzionalità multitouch (altre info).
- Per accedere al Windows Store e scaricare ed eseguire app, devi avere una connessione Internet attiva e una risoluzione dello schermo di almeno 1024 × 768.
- Per affiancare le app, devi avere una risoluzione dello schermo di almeno 1366 × 768.
- Accesso a Internet (potrebbe essere richiesto il pagamento di una tariffa a parte a un provider di servizi Internet).
- L'avvio protetto richiede un firmware che supporta UEFI v2.3.1 Errata B e include l'Autorità di certificazione Microsoft Windows nel database di firme UEFI.
- Per ottenere prestazioni ottimali con alcuni giochi o programmi, può essere necessaria una scheda grafica compatibile con DirectX 10 o versioni successive.
- Account Microsoft richiesto per alcune funzionalità.
- La riproduzione di DVD richiede un software separato (altre info).
- Licenza per Windows Media Center venduta separatamente (altre info).
- BitLocker To Go richiede un'unità flash USB (solo Windows 8 Pro).
- BitLocker richiede Trusted Platform Module (TPM) 1.2 o un'unità flash USB (solo Windows 8 Pro).
- Hyper-V client richiede un sistema a 64 bit con funzionalità SLAT (Second Level Address Translation) e altri 2 GB di RAM (solo Windows 8 Pro).
- È necessario un sintonizzatore TV per riprodurre e registrare programmi TV in diretta in Windows Media Center (solo Windows 8 Pro Pack e Windows 8 Media Center Pack).
- I contenuti TV Internet gratuiti variano in base all'area geografica e alcuni possono richiedere tariffe aggiuntive (solo Windows 8 Pro Pack e Windows 8 Media Center Pack).
Puoi verificare se il tuo PC soddisfa i requisiti per Windows 8 eseguendo Assistente aggiornamento.

Reset e Refresh di Windows 8
Windows 8 ha due funzioni per facilitare il ripristino del sistema.
Il RESET avanzato porterà il pc allo stato di fabbrica e quindi tutti i dati e i programmi installati andranno perduti. Per attivare il RESET avanzato sono assolutamente necessari i diritti di amministratore.
Se invece si desidera mantenere i dati, scegliere l'opzione REFRESH che effettua un backup dei dati e delle applicazioni in una cartella specificata, installa nuovamente Windows e ripristina i dati precedentemente salvati.
RESET: NUOVA INSTALLAZIONE COMPLETA DI WINDOWS
Nel caso si desideri vendere il proprio pc, si consiglia di eliminare tutti i file, le impostazioni e i programmi. La funzione Reset fa proprio questo e installa Windows ex novo. La procedura guidata segue l'utente passo per passo. In caso di vendita del pc, selezionare l'opzione di eliminazione completa dei file che scrive i dati nel settore dell'hard disk precedentemente eliminato, rendendo quindi impossibile il ripristino dei file con tool appositamente create, per esempio PC Inspector File Recovery.
REFRESH: MANTIENE LE APPLICAZIONI
Con la funzione Refresh, Windows 8 ripristina il sistema operativo mantenendo le applicazioni, le impostazioni e i dati personali precedenti. Attenzione, però: per applicazioni Microsoft intende le proprie apps Metro. Il sistema di ripristino [Windows Recovery Environment, o più semplicemente Windows RE] non può identificare i programmi classici. Comunque Windows presenta un elenco con i nomi dei programmi interessati.
PICCOLA VARIAZIONE, OTTIMA SOLUZIONE
Per ripristinare Windows 8 che comprenda i programmi classici, si può ricorrere all'applicazione dalla stringa di comando RECIMG.EXE: prima di tutto creare una cartella per il backup, per esempio D:\Backup e da PowerShell (raggiungibile dal campo di ricerca del menù Start, avviare il backup completo del sistema di partizione di Windows inserendo il seguente comando
recimg createimage d:\backup
Per il ripristino, il sistema di backup utilizzerà proprio questa immagine.

Avviare in modalità provvisoria
La modalità provvisoria è un ottimo strumento per entrare nel sistema quando qualcosa non gli permette di avviarsi normalmente. Quando i driver e i file danneggiati che impediscono al sistema di funzionare non sono caricati, la risoluzione dei problemi è molto più semplice. La modalità provvisoria può ancora partire premendo F8 all'avvio del sistema ma farlo con Windows 8 porta alla funzione di riparazione automatica. Volete tornare al vecchio sistema? Tenete premuto il tasto MAIUSC e premete F8 durante l'avvio. In questo modo attivate la modalità di recupero. Selezionare "Opzioni avanzate" quindi "Risoluzione dei problemi" e di nuovo "Opzioni avanzate" (ci sono tante opzioni avanzate). Ora scegliete impostazioni di avvio di Windows e, infine, il pulsante di riavvio. Quando il computer si riavvia vi dà la possibilità di partire in modalità provvisoria. Se dovete entrare in modalità provvisoria da Windows, aprite la finestra di dialogo Esegui (Windows+R) e digitate "msconfig" (senza virgolette). Selezionate la scheda Avvio e selezionate la casella "Avvio diagnostico". Il sistema continua ad eseguire l'avvio in modalità provvisoria fino a quando non tornate indietro attivando Avvio normale.

