Windows Vista
I suggerimenti sono stati presi da riviste di informatica, da newsletters o da siti web
perciò ogni diritto rimane al legittimo proprietario.


 

 

Vista Boot Pro
Gestire il multiboot di Windows
http://www.vistabootpro.org/

Conficker (INDISPENSABILE)
http://www.microsoft.com/italy/technet/security/bulletin/ms08-067.mspx (MS08-067 - KB958644)
http://www.symantec.com/norton/theme.jsp?themeid=conficker_worm

Service Pack 1 http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=f559842a-9c9b-4579-b64a-09146a0ba746&DisplayLang=it

Service Pack 2 (beta) http://technet.microsoft.com/en-us/windows/dd262148.aspx

Immagine ISO del CD della versione autonoma per tutte le lingue di Windows Vista Service Pack 1:
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=d4efc054-1259-4ee4-ab15-469b6c062454&DisplayLang=it

Immagine ISO del DVD della versione autonoma per tutte le lingue di Windows Vista Service Pack 1:
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=a45652b1-e838-420a-b065-83960458e2ec&DisplayLang=it

Versione autonoma per tutte le lingue di Windows Vista Service Pack 1 per sistemi x64 (KB936330):
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=86d267bd-dfcd-47cf-aa76-dc0626dcdf10&DisplayLang=it

Service Pack 2 per Windows Server 2008 e Windows Vista
http://technet.microsoft.com/it-it/windows/dd262148.aspx

Windows Server 2008 Service Pack 2 e Windows Vista Service Pack 2 - Versione autonoma per tutte le lingue (KB948465)
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=891ab806-2431-4d00-afa3-99ff6f22448d&displaylang=it

Internet Explorer 8.0
http://www.microsoft.com/italy/windows/internet-explorer/default.aspx

Microsoft .NET 3.5: http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=333325fd-ae52-4e35-b531-508d977d32a6&DisplayLang=it

Windows Networking & Tips: http://www.windowsnetworking.com/

Installare una rete tra Windows XP e Windows Vista
Scarica qui

Creazione di cd-bootable
WinBuilder
http://www.boot-land.net
http://vistape.boot-land.net/eng/download.html
http://www.boot-land.net/forums/Tutorials-f31.html
Windows automated installation kit (Windows AIK)
Windows Automated Installation Kit (Windows AIK) facilita l'installazione, la personalizzazione e la distribuzione della famiglia di sistemi operativi Microsoft Windows Vista™.
E' progettato per aiutare i professionisti IT aziendali a personalizzare e distribuire la famiglia di sistemi operativi Microsoft Windows Vista™. Utilizzando Windows AIK, è possibile eseguire installazioni automatiche di Windows, acquisire immagini di Windows con ImageX e creare immagini di Windows PE.
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?displaylang=it&FamilyID=c7d4bc6d-15f3-4284-9123-679830d629f2
Windows Automated Installation Kit (WAIK) User's Guide for Windows Vista
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?familyid=993c567d-f12c-4676-917f-05d9de73ada4&displaylang=en
Windows Automated Installation Kit (Windows AIK)
http://technet2.microsoft.com/WindowsVista/en/library/129a1712-e3d8-46c1-bc09-a14349dc67db1033.mspx?mfr=true
EBCD is a bootable CD, intended for system recovery in the case of software or hardware faults. It is able to create backup copies of normally working system and restore system to saved state. It contains the best system software ever created, properly compiled and configured for the maximum efficient use.
http://ebcd.pcministry.com/
Megalab Cd utility (terza versione)
http://www.megalab.it/articoli.php?id=554
The UltimateBootCd
http://www.ultimatebootcd.com/
The 911 Bootable CD
http://www.911cd.net/
Vista4Expert Con questa utility si potranno eliminare la maggior parte delle utility di Vista, velocizzarlo e ottimizzarlo. http://www.ntcore.com/vista4experts.php

Links
http://www.helpwithwindows.com

How to dual boot Vista and XP (with Vista installed first): scarica qui

How to dual boot Vista and XP with XP installed first: scarica qui

Formattazione a basso livello: Vedi (documento Word)

http://www.computerperformance.co.uk/

I processi di Windows: Vedi

Come posso collegare il mio palmare a Vista senza ActiveSync, visto che non è compatibile con il nuovo sistema operativo
Basterà scaricare dal sito Microsoft Windows Mobile Device Center e tutto funzionerà molto meglio di prima; infatti il nuovo sistema di sincronizzazione è molto più chiaro, efficiente e veloce. Così dimenticheremo le problematiche di ActiveSync

Abilitare/Disabilitare la funzione hibernate
Start Esegui
powercfg /hibernate on
powercfg /hibernate off
Bisognerà poi riavviare il computer.

Avvio rapido
Come windows XP, anche Vista dispone di stand-by (S3) e sospensione (S4), ma in più è presente una terza funzione, quella di sospensione ibrida. Si tratta di un mix tra S3 e S4 in cui i dati per l'avvio rapido si trovano nella RAM, ma vengono scritti per sicurezza anche sul disco fisso. In questo modo non vanno persi neppure in caso di un'interruzione di corrente. Cliccando nel menu di avvio sulla freccina accanto al lucchetto, vengono mostrati i punti Sospetti e Metti in ibernazione. Tuttavia in quest'ultimo caso non è ben chiaro quale modalità venga impiegata; quella standard è la sospensione ibrida. I dettagli sono forniti nel pannello di controllo sotto Opzioni risparmio energia: dopo aver selezionato la modalità preferita cliccate su Modifica impostazioni combinazione poi su Cambia impostazioni avanzate risparmio energia. Sotto risparmio energia dovreste poter attivare la sospensione ibrida. Se preferite invece il classico standby, potrete disattivare da qui la soluzione ibrida.

Strumento di controllo delle password
http://www.microsoft.com/italy/athome/security/privacy/password_checker.mspx

Come cancellare le voci da Esegui.
Tutte le istruzioni che vengono digitate nella finestra del comando esegui vengono salvate da Windows.
Per cancellarle è sufficiente aprire il Registry Editor.
Start, poi Esegui e, quindi, invio. Poi scrivendo Regedit e premendo invio.
portarsi su: HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Microsoft\Windows\Current version\Explorer\RunMRU.
Per cancellare una o più delle voci salvate basta eliminare le chiavi corrispondenti.
Fare attenzione a non eliminare la chiave (Predefinito) e la chiave RunMRU.

Disattivare windows index search in windows vista.
Il penultimo sistema operativo di Microsoft è dotato di molte funzioni in più rispetto al predecessore XP.
Talune di queste funzioni si avviano in background e rendono Windows Vista più lento di XP. Tuttavia alcuni servizi che non si utilizzano possono essere disattivati, in questo modo il tempo di avvio e lo sfruttamento di risorse del sistema operativo si riduce sensibilmente.
Uno di questi servizi si chiama Windows Search Index e indicizza tutti i file della macchina tenendo aggiornato un indice per rendere più veloci le ricerche su disco.
Se però non si effettuano molte ricerche sull'hard disk, possiamo disabilitarlo.
Posizioniamoci sul disco C con il tasto applicazioni, selezioniamo la voce "Proprietà" e premiamo invio. Si aprirà una finestra con diverse schede. Nella scheda "Generali" basterà disattivare la casella di controllo "Indicizza unità per una ricerca più rapida dei file".
Confermiamo le modifiche dando invio su "Ok", accettiamo che si applichino i cambiamenti all'unità C e a tutte le sottocartelle, e ai file in esse contenuti, e non avremo perdite di tempo inutili.

Controllo account utente in Windows Vista.
Se si è stanchi del messaggio sul Controllo account utente, che spesso ricorre in Windows Vista, procedere come appresso illustrato per la sua disattivazione.
La disattivazione del controllo sull’account utente può essere fatta o dalla finestra delle configurazioni avanzate di Windows (msconfig) o dal registro di sistema.
Prestare molta attenzione nell’eseguire i passi appresso illustrati, in quanto compiuti in parti vitali del sistema operativo, dove un errore potrebbe compromettere il funzionamento del sistema stesso.
Passi da seguire se si utilizza la configurazione avanzata (MSConfig):
Dal menù Start dare invio su esegui, scrivere msconfig e dare invio. Verrà aperta la pagina delle configurazioni avanzate di Windows. Passare alla scheda “Strumenti”, con tab successivi raggiungere la voce “Disabilita controllo dell’account utente“, cliccare quindi su “Esegui”; il computer verrà ora riavviato e all’accensione tale controllo sarà disattivato.
Passi da seguire se si modifica il registro di sistema:
dal menù Start scendere, con le frecce direzionali, fino a Esegui e dare invio, scrivere “regedit” e dare invio. Cercare la chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\Current Version\Policies\System”.
Una volta raggiunta la chiave, con tab spostarsi sulla visualizzazione ad elenco e cercare “EnableLUA“, dare invio su di essa, quindi impostare a “0” se vogliamo che sia disattivato. Per attivare l'UAC, è sufficiente modificare nuovamente il valore di EnableLUA a “1”.
Ecco dunque disattivato il fastidioso Controllo Account Utente di Vista! Al successivo riavvio però Vista avviserà con il famigerato scudo rosso che comparirà a fianco dell’ora per poi sparire dopo alcuni minuti.

Cambiare la lingua in Windows Vista.
Cambiare la lingua in Windows Vista potrebbe rivelarsi problematico a seconda della versione del sistema operativo utilizzata.
Ufficialmente non ci sono modi per installare una MUI su una versione di Vista che non sia Enterprise o Ultimate, ma si può aggirare la limitazione utilizzando un tool gratuito denominato Vistalizator, che può essere scaricato dal seguente indirizzo web:
http://www.froggie.sk/index.html
Di seguito verrà illustrata la procedura, con Vistalizator, per cambiare lingua in Windows Vista.
Dopo aver scaricato il programma direttamente dal sito del produttore e il "language pack" per il proprio sistema operativo, facendo attenzione alla distinzione tra 32-bit e 64-bit e con o senza Service Pack 1.
Avviare Vistalizator e selezionare il pack precedentemente scaricato, cliccare su Install per avviare il processo di installazione e attendere che Vista si riavvii con la MUI installata.
A questo punto si potrà cambiare la lingua ogni volta che si vorrà.
Sito web di riferimento:
http://www.froggie.sk/download.html

Come ripristinare Windows XP, Vista o 7 senza dischi di ripristino.
Windows non ne vuole sapere di avviarsi e non avete sottomano di dischi di ripristino oppure non sapete come procedere? Paragon rescue kit express potrebbe essere la soluzione. Ecco come:
Scaricate Rescue kit express dal sito di CNet
http://download.cnet.com/Rescue-Kit-Express/3000-2094_4-10910591.html
Cliccate su Get Free Product Key e Serial Number per ottenere i codici necessari per il funzionamento del software.
Cliccate su CD/DVD per masterizzare il tutto su un CD o DVD che userete poi per avviare il computer inchiodato.
Fate partire il computer con il CD appena masterizzato.
Selezionate l’opzione Normal Mode.
Selezionate l’opzione adatta a riparare il vostro problema. Se la macchina non fa il boot questa opzione è Boot Connector.
A questo punto potrete scegliere tra varie possibilità tra Search of valid Windows installations, Correction of the Master Boot Record, Correction of partition boot records, Modification of partition parameters e Correction of boot parameters (boot.ini, BCD).
A seconda del vostro problema dovrete scegliere l’opzione corretta. Se il problema è il boot, l’opzione Correction of the Master Boot Record dovrebbe fare al caso vostro.
Anche qui dovrete scegliere tra varie possibilità ma la prima, Correct ‘boot.ini’ potrebbe essere quella giusta.
Alla fine cliccate su Finish e su Reboot, dopo avere tolto il CD. Il problema dovrebbe essere stato corretto.
Se avete Windows 7 o Vista potete anche provare a usare questi altri strumenti. Sono immagini .iso che arrivano direttamente da Microsoft e che permettono di fare partire il computer per effettuare tutte quelle operazioni necessarie per la correzione dei problemi e il ripristino del sistema. Il download è tramite torrent per cui dovete avere necessariamente un software atto a scaricare file torrent come Transmission su Mac o µTorrent su Windows. Successivamente le immagini andranno masterizzate su CD o DVD e il computer fatto partire da lì.
Windows Vista Recovery Disc 32-Bit (x86) Edition.
Windows Vista Recovery Disc 64-Bit (x64) Edition.
Windows 7 Recovery Disc 32-Bit (x86) Edition.
Windows 7 Recovery Disc 64-Bit (x64) Edition.

Come recuperare la password di accesso a Windows.
Se si è dimenticata la password di accesso a Windows, per recuperarla c'è un rimedio e non sarà necessario formattare il PC.
La formattazione è uno degli ultimi passi da compiere per ripristinare il PC. Nel caso specifico esiste un software, denominato “Offline NT Password & Registry Editor”, che permette, istantaneamente, di eliminare la password di accesso a Windows.
Consiste in un file immagine da masterizzare come CD bootable. Una volta masterizzata l’immagine, avviato il PC da Cd-Rom, il tool chiederà su quale account azzerare la password, basterà indicarlo e, una volta riavviato il PC, Windows si avvierà senza richiedere password di accesso.
Il tool è stato testato con successo su Windows NT 3.51, NT 4, Windows 2000, Windows XP, Windows Server 2003, Vista 32 e 64 bit.
Un'ottima alternativa, velocissima e del tutto automatica, la si può trovare al seguente indirizzo web: http://ophcrack.sourceforge.net/

Come aggiustare l’Autoplay.
Cause di Errore.
Gli errori del registro sono spesso una delle cause principali dei problemi dell’Autoplay. È vivamente consigliato di eseguire la scansione del PC utilizzando Registry Booster. In tal modo si potranno aggiustare voci di registro problematiche che possono causare questi errori e si eviterà il verificarsi di nuovi problemi.
Sintomi Più Comuni.
I sintomi di errore dell’Autoplay possono includere blocco del programma, rallentamento del PC, blocco del sistema, problemi di avvio e di arresto, errori di installazione e guasti a livello hardware.
Risolvere il Problema.
Al fine di assicurare che il computer funzioni senza errori, scaricare ed eseguire lo strumento di riparazione dell’Autoplay, Registry Booster.
Per scaricare il software:
http://www.scanerrors.com/download_italian_regbooster.php
Progettato per Windows 7, Vista e XP.
Istruzioni sull’utilizzo di Registry Booster.
Scaricare ed eseguire Registry Booster;
Cliccare su “Scan” per la ricerca di errori.
Cliccare su “Aggiusta Errori” ed il gioco è fatto!

Cartella sendto in Windows Vista.
Rispetto al sistema operativo Windows XP, alcune tipiche cartelle assumono denominazione e posizione diversa in Windows Vista. Per l’esattezza:
La cartella Documents and Settings in Vista non esiste, e' sostituita da “utenti”, la cartella sendto si trova in c:\Utenti\nome proprietario\AppData\Roaming\Microsoft\Windows\SendTo.
Invece se si vuol dare a Vista le stesse caratteristiche grafiche di XP procedere come appresso illustrato.
Dal Pannello di controllo, posizionarsi su Personalizzazione, entrare dando invio, ci si ritroverà su: “Colore aspetto finestre” link, dare invio, ora si potrà selezionare Windows classico.

Trasferire file e impostazioni tra due PC
Quando sostituiamo il vecchio computer con uno nuovo, spesso perdiamo molto tempo a trasferire manualmente sul seconod tutti i file, i documenti personali e le impostazioni del sistema. Per fortuna in Windows Vista  esiste il tool Trasferimento dati Windows (Pannello di Controllo - Sistema e Manutenzione - Centro attività iniziali) grazie al quale potremo trasferire tra due PC in modo semplice e veloce, gli account utente, le impostazioni per la navigazione sul web, le email, i documenti e tnato altro ancora, senza farlo manualmente. Grazie a questo strumento sono sufficienti pochi click per avere sul nuovo PC tutti i dati e le impostazioni personali. Per il trasferimento possiamo usare anche un hard disk USB o una pendrive, che non dovranno contenere dati.
Da Pannello di Controllo - Sistema e manutenzione - Centro attività iniziali avviamo Trasferisci file e impostazioni; clicchiamo su Avanti per avviare un nuovo processo di trasferimento. Clicchiamo su "Il vecchio computer" per copiare i file dal PC in uso su quello nuovo, e quindi selezioniamo la voce utilizza un CD/DVD o altro supporto removibile, quindi Unità memoria flash USB.
Selezioniamo Opzioni avanzate per scegliere gli elementi da trasferire e facciamo clic su Avanti; al termine dell'analisi spuntiamo le caselle corrispondenti ai file e alle impostazioni da copiare.
Clicchiamo su avanti per iniziare la copia sulla periferica USB. Al termine colleghiamo il dispositivo all'altro pc: il file sarà rilevato automaticamente e basterà seguire i passi del wizard.

Auto Login to Windows Without Entering Password
When you access to your Windows, either Windows Vista or Windows XP, you will be greeted by a welcome page. You need to enter your users or admin password to go in to the Windows. This process is mainly designed for security purposes. However, if you feel that going through this process is a bit irritated and annoyed, you can actually personalized your PC by allowing you to login automatic to your Windows without entering the password.
You can auto login to your Windows via the following steps: -
For Windows XP
1. Go to start > RUN
2. Type control userpasswords2 in the run box prompted out
3. Select the user from which you want to login automatically and uncheck the box “Users must enter a username and password to use this computer”.
4. Enter the password of the account in the box
5. Click ok
For Window Vista and Windows 7:
1. Go to start button.
2. Type netplwiz in the search box
3. Select the user from which you want to login automatically and uncheck the box “Users must enter a username and password to use this computer”.
4. Enter the password of the account in the box.
5. Click ok
Once you have done it, you will login automatically whenever you access your computer.

Usufruire di tutti i 4 GB con Windows Vista 32 bit.
La ram oggi come oggi ha prezzi contenuti e, una volta effettuato l'upgrade, è scocciante che vi sia 1 Gb di Ram inutilizzato nel computer. Vista infatti, nella versione a 32 bit, utilizza al massimo 3Gb di Ram (3,25 per la precisione).
Utilizzando Windows Vista a 32 bit su un computer con processore a 64 bit, si potrebbero utilizzare i 4 Gb di memoria. Per vverificare se la CPU è a 64 bit usare l'utility CPU-Z (http://www.cpuid.com/cpuz.php), controllando la presenza, sotto instructions, della voce Em64t per i processori intel, o x86-64 per le CPU di AMD. Se è presente, la CPU è a 64 bit dunque supporta il quarto Gb di Ram.
In questo caso si può procedere: in Start/Tutti i Programmi/Accessori fare clic con il tasto destro su Prompt dei comandi, dal menu contenstuale selezionare esegui come amministratore, e nella finestra dei companti passare alla cartella Windows\System32
Ora digitare
BCDedit /set PAE forceenable (e premere Invio)
In questo modo si attiva la PAE (Physical Address Extension) che rende disponibile il quarto GB di RAM. Se ci sono problemi dopo il riavvio, si può tornare alla situazione precedente con il comando
BCDedit /set PAE forcedisable (e premere Invio)
La DEP (Data Execution Prevention) serve ad evitare l'esecuzione di codice maligno ma evita anche l'esecuzione delle operazioni desiderate, che vengono disattivate automaticamente, tra cui la PAE. Per disattivare permanentemente la DEP, tramite il promp dei comandi eseguito in modalità Amministratore digitare
BCDEdit /set nx alwaysOff (premere invio)
e nella riga seguente digitare
BCDEdit /set PAE force enable (per riattivare l'estensione degli indirizzi).
Al riavvio del computer tutta la memoria presente dovrebbe essere disponibile per il sistema.

Errore 80070424
Quando cerco di scaricare gli aggiornamenti mi esce il messaggio che avvisa del verificarsi dell'errore 80070424. Come si può risolvere?
L'errore identificato con il codice 80070424 è riconosciuto come evento piuttosto frequente quando si tratta di aggiornare Windows utilizzando il servizio Windows Update, al punto che il servizio di supporto della stessa Microsoft ne fa espressa menzione. La spiegazione più immediata a questo inconveniente è la mancanza del Servizio di Trasferimento Intelligente in Background o il suo malfunzionamento. Per controllare il suo stato ed eventualmente riattivarlo, clicchiamo su Avvio, quindi apriamo la finestra Esegui e scriviamo services.msc
Apriamo così la finestra Servizi, dove possiamo controllare la presenza della voce Servizio Sistema Intelligente di Backup.
Una volta trovato, verifichiamo lo stato. se il servizio risulta bloccato, facciamo doppio clic e poi clicchiamo su Riavvia Servizio; se il problema persiste, possiamo scaricare l'aggiornamento relativo che si trova alla pagina
http://support.microsoft.com/kb/940520/it
Ripetiamo la procedura con Aggiornamenti Windows (Windows updates) e Workstation.
Un'altra soluzione percorsa con buoni risultati da più persone consiste in una nuova registrano della libreria wuaueng.dll: per farlo, può essere sufficiente aprire il menu Avvio, aprire la finestra Esegui e scrivere:
regsvr32 wuaueng.dll
Esiste un'altra possibile spiegazione: se l'orologio del sistema non è sincronizzato con quello di Windows, Windows Update non riesce ad aggiornare il sistema e causa la segnalazione di errore. Per scongiurare questa eventualità, possiamo consultare il supporto tecnico Microsoft per riconfigurare il servizio Ora di Windows, http://support.microsoft.com/kb/314053

Login Automatico
Se utilizziamo un PC “domestico” e installiamo un aggiornamento importante come ad esempio una nuova versione del Net Framework, può capitare che al successivo login Windows ci chieda la password di accesso e, se questa non esistesse, ci chieda più semplicemente di premere il pulsante login per accedere al nostro desktop.
Tale login è una scocciatura, ancor più se il nostro PC non è multiuser, ovverosia non lo utilizziamo in più persone e siamo gli unici a lavorarci.
Come rimuovere il login su Windows 7 e Windows Vista e fare in modo che il login in Windows 7 e Windows Vista sia automatico ? La soluzione è più semplice di quanto si pensi.
Da Windows Vista/Windows 7 dobbiamo premere Start, inserire nel box “Inizia Ricerca” la “frase” netplwiz e premere invio.
Ora siamo in Account Utente e possiamo disattivare la richiesta di login per l’accesso al PC.
Anche su Windows XP il procedimento è simile, dobbiamo andare in Pannello di Controllo – Account Utente e scegliere di non effettuare il login prima di accedere al Desktop.
Oppure utilizzare da Esegui: control userpasswords2 e si otterrà lo stesso risultato di Windows Vista.

Disattivare l'ibernazione
L'ibernazione di Windows Vista è una funzione che consente di mettere in stand-by il PC, salvando il suo stato in un file, in modo che, anche spegnendolo, sia successivamente possibile recuperare il tutto.
Però, questa funzione richiede il caricamento e l'esecuzione di una sfilza di comandi secondari che possono rallentare il sistema. Quindi, se non utilizzate spesso l'ibernazione, vi consigliamo di disattivarla per aumentare le prestazioni del vostro PC.
Per farlo, cliccate su "Start/Pannello di controllo", quindi su "Sistema e manutenzione".
Cliccate su "Opzioni risparmio energia" e, nella schermata successiva, su "Modifica impostazioni di sospensione del computer".
Ora, cliccate su "Cambia impostazioni avanzate risparmio energia" e scorrete la lista delle opzioni fino a trovare la voce "Sospensione": cliccate sull'icona a forma di croce e poi su quella relativa alla voce "Metti in stato di ibernazione dopo".
Selezionate "Impostazione(minuti)" e impostate il valore 0.
Infine, cliccate su "Applica" e poi su "Ok".

Disattivare Windows Defender
Nonostante Windows Vista sia considerato il più sicuro sistema operativo Microsoft, la presenza di un antivirus vi protegge anche dalle minacce di nuova generazione.
E se l'antivirus installato si occupa anche di malware, è il caso di disattivare Windows Defender, l'anti-malware di Vista che lavora in automatico, anche quando non ve ne accorgete, riducendo le prestazioni del sistema.
Alcuni antivirus disabilitano automaticamente questo programma, quindi, se seguendo la procedura che vi descriviamo, vi venisse detto che Windows Defender è già disattivato, fermatevi.
Andate in "Start/Pannello di controllo", quindi cliccate su "Protezione" e su "Windows Defender".
Nella schermata che compare, cliccate in alto su "Strumenti" e selezionate "Opzioni".
Scorrete la schermata fino in fondo e, nella sezione "Opzioni amministratore", deselezionate la casella "Usa Windows Defender".
Cliccate su "Salva", successivamente su "Continua" ed infine su "Chiudi".

