Windows XP ( http://www.microsoft.com/windowsxp/pro/downloads/)
I suggerimenti sono stati presi da riviste di informatica, da newsletters o da siti web
perciò ogni diritto rimane al legittimo proprietario.


*** Molti trucchi funzionano sia su Windows XP che su 2000 ***

Windows: distruggere tutto il contenuto del disco fisso
Con due software freeware è possibile cancellare in modo definitivo file e applicazioni dall'hard disk Si supponga di dover rivendere o regalare il disco fisso. Sarebbe davvero spiacevole se altre persone, interessate a curiosare tra i vostri file, pensassero bene di provare a recuperare i dati precedentemente memorizzati sul disco servendosi delle tante utility oggi in circolazione. Il programma Eraser propone la funzione Create Nuke Boot Disk con l'obiettivo di preparare uno speciale floppy disk di avvio (da lasciare inserito all'accensione del personal computer) che permette di cancellare definitivamente il contenuto dell'intero hard disk rendendo così vani i tentativi di recupero da parte di eventuali “spioni”. Un approfondito passo-passo del programma con il link per scaricare il software è disponibile a questo indirizzo. In alternativa, è possibile utilizzare uno strumento appositamente sviluppato allo scopo. Si chiama DBAN, consente anch'esso la creazione di un dischetto di boot e permette di scegliere tra cinque algoritmi di wiping (alcuni di essi non inclusi in Eraser) e supporta dischi IDE e SCSI. DBAN si può scaricare da questo indirizzo.

Creare un set di dischi per avviare il sistema
Nel caso non sia possibile il boot da CD ROM sia Windows 2000 che Windows XP, consentono di creare un set di floppy disk per l'installazione e/o l'avvio del sistema operativo. Tali floppy disk risultano indispensabili qualora il proprio personal computer non consentisse l'avvio dell'installazione da CD ROM. Nel caso di Windows 2000, inserite il CD ROM di installazione nel lettore CD quindi cliccate su Avvio/Start , Esegui (va bene un qualunque sistema operativo Windows) quindi digitate:

X:\BOOTDISK\MAKEBOOT A:
e premete il tasto Invio. Sostituite X: con la lettera identificativa associata al lettore CD ROM installato sul personal computer.
Tenete presente che saranno necessari 4 floppy disk.
Nel caso di Windows XP, scaricate dal sito Microsoft questo file (http://download.microsoft.com/download/whistler/Install/SP1/W98NT42KMeXP/EN-US/winxpsp1_en_pro_bf.exe) (versione Professional), oppure questo file (http://download.microsoft.com/download/WinXPHome/Install/310994/WIN98MeXP/IT/WinXP_IT_HOM_BF.EXE) qualora facciate uso della versione Home. Dopo averli scaricati fate doppio clic sul file eseguibile per avviare la creazione dei 6 floppy disk d'installazione.

Windows XP: avviare il sistema in condizioni di emergenza
Se viene segnalato un errore relativo all'accesso al disco è possibile che sia corrotto il file Boot.ini. Ecco come ricrearlo
Se, durante l'avvio di Windows XP, ricevete un messaggio d'errore che vi segnala un errore relativo all'impossibilità di accedere al disco di avvio selezionato, è possibile che il problema risieda nella presenza di informazioni scorrette all'interno del file BOOT.INI ed, in particolare, nella sezione default. E' possibile tuttavia che Windows XP non sia installato nella locazione indicata nel file BOOT.INI.
Boot.ini è parte integrante del boot loader proprio di Windows 2000/XP, ossia della procedura che permette di scegliere quale sistema operativo debba essere lanciato ad ogni avvio del personal computer. Quando si installano nuovi sistemi operativi o si "gioca" con le partizioni è possibile che il BOOT.INI venga danneggiato. Ma come ripararlo?
Per prima cosa inserite all'avvio del computer il CD-ROM d'installazione di Windows XP (oppure il primo dei dischi di avvio che possono essere creati seguendo questa procedura. Premete il tasto
R, non appena vi viene presentata questa possibilità, per avviare la Console di ripristino del sistema.
Digitate, a questo punto,
BOOTCFG e premete Invio. Non appena viene individuato un file d'installazione mancante premete S per consentirne, in seguito, il ripristino automatico.
Alla richiesta di inserimento dell'identificativo (etichetta) da attribuire al sistema operativo digitate
Windows XP. Alla richiesta successiva (opzioni di avvio) premete semplicemente Invio. Uscite dalla Console di ripristino ed avviate il sistema selezionando la voce Windows XP.
Tenete presente che BOOTCFG è una potente utility - eseguibile solo dalla Console di ripristino di Windows XP (non è presente nella Recovery console di Windows 2000) che permette di effettuare una scansione di tutte le unità disco installate sul sistema alla ricerca delle varie versioni di Windows installate.
Digitando
BOOTCFG /SCAN il programma provvederà a ricercare le installazioni di Windows NT 4.0, 2000 e XP e ad aggiornare il file di avvio BOOT.INI con le opzioni corrette.
BOOTCFG /ADD
permette di aggiungere all'elenco di BOOT.INI una singola installazione di Windows;
BOOTCFG /DEFAULT
consente di specificare una nuova installazione di default (la voce predefinita nel menù di avvio o boot loader che compare all'accensione del personal computer qualora siano installate più versioni di Windows sul sistema.
BOOTCFG /REBUILD
permette di ricostruire un file BOOT.INI danneggiato;
BOOTCFG /LIST
elenca il contenuto del file BOOT.INI (le versioni di Windows attualmente avviabili).

Windows perde il suono
Da Start - Impostazioni - Pannello di Controllo - Suoni e periferiche audio e dal tab Volume  clicchiamo sul primo pulsante Avanzate. Se tutto è configurato come dovrebbe apparirà la classica interfaccia del mixer. Se invece ci sono problemi, visualizzeremo un messaggio esplicativo di errore. Andiamo nuovamente nel Pannello di controllo di Windows e questa volta facciamo doppio clic sulla voce Strumenti di amministrazione. Nella nuova schermata entriamo in Servizi per accedere alla sezione che ci permetterà di gestire i servizi installati nel nostro sistema operativo. Nella posizione destra della schermata cerchiamo la voce Audio Windows e selezioniamola con un click. Accertiamo che la colonna Stato del servizio sia valorizzata ad Avviato. Se così non fosse, clicchiamoci sopra con il tasto destro del mouse e dal menu contestuale scegliamo l'opzione Avvia.

Come inserire un messaggio di benvenuto all'avvio di Windows
grazie ad una piccola modifica negli strumenti di Amministrazione è possibile inserire un messaggio di avvertimento o di benvenuto all'avvio del PC.
Vediamo come fare:
Andate su Start -> Impostazioni -> Pannello di controllo -> Strumenti di amministrazione -> Criteri di protezione locali
Poi: Impostazioni protezione -> Criteri locali -> Opzioni protezione
Ed infine nel box di destra cercate: "Testo del messaggio per utenti che tentano l'accesso" e "Titolo del messaggio per utenti che tentano l'accesso". Ora cliccateci sopra per modificarne il valore.
Una volta riavviato il computer dovreste vedere il nuovo messaggio.
Il trucco è valido per chi usa Windows2000/XP.