Partizioni GPT e clonazione del disco
Ho acquistato un pc con un disco partizionato con GPT. Vorrei ora clonare il disco su uno SSD. Il problema è fare questa operazione con alcun software di clonazione.
La GUID PARTITION TABLE (GPT) è un nuovo standard introdotto come parte dell'interfaccia UEFI (Unified Extensible Firmware Interface) per fornire un metodo di gestione più flessibile del precedente schema di partizionamento Master Boot Record (MBR), in particolare per i nuovi hard disk di dimensioni superiori a 2 TByte.
Lo standard GPT comtempla una serie di accorgimenti che garantiscono la retrocompatibilità. Ogni partizione è dotata di un "protective MBR", ovvero di un'intestazione iniziale del tutto simile a quella delle partizioni MBR, in modo che un disco partizionato con il nuovo standard non sia rilevato come vuoto o illeggibile dai programmi non conformi alle nuove specifiche. E' per questo motivo che anche i software di clonazione o di partizionamento svliuppati prima dell'introduzione del nuovo standard possono interagire con gli hard disk GPT. Si tratta però di una compatibilità molto superficiale, che non consente di intervenire effettivamente sulla struttura dei dati contenuti in una partizione GPT.
A parte la retrocompatibilità con le applicazioni più datate, si ritiene strano che non si sia riuscito a individuare un'utility per eseguire l'operazione di clonazione.
Ormai, tutti i principali software di backup sono stati aggiornati per supportare il nuovo standard ed è quindi sufficiente utilizzare una versione recente per avere pieno accesso a tutte le funzionalità. Tra gli applicativi che supportano lo standard GPT meritano di essere menzionati:
EaseUS Partition Master
ToDo Backup
MiniTool Drive Copy
Tutti gli strumenti di Acronis e Paragon Software.
Esistono comunque fattori da tenere in considerazione, soprattutto il fatto che, dopo la clonazione, il dispositivo di destinazione dovrà essere configurato in modo che il BIOS vi acceda in modalità GTP/UEFI e che, viste le differenze tra le due memorie di massa (Fisica e SSD), la copia potrebbe rendere necessarie operazioni di riposizionamento del materiale necessario per il caricamento del sistema operativo. Sebbene si possano eseguire manualmente le operazioni descritte, molti utenti preferiscono utilizzare utilità che tengano in considerazione tutte le peculiarità delle memorie di massa ed eseguano automaticamente gli aggiustamenti necessari.
Tra i software di questo tipo spicca MigrateToSSD di Paragon, che garantisce un trasferimento semplice e lineare del sistema operativo. Per gli utenti che desiderano acquistare questo software, sono facilmente reperibili in Rete coupon di sconto che riducono ulteriormente il già basso prezzo d'acquisto.
Ultimo consiglio che potrebbe essere utile: preferite la versione inglese di questa applicazione perchè è più aggiornata ed è stata corretta da alcuni malfunzionamenti presenti nelle versioni tradotte.

Windows 8 e l'XP Mode
Purtroppo non è possibile utilizzare l'XP Mode in Windows8. Non si tratta di una incompatibilità, ma di una scleta progettuale del nuovo sistema operativo. L'XP Mode è stato sviluppato per aumentare il tasso d'adozione di Windows 7, dopo che molti utenti si erano rifiutati di passare a Vista proprio a causa delle incompatibilità manifestate con alcuni software che, invece, funzionano perfettamente sui sistemi operativi precedenti, compreso Windows XP. Le differenze progettuali di Windows8, però, rendono molto difficile replicare una funzionalità di questo tipo. Nel più recente sistema operativo di Microsoft, in sostituzione dell'XP Mode è stato integrato Hyerp-V un software di virtualizzazione radicalmente diverso rispetto al precednete Virtual PC. Si tratta di una soluzione più avanzata e che, potenzialmente, ha funzionalità migliori, ma per poter utilizzare è necessario avere a disposizione un processore dotato della funzionalità SLAT (Second level address translation). Questa tecnologia è disponibile in alcuni processori Core i3, i5, i7 di Intel e nei processori AMD Opteron di terza generazione. La disponibilità della funzione Slat si può verificare con l'utilità CoreInfo, scaricabile gratuitamente dal sito Sysinternals. Se il processore non ha la funzionalità SLAT è ancora possibile installare i software di virtualizzazione utilizzati in precedenza, come, per esempio, Virtual PC o la suite VMWare. le principali differenze riguardano il fatto che l'XP Mode metteva a disposizione dell'utente una licenza ufficiale di Windows XP rilasciata da Microsoft e forniva un ottimo livello d'integrazione con il desktop di Windows7. In alcuni siti sono state pubblicate procedure per eseguire il trasferimento del file.VHD che contiene la macchina virtuale a corredo dell'XP Mode su Windows 7. Questo procedura, però, è utile solo per evitare la trafila di reinstallazione di Windows XP e non costituisce di fatto una licenza legale, in quanto ongi codice d'installazione dell'XP Mode è strettamente legato al proprio Windows 7 e non è previsto l'uso in ambienti operativi diversi.