Ricercare file e contenuti
Windows Vista fornisce tre diverse possibilità per effettuare delle ricerche.
Utilizzate il campo "Cerca" che appare in alto a destra nella finestra di "Esplora risorse" solo nel caso in cui dovete effettuare una ricerca nella cartella corrente. Infatti, attraverso l'impostazione predefinita, le sottocartelle vengono prese in considerazione solo in "Opzioni cartelle" e "Cerca".
Utilizzate il campo "Cerca" del menù "Start" per ricercare programmi e funzioni Windows. Essendo molto utile per questo compito, considera l'intero indice solo in seconda battuta.
La finestra di ricerca generale Win+F è il metodo migliore per chi deve cercarefile utente e contenuti in tutto l'indice. Questa ricerca riconosce gli operatori AND, OR, NOT. Inoltre è possibile impostare diverse proprietà, tra cui: name, content, extension, date e size. Inserendo come name: natura, per sempio, la ricerca di natura viene effettuata nei nomi dei file; inserendo, invece, content: natura, la ricerca viene effettuata solo nei contenuti. Le proprietà year, artist, genre, sono limitate ai file audio. Molto utile è, infine, la proprietà tag, che permette di cercare i marcatori: l'unico problema è che è limitata alle immagini e ai file Office predefiniti nella raccolta foto o in MS Office.

Velocizzare i dischi SATA
Windows Vista supporta i dischi fissi Serial ATA, tuttavia non lo fa in modo avanzato, dato che l'opzione per la scrittura avanzata della cache su disco non è abilitata.
Ebbene, potete farlo direttamente voi. Attenzione però, migliorano le prestazioni, ma aumenta il rischio di perdita dati.
Selezionate "Start", digitate devmgmt.msc e premete il tasto "Invio".
Si apre così, velocemente, la schermata "Gestione dispositivi".
Cliccate sull'icona a croce relativa a "Unità disco".
Quiondi, fate doppio clic sull'unità SATA desiderata e selezionate "Proprietà".
Cliccate sulla scheda "Criteri" e spuntate le caselle "Abilita cache in scrittura su disco" e "Abilita prestazioni avanzate".
Cliccate infine su "Ok".

Abilitare readyboost con tutte le chiavette usb
Readyboost è l'innovativa tecnologia impiegata in Windows Vista che permette di utilizzare una memoria flash USB come memoria aggiuntiva del sistema al fine di incrementarne le prestazioni. La chiavetta sarà utilizzata come memoria di swap in cui 'parcheggiare' i dati che Windows si trova più spesso a interpellare. ReadyBoost non viene sfruttato come estensione della memoria RAM, molto più veloce rispetto alla flash memory, bensì come dispositivo di supporto al disco rigido per memorizzare alcune tipologie di dati sfruttando il minor tempo di accesso agli stessi rispetto al disco rigido. Purtroppo ReadyBoost non è una funzione attivabile su tutti i supporti di memoria flash, è infatti Windows che, eseguendo un particolare test sulla chiavette USB, decide se questa è idonea per essere impiegata allo scopo. Tuttavia, sul forum Channel9, viene proposta una soluzione utile per bypassare il controllo di Windows e provare a utilizzare comunque la propria chiavetta USB con la tecnologia ReadyBoost. I passi da compiere sono i seguenti:
1) Collegare il dispositivo USB al personal computer
2) Dal pannello Computer di Windows Vista accedere alle proprietà del dispositivo (tasto destro del mouse, voce Proprietà) quindi selezionare la tab ReadyBoost
3) Checkare la voce 'Non ripetere test del dispositivo quando viene collegato'
4) Scollegare il dispositivo USB
5) Da Start, Inizio ricerca, digitare il comando regedit, seguito dal tasto Invio
6) Navigare il menu ad albero della finestra di sinistra seguendo il percorso: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\EMDgmt
7) Identificare dall'elenco il proprio disco esterno
8) Dalla finestra di destra cambiare il valore della chiave Device Status con il valore 2
9) Cambiare il valore delle chiavi ReadSpeedKBs e WriteSpeedKBs a 1000
10) Collegare il dispositivo USB al personal computer
11) Dalla finestra elencata nel passo 2 abilitare ReadyBoost

Disabilitare il Centro Sicurezza di Windows Vista
Procedimento per disabilitare del tutto il Centro Sicurezza di Window Vista
1) Da Esegui digitare "cmd" (senza virgolette)
2) nella nuova finestra scrivere "cd\" e poi "cd windows\system32"
3) lanciare i seguenti comandi :
takeown /f wscapi.dll
takeown /f wscsvc.dll
takeown /f wscui.cpl
e saremo diventati proprietari dei tre files
4) tramite explorer andare nella directory system32 e su ognuno di questi file cliccare tasto destro-->Proprietà-->Protezione-->Avanzate-->Autorizzazioni-->Modifica-->Aggiungi--> scrivere "Everyone" e concedere tutte le autorizzazioni --> cliccare ok su tutte le finestre rimanenti;
5) scrivere su Esegui "services.msc" e disabilitare il servizio "Centro Sicurezza PC" (tasto destro sul servizio-->"Proprietà"-->impostare "Tipo di avvio" su "Disabilitato"-->cliccare ok);
6) Rinominare i tre file di prima aggiungendo ad esempio l'estensione .bak ;
7) digitare da un command prompt
REG DELETE HKLM\SYSTEM\CURRENTCONTROLSET\SERVICES\WSCSVC /F
e premere invio;
8) riavviare.
Da questo momento in poi il centro sicurezza sarà disabilitato e non avrete più l'icona a forma di scudo nel systray e i suoi fastidiosi messaggi.
Tutto cià non influirà sul firewall e sul defender che continueranno a funzionare normalmente.

Aprire solo le foto selezionate
Avete una cartella piena di immagini ma ne volete vedere solo alcune con il visualizzatore di immagini di Windows Vista? Niente paura, utilizzate questo semplice trucco.
Per prima cosa posizionatevi nella cartella in cui sono salvate le vostre immagini.
Ora, selezionate quelle che volete visionare a tutto schermo tenendo premuto il tasto "CTRL". Quando avete finito, premete il tasto "Invio" e vi accorgerete che solo le immagini selezionate saranno visibili.

Assegnare una numerazione progressiva alle foto
Grazie ad una semplice modifica è possibile assegnare una numerazione progressiva a tutte le vostre foto, anche se sono archiviate in cartelle diverse presenti all'interno della directory principale "Immagini".
L'unico problema che potreste riscontrare è che quando, per esempio, iniziate a numerare le foto nella seconda cartella partendo da 21, Windows ricomincia automaticamente da 1.
Questo avviene perchè non avete comunicato a Windows che i primi 20 numeri sono già stati assegnati.
Per farlo, aprite la cartella "Immagini" e accedete alle foto che volete numerare. Se le immagini sono già numerate, memorizzate il numero dell'ultimo file come, per esempio, Vacanze (20).
In alternativa premete contemporaneamente i tasti Ctrl e 5 per selezionare tutte le foto e poi F2 per rinominarle. Vi basterà assegnare al primo file il nome Vacanze (1) confermando con "Invio" e vedrete che automaticamente verrà assegnato agli altri file un numero progressivo.
A questo punto aprite la seconda cartella in cui avete salvato le altre foto. Selezionatele come avete fatto in precedenza e premete F2 per rinominarle.
Questa volta però, al primo file assegnate il nome Vacanze (21+). In questo modo Windows capisce che non deve utilizzare i primi 20 numeri, iniziando così la numerazione proprio da 21.
Una volta salvate tutte le foto, selezionate di nuovo il primo file e togliete il segno +.
Procedete allo stesso modo per tutte le altre cartelle contenenti le vostre foto.

Aumentare le prestazioni di un disco fisso esterno
Se utilizzate un disco fisso esterno che resta sempre accesso e collegato al vostro computer, vi informiamo che in Windows Vista esiste un pratico trucchetto utile per migliorarne le prestazioni.
Per farlo dovete portarvi nel menù "Gestione dispositivi": andate in "Start" e, nella casella di ricerca, digitate devmgmt.msc e premete "Invio".
Cliccate su "Continua", poi sull'icona a croce di fianco a "Unità disco" e cliccate con il tasto destro del mouse sulla voce corrispondente al vostro disco fisso esterno (generalmente appare la scritta USB Device).
A questo punto selezionate "Proprietà" e portatevi all'interno della scheda "Criteri".
Infine, non vi resta che spuntare la casella "Ottimizza prestazioni" e confermare cliccando su "Ok".

Condividere il masterizzatore con tutti i PC della rete domestica
Dovete sapere che con Windows Vista è possibile condividere il masterizzatore con tutti i PC collegati alla rete domestica.
Per farlo, dalla finestra "Computer" cliccate col tasto destro del mouse sul masterizzatore e selezionate "Proprietà".
Portatevi nel tab "Condivisione" e cliccate su "Condivisione avanzata".
A questo punto, mettete il segno di spunta sulla voce "Condividi cartella" e cliccate su "Ok" per confermare.
In questo modo il masterizzatore potrà essere visualizzato da tutti i PC collegati alla rete domestica. Per poterlo utilizzare, vi basterà copiare i file che desiderate masterizzare nella directory condivisa e scriverli in un supporto vergine.

Condividere una cartella con tutti gli utenti della rete locale wireless
Ecco la procedura per condividere una determinata cartella in modo che tutti gli altri utenti della rete locale wireless possano accedervi senza problemi.
Innanzitutto, create una cartella in C:\ (oppure dove preferite) cliccando col tasto destro del mouse e scegliendo "Nuovo/Nuova cartella". Dopo averla creata assegnatele un nome a vostra scelta.
Ora, sempre col tasto destro del mouse, cliccate sulla cartella, andate in "Proprietà/Condivisione" e cliccate su "Condividi".
A questo punto dovete decidere con chi desiderate condividere la cartella che avete creato.
Se la vostra rete locale wireless è protetta con una chiave WPA, scegliete "Everyone" nel menù a tendina che appare nella schermata e cliccate sul pulsante "Aggiungi".
Dopo aver completato l'operazione, spostatevi in "Pannello di controllo/Centro connessioni di rete e condivisione".
Infine, controllate che la voce "Condivisione file" sia "Attivata". In caso contrario, cliccate su "Attiva condivisione" e poi su "Applica".

Disabilitare Aero per aumentare le prestazioni del PC
Aero, l'interfaccia 3D di Windows Vista, offre una grafica molto accattivante, ma richiede troppe risorse del computer. Se decidete di accontentarvi di un'interfaccia più sobria, disabilitando Aero potrete aumentare notevolmente le prestazioni del vostro PC.
Per farlo, cliccate col tasto destro del mouse su un punto qualunque del desktop, selezionate "Personalizza" e cliccate su "Colore e aspetto finestre".
Cliccate su "Apri proprietà aspetto classico" per ulteriori opzioni sui colori.
Nella finestra che si apre, in "Combinazione colori", cliccate su "Windows classico" o un'altra combinazione diversa da "Windows Aero". Confermate l'operazione cliccando su "Applica" e su "Ok".

Creare icone per lo spegnimento e per il riavvio del sistema
Anche con Windows Vista è possibile creare un collegamento veloce per spegnere e riavviare il sistema operativo, senza ricorrere al classico "itinerario". Per farlo, dovete creare due icone, una per spegnere il PC ed una per riavviarlo.
Icona per lo spegnimento
Cliccate con il tasto destro sul desktop e scegliete "Nuovo/Collegamento".
Si aprirà una finestra di dialogo in cui dovete digitare shutdown -s -t 00. Cliccate su "Avanti" e scegliete una descrizione per il vostro collegamento (vi apparirà in questo caso semplicemente shutdown).
Infine, premete "Fine" e comparirà così il nuovo collegamento su desktop.
Icona per il riavvio
Fate clic con il tasto destro sul desktop e scegliete nuovamente "Nuovo/Collegamento".
Nella finestra di dialogo che appare, questa volta dovete digitare shutdown -r -t 00. Cliccate su "Avanti" e scegliete una nuova descrizione per il vostro collegamento.
Infine fate clic su "Fine" per visualizzare il nuovo collegamento su desktop

Esportare i contenuti del calendario
Non tutti sanno che in Vista è possibile esportare i contenuti del calendario, in particolare tutte le attività che vi siete appuntati.
Per prima cosa selezionate una "Nuova attività" (se non c'è potete crearla con "File/Nuova attività" e scrivere in sintesi cosa dovete fare quel giorno) con il tasto destro del mouse e scegliere l'opzione "Invio per posta elettronica".
Verrà subito aperto un nuovo messaggio di posta elettronica con un allegato dall'estensione .ICS.
Una volta spedito questo allegato, la persona che lo riceverà, dovrà cliccare su di esso e l'attività che avete mandato sarà integrata nel suo calendario personale.
In questo modo potete scambiarvi informazioni per lavoro, senza ogni volta riassumere i contenuti per e-mail, ma inviando direttamente ciò che avete segnato sul vostro calendario.

Reperire le informazioni relative all'indirizzo IP
Il vostro IP (che sta per Internet Protocol) è l'indirizzo usato per identificare il PC ad una rete.
Per prima cosa digitiamo in "Start" il comando "cmd".
Nella finestra che si apre digitate "ipconfig" e premete "Invio".
In questo modo visualizzerete l'indirizzo IP che vi è stato assegnato.
Inoltre, se non volete seguire questi passaggi, esiste un altro metodo ancora più rapido per conoscere il proprio indirizzo IP: basta collegarsi al sito http://www.whatismyip.com e visualizzerete immediatamente il vostro indirizzo IP.

Riattivare la cartella Documenti
Avviando il computer, potrebbe capitarvi di trovare la cartella "Documenti" rinominata in "Documents" e priva di tutti i file salvati al suo interno.
In questi casi, è probabile che, a causa di un'alterazione del registro, abbiate perso l'accesso alla cartella "Documenti" che ha percorsi specifici per ogni account configurato su Windows Vista.
Con un ripristino configurazione di sistema dovreste riuscire a risolvere il problema. Se, però, non doveste riuscirci, allora provate a seguire questa procedura.
Accedete all'editor del registro digitanto regedit nel campo di ricerca e raggiungete la chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\ CurrentVersion\Explorer\DocFolderPaths.
Selezionatela con il tasto destro del mouse e, dal menù contestuale che appare, cliccate su "Nuovo/Valore stringa", a cui darete come nome quello del vostro account.
Cliccate due volte sul valore che avete creato e, nella finestra che appare, nel campo "Dati calore" digitate il percorso della vostra cartella "Documenti": ad esempio C:\Documents and Settings\nome utente\Documenti, dove al posto di nome utente inserirete il nome del vostro account.
Infine, chiudete l'editor del registro di configurazione e riavviate il sistema. Ora dovreste riuscire a visualizzare correttamente la cartella "Documenti".

Ripulire la cache dalle anteprime delle immagini
Prima di aprire un video o un'immagine, Windows Vista vi mostra un'anteprima. Tuttavia potrebbe capitare che, pur avendo un'immagine aggiornata, Vista vi faccia vedere sempre la stessa anteprima.
Per evitare questo inconveniente, vi consigliamo di fare un po' di pulizia utilizzando la "Pulizia disco", funzione che vi permette anche di recuperare spazio sul vostro hard disk.
Potete accedervi velocemente facendo clic su tasto "Start" e digitando la stringa "Cleanmgr.exe".
Una volta entrati nella finestra "Pulizia disco" scorrete il menù fino a trovare la voce "Anteprima". Mettete un segno di spunta vicino alla voce desiderata e cliccate su "Ok" per portare a termine l'eliminazione del file.
Come potete vedere nell'immagine di esempio, grazie alla pulizia potete guadagnare oltre 650MB sul vostro hard disk.

Se Windows Mail non è il programma predefinito
Potrebbe capitare che Windows Mail non risulti come programma predefinito. Accade infatti che, quando si clicca su un contatto qualsiasi oppure su una e-mail, parta un altro programma (come ad esempio Microsoft Office Outlook 2007).
Anche se si prova a disintallare Microsoft Office Outlook 2007, il problema potrebbe persistere.
La prima soluzione rapida è quella di andare in "Programmi predefiniti" nel menù "Start" di Windows Vista e selezionare "Imposta programmi predefiniti".
Successivamente, dall'elenco dei programmi che comparirà, bisognerà selezionare "Windows Mail" e scegliere "Imposta questo programma come predefinito".
Esiste anche un'altra soluzione: cliccate sul Menù "Start" con il tasto destro del mouse, scegliete "Proprietà" e, successivamente, "Personalizzazione menù Start".
Infine, in "Impostazioni predefinite", potrete scegliere i due programmi per leggere la posta elettronica e navigare su Internet.

Trasferire file tra due PC col Desktop Remoto
In Windows Vista, è possibile trasferire file da un PC all'altro anche attraverso l'utilizzo del Desktop Remoto di Windows.
Per farlo, cliccate sul pulsante "Start", scegliete "Tutti i programmi/Accessori" e quindi "Connessione desktop remoto".
Fate clic su "Opzioni", selezionate la scheda "Risorse locali" e premete sul pulsante "Altro".
Nella finestra che appare. in "Unità" mettete un segno di spunta sui dischi da cui volete copiare i file e confermate cliccando su "Ok".
In questo modo potrete connettervi al PC di casa e copiare un file per incollarlo in una cartella presente nel PC nel quale volete trasferirlo.

Trasformare una directory in una unità virtuale
Vi mostriamo come trasformare una directory in una comoda unità virtuale alla quale potete accedervi da Windows in modo facile e veloce.
Andate nel menù "Start", cliccate su "Esegui", digitate il comando cmd e premete "Ok" per aprire il prompt dei comandi.
Per creare una nuova associazione ad una cartella del disco rigido digitate subst X: [percorso cartella], dove la X rappresenta la lettera che volete associare all'unità e premete "Invio".
Potete verificare immediatamente la creazione della nuova unità aprendo "Esplora Risorse" di Windows. Se l'unità è presente tra quelle disponibili può essere usata in lettura e scrittura.
X: è associata ad una cartella di C: quindi ha gli stessi attributi in termini di spazio occupato e spazio libero, ma non è possibile deframmentarla o effettuare altre operazioni che solitamente si effettuano sul disco.
A questo punto, dovete creare un comando nel menù contestuale per copiare il file nell'unità virtuale. Andate nella cartella C:\Utenti\[Nome utente]\AppData\Roaming\Microsoft\Windows\SendTo, premete il tasto destro del mouse e selezionate "Collegamento".
Ora, andate su "Sfoglia", individuate l'unità virtuale e date l'"Ok", quindi scegliete "Avanzati". Nel box, digitate un nome per l'unità e premete "Fine". In questo modo, il nome dell'unità comparirà nel menù contestuale alla voce "Invia a".
Dovete ricordarvi che quando spegnete il PC, l'unità virtuale viene dismessa. Per montare rapidamente l'unità potete creare un file batch da eseguire con un semplice clic del mouse. Aprite "Blocco Note", digitate @echo off e, nella riga successiva, subst X: [percorso cartella].
Salvate il file in una cartella e chiamatelo startX.bat, create un collegamento ad esso e copiatelo sul desktop.

Windows Mail e le opzioni per la posta indesiderata
Windows Mail ha semplificato di molto la vita degli utenti che si vedono sommergere la propria casella di posta elettronica di posta indesiderata.
Infatti la posta indesiderata, in base a dei parametri predefiniti, può essere filtrata e cestinata senza problemi.
Esiste proprio una cartella chiamata "Posta indesiderata" dove ritroverete tutta la posta spazzatura.
Una delle opzioni più interessanti di questo servizio, è quella di aumentare o ridurre il livello di protezione per la posta indesiderata, a seconda della quantità di spam che si riceve (attenzione: queste opzioni non sono disponibili in Outlook Express).
Per accedere a queste opzioni dovete fare clic su "Strumenti" e poi su "Opzioni posta indesiderata".

Velocizzare il menu di Avvio anche in Vista
Windows Vista reclama grandi risorse hardware. Il suo rallentamento quindi potrebbe dipendere da vari fattori, tra cui l'aver utilizzato nella macchina, componenti obsoleti. Tuttavia con il Registro di Sistema possiamo velocizzare il menu di avvio.
Grazie ad una opportuna modifica al Registro di Sistema è possibile velocizzare lo spostamento nel menu di avvio di Windows Vista. Non dovete fare altro che aprire il Registro di Sistema ed aggiungere una stringa che solitamente non compare: stringa contraddistinta dal nome “MenuShowDelay”.
Accedete al Registro con le solite istruzioni (digitate Regedit e premete Invio nella finestra di testo del menu Esegui). Ora cercate questa chiave: HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
Se per caso la stringa non ci fosse, potete crearla menu Modifica>Nuovo. Dopo aver creato questa stringa cliccateci su due volte, quindi potete inserire un numero tra l'1 ed il 10: solitamente l'1 è il più veloce.
Ripetete questa operazione trovando anche questa chiave: HKEY_USERS\.DEFAULT\Control Panel\Desktop
Noterete un leggero miglioramento della velocità tra i collegamenti del menu di avvio. Chi dispone di un computer dell'ultima generazione se ne accorgerà di meno, mentre per gli altri potrebbe essere più evidente. Per creare una nuova stringa, niente di più semplice.
Cliccate sul menu Modifica e poi Nuovo: da qui potrete scegliere tra varie voci. L’unica voce che si è aggiunta (se raffrontiamo il Registro di Sistema di Vista con quello di WindowsXP è il valore QWORD (64 bit).

Utilizzare il Prompt di MS-DOS anche su Vista
Durante l'avvio del sistema, potrebbe capitarvi di visualizzare una schermata che indica la presenza del file CMD o CMD.exe. Anche se il nome può trarre in inganno, non si tratta di un virus o simili.
CMD.exe è l'esecutore del COMMAND.com, ovvero l'interfaccia della linea di comando utilizzata per i vecchi programmi DOS, che è ancora presente sia in Windows XP che in Windows Vista.
Se volete accedere a questo comando, potete:
inserire il comando CMD (anche scritto in minuscolo) nella finestra "Esegui" in XP, oppure nella "Casella di Ricerca" in Vista e premere "Invio". Una volta inserito il comando CMD, questo apparirà in alto, tra i risultati trovati (opzione valida solo per Vista).
Andare anche su "Sart/Tutti i Programmi/Accessori/Prompt dei comandi" e cercare il comando.
Il vecchio comando Prompt di MS-DOS si rivela ancora utile per alcune operazioni. Per esempio, potrebbe anche capitarvi che durante l'avvio di Windows XP, compaiano improvvisamente finestre di Prompt MS DOS con questa stringa: C:\win\syst32\cmd.exe.
In questo caso, è probabile che CMD.exe venga richiamato da qualche altra utility o programma all'avvio di Windows. Avete solo un modo per risolvere: verificare quali software vengono avviati con Windows XP e Vista. Da qui scoprirete quali sono i programmi che partono all'avvio di Windows.

Una ricerca speciale
Quando volete spedire un allegato, in un nuovo messaggio di posta elettronica, ma non vi ricordate più dove è situato, niente paura, Windows Vista vi da' una mano!
Fate clic su "Nuovo Messaggio", poi fate clic ancora su "Allegato".
Vedrete che anche qui apparirà la funzione "Cerca" (indicata nella figura).
Pertanto vi basterà inserire una parola contenuti nel file (per esempio se volete allegare la tesi sui pianeti, scriverete il nome di un pianeta) e subito uscirà fuori un elenco di file che contengono quella parola.
In questo modo eviterete di girovagare tra le cartelle.

Se Windows Update non funziona più
Se Windows Update non funziona più, potete provare a bloccarlo e a cancellare le vecchie patch già scaricate.
Aprite il menù "Start" e, nella casella di ricerca, digitate "Servizi". Confermate premendo "Invio".
Nella pagina dei servizi attivi nel sistema operativo, cercate la voce relativa a "Windows Update" e cliccateci sopra col tasto destro del mouse. Dal menù che appare cliccate su "Arresta".
Ora, create una nuova cartella in C:\WINDOWS chiamandola "VecchiAggiornamenti". Al suo interno spostate tutti i presenti in C:\WINDOWS\SoftwareDistribution.
Fatto questo, riavviate Windows Update dal menù "Start/Tutti i programmi", controllate la presenza di eventuali aggiornamenti ed installateli.
Se questa procedura non dovesse funzionare, provate a riportare il sistema ad una data antecedente al problema, accedendo al "Ripristino configurazione di sistema".