Windows 2000/XP. Migrazione verso un'altra configurazione hardware: INACCESSIBLE_BOOT_DEVICE
Dopo aver fisicamente scollegato da un sistema A il disco fisso di sistema (contenente il sistema operativo Windows 2000 o Windows XP), può accadere che, collegandolo con un
sistema B, dotato di una configurazione hardware (i.e. scheda madre) completamente diversa, il sistema si rifiuti di partire visualizzando un laconico messaggio d'errore simile al seguente:
***STOP: 0x0000007B (0xF741B84C,0xC0000034,0x00000000,0x00000000)
INACCESSIBLE_BOOT_DEVICE
In talune situazioni può accadere che il sistema venga automaticamente riavviato senza la visualizzazione di alcun messaggio d'errore.
Il nostro consiglio, in primis, è quello di creare un'immagine dell'intero contenuto del disco fisso utilizzando software come PowerQuest DriveImage o Norton Ghost di Symantec.
Salvando l'immagine così creata, ad esempio, su CD ROM o su un'altra unità di memorizzazione, si potrà, in caso di problemi, agevolmente tornare alla configurazione iniziale del sistema.
La soluzione che Microsoft (rif. Knowledge Base Q271965) stessa propone è la seguente.
Ricollegate il disco fisso di sistema sul pc di origine (quello correttamente funzionante) quindi scaricare il file MERGEIDE.REG e memorizzatelo su un floppy disk.
Estraete, quindi, i file Atapi.sys, Intelide.sys, Pciide.sys e Pciidex.sys dall'archivio compresso %SystemRoot%\Driver Cache\i386\Driver.cab (oppure dai file d'installazione dell'ultimo Service Pack installato) e posizionateli nella cartella
%SystemRoot%\System32\Drivers.
A questo punto fate doppio clic sul file MERGEIDE.REG ed acconsentite all'inserimento del suo contenuto nel registro di Windows.
Chiudete Windows e spostate il vostro hard disk sul sistema di destinazione: il messaggio INACCESSIBLE_BOOT_DEVICE dovrebbe scomparire e dovrebbe così essere possibile accedere a Windows.
Quello appena illustrato è comunque una procedura piuttosto delicata da mettere in pratica: ne sconsigliamo l'utilizzo agli utenti inesperti. E' altresì possibile, come dichiara Microsoft stessa, che in talune circostanze non sia comunque possibile accedere a Windows. Prima di effettuare qualunque modifica consigliamo comunque, nuovamente, di creare una copia di backup dei file più importanti e di servirsi di strumenti di disk imaging come DriveImage o Ghost.
MergeEIDE.REG
Windows Registry Editor Version 5.00
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\primary_ide_channel]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="atapi"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\secondary_ide_channel]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="atapi"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\*pnp0600]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="atapi"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\*azt0502]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="atapi"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\gendisk]
"ClassGUID"="{4D36E967-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="disk"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#cc_0101]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_0e11&dev_ae33]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_1039&dev_0601]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_1039&dev_5513]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_1042&dev_1000]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_105a&dev_4d33]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_1095&dev_0640]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_1095&dev_0646]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_1097&dev_0038]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_10ad&dev_0001]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_10ad&dev_0150]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_10b9&dev_5215]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_10b9&dev_5219]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_10b9&dev_5229]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="pciide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_1106&dev_0571]
"Service"="pciide"
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_8086&dev_1222]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="intelide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_8086&dev_1230]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="intelide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_8086&dev_2411]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="intelide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_8086&dev_2421]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="intelide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_8086&dev_7010]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="intelide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_8086&dev_7111]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="intelide"
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\CriticalDeviceDatabase\pci#ven_8086&dev_7199]
"ClassGUID"="{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}"
"Service"="intelide"
;Add driver for Atapi (requires atapi.sys in drivers directory)
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\atapi]
"ErrorControl"=dword:00000001
"Group"="SCSI miniport"
"Start"=dword:00000000
"Tag"=dword:00000019
"Type"=dword:00000001
"DisplayName"="Standard IDE/ESDI Hard Disk Controller"
"ImagePath"=hex(2):53,00,79,00,73,00,74,00,65,00,6d,00,33,00,32,00,5c,00,44,00,\
52,00,49,00,56,00,45,00,52,00,53,00,5c,00,61,00,74,00,61,00,70,00,69,00,2e,\
00,73,00,79,00,73,00,00,00
;Add driver for intelide (requires intelide.sys in drivers directory)
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\IntelIde]
"ErrorControl"=dword:00000001
"Group"="System Bus Extender"
"Start"=dword:00000000
"Tag"=dword:00000004
"Type"=dword:00000001
"ImagePath"=hex(2):53,00,79,00,73,00,74,00,65,00,6d,00,33,00,32,00,5c,00,44,00,\
52,00,49,00,56,00,45,00,52,00,53,00,5c,00,69,00,6e,00,74,00,65,00,6c,00,69,\
00,64,00,65,00,2e,00,73,00,79,00,73,00,00,00
;Add driver for pciide (requires pciide.sys and pciidex.sys in drivers directory)
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\PCIIde]
"ErrorControl"=dword:00000001
"Group"="System Bus Extender"
"Start"=dword:00000000
"Tag"=dword:00000003
"Type"=dword:00000001
"ImagePath"=hex(2):53,00,79,00,73,00,74,00,65,00,6d,00,33,00,32,00,5c,00,44,00,\
52,00,49,00,56,00,45,00,52,00,53,00,5c,00,70,00,63,00,69,00,69,00,64,00,65,\
00,2e,00,73,00,79,00,73,00,00,00

Come eliminare messaggi di spam su Windows
Può capitare che durante la navigazione appaiano sul nostro computer dei messaggi di spam, visualizzati sotto forma di tipici avvisi di Windows.
Se vogliamo risolvere, definitivamente, il problema, andiamo su:
Start > Impostazioni > Pannello di controllo > Strumenti di Amministrazione > Servizi
Ora cercate la voce "Messenger" e disabilitatela. Naturalmente questa voce non ha niente a che fare con il noto programma di instant messaging MSN Messenger, pertanto potrete continuare a chattare senza problemi.

Spegnere velocemente il computer:
Creare un collegamento al seguente file:

C:\Windows\system32\shutdown.exe –s –t 00

Riavviare velocemente il computer

Creare un collegamento al seguente file:

C:\Windows\system32\shutdown.exe –r

Se viene il messaggio: "Arresto del sistema: il sistema è stato arrestato. Salvare tutto il lavoro in corso e chiudere la sessione. Tutte le modifiche non salvate andranno perse. L'arresto è stato iniziato da NT Authority\System. Tempo rimasto prima dell'arresto 00:00:58. Messaggio: E' necessario riavviare Windows perchè il servizio Utilità di avvio processo server DCOM è terminato in modo imprevisto".
Andare velocemente in:
START - ESEGUI - shutdown –a

Gestire l’ora di sistema
Sincronizzare l'ora di sistema delle macchine e degli apparati di rete è una delle pratiche che il buon amministratore di rete deve seguire.
E' un'operazione banale, ma negli ultimi anni è diventata molto importante (se non fondamentale) in diverse situazioni.
Ad esempio, quando i log di varie macchine vengono raccolti e correlati in un server centrale l'ora e la data in cui i log sono stati creati diventa assolutamente importante per rilevare attacchi distribuiti o fare una post-analisi.
La diffusione di VPN o altri sistemi di sicurezza basati su Certificati Digitali ha reso necessaria la sincronizzazione dell'ora di sistema perchè le CRL (Common Revocation List) si basano su questo parametro per verificare se un certificato è valido.
Vediamo come si impostano due macchine, Windows e Linux, per essere in grado di generare log aventi sempre l’ora corretta, anche per fornirci la possibilità di mettere in relazione dei log registrati su macchine diverse. 
NTP
Il protocollo che gestisce la sincronizzazione dell’ora si chiama NTP.
NTP significa Network Time Protocol, ed è definito dall’RFC 1305 (versione 3).
NTP gestisce una serie di funzioni come la possibilità di creare NTP server che si sincronizzano tra loro, che si sincronizzano con NTP di livello più alto e che fanno sincronizzare NTP server di livello minore.
In internet esistono molti NTP server pubblici, gestiti da enti vari che ci diranno sempre l’ora esatta.
Una buona risorsa con un elenco di NTP server pubblici è visibile qui:
http://www.eecis.udel.edu/~mills/ntp/
Ora, ho deciso di usare le funzionalità base di NTP: quello che voglio fare è far sincronizzare Windows e Linux con degli NTP server pubblici.
Questa non è l’unica scelta possibile, infatti molti preferiscono gestirsi in casa un NTP server (sincronizzato con uno esterno) e far puntare tutti gli apparati a quello.
In questo modo proteggendo il proprio NTP server si ha la sicurezza che tutti gli apparati abbiano sempre l’ora corretta.
Ho scelto di non avere un NTP server interno per i seguenti vantaggi:
* Semplicità di configurazione ;-)
* Non rischio che la macchina NTP server sia down quando mi serve
* E’ più difficile da compromettere (richiede di generare pacchetti spoofati che si fingono l’NTP server esterno, mentre se l’NTP server è locale si imposta l’ora che si vuole) 
NOTA: i server NTP ci restituiranno sempre l’orario di Greenwich, è importante che sulle nostre macchine sia impostato il fuso orario CET (+1 h)!
Ora passiamo alla parte pratica su come impostare l’NTP client su Windows e su Linux.
WINDOWS 2000
Dopo una breve ricerca su Google, ho scelto il programma NetTime (http://nettime.sourceforge.net/) ovviamente free.
L’utilizzo è davvero banale.
Dopo l’installazione, può impostare automaticamente una lista di server NTP andando a testare la velocità da una sua lista.
Ne sono usciti alcuni russi e altri francesi...
Inoltre, gira come processo e resta nel systray.
Può funzionare anche da NTP server, ma come detto prima questa funzione non ci interessa.
Ho mantenuto l’update interval di default, cioè 360 secondi.
NetTime ha fatto subito il suo dovere, regolando l’ora secondo gli orologi atomici ;-)
LINUX (RedHat 7.3)
La faccenda per Linux non è molto più complessa.
Fate un bel:
# rpm -qa | grep ntp 
Se vi compare un pacchetto con un nome del tipo ‘ntp-4.1.1-1’ (quello di default della RedHat 7.3) siete già a buon punto.
Altrimenti, installatevi il pacchetto ntp*.rpm preso dal CD (rpm -ivh ntp*.rpm).
Ora il comando che permette di sincronizzare l’ora di sistema è:
# ntpdate <server NTP>
Per mantenere sempre regolata l’ora, ho fatto uno script in /etc/cron.daily/ che contiene:
# ntpdate ntp2.uk.uu.net
# ntpdate ntp.via.ecp.fr
In questo modo sò che una volta al giorno la macchina Linux si collegherà in sequenza a questi 2 NTP server e resterà sincronizzata. 
Conclusioni
Sincronizzare l’ora è un gioco da ragazzi, ma è anche una buona abitudine per chi ha dei sistemi da amministrare.
Perdere ore e ore cercando di capire un problema, per poi scoprire che il problema è proprio nell'ora non è bello.... quindi evitiamolo!!!