Installare e Configurare Correttamente Windows 8 sui Netbook
Windows 8 è tra noi, oggi 26 Ottobre 2012, è disponibile al Download e l’installazione per tutti, abbiamo visto che le versioni di Aggiornamento hanno un prezzo che parte dai 14,99 € per chi ha acquistato un PC dal 2 Giugno in poi, fino ad arrivare a 59,99 € per un aggiornamento da Xp, Vista o 7 nella versione DVD.
Qualcuno di voi non vorrà sporcare il notebook principale e magari per provare il nuovo sistema Operativo di Mamma Microsoft lo si installerà sul Netbook secondario utilizzato come muletto da guerra per le varie prove.
Come molti di voi avranno notato installando Windows 8 sul netbook, è che la risoluzione minima per far funzionare la nuova interfaccia Modern UI, la nuova Start Screen e le Applicazioni scaricare dallo Store, è pari a 1024 x 768 pixel e siccome la risoluzione massima dei netbook è di 1024 x 600 pixel si hanno dei problemi dovuti alla risoluzione errata del diplay.
In questo articolo andiamo a vedere come modificare la risoluzione del display del nostro Netbook, forzandola, ad una risoluzione maggiore passando dai 600 ai 768 pixel in verticale, così da poter utilizzare Windows 8 con tutte le sue Applicazioni senza grossi problemi.
Ci sono 2 metodi per superare questo problema. Installando dei Driver compatibili oppure modificando alcuni paramentri nel registro di sistema.
Il metodo è funzionante solo su Netbook con Processore Intel mentre per quelli AMD non è funzionante.
1° Metodo: Modifiche al Registro
Il primo che andiamo a vedere è la modifica di alcuni valori nel registro di sistema. Con questa semplice modifica abiliteremo anche la risoluzione 1024×768 così da poterla modificare dal menù risoluzione nelle impostazioni dello schermo:
- Premiamo il tasto Win e Scriviamo Regedit per accedere al registro di Sistema
- Premiamo CTRL+F e Cerchiamo la Chiave: Display1_DownscalingSupported
- Modifichiamo il Valore da 0 a 1
- Rechiamoci nella Sottocartella 0001 e con il Tasto Destro del Mouse in uno Spazio bianco, con il tasto destro, creiamo una nuova DWORD, chiamiamola Display1_DownscalingSupported e assegniamole 1 come valore
- Riavviamo il PC
- Dopo il Riavvio, possiamo vedere la lista di Risoluzioni Maggiori dalle impostazioni dello schermo con anche la possibilità di scegliere l’opzione 1024×768.
2° Metodo: Installiamo i Driver Video Compatibili
Scarichiamo dall’area download Intel i Driver Intel Graphics Media Accelerator 3150. Al termine scompattiamo l’archivio in una qualsiasi cartella sull’hard disk e avviamo l’installazione del driver con un doppio clic sul file Setup.exe. Clicchiamo su Avanti e seguiamo la procedura guidata.
Download Driver Intel Graphics per Windows 8
https://downloadcenter.intel.com/Detail_Desc.aspx?agr=Y&DwnldID=19494&keyword=%22intel%20atom%22&lang=ita
Installateli anche se sono per Windows 7 sono pienamente compatibili con Windows 8, testato sul mio Samsung NC10.
In questo articolo abbiamo visto come sfruttare al massimo la nuova interfaccia grafica di Windows 8 installando o modificando Driver e parametri per far girare alla grande il nuovo sistema operativo di Mamma Microsoft anche sui netbook più piccolini.

Disattivare l'interfaccia Tiles di Windows 8
Una delle principali novità di Windows 8 è l'interfaccia Immersive, quella caratterizzata da tante finestre colorate per intenderci. Se tuttavia a noi questa nuova "veste" di Windows non va a genio, magari perchè non disponiamo di schermo touchscreen con cui sfruttarla a pieno, possiamo sempre decidere di disabilitarla con una semplice procedura.
Per disattivare l'interfaccia immersive di Windows 8, digitiamo regedit per accedere al registro di sistema e cerchiamo la cartella
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer
A questo punto trovata la chiave RPenabled cambiamo il suo valore da 1 a 0

Disabilitare il lock screen in Windows 8.1
Windows 8 ha introdotto il cosiddetto lock screen, la schermata iniziale che mostra l'ora, la data e alcune informazioni personalizzabili: per modificarle basta richiamare la barra degli accessi, per esempio con la scorciatoia Windows+C, e selezionare Impostazioni Modifica impostazioni PC. Nella schermata delle impostazioni bisogna fare click su Schermata di blocco per raggiungere la pagina cercata: le opzioni presenti nella parte superiore della schermata permettono di cambiare l'immagine di sfondo, scegliendo tra una di quelle proposte, indicando un'immagine memorizzata sull'hard disk oppure attivando uno slide show, tramite l'opzione Riproduci una presentazione della schermata di blocco. Più utili sono le impostazioni nella seconda parte della pagina, che consentono di selezionare le APP da cui ricevere informazioni aggiornate e di decidere se mostrare il collegamento per attivare rapidamente la fotocamera. Si tratta di funzioni pensate per i tablet e i dispositivi touch, ma poco adatte ad un tradizionale computer desktop; chi avvia un computer di solito vuole completare il login e iniziare a lavorare il più velocemente possibile, ma il lock screen aggiunge alla procedura di autenticazione un ulteriore passaggio di cui si farebbe volentieri a meno. Per fortuna si può disabilitarlo; vediamo come. La soluzione più semplice è passare dall'editor dei criteri di gruppo, che è disponibile nelle versioni Pro ed Enterprise di Windows 8: per richiamarlo raggiungete il desktop e aprite la finestra di esecuzione con la combinazione di tasti Windows+R. Digitate gpedit.msc e confermate con un click su OK; nella finestra dell'editor selezionate il percorso Configurazione computer / Modelli amministrativi / Pannello di controllo / Personalizzazione. Nell'elenco di destra si trova la voce Non visualizzare la schermata di blocco: apritela con un doppio click e attivatela selezionando la relativa opzione in alto a sinistra. Confermate con un click su OK e chiudete il tool. Gli utenti della versione standard di Windows8, invece, devono passare attraverso il registro di configurazione. Per richiamare l'editor aprite la finestra di esecuzione con Windows+R e digitate regedit nella casella di testo. Una volta aperto l'editor del Registro di sistema raggiungete la chiave
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows\Personalization
Se dovesse mancare, fate click destro sull'elemento Windows nell'elenco ad albero di sinistra e selezionate Nuovo / Chiave nel menu contestuale; digitate il valore Personalization per creare la chiave. Selezionatela e fate click destro; nel menu contestuale scegliete Nuovo / Valore DWORD, e digitate NoLockScreen come note. Fate doppio click sul valore e inserite 1 come Dati valore. Confermate con un click su OK e chiudete l'editor per applicare le modifiche

Creare una chiavetta USB di ripristino per Windows 8 e 8.1
Microsoft consiglia un approccio differente: mantenere la nuova sequenza di boot, sensibilmente più veloce, e creare un disco di ripristino per intervenire in caso di necessità. Non è però necessario procurarsi un DVD o un CD vergine. Windows 8 permette di utilizzare come supporto di ripristino anche una semplice chiavetta usb con una capienza di almeno 256 Mbyte; ecco come procedere. Per prima cosa inserite la chiavetta USB in una porta del computer e verificate che non contenga sulla di prezioso, perchè durante la procedura tutti i dati memorizzati saranno eliminati. Aprite poi la ricerca nella schermata Start (per esempio con la scorciatoia da tastiera Windows+Q) e digitate ripristino. In Windows 8 selezionate la categoria Opzioni, mentre in 8.1 i risultati vengono mostrati insieme. Fate click su Crea un'unità di ripristino per richiamare una procedura guidata che si apre in una finestra del desktop. Fate click su Avanti per raggiungere la finestra di selezione delle unità; indicate quella corrispondente alla chiavetta USB e fate nuovamente click su Avanti. Il passo successivo mette in guardia contro la perdita di eventuali dati importanti fate click su Crea per iniziare la procedura, che impiegherà qualche minuto. Una volta compeltata la formattazione e la copia, l'unità potrà essere utilizzata come periferica di boot, per ripristinare il comptuer in caso di necessità.