Se Vista si blocca dopo lo standby...
E’ stato notato che una sospensione del Sistema operativo possa creare dei problemi quando si cerca di riaccedere alle normali funzioni.
Possiamo risolvere questo problema modificando temporaneamente la combinazione predefinita per il risparmio di energia.
Tuttavia è nel Registro di Sistema che bisogna apportare delle modifiche. Trovate la seguente chiave:
HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
Alla vostra destra cercate i seguenti valori (che fanno riferimento allo screensaver): ScreenSaveActive e ScreenSaveIsSecure, e portateli a 0. Uscite dall’editor del Registro di Sistema per rendere effettive le modifiche. Questa soluzione è valida per le varie versioni di Windows Vista.

Se Internet Explorer consuma troppe risorse di sistema?
Durante l'utilizzo del computer, Internet Explorer può arrivare a consumare fino al 60% delle risorse del sistema. Questo vale, in particolare, in Windows Vista.
Esiste un metodo per risparmiare tutte queste risorse, anche se richiede un compromessso: disattivare Explorer.
In conseguenza di questa azione, il sistema può diventare un po' instabile e, soprattutto, il desktop di Windows scompare.
Ma l'aumento delle prestazioni, in particolare quelle che richiedono molta RAM come i videogiochi, è evidente.
Per prima cosa, dovete avviare il programma al quale desiderate "mettere il turbo", quindi, durante la sua esecuzione, premete la combinazione di tasti Ctrl+Alt+Canc.
Cliccate quindi su "Avvia gestione attività" e, una volta aperto il pannello, cercate nell'elenco il file explorer.exe.
Cliccateci sopra col tasto destro del mouse e selezionate "Termina processo", confermando l'operazione.
La memoria del computer viene liberata da Explorer e a voi non resta che tornare all'applicazione tenendo premuto il tasto Alt e premendo contemporaneamente Tab fino a raggiungere la rispettiva schermata.
Rilasciate entrambi i tasti e godetevi l'ebrezza della velocità guadagnata...

Se il Ripristino di configurazione di sistema non funziona più
Mentre state eseguendo tranquillamente un Ripristino di configurazione di sistema sul vostro PC, potrebbe capitarvi di ritrovarvi senza corrente, con conseguente spegnimento del PC.
Riaccendendo il PC e tendando di recuperare la precedente configurazione però, l'operazione potrebbe non andare a buon fine.
In questi casi, è possibile che si sia danneggiato il file di sistema necessario per il corretto funzionamento del ripristino di configurazione.
Se avete un PC con Windows XP, andate in "Start" e, in "Esegui", digitate il comando Inf. Premete "Invio" e dopo qualche secondo visualizzerete il file sr.inf. Selezionatelo col tasto destro del mouse e cliccate su "Installa".
Se, invece, avete un PC con Windows Vista, andate in "Start" e, nella barra di ricerca, digitate il comando sfc /scannow, confermando con "Invio".
In alternativa, potete riavviare il PC dal CD di installazione di Vista, scegliendo di riparare il PC tra le opzioni proposte e selezionando la voce "Ripristino configurazione di sistema".

Se il pulsante standby è disattivato...
Può capitare, al momento di spegnere il PC, di non riuscire ad impostarlo in modalità di risparmio energetico in quanto il pulsante di Standby risulta disattivato.
A volte il problema può essere causato da un errato funzionamento dei software Alcohol e Daemon Tools (ovviamente se installati nel PC) che servono per creare unità ottiche virtuali.
Per risolvere il problema disinstallate questi programmi da "Pannello di controllo/Installazione applicazioni".
Se ciò non dovesse essere sufficiente, dovrete eliminare manualmente ogni riferimento anche dal registro di configurazione dell'hard disk, da "Gestione Periferiche" e dalla cartella C:\WINDOWS\System32 in cui vengono archiviati i loro driver.

Ripristinare la Sidebar di Windows Vista
Potrebbe capitarvi di non riuscire più a visualizzare la Sidebar di Windows Vista. Per ripristinarla, scrivete cmd nella barra di ricerca del menù "Start" e selezionate il link cmd.exe con il tasto destro del mouse.
Dal menù contestuale che appare, cliccate sulla voce "Esegui come amministratore", in modo da caricare il Prompt dei comandi con i vantaggi di amministratore.
Inserite il DVD originale di Vista, date il comando sfc/scannow e premete "Invio".
Se questa procedura non dovesse funzionare, sempre dal Prompt dei comandi digitate il comando Regsvr32-u"%Programmi%\WindowsSidebar\sbdrop.dll" e premete "Invio" per eseguirlo.
Ora, in sequenza, digitate i comandi Regsvr32-u"%Programmi%\WindowsSidebar\wlsrvc.dll", Regsvr32"%Programmi%\WindowsSidebar\sbdrop.dll", Regsvr32"%Programmi%WindowsSidebar\wlsrvc.dll", Regsvr32"%Programmi%\WindowsSidebar\sbdrop.dll" e Regsvr32"%Programmi%\WindowsSidebar\wlsrvc.dll", confermandone ogni volta l'esecuzione premendo "Invio".
Alla fine, riavviate il PC: in questo modo la Sidebar dovrebbe tornare a funzionare correttamente.

Ripristinare il comando Esegui in Vista e in Windows 7
In tutti i sistemi operativi precedenti a Windows Vista, il comando "Esegui" era visibile nel menù "Start".
In Windows Vista e Windows 7, invece, la sua visualizzazione è disabilitata di default. Tuttavia, il servizio è ancora funzionante premendo contemporaneamente sulla tastiera WIN+R.
Se desiderate avere tale voce nuovamente nel menu "Start", per prima cosa, cliccate col tasto destro del mouse in un punto vuoto della Barra delle Applicazioni in basso e scegliete la voce "Proprietà".
Quindi portatevi nella scheda "Menù Start" e scegliete il pulsante "Personalizza". Scorrete la lista fino a individuare la voce "Comando Esegui" e spuntatela.
Confermate l'operazione premendo "Ok" nella finestra visualizzata.

Proteggersi da virus e worm con Microsoft Security Essentials
Un antivirus aggiornato consente di rimuovere e prevenire quasi tutte le infezioni virali. Oggi vi mostriamo come proteggere il vostro computer con Microsoft Security Essentials (http://www.microsoft.com/Security_Essentials/). 
Prima di tutto installate il programma prelevabile dal sito della Microsoft ed avviatelo. Prima di avviare la scansione, andate in "Aggiornamento" e cliccate su "Aggiorna", in modo da scaricare gli update disponibili.
Spostatevi nel tab "Impostazioni" e, nel riquadro di sinistra, selezionate la voce "Azioni predefinite". Impostate tutto su "Quarantena".
Sempre in "Impostazioni", selezionate "Microsoft SpyNet" e spuntate la voce "Livello avanzato": così, ogni volta che MSE rileva e rimuove una minaccia, invierà un report a Microsoft con informazioni utili per il rilascio di nuove firme virus. Fatto ciò, premete "Salva modifiche".
A questo punto aprite la scheda "Home" e, nella sezione "Opzioni di analisi", attivate la casella di controllo "Completa" e premete "Esegui analisi".
Quando individua una minaccia, MSE mostra un riquadro da cui è possibile scegliere l'azione da compiere. Cliccate su "Mostra dettagli", selezionate la minaccia e premete di nuovo "Mostra dettagli" per leggere le informazioni.
Con "Applica azioni" i virus verranno messi in quarantena e, se siete sicuri che siano reali minacce, cliccate su "Pulisci computer".

Problemi con l'hard disk esterno
Potrebbe capitarvi di non riuscire più ad accedere ai contenuti archiviati nel vostro hard disk esterno.
Il sistema operativo potrebbe rilevare correttamente la periferica ma, tentando di salvare un file, potrebbe apparirvi il seguente messaggio: "Windows - Scrittura rimandata non riuscita".
In questo caso, cliccate col tasto destro del mouse sull'icona dell'hard disk esterno da "Risorse del computer" e scegliete la voce "Proprietà" dal menù contestuale.
Aprite la scheda "Hardware", cliccate su "Proprietà" e aprite il tab "Criteri", togliendo la spunta all'opzione "Abilita cache di scrittura su disco".
Se il problema dovesse persistere, provate a collegarlo ad altre porte USB libere, prestando molta attenzione che non siano collegate allo stesso controller.

Problemi con le luci della tastiera
Tra i vari problemi di Windows Vista, potrebbe capitarvi che, dopo aver riavviato il computer, le luci della tastiera USB riferite a BLOC NUM, al tasto BLOC MAIUSC e al tasto BLOC SCORR restino spente.
Questo problema si può risolvere solo mettendo mano al Registro di Configurazione, facendo bene attenzione ad un particolare: dopo aver aggiunto questa voce di Registro, il computer può richiedere più tempo ad avviarsi dopo la sospensione.
Ma intanto procedete con il Registro.
Per prima cosa trovate questa sottochiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\HidUsb
Ora, dal menu "Modifica", cliccate su "Nuovo" e quindi scegliete "Valore DWORD". Date come nome "FastResumeDisable" e premete "Invio" per confermare la scelta.
Con un doppio clic su "FastResumeDisable" digitate 1 nella casella "Dati valore".
Fatto questo, uscite dal Registro di Sistema e riavviate Windows.

Problemi con l'AutoPlay di Windows Vista
Inserendo la scheda di memoria SD di una fotocamera nel lettore di un notebook con Windows Vista, nel menù dell'AutoPlay potreste visualizzare solo la voce "Apri cartella" e non più la voce "Importa immagini con Windows".
In questo caso, non dovete preoccuparvi: si tratta solo di una comodità in meno perchè potete importare ugualmente le immagini con qualche clic in più.
Quando collegate un'unità di archiviazione di massa, Windows avvia il caricamento automatico del suo contenuto e le opzioni disponibili sono quelle delle attività associate al media inserito.
Nel caso che vi abbiamo proposto, Windows non riconosce più la memory card SD come un'unità contenente immagini.. Infatti, un menù AutoPlay con la sola voce "Apri cartella" è l'opzione associata all'evento Media sconosciuto; quindi potrebbe trattarsi di un problema con quella scheda SD specifica.
Se, invece, il problema si presenta con qualsiasi scheda SD, la causa potrebbe derivare da qualche programma per la gestione delle immagini. In questo caso, provate a disinstallarlo e reinstallarlo.
Se anche questo non bastasse, provate ad eseguire un ripristino di configurazione di sistema selezionando una data antecedente al problema.
Però, le opzioni di configurazione AutoPlay consentono solo di dire quale azione di default deve avviarsi per ciscun media.
Quindi, è necessario accedere al registro di configurazione: dal menù "Avvio", in "Inizia la ricerca", digitate regedit.
Individuate la chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\ CurrentVersion\Explorer\AutoplayHandlers\EventiHandlers\
selezionate la voce "UnknownContentOnArrival" con il tatso destro del mouse e, dal menù contestuale, scegliete "Nuovo/Valore Stringa".
A questo punto, cliccate due volte sul valore appena creato e rinominatelo in MSPhotoAcquireDropHandler.
In questo modo, quest'azione comparirà ogni volta che collegherete un media sconosciuto al computer.

Modifichiamo il menu contestuale anche in Vista
Il menu contestuale è quel menu che appare quando clicchiamo con il tasto destro sul mouse su qualsiasi file. Ci appaiono tutta una serie di voci (che corrispondono a dei comandi). Anche con Windows Vista è possibile aggiungere i comandi “copy to” e “move to” in questo menu contestuale: per fare questo ricorriamo come al solito al Registro di Sistema.
Per prima cosa cerchiamo questa chiave: HKEY_CLASSES_ROOT\AllFilesystemObjects\shellex\ContextMenuHandlers
Ora, creiamo una prima sottochiave chiamata “Copy To”. Fatto questo, al suo interno modifichiamo la stringa “Predefinito” inserendo questo valore: {C2FBB630-2971-11D1-A18C-00C04FD75D13} (ricordate di includere anche le parentesi graffe)
Dopo, creiamo ancora un’altra sottochiave, denominandola “Move To”. Anche qui dovremo effettuare la solita modifica alla stringa "Predefinito" inserendo questo valore: {C2FBB631-2971-11D1-A18C-00C04FD75D13} (parentesi graffe incluse)
Ora, selezionando un file e premendo il tasto destro del mouse, potremo copiare o spostare il file in questione, in una cartella a nostra scelta. Alla fine compariranno due nuove voci: Copia nella cartella e Sposta nella cartella, che prima non c’erano…

Lo Strumento di cattura in Vista
In Windows Vista è presente uno strumento molto interessante per creare screenshot (senza passare per Stamp e poi incollare l'immagine in un editor tipo Paint...).
Si chiama "Strumento di cattura" e si avvia tramite "Start/Tutti i programmi/Accessori/Strumento di cattura".
Una volta aperto, è molto semplice da utilizzare: basterà selezionare l'area che desiderate "catturare", che sarà delimitata da una cornice rossa.
A questo punto potrete salvare ciò che avete "catturato" in diversi formati compressi tipo GIF;JPG;PNG.

Il Controllo Genitori in Windows Vista
Il Controllo Genitori è una delle tante funzioni relative alla sicurezza presente in Vista. Grazie a questo è possibile, da parte dei genitori, monitorare esattamente quello che i bambini possono fare sul PC.
Ma il software ha un'efficacia preventiva: infatti i genitori possono, in anticipo, stabilire quali sono i giochi da far usare ai propri figli, quali siti web possono essere visitati e persino limitare l'uso del PC per alcune ore al giorno.
Windows Vista metterà in atto le restrizioni anche quando non sono in casa.
Per accedere al Controllo Genitori, basterà andare su "Pannello di Controllo" e scegliere appunto "Controllo Genitori" (oppure andate su "Start" e digitate "Controllo Genitori").
In una sola schermata è possibile configurare i controlli per il computer e le applicazioni. Da qui potete anche impostare i limiti opportuni per i giochi dei bambini, la navigazione su Internet e l'uso complessivo del PC.
Il Controllo Genitori produce anche un report, che può essere letto e può servire anche ad affinare i controlli a determinate esigenze. Per i bambini, l'icona Controllo genitori sarà sempre visibile sulla barra del sistema, per informarli che la funzione è attiva.

Far memorizzare alcune impostazioni a Vista
Quante volte abbiamo richiuso una cartella e al successivo riavvio questa non si apriva completamente, ma era ferma solo in un piccolo riquadro (vedi esempio qui)?
C'è una soluzione molto semplice...
Allargate la finestra tenendo premuto il tasto SHIFT della tastiera. Allargatela occupando tutto lo spazio del desktop. Rilasciate il tasto SHIFT e chiudete la cartella facendo clic su pulsante Chiudi in alto a destra.
Vedrete che la prossima volta, all'apertura della cartella si aprirà completamente occupando tutto il desktop. Questo significa che Windows Vista ha memorizzato l'impostazione.

Facciamo pulizia in Esegui con Regedit
Per eseguire un'applicazione è possibile usare il comando "Esegui..." presente nel menù che compare dopo aver premuto il pulsante "Start".
Tutte le istruzioni che vengono digitate nella finestra "Esegui..." vengono automaticamente memorizzate da Windows.
Per cancellare le istruzioni precedentemente salvate è sufficiente aprire il Registro Editor e portarsi su:
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\ CurrentVersion\Explorer\RunMRU
Per cancellare una o più delle voci salvate basta semplicemente eliminare le chiavi corrispondenti.
Fate attenzione a non eliminare la chiave "Predefinito" e la chiave "RunMRU".
Per cancellare tutte le voci potete eliminare l'intera chiave "RunMRU" che verrà automaticamente ricreata successivamente da parte di Windows.

Disattivare l’indice di ricerca di Vista
Windows Vista integra una tecnologia di ricerca basata su un indice che viene continuamente aggiornato: se non vi interessa carcare velocemente file nel disco fisso, potete disattivarlo per ottenere prestazioni da primato.
Claccate su "Start/Computer", quindi cliccate col tasto destro del mouse sull'unità in cui è installato Windows Vista (di solito Disco locale C:) e poi selezionate "Proprietà".
Nella scheda "Generale" deselezionate la casella "Indicizza unità" per una ricerca rapida dei file.
Cliccate, ora, su "Applica", poi su "Ok", quindi su "Continua".
Infine, premete ancora "Continua" e date l'"Ok".

Disattivare i programmi che vengono eseguiti all'avvio di Vista
In Windows Vista è possibile disattivare alcuni programmi che vengono eseguiti automaticamente all'avvio del sistema, senza mettere mano al Registro di Sistema. Infatti l'avvio simultaneo di un numero eccessivo di programmi può rallentare il PC.
Per prima cosa aprite Windows Defender cliccando su "Start/Tutti i programmi/Windows Defender".
Adesso fate clic sul pulsante "Strumenti" e poi su "Gestione software". Nella casella "Categoria" cliccate su "Programmi ad esecuzione automatica".
A questo punto, selezionate il programma a cui desiderate impedire l'esecuzione automatica, quindi, premete "Disabilita". Apparirà una finestra che vi chiederà di confermare l'operazione. Confermate con "Si".
In questo modo impedirete l'esecuzione automatica del programma.
Se volete bloccare altri programmi, non dovete fare altro che ripetere le operazioni descritte nel trucco.

Disabilitare il servizio di segnalazione errori di Vista
Anche in Windows Vista, come nel precedente Windows XP, vi sono molte funzioni che vengono avviate automaticamente, ma delle quali se ne può fare anche a meno, volendo.
Il vantaggio di disabilitare queste funzioni, è quello di avere un sistema operativo più snello e veloce e risparmiare risorse utili.
Per accedere a questi servizi, basterà andare su "Start" e nella finestra di ricerca, digitare services.msc.
Scorrete in basso le varie voci, sino a trovare "Servizio segnalazioni errori di Windows". Questa è una voce che potete disabilitare tranquillamente, se non vi interessa segnalare gli errori che si verificano sul vostro PC alla Microsoft.
Per disabilitare questo servizio, basta fare clic con il tasto destro del mouse sulla voce e scegliere "Arresta".

Come velocizzare lo spegnimento di Vista
Per velocizzare lo spegnimento di Windows è possibile modificare alcune chiavi di Registro che stabiliscono quanto il sistema deve aspettare prima di terminare le applicazioni e i servizi che non rispondono.
Per modificare queste chiavi di registro cliccate su "Start", selezionate "Esegui", digitate Regedit e cliccate "Ok".
A questo punto accedete alla chiave HKEY_CURRENT_USERControl PanelDesktop, fate doppio click su AutoEndTasks nell'area di destra e impostate 1 come valore.
Poi accedete alla chiave HKEY_CURRENT_USERControl PanelDesktop, fate doppio click su WaitToKillAppTimeout nell'area di destra e impostate 1000 come valore.
Ora, accedete alla chiave HKEY_CURRENT_USERControl PanelDesktop, fate doppio click su HungAppTimeout e impostate 1000 come valore.
Infine, accedete alla chiave HKEY_LOCAL_MACHINESYSTEMCurrentControlSetControl, fate doppio click su WaitToKillServiceTimeout e impostate 1000 come valore.
Se le impostazioni dovessero rendere il sistema instabile ripristinate la situazione precedente.

Blocchiamo il PC... con una pendrive!
USB PC Lock Pro
Questo programma freeware ci permette di usare qualsiasi chiavetta USB come strumento di accesso al PC.
Una volta installato (occorre veramente pochissimo), il software si posiziona con un'icona in basso a destra ed ci da' la possibilità impedire l'accesso non autorizzato al Pc.
In particolare, ogni qualvolta l'utente disinserisce la periferica USB, il pc si blocca.
Tra le principali funzioni abbiamo:
- blocco automatico del sistema operativo;
- blocco dell'accesso a MSN Messenger;
- la disabilitazione audio;
- Start/Stop al log eventi;
- Start/Stop esecuzioni batch.
Il programma “pesa” solo 450KB e lo potete scaricare da qui (http://www.speedapps.com/Builds/USBPCLockSetup.exe).
E' valido per tutti i sistemi operativi Microsoft, compreso Vista.

Come ripristinare il cestino scomparso.
Nella rara ipotesi che il cestino scompaia improvvisamente dal vostro desktop, un sistema per recuperarlo c'è ed è quello di ricorrere al Registro di Sistema.
Per prima cosa andate su "Start" e selezionate "Esegui". Digitate regedit e scegliete "Ok".
Individuate la chiave del registo di sistema HKEY_LOCAL_MACHINE, quindi seguite il seguente percorso: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\Curr entVersion\Explorer\Desktop\NameSpace.
Ora, una volta identificata la chiave, fate clic col tasto destro del mouse e scegliete "Nuovo/Chiave".
Digitate la nuova chiave, ovvero: {645FF040-5081-101B-9F08-00AA002F954E}, e premete "Invio" per confermare.
Cliccate sulla nuova chiave e successivamente fate doppio clic sul riquadro "Predefinito" che comparirà alla vostra destra.
Ora, nella finestra "Modifica stringa", scrivete Cestino nella casella "Valore Dati" e confermate con "Ok".
Infine, uscite dall'Editor del Registro di sistema e vi accorgerete che l'icona del Cestino sarà riapparsa sul Desktop.

Come eliminare le code di stampa
Nei sistemi Windows, lo Spooler di stampa carica automaticamente i documenti da stampare in un buffer (generalmente un'area del disco), da dove vengono inviati alla stampante ed eliminati via via che questa riesce a gestirli, di solito con tempi relativamente lunghi.
Nel caso in cui le stampe si accumulassero formando delle vere e proprie "code di stampa", esiste un metodo per eliminarle, ripulendo così lo Spooler.
In Windows Vista, cliccate sul pulsante "Start" e nella casella "Cerca" digitate Servizi. Premete "Invio".
Nella pagina che si apre, nel riquadro di destra, cercate la voce "Spooler di stampa", cliccate su di essa con il tasto destro del mouse e, nel menù che appare, cliccate su "Arresta".
A questo punto, individuate la cartella C:\Windows\System32\spool\PRINTERS e cancellate tutti i suoi contenuti.
Fatto questo, aggiornate la coda di stampa e riattivate il servizio.

Bloccare il riavvio automatico dopo gli aggiornamenti di Windows
Solitamente Windows Update avvia automaticamente il riavvio del sistema operativo se avete lasciato abilitata l'opzione di riavviare il PC dopo gli aggiornamenti, o anche quando uno di questi aggiornamenti lo richiede espressamente.
Tuttavia grazie ad una modifica nel Registro di Sistema, è possibile evitare questa operazione.
Aprite il Registro e cercate questa chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\ Microsoft\Windows\WindowsUpdate\AU
All'interno di essa create un nuovo valore DWORD (o se c'è, modificatelo) e dategli come note "NoAutoRebootWithLoggedOnUsers" (senza le virgolette).
Uscite dal Registro di Sistema e riavviate il PC per rendere effettive le modifiche.
Questo trucco è valido sia per Windows XP che per Windows Vista.

Se la luce LED USB non funziona più
Tra i vari problemi di Windows Vista, potrebbe capitare che dopo aver riavviato il computer le luci della tastiera riferite a BLOC NUM, al tasto BLOC MAIUSC e al tasto BLOC SCORR sulla tastiera USB restino spente. Questo problema si può risolvere solo mettendo mano al Registro di Configurazione, facendo bene attenzione ad un particolare: dopo aver aggiunto questa voce di Registro, il computer potrebbe richiedere più tempo ad avviarsi dopo la sospensione (standby).
Ma intanto procediamo con il Registro. Troviamo questa sottochiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\HidUsb
Ora dal menu Modifica, scegliamo Nuovo e quindi scegliamo Valore DWORD. Diamo come nome FastResumeDisable e premiamo Invio per confermare la scelta. Con un doppio clic su FastResumeDisable digitiamo 1 nella casella Dati valore. Fatto questo usciamo dal Registro di Sistema e riavviamo Windows Vista.

Inserire una scritta accanto all'orologio
Non tutti sanno che è possibile aggiungere una scritta accanto all'orologio di Vista...
L'ora che vediamo segnata alla nostra destra, in Windows Vista, può essere "accompagnata" da un testo, come per esempio il nostro nome e cognome. Eccovi la procedura...
Fate clic su Start, selezionate Pannello di controllo, ancora Opzioni internazionali e della lingua e fate clic sul pulsante Personalizza questo formato.
A questo punto nella scheda Ora, fate clic in Formato ora e inserite il vostro testo, prima di H.mm.ss, tra due virgolette di apostrofo. Per esempio qui ho usato il mio nome e cognome:
Luigi Manzo' H.mm.ss

Personalizziamo il titolo di Windows Mail
Così come in Internet Explorer 7, anche in Windows Mail è possibile personalizzare il titolo che appare nella barra in alto. In questo caso dovremo ricorrere ad una stringa che non è presente nel Registro…
Per prima cosa cercate questa chiave:
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows Mail
Ora andate su Modifica > Nuovo e scegliete Valore Stringa.
Per prima cosa rinominate il Valore Stringa dandogli come titolo "WindowsTitle" (senza le virgolette). Fatto questo, con un doppio clic assegnategli il titolo che volete dare a Windows Mail (qui ho inserito "Offerto da Luigi Manzo")
Appena terminata l'operazione, chiudete l'Editor del Registro di Configurazione aprite Windows Mail. La modifica sarà immediata, pertanto non ci sarà bisogno di riavviare il computer. Per cancellare questa modifica, dovrete eliminare direttamente il valore stringa creato.