Installare IIS su Windows XP Home Edition
Gli utenti che hanno Windows XP Home Edition come Sistema Operativo, a differenza di quelli che usano il Windows XP Professional, non possono avvalersi, per fare delle prove in locale, del Server IIS e testare le applicazioni ASP. In questo articolo vedremo come fare.
1. Per prima cosa ci si deve procurare il CD di installazione di Win2000 Professional oppure di Advanced Server.
2. Se non si dispone di due lettori CD, è consigliabilre copiare la directory i386 dal CD di Win XP HOME nel proprio disco fisso.
3. In questa directory si trova il file chiamato IMS.CAB: con un programma per decomprimere i file zippati, scompattare il contenuto ed appoggiare i files in una cartella, nominata con un nome facilmente riconducibile ad essa. Alcuni files contenuti in questa cartella, serviranno alla fine.
4. Trovare e modificare, con il Note Pad, il file C:\WINDOWS\INF\SYSOC.INF.
5. Individuare la sezione [COMPONENTS]; è presente una riga in cui è scritto:
iis=iis.dll,OcEntry,iis.inf,hide,7. Modificarla in:
iis=iis2.dll,OcEntry,iis2.inf,,7.
6. Dal CD di Win2000 prendere i file iis.dl_ e iis.in_ dalla directory i386 del cd e copiarli sul desktop. Aprire il prompt del DOS puntato sul desktop e scrivere i seguenti comandi:
EXPAND IIS.DL_ IIS2.DLL
EXPAND IIS.IN_ IIS2.INF.
7. Copiare il file IIS2.DLL in C:\WINDOWS\SYSTEM32\SETUP\, mentre il file IIS2.INF va copiato in IN C:\WINDOWS\INF\.
8. Da PANNELLO DI CONTROLLO aprire "Installazione Applicazioni" e cliccare su "Aggiungi/rimuovi componenti di windows". Chiudere Installazione Applicazioni mentre viene caricato il WinInstaller.
9. Dovrebbe apparire, tra le varie voci, "Internet Information Server", cliccabile.
10. Selezionare i componenti da installare e proseguire con l' installazione.
11. Durante questa procedura saranno richiesti molti file; alcuni si trovano nella cartella di XP Home, altri nel CD di Win2000. Sarà chiesto anche il file EXCH_adsiisex.dll. Tale file si trova nella directory temporanea indicata al punto 3; in pratica quella dove è stato scompattato il file IMS.CAB. Selezionare questa directory e proseguire.
12. Al termine dell' installazione è consigliabile riavviare il computer.
13. Per provare se tutto funziona correttamente, aprire il browser e digitare: http://localhost.
14. Se il tutto è andato a buon fine, si dovrebbe leggere la pagina di benvenuto del server di Win2000 ed un'altra finestra con la guida.
Se, invece, appare la scritta: Impossibile visualizzare la pagina, continuare con le operazioni descritte di seguito.
15. Chiudere la configurazione del server ed aprire il prompt del DOS; qui scrivere: iisreset /RESTART. Questo serve per riavviare il servizio.
16. Aprire Internet Information Server da Strumenti di Amministrazione. Selezionare Servizio Web e riavviarlo. Riprovare a vedere se funziona dal browser (come descritto al punto 13).
17. Se dopo tutti questi passaggi non appare ancora la prima pagina del Server, andare su Proprietà Web >> Protezione Directory e cliccare su "Modifica" >> "Sfoglia" poi su "Trova".
18. Dovrebbero apparire tutti gli utenti/nomi del PC. Selezionare quello con cui si sta lavorando e cliccare su OK.
19. Nella text-box apparirà NOMEPC\NomeUtente. Fare clic su OK per chiudere la finestra. Ricordarsi di disabilitare la voce "Abilita controllo delle password" e cliccare su OK ancora per 3 volte.
20. Fermare e riavviare il servizio WEB. Riprovare nel browser a richiamare la pagina. Se tutto è andato bene, dovrebbe apparire la Presentazione di IIS 5.0 e la Guida in linea.

Ancora sull'arresto di sistema
Quando si avvia la procedura di arresto del sistema si dà avvio ad una catena di avvenimenti:

  1. Winlogon chiama la funzione Win32 ExitWindowsEx
  2. La funzione Win32 ExitWindowsEx invia un messaggio a Csrss
  3. Csrss esegue un'interazione nei processi attivi e invia loro la notifica della chiusura del sistema

Per ogni processo di sistema (ad eccezzione di SCM) Csrss attende un numero di secondi specificato nel valore WaitToKillAppTimeout della chiave di registro
HKEY_USERS\.DEFAULT\Control Panel\Desktop
per attendere che il processo venga chiuso e passare al successivo.
Il valore è in millesimi di secondo ed è di default impostato a 20.000, modificatelo in 100 (un decimo di secondo).
Non è finita...
A questo punto Csrss notifica a SCM la chiusura del sistema, il timeout per SCM è diverso rispetto a quello degli altri processi in quanto SCM comunica con i processi che devono eseguire operazioni di ripulitura per la chiusura.
Il valore di Timeout di SCM è il valore WaitToKillAppTimeout della chiave di registro
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control
Il valore è in centesimi di secondo ed è di default impostato a 2.000, modificatelo in 10 (un decimo di secondo).
Scaduto anche questo Timeout Csrss termina il processo di chiusura e spegne il computer.
Quindi ipotizzando 30 processi in esecuzione al momento della richiesta di arresto del sistema, con queste impostazioni il tempo di attesa per la chiusura del windows non potrà essere superiore a 3,1 secondi. Io personalmente ho impostato tutti i valori a 1. Quindi nella stessa ipotesi il tempo di arresto è di 4 decimi di secondo.

Administrator Account - Access from Welcome Screen
Sulla versione Pro, dalla schermata di benvenuto, premere due volte Ctrl+Alt+Canc e digitare Administrator ed eventualmente la password dell'account (nella versione Home, è possibile entrare nell'account di aministrator, solo dalla modalità provvisoria)
Per maggiori informazioni:
http://www.kellys-korner-xp.com/xp_wel_screen.htm
http://www.kellys-korner-xp.com/win_xp_logon.htm

Abiltare l'estrazione in formato Mp3 in Windows Media Player 8.0
Windows Media Player 8.0 permette di rippare da cd solamente in "Windows media", il nuovo formato proprietario Microsoft, per promuoverne la diffusione. Per chi è affezzionato al "vecchio" Mp3 e non vuole usare altri programmi esterni per estrarre le tracce da cd, è disponibile http://www.wintricks.it/windxp/dload/Mp3.zip  (oppure qui) il pack che consente di abilitare tale funzione.
Una volta estratto l'archivio basta lanciare l'eseguibile e riavviare il sistema: potrete quindi abilitare l'estrazione delle tracce in formato Mp3.

Privacy in Windows Media Player 8.0
Anche il nuovo lettore multimediale di windows presenta alcuni problemi di sicurezza, tra l'altro già presenti nelle versioni più vecchie; vediamo quindi come disabilitarle;
Aprite il lettore multimediale e recatevi alla voce Strumenti/Opzioni: vi apparirà una finestra simile a quella in figura, dove bisogna semplicemente deselezionare il segno di spunta alle voci "Download automatico dei codec", "Consenti ai siti Internet di identificare in modo univoco il lettore multimediale" e "Acquisisci licenze automaticamente".

Bloccare gli utenti ad avviare alcuni programmi - Restrict Users from Running Specific Applications
This setting allows you to specify applications and filenames that users are restricted from running.
Open your registry and find the key [HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion \Policies\Explorer]
Create a new DWORD value and name it "DisallowRun" set the value to "1" to enable application restrictions or "0" to allow all applications to run.
Then create a new sub-key called [HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion \Policies\Explorer\DisallowRun] and define the applications the are to be restricted. Creating a new string value for each application, named as consecutive numbers, and setting the value to the filename to be restricted (e.g. "regedit.exe").
Right click in the right pane and select New, DWord value. Name the new value DisallowRun. Double click the new value and set it to 1. Then right click on the Explorer sub branch, in the left pane and select New, Key Name the new key Disallow Run. Highlight this key, then in the right pane, right click and select New, String value. Give it "1" for
the name, without the quotes.
Double click this new value and enter the actual file name of the executable you wish to restrict this user from
running. Example: calc.exe This prevents this user from running Calculator. They'll get a "This operation has been cancelled message" when they try. Note: The way around this is for the user to rename Calc.exe to something else. For additional entries, just give the "values" names in numerical order, 1, 2, 3, 4 and so on. DisallowRunReg and DisallowRunCalc
Restart Windows for the changes to take effect.

Disabilitare la connessione automatica all'avvio - Disable Automatic Modem Connections at Startup
If remote connections are enabled in Windows, the system may try to initiate an Internet connection at Windows startup or at the start of many applications. This setting disables that behavior.
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Ole. Value Name: EnableRemoteConnect, Data Type: REG_SZ (String Value), Value Data: "Y" = enable automatic connections, "N" = disabled.
Create a new String value, or modify the existing value, called 'EnableRemoteConnect' and edit the value according to the settings above. Exit your registry, you may need to restart or log out of Windows for the change to take effect.

Modify the Internet Auto-Dial Settings
Windows has the option to automatically dial your Internet Service Provider (ISP) to establish an Internet connection. This option can be controlled using this tweak.
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Internet Settings
Create a new binary value named "EnableAutodial", and set the new value to equal "01 00 00 00" to enable autodial or "00 00 00 00" to disable it.
Note: This restriction can be used either on a user by user basis by adding it to HKEY_CURRENT_USER or on a computer wide basis by adding it to HKEY_LOCAL_MACHINE.