Salvare e ripristinare i dati delle App di Windows 8
Windows 8 offre un sistema di sincronizzazione automatica che salva nel cloud i dati delle App Modern UI, per poi distribuirli a tutti gli altri dispositivi collegati allo stesso account. In alcune circostanze è però preferibile agire manualmente: per esempio, il sistema automatico limita la quantità di informazioni sincronizzabili quando ci si trova fuori casa (per evitare che queste operazioni incidano troppo sul costi della connettività mobile) e ci si potrebbe quindi trovare nella condizione di non avere tutti i dati sincronizzati in remoto. Inoltre, se si usano molte App e si memorizzano molti dati, il trasferimento delle informazioni a un nuovo dispositivo potrebbe richiedere molto tempo, specialmente se si sta utilizzando una connessione a Internet non troppo veloce. Per spostare i dati delle App senza passare dal cloud c'è però una soluzione: basta scaricare e installare Windows 8 Apps Data Backup, disponibile all'indirizzo http://www.marcoronline.net/index.php/download/6-sicurezza4/639-windows-8-apps-data-backup.html
Il programma è gratuito e richiede il framework .NET4.5: se non fosse già presente, lo si può scaricare dal sito http://www.microsoft.com/it-it/download/details.aspx?id=30653. Il funzionamento di questa utility è semplicissimo: dopo aver verificato che non ci siano App aperte avviate il software, che non ha neppure bisogno di essere installato. Fate click sul pulsante Backup per visualizzare l'elenco delle App presente e aggiungete un segno di spunta a fianco di quelle che volete includere nel backup, oppure usate i pulsanti Select all e Unselect All, in alto a destra. Dopo aver completato la selezione, fate click su Backup Now; il programma chiede se dovrà comprimere il backup per risparmiare spazio, poi permette di scegliere la cartella di destinazione. Per ripristinare le informazioni su un altro dispositivo, basta copiare il file di dati e il programma, avviarlo e fare click sul pulsante Restore; prima, però, bisogna assicurarsi che tutte le applicazioni di cui sono state memorizzate le informazioni siano presenti anche sul nuovo device: Windows 8 Apps Data backup, infatti, non copia le App, ma soltanto i loro dati. Il software, in ogni caso, verifica quali App sono effettivamente presenti e consente di ripristinare soltanto le informazioni relative a quelle installate.

Usare il disco di installazione di Windows come CD di emergenza
Quando il sistema operativo non parte, è sempre consigliabile avere a disposizione un disco di recupero di emergenza oppure una distribuzione Live Linux, magari specializzata proprio nella soluzione dei problemi del PC. Ma se non si dispone di nessuno strumento dedicato, si può comunque tentare di raggiungere i propri dati sfruttando un semplice disco d'installazione di Windows.
Innanzi tutto inserite il disco nel lettore (oppure la chiavetta usb in una delle porte PC, se disponete di un supporto di questo tipo) ed effettuare il boot da questa unità. Quasi tutti i PC dispongono di un menu di boot richiamabile premendo un tasto specifico durante i primi secondi dopo l'accensione; se il vostro PC non lo prevede, entrate nelle impostazioni BIOS e modificate la priorità di avvio delle unità spostando l'hard disk dopo il lettore CD e i supporti USB. Dopo qualche secondo di caricamento, l'installer mostrerà la schermata di benvenuto: selezionate la lingua, premete Avanti, e quindi fate click sul collegamento Ripristina il computer, nell'angolo inferiore sinistro della finestra. Il passo successivo è raggiungere il prompt dei comandi: se state usando un disco di installazione di Windows 7 fate click su ripristina il computer utilizzando un'immagine del sistema creata in precedenza, quindi fate click su Avanti, Annulla e ancora Annulla per raggiungere un finestra che include l'opzione cercata.
Nel caso di Windows 8, invece, andate in Risoluzione dei problemi/Opzioni avanzate/prompt dei comandi. Digitate quindi il comando notepad per richiamare il Blocco Note, e fate click su File/Apri per aprire la relativa finestra di dialogo. Selezionando Tutti i file questa finestra mostrerà il contenuto dell'unità del computer r potrà essere utilizzata come rudimentale file manager: navigate tra le cartelle alla ricerca dei dati che volete recuperare e quindi copiateli negli appunti tramite il menu contestuale oppure la classica combinazione CRTL+C. Raggiungete quindi il percorso di destinazione, per esempio una cartella su una chiavetta USB e incollateli per iniziale il trasferimento. Un'unica accortezza: evitate i doppi click sui file, poichè altrimenti il blocco note tenterà di aprirli come se fossero testi, e potrebbe bloccarsi. In questo caso basterà aprire il Task Manager con il comando taskmgr dal prompt dei comandi, e quindi terminare il processo Notepad.