Come raggruppare le finestre in ordine di apertura
Potrebbe succedere che quando avviamo un nuovo programma, questa si visualizzi dietro altre finestre aperte. Per esempio, se usiamo Microsoft Word per aprire un file allegato di Word in Microsoft Outlook, la nuova finestra si può visualizzare dietro tutte le altre finestre aperte, di Outlook, eccetera.
Solo sulla barra noterete un lampeggio che segnala l’elemento nuovo. Il problema è noto agli utilizzatori di Windows 2000, Windows XP, Windows Server 2003 e anche Windows Vista Home Basic.
Se vogliamo risolvere il problema, mettiamo mano al Registro di Configurazione modificando il valore ForegroundLockTimeout.
Per prima cosa troviamo nel Registro la seguente sottochiave:
HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
Adesso, nel riquadro destro, individuiamo ForegroundLockTimeout e clicchiamo due volte su questo valore per modificarlo. Scegliamo Decimale e digitiamo 0 nella casella Dati valore. Confermiamo cliccando OK. Da notare che il valore predefinito della voce ForegroundLockTimeout corrisponde a 200000.
Dopo aver chiuso l’editor del Registro di Configurazione, riavviamo il computer per rendere effettive le impostazioni.

Eliminare l'evidenziazione dei programmi appena installati
Come possiamo notare dopo aver installato un programma questo verrà evidenziato nell'elenco dei programmi raggiungibile da 'Start', 'Tutti i programmi'.
Per iniziare clicchiamo con il tasto destro del mouse sul pulsante 'Start' e dal menù di scelta rapida che compare selezioniamo la voce 'Proprietà'.
Dalla finestra che si apre clicchiamo sull'etichetta 'Menu di avvio' e al suo interno clicchiamo sul pulsante 'Personalizza...'.
Dalla nuova finestra che si è aperta, nell'area riservata alla voce 'Impostazioni menù di avvio', dobbiamo disattivare la casella di controllo relativa alla voce 'Evidenzia i programmi installati di recente'. Per disattivare la casella di controllo basta cliccare su di essa una sola volta con il tasto sinistro del mouse in modo da far scomparire dal suo interno un simbolo assomigliante ad una piccola 'v'
Dopo aver premuto il pulsante 'OK' per tutte le finestre aperte possiamo notare che il programma installato di recente non è più evidenziato.
In windows Vista é: tasto destro sulla barra dei menu, proprietà, Menu Start, Personalizza, scorrere fino a "evidenzia i programmi installati di recente" e togliere il segno di spunta.

Attivare Aero Glass anche con Schede Video che non lo Supportano
Per chi non lo sapesse l'effetto Aero è la nuova skin grafica di Vista che introduce trasparenze e numerosi abbellimenti grafici al S.O.
Purtroppo tale impostazione può essere attivata solo se Vista riconosce che nella vostra macchina è installata una scheda grafica che supporta almeno le diretcx 9 e compatibile con gli standard WDDM
Ecco un escamotage per attivare l'effetto aero anche sulle macchine che in teoria non potrebbero
Si è scoperto che per attivare questo effetto basta lanicare c:\Windows\System32\UXSS.exe o attivare e lanciare l' User Experience Session Management Service
Ecco come fare
1.Aprire l'editor di registro (regedit)
2.Navigate tra le chaivi denominate HKEY_local_machine, Software, and Microsoft
3.Create una nuova chiave chiamandola DWM
4.Nella nuova chiave DWM precedentemente creata da voi,create DWORD chiamandola EnableMachineCheck
5.Assicuratevi che il valore sia impostatao su 0 e che il controllo hardware sia ora disabilitato
ATTENZIONE!!Attivando questa funzione su una scheda video che non supporta questa funzione in automatico potreste notare dei peggiornaemti in termini di prestazioni. Nel caso in cui il sistema risultasse troppo lento eliminate la chiave aggiunta e riavviate

Disabilitare gli avvisi di Windows Vista
Con il programma Tweak-uac possiamo disattivare la notifica della protezione o riabilitarla in qualsiasi momento senza dover riavviare il computer. Il programma è downloadabile dal seguente sito: http://www.tweak-uac.com/home/

NetSetMan
Chi si muove con il proprio notebook da un ufficio all'altro sa quanto è difficile collegarsi di volta in volta alle varie reti, modificando i parametri di connessione ecc. Ebbene, questo software è in grado di ricordare ben 6 differenti set di connessione a internet, che è possibile attivare di volta in volta a seconda di dove ci si trovi. Certamente un numero sufficiente anche se si è soliti frequentare molti posti diversi.
E' possibile avviare il programma con Windows minimizzandolo sulla barra di sistema
http://www.netsetman.com

Ripristinare il sistema
Avviare il sistema con una chiavetta usb invece che con un floppy
Quando il sistema non si avvia correttamente la soluzione classica è avviarlo con un floppy disk, ma molti computer attuali sono primi del drive floppy e anche i supporti stessi sono sempre più rari da trovare nei negozi.
Si può effettuare l'avvio del sistema da una chiavetta USB. Come primo step si deve andare nel BIOS del computer e attivare il boot da dispositivo usb: solitamente l'opzione si trova nelle Advanced Bios Features sotto forma di lista di dispositivi, in cui basta posizionare la voce USB o USB-HDD prima del disco fisso primario nella lista che rappresenta la sequenza di dispositivi con cui il pc trova a eseguire l'avvio (USB, lettore cd, floppy, hard disk).
In alcuni BIOS è invece necessario impostare Hard Disk come primo dispositivo di boot, e in un altro menu si deve impostare la chiavetta USB al primo dispositivo di boot, e in un altro menu si deve impostare la chiavetta USB al primo posto nella lista, prima del disco fisso stesso. Per rendere avviabile una chiavetta USB e copiare su di essa i file necessari per avviare Windows è disponibile l'utility gratuita USB Disk Storage Format Tool. La si può scaricare al seguente sito
http://download.chip.eu/it/USB-Disk-Storage-Format-Tool-2.0.6_1760368.html
I file necessari per l'avvio di molti sistemi operativi possono essere scaricati sotto forma di immagine dall'indirizzo web http://www.bootdisk.com
==================
USB Disk Storage Format Tool 2.2.3
Un freeware che permette di formattare qualsiasi chiavetta USB con il filesystem desiderato.
Per rendere una chiavetta USB "bootable" come un backup in caso di crash del PC, serve uno strumento come USB Disk Storage Format Tool. Mostra le chiavette come normali hard-disk e le formatta con vari filesystem (FAT, FAT32, NTFS).
Con NTFS si può aumentare lo spazio a disposizione, attivando la compressione automatica delle cartelle.
http://download.chip.eu/it/USB-Disk-Storage-Format-Tool-2.0.6_1760368.html

Rimuovere il bootloader dopo aver installato Linux e ripristinare quello di WIndows
L'operazione è ottenibile avviando il pc dal CD-Rom d'installazione di Windows XP, entrando nella console di ripristino e impartendo i seguenti comandi
cd c:\windows
fixboot c:
fixmbr
bootcfg /rebuild
Così facendo il Master Boot Record (MBR) del disco sarà cancellato e al suo posto sarà installato l'usuale loader di Windows XP. La cancellazione del MBR è eseguibile anche dal CDRom d'installazione di Windows 98, ma in questo caso il comando da impartire è il seguente:
fdisk /mbr
Per gli utenti di XP:
CDROM::\boot\bootsect.exe /nt52 ALL /force
Per gli utenti di Vista:
CDROM::\boot\bootsect.exe /nt60 ALL /force

Ordinare correttamente i file i cui nomi contengono numeri
Ordinando i file file in Esplora risorse, Vista e XP interpretano le sequenza di cifre nei nomi di file e cartelle come valori numerici e non come singoli caratteri. Di conseguenza l'ordinamento non viene effettuato alfanumericamente. Per esempio il file text13.txt appare prima del file text4.txt
Si può intervenire in questo modo. Avviare l'editor del registro "regedit" e navigare fino alla seguente chiave
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer
Fare click con il tasto destro in uno spazio libero a destra e creare la voce
NoStrCmpLogical
tramite il comando contestuale Nuovo/Valore DWod. Ora fare doppio clic su questo valore per aprirlo e impostare il valore a 1. Confermare la modifica e ok e uscire dell'editor. Dopo aver riavviato il computer, il sistema operativo ordinerà i file secondo un criterio puramente alfanumerico, proprio come in Windows 2000. Le cifre dei nomi dei file e di cartelle saranno interpretati come singoli caratteri e non come numeri. Per ripristinare, sarà sufficiente portare a 0 l'opzione.

Visualizzare in Windows le info del BIOS
Le informazioni del BIOS della scheda madre e su quello della scheda grafica sono disponibili in quattro voci del Registry alla seguente chiave
HKEY_LOCAL_MACHINE\Hardware\Description\SYstem

Visualizzare in rete i dati di login
Per visualizzare o cancellare i dati di login in rete, come nomi utente e password, selezionare Start/Esegui e digitare il seguente comando.
rundll32 keymgr.dll,KRShowKeyMgr

Disattivare definitivamente UAC (Controllo dell'account) di Vista.
Vi sono due metodi:
1° metodo:
Avvia msconfig da Esegui, e nel tab Strumenti, individua la voce "Disabilita controllo dell'account utente" e dopo averla selezionata clicca su esegui. Riavvia il computer, e il controllo non dovrebbe più presentarsi
2° metodo:
Avvia regedit da Esegui, cerca la seguente chiave di registro
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\System
Sulla destra, individua la voce "EnableUA", clicca con il destro e seleziona modifica (o facci semplicemente doppio clic). Nel valore della chiave, che per defaul dovrebbe essere 1, imposta 0. Riavviando il PC, UAC non dovrebbe più essere operativo.

Windows Vista non vede 4 GB di Ram
PAE o Physical Address Extension è una modalità nascosta di Windows Vista che consente ai computer dotati di oltre 3 GB di Ram di sfruttare la memoria in eccesso. Non è sempre possibile ottenere il risultato desiderato che dipende da configurazione a configurazione e, in alcuni casi, a parità di configurazione, anche dalle impostazioni del BIOS del computer.
Per abilitare la modalità PAE per la gestione della memoria è necessario lanciare il prompt dei comandi ed eseguire il comando
BCDedit /set PAE forceenable
riavviare la macchina e incrociare le dita. Se la procedura non dovesse funzionare è necessario verificare nelle impostazioni del BIOS che non sia stata allocata memoria ad altre periferiche.
Per disattivare la modalità PAE è sufficiente eseguire (sempre dal prompt dei comandi) il comando
BCDedit /set PAE forcedisable

Avviare il PC portattile dall'hard disk esterno
Vorrei provare Windows Vista e linux, ma senza compromettere l'installazione di WIndows XP originale sul mio computer portatile. E' possibile installare questi sistemi operativi su un hard disk esterno, così quando è collegato al computer posso scegliere che sistema avviare, mentre quando mi sposto con il PC portatile continua ad avviare WIndows XP come al solito? Ho provato ad abilitare il boot da hard disk usb nel BIOS, ma il setup di Widnows non vede l'hard disk esterno.
Installare Windows su un hard disk USB esterno non richiede soltanto il supporto del bios, ma anche procedure speciali perchè Microsoft non ha inserito il driver necessario all'interno del setup. Il risultato è incerto, e anche in caso di successo l'avvio e il funzionamento del sistema operativo sono molto lenti. Si può invce installare qualsiasi sistema operativo su un disco esterno e-Sata, che spesso è perfino più veloce dell'hard disk interno del pc portatile. Bisogna inserire nello slot di espansione una scheda PCCard o Express Card con uscite e-sata o SataII e supporto per il boot. Alcune schede Raid e-sata hanno il supporto per il boot disattivato per opzione predefinita, ma per riattivarlo basta usare il loro programma di configurazione nelle opzioni avanzate. La voce si chiama di solito Legacy Bootable Support. Dopo averla attivata, quando la scheda è inserita nello slot durante il boot appare una schermata che riepila i dischi Sata collegati. Prima di lanciare il setup di Windows bisogna scaricare dal sito web del produttore della scheda eSata il driver richiesto dal setup. Nel caso di Vista e delle distribuzioni recenti di Linux potrebbe essere superfluo, perchè molti controller Sata sono individuati automaticamente, ma per installare Windows XP sul disco esterno eSata questo driver è indispensabile, e viene cercato esclusivamente su floppy drive. Bisogna quindi collegare al PC portatile un floppy drive usb, e premere il tasto F6 quando appare la prima scherma blu del setup. Se il setup di Windows XP non riconosce il floppy con il driver per il controller eSata, bisogna intergrarlo sul cd di windows utilizzando un programma come nLite, scaricabile dal sito web http://www.nliteos.com

Applicazioni DOS in Vista
All'indirizzo http://www.dosbox.com è disponibile un emulatore del DOS 5.0, che consente di far girare sotto Windows Vista la maggior parte delle applicazioni DOS.

Attivare l'admin in Vista
Per attivare l'account di Administrator tramite prompt dei comandi digitare
net user administrator /active

Prompt dei comandi
Tenendo premuto il tasto F7 è possibile selezionare un comando dalla lista degli ultimi 50 comandi eseguiti nel prompt

Salviamo l'attivazione di Vista
Possiamo salvare la nostra registrazione di Vista, salvando il file TOKENS.DAT
(Attiviamo per prima l'opzione Abilitare la visualizzazione dei file nascosti)
Il file si trova nel percorso: C:\Windows\Service Profiles\NetworkService\AppData/Roaming/Microsoft\SoftwareLicensing\tokens.dat
Copiamolo su una chiavetta USB o, meglio ancora, su CD/DRV da tenere sempre a portata di mano nel caso in cui il computer andasse in crash e sia necessario ripristinare l'attivazione.

Windows diventa più leggero
Ci sono molte funzioni che non utilizzeremo mai. Disattivando questi servizi avremo un sistema scattante.
Per alleggerire la memoria e risparmiare risorse di sistemi andiamo nel menu Start e clicchiamo sulla voce Pannello di Controllo.
Facciamo doppio clic su Programmi e funzionalità.
Nel pannello a sinistra clicchiamo su Attivazione o disattivazione delle funzionalità di Windows
Non appena caricato l'elenco non resta che disattivare i programmi che non ci servono. Rimuoviamo i segni di spunta dai servizi che non usiamo e poi confermiamo cliccando su Ok.

Mostrare pc con XP nella visualizzazione grafica della rete di Vista
Se si usa Windows Vista nella rete locale, la visualizzazione grafica della struttura di rete non mostra i computer con Windows XP, anche se sono regolarmente accesi e connessi alla rete. Si riceve invece un messaggio relativo agli altri dispositivi.
La visualizzazione grafica della struttura di rete è una nuova funzione di Vista, che usa il log Link Layer Topology Discovery (LLTD) per comunicare con altri dispositivi nella rete locale. Questo log però non esiste in Windows XP ed è questo il motivo del problema. Per permettere a XP di generare il file di log è necessario aggiornare il sistema operativo. In funzione del Service Pack presente sul pc con XP si deve selezionare una diversa versione dell'aggiornaemnto: per XP SP2 andare sul sito http://www.microsoft.com e fare click sulla casella di ricerca, poi digitare kb922120 e avviare la riceva tramite la lente di ingrandimento. Nella lista dei risultati fare click sul primo collegamento, Dettagli download: Risponditore LLTD Link Layer TopologyDiscovery... Per XP con Service Pack 3 andare invece all'indirizzo http://support.microsoft.com/kb/922120/IT e fare click sul collegamento visualizza e richiedi i download dell'hotfix. Nella finestra che appare, accettare le condizioni d'uso e nella pagina seguente attivare la casella relativa all'hotfix suggerito. Sotto di essa digitare il proprio indirizzo di posta elettronica due volte, digitare i caratteri di controllo e fare click su Richiedi hotfix. Microsoft invierà le informazioni necessari direttamente all'indirizzo email digitato. Seguire il collegamento per il download presente nell'email ricevuta da Microsoft e selezionarne l'esecuzione tramite il pulsante esegui. Durante l'estrazione digitale la password contenuta nel messaggio di posta elettronica. Ora è possibile avvaire l'installazione dell'aggiornamento facendo doppio click sul file WindowsXPKB922120-v6-x86-ITA.exe. Non saranno necessari ulteriori interventi: d'ora in poi Vista mostrerà correttamente nella visualizzazione grafica della rete anche i computer che usano Windows XP.

Evitare siti malevoli, bloccare banner, ads e hijackers
Un problema assai frequente e fastidioso è la presenza di banner e ads sulle pagine web alle quali ci si collega; a ciò si unisce spesso un problema di sicurezza in quanto molti siti sono pericolosi per la navigazione e spesso contengono hijackers.
Ci sono programmi specifici che permettono la gestione di questo problema, ma con questo T&T voglio presentare un mezzo gratuito e notevolemnte efficiente: la gestione del file HOSTS.
Spieghiamo in maniera sintetica in che cosa consiste il file hosts e come funziona. Il file hosts contiene una serie di indirizzi che vengono caricati nella cache di windows all'aavio del sistema e che vengono consultati nel momento in cui il nostro browser tenta di connettersi ad un indirizzo internet. Se tale indirizzo viene rintracciato nell'elenco, la connessione a quel sito viene impedita e il browser presenta un avviso di Impossibile visualizzare pagina web.
Per utilizzare questa tecnica occorre scaricare un apposito file Hosts preparato da alcuni MVP Microsoft (Most Valuable Professional)
Scarica il file Hosts.zip (http://www.mvps.org/winhelp2002/hosts.zip)
Scompattando il file zip in una cartella temporanea vi si troverà principalmente un file batch ( mvps.bat ) oltre al file hosts vero e proprio.
Lanciando il file mvps.bat si eseguiranno due azioni:
- la prima provvederà a rinominare il file HOSTS contenuto in c:\WINDOWS\system32\drivers\etc\ nel file HOSTS.mvp a scopo di backup
- la seconda provvede a copiare il file HOSTS preparato dagli MVP nella medesima locazione in sostituzione del precedente
A questo punto lanciando IE avremmo una navigazione sui siti web con pagine ripulite da banner e link ad e quindi più sicure.
Un'avvertenza per i possessori di WinXP o Win2000, la navigazione col prowser potrebbe essere modestamente rallentata.
Per evitare ciò è necessario, ma non obbligatorio disabiltare il servizio Client DNS.
Per far ciò manualmente:
- andare in Start -> Esegui e digitare services.msc
- cercare fra i vari servizi elencati Client DNS cliccare col destro e selezionare Proprietà
- dove è indicato Tipo di avvio Automatico selezionare Manuale
- riavviare il sistema
Alternativamente scaricare i due seguenti file batch che eseguono le operazioni (disabilitazione o riabilitazione) al vostro posto:
Scarica il file batch per disabilitare il servizio Client DNS (http://mvps.org/winhelp2002/DnsManual.bat)
Scarica il file batch per riabilitare il servizio Client DNS (http://mvps.org/winhelp2002/DnsDisabled.bat)
Nel caso non si sia soddisfatti del risultato è sufficiente:
- andare nelle cartella c:\WINDOWS\system32\drivers\etc\ (c:\windows per chi usa Win98) eliminare il file HOSTS e rinominare il vile HOSTS.mvp in HOSTS
- riabilitare manualmente il servizio Client DNS manualmente riportando la proprietà Tipo di avvio su Automatico ... oppure utilizzando il secondo file batch
- riavviare il sistema
per riportare il tutto alle condizioni precedenti.
Per altre delucidazioni e dettagli sulla procedura consultare il seguente sito:
Blocking Unwanted Parasites with a Hosts File (http://www.mvps.org/winhelp2002/hosts.htm)
Host in Vista: http://www.mvps.org/winhelp2002/hostsvista.htm
Windows 7 = C:\WINDOWS\SYSTEM32\DRIVERS\ETC
Windows Vista = C:\WINDOWS\SYSTEM32\DRIVERS\ETC
Windows XP = C:\WINDOWS\SYSTEM32\DRIVERS\ETC
Windows 2K = C:\WINNT\SYSTEM32\DRIVERS\ETC

Aero abilitare disabilitare la nuova interfaccia grafica di Windows Vista
Chi di noi ha già installato, anche se in versione di prova, Windows Vista avrà certamente notato una nuova interfaccia grafica, in particolare alcune caratteristiche sono peculiari di questa interfaccia nuova:
1) La trasparenza delle finestre e degli stessi contenutii, cosi come le cornici in modo da rendere comunque visibili gli oggetti sul desktop, mentre la riduzione ad icona delle finestre avviene in modo di mostrare una miniatura che ci permetterà di vederle senza aprire le finestre stesse.
2)Il comando ALT+TAB, usato da alcuni, permetterà il passaggio da una finestra all'altra attraverso queste miniature.
3)Un comando FLIP che permetterà di vedere le finestre affiancate sul desktop simulando una situazione tridimensionale.
Per poter avere AERO occorre che la macchina corrisponda a delle specifiche tecniche minime: un processsore da 1 GigaHertz, 1 Gigabyte di memoria di sistema, una scheda grafica con caratteristiche ben precise: DirectX9, Pixel Shader 2, WDDM (Windows Display Drive Model ), 64 Mb minimo di memoria grafica dedicata e fino a 256 Mb per una risoluzione più alta.
Utilizzando alcune chiavi del registro possiamo abilitare o disabilitare AERO , va da se che se non trova le condizioni a lui congeniali si disabiliterà in maniera automatica.
La modifica va fatta sul acuni valori di WORD:
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\DWM]
EnableMachineCheck’ (Avalon Engine)
0 disattiva l’hardware checking, 1 la abilita.
‘Glass’
1 abilita Aero Glass, 0 torna ad Aero.
‘Blur’
1 abilita il blur (sfocatura), 0 torna alla trasparenza.
"UseAlternateButtons"
0 allunga i pulsanti, 1 li rende squadrati.
‘Animations’
0 disattiva le animazioni, 1 le abilita.
‘AnimationsShiftKey‘
0 disattiva le slow animations con tasto shift, 1 le abilita.

Creare un disco di ripristino con Windows 7
Per effettuare quest´operazione ci si avvale di solito del disco originale di installazione del sistema operativo.
Windows 7 permette anche la creazione di un disco di ripristino col quale effettuare la correzione di un errore o di ripristinare l´immagine del sistema operativo salvata in precedenza con un´operazione di backup.
Per fare ciò è sufficiente andare nel Panello di Controllo->Sistema e Sicurezza->Esegui Backup del Computer e selezione sulla sinistra Crea un disco di ripristino del sistema
A questo punto si apre la seguente maschera che invita ad inserire nel masterizzatore un CD o un DVD
Al termine della procedura si verrà in possesso di un disco di ripristino bootabile.

Come disabilitare (rimuovere) Windows Defender in Windows Vista
Windows Defender precedentemente conosciuto con il “nome in codice” Microsoft AntiSpyware è l’antispyware di default di Windows Vista, ai più potrebbe andare bene, a qualcuno disturbare poichè non naviga in Internet e non saprebbe cosa farsene ed altri vorrebbero sostituirlo con un altro AntiSpyware. Se è nostra intenzione rimuovere Windows Defender da Windows Vista sia perchè non ci interessa oppure vogliamo utilizzare un programma alternativo la strada è più facile di quanto sembri..
PROCEDIMENTO
1. Avviamo Windows Defender (start – tutti i programmi – windows defender), clicchiamo sopra strumenti e spostiamoci in opzioni.
2. Scrolliamo la finestra opzioni in basso e disabilitiamo Utilizza protezione in tempo reale, clicchiamo salva e rispondiamo OK quando comparirà il messaggio dell’UAC.
3. Ora siamo come Administrator su Windows Defender e non rimane da far altro che deselezionare da Opzioni Amministratore Usa Windows Defender e ritornare su Salva
4. Windows Defender è disattivato e se il nostro AntiVirus avesse anche delle funzionalità antispyware ciò verrà segnalato all’interno del Pannello di Controllo – Centro Sicurezza PC

Riavvio veloce Windows Vista
Molte volte dovendo riavviare Windows Vista, dobbiamo attendere alcuni minuti prima che riparta, con questa scorciatoia guadagneremo tempo. Ecco come fare:
1: Apri il Registry Editor e andate nel menè¹ Start
2: digitate regedit nella barra di ricerca e premete Invio.
3:Attraverso il registry editor navigate fino a che non troverete la chiave “HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control”
Step 4:Ora correggete il seguente parametro “WaitToKillServiceTimeout”=”20000″³ con il tasto destro del mouse cliccando su Modifica.