Disabilitare l'autoplay dei cd in Windows XP Pro - To Disable CD Autoplay in Windows XP Pro
[1] Start/Run/GPEDIT.MSC
[2] Computer Configuration/Administrative Templates/System.
[3] Locate the entry for Turn Off Autoplay and modify.
Start/Run/Gpedit.msc/Computer Configuration/Administrative Templates/System. Check your settings in the right pane, Turn Off Autoplay (double click).
To Disable CD Autoplay, completely, in Windows XP Home
Click Start, Run and enter REGEDIT Then go to:
HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer
Name: NoDriveTypeAutoRun
Type: REG_DWORD
If NoDriveTypeAutoRun does not exist, create it and set its value to 145 (decimal).
Or...
[HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer]
"NoDriveTypeAutoRun"=dword:0x000000FF
Start/Run/Regedit
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\Cdrom
AutoRun = 0
Auto-Play: Enable
Control Panel/Administrative Tools/Services/Shell Hardware Detection/Return this service to Automatic.
Start/Run/Gpedit.msc/Computer Configuration/Administrative Templates/System. Check your settings in the right pane for Turn Off AutoPlay (and modify).
Start/Run/Regedit
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\ControlSet\Services\Cdrom. AutoRun = 1
Or run this edit: Enable CD AutoPlay for Pro or Home (Line 10)
If you are using TweakUI/My Computer/AutoPlay
http://www.microsoft.com/windowsxp/pro/downloads/powertoys.asp
Go to Start/Run/Regedit and navigate to this key:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\AutoplayHandlers. Right click on the AutoplayHandlers subkey and delete it. Do the same here under this key:
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\CD Burning\Drives
If still not corrected, manually make these changes under this key:
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\CD Burning\Drives
Double click the "Drive Type" value to change it's properties. CD-R should be set to 1; CD-RW should be set
to 2; Non-Writable should be set to 3. Then under AutoPlayHandlers: User Defaults verify MSCDBurningOnArrival. For any listed without an Autoplay LegacyHandler, set it to AutoPlay.
AutoPlay Handler Keys:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\AutoplayHandlers\Handlers\
MSTakeNoAction
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\AutoplayHandlers\Handlers

Refresh automatico delle finestre - Automatic Window Refresh
Start/Run/Regedit
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Update. Create a new DWORD value, or modify the existing value, named "UpdateMode" and set it to equal "0" for faster updates. Restart Windows for the change to take effect.

Come utilizzare file di sistema per creare un disco di avvio di emergenza per Windows XP
http://support.microsoft.com/?scid=kb%3Bit%3B314079&x=10&y=7
Identificativo articolo : 314079
Ultima modifica : martedì 8 aprile 2003
Revisione : 1.0
Questo articolo è stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I314079
Per la versione di questo articolo relativa a Microsoft Windows 2000 vedere (gli articoli con prefisso "Q" contengono informazioni in inglese): 101668 (http://support.microsoft.com/kb/101668/).
Sommario
In questo articolo viene spiegato come creare un disco di avvio da utilizzare qualora non sia possibile avviare Windows o qualsiasi altro sistema operativo. Questa situazione può verificarsi quando si installa Windows in un computer dotato di processore Intel x86 e il record di avvio della partizione attiva o i file necessari all'avvio di Windows subiscono dei danni.
Informazioni
Per premunirsi contro questa eventualità, creare un disco di avvio di Windows al momento dell'installazione. Questo disco è diverso da un disco di avvio MS-DOS. A differenza di MS-DOS, l'intero sistema operativo Windows non può essere contenuto in un unico dischetto. Un disco di avvio Windows contiene solo i file necessari per avviare il sistema operativo con i restanti file di sistema di Windows installati nel disco rigido.
Per creare tale disco, attenersi alla seguente procedura:
1. Inserire un disco floppy vuoto nell'unità A, quindi formattare il disco con Windows XP.
2. Dalla cartella principale della partizione di sistema dell'unità disco rigido, ad esempio C:\, copiare nel disco i seguenti file:
Boot.ini
NTLDR
Ntdetect.com
Potrebbe essere necessario rimuovere dai file gli attributi Nascosto, Sistema e Sola lettura.
3. Potrebbe essere necessario rimuovere dai file gli attributi Nascosto, Sistema e Sola lettura. Se si rimuovono tali attributi, ripristinarli nei file sul disco rigido.
4. Potrebbe essere necessario rimuovere dai file gli attributi Nascosto, Sistema e Sola lettura. Se nella partizione di sistema risiede il file Bootsect.dos oppure il file Ntbootdd.sys, utilizzare la procedura descritta nei passaggi da 2 a 4 per copiare questi file nel disco di avvio.
Se si formatta un disco floppy in Windows XP, il record di avvio punta al file NTLDR. Quando NTLDR viene eseguito, carica le scelte di sistemi operativi disponibili dal file Boot.ini. Se si seleziona Windows, NTLDR esegue Ntdetect.com, quindi passa il controllo a Osloader.exe. Se si seleziona MS-DOS o OS/2, NTLDR carica Bootsect.dos.

Creare un dischetto di Boot di Windows XP per avviare il Setup - How to obtain Windows XP Setup boot disks
http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;EN-US;q310994
Article ID : 310994
Last Review : February 7, 2005
Revision : 5.3
Create the Setup disks
Create the Setup disks
Use the Setup disks
Use the Setup disks
Download the Setup disk program file
Download the Setup disk program file
Windows XP original release Windows XP original release
Windows XP Service Pack 1 (SP1) Windows XP Service Pack 1 (SP1)
Windows XP Service Pack 2 (SP2) Windows XP Service Pack 2 (SP2)
Microsoft Windows XP Setup boot disks are available only by download from Microsoft. The Setup boot disks are available so that you can run the Setup program on computers that cannot use a bootable CD-ROM.
If your computer does support booting from a CD-ROM, or if network-based installation is available, Microsoft recommends that you use those installations methods instead.
Future products will no longer support installation by using the Setup boot disks. Installation of future Microsoft operating systems will require the ability to start from the CD-ROM drive or by using PXE boot from the network. For more information about how to use PXE boot, visit the following Microsoft Web site:
http://www.microsoft.com/resources/documentation/WindowsServ/2003/all/ads/en-us/Default.asp?url=/resources/documentation/WindowsServ/2003/all/ADS/en-us/nbs_boot_policy_overview.asp  (http://www.microsoft.com/resources/documentation/windowsserv/2003/all/ads/en-us/default.asp?url=/resources/documentation/windowsserv/2003/all/ads/en-us/nbs_boot_policy_overview.asp)
Back to the top Back to the top
MORE INFORMATION
There are six Windows XP Setup boot floppy disks. You must have the files and the drivers that these disks contain to access the CD-ROM drive and to start the Setup process.
Back to the top Back to the top
Create the Setup disks
When you download the Setup disks, the download contains only one large program file. When you run the downloaded file, it extracts the files. You receive the following prompt:
This program creates the Setup boot disks for Microsoft Windows XP. To create these disks, you need to provide 6 blank, formatted, high-density disks.
Please specify the floppy drive to copy the images to:
Type the drive letter for the floppy disk drive (this is typically drive A). After you type the floppy disk drive letter, you receive the following prompt:
Insert one of these disks into drive drive letter:. This disk will become the Windows XP Setup Boot Disk.
Press any key when you are ready.
When you press a key, the downloaded file starts to extract and copy the files. Continue to insert the blank disks as you are prompted to do so until all six disks are created. If the process is interrupted, you must run the downloaded program file again to create all six disks.
Make sure to label each disk appropriately with the number that is specified by the program. You must use the disks in the correct order during the Setup process.
Back to the top Back to the top
Use the Setup disks
After you create all six disks, insert the first disk in the floppy disk drive, and then restart the computer. The computer must be configured to boot from the floppy disk drive. You may have to modify the BIOS settings on your computer to do this.
The Setup process starts. Insert the other floppy disks as you are prompted to do so. You must use the Windows XP CD-ROM to finish the Setup process.
Back to the top Back to the top
Download the Setup disk program file
Windows XP original release
For information about the Setup boot disk versions that are available for download, visit the following Microsoft Web sites:
Microsoft Windows XP Home Edition
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?displaylang=en&amp;FamilyID=E8FE6868-6E4F-471C-B455-BD5AFEE126D8  (http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?displaylang=en&familyid=e8fe6868-6e4f-471c-b455-bd5afee126d8)
Microsoft Windows XP Professional
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?displaylang=en&amp;FamilyID=55820EDB-5039-4955-BCB7-4FED408EA73F  (http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?displaylang=en&familyid=55820edb-5039-4955-bcb7-4fed408ea73f)
Windows XP Service Pack 1 (SP1)
Note Windows XP CD-ROMs that include SP1 have the text "Includes Service Pack 1" on the CD-ROM.
For information about the Setup boot disk versions that are available for download, visit the following Microsoft Web sites:
Windows XP Home Edition SP1
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?displaylang=en&amp;FamilyID=FBE5E4FC-695F-43E5-AF05-719F45C382A4  (http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?displaylang=en&familyid=fbe5e4fc-695f-43e5-af05-719f45c382a4)
Windows XP Professional SP1
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?displaylang=en&amp;FamilyID=83F53BE9-28FA-40E8-8EC2-631504EF5E26  (http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?displaylang=en&familyid=83f53be9-28fa-40e8-8ec2-631504ef5e26)
Windows XP Service Pack 2 (SP2)
For information about the Setup boot disk versions that are available for download, visit the following Microsoft Web sites:
Windows XP Home Edition SP2
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyId=15491F07-99F7-4A2D-983D-81C2137FF464&amp;displaylang=en  (http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?familyid=15491f07-99f7-4a2d-983d-81c2137ff464&displaylang=en)
Windows XP Professional SP2
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyId=535D248D-5E10-49B5-B80C-0A0205368124&amp;displaylang=en

Il cd-rom o il dvd è scomparso dalle risorse del computer - CD-Rom or DVD Disappeared
Remove the Upperfilters and Lowerfilters values completely from the following registry key:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Class\{4D36E965-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}
Click Start, Run and enter REGEDIT Go to the branch indicated above, locate the Upperfilters and Lowerfilters values. Right click each and select Delete.
If you desire, you can right click on the {4D36E965..........} branch and select Export. This will create a REG file that can be re-imported should you find a need to.
You may also want to delete the following 4 Registry keys, as per the instructions above:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\Cdr4_2K
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\Cdralw2k
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\Cdudf
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\UdfReadr
Or apply this manual edit: Save the file below to your hard drive. Navigate to where you saved it and double click the file. A confirmation dialog will appear when the script is done. You may need to reboot for the change to take effect.
CD Rom or DVD Not Listed in Explorer/My Computer
Your registry might be corrupted. (Code 19)
CD-ROM Access Is Missing and Messages Error Code 31, Code 32, Code 19, or Code 39 After You Remove Easy CD Creator : http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;;Q314060
NOTE : If you are getting a code 39 message, it may be that additional third-party filter drivers were added to UpperFilters and LowerFilters values in addition to Adaptec filter drivers. In that case, you may try to remove the non-Adaptec filter drivers first, leaving the Easy Creator filters in place to see if the Code 39 goes away. If you still receive an error code 39, 32, or 31 message, remove the Upperfilters and Lowerfilters values completely in the preceding key.