Personalizzare l'immagine di ripristino di Windows 8
Una delle novità più interessanti di Windows 8, specialmente per gli utenti esperti, è la funzione che permette di reinizializzare il sistema operativo, riportandolo alla condizione immediatamente successiva all'installazione. Questa funzione consente di mantenere opzionalmente le informazioni personali, le App scaricate e i documenti memorizzati, ma non i tradizionali software installati all'interno dell'ambiente desktop. Si può però catturare uno snapshot del sistema già completo dei programmi preferiti, ed usarlo come base per le successive reinizializzazioni: basta usare la funzione "recimg" dalla riga di comando. Ecco la procedura da seguire, preferibilmente a partire da un'installazione pulita di Windows. Per prima cosa aprite il desktop e portate il cursore del mouse nell'angolo in basso a sinistra. Quando comparirà il tooltip Start, fate click con il tasto destro per aprire un menu di strumenti avanzati; selezionate la voce Prompt dei comandi (amministratore) per raggiungere la riga di comando. Create una nuova cartella in cui memorizzare le immagini del sistema, per esempio in c:\customimages (si può completare l'operazione anche dal prompt, con il comando md c:\customimages); dopo aver installato i software che volete aggiungere all'immagine utilizzata per la reinizializzazione, date il seguente comando:
recimg /createimage c:\customimages\<nomeimmagine>
sostituendo a <nomeimmagine> una denominazione breve ma significativa. L'operazione di creazione e salvataggio dell'immagine può richiedere parecchi minuti; al termine il programma mostrerà un riassunto descrittivo delle operazioni completate. Per attivare un'immagine specifica (se ne può memorizzare più di una) basta usare il comando:
recimg /setcurrent c:\customimages\<nomeimmagine>
Il comando recimg /showcurrent mostra invece l'immagine attiva. Per effettuare la reinizializzazione bisogna richiamare la barra degli accessi, selezionare Impostazioni / Modifica Impostazioni PC / Generale e fare poi click su pulsante Operazioni preliminari, posto sotto la voce Reinizializza il PC conservando i tuoi file. Si aprirà una procedura guidata che accompagnerà in tutte le fasi necessarie per ripristinare la condizione iniziale del computer.

Una chiavetta di installazione per Windows 8
Ancora prima del rilascio ufficiale di Windows 8, Microsoft ha reso disponibile la versione definitiva di prova a tempo (90 gg) dell'edizione Enterprise. Così come la maggior parte delle altre software house, anche Microsoft utilizza per la distribuzione digitale dei supporti di installazione il formato ISO, che è pensato per essere masterizzato su un disco ottico. Ma spesso non si vuole perder tempo nella creazione di un disco di installazione, che per sua stessa natura, può essere utilizzato solo per un periodo di tempo limitato, oppure si vuole installare il nuovo sistema operativo su un computer non dotato di lettore ottico. La soluzione è creare un pendrive USB di installazione, sfruttando un semplice tool offerto gratuitamente dalla stessa Microsoft. Serve una chiavetta USB da almeno 4 GByte, che deve essere vuota o contenente file sacrificabili: durante la procedura, infatti, verrà formattata. Scaricate innanzitutto l'ISO di Windows 8 e poi l'utility Windows 7 USB/DVD Download Tool dalla pagina http://wudt.codeplex.com. L'uso di questo tool è semplicissimo: collegate la chiavetta che volete utilizzare come unità d'installazione, aprite Esplora risorse e controllate che sia stata correttamente rilevata appuntando la lettere di unità assegnatale. Avviate quindi il tool Windows 7 USB/DVD Download Tool e seguite la procedura guidata: indicate la posizione del file ISO scaricato in precedenza, specificate USB device come destinazione, indicate la lettera di unità della chiavetta USB e fate click su Bagin copying. Al termine della copia la chiavetta sarà pronta. Inseritela nel computer su cui volete installare Windows 8 e accendetelo per iniziare l'installazione (dovrete naturalmente richiedere l'avvio dall'unità USB, modificando le impostazioni del BIOS oppure sfruttando il menu di boot, a seconda del sistema usato.

Disattivare i Live Tile di Windows 8
Lo Start Screen di Windows 8 è molto diverso dal tradizionale menu Start. Il suo "cuore" sono i cosiddetti Live Tile (riquadri animati) che non solo svolgono la funzione di icone (permettono cioè di avviare le APP e le applicazioni) ma - nel caso delle app - sono anche uno strumento utilizzabile per fornire feedback all'utente: la Live Tile di un App di posta, ad esempio, può segnalare l'arrivo di un nuovo messaggio mentre quella di un APP per la visione delle fotografie può mostrare in sequenza il contenuto di un album fotografico. L'idea è interessante, ma troppi riquadri animati possono rappresentare una notevole fonte di distrazione...Per fortuna le animazioni possono essere disabilitate selettivamente: basta selezionare il tile di cui si vuole arrestare l'animazione (bisogna fare click destro del mouse o un rapido movimento verso il basso o verso l'altro del dito se si usa il touch) e poi cliccare Disattiva riquadro animato nella barra dei comandi che compare in basso. E' anche possibile disattivare globalmente le animazioni del Tile; ma per farlo bisogna ricorrere all'editor dei criteri di gruppo, che però è disponibile solo nelle versioni Pro e Enterprise di Windows 8. Ecco la procedura da seguire.
Digitate "gruppo" nello Start screen per localizzare l'editor, avviatelo e andate alla sezione Impostazioni. Aprire Modifica Criteri di Gruppo e selezionate Configurazione utente/Modelli Amministrativi/Menu Start e barra della applicazioni/Notifiche. Fate doppio click su Disattiva le notifiche di tipo riquadro per aprire la finestra di modifica, quindi selezionate l'opzione Attivata e confermata con un click su OK. Per completare il lavoro dovrete anche eliminare la cache delle animazioni, altrimenti i Tile rimarranno "congelati" sull'ultima informazione mostrata prima della modifica: sempre in Configurazione utente/Modelli amministrativi/Menu Start e barra delle applicazioni individuate l'opzione Cancella la cronologia delle notifiche di tipo riquadro all'uscita e selezionate l'opzione Attivata. Dopo aver riavviato il computer, le animazioni dei Tile saranno solo un ricordo.