Disabilitare ibernazione in Windows Vista
Impostando la visualizzazione dei file nascosti e protetti (pannello di controllo - opzioni cartella - visualizzazione, selezionare visualizza cartelle e file nascosti e rimuovere il segno di spunta a nascondi i file protetti di sistema (consigliato)), possiamo notare su C: il file hiberfil.sys, che in questo caso occupa oltre 1,5gb di spazio.
Sebbene tale funzione possa essere utile per il risparmio energetico dei notebook, in molti casi è del tutto inutile e occupa solo spazio sul disco fisso.
In Windows XP, per disabilitare la suddetta funzione era sufficiente rimuovere un segno di spunta in opzioni risparmio energia alla linguetta sospensione, ma con Windows Vista non è più così semplice. Infatti, tale spunta non è più presente.
Con il nuovo sistema operativo di casa Microsoft, la via più breve per disabilitare l'ibernazione è quella di aprire il Prompt dei comandi dal menu Start - tutti i programmi - accessori - Prompt dei comandi e digitare il comando powercfg -H OFF (è possibile anche fare il copia e incolla). A questo punto, basta premere invio per disabilitare la funzionalità.
Se non vengono restituiti errori, l'operazione è andata a buon fine e Windows ha rimosso il file...
... e la funzione sulla finestra di chiusura della sessione.
Come riabilitare la funzione ibernazione
Se, per qualunque motivo, ne sentite la mancanza, potete riabilitare la funzione con il comando inverso, ovvero digitando, sempre dalla finestra dos, powercfg -h on.
Ritroverete il file nella partizione e la funzione nella finestra di chiusura della sessione.

Portatile con doppia configurazione di rete
INTRODUZIONE
Quando si lavora con il portatile spesso si ha la necessità di reimpostare i parametri di rete
(indirizzi IP, subnet, server DNS, ecc..) a seconda della rete a cui ci connettiamo.
Per ovviare a questa macchinosa operazione manuale di cambio parametri c’è la possibilità di impostare più configurazioni ed attivarle con un semplice click del mouse a seconda della rete a cui siamo connessi in quel momento, questo grazie al comando netsh presente in Windows 2000 e Windows XP...ma passiamo alla procedura da effettuare per raggiungere questo traguardo.
GUIDA PASSO-PASSO
Impostiamo correttamente i parametri di rete per (ad esempio) la rete di casa.
Successivamente apriamo una sessione DOS (start / esegui / cmd).
Digitiamo ora il comando:
netsh -c interface dump > c:\ReteDiCasa.txt
Questo comando praticamente prende tutta la configurazione delle connessioni attive in quel momento e compila un file (ReteDiCasa.txt) con i parametri della rete di casa.
A questo punto modifichiamo i parametri del TCP/IP come se fossimo i ufficio e ripetiamo il comando ma modificando il nome del file di testo.
Sempre da una sessione DOS (start / esegui / cmd) digitiamo:
netsh -c interface dump > c:\ReteUfficio.txt
Abbiamo salvato così nella root dell’hard-disk (c:/) le due configurazioni di rete per casa e per l’ufficio.
Adesso apriamo il Blocco Note di Windows (notepad.exe) e creiamo un file di testo con i seguenti comandi:
------------------------------------------
@echo off
netsh -f c:\ReteDiCasa.txt
ipconfig/flushdns
exit
------------------------------------------
…e salviamolo sul Desktop come ReteDiCasa.bat
Apriamo nuovamente il Blocco Note e creiamo un altro file con i parametri:
------------------------------------------
@echo off
netsh -f c:\ReteUfficio.txt
ipconfig/flushdns
exit
------------------------------------------
…e salviamolo sul Desktop come ReteUfficio.bat
A questo punto quando si cambia rete bisogna solo cliccare sul file corrispondente, ReteDiCasa.bat o ReteUfficio.bat per impostare i parametri TCP/IP corretti senza neanche bisogno di riavviare Windows o la connessione Lan.
Potete utilizzare questa procedura per creare ennesimi file di configurazione per tutte le reti che utilizzate.
PS Per funzionare naturalmente non eliminate i file ReteDiCasa.txt e ReteUfficio.txt altrimenti gli script .BAT non troveranno la configurazione.
I file .TXT non devono necessariamente risiedere in C:/ ma possono essere salvati e richiamati in una sottocartella qualsiasi (es. netsh -c interface dump > c:\configurazioniIP\ReteDiCasa.txt ) basta che il percorso sia specificato anche nel file .BAT

Abilitare Disabilitare i DNS in Windows XP/ Vista
A Febbraio inoltrato, continuano i problemi con le connessioni , iniziati ad ottobre. Abbiamo pensato di mettere online un semplice file batch che permette di abilitare, o bloccare il caching dei DNS, permettento di visualizzare alcuni siti che altrimenti risulterebbero irragiungibili.
Per abilitare un'opzione, o l'altra, basta salvare i file in locale , ed effettuare un doppio click su di essi.
==============
DNS CACHE DISABILITA Windows XP / Vista
Copiare in un documento di testo e nominarlo con estensione .bat
sc config DNSCache start= disabled
sc stop DNSCache
==============
DNS CACHE MANUALE (Abilita) Windows XP / Vista
Copiare in un documento di testo e nominarlo con estensione .bat
sc config DNSCache start= demand
sc stop DNSCache

Come attivare o disattivare il Firewall di Windows Vista in un solo click
Il Windows Firewall in Windows Vista non può essere disabilitato o abilitato velocemente, bisogna passare necessariamente attraverso il pannello di controllo e disabilitarlo dalla schermata “Windows Firewall”.
Non è insomma il massimo della praticità per chi deve farlo ripetutamente.
Esiste però un modo pratico e veloce per esemplificare questo processo, tramite la creazione di due collegamenti.
Cliccate con il tasto destro in un punto vuoto dello schermo e selezionate Nuovo > collegamento, chiamate il primo “Firewall OFF” e il secondo “Firewall ON”

Disattivare il Centro di Sicurezza PC
Il Centro di Sicurezza PC permette di avvisare gli utenti quando un computer è potenzialmente a rischio (per esempio se non è aggiornato l'antivirus).
Se vi infastidisce, è possibile disattivarlo: in questo modo non riceverete più gli avvisi.
Seguite il percorso "Start/Pannello di Controllo/Protezione/Centro di sicurezza PC".
Dal menù a sinistra dovete selezionare "Cambia le impostazioni degli avvisi del Centro sicurezza PC all'utente".
A questo punto fate clic su "Non visualizzare né la notifica né l'icona".
Naturalmente, per la sicurezza del proprio PC, sarebbe opportuno non modificare questa opzione.

AVG miniport driver (Versione di AVG 8.5)
Problemi su: wan miniport ip avg miniport driver
Ho disinstallato da poco l'antivirus AVG, e non so se c'era anche prima, ma ho notato in Gestione Periferiche, alla voce "schede di rete", una WAN miniport (IP) - AVG miniport driver , con il punto interrogativo e pallino giallo. Non riesco a disinstallarla perché "potrebbe essere necessaria per l'avvio del computer". Come faccio a rimuoverla lo stesso??
Per risolvere dei andare sulla tua connessione, tasto destro sull'icona e scegli -->Proprietà. Nella Scheda Rete dove trovi La connessione utilizza i seguenti elementi: dovresti trovare la dicitura AVG Miniport. Selezionala e Clicca su Disinstalla. Attendi e poi riprova ad entrare nella Gestione periferiche. Vedcrai che le altre schede di rete spariscono e resta la tua solamente.

Possibile eliminazione dei profili utente in seguito al riavvio di un computer che esegue Windows Vista o Windows Server 2008
In questo articolo viene descritta una situazione in cui i profili utente potrebbero venire eliminati dopo il riavvio di un computer su cui è in esecuzione Windows Vista o Windows Server 2008. Questo comportamento si verifica a causa dell'impostazione di un oggetto Criteri di gruppo disponibile solo in Windows Vista.
L'oggetto Criteri di gruppo "Elimina i profili utente non utilizzati per il numero di giorni specificato al riavvio del sistema" è nuovo in Windows Vista. Quando si configura l'impostazione di questo oggetto Criteri di gruppo, quindi si riavvia il computer, è possibile che i profili utente vengano eliminati.
Per visualizzare l'impostazione dell'oggetto Criteri di gruppo "Elimina i profili utente non utilizzati per il numero di giorni specificato al riavvio del sistema" in Windows Vista utilizzando l'Editor Criteri di gruppo locali, attenersi alla seguente procedura:
1. Fare clic sul pulsante Start, digitare gpedit.msc nella casella Inizia ricerca, quindi fare clic su gpedit nell'elenco Programmi.
Se viene chiesto di immettere la password di amministratore o di confermare, digitare la password o scegliere Continua.
2. In Configurazione computer espandere Modelli amministrativi, espandere Sistema, quindi fare clic su Profili utente.
3. Nel riquadro dei dettagli fare doppio clic su Elimina i profili utente non utilizzati per il numero di giorni specificato al riavvio del sistema.
Nota È inoltre possibile attivare questo oggetto Criteri di gruppo in un contenitore di dominio o in un'unità organizzativa utilizzando Servizi di dominio Active Directory.
Dopo avere attivato questo oggetto Criteri di gruppo, verrà attivato il servizio Profili utente. Quando si riavvia il computer e si accede utilizzando un account utente membro del gruppo Administrators, il servizio Profili utente elimina i profili utente che non sono stati utilizzati entro un numero di giorni specificato.
Nota Un giorno viene interpretato come 24 ore dopo l'accesso effettuato più di recente a un profilo utente specifico.
Se si disattiva questo oggetto Criteri di gruppo e se non si configura la relativa impostazione, quando si riavvia il computer il servizio Profili utente non eliminerà alcun profilo utente.

Forzare AERO su schede video incompatibili
E' possibile visualizzare l'interfaccia grafica di Aero anche con schede video incompatibili e di seguito una semplice procedura per forzarla anche con schede video incompatibili.
Espandere il contenuto file AERO.zip che trovate in allegato, in
C:\Windows\System32\GroupPolicy\User\Scripts\Logon
scompattare il file in una cartella a propria scelta es: c:\aero
Richiamare START - ESEGUI e digitare gpedit.msc
Sulla colonna di sinistra posizionati su : Configurazione Utente - (Accesso/Fine Sessione)
Accesso
Sulla colonna di destra clickare su Accesso
Premere il pulsante aggiungi (o effettuare doppio click) su c:\aero\aero.bat .
Nel caso si riscontrassero problemi nell'avviare il file GPedit.MSC, Download Gpedit.msc per Vista

Come abilitare l'interfaccia grafica di Aero
In alcune versioni di Vista (Home Basic) l'interfaccia grafica "Aero" è disabilitata, o se per qualsiasi motivo non riuscite più ad abilitare Aero, ecco un semplice trucco per poter comunque visualizzare l'interfaccia di Aero:
- Assicuratevi che i seguenti registri di configurazione siano settati come segue
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\DWM\Composition (32-bit DWORD) settato su 1
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\DWM\CompositionPolicy settato su 2
Riavviare il DWM (Desktop Window Manager), per mezzo del prompt dei comandi (start - esegui - cmd), avendo la certezza di avere i permesi di amministratore, per mezzo dei seguenti comandi:
- net stop uxsms
- net start uxsms
Riavviare il sistema.

Disabilitare servizi non indispensabili
In vista sono parecchi i servizi che possono essere disabilitati per incrementare le prestazioni.
Per farlo, si può agire in modo analogo a quanto suggerito per Windows XP, per mezzo del comando SERVICES.MSC , da Start/Esegui, oppure più semplicemente portarsi nella cartella servizi da Pannello di controllo/Strumenti di amministrazione.
Desktop Window Manager Session Manager :
Permette di abilitare il Desktop Window Manager all'avvio, e di apportare modifiche ad esso.
se NON avete intezione di utilizzare Aero, può essere disabilitato.
Diagnostic Policy Service (Sistema diagnostica):
Permette di rilevare errori ed abilita le soluzioni offerte da Microsoft. Puo' essere disabilitato senza problemi.
Diagnostic Service Host (Servizio Criteri Diagnostica) :
Come sopra
Diagnostic System Host :
Come sopra
Offline Files (File non in linea) :
L'Offline Files service, permette l'abilitazione della cache dei file offline, caricari all'avvio, da parte del singolo utente, utile per coloro che navigano offline.
Qual'ora non utilizziate questa modalità consigliamo di disabilitarlo.
Terminal Services :
Permette di connettersi interattivamente ad un computer per mezzo del Remote Desktop e del Terminal Server.
Qual'ora non utilizziate questa feature consigliamo di disabilitare il servizio in avvio.
Windows Error Reporting Service (Servizio segnalazioni errori di Windows) :
Permette di abilitare il report degli errori, quando un programma smette di funzionare o è soggetto ad uno stop improvviso.
Qual'ora non utilizziate questa modalità consigliamo di disabilitarlo.
Windows Search (ricerca Windows):
In Windows XP , e le versioni precedenti, veniva indicato con il nome di Indexing Service / servizi di indicizzazione.
permette una indicizzazione e ricerca più rapida dei file all'interno del Vs. disco.
Qual'ora non abbiate intezione di utilizzare questa modalità consigliamo di disabilitarlo.
Ricapitolando, i servizi che possono essere disabilitati sono:
File non in linea
Machine Debug Manager
NMIndexingService
Ricerca di Windows
Routing e accesso remoto
Servizi terminal
Servizio di condivisione porte Net.Tcp
Servizio di input Tablet PC (qualora non abbiate un tablet)
Servizio windows media Center Extended
Temi
Utilità di avvio servizi windows media center
Readyboost (se non si usano pendrive per velocizzare il sistema)

Disabilitare lo stato di ibernazione
Su macchine Desktop, in alcuni casi lo stato di ibernazione può creare problemi, eccovi un semplice metodo per disabilitare ed eventualmente ri-abilitare l'ibernazione.
- Aprire il Menu' start
- Click destro su Prompt dei Comandi
- selezionare: Esegui come amministratore
- Per disabilitare lo stato di ibernazione digitare : powercfg -hibernate off
- Per abilitare lo stato di ibernazione : powercfg -hibernate on

Disabilitare UAP
La funzionalità User Account Protection di Windows Vista, già nota come Least User Access, risolve il dilemma tra compatibilità applicativa (e utenti amministratori della macchina) e stabilità e sicurezza del sistema (e utenti non amministratori della macchina). Il meccanismo è implementato virtualizzando le voci di registry ed i relativi folder. Le modifiche apportate al registry virtualizzato sono visibili solo all’utente che le ha apportate e alle applicazioni attive nel suo user space. Se un’operazione richiede i privilegi di amministratore Vista chiede automaticamente le credenziali prima di eseguirla.Ecco come abilitarlo/diasttivarlo da registro:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\SystemModificare EnableLUA a DWORD 0 o 1

Disabilitare la funzionalità di masterizzazione integrata di Windows Vista
Windows Vista ha la funzionalità di masterizzazione CD e DVD integrata, ciò permette agli utenti che non vogliono disporre di un software di terze parti per la masterizzazione come Nero Burning Rom oppure CDBurnerXP di creare lo stesso i propri CD o DVD. Creare CD o DVD con la funzione di masterizzazione integrata di Windows Vista o XP è facile, dovremo spostare i files, cartelle, immagini o documenti all’interno del nostro DVD (cartella Computer), scegliere il nome e optare per creare un CD o DVD multisessione oppure “chiuderlo” alla fine della masterizzazione, il resto è una procedura totalmente automatica a prova d’errore. La funzionalità di masterizzazione integrata di Windows Vista ha comunque i suoi limiti e li scopriremo quando necessiteremo di un supporto per la masterizzazione di ISO, creazione di SlideShow oppure CD Audio, è questa la motivazione per cui in tanti preferiscono l’uso di un software freeware oppure a pagamento per la masterizzazione. Cosa fare quindi se la funzionalità di masterizzazione integrata di Windows Vista rimane inutilizzata poichè utilizziamo Nero Burning Rom oppure un programma freeware per la masterizzazione ?
Se la funzionalità di masterizzazione integrata di Windows Vista rimane inutilizzata la miglior cosa è rimuoverla, si tratta di una semplice chiave di registro e la sua disabilitazione farà si che non veniamo disturbati ogni qual volta inseriamo un CD - DVD vergine nel nostro masterizzatore e eviteremo eventuali conflitti. Come Procedere ?
Avviamo regedit e cerchiamo la chiave
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\
(oppure
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer)
Disabilitare Burning Vista - 01
Qualora non ci fosse, creiamo un nuovo valore DWord 32 Bit assegnandoli il nome NoCDBurning dopodichè effettuiamo un doppio clic sopra e cambiamo il campo dati valore in 1, per riabilitare la funzionalità di masterizzazione integrata di Windows Vista il valore deve essere 0.
Ora usciamo dal registro di sistema ed eseguiamo il logoff e poi il login.
La funzione di masterizzazione è stata disattivata

Login e accesso automatico in Windows Vista
Se il computer su cui hai installato Windows Vista è un pc domestico, che utilizzi da solo, o comunque su cui non c’è traccia di importanti dati riservati o che comunque ti interessa proteggere, probabilmente ti annoia dover inserire la password di accesso ogni volta che avvi o riavvii il tuo computer. C’è un piccolo tip che dovresti conoscere e che ti consentirà di effettuare automaticamente l’accesso senza dover inserire ogni volta la tua password.
Innanzitutto occorre andare nel pannello di gestione dell’Account Utente. Per fare ciò, dal menù Start, alla voce Esegui (o semplicemente nel box di ricerca del menù start se abbiamo la visualizzazione predefinita) digitiamo il comando control userpasswords2. Premendo Invio, dovrebbe comparire una finestra come quella mostrata nella seguente immagine:
Ora, come si può ben comprendere, occorre togliere il segno di spunta alla voce ”Per utilizzare questo computer è necessario che l’utente immetta il nome e la password“, e di seguito cliccare su “Applica”. Fatto ciò dovrebbe apparire una finestra come la seguente:
A questo punto non occorre far altro che inserire i nostri dati, cliccare su ok, e il gioco è fatto. Piccola nota: questi semplici passi funzionano correttamente anche su Windows XP.

Ripristino di sistema o ultima configurazione sicuramente funzionante?
La maggior parte di voi avrà sicuramente visto almeno una volta, sullo schermo del proprio pc, il termine Ultima configurazione sicuramente funzionante. Si tratta di un’opzione disponibile all’avvio di Windows premendo il tasto F8 (oppure mostrata in automatico dopo un riavvio accidentale del sistema). Ma quanti davvero conoscono esattamente cosa faccia quest’opzione? La breve spiegazione a lato dell’opzione stessa afferma che “utilizzerà le tue più recenti configurazioni funzionanti”, ma ciò ovviamente può significare un mare di cose.
D’altro canto, chi ha smanettato un pò con XP o Vista, si sarà certamente accorto, trovandosi in procinto di formattare il pc a causa delle bizze del proprio sistema, che questi due nuovi sistemi operativi forniscono una funzionalità denominata “Ripristino configurazione di sistema”. A prima vista, le due funzionalità citate sembrerebbero simili. Tuttavia esse sono in realtà differenti. Vediamo in cosa differiscono e quale utilizzare tra le due quando ne abbiamo bisogno.
–Ultima configurazione sicuramente funzionante–
Ogni volta che si avvia correttamente il computer, Windows salva tutte le configurazioni relative al sistema nel registro. Parte delle informazioni che viene scritta nel registro riguarda i device drivers e i servizi che sono utilizzati da Windows.
Quando scegli l’opzione Ultima configurazione sicuramente funzionante tutti i settaggi contenuti nella chiave di registro HKLM\System\CurrentControlSet saranno ripristinati all’ultimo stato in cui si trovavano quando il computer si è avviato correttamente. Questo non modificherà alcun file, ma farà in modo che il sistema punti ai driver più vecchi supponendo che questi siano ancora accessibili sulla macchina.
Come utilizzare l’Ultima configurazione sicuramente funzionante…
1. Avvia il computer.
2. Premi, dopo l’avvio del Bios, il tasto F8.
3. Qunado appare il menu Opzioni Avanzate di Windows, utilizza le frecce direzionali per selezionare use the ARROW keys to select Ultima configurazione sicuramente funzionante (come mostrato nell’immagine successiva), e premi INVIO.
Utilizziamo questa opzione se…
* l’ultima volta che abbiamo avviato Windows non abbiamo avuto alcun problema.
* dopo aver installato un driver aggiornato per un dispositivo e riavviato Windows, il computer non parte. Ritornando all’ultima configurazione sicuramente funzionante, viene ripristinata la configurazione in modo tale che il sistema riferisca il/i driver più vecchio/i.
* se disabilitiamo un driver che si riverla critico per le operazioni di Windows. Ritornando all’ultima configurazione sicuramente funzionante viene ripristinato lo stato del sistema al momento in cui tale driver era ancora abilitato.
NON Utilizzare l’ultima configurazione sicuramente funzionante se…
* Windows non si avvia perchè abbiamo eliminato alcuni files di sistema.
* Se abbiamo sovrascritto un driver con uno più recente. In tal caso, il ripristino dell’ultima configurazione sicuramente funzionante non annullerà la nostra modifica perchè non è stato fatto alcun cambiamento al registro (sono stati solamente sovrascritti alcuni files).
* Windows si avvia, accediamo al sistema, e poi Windows si blocca. A questo punto è troppo tardi effetturare il ripristino, perchè Windows si è avviato ed ha già sovrascritto il backup dell’ultima configurazione sicuramente funzionante.
–Ripristino configurazione di sistema–
La funzionalità di Ripristino configurazione di sistema era stata azzardatamente inserita in Windows Millennium Edition, ma non è stata ritenuta di grande utilità finchè non è stato rilasciato Windows XP.
I punti di ripristno (anche conosciuti come checkpoints) vengono creati di default ogni 24 ore, oppure quando l’utente li crea manualmente. Inoltre, essi sono anche creati automaticamente quando vengono installate alcune applicazioni nel sistema, aggiornamenti di Windows, o drivers non certificati.
Ripristino configurazione di sistema è molto selettivo sulle cose da salvare. Lo strumento tiene traccia dei files di sistema cambiati (estensioni: EXE, BAT, DLL, etc…), del registro di Windows, dei drivers, e alcune altre cose. Esso non tocca alcun file che abbia estensione relativa a documenti, emails, musica, e pochi altri che non sono di importanza critica rispetto alla operatività del sistema. Inoltre ignora tutto ciò che è presente in “Documenti”, garantendo che non si perdano i propri documenti durante un ripristino.
ATTENZIONE: è importante osservare che tutti i programmi installati dopo la data del punto di ripristino selezionato saranno disinstallati utilizzando lo strumento Ripristino configurazione di sistema.
Come utilizzare Ripristino configurazione di sistema…
1. Puoi aprire lo strumento cliccando su Start->Programmi->Accessories->Utilità di sistema, e infine cliccando su Ripristino configurazione di sistema.
2. Scegli un punto di ripristino dall’elenco e segui la procedura guidata.
Una delle cose carine di questo strumento è che crea un punto di ripristino anche prima di iniziare il ripristino del checkpoint da noi scelto, in modo da poter tornare indietro se qualcosa va storto. Se anche il Ripristino configurazione di sistema al checkpoint desiderato non andasse a buon fine, possiamo scegliere un punto di ripristino con data antecedente a quello già scelto.
Utilizziamo Ripristino configurazione di sistema se…
* abbiamo iniziato ad avere problemi dopo aver installato un’applicazione, un aggiornamento di Windows o di un driver.
* abbiamo accidentalmente rimosso o modificato un importante file di sistema e ciò sta causando dei malfunzionamenti.
NON Utilizzare Ripristino configurazione di sistema se…
* hai installato un’applicazione dal momento del punto di ripristino selezionato e non vuoi perdere l’applicazione stessa.
* hai files importanti sparpagliati nel tuo computer e non sei sicuro che lo strumento li ignori. Posiziona tutti i tuoi files personali in “Documenti” per assicurarti che siano protetti da un’accidentale rimozione a causa dello strumento di Ripristino configurazione di sistema.