Change Default Directory for Installing Applications in the Program Files folder:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\Current Version
Name: ProgramFilesDir
Type: REG_EXPAND_SZ
Value: C:\Program Files default
Verify or Change Program Download Directory (Line 82)
http://www.kellys-korner-xp.com/xp_tweaks.htm
Increase Internet Explorer Downloads to 10 (Line 55)
http://www.kellys-korner-xp.com/xp_tweaks.htm

Control-Alt-Delete - Use Crtl + Alt + Delete to Restart the Computer
Normally when you press Ctrl + Alt + Delete the Windows task list is displayed. Using this tweak the key combination will instead reboot the computer. Open the SYSTEM.INI file found in the Windows directory using Notepad.
Under the [386Enh] section create or modify the value named "KybdReboot". Set the value to equal "True" to cause the system to reboot on the key combination or "False" to show the task list. For example:
[386Enh]
KybdReboot=False
Restart Windows for the change to take effect.

The Default Cluster Size for the NTFS and FAT File Systems
http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;EN-US;Q314878
View products that this article applies to.
Article ID : 314878
Last Review : January 31, 2002
Revision : 1.0
This article was previously published under Q314878
For a Microsoft Windows 2000 version of this article, see 140365 (http://support.microsoft.com/kb/140365/EN-US/).
SUMMARY
This article describes and lists the default values that Windows XP uses to format a volume. The article lists default values for both the NTFS file system and the file allocation table (FAT) file system.
MORE INFORMATION
All file systems that Windows XP uses to organize the hard disk are based on cluster (allocation unit) size, which represents the smallest amount of disk space that can be allocated to hold a file. The smaller the cluster size, the more efficiently your disk stores information.
If you do not specify a cluster size for formatting, Windows XP Disk Management bases the cluster size on the size of the volume. Windows XP uses default values if you format a volume as NTFS by either of the following methods:
• By using the format command from the command line without specifying a cluster size.
• By formatting a volume in Disk Management without changing the Allocation Unit Size from Default in the Format dialog box.
The following table shows the default values that Windows XP uses for NTFS formatting.

Drive size(logical volume) Cluster size Sectors
512 MB or less 512 bytes 1
513 MB - 1,024 MB (1 GB) 1,024 bytes (1 KB) 2
1,025 MB - 2,048 MB (2 GB) 2,048 bytes (2 KB) 4
2,049 MB and larger 4,096 bytes (4 KB 8

The maximum default cluster size under Windows XP is 4 kilobytes (KB) because NTFS file compression is not possible on drives with a larger allocation size. The Format utility never uses clusters that are larger than 4 KB unless you specifically override that default either by using the /A: option for command-line formatting or by specifying a larger cluster size in the Format dialog box in Disk Management.
If you use the Convert utility to convert a volume from FAT to NTFS, Windows always uses a 512-byte cluster size. FAT structures are aligned on 512-byte boundaries; a larger cluster size does not allow conversion. Note also that in Microsoft Windows NT 4.0 and earlier, when a partition is formatted under Windows Setup, the partition is first formatted as FAT and then converted to NTFS. Therefore the cluster size is always 512 bytes when a partition is formatted in Setup. (This information does not apply to Microsoft Windows 2000 Setup or Windows XP Setup, which both format the partition according to your choice of a file system.)
The FAT file system uses the following cluster sizes. These sizes apply to any operating system that supports FAT:

Drive size (logical volume) FAT type  Sectors Cluster size
15 MB or less 12-bit  8 4 KB
16 MB - 127 MB 16-bit  4    2 KB
128 MB - 255 MB 16-bit 8 4 KB
256 MB - 511 MB 16-bit 16 8 KB
512 MB - 1,023 MB 16-bit 32 16 KB
1,024 MB - 2,048 MB 16-bit 64 32 KB
2,048 MB - 4,096 MB 16-bit 128 64 KB
*4,096 MB - 8,192 MB
Windows NT 4.0 only
16-bit 256 128 KB
*8,192 MB - 16384 MB
Windows NT 4.0 only
16-bit 512 256 KB

To support FAT partitions that are greater than 4 GB using 128- or 256-KB clusters, the drives must use sectors that are greater than 512 bytes.
Note that on very small FAT partitions, a 12-bit FAT is used instead of a 16-bit FAT. The FAT file system supports only 512-byte sectors, so both the sectors per cluster and the cluster size are fixed.

Aggirare il controllo di genuinità Microsoft
Aggirare il controllo di genuinità in pochi click? Su alcuni gruppi di discussione specializzati in modifiche e personalizzazioni di Windows è apparsa una tecnica che permette di scaricare il software Microsoft senza dover passare il controllo di autenticità.
La procedura è di una semplicità davvero disarmante: per prima cosa è necessario trovare un download protetto dal controllo di genuinità, come ad esempio DirectX 9.0c.
Una volta raggiunto l'indirizzo è sufficiente copiare la seguente stringa nella barra degli indirizzi, e premere quindi invio:
javascript:void
(document.cookie='WinGenCookie=validation=0;expires=Sat, 1 Jan 2050 12:00:00 UTC')
In alcuni casi il browser non fornirà alcun riscontro all'utente, ma lo script sarà comunque stato eseguito correttamente. Sarà ora sufficiente ricaricare la pagina per avere pieno accesso al file.
Non solo: l'operazione è necessaria una sola volta, e quindi il sistema sarà automaticamente riconosciuto come genuino ad ogni richiesta di download.
Alla data attuale Microsoft non ha ancora espresso alcun commento al riguardo: non è da escludere però che la piattaforma venga aggiornata già nei prossimi giorni, invalidando del tutto questo trucchetto.

Bucato di nuovo WGA
Da più parti stanno apparendo notizie riguardo ad un possibile fix che Microsoft avrebbe già implementato per inibire la procedura che permetteva di aggirare il controllo sulla genuinità dei propri prodotti.
Nella giornata di ieri abbiamo effettuato altri test: se è vero che non è più possibile validare nuovi sistemi con la tecnica descritta in precedenza, le macchine che avessero già ricevuto la validazione "abusiva" qualche settimana fa continuano ad essere riconosciuto come autentiche.
Nonostante ciò, continuano ad emergere come funghi tecniche alternative per aggirare il controllo:
Aprite la solita pagina di DirectX 9.0c.
Selezionate Continua e quindi nuovamente su Continua nella pagina successiva.
Ora sarete invitati a scaricare un tool chiamato GenuineCheck.exe: invece di eseguire il programma dalla posizione corrente, salvatelo sul vostro computer, ad esempio sul desktop.
Cliccate ora sul programma con il destro, portatevi nella linguetta compatibilità, e spuntate Esegui questo programma in modalità compatibile per e quindi Windows 2000 dal menu a discesa.
Cliccate su ok, eseguite il programma ed ecco il codice da copia-incollare nella pagina del navigatore per avere pieno accesso al download.
Sebbene siano subito piovute numerose critiche sulla inefficacia del sistema di autenticazione Microsoft, va comunque precisato che la validazione del software è studiata principalmente per scoraggiare i pirati domestici ed occasionali, che difficilmente avranno le competenze tecniche necessarie per eseguire queste pur semplicissime indicazioni.

Shutdown.exe per chiudere/riavviare il sistema
Con il Resource Kit di WindowsNT/2000 (ed ora disponibile in modo "nativo" su XP), è stato introdotta un'interessantissima utility (soprattutto se utilizzata negli scripts), che vi consente di chiudere o riavviare il sistema. E' possibile utilizzare l'utility anche su sistemi remoti. Ecco la lista completa degli switch:
-i Display GUI interface, must be the first option
-l Log off (cannot be used with -m option)
-s Shutdown the computer
-r Shutdown and restart the computer
-a Abort a system shutdown
-m \\computername Remote computer to shutdown/restart/abort
-t xx Set timeout for shutdown to xx seconds
-c "comment" Shutdown comment (maximum of 127 characters)
-f Forces running applications to close without warning
-d [u][p]:xx:yy The reason code for the shutdown
u is the user code
p is a planned shutdown code
xx is the major reason code (positive integer le ss than 256)
yy is the minor reason code (positive integer le ss than 65536)

crea un cmd con questa riga :
#################################
echo off
shutdown.exe /L /R /C
exit
#################################
e schedula il cmd all'ora che ti serve
il comando Shutdown.exe lo trovi nel resource kit di w2k per poter funzionare correttamente devi piazzare l' eseguibile nella system32
lo switch /L indica il pc locale
lo switch /R indica di fare Reboot
lo switch /C forza la chiusura delle applicazioni (occhio che con questo switch attivo c'e' il rischio di perdere i dati in uso dalle applicazioni, quindi usalo solo se hai dei processi o prg che fanno storie a chiudersi il tutto va schedulato con i permessi di admin sulla macchina

Applica le modifiche ad un account immediatamente
Per assicurare che eventuali modifiche apportate all'account vengano applicate immediatamente, richiedere al computer di autenticare l'account ogni volta che viene eseguito un tentativo di sblocco della console, anziché consentire al sistema di utilizzare a questo scopo le credenziali memorizzate nella cache. Per far questo bisogna apportare le seguenti modifiche al registry:
HKLM\Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon\
impostare :
ForceUnlockLogon = 1

Utilizziamo il tasto Win su tastiere datate
Per utilizzare il tasto "Win" con tastiere che ne sono prive è necessario rimappare la tastiera.
Con questa modfica sarà il tasto "Alt Gr" che verrà rimappato.
Apriamo il registro di Windows (start->esegui->regedit) andiamo alla chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Keyboard Layout
Creiamo un nuovo Valore Binario di nome "Scancode Map" e assegnamogli come valore:
00 00 00 00 00 00 00 00 02 00 00 00 5B EO 38 EO 00 00 00 00
Chiudiamo il registro e riavviamo il sistema.
Attenzione: prima di effettuare la modifica è consigliabile fare un backup del registro di Windows.