Condividere le APP dello Store di Windows tra più account
Microsoft consiglia di creare un account per ogni utente del sistema operativo, e questo è vero a maggior ragione con il nuovo Windows, poichè le impostazione App sono legate all'account utilizzato e possono essere condivise tra più computer. Da questa impostazione però consegue che ogni utente avrà il proprio accesso allo Store di Windows, separato da quello degli altri, e un proprio set di App scaricate e acquistate. Naturalmente, un genitore non può essere costretto a comprare una copia di Angry Birds per ciascuno dei suoi figli, e quindi esiste una soluzione per separare l'utente dello Store da quello di Windows.
Collegatevi al computer da uno degli account secondari e aprite il Windows Store, richiamate la Barra degli accessi e selezionate Impostazioni. Fate click su Il tuo account e poi sul pulsante Cambia utente, inserendo poi lecredenziali dell'utente principale, che saranno utilizzate soltanto per la gestione delle App. lo stesso account può essere legato a un massimo di 5 diversi Pc, che possono esesre visualizzati e gestiti sempre tramite questa schermata, nella sezione I tuoi PC. Dopo aver completato questo primo passaggio è quasi sempre necessaria una seconda modifica: se non l'avete già fatto, attivate l'opzione Chiedi sempre la password per l'acquisto di un'app, che scongiura il rischio di trovare sgradite sorprese sull'estratto conto della vostra carta di credito, causate da sessioni di shopping sfrenato con le vostre credenziali.

Recuperare il pulsante Start
Windows 8 ha nascosto il comodissimo pulsante Start. il recente aggiornamento a Windows 8.1, lo riporta in vita, ma questa versione del pulsante ci porta nella schermata avvio dell'interfaccia Modern, non al ben più utile e familiare menu Avvio di un tempo. Se non amate troppo le tessere live della nuova interfaccia a mosaico, sappiate che sono disponibili molti ottimi programmi che ripristino il vecchio funzionamento del pulsante Avvio, riportando il computer alla piana interfaccia e stile disponibile in Windows 7. Tra i tanti ci sono:
Classic Shell (http://www.classicshell.net)
Pokki (http://www.pokki.com)
Start8 (http://www.startmenu8.com/it/)
Start Menu Reviver (www.reviversoft.com/it/start-menu-reviver/)
ViStart menu (http://lee-soft.com/vistart/)

Disabilitare password e schermata di blocco
Le password e le schermate di blocco hanno un senso su portatili e tablet touchscreen, ma sul desktopo di casa vostra è difficile che qualche malintenzionato riesca ad accedere ai vostri dati personali. Il problema è diventato più pressante con l'introduzione di Windows 8, dove una schermata di blocco deve essere annullata ogni volta che il dispositivo si sveglia. Una funzione poco pratica su un pc non touchscreen, ossia sulla maggior parte di queste macchine. Per eliminarlo, premete sulla tastiera <Windows>R e nella finestra Esegui che si aprirà, digitate gpedit.msc e cliccate su OK. Si apre la finestra Editor Criteri di gruppo locali. A sinistra, in Configurazione Utente, aprite l'albero delle cartelle con Modelli amministrativi > Pannello di controllo > Personalizzazione, quindi fate un doppio click su Non visualizzare la schermata di blocco. Infine, selezionate la scelta Abilita e cliccate su OK. Se volete disabilitare la password, il metodo varia in base alla versione del sistema operativo.

Installare e Configurare Correttamente Windows 8 sui Netbook
Come molti di voi avranno notato installando Windows 8 sul netbook, è che la risoluzione minima per far funzionare la nuova interfaccia Modern UI, la nuova Start Screen e le Applicazioni scaricare dallo Store, è pari a 1024 x 768 pixel e siccome la risoluzione massima dei netbook è di 1024 x 600 pixel si hanno dei problemi dovuti alla risoluzione errata del diplay.
In questo articolo andiamo a vedere come modificare la risoluzione del display del nostro Netbook, forzandola, ad una risoluzione maggiore passando dai 600 ai 768 pixel in verticale, così da poter utilizzare Windows 8 con tutte le sue Applicazioni senza grossi problemi.
Ci sono 2 metodi per superare questo problema. Installando dei Driver compatibili oppure modificando alcuni paramentri nel registro di sistema.
Edit: Il metodo è funzionante solo su Netbook con Processore Intel mentre per quelli AMD non è funzionante.
- 1° Metodo: Modifiche al Registro
Il primo che andiamo a vedere è la modifica di alcuni valori nel registro di sistema. Con questa semplice modifica abiliteremo anche la risoluzione 1024×768 così da poterla modificare dal menù risoluzione nelle impostazioni dello schermo:
Premiamo il tasto Win e Scriviamo Regedit per accedere al registro di Sistema
Premiamo CTRL+F e Cerchiamo la Chiave: Display1_DownscalingSupported
Modifichiamo il Valore da 0 a 1
Rechiamoci nella Sottocartella 0001 e con il Tasto Destro del Mouse in uno Spazio bianco, con il tasto destro, creiamo una nuova DWORD, chiamiamola Display1_DownscalingSupported e assegniamole 1 come valore
Riavviamo il PC
Dopo il Riavvio, possiamo vedere la lista di Risoluzioni Maggiori dalle impostazioni dello schermo con anche la possibilità di scegliere l’opzione 1024×768.
2° Metodo: Installiamo i Driver Video Compatibili
Scarichiamo dall’area download Intel i Driver Intel Graphics Media Accelerator 3150. Al termine scompattiamo l’archivio in una qualsiasi cartella sull’hard disk e avviamo l’installazione del driver con un doppio clic sul file Setup.exe. Clicchiamo su Avanti e seguiamo la procedura guidata.
Download Driver Intel Graphics per Windows 8
(https://downloadcenter.intel.com/Detail_Desc.aspx?agr=Y&DwnldID=19494&keyword=%22intel%20atom%22&lang=ita)
Installateli anche se sono per Windows 7 sono pienamente compatibili con Windows 8, testato su un Samsung NC10.