Creare un server multimediale su Vista e XP per Ps3
Guida su come creare un server DLNA con Microsoft Windows Vista al fine di poter scambiare files multimediali su rete locale con la Playstation3.
Questo è soltanto uno dei tanti modi possibili per creare un server DLNA in quanto è possibile crearlo anche con Nero Media Home, però questo che andremo a vedere è sicuramente uno dei più semplici.
Requisiti:
- Microsoft Windows Vista o Microsoft Windows XP (con Windows mediaplayer 11 installato)
- Playstation 3
- Router (Wi-Fi o senza) già configurato con modalità DHCP disattivata (quindi si dovranno assegnare gli indirizzi IP e DNS ad ogni PC della rete e Ps3)
Iniziamo dunque.
::::::::::Impostazioni PC (WINDOWS VISTA)::::::::::
1) Aprire il Pannello di controllo e passare alla modalità di visualizzazione classica. Successivamente aprire Centro connessioni di rete e condivisione
2) Quello che dobbiamo fare dunque è agire sulla scheda Condivisione file multimediali che al momento risulta in modalità Disattivata. Quindi apriamola con l'apposita freccietta laterale e clicchiamo su Cambia per modificare le impostazioni
3) Adesso nella finestra che appare mettiamo un segno di spunta su Condividi file multimediali del computer in uso e clicchiamo su OK
4) Adesso spunterà un'altra finestra. Da qui sarà possibile decidere a quale computer dare l'accesso ai file multimediali e a quale computer invece impedire l'accesso. Quindi cliccare su Impostazioni
5) In questa ultima schermata quindi possiamo decidere se autorizzare tutti i PC della rete a ricevere i nostri files in streaming oppure no. E soprattutto possiamo decidere che genere di files condividere (Musica, Video, Immagini). Quindi innanzitutto diamo il Nome del server che sarà visualizzato dagli altri pc e mettiamo i segni di spunta come indicato in foto, e se vogliamo che tutti i pc della reta vedano i nostri files multimediali, mettiamo un segno di spunta su Autorizza automaticamente nuovi dispositivi e computer (scelta non consigliata). In questo modo anche ai nuovi Pc che verranno aggiunti alla nostra rete locale successivamente, sarà possibile vedere i files multimediali
6) Vi ricordo che affinchè vogliate far vedere i files alla ps3, dovrete mettere tutti i files multimediali nelle rispettive cartelle di Windows Vista e quindi Immagini, Musica, Video
::::::::::Impostazioni PC (WINDOWS XP USERS)::::::::::
Aprite Windows Mediaplayer 11 ed effettuate i seguenti passaggi
Una volta qui, potete seguire i passi della stessa procedura su Vista, partendo dal punto 4.
::::::::::Impostazioni PS3::::::::::
Quando abbiamo finito tutte le impostazioni sul PC, accendiamo la nostra Ps3 e in base a quello che vogliamo vedere (Foto, Video, Musica), selezioniamo la voce Cerca server multimediali
Se abbiamo configurato tutto a dovere, spunterà una voce supplementare nella XMB che sarà del tipo nomePC:nomeservermultimediale: e quindi ad esempio: PCMMedia

Possibile eliminazione dei profili utente in seguito al riavvio di un computer che esegue Windows Vista o Windows Server 2008
Informazioni
Nel presente articolo viene illustrata una versione beta di un prodotto Microsoft. Le informazioni contenute in questo articolo vengono fornite "nello stato in cui si trovano" e sono soggette a modifiche senza preavviso.
Per questo prodotto beta Microsoft non fornisce alcun tipo di supporto standard. Per informazioni su come ottenere supporto per una versione beta, consultare la documentazione fornita con i file del prodotto beta oppure visitare il sito Web dal quale è stata scaricata la versione del prodotto.
Introduzione
In questo articolo viene descritta una situazione in cui i profili utente potrebbero venire eliminati dopo il riavvio di un computer su cui è in esecuzione Windows Vista o Windows Server 2008. Questo comportamento si verifica a causa dell'impostazione di un oggetto Criteri di gruppo disponibile solo in Windows Vista.
Operazioni
L'oggetto Criteri di gruppo "Elimina i profili utente non utilizzati per il numero di giorni specificato al riavvio del sistema" è nuovo in Windows Vista. Quando si configura l'impostazione di questo oggetto Criteri di gruppo, quindi si riavvia il computer, è possibile che i profili utente vengano eliminati.
Per visualizzare l'impostazione dell'oggetto Criteri di gruppo "Elimina i profili utente non utilizzati per il numero di giorni specificato al riavvio del sistema" in Windows Vista utilizzando l'Editor Criteri di gruppo locali, attenersi alla seguente procedura:
1. Fare clic sul pulsante Start
Riduci l'immagineEspandi l'immagine
Pulsante Start, digitare gpedit.msc nella casella Inizia ricerca, quindi fare clic su gpedit nell'elenco Programmi.
Riduci l'immagineEspandi l'immagine
Autorizzazione Controllo all'account utente
Se viene chiesto di immettere la password di amministratore o di confermare, digitare la password o scegliere Continua.
2. In Configurazione computer espandere Modelli amministrativi, espandere Sistema, quindi fare clic su Profili utente.
3. Nel riquadro dei dettagli fare doppio clic su Elimina i profili utente non utilizzati per il numero di giorni specificato al riavvio del sistema.
Nota È inoltre possibile attivare questo oggetto Criteri di gruppo in un contenitore di dominio o in un'unità organizzativa utilizzando Servizi di dominio Active Directory.
Dopo avere attivato questo oggetto Criteri di gruppo, verrà attivato il servizio Profili utente. Quando si riavvia il computer e si accede utilizzando un account utente membro del gruppo Administrators, il servizio Profili utente elimina i profili utente che non sono stati utilizzati entro un numero di giorni specificato.
Nota Un giorno viene interpretato come 24 ore dopo l'accesso effettuato più di recente a un profilo utente specifico.
Se si disattiva questo oggetto Criteri di gruppo e se non si configura la relativa impostazione, quando si riavvia il computer il servizio Profili utente non eliminerà alcun profilo utente.
Le informazioni in questo articolo si applicano a
* Windows Vista Business
* Windows Vista Enterprise
* Windows Vista Home Premium
* Windows Vista Home Basic
* Windows Vista Ultimate
* Windows Vista Enterprise 64-bit edition
* Windows Vista Home Premium 64-bit edition
* Windows Vista Home Basic 64-bit edition
* Windows Vista Ultimate 64-bit edition
* Windows Server 2008 Datacenter without Hyper-V
* Windows Server 2008 Enterprise without Hyper-V
* Windows Server 2008 for Itanium-Based Systems
* Windows Server 2008 Standard without Hyper-V
* Windows Server 2008 Datacenter
* Windows Server 2008 Enterprise
* Windows Server 2008 Standard
* Windows Web Server 2008

Come riparare il MBR di Windows utilizzando Linux Ubuntu
Se voleste riparare l' MBR (Master Boot Record) di Windows, la pratica più consigliata è quella di utilizzare il disco d’installazione originale di Windows, ma come alternativa potreste utilizzare Ubuntu per riparare il MBR di Windows.
Proprio così, è possibile utilizzare una comune versione live CD di Ubuntu per riparare il MBR di Windows senza nemmeno troppe difficoltà. Ecco come fare:
1. Avviare il live CD di Ubuntu.
2. Andare nel menu Sistema > Amministrazione > Sorgenti Software ed abilitare gli Universal repository.
3. Aprire il terminale con permessi da amministratore e dare il comando sudo apt-get install ms-sys per installare ms-sys (http://ms-sys.sourceforge.net/) .
4. Rilevare la partizione in cui è installato Windows dando il comando sudo fdisk -l.
5. La partizione di Windows dovrebbe chiamarsi più o meno /dev/sda1 1 9327 74919096 83 NTFS. Da notare il /dev/sda1 che indica la partizione e la voce NTFS che ne indica il file system.
6. Dare il comando sudo ms-sys –mbr /dev/sda1 (dove /dev/sda1 sta per la partizione, quindi potreste doverlo cambiare) per riparare il MBR.
7. Riavviare il PC.
Finito.

Come abilitare l'utente administrator in windows vista
Per abilitare l'utente administrator su windows vista è necessario eseguire diversi passi:
1. Creare un utente con i privilegi di administrator (ad esempio utente: PIPPO)
2. Eseguire il reboot del pc digitando F8 durante il boot
3. Entrare nella modalita' provvisoria con ausilio rete
4. Eseguire il logon con l'utente con i privilegi di amministratore (PIPPO)
5. Eseguire il pgm "CMD" (shell dos)
6. Eseguire il comando (senza apici): "net user administrator /active"
7. A questo punto l'utente ADMINISTRATOR e' visibile tra gli utenti definiti per il logon ma non e' possibile collegarsi poiche' c'e' una password impostata sconosciuta
8. Collegarsi con l'utente PIPPO (privilegi di administrator) al "pannello di controllo" - "gestione utenti"
9. Inserire una nuova password per l'utente administrator e ridigitarla per conferma (per sicurezza password con minimo 8 caratteri con lettere e numeri)
10. Verificare il logon con utente ADMINISTRATOR
11. Se tutto ok, cambiare i privilegi dell'utente PIPPO da amministratore ad utente normale (utente standard)
12. Vi consiglio di mantenere nel pc solo l'utente ADMINISTRATOR con i reali privilegi di ADMINISTRATOR. Tutti gli altri utenti vi consiglio di definirli come standard per motivi di sicurezza

Super admin in windows Vista
Pochi sanno che Windows Vista nasconde al proprio
interno , un super Admin disattivato, per mezzo del quale è possibile
fare quasi tutto, oltretutto non utilizza il fastidioso controllo UAC.
Per abiliatre la funzione di Super Admin, è necessario accedere al rompt dei comandi con i privilegio di Amministratore
[tasto dx->Esegui come amministratore].
Una volta che si è aperto il prompt dei comandi digitare al suo interno , quanto segue:
Net user administrator /active:yes
Al riavvio successivo, Vi apparirà nella finestra di accesso, la possibilità di avviare il s.o. come <strong>super Amministratore, assieme degli altri utenti normalemente presenti sul Vs pc.
Il super administrator che avete appena creato, NON contiene alcuna Password, ergo consigliamo di inserirla immediatamente.
Il Super Administrator si rivela utile per l'installazione di programmi che non vogliono saperne di installarsi da utente normale, o per accedere a processi cui normalmente non siete abilitati, per disattivarli o modificarli.
Per disattivare l`account Super Admin, in modo simile a quanto descritto
precedentemente, dovrete digitare al prompt dei comandi (start - esegui), la stringa che segue:
Net user administrator /active:no
Sconsigliamo di mantenere attivato il Super Administratore una volta eseguite le modifiche del caso, in quanto potrebbe essere preda di Malware o di
errori da parte di utenti maldestri

Ripristino TCP e winsock su windows vista
Riparare TCP IP e WinSock corrotti:
Nel caso abbiate riscontrato problemi di navigazione o navigate all'interno della VS. rete senza problemi, ma non riuscite ad accedere al web, magari con un messaggio: Impossibile connettersi a Internet , potrebbe essersi corrotto il TCP/IP.
Al contrario di quanto accaduto con Windows XP, Vista non necessita di interventi al registro, ma permette di riparare il TCP/IP, semplicemente attraverso il comando ESEGUI, spiegato ampiamente nei trucchi precedenti.
per riparare il TCP/IP eseguire:
Start - Esegui
netsh interface ipv4 reset
netsh interface ipv6 reset
Riavviare
In modo simile è possibile riparare un WinSock non funzionante, il cui sintomo è l'impossibilità a non connettersi sul web, semplicemente da comando esegui per farlo digitate
Start - Esegui
netsh winsock reset
Riavviare
a riavvio avvenuto la connessione ad internet non funzionante dovrebbe tornare a funzionare
Se nenache cosi dovesse ripristinarsi il normale funzionamento della rete... beh esiste una piccola applicazione che permette di ripristinare i valori di default, nei registri di windows Xp, relativi alle funzionalità winsocks ( protocollo tcpip, connessione ad internet).
Questo software ha inoltre la capacità di fare un backup dei registri prima di eseguire il ripristino.
Download winsocksfix (http://www.compago.it/downloads/WinsockxpFix.38.exe oppure da qui)

Windows Vista: condivisione e permessi in rete
Quando lavoriamo su un computer connesso in una rete locale, possiamo accedere ai contenuti di ogni altro computer collegato. Naturalmente abbiamo la possibilità di indicare quali cartelle debbano essere viste dagli altri PC e quali no, per motivi di privacy e di sicurezza.
Non tutti sanno, però, che è possibile anche impostare per ogni utente i permessi che ha su cartelle e file.
Per condividere una cartella in rete, facciamo clic col tasto destro del mouse sull’icona relativa e scegliamo la voce “Proprietà”. Clicchiamo dunque sulla scheda “Condivisione” e poi sul pulsante “Condividi”.
A questo punto possiamo scegliere, nella lista che comparirà, gli utenti che vogliamo abilitare all’accesso alla nostra cartella.
Per ciascun utente, cliccando sul nome, comparirà un menu con le voci:
* “Lettore”: per permettere solo la visualizzazione dei file della finestra condivisa;
* “Collaboratore”: per permettere anche di aggiungere file e di modificare o eliminare i propri file aggiunti;
* “Comproprietario”, per permettere all’utente di leggere, modificare o eliminare qualsiasi file della cartella.
Terminata la configurazione, un messaggio ci avviserà dell’avvenuta condivisione.
Da “Proprietà/Condivisione/Condivisione avanzata” è possibile anche specificare un numero massimo di accessi simultanei alla cartella e impostare le autorizzazioni di accesso, come già faceva anche Windows XP.

Anteprima immagine
Ogni volta che apro una cartella con delle foto, il computer rallenta.
Il sistema più semplice è senza dubbio quello di impedire a Vista di creare le anteprime. Si tratta di una configurazione avanzata che una volta effettuata diventa valida per tutte le cartelle del sistema. Si comincia aprendo una qualsiasi finestra di esplorazione delle cartelle. Qui scegliamo Organnizza e cerchiamo la voce Opzioni Cartelle e ricerca. Apriamo la scheda Visualizzazione e scorriamola fino alla voce Mostra sempre le icone, ma le anteprime. Spuntiamola e confermiamo le scelte con OK. A questo punto Vista non creerà più le anteprime degli oggetti.

Creazione di un nuovo profilo utente in WINDOWS XP e WINDOWS VISTA
Il profilo utente nei sistemi operativi può corrompersi, con gravi conseguenze come facilmente intuibile, in queste situazioni possiamo crearne uno nuovo per sostituire il vecchio spostando tutto il contenuto della cartella vecchia in questa nuova:
1. Accedere come amministratore o come utente con credenziali amministrative.
2. Fare clic sul pulsante Start e scegliere Pannello di controllo.
3. Fare clic su Account utente.
4. Scegliere la scheda Avanzate e fare clic su Avanzate.
5. Nel riquadro sinistro fare clic sulla cartella Utenti.
6. Scegliere Nuovo utente dal menu Azione.
Immettere le informazioni utente appropriate, quindi scegliere Crea.
copia dei file in un nuovo profilo utente
1. Accedere con un account utente diverso da quello dell'utente il cui profilo è l'origine o la destinazione della copia dei file.
2. In Esplora risorse scegliere Opzioni cartella dal menu Strumenti, scegliere la scheda Visualizzazione, fare clic su Visualizza cartelle e file nascosti, deselezionare la casella di controllo Nascondi i file protetti di sistema, quindi scegliere OK.
3. Individuare la cartella C:\Documents and Settings\Nomeutente_precedente, dove C è l'unità in cui è installato Windows XP e Nomeutente_precedente è il nome del profilo del quale si intende copiare i dati.
4. Tenere premuto CTRL mentre si selezionano i singoli file e le sottocartelle di tale cartella, eccetto i file seguenti:
• Ntuser.dat
• Ntuser.dat.log
• Ntuser.ini
5. Scegliere Copia dal menu Modifica.
6. Individuare la cartella C:\Documents and Settings\Nuovo_Nomeutente, dove C è l'unità in cui è installato Windows XP e Nuovo_Nomeutente è il nome del profilo utente creato nella sezione "Creazione di un nuovo profilo utente".
7. Scegliere Incolla dal menu Modifica.
8. Disconnettersi dal computer, quindi accedere con il nuovo account utente.

Vista - addio ActiveSync, ecco WMDC
Per coloro di voi che hanno combattuto con l'ActiveSync (http://www.microsoft.com/windowsmobile/downloads/activesync41.mspx) per anni e ne hanno maledetto l'esistenza, il giorno è venuto. Microsoft ha abbandonato ActiveSync nella versione Beta 2 di Windows Vista e ha inserito il Windows Mobile Device Center (WMDC) -
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyId=46F72DF1-E46A-4A5F-A791-09F07AAA1914&displaylang=it
http://www.microsoft.com/windowsmobile/devicecenter.mspx (******)
Windows Mobile Device Center ha recentemente ricevuto un aggiornamento in Vista Beta 2 attraverso Windows Update.
L'ultima versione di Windows Mobile Device Center permette a Vista di ottenere il pieno controllo sulla sincronizzazione dei vostri Windows Mobile Phone o PDA.
C'è una nuova interfaccia in grado di mostrarvi la sincronizzazione dei vostri programmi, informazioni Outlook e OneNote 2007 e il solito assortimento di video, foto e musica.
Questa è una delle migliorie più grandi introdotte da Microsoft per le sue piattaforme mobile. ActiveSync è stata una spina nel fianco per i Pocket pc basati su Windows Mobile e Windows Mobile Device Center fa un passa deciso verso la giusta direzione.
Cercare su google: WMDC
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?familyid=83D513EA-9DF9-4920-AF33-3A0E2E4E7BEB&displaylang=it
oppure
drvupdate-x86 dalla cartella download
ActiveSync 4.5.rar dalla cartella download
Compatibilità della versione 4.5
Sistemi operativi supportati:
Windows Server 2003;
Windows Server 2003 Service Pack 1;
Windows Server 2003 Service Pack 2;
Windows XP;
Windows XP 64-bit;
Windows XP Embedded;
Windows XP Embedded Service Pack 1;
Windows XP Embedded Service Pack 2 ;
Windows XP for Itanium-based Systems Version 2003;
Windows XP Home Edition ;
Windows XP Media Center Edition;
Windows XP Professional 64-Bit Edition (Itanium) ;
Windows XP Professional 64-Bit Edition (Itanium) 2003;
Windows XP Professional Edition ;
Windows XP Professional x64 Edition ;
Windows XP Service Pack 1;
Windows XP Service Pack 2;
Windows XP Starter Edition;
Windows XP Tablet PC Edition
Supported Mobile Platforms:
Microsoft® Windows Mobile® 5.0;
Messaging and Security Feature Pack for Microsoft® Windows Mobile® 5.0;
Microsoft® Windows Mobile® 2003 Second Edition;
Microsoft® Windows Mobile® 2003;
Microsoft® Pocket PC 2002, Microsoft® Windows® CE OS version 3.0;
Microsoft® Smartphone 2002, Microsoft® Windows® CE OS version 3.0

vLite, o Vista Lite, è una Utility che permette di customizzare l'installazione di Windows Vista prima che il sistema operativo venga effettivamente installato nel sistema.
Queste le principali funzionalità dell'utility:
* remove components
* integrate drivers
* merge Vista installation CDs into a single image
* apply tweaks
* make bootable CD/DVD
Di seguito le novità introdotte in questa versione:
* new: Driver Integration
* new: Application Compatibility options
* new: 'Components Cache'
* new: 'Offline Files'
* new: 'Remote Registry'
* new: 'Secondary Logon'
* new: 'Task Scheduler'
* new: 'Windows Communication Foundation'
* new: 'XPS Viewer'
* new: 'XPS Document Writer'
* fix: 'Invalid access to memory location' on Filter Manager install
http://www.vlite.net/

Ready Boost
Una delle caratteristiche più innovative di Windows Vista è la possibilità di utilizzare una comune chiavetta USB2 come cache disk per velocizzare il caricamento dei dati. Collegando la chiavetta al pc è possibile selezionare l'opzione "Migliora la velocità del sistema" per abilitare la funzionalità ReadyBoost. Vista chiederà la quantità di spazio da destinare come cache, di conseguenza più spazio offrite maggiori saranno i benefici. L'obiettivo è quello di aumentare la memoria di sistema consentendo ai dati più utilizzati in lettura di essere scritti sulla memoria flash e potervi accedere più rapidamente lasciando libera la RAM per altri usi.
Nei computer portatili utilizzare una chiavetta USB per abilitare il ReadyBoost non sempre è comodo. Molti notebook offrono comunque lettori di schede di memoria, soprattutto di tipo SD Card, che possono essere sfruttati per lo stesso scopo senza alcun ingombro esterno.

Far sparire la Sidebar
Una delle novità estetiche di Windows Vista è la presenza della SideBar, la colonna su cui è possibile collocare i Gadget di sistema per averli sempre a portata di mano sul nostro desktop. Se non la usate si tratta di un inutile spreco di risorse. Cliccate con il tasto destro sull'icona Widnows Sidebar nel systray (la raccolta di icone alla sinistra dell'orologio di sistema) e selezionate proprietà. Disattivate l'opzione "Avvia sidebar all'avvio di windows", cliccate ok e successivamente, sempre dall'icona presente nel systray, selezionate esci. Se doveste ripensarci nessun problema, sarà possibile riabilitare l'opzione dal pannello di controllo.

Ripristinare l'icona di Internet Explorer
Ho eliminato inavvertitamente l'icona di Internet Explorer e non riesco a ripristinarla correttamente. Come ovviare al problema?
Lancia REGEDIT, vai su HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer
e controlla se esiste una sottochiave chiamata "HideDeskTopIcons". Se non esiste, fai click con il tasto destro e scegli "Nuova Chiave", quindi crea la chiave "HideDesktopIcons". All'interno di questa chiave devi crearne un'altra chiamata "NewStartPanel", selezionala e fai ancora click con il tasto destro, poi scegli la voce "Nuovo valore DWORD". Chiama con questo valore
{871C5380-42A0-1069-A2EA-08002B30309D}
senza dimenticare i segni meno e le parentesi graffe: quella aperta si ottiene tenendo premuto il tasto ALT di sinistra mentre premi in sequenza i tasti 123 del tastierino numerico, e quella chiusa si ottiene con ALT+125.
Eventualmente si può ottenere con MAIUSC+CTRL+ALT+è per quella aperta, MAIUSC+CTRL+ALT+ + per quella chiusa.
Accetta il valore 0 proposto dalla procedura e chiudi l'editor del registro di sistema, poi riavvia il computer o attendi qualche minuto: l'icona di Internet Explorer apparirà sul desktop, ma solo se non hai attivato il menu start classico. Se hai attivato il vecchio menu start devi creare una chiave chiamata "ClassicStartMenu" invece di "NewStartPanel".

Copia e Sposta sul tasto destro
Puoi aggiungere i comandi Copia e Sposta sul menu che compare quando fai clic con il tasto destro su un file o una cartella. E' necessario intervenire nel Registro di Vista. Avviare Regedit cercandolo tramite il menu start, quindi andare nella chiave: HKEY_CLASSES_ROOT\AllFileSystemObjects\Shellex\ContextMenuHandlers. Fare clic con il tasto destro e scegliere la voce Nuovo e poi Chiave. Da un nome alla chiave e fai doppio click sul valore di default e al suo posto inserisci la sequenze {C2FBB630-2971-11D1-A18C-00C04FD75D13} per abilitare il menu Copia. Per attivare Sposta usare il valore {C2FBB631-2971-11D1-A18C-00C04FD75D13} dopo aver ripetuto le altre operazioni

Eliminare le anteprime
Per esplorare più velocemente le cartelle del disco fisso, puoi disattivare l'anteprima automatica dei files: con documenti piuttosto grandi, infatti, richiede un bel po' di tempo per il caricamento. Apri una finestra di esplorazione delle cartelle, premi Organizza e cerca la voce Opzioni cartella e ricerca. Apri la scheda Visualizzazione e spunta la voce Mostra sempre le icone, mai le anteprime, conferma le scelte con OK.

Ridimensionamento icone
Per cambiare velocemente le dimensioni delle icone di file, cartelle, dischi, collegamenti e programmi, c'è una scorciatoia. Assicurarsi che la finestra attiva sia quella in cui vuoi operare, tieni premuto il tasto CTRL e fai scorrere la rotella del mouse per cambiare le dimensioni delle icone come preferisci.

Disattivare i messaggi di conferma che compaiono a qualunque operazione effettuata.
Andare in Start - Pannello di Controllo - Account utente e protezione per la famiglia - Account utente e cliccare su Attiva e disattiva controllo account utente. Togliere il segno di spunta dalla voce Per proteggere il computer, utilizzare il controllo dell'account, confermare e riavviare il sistema.