Disporre di informazioni sugli account utente (win2k/xp)
se digitate dal prompt di DOS il comando "NET USER" (non usate le virgolette), sarà visualizzato l'elenco degli utenti presenti nel sistema.
Invece se digitate NET USER NOMEUTENTE sarà invece visualizzata tutta una serie di informazioni relative a quel particolare utente

Come reinstallare Shockwave Flash
Ecco come reinstallare Shockwave Flash, il player di Macromedia Flash:
Andate su Start > Esegui...
Digitate: "%systemroot%\inf" e premete OK.
Nella pagina che si aprirà dovete cercate il file "swflash.inf": poi cliccateci sopra con il tasto destro del mouse e selezionate "Installa".

Come rinominare il Cestino di Windows
per rinominare il cestino apriamo il Registro di Sistema di Windows (Start -> Esegui... -> "regedit").
Cerchiamo la chiave:
HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\ {645FF040-5081-101B-9F08-00AA002F954E}\SHELLFOLDER
Selezioniamo ATTRIBUTES e modifichiamone il valore da 40 01 00 20 a 70 01 00 20.
Diamo l'Ok, andiamo sul desktop e premiamo F5; ora cliccando con il tasto destro del mouse sull'icona del Cestino potremo rinominarla o anche cancellarla.

Attivare Wireless Zero Configuration
Capita molto spesso che una volta inserita una scheda Wireless nel computer non si riesca ad accedere alla possibilità di gestire le connessioni.
Indipendentemente che sia USB, PCI, o PCMCIA, frequentemente assieme ai drivers viene installato ed attivato un programmino di gestione che a volte può andare in conflitto col servizio Zero Configuration di Windows XP Service Pack2 (SP2) e vi è quindi la necessità di disattivarlo affinchè il tutto torni a funzionare correttamente.
Viceversa è possibile che il software di gestione, in dotazione alla scheda, non ci soddisfi e si preferisca utilizzare quello in dotazione a Windows XP.
Purtroppo alcuni software disabilitano questo servizio, che va ovviamente riattivato.
Ma come si attiva o disattiva la Wireless Zero Configuration di Windows XP Service Pack2?
E' molto semplice, ed una volta imparata la procedura la si esegue anche con una certa rapidità: basta andare su Start -> Pannello di Controllo.
Chi ha la visualizzazione per categorie dovrà cliccare prima sull'icona Prestazioni e Manutenzione e poi su Strumenti di Amministrazione, chi invece ha la visualizzazione classica cliccherà direttamente su quest'ultima voce.
Si clicca poi su Servizi ed appare una finestra in cui sono elencate molte voci. L'ultima in fondo è la Zero Configuration.
Selezionarla cliccandoci sopra una sola volta, e cliccare poi in alto a sinistra su Arresta il servizio, o Riavvia il servizio, a seconda che si voglia attivare o disattivare.

Come disabilitare la segnalazione errori
come disabilitare la segnalazione errori.
Per effettuare questa operazione, vi basterà aprire il Control Panel cliccare su: Performance and Maintenance -> System -> Advanced -> Error reporting.
Fatto questo selezionate semplicemente Disable Error Reporting. Cliccate su OK.

Ottimizzare l'uso della ram del sistema operativo
A chi non è mai capitato di aver avviato più programmi contemporaneamente e di essersi trovato di fronte alla necessità di riavviare il sistema?
Penso che questa sia una situazione spiacevole e soprattutto molto frequente.. quindi, per eliminare questo inconveniente, vi fornisco una dritta tramite la quale andremo a diminuire direttamente i tempi di attesa per l'esecuzione delle applicazioni.
Vediamo in dettaglio come si fa...
Premetto che bisogna disporre di un quantitativo minimo di ram pari a 256MB!
1. Avviamo il registro di configurazione di Windows da Start/Esegui digitando Regedit;
2. Nell'area sinistra dell'editor, dove sono presenti le diverse chiavi di sistema, clicchiamo sulla chiave identificata dal seguente percorso: HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\Current-ControlSet\Control\Session Manager\Memory Management;
3. Nell'area destra dell'editor clicchiamo sulla voce DisablePagingExecutive, apparirà la finestra Modifica valore DWORD, assicuriamoci che nell'area base sia spuntata l'opzione Decimale e che nel campo Dati valore sia presente il carattere 1 e clicchiamo su OK: in questo modo il sistema manterrà i dati nella memoria anziché nel file di paging;
4. Tornando nell'area destra dell'editor clicchiamo su LargeSystemCache, assicuriamoci che nel campo Dati valore, generalmente espresso in base Decimale, sia presente il carattere 1 e clicchiamo su OK: in questo modo garantiamo migliori prestazioni per l'esecuzione del codice operativo di Windows;
5. Dal menù Modifica/Nuovo, clicchiamo su Valore DWORD e digitiamo nel campo nome la stringa IO-PageLockLimit impostando i seguenti valori: 10000 se il nostro PC 1 possiede 256MB di ram o 40000 se il nostro PC possiede una quantità di ram pari o superiore 512MB;
6. Riavviamo il PC.
Trucco testato su Windows XP.

Terminare un'applicazione che non risponde e ripristinare il computer da una situazione di stallo
"L'applicazione non risponde" ... quante volte ci siamo ritrovati in questa situazione... Questo problema è dato dal fatto che il nostro sistema o la nostra applicazione è in una situazione di stallo (o deadlock).
Vediamo come risolvere questo problema nei due casi che possono presentarsi: il primo è quello in cui si blocca una sola applicazione, il secondo è quello in cui è tutto il sistema a bloccarsi.
Supponiamo che, nel primo caso, sia il programma 'Winamp' ad essersi bloccato... Apriamo il Task Manager premendo dalla tastiera Alt+Ctrl+Canc oppure cliccando sulla barra delle applicazioni col tasto destro e scegliendo Task Manager. Clicchiamo sulla scheda Processi e selezioniamo il processo da terminare (winamp.exe nel nostro caso); clicchiamo su Termina processo e successivamente premiamo Si per conferma.
Se invece (nel secondo caso) si blocca tutto il sistema è sufficiente aprire il Task Manager e terminare il processo explorer.exe. Vedrete che sul vostro monitor spariranno tutte le icone dal desktop e rimarrà attiva solo la finestra del Task Manager; a questo punto sarà necessario rilanciare il processo explorer.exe cliccando su File/Nuova operazione (Esegui...) e digitando explorer.exe.
Salvo il caso in cui premendo Alt+Ctrl+Canc non si apre nemmeno aprire il Task Manager, con questo sistema non sarà più necessario resettare il vostro computer.
Trucco testato su Windows XP.

Disconnettere rapidamente un account Windows
Per disconnettere un account Windows, al posto della solita procedura (Start/Disconnetti), possiamo utilizzare una scorciatoia pressochè immediata per bloccare il sistema da tastiera: Win + L.
Il vero problema sta nel fatto che non tutte le tastiere supportano il tasto Win (quello con il simbolo di Microsoft)!!
Per ovviare a questa situazione possiamo benissimo creare un “piccolo programmino” capace di eseguire un comando DOS seguendo questi passi:
* Cliccare con il tasto destro in un'area vuota del desktop (è consigliabile il desktop poiché questa applicazione deve avere massima visibilià per essere utile) o di una cartella e selezioniamo Nuovo/Collegamento.
* Partito il Wizard guidato di Windows andiamo a scovare i colpevoli di questa funzione del sistema operativo: rundll32.exe e user32.dll. Nel box Immettere il percorso del collegamento digitiamo il seguente comando: rundll32.exe user32.dll, LockWorkStation e clicchiamo su Avanti.
* Assegniamo un nome a piacere al collegamento, scegliendone uno intuitivo come, ad esempio, "Disconnetti user".
Trucco testato su Windows XP.

Aumentare la velocità di trasferimento dati
E' possibile aumentare la velocità di trasferimento dati del nostro disco rigido fino a 100 Mb/s abilitando la funzione DMA (Direct Memory Access). Per fare ciò dobbiamo seguire i seguenti passi:
* Rechiamoci nel Pannello di Controllo e clicchiamo su Sistema.
* Nel tab Hardware clicchiamo su Gestione Periferiche.
* Da qui selezioniamo Controller IDE ATA/ATAPI e clicchiamo su Canale primario IDE.
* Ora nella tab Impostazioni Avanzate selezioniamo la voce DMA se possibile nel box intitolato Modalità di trasferimento .
* La stessa procedura è eseguibile anche per il Canale secondario IDE nel caso avessimo un secondo Hard Disk o un lettore o un masterizzatore CD/DVD.
Trucco testato su Windows Xp.