Installare una lingua in windows 8
http://windows.microsoft.com/it-it/windows-8/add-language-keyboard
I Language Pack sono disponibili per Windows 8 e per Windows RT
http://support.microsoft.com/kb/2607607/it

GodMode
Create una cartella sul desktop e chiamatela
GodMode.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}
(per le parentesi graffe potete usare CTRL+ALT+MAIUSC+è e CTRL+ALT+MAIUSC+*)
Funzioni disponibili : ora basta fare un doppio clic sul nuovo collegamento per aprire un elenco di tutte le funzioni disponibili, disposte per area di intervento e in ordine alfabetico. Nella lista, ogni impostazione può essere attivata o disattivata con un solo click. Le funzioni preferite possono anche essere trascinate in una nuova cartella, creando così una sorta di "Impostazioni preferiti" subito a portata di mano.
Oltre 200 funzioni in più.

Ottimizzare lo straming DLNA per risolvere i problemi con i client multimediali.
Programmi con la medesima funzione contemporaneamente attivi sul pc possono interferire tra loro e funzionare male; per esempio i servizi multimediali di streaming di Windows Media Center possono entrare in conflitto con il server DLNA creato da software come Nero MediaHome. In una rete locale impostata nella modalità predefinita per le reti private, Windows Media Center avvia automaticamente il proprio server DLNA, ma i due server che girano in parallelo non pongono problemi al server stesso: sono i clienti a creare problemi. Questo perchè si trovano di fronte a due server con il medesimo indirizzo IP e lo stesso MAC Address. I problemi vanno da una maggiore durata della sincronizzazione al crach della connessione quando si esegue una ricerca. Dunque occorre fare attenzione e, se s'intende utilizzare il server di Nero, disattivare le funzioni di streaming di Windows Media Player. Fondamentale è anche tenere sempre aggiornati i programmi: per esempio le versioni precedenti di Nero Media Home richiedono un aggiornamento per poter funzionare senza problemi in Windows 8. Ovviamente si devono installare anche tutti gli aggiornamenti più recenti di Windows.

Proteggere un account amministratore nascosto
Anche se non è mai stato visto nè utilizzato, l'account amministratore standard viene creato automaticamente da Windows Vista, 7 e 8. Rappresenta dunque un sostanziale rischio per la sicurezza. Non appena lo si attiva, offre un accesso completo al sistema senza nemmeno chiedere una password. L'attivazione richiede solo l'avvio del computer da cd o da chiavetta usb, e un'utility come ntpassword. Il rischio può essere evitato solo in questo modo: occorre attivare l'account amministratore nascosto e munirlo di password, dopodichè lo si può nuovamente nascondere. Digitare CMD nella casella di ricerca del menù Start, poi fare click destro sulla voce cmd.exe in alto nel menu, e selezionare il comando contestuale Esegui come amministratore. Dopo la conferma tramite Controllo Account Utente, viene avviato il Prompt dei comandi. Qui digitare "net user Administrator /active" e confermare premendo invio. Il successo dell'operazione viene visualizzato nella finestra di dialogo. Ora apire il Pannello di controllo e fare click su Account Utente e Protezione Famiglia, poi su Aggiungi o rimuovi account utente. Ora fare click su Gestisci un altro account, e l'account Administrator dovrebbe essere visibile.: selezionarlo e fare click su Crea Password. Digitare due volte una password sicura (almeno di 8 caratteri comprendenti sia caratteri testuali maiuscoli e minuscoli sia numer e caratteri speciali), dopodichè inserire un suggerimento nel relativo campo, utile per recuperare la password nel caso venga dimenticata. Al momento si può ignorare l'avvertimento riguardante la perdita di file compressi in EFS, in quanto non si è ancora salvato nessun file tramite questo account. Confermare la procedura con un click sul pulsante Crea password. Ora chiudere il Pannello di controllo e tornare al prompt dei comandi. Digitare "net user Administratator /active:no" per rendere l'account amministratore nuovamente inattivo e invisibile. Oltre a questo, è possibile garantirsi una maggiore sicurezza se si modifica il nome dell'account in qualcosa di diverso da Administrator. Questo perchè i tentativi di attacco automatico cercano per prima cosa di accedere all'account con il suo nome standard.

Come visualizzare file nascosti Windows 8
In Windows 8 sono cambiate un bel po’ di cose rispetto alle versioni precedenti del sistema operativo. La Start Screen ha sostituito il menu Start, le applicazioni Desktop classiche sono state affiancate dalle cosiddette Modern Apps che funzionano anche sui tablet, ed anche l’Esplora Risorse (ora ribattezzato Esplora File) è stato modernizzato.
Ora si presenta con un’interfaccia a schede in stile Office che rende molto più accessibili numerose funzioni, compresa quella relativa alla visualizzazione dei file nascosti. Lo sapevi? Per visualizzare file nascosti Windows 8 non è più necessario addentrarsi nei menu di sistema, basta spuntare una semplice opzione nell’Esplora File e il gioco è fatto. Se non ci credi, prova tu stesso seguendo le indicazioni che sto per darti.
Se vuoi scoprire come visualizzare file nascosti Windows 8, recati nell’ambiente Desktop del sistema operativo (cliccando sull’apposito riquadro della Start Screen) ed apri Esplora file facendo click sull’icona della cartella presente nella barra delle applicazioni.
A questo punto, recati nella cartella in cui sono presenti i file nascosti che desideri visualizzare e seleziona la scheda Visualizza di Esplora File (in alto a destra). Metti il segno di spunta accanto alla voce Elementi nascosti e dovresti riuscire a visualizzare immediatamente sia i file che le cartelle nascoste. Li puoi riconoscere subito, sono quelli con le icone semi-trasparenti.
Se nella barra degli strumenti dell’Esplora File non riesci a vedere la voce Elementi nascosti, prova a massimizzare la finestra oppure clicca sul pulsante Mostra/Nascondi: troverai l’opzione all’interno del menu che si apre. Dopo aver completato il lavoro sui file e le cartelle nascoste, puoi ripristinare le impostazioni predefinite di Windows e nascondere nuovamente entrambi gli elementi togliendo la spunta dalla voce Elementi nascosti.
Un altro modo per visualizzare file nascosti Windows 8 (utilizzabile anche sulle versioni precedenti di Windows) è aprire l’Esplora File, recarsi nella scheda Visualizza di quest’ultimo, cliccare sul pulsante Opzioni e selezionare la voce Modifica opzioni cartella e ricerca dal menu che compare.
Nella finestra che si apre, bisogna quindi fare click sulla scheda Visualizzazione, mettere il segno di spunta accanto alla voce Visualizza cartelle, file e unità nascosti e cliccare sul pulsante OK per salvare le impostazioni.
Dalla medesima finestra, è possibile anche attivare la visualizzazione dei file di sistema (togliendo il segno di spunta dall’opzione Nascondi i file protetti di sistema) ma è un’operazione che ti sconsiglio di fare, a meno che tu non sappia molto bene quello che stai facendo e quali file puoi modificare senza minare la stabilità del sistema.