Orologi multipli
Basta un clic con il tasto destro del mouse sull'orologio di sistema di Vista per scegliere la voce Modifica Data/Ora. Scegli la scheda orologi aggiuntivi e spunta la voce Mostra questo orologio. Poi scegli un fuso orario e un nome per il nuovo orologio.

Completamento automatico degli indirizzi
Scrivere sempre a mano gli indirizzi dei siti Internet che visiti quotidianamente e che non hai memorizzato nei Preferiti è una scocciatura. Per risparmiare tempo scrivi direttamente nella barra degli indirizzi il nome del sito e poi premi la combinazione di tasti CTRL+INVIO. L'indirizzo del sito si completerà automaticamente

Invia a... dove vuoi tu....
Il comando Invia a, richiamabile con un clic del tasto destro del mouse su un file, può essere personalizzato con altre voci. Apri una qualsiasi finestra di esplorazione del disco fisso e nella barra dell'indirizzo inserisci
%APPDATA%\Microsoft\Windows\SendTo
Ora vedrai le stesse scorciatoie che trovi nel menu Invia a:

Rinominare contemporaneamente più file
Per rinominare i file in modo sequenziale basta selezionarli tutti e fare clic con il tasto destro scegliendo Rinomina: assumeranno automaticamente tutti il nome dato e verrà aggiunto un numero. Se invece ogni file deve avere un numero differente basta premere "tab" per passare automaticamente a rinominare manualmente quello successivo.

File host
http://www.mvps.org/winhelp2002/hosts.htm
Windows Vista = C:\WINDOWS\SYSTEM32\DRIVERS\ETC
Windows XP = C:\WINDOWS\SYSTEM32\DRIVERS\ETC
Windows 2K = C:\WINNT\SYSTEM32\DRIVERS\ETC
Win 98/ME = C:\WINDOWS

TaskManager
La combinazione di tasti CTRL+ALT+CANC in Windows Vista non apre più il Task Manager, ma un menu a pieno schermo. Per aprire direttamente il Task Manager (che ora viene chiamato Gestione Attività) bisogna premere invece CTRL+SHIF+ESC

Esegui
Nel menu Start di Vista non è più visibile la voce Esegui. Per ritrovarla basta digitare "esegui" nel campo di ricerca; in alternativa è possibile richiamare direttamente la finestra di dialogo esegui usando la combinazione di tasti WINDOWS+R

Riattivazione di Windows Vista
E' possibile salvare i dati di attivazione in Windows Vista?
Backup attivazione Vista
Nel caso a qualcuno potesse interessare la procedura da seguire per salvare il file di attivazione di Vista per ripristinarlo dopo una formattazione......
Acquistare, installare e registrare Windows Vista
Portarsi nella cartella
C:\Windows\ServiceProfiles\NetworkService\AppData\ Roaming\Microsoft\SoftwareLicensing
Effettuare il backup del file tokens.dat
Dopo una formattazione e reinstallazione (senza modiche hardware) tornare
nella cartella
C:\Windows\ServiceProfiles\NetworkService\AppData\ Roaming\Microsoft\SoftwareLicensing
Modificare i permessi del file tokens.dat (renderlo modificabile
dall'utente)
A questo punto riavviare Vista in modalità provvisoria (F5 > F8) e
sostituire il file tokens.dat con quello
della prime installazione (del quale abbiamo il backup).
Vista dopo il riavvio è nuovamente attivo.
P.S. per visualizzare file e cartelle e' necessario abilitare la visualizzazione dei files nascosti.

Super Amministratori
Come noto per eseguire alcune operazioni "delicate", in Windows Vista è necessario disabilitare lo UAC (User Access Control). Windows Vista "nasconde" all'interno uno super-utenza (disattivata per impostazione predefinita), che non utilizza il controllo UAC ma permette di fare quasi tutto: per esempio è utile per installare applicazioni che non si installano come utente normale, o per accedere a processi (come, per modificare le impostazioni) ac ui normalmente non si è abilitati. Per attivare questo Super Admin, bisogna aprire il prompt dei comandi con i privilegi di Amministratore e digitare:
net user administrator /active:yes
Al successivo riavvio si ha la possibilità di avviare Vista, oltre che con normali utenze, anche come Super Amministratore. E' opportuno impostare immediatamente una password per la super utenza (perchè non ne possiede nessuna!). Naturalmente se non siete gli unici ad utilizzare il vostro PC, o se temete infezioni da virus o altri malware, una volta eseguite le modifiche desiderate è opportuno disattivare il Super-Admin; per farlo, in maniera analoga alla precedente, bisogna impostare su "active:no".

Disabilitare le miniature grafiche nella barra delle applicazioni
Fare clic destro sulla barra delle applicazioni, selezionare Proprietà dal menu contestuale e, nella finestra che appare, fare clic sulla scheda Barra della Applicazioni. Qui deselezioniamo l'opzione Mostra Anteprima finestre. Confermare le modifiche con OK. Le modifiche diventano immediatamente operative senza necessità di riavviare il computer. Se in segtuito si desidera riattivare la visualizzazione delle miniature basta semplicemente selezionare nuovamente l'opzione.

Aero per tutti
In molti casi, VIsta Home Basic viene installata dai produttori di pc in quei computer che non dispongono di una configurazione sufficientemente potente per visualizzare l'interfaccia avanzata Aero Glass. I requisiti hardware minimi per ottenere effetti tridimensionali, trasparenze e un aspetto generale del desktop molto più piacevole moderno riguardano in particolare le caratteristiche tecniche della sezione grafica, che dev'essere compatibile con l'accelerazione 3D hardware DirectX 9, disporre di driver WDDM (Windows Dispaly Driver Model), gestire correttamente i Pixel Shader 2.0 a 32 bit per pixel e poter indirizzare almeno 128 Mb di memoria video dedicata. Esistono però diversi casi in cui i produttori di pc hanno preferito scegliere la versione Home Basic per contenere i prezzi, nonostante le caratteristiche hardware della scheda video fossero in realtà sufficienti per il passaggio ad Aero Glass; utilizzando il registro di configurazione, però, è possibile sbloccare questa funzione, che è semplicemente disabilitata: per prima cosa, avviare l'editor del Registry, aprendo il menù Start e digitando "regedit" (senza virgolette), nel campo di ricerca. Selezionare la chiave HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\Dwm e modificare i valori Composition e CompositionPolicy, impostandoli rispettivamente a 1 e 2. E' quindi necessario riavviare il Desktop Windows Manager, digitando i seguenti comandi in una finestra DOS:
net stop uxsms
net start uxsms
A questo punto, è sufficiente riavviare il computer per applicare le nuove impostazioni.
Per lavorare con Aero, basta schiacciare i tasti "Bandiera di Windows+TAB".

Disabilitare UAC (Controllo Account Utente)
Per disabilitare le continue richieste di Windows, bisogna disattivare il Controllo Account Utente nel Pannello di Controllo. Una soluzione più raffinata al problema è rappresentata dalla console di gestione delle Policy di Protezione: è sufficiente digitare "secpol.msc" nel campo di ricerca di Windows Vista per avviare la Console di Gestione. Visualizzare le opzioni di configurazioni relative ai Criteri di Protezione. utilizzando l'albero a sinistra si può raggiungere la sezione Criteri locali\Opzioni di protezione, che permetterà la visualizzazione di una nutrita serie di opzioni nella parte destra dello schermo. Scorrendo la lista è sufficiente raggiungere il gruppo dedicato al Controllo Account Utente, in cui è possibile personalizzarne il funzionamento, per esempio disattivando la necessità di confermare l'installazione di nuovo software, oppure limitando la possibilità di elevare il livello d'accesso al sistema soltando ai file contrassegnati da firma digitale.

Velocizzare Windows Vista
1 - Seguite il percorso Start - Pannello di Controllo (Nella visualizzazione a gruppi di Vista) - Sistema e manutenzione - Performance Information and Tools - Advanced Tools. Nella finestra troverete nella parte alta le segnalazioni dei problemi che potrebbero causare malfunzionamenti al pc: facendo click su ciascuna e seguendo quanto visualizzato nelle schermate successive vi verranno proposte delle soluzioni
2 - Sempre nella finestra di cui sopra (Start - Pannello di Controllo (Nella visualizzazione a gru,ppi di Vista) - Sistema e manutenzione - Performance Information and Tools - Advanced Tools), c'è un'icona View Performance Detail in Event Log, che è un ottimo posto in cui andare a controllare quali errori si sono verificati nel sistema in fase di avvio, così da farvi un'idea. In particolare, gli eventi che sono identificati con numeri progressivi compresi fra 100 e 199 sono quelli relativi alla fase di avvio del sistema operativo.
3 - AutoRuns è un freeware Microsoft che potete usare in alternativa ai precedenti per vedere quali servizi e applicazioni Windows sta avviando in automatico, e in quale ordine. Potete scaricarlo dal sito Microsoft. Di default questa utility mostra tutto quello che è incluso nelle cartelle startup RUN, RUNONCE e nelle relative chiavi di registro.

Dual Boot XP/Vista (Vedi sezione MultiBoot)
Ho acquistato un notebook con Windows Vista. Ho installato poi Windows XP da un  CD in una seconda partizione diversa da quella di Vista, ma non mi viene visualizzata una schermata nella quale scegliere con quale sistema avviare il sistema.
Questo problema è contemplato addirittura nella knowledge base di Microsoft, e si verifica quando XP viene installato dopo Vista, in ordine temporale. La soluzione c'è ed è di semplice applicazione, basta semplicemente seguire le indicazioni qui di seguito.
Dopo aver effettuato il Log On come Administrator, ripristinare il Master Boot Record di Windows Vista digitando dal prompt dei comandi (raggiungibile mediante il percorso Start - Esegui - CMD), la stringa di comando: x:\boot\bootsect.exe -NT60 All
dove x è l'unità dove è presente il DVD di Vista. A questo punto digita il comando
x:\windows\system32\bcedit create {NTLDR}- D "descrizione della precedente versione di windows"
in cui la parte fra virgolette si dovrà scrivere "Windows XP", Wi ndows Server 2003 o il nome del sistema operativo.
Digita quindi
x:\windows\system32\bcedit -set {NTLDR} device partition=y:
dove x è la directory dove è installato WindowsVista e y: è la lettera della partizione attiva.
A questo punto digita la stringa di comando:
x:\windows\system32\bcedit -set {NTLDR} path \ntldr, seguita da quella x:\windows\system32\bcedit - displayorder {NTLDR} addlast
Arrivati alla fine, si può riavviare il computer e dovrebbe comparire la schermata in cui decidere da quale sistema operativo avviare il pc. Volendo, per la stessa procedura, può essere utilizzato Vista BootPro
http://support.microsoft.com/kb/919529/it - http://support.microsoft.com/kb/919529/en-us

Mostrare i menu
Per visualizzare i menu è sufficiente premete ALT o F10. Ed ecco che i menu riappaiono, per scomparire di nuovo appena viene eseguito un comando. Per visualizzarli in modo permanente, selezionate Organizza, Opzioni Cartella, Visualizzazione, quindi attivate "mostra sempre i menu".

Mostrare le icone del desktop
Per recuperare e riportare sul desktop le vecchie icone, come ad esempio Cestino e Risorse del Computer (Computer): sotto Attività, fate click su "impostazioni icone sul desktop". Inserite un segno di spunta e confermate con OK per ogni voce che desiderate visualizzare.

Ricerche multiple
Per ottenere che il sistema di ricerca sul desktop trovi due termini collegati, fate click su Start e, nel campo di ricerca inserite: "parola AND parola". L'elemento AND deve essere scritto tutto maiuscolo (non chiedere il perchè di questo... forse solo per mettere in risalto la ricerca).

Windows 3D
Nell'interfaccia Aero, Vista presenta la funzione Flip3D che si attiva premendo Win+Tab. Senza il tasto Windows, Flip3D è raggiungibile con il comando "rundll32 Dwmapi #105". Il comando ha il vantaggio di tenere aperto Flip3D senza dover tener premuto alcun tasto.
Altrimenti, per sistemi operativi come Windows XP, è possibile scaricare il seguente programma Flip3D

Ripristinare il login classico
Chi preferisce il login classico della precedente versione di windows, lo può ripristinare. Fare click su Start e, in basso, nel campo di inserimento scrivere il comando "secpol.msc" quindi premete invio.

Maschera di accesso
Nella finestra che si apre fate doppio clic su "Criteri Locali/Opzioni di Protezione". Nella finestra successiva aprite la voce "Accesso interattivo: Non visualizzare l'ultimo nome utente" e qui impostate "Attivato", quindi riavviate il pc. Vista presenterà la maschera di accesso tradizionale.

Addio Avvio automatico
La funzione di esecuzione automatica è utile per avviare antivirus e programmi desktop senza l'intervento dell'utente, ma molti programmi di Windows si servono di questa funzione senza che l'abbia deciso l'utente. Consigliamo di verificare regolarmente i programmi ad avvio automatico e di rimuovere tutti i componenti che non servono.

Pulizia del registro
Chi ha disattivato alcuni elementi di avvio e sa come muoversi nel registro di configurazione, può rimuovere i comandi rimasti orfani con un semplice intervento nel registro. Per questa operazione bisogna prestare attenzione a due chiavi:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Shared Tools\MsConfig\Startupreg
è preposto a tutti tutti i programmi che vengono inizializzati attraverso una voce del registro di configurazione, mentre nel
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Shared Tools\MsConfig\Startupfolder
sono invece inserite tutte le applicazioni che vengono richiamate attraverlo la cartella di sistema ESECUZIONE AUTOMATICA.

Password disattivate
Se si disattiva la password relativa al proprio account utente, il processo di accesso diventa automatico e si risparmia qualche secondo. Fate click su Start - Pannello di Controllo - Account utente, quindi selezionate Cambia Password di WIndows.

Disabilitare servizi non indispensabili
In vista sono parecchi i servizi che possono essere disabilitati per incrementare le prestazioni.
Per farlo, si può agire in modo analogo a quanto suggerito per Windows XP, per mezzo del comando SERVICES.MSC , da Start/Esegui, oppure più semplicemente portarsi nella cartella servizi da Pannello di controllo/Strumenti di amministrazione.
Desktop Window Manager Session Manager :
Permette di abilitare il Desktop Window Manager all'avvio, e di apportare modifiche ad esso.
se NON avete intezione di utilizzare Aero, può essere disabilitato.
Diagnostic Policy Service (Sistema diagnostica):
Permette di rilevare errori ed abilita le soluzioni offerte da Microsoft. Puo' essere disabilitato senza problemi.
Diagnostic Service Host (Servizio Criteri Diagnostica) :
Come sopra
Diagnostic System Host :
Come sopra
Offline Files (File non in linea) :
L'Offline Files service, permette l'abilitazione della cache dei file offline, caricari all'avvio, da parte del singolo utente, utile per coloro che navigano offline.
Qual'ora non utilizziate questa modalità consigliamo di disabilitarlo.
Terminal Services :
Permette di connettersi interattivamente ad un computer per mezzo del Remote Desktop e del Terminal Server.
Qual'ora non utilizziate questa feature consigliamo di disabilitare il servizio in avvio.
Windows Error Reporting Service (Servizio segnalazioni errori di Windows) :
Permette di abilitare il report degli errori, quando un programma smette di funzionare o è soggetto ad uno stop improvviso.
Qual'ora non utilizziate questa modalità consigliamo di disabilitarlo.
Windows Search (ricerca Windows):
In Windows XP , e le versioni precedenti, veniva indicato con il nome di Indexing Service / servizi di indicizzazione.
permette una indicizzazione e ricerca più rapida dei file all'interno del Vs. disco.
Qual'ora non abbiate intezione di utilizzare questa modalità consigliamo di disabilitarlo.
Ricapitolando, i servizi che possono essere disabilitati sono:
File non in linea
Machine Debug Manager
NMIndexingService
Ricerca di Windows
Routing e accesso remoto
Servizi terminal
Servizio di condivisione porte Net.Tcp
Servizio di input Tablet PC (qualora non abbiate un tablet)
Servizio windows media Center Extended
Temi
Utilità di avvio servizi windows media center
Readyboost

Avviare l’assistenza remota
l'uso dello strumento di "Assistenza remota" in Windows Vista è molto simile a quello di Windows XP.
Le uniche differenze riguardano principalmente l'aspetto grafico dell'applicazione.
Diversa è, inoltre, la modalità di invio della domanda di aiuto: mentre in Vista è possibile spedire la richiesta solo per e-mail (con Outlook o con la Webmail, allegando il file generato da "Assistenza remota"), con XP oltre all'invio per posta elettronica è disponibile anche la chiamata con Messenger, che permette di spiegare all'amico la situazione ed inviargli la password impostata per l'accesso al servizio.
Per avviare "Assistenza remota" in Vista non dovete fare altro che andare su "Pagina iniziale Guida" e cliccare sull'opzione "Chiedi a qualcuno".

Dual BOOT XP VISTA
Esiste un metodo semplice per ottenere un Dual Boot pulito anche in presenza di Boot multipli precedenti. Esempio con :
- Vista in C:\
- Windows Xp in D:\
Installare per primo Windows XP (nel disco D:\ - in modo da poter successivamente installare Vista nella partizione principale), lasciando l'altra vuota o con qualsiasi altro sistema operativo.
IMP: Una volta installato effettuare il salvataggio (su di un floppy o drive pen o altro disco) di questi 3 FILE:
- Boot.ini
- NTdetect
- NTLDR
qual'ora non riusciate a visualizzarli dovrete andare alla voce di Esplora Risorse:
- Strumenti - opzioni cartella - visualizzazione - visualizza file e cartelle nascosti. (XP)
Oppure
- Organizza - Opzioni cartelle e ricerca - visualizzazione - visualizza file e cartelle nascosti . (VISTA)
Di seguito installate Windows Vista in C:\ , sovrascrivendo tranquillamente o formattando la partizione esistente in C:\, senza aver timore di aver cancellato alcunchè. Ovviamente al riavvio sucessivo , potrete partire con disponibile, unicamente Windows Vista .
A questo punto dovrete utilizzare Easy Boot CD, come descritto in questa pagina, creando i presupposti per il dual boot tra XP e VISTA, selezionando a priori quale sarà il sistema operativo che desiderate par partire per primo.
Ricordate i file che vi abbiamo fatto salvare ?? è ora di tirarli fuori, per potere accedere ad un semplice dual boot Vista / XP.
Copiate i 3 file nella root di C:\ - (nella partizione in cui avete installato Vista)
A questo punto dovrete eventualmente modificare il Vs. file BOOT.ini per ottenere il dual boot, come segue:
[boot loader]
timeout=3
default=multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(2)\WINDOWS
[operating systems]
multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(2)\WINDOWS="Microsoft Windows XP Professional" /fastdetect
Nient'altro.
Windows Vista troverà i file ed effettuerà il dual boot, non è necessario aggiungere null'altro al BOOT.ini
Se avete dei dubbi sul funzionamento del file boot.ini o avete necessità di installarlo in partizioni o dischi differenti dall'esempio, vi consigliamo di leggere questo articolo sul BOOT.ini alla sezione

Aero abilitare disabilitare la nuova interfaccia grafica di Windows Vista
Chi di noi ha già installato, anche se in versione di prova, Windows Vista avrà certamente notato una nuova interfaccia grafica, in particolare alcune caratteristiche sono peculiari di questa interfaccia nuova:
1) La trasparenza delle finestre e degli stessi contenutii, cosi come le cornici in modo da rendere comunque visibili gli oggetti sul desktop, mentre la riduzione ad icona delle finestre avviene in modo di mostrare una miniatura che ci permetterà di vederle senza aprire le finestre stesse.
2)Il comando ALT+TAB, usato da alcuni, permetterà il passaggio da una finestra all'altra attraverso queste miniature.
3)Un comando FLIP che permetterà di vedere le finestre affiancate sul desktop simulando una situazione tridimensionale.
Per poter avere AERO occorre che la macchina corrisponda a delle specifiche tecniche minime: un processsore da 1 GigaHertz, 1 Gigabyte di memoria di sistema, una scheda grafica con caratteristiche ben precise: DirectX9, Pixel Shader 2, WDDM (Windows Display Drive Model ), 64 Mb minimo di memoria grafica dedicata e fino a 256 Mb per una risoluzione più alta.
Utilizzando alcune chiavi del registro possiamo abilitare o disabilitare AERO , va da se che se non trova le condizioni a lui congeniali si disabiliterà in maniera automatica.
La modifica va fatta sul acuni valori di WORD:
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\DWM]
EnableMachineCheck’ (Avalon Engine)
0 disattiva l’hardware checking, 1 la abilita.
‘Glass’
1 abilita Aero Glass, 0 torna ad Aero.
‘Blur’
1 abilita il blur (sfocatura), 0 torna alla trasparenza.
"UseAlternateButtons"
0 allunga i pulsanti, 1 li rende squadrati.
‘Animations’
0 disattiva le animazioni, 1 le abilita.
‘AnimationsShiftKey‘
0 disattiva le slow animations con tasto shift, 1 le abilita.

Forzare Aero
Come abilitare l'interfaccia grafica di Aero:
In alcune versioni di Vista (Home Basic) l'interfaccia grafica "Aero" è disabilitata, o se per qualsiasi motivo non riuscite più ad abilitare Aero, Vi forniamo un semplice trucco per poter comunque visualizzare l'interfaccia di Aero:
- Assicuratevi che i seguenti registri di configurazione siano settati come segue
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\DWM\Composition (32-bit DWORD) settato su 1
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\DWM\CompositionPolicy settato su 2
Riavviare il DWM, per mezzo del prompt dei comandi (start - esegui - cmd), avendo la certezza di avere i permesi di amministratore, per mezzo dei seguenti comandi:
- net stop uxsms
- net start uxsms
Riavviare il sistema.
ed ecco avviato Aero , anche su Windows Vista Home Basic

Forzare AERO su schede video incompatibili
Espandere il contenuto file AERO.zip  che trovate in allegato, in
C:\Windows\System32\GroupPolicy\User\Scripts\Logon
Scompattare il file in una cartella a propria scelta es: c:\aero
Richiamare START - ESEGUI e digitare gpedit.msc
Sulla colonna di sinistra posizionati su : Configurazione Utente - (Accesso/Fine Sessione)
Accesso
Sulla colonna di destra clickare su Accesso
Premere il pulsante aggiungi (o effettuare doppio click) su c:\aero\aero.bat
Nel caso si riscontrassero problemi nell'avviare il file GPedit.MSC per Vista, scaricate qui:

Salvare attivazione Vista
Un semplice trucco per porre al sicuro l'attivazione di Windows Vista.
Probabilmente i lettori di vecchia data ricordano il metodo per salvare la propria attivazione di Windows XP , salvando su un floppy il file wpa.dbl, fino al service pack 2 .
In modo simile, è possibile salvare la propria registrazione di VISTA, salvando il file .
- TOKENS.DAT
(Abilitare la visualizzazione file nascosti )
Che trovate al percorso :
C:/Windows/ServiceProfiles/NetworkService/AppData/Roaming/Microsoft/SoftwareLicensing/tokens.dat
salvandolo su di un supporto a Vs. piacimento.
In caso di problemi nelle registrazioni o a seguito di una qualche re-installazione, copiare il file nella sua destinazione originale.

Super Admin nascosto
Pochi sanno che Windows Vista nasconde al proprio interno , un super Admin disattivato, per mezzo del quale è possibile fare quasi tutto, oltretutto non utilizza il fastidioso controllo UAC.
Per abiliatre la funzione di Super Admin, è necessario accedere al rompt dei comandi con i privilegio di Amministratore
[tasto dx->Esegui come amministratore].
Una volta che si è aperto il prompt dei comandi digitare al suo interno , quanto segue:
Net user administrator /active:yes
Al riavvio successivo, Vi apparirà nella finestra di accesso, la possibilità di avviare il s.o. come super Amministratore, assieme degli altri utenti normalemente presenti sul Vs pc..
IMP: Il super administrator che avete appena creato, NON contiene alcuna Password, ergo consigliamo di inserirla immediatamente.
Il Super Administrator si rivela utile per l'installazione di programmi che non vogliono saperne di installarsi da utente normale , o per accedere a processi cui normalmente non siete abilitati, per disattivarli o modificarli.
Per disattivare l`account Super Admin, in modo simile a quanto descritto precedentemente, dovrete digitare al prompt dei comandi (start - esegui), la stringa che segue:
Net user administrator /active:no
Sconsigliamo di mantenere attivato il Super Administratore una volta eseguite le modifiche del caso, in quanto potrebbe essere preda di Malware o di errori da parte di utenti maldestri.