Ripristinare la corretta funzionalità del sistema
Innanzitutto bisogna dire che questa che stiamo per descrivere è un'applicazione potentissima e per questo anche molto pericolosa.
Procuriamoci a priori un disco di avvio del sistema operativo con integrato Service Pack 2 (se abbiamo già proceduto all'upgrade).
Vediamo come è possibile ripristinare l'originale e corretta funzionalità del sistema:
Digitiamo il comando SFC \scannow (attenzione allo spazio tra SFC e \; non va omesso!) in Start\Esegui .
Trucco testato su Windows Xp.

Windows XP Login su XP come su Windows 2000
Con il seguente semplice trucco potete avere anche su Windows XP la schermata di login come quella tipica di Windows 2000.
Procedete: andate nel pannello di controllo, cliccate su "Account utente", scegliete "Cambia modalità di accesso e disconnessione" e disabilitate "Usa la schermata iniziale".
Al prossimo reboot vedrete la schermata di login di Windows 2000.

Un mini-Windows potente
Quando Microsoft si è resa conto della mancanza di opzioni di salvataggio in Windows 2000/Xp, ha creato Windows Preinstalled Environment (PE). Questo mini-Windows può essere avviato da CD, legge e scrive su partizioni FAT e NTFS e avvia scripts, file batch e applicazioni Win32. Il problema è che viene offerto solo ai clienti che acquistano licenze per grandi volumi. L'olandese Bart Lagerweij è tuttavia riuscito ad offrire una versione giuridicamente ineccepibile de suo PE-Builder (scaricabile dal sito http://www.nu2.nu, circa 1 mb). Per masterizzare su cd il sistema di ripristino, occorre il suddetto software (PE-Builder), un Windows installato in versione 2000/XP/2003 e un cd dell'installazione di Windows XP con SP già integrata. Dopo aver inserito il cd nell'unità, decomprimere l'archivio Pebuilderxxx.zip e avviare il programma Pebuilder.exe. Il programma richiede l'adeguamento di alcune indicazioni di percorso: è obbligatorio indicare la lettere dell'unità cd e la cartella in cui è installato Windows e (questo è facoltativo) un'altra cartella con altri file che si desidera masterizzare su CD. Si consiglia di sfruttare questa possibilità per espandere il futuro del sistema di ripristino con l'aggiunta di utili strumenti come un editor esadecimale o un file manager (Winfile.exe). Nella seconda finestra viene in teoria offerta la possibilità di attivare il supporto di rete. A tal fine servono però i file Factory.exe e Netcfg.exe

Da quando ho attivato il firewall di XP, non funziona più netmeeting. Come posso fare?
Questo accade perchè il firewall chiude in automatico delle porte di comunicazione (TCP) indispensabili per il funzionamento di Netmeeting. Occorre aprirle manualmente. Queste sono: 1731, 1720, 1503, 522, 389. Andare su Start - Risorse di rete e fate clic su Visualizza connessioni di rete nel riquadro delle attività sulla sinistra. Individuate la connessione che utilizza il firewall di XP, quindi fateci clic sopra con il tasto destro del mouse; a questo punto fate clic su Proprietà. Nella finestra che si apre, spostatevi nella finestra Avanzate, e qui fare clic sul pulsante Impostazioni. Nella finestra che si apre, nella scheda Servizi, fate clic su "Aggiungi" per aprire una nuova porta. Inserite un nome che descrive il tipo di servizio che si va ad abilitare, poi immettete l'indirizzo 127.0.0.1 (loopback) per il numero di protocollo ip richiesto. Infine, sia nella casella della porta interna che per quella esterna, immettete il numero della porta (vedi sopra) e poi clic su OK. Ripetete la procedura per tutte le porte da aprire, ogni volta modificando il numero della porta.
P.S. Questo è valido se uno a una connessione via modem, direttamente collegato ad internet. Se si possiede un router, bisognerà aprire le stesse porte anche sul router.

Come si rimuovono i documenti condivisi
Eseguire Regedit. Andate sulla seguente chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\MyComputer\NameSpace\DelegateFolders.
Questa chiave contiene una sola sottocartella, ossia:
{59031a47-3f72-44a7-89c5-5595fe6b30ee}
Procedete con l'eliminazione. Clic con il tasto destro ed Elimina.
Chiudete il registro di sistema. NON E' NECESSARIO RIAVVIARE IL COMPUTER. Nelle Risorse del Computer, noterete che non compaiono più le cartelle condivise

Posso fare il "logon" automatico senza dover immettere la password ogni volta?
Per fare ciò, bisogna accedere al computer con i privilegi di amministratore. Chiaramente sul PC non solo non ci devono essere altri utenti, ma non deve essere attivato l'account Guest e l'amministratore non deve aver impostato la password. Andare nel Pannello di Controllo e selezionate la voce "Account Utente". selezionate nella finestra successiva l'opzione "Modifica modalità di accesso o disconnessione". A questo punto attivate la voce "Usa schermata iniziale". In tal modo non apparirà la finestra classica di accesso che vi chiede nome utente e password.

Come posso impedire ad altri utenti di scaricare file da Internet?
Windows XP permette di fare ciò; occorre accedere al file di Registro (regedit). Andare sulla seguente chiave:
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\InternetSettings\Zones
All'interno della cartella Zones, si trovano altre sottocartelle numerate: selezionate la numero 3. A questa sottocartella sono associati dei valori,individuate "1803". Con un doppio clic aprite la finestra di proprietà, che mostrerà il valore associato: dovrebbe essere 0. Scrivete 3 nella casella "Dati valore" (lasciate esadecimale) e premete OK. La prossima volta che qualcuno tenterà di scaricare qualsiasi cosa da Internet, riceverà un avviso del tipo "Per motivi di sicurezza, non sei autorizzato al download di questo file".

Posso controllare gli accessi di un altro utente ai file, alle cartelle e alle stampanti?
Chi ha accesso al sistema con privilegi di amministratore può controllare quasi tutte le operazioni svolte da chi ha accesso limitato, inibendo alcune operazioni o restringendone l'utilizzo. Occorre utilizzare un particolare Registro di controllo, che si trova nel registro di protezione, incluso nel Visualizzatore Eventi. Per attivare questa funzione, andare nel pannello di controllo - prestazioni e manutenzione - strumenti di amministrazione. A questo punto, fate clic su "Criteri di protezione locale": si aprirà la relativa finestra. Fate doppio clic, nella parte sinistra, su Criteri locali al fine di visualizzarne le sottocartelle. In particolare, andate su criteri di controllo - controllo accesso agli oggetti. Per controllare l'accesso riuscito a determinati file, cartelle e stampanti, mettete il segno di spunta accanto all'opzione "Operazioni riuscite". Per controllare l'accesso non riuscito, selezionate l'altra opzione, operazioni non riuscite. Si possono attivare entrambe le opzioni. Clic su Applica e su OK per terminare le operazioni.

E' possibile spostare o rinominare la cartella che contiene i profili utente?
La cartella "documenti e impostazioni" (documents and settings) che si trova nella cartella "root" (radice) delle unità dove è installato il sistema operativo, si incarica di gestire tutti i files e le cartelle relative al profilo degli utenti che hanno accesso al sistema. Per cambiarne il nome o spostare il contenuto, avviare la sessione con l'account dell'utente che desiderate modificare. In una finestra di prompt dei comandi, digitate "set" (senza virgolette" e prestate attenzione alla variabile "USERPROFILE". Eseguite l'Editor di Registro (regedit) e trovate la seguente chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\microsoft\WindowsNT\CurrentVersion\ProfileList
Selezionate il menu Modifica e Trova, e cercate il valore "ProfileImagePath" che contiene la stessa variabile "USERPROFILE" trovata in precedenza con il comando set. Cambiate la variabile indicando la nuova cartella che conterrà i vostri file. Spostate, se necessario i file dalla vecchia cartella alla nuova e digitate di nuovo il comando Set per verificare che il sistema abbia accettato le modifiche.

E' possibile nascondere il pulsante "Spegni computer" in modo che altri utenti non chiudano la sessione di XP?
Andate nell'Editor di Registro (regedit) e cercare:
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer
Create o modificare il valore DWORD "NoClose" che avrà come contenuto "1" per nascondere il bottone all'interno del menu Start, e "0" per mostrarlo. E' NECESSARIO IL RIAVVIO DEL SISTEMA.

E' possibile inserire un messaggio nella schermata di benvenuto di Windows XP?
Andate nel file di registro ed editate la seguente chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\WindowsNT\CurrentVersion\WinLogon
Create il valore stringa "LegalNoticeCaption" (titolo della finestra) e il valore "LegalNoticeText" (testo che comparirà all'interno della finestra). Questo messaggio verrà mostrato a tutti gli utenti che avvieranno una sessione di lavoro sul computer.

BlocNum sempre attivo
Andate nel file di registro ed editate la seguente chiave:
HKEY_USERS\.Default\ControlPanel\keyboard
Al suo interno create o modificate il valore stringa "InitialKeyboardIndicators" il cui contenuto sarà "2" per attivare l'uso del tastierino numerico e "0" per utilizzare i cursori (e quindi completamente disattivato)

E' possibile creare una scorciatoia per uscire velocemente da XP?
All'interno del blocco note, scrivere un nuovo documento contenente la seguente riga:
(new ActiveXObject("Shell.Application")).ShutdownWindows();
Salvare il documento con il nome "spegni.js". Se non venisse visualizzato il file, bisogna visualizzare tutti i file e visualizzare le estensioni. A questo punto il file è pronto e, facendoci doppio clic, potrete raggiungere velocemente la schermata che permette di uscire dal sistema, mandare il computer in standby o riavviarlo.
Se avete un editor di pagine html (Dreamweaver), il programma spegni.js verrà aperto con l'editor. Per evitarlo, fate clic con il tasto destro del mouse e selezionate l'opzione "Apri con il prompt dei comandi"

Posso fare in modo che il Pc si spenga ad una determinata ora?
Oltre a programmi freeware e shareware che si possono trovare sulla rete, anche windows permette di fare ciò.
Questa operazione di spegnimento è possibile grazie allo strumento "operazioni pianificate". In pratica, faremo eseguire al sistema operativo un piccolo programma (shutdown.exe) ad una certa ora.
Bisogna prima di tutto creare un piccolo documento di testo (batch file, con estensione .bat) nel quale scrivere la seguente riga di comando:
shutdown -s -t30 -f
L'opzione -s lancia il programma di spegnimento.
Il parametro -t30, stabilisce i secondi dopo cui dovrà spegnere il computer.
Il parametro -f chiude forzatamente le applicazioni che in quel momento sono aperte.
A questo punto pianificate l'ora ed eventualmente la data di spegnimento. Andate su Pannello di Controllo, Operazioni pianificate. Fate doppio clic su "Aggiungi operazione Pianificata". Qui dovrete indicare il programma da eseguire nell'operazione pianificata, quindi premere sfoglia ed andare a selezionare il nostro file .bat. Nella finestra successiva vi viene chiesto con quale frequenza eseguire l'operazione, e potete anche scegliere di attivarla una sola volta. Poi indicate data e ora dell'esecuzione. All'ora prestabilita, apparirà una finestra che vi avverte che sta per essere spento il computer.
P.S. PER ANNULLARE IL COMANDO SHUTDOWN, eseguire il prompt dei comandi e digitare "shutdown -a"

Quando Windows dà errore, mi viene chiesto se inviare le informazioni a Microsoft. Posso evitarlo?
Per evitare l'invio della segnalazione degli errori, bisogna andare sul Pannello di Controllo, Sistema. Nella scheda Avanzate, fate clic sul pulsante "Segnalazione errori", mettere un segno di spunta accanto alla voce "Disabilita segnalazione errore". Premere OK per rendere effettiva la modifica.

Ho installato dei font nel sistema ma non vengono visualizzati nella relativa cartella. Come posso risolvere il problema?
Prima di tutto fate una copia della cartella fonts (sotto windows) in una nuova cartella
Il problema è dovuto ad un'anomalia del Registro di configurazione del sistema.
Andare sulla seguente chiave
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\microsoft\WindowsNT\CurrentVersion\Fonts
Eliminare l'intero contenuto, facendo clic sul nome della cartella e scegliamo la voce Elimina. A questo punto riavviare il computer, reinstallare i fonts da Pannello di controllo, Caratteri. Qui, andate in File/Installa nuovo tipo di caratteri e caricate quelli copiati nella cartella di backup dei font.

E' possibile salvare in un file l'elenco di tutti i programmi installati nel sistema?
Al prompt dei comandi (cmd da esegui), digitare:
reg query HKLM\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall
e premere Invio. Otterrete, anche se in modo un po' caotico, l'elenco di tutti i programmi installati. Se volete salvare questo file in un elenco, potete aggiungere il parametro >nomefile.txt
reg query HKLM\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall >d:\prova.txt
Esiste un programma gratuito di Microsoft, che permette di fare ciò: MSIA (Microsoft Software Inventory Analyzer), scaricabile da: http://www.microsoft.com/italy/sam/content/msia/default.mspx

Ho eliminato per sbaglio dei file dal Cestino. Esiste un modo per recuperarli?
Windows non prevede alcuno strumento per fare ciò. Esiste un programma gratuito (tra molti che si possono trovare in rete), REST2514
( http://www.collina.us/files/REST2514.htm ). Nella finestra principale, sulla destra, selezionate il disco o la partizione che conteneva il file da recuperare, quindi premete il pulsante "Search deleted files" (Cerca i files cancellati). Dopo un'analisi, viene proposta una lista dei file ancora recuperabili. Selezionare il file che interessa, quindi premete il tasto "Restore by Copying" (Recuperalo compiandolo): in pratica avete la possibilità di salvare una copia del file eliminato. Non sempre il recupero va a buon fine, ma vale la pena tentare.

L'avvio del sistema operativo è molto lento. Come posso velocizzarlo?
indipendentemente dalla configurazione e dalle potenzialità del proprio sistema operativo, l'avvio lento di Windows XP è un problema noto ai tecnici Microsoft; prova ne sia il fatto che sul sito di riferimento del sistema operativo, è possibile scaricare il programma gratuito BOOTVIS che permette, non solo di analizzare la procedura di avvio del sistema, ma anche di ottimizzarla. Scaricate dal seguente link il suddetto programma (altrimenti fatene una ricerca sul sito Microsoft o su google):
http://download.microsoft.com/download/whistler/BTV/1.0/WXP/EN-US/BootVis-Tool.exe
Si tratta di un file compresso (autoscompattante). Decomprimetelo, e avviate l'eseguibile BOOTVIS.exe. Chiudete tutti i programmi attivi, tranne Bootvis. Quindi andate in Trace/Optimize System. Il sistema sarà riavviato entro 10 secondi. In questa fase, il programma analizzerà le impostazioni del sistema e dei dischi, al fine di ottimizzarle.

Quando apro il task manager vedo ben quattro processi SVCHOST.EXE in esecuzione, che occupano molta memoria. Di che si tratta? Posso chiuderli?
Il file svchost.exe, che si trova generalmente nella cartella c:\windows\system32 serve per verificare, all'avvio del computer, la porzione del Registro di sistema relativa ai servizi, in modo da stabilire l'elenco di quelli da caricare. Gli elenchi e quindi i gruppi di servizi, possono essere diversi. Per visualizzare l'elenco dei servizi in esecuzione, fate clic su Start - Esegui e lanciate il comando cmd per aprire il prompt dei comandi, poi digitate:
tasklist /svc seguito da invio per visualizzare la lista.

E' possibile personalizzare il raggruppamento delle finestre nella Barra della applicazioni?
Windows XP raggruppa dinamicamente gli elementi che fanno parte della stessa applicazione o dello stesso genere, sulla Barra delle applicazioni (barra in fondo allo schermo). Per determinare il numero di elementi simili a partire dal quale comincia il raggruppamento, apre l'editor del file di registro e individuate la seguente chiave:
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Advanced
Sulla destra, create o modificate (se già presente) il valore DWORD "TaskBarGroupSize", il cui contenuto sarà il numero di elementi uguali a partire dai quali comincerà il raggruppamento.
Es. (in esadecimale, metter il numero 3)

Posso creare un'icona partendo da una fotografia?
Il programma che permette di fare ciò è EasyICO (1,7 Mb - gratuito), scaricabile all'indirizzo: http://www.paintweb.it/download/easyico.htm . Questo programma permette di trasformare una qualunque immagine in un file con estensione .ico.

Ho notato che il sistema aggiorna le icone troppo frequentemente. Cosa posso fare?
Nel file di registro, localizzare la seguente chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer. A sinistra, create o modificate il valore stringa "MaxCachedIcons" con il contenuto di 8192. In questo modo si incrementa la cache delle icone fino a farle raggiungere 8 Mb.

E' possibile ampliare il numero dei documenti recenti?
Nel file di registro, cerchiamo:
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer.
Creiamo o modifichiamo il valore DWORD "MaxRecentDocs" con un numero in notazione a 32 bit (esempio in esadecimale il valore 20), equivalente al numero di documenti recenti che volete mostrare.

Quando tento di eliminare un video, mi appare un messaggio di errore che dice che il file è già in uso. Cosa posso fare?
Quando si elimina o si vuol spostare un file AVI di grosse dimensioni, il sistema avverte che l'operazione non può essere portata a termine perchè in uso. Tra l'altro, dando un'occhiata ai processi nel taskmanager, ci si accorge che l'occupazione delle risorse di sistema schizza a 100%. Questo accade perchè Windows analizza l'intero file, cercando di interrogare l'indice (o talvolta cerca di visualizzare il file nell'anteprima).
- Si può creare un file con il blocco note, vuoto e dargli il nome del file che vogliamo cancellare (pippo.avi), sostituendo l'estensione TXT in AVI. Si trasporta il file appena creato nella cartella del file AVI e si sostituisce. A questo punto si può cancellare.
- Altrimenti, si lancia una sessione del prompt dei comandi (cmd), dopo aver chiuso il processo "Explorer.exe" dal task manager. Dal prompt si può eliminare il file in questione:
del x:\percorso\nomedelfile.avi
Confermiamo e il file dovrebbe essere eliminato dopo l'eventuale richiesta di conferma

E' possibile fare in maniera che un file TXT possa essere aperto sia con Notepad che con Word?
Dobbiamo andare in Start - Risorse del computer. Dal menu Strumenti, scegliamo Opzioni cartella. Andiamo su Tipi di file e selezioniamo l'estensione TXT. A questo punto premete il pulsante Avanzate. Nella finestra che appare, avete la possibilità di aggiungere un'operazione da associare al file, che verrà mostrata quando tenete premuto il tasto destro del mouse.
Fare clic su Nuovo, quindi nella casella di