Le opzioni di boot in Windows 8
Tra le molte novità introdotte da Windows 8, quelle relative al menu di boot sono rimaste in secondo piano. Per notarle bisogna provare a richiamare la tradizionale modalità provvisoria premendo ripetutamente il tasto F8 durante le prime fasi del boot; chiunque abbia tentato si è certamente accorto che questa storica scorciatoia non funziona più.
Le motivazioni sono molteplici: Windows 8 utilizza una nuova sequenza di caricamento ottimizzata che non attende la pressione di combinazione di tasti; inoltre il sistema operativo offre una nuova serie di strumenti diagnostici e di riparazione che, almeno nelle intenzioni di Microsoft, dovrebbero rendere la modalità provvisoria un ricordo del passato. Per richiamare questo nuovo menu, basato naturalmente sull'interfaccia Modern, basta tenere premuto il tasto MAIUSC mentre si seleziona la voce RIAVVIA dal menu di spegnimento della macchina, richiamabile con un clic sul pulsante SPEGNI nel menu IMPOSTAZIONI (Windows + I). Lo stesso menu è raggiungibile anche dalla schermata di login, ancor prima di aver completato l'accesso a Windows, tramite un pulsante posizionato in basso a destra. Il menu blu, come è stato soprannominato dagli utenti di Windows 8, include due pulsanti di uscita (Continua e Spegni il PC), più un terzo elemento, chiamato "Risoluzione Problemi", che dà accesso agli strumenti di ripristino veri e propri, tra cui funzioni per ripristinare il sistema operativo, resettarlo o per ripristinare una specifica immagine del sistema salvata in precedenza. Se il computer non dovesse completare correttamente il boot, per raggiungere questo menu è però necessario aver creato un disco di ripristino. Un'alternativa, che allunga leggermente i tempi di caricamento di windows, è riattivare la modalità di caricamento tradizionale, che porta in dote il classico menu di boot raggiungibile premento F8; vediamo come procedere. Raggiungere il Desktop, facendo click sul suo tile nello Start Screen, e richiamare il menu di amministrazione con un click destro nell'angolo in basso a sinistra dello schermo, oppure con la scorciatoia da tastiera Windows + X. Selezionate la voce "Prompt dei comandi" (amministratore) e rispondere positivamente alla richiesta del Controllo Account Utente. Nella finestra del terminale digitate il comando:
bcdedit /set {default}bootmenupolicy legacy
Questo comando ripristina la sequenza di boot tradizionale e permette quindi di raggiungere la modalità provvisoria. Per ripristinare il funzionamento normale di Windows 8 basta invece utilizzare il comando
bcdedit /set {default}bootmenupolicy standard

Installazione di Window 8 in una macchina virtuale Virtual Box
Ho un notebook e vorrei installare Windows 8 Enterprise su Virtual Box (visto che VirtualPC non sembra essere in grado di supportarlo), ma ho ottenuto solo un messaggio di errore "0x======5D: Your CPU is not compatible". La pagina contiene le impostazioni del BIOS è molto essenziale e non permette modifiche. Esiste una soluzione alternativa?
L'errore 0x0000005D segnala che il processore non supporta le caratteristiche necessarie all'installazione di Windows 8. Questo sistema operativo, infatti, è installabile solo in configurazione hardware che prevedono le funzionalità PAE (Physical Address Extension), NX (No eXecute bit) e le estensioni SSE2 (Streaming simd extension). La maggior parte dei processori attuali può fare fronte a questi requisiti, ma in alcuni casi, invece, è necessario impostare i giusti parametri operativi. In particolare, la funzionalità NX è spesso disabilitata nel BIOS. Dopo aver verificato quest'eventualità, le stesse funzioni dovranno essere abilitate anche all'interno del software di virtualizzazione. Ricordiamo che quando si utilizza un ambiente virtuale, il processore e tutte le componenti hardware non sono quelli reali del computer host, ma una loro versione ricostruita dalla macchina virtuale. E' quindi necessario impostare i parametri operativi di VirtualBox in modo che il processore virtualizzato abbia le caratteristiche richieste da Windows 8.
1. Una volta creato l'ambiente virtuale, entrare nel menu Impostazioni e, nella colonna sinistra, selezionare la voce System
2. Nel segnalibro Motherboard controllare che l'opzione Enable IO Apic sia spuntata
3. Entrare nel segnalibro Processore e mettere il segno di spunta all'opzione Enable PAE/NX
4. Nel segnalibro Acceleration, selezionare le impostazioni Enable VT-X/AMD-V e Enable nested paging.
5. Chiudere le pagine delle impostazioni e procedere all'installazione del sistema operativo, che ora dovrebbe essere portata a termine senza complicazioni
Windows 8 richiede un processore dotato delle funzionalità PAE, NX e SSE2. Per installare Windows 8 in una macchina virtuale è necessario impostare i parametri operativi in modo da emulare anche le funzionalità avanzate del processore.