Modificare le impostazioni TCP/IP
TCP/IP definisce il linguaggio utilizzato dal computer per comunicare con altri computer. È consigliabile l'uso di DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) automatizzato, se supportato dalla rete, per assegnare automaticamente gli indirizzi IP ai computer della rete. Se si utilizza DHCP, non sarà necessario modificare le impostazioni qualora si sposti il computer in un altro percorso. DHCP non richiede inoltre la configurazione manuale di impostazioni quali DNS (Domain Name System) e WindowsWINS (Internet Name Service).
1. Per aprire Connessioni di rete, fare clic sul pulsante StartImmagine del pulsante Start, scegliere Pannello di controllo, Rete e Internet, Centro connessioni di rete e condivisione e quindi Gestisci connessioni di rete.
2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla connessione che si desidera modificare e quindi scegliere Proprietà. Autorizzazioni di amministratore necessarie Se viene chiesto di specificare una password di amministratore o di confermare, digitare la password o confermare.
3. Fare clic sulla scheda Rete. In La connessione utilizza gli elementi seguenti fare clic su Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4) o Protocollo Internet versione 6 (TCP/IPv6) e quindi fare clic su Proprietà.
4. Per specificare le impostazioni dell'indirizzo IP IPv4, eseguire una delle operazioni seguenti:
• Per ottenere automaticamente le impostazioni IP, fare clic su Ottieni automaticamente un indirizzo IP e quindi su OK.
• Per specificare un indirizzo IP, fare clic su Utilizza il seguente indirizzo IP e quindi nelle caselle Indirizzo IP, Subnet mask e Gateway predefinito digitare le impostazioni dell'indirizzo IP.
5. Per specificare le impostazioni dell'indirizzo IP IPv6, eseguire una delle operazioni seguenti:
• Per ottenere automaticamente le impostazioni IP, fare clic su Ottieni automaticamente un indirizzo IPv6 e quindi su OK.
• Per specificare un indirizzo IP, fare clic su Usa l'indirizzo IPv6 seguente e quindi nelle caselle Indirizzo IPv6, Lunghezza prefisso subnet e Gateway predefinito digitare le impostazioni dell'indirizzo IP.
6. Per specificare le impostazioni dell'indirizzo server DNS, eseguire una delle operazioni seguenti:
• Per ottenere automaticamente un indirizzo server DNS, fare clic su Ottieni indirizzo server DNS automaticamente e quindi su OK.
• Per specificare un indirizzo server DNS, fare clic su Utilizza i seguenti indirizzi server DNS e quindi nelle caselle Server DNS preferito e Server DNS alternativo digitare gli indirizzi dei server DNS primario e secondario.
7. Per modificare le impostazioni DNS, WINS e IP, fare clic su Avanzate.

Installare Vista in dual boot con XP
Un consiglio per installare Windows Vista in dual boot con Windows XP, ossia per avere entrambi i sistemi operativi installti sullo stesso PC.
Questa operazione può essere utile per provare Windows Vista senza rinunciare alla comodità di Windows Xp.
Bisogna tenere presente però che, se si esegue l’installazione partendo da Xp, Vista verrà posizionato in una partizione dell’hard disk creata appositamente e denominata probabilmente D: .
Per evitarlo dovete avviare il sistema dal DVD di Vista facendo partire l’installazione direttamente da lì.
In questo modo entrambi i sistemi operativi verranno installati sul disco C: e le applicazioni che scelgono quello come percorso di default partiranno senza fare confusione.
In questo modo, tutto ciò che verrà installato durante l’utilizzo di Windows Vista apparirà nella vostra partizione primaria.

Disabilitare i messaggi di Vista (UAC )
Andare nel Pannello di Controllo - Account utente e protezione per la famiglia.
Clicchiamo sul link Account utente, poi su Attiva o disattiva Controllo account utente, quindi su Continua quando compare il messaggio di avviso. Deselezioniamo Per proteggere il computer, utilizzare il controllo dell'account utente presente nella schermata successiva, premiamo Ok e riavviamo il PC.
Per verificare di aver disabilitato correttamente l'UAC, apriamo il centro di sicurezza di Windows Vista cliccando due volte sul simbolo dello scuso sulla traybar. Nella sezione Altre impostazioni di protezioni compare la voce Disattivato accanto a Controllo account utente. Per riabilitarlo, clicchiamo su Attiva ora.

Vista non si spegne più
Vista pensa all'ambiente e ci impone il risparmio energetico, spegnendosi automaticamente dopo un'ora di inutilizzo. Peccato che lasciare al computer un incarico importante non sia propriamente un inutilizzo: ecco come evitare che Vista spenga il computer durante la nostra assenza.
Come nella maggior parte dei casi, per cambiare le impostazioni del sistema occorre accedere al Pannello di controllo di Windows, in questo caso, avviare Opzioni risparmio energia. Anche se si potesse limitarci a "Prestazioni Elevate" in basso a destra, è meglio se si usa il menu a sinistra, selezionando Modifica impostazioni di sospensione del computer. Opzione Sospensione computer. Aprire il menu a discesa corrispondente e seleziona Mai. In questo modo disattivi la sospensione mantenendo invariate le altre opzioni di risparmio.

Questione di privilegi
Perchè in Windows Vista la questione dei privilegi, associati all'account utente di chi sta usando il computer, è tanto importante?
Windows98 e ME erano pensati per i PC utilizzati di norma da una sola persona, oppure da più persone in grado di amministrare nello stesso modo le risorse del PC. Al pari di Linux, Windows 2000 e XP sono invece sistemi operativi progettati per la multiutenza, in cui pochi utenti possono amministrare il computer installando e rimuovendo programmi, mentre agli altri è lasciato il solo uso. Vista ripropone questo modello in modo molto più marcato rispetto a XP, incoraggiandoci a creare sempre almeno due profili, uno da amministratore del sistema, da usare per l'installazione e la rimozione dei programmi, l'altro da utilizzatore comune con il quale navigare su internet e usare i programmi installati.. L'uso di questo progilo impedisce la ricezione e l'installazione involontaria di virus o di altri programmi pericolosi nel PC proprio perchè mancano i privilegi per l'installazione del software. Gli utilizzatori comuni possono salvare i file nella "cartella utente", oppure su chiave USB ma non altrove, a meno che l'amministratore non intenda assegnare i diritti di srittura su una data cartella.

Flip3D
Flip3D permette di passare da una finestra all'altra in modo coreografico, tenendo premuto il tasto WIN e schiacciando più volte il tasto TAB. E' possibile anche fissare la visualizzazione di Flip3D premendo una volta WIN+TAB+CTRL e poi spostandosi tra le finestre con i tasti freccia o con la rotella dei mouse. Una volta scelta la finestra da visualizzare, si può tornare al desktop con il tasto INVIO.

Installare XP dopo Vista
Non riesco ad installare Windows XP sul nuovo pc portatile con disco fisso S-ATA.
Installando XP, nei primi passaggi della procedura guidata si nota un invito a premere il tasto F6 per installare i driver SCSI di terze parti. Dopo aver premuto tale tasto, si deve inserire un floppy con i drivers per il controller Serial-Ata che di solito si riescono a recuperare nel sito internet del produttore della scheda madre. Se il PC non è dotato di un lettore floppy, l'operazione si complica ma resta fattibile. In pratica, si deve creare un nuovo CD d'installazione di Windows XP che comprende i driver per il dispositivo di controllo del disco fisso.
Altrimenti si può provare a vedere nel BIOS se esiste la possibilità di far riconoscere il disco fisso in modalità COMPATIBILE o IDE e quindi sarà possibile, probabilmente, installare il sistema operativo WindowsXP.

Catturare le schermate
Tutti conoscono la funzione STAMP o ALT+STAMP per catturare le schermate. Oggi con Vista esiste una nuova opzione data da un programma chiamato "Strumento di cattura", che si trova in Start - Tutti i programmi  - Accessori. Quando si avvia l'applicazione, il desktop di Windows diventa opaco e in primo piano appare una finestra che consente di scegliere un'operazione. I comandi raccolti nel menu a tendina associato al pulsante nuovo permettono di catturare un'area dello schermo disegnata a mano libera, un'area rettangolare, una finestra o lo schermo intero. L'elemento dell'interfaccia che viene catturato può poi essere ritoccato (attraverso una specie di penna e un evidenziatore) e salvato su disco in formato GIF, PNG, JPG o MHT, per essere utilizzato con altri programmi.

Problemi con NAS e Home Premium
Non si riesce ad accedere ad una unità NAS con disco Maxtor, se non dopo un'attesa di 10 minuti. E' possibile fare qualcosa?
Il problema potrebbe essere dato da una difficoltà di connessione con il server SAMBA NAS dei sistemi Maxtor. Si tratta di una incompatibilità di Windows Vista. Puoi provare questa soluzione. Apri il Registro di sistema (Start - Regedit), quindi apri la chiava HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Lsa e cambia il valore di LMCompatibilityLevel da 3 a 1.

La Copia shadow
Quante volte abbiamo sovrascritto un file su cui stavamo lavorando? Ebbene Windows Vista ha pensato bene di risolvere il problema...
Spesso capita infatti di eliminare (o modificare) involontariamente un file, perdendo così dati preziosi. La nuova versione di Windows, Windows Vista (in particolare le edizioni Business, Ultimate e Enterprise) contengono un'utility per la protezione dei dati: Copia shadow.
Copia Shadow crea automaticamente delle copie dei file durante il lavoro, facilitando così il recupero delle versioni precedenti di un documento eliminato per sbaglio.

I dati in Windows Vista

Tipo di documento Percorso standard
Documenti c:\users\nomeutente\documenti
Immagini c:\users\nomeutente\immagini
File musicali c:\users\nomeutente\musica
File video c:\users\nomeutente\video
Desktop c:\users\nomeutente\desktop
Posta elettronica Windows Mail c:\users\nomeutente\appdata\local\microsoft\windows mail
File temporanei di internet c:\users\nomeutente\appdata\local\microsoft\windows\temporary internet files
Cookies c:\users\nomeutente\cookies
Documenti recenti c:\users\nomeutente\recent
Preferiti di Windows c:\users\nomeutente\favourites
Cartella temporanea di Windows c:\windows\temp
Cartella temporanea utente c:\users\nomeutente\appdata\localhistory

Disattivare il Controllo dell'account utente
Windows Vista è configurato in modo che ogni programma avviato provochi la visualizzazione di una finestra di dialogo, con il preciso scopo di informare l'utente di ogni applicazione in esecuzione ad evitare sorprese.
Per disabilitare la visualizzazione di questa finestra, bisogna accedere al Pannello di controllo dal menu Start, dopo di che facciamo click sull'icona Account Utente. Dalla finestra che compare è necessario selezionare il collegamento Attiva o disattiva Controllo account utente e, dalla nuova finestra che compare, deselezionare l'unica casella presente ("Per proteggere il computer, utilizzare il controllo dell'account utente"), confermando con il pulsante OK.

Eliminare i suggerimenti popup
Per far sparire avvisi e consigli che compaiono qua e là nel menu principale si deve accedere all'Editor Oggetti Criteri di gruppo. Il modo più veloce è digitare nella solita area di testo del menu Start il nome "gpedit.msc". Espandete la voce Modelli amministrativi sotto Configurazione utente, quindi cliccate sulla voce menu start e barra delle applicazioni. Fate doppio clic su Disattiva i suggerimenti sulle voci del menu Start e scegliete Attivata nella finestra di dialogo che compare.

Ripristinare il logon in stile NT
Per tornare alla vecchia schermata di accesso al sistema con CTRL+ALT+CANC avviate l'impostazione dei Criteri di protezione locali, digitando secpol.msc nel campo di ricerca del menu start. Espandete la voce Criteri locali e Opzioni di protezione e fate doppio clic su Accesso interattivo: non visualizzate l'ultimo nome utente. Attivate la funzione e al prossimo accesso dell'utente la schermata sarà di tipo classico.

Forzare l'attivazione di Aero Glass
Se la vostra scheda grafica pur avendo un hardware compatibile DirectX9c e driver WDM non è considerata dal sistema in grado di far girare Aero Glass, potete attivare ugualmente l'interfaccia usando il registro. Avviate Regedit e andare alla voce HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\DWM. Cambiate il valore di Composition a 1 e di CompositionPolicy a 2. Al riavvio avrete Glass.

TwekVista
Utilities varie
http://www.tweakvista.com/tweakvistautility

Upgrade a Windows Vista

Sistema operativo Home Basic Home Premium Business Ultimate
Windows XP Professional N N S S
Windows XP Home S S S S
Windows XP Media Center N S N S
Windows XP Tablet PC N N S S
Windows XP Professional x64 N N N N
Windows 2000 N N N N
S = indica che si può passare a Windows Vista senza una nuova installazione (upgrade)
N = indica una nuova reinstallazione

Trucco per l'installazione di Windows Vista upgrade
Se hai computer con XP e hai comprato l'aggiornamento di Vista, quest'ultima è installabile solo su una partizione sulla quale è già presente Xp. C'è però un trucco per installare Windows Vista aggiornamento anche su una partizione pulita. Avviare la procedura di installazione eseguendo il boot del pc dal DVD e, quando richiesto, non inserire il codice seriale di Vista. Si otterrà un sistema perfettamente funzionante, ma solo per 30 gg. Avviare nuovamente l'installazione di Vista e scegliere di aggiornare il sistema che hai appena finito di installare, quindi inserire il codice seriale. Insomma: passando dalla versione di valutazione di Vista a quella aggiornamento, puoi fare a meno di installare prima XP.

Le icone standard in windows
Fare clic con il tasto destro del mouse sul Desktop, scegli Personalizza e, nel riquadro Attività a sinistra, seleziona Cambia icone sul desktop. Spunta ora le icone che si vogliono far comparire sul desktop (come Risorse del Computer, Rete, Cestino, Pannello di controllo).

Mettere il turbo
ReadyBoost è il nome dell'innovativa tecnologia integrata in Vista per aumentare le prestazioni del sistema, in teoria, copiando parte del file della memoria virtuale su una chiave USB che hai collegato al PC. Attenzione, però: la memoria USB deve essere particolarmente veloce, altrimenti il sistema disattiva la possibilità di usare ReadyBoost. Se vuoi ripetere il test di velocità della chiave, fai clic con il tasto destro sull'unità removibile, scegli Proprietà e nella scheda ReadyBoost premi ripeti test.

Drivers XP & Vista
Il passaggio da Windows XP a Vista sarà meno traumatico di quello fra Windows ME e XP, dove il passaggio da 16 a 32 bit rendeva incompatibili tutti i driver.
Per la versione di Vista a 64 bit la situazione è la stessa: nessun driver di Windows XP funziona e quelli per XP X64 sono RARI!!!
Anche se in teoria dovrebbe esserci una discreta compatibilità con i driver di Xp, ci sono categorie di periferiche che necessitano di nuovi driver, come per esempio le schede video.
C'è anche da tenere presente che Microsoft  ha ridotto i driver standard a corredo del sistema operativo, togliendo, per esempio, tutti quelli Creative (causa bug) e quelli Audio AC'97.
Inutile sperare in un driver nativo per Vista per periferiche non in produzione nel 2006.
I prodotti compatibili con le varie versioni di Windows sono elencati sul sito http://testedproducts.windowsmarketplace.com
Testare il proprio sistema con Windows Vista Upgrade Advisor: http://www.microsoft.com/windowsvista/getready/upgradeadvisor/default.mspx

Esistono 8 versioni di Windows Vista:
Windows Starter 2007: progettato per i mercati emergenti, è destinato a computer con hardware limitato. Non dispone del "pesante" sistema grafico Aero e può gestire solo tre applicazioni alla volta
Windows Vista Home Basic: è l'equivalente di Windows XP Home Edition, pensato per chi utilizza il computer prevalentemente per scrivere documenti, leggere la posta, navigare sul Web e riprodurre video e musica. Mancano le funzioni di Media Center.
Windows Vista Home Basic N: identico alla versione Home Basic, ma privo di Windows Media Player nel rispetto delle disposizioni antitrust della Comunità Europea
Windows Vista Home Premium: come l'Home Basic, con l'aggiunta del Media Center. Offrirà il supporto all'HDTV oltre alla masterizzazione e all'authoring dei DVD
Windows Vista Business: l'equivalente di Windows XP Professional, sarà dedicato alle aziende di qualsiasi dimensione. Offirà una serie di funzioni specifiche per migliorare le attività lavorative e renderle "sicure".
Windows Vista Business N: identico alla versione Business, ma senza Windows Media Player nel rispetto delle disposizioni antitrust della Comunità Europea.
Windows Vista Enterprise: sviluppato con un occhio di riguardo per le imprese di grandi dimensioni, promette di essere l'ambiente di lavoro più affidabile e sicuro. Gestisce applicazioni Unix
Windows Vista Ultimate: è l'edizione più completa tra tutte, capace di unire in un unico prodotto tutte le funzionalità aziendali, di intrattenimento e di mobilità disponibili per il nuovo sistema operativo.

Richieste Hardware
Richieste minime

Processor
800 MHz 32-bit (x86) or 64-bit (x64) processor
System Memory
512 MB (Windows Vista ne richiede per sè 380 Mb)
GPU
SVGA (800x600)
Graphics Memory
-
HDD
20 GB
HDD Free Space
15 GB
Optical Drive
CD-ROM drive2
Audio
-
Internet
-
1) Processor speed is specified as the nominal operational processor frequency for the device. Some processors have power management which allows the processor to run at a lower rate to save power.
2) The CD-ROM may be external (not integral, not built into the system).

 

 

 

 

 

 

Richieste effettive

Processor
1 Ghz 32-bit (x86) or 64-bit (x64) processor
System Memory
1024 MB (1 Gb) - (Windows Vista ne richiede per sè 380 Mb)
GPU
Scheda video compatibile Windows Aero (vedi sotto)
Graphics Memory
128
HDD
40 GB
HDD Free Space
15 GB
(solo il sistema operativo in versione beta, richiede NON meno di 6.667 Mb, ossia più di 6,5 Gb di spazio)
Optical Drive
DVD-ROM
Audio
Scheda audio compatibile
Internet
Accesso ad Internet
1) Processor speed is specified as the nominal operational processor frequency for the device. Some processors have power management which allows the processor to run at a lower rate to save power.
2) The CD-ROM may be external (not integral, not built into the system).




 

 

 

 

 

 

 

 

Windows Aero requires:
  • DirectX 9 class graphics processor that:
    • Supports a WDDM Driver.
    • Supports Pixel Shader 2.0 in hardware.
    • Supports 32 bits per pixel.
  • Adequate graphics memory.
    • 64 MB of graphics memory to support a single monitor less than 1,310,720 pixels
    • 128 MB of graphics memory to support a single monitor at resolutions from 1,310,720 to 2,304,000 pixels
    • 256 MB of graphics memory to support a single monitor at resolutions higher than 2,304,000 pixels
    • Meets graphics memory bandwidth requirements, as assessed by Windows Vista Upgrade Advisor running on Windows XP

Qualunque scheda basata sul processore grafico Radeon 9250/9500 o superiore o GeForce FX 5200 o superiore. Per i processori integrati dotati di Intal i9x5. In mancanza di una scheda video adeguata, Vista funzionerà comunque in modalità "basic" e cioè senza Aero, mantenendo tutte le altre funzioni del sistema operativo.

Per quanto riguarda i requisiti minimi, confermati i due livelli: Vista Capable, PC potenti abbastanza per le funzioni base di Vista e Vista Premium Ready, computer in grado di far apprezzare al meglio le nuove funzionalità grafiche di Vista (richiedono un processore a 1 GHz, 1 GB di memoria e scheda grafica con 128 MB di memoria).
La differenza fondamentale fra i due è che solo i PC Premium Ready hanno le caratteristiche tecniche sufficienti per far girare la nuova interfaccia grafica Aero.
Come noto, Windows Vista verrà presentato in sei versioni: due per le aziende (Vista Business ed Enterprise), tre per l’utente finale (Vista Home Basic, Home Premium e Ultimate) e una per i mercati emergenti (Vista Starter).
Windows Vista Home Basic
Offerta entry level per il consumer. Fra le principali caratteristiche:
• Parental control
• Interfaccia utente base
Windows Vista Home Premium
Offerta mainstream per notebook e PC. Fra le principali caratteristiche:
• Interfaccia utente Aero
• Funzionalità Windows Media Center
• Funzionalità Tablet PC
• Sincronizzazione da PC a PC
• Funzionalità multimediali (authoring e masterizzazione di DVD)
Windows Vista Ultimate Edition
La corazzata Microsoft. Per chi (utente business o consumer) vuole tutte le funzionalità del nuovo sistema operativo
Windows Vista Business
Versione base per i clienti aziendali (di ogni dimensione). Fra le principali caratteristiche:
• Interfaccia utente Aero
• Funzionalità Tablet PC
• Sincronizzazione da PC a PC
• File system encrypting
• Gestioni dei domini e delle policy d’accesso
Windows Vista Enterprise
Versione Premium per gli utenti aziendali, in particolare quelli che lavorano nelle medie e grandi organizzazioni. Fra le principali caratteristiche:
• Funzionalità BitLocker per cifrare a livello hardware il disco fisso
• Interfaccia utente in tutte le lingue
• Virtual PC Express, per migliorare la compatibilità delle applicazioni obsolete (in pratica vengono fate girare in una ambiente che emula le versioni precedenti di Windows)
• Sottosistema per far girare applicazioni Unix su Vista
Come si nota, le differenze riguardano le funzionalità integrate. Giusto per fornire qualche esempio, la funzione di parental control che definisce le policy di utilizzo del PC e di accesso a Internet per i minori non è inclusa nelle versioni Business ed Enterprise; la funzione BitLocker che impedisce l’accesso ai dai personali nel caso il PC venga rubato o smarrito è integrata solo nelle versioni Enterprise e Ultimate. Quest’ultima è di fatto l’ammiraglia delle sei versioni, andando a integrare tutte le funzionalità disponibili nelle varie release.

Caratteristiche di Windows Vista

Versione Note Funz.
Base
Target Aero Media
Center
Movie
Maker
DVD
Maker
Ric.
Voc.
Funz.
Tablet
Side
Show
Funz. Backup
Avanzate
Collaboration IIS Bit
Locker
Virtual PC
Express
Starter Non disp. Italia Limitate                          
Home Basic   x Consumer     x   x       solo in lettura      
HomePremium   x Consumer x x x (HD) x x x x x (Alcune) x      
Ultimate   x Consumer/PMI x x x (HD) x x x x x x x x x
Business   x PMI/Enterprise x       x x x x x x    
Enterprise Solo Aziende
con licenze multiple
x Enterprise x       x x x x x x x x

Le versioni di Windows Vista

Funzione Home Basic Home Premium Business Enterprise Ultimate
User Account x x x x x
Centro Sicurezza x x x x x
Windows Defender x x x x x
Windows Firewall x x x x x
Controllo parentale x x      
Windows ShadowCopy     x x x
Crittografia del file system     x x x
Virtual PC Express       x x
Windows BitLocker       x x
Interfaccia Aero   x x x x
Ricerca Istantanea x x x x x
Windows SuperFetch x x x x x
Windows ReadyBoost x x x x x
Windows MediaPlayer 11 x x x x x
Windows Movie Maker x x x x x
Windows DVD Maker   x     x
Windows Fax e Scanner     x x x
Supporto Tablet PC   x x x x
Windows SideShow   x x x x
Sincronizzazione PC-PC   x x x x
Desktop Remoto come client come client x x x
Windows Media Center   x     x
Riconoscimento Vocale x x x x x
Diagnostica di rete x x x x x
Windows Mail x x x x x
Windows Calendar x x x x x
Internet Explorer 7 x x x x x
Support XBOX 360   x     x

Componenti chiave
Scheda madre
: La scheda madre dovrà essere basata su chipset recenti (ATI X3200 o nForce 5) che supportano un buon numero di connessioni e lo standard S-ATA2 per i dischi rigidi, ed infine garantiscono le massime prestazioni sia della scheda grafica che dal processore. Non dimentichiamo il numero delle porte e la possibilità di espansione della memoria: la scheda dovrà almeno avere 4 banchi disponibili e supporto per il Dual Channel.
CPU: Un processore potente è la chiave di volta di un buon sistema. Optiamo per una CPU a 64 bit, possibilmente dual core.
Scheda Video: Buona potenza di elaborazione e quantità di memoria, ecco come scegliere una scheda video per Windows Vista. Almeno 256 Mb di memoria.
Disco Rigido: più grande meglio è, inoltre bisogna calcolare anche memoria Buffer (16 Mb). I prossimi dischi avranno memorie buffer da 128 o 256 Mb.

Applicativi funzionanti in Windows Vista (prima lista)
http://www.iexbeta.com/wiki/index.php/Windows_Vista_Software_Compatibility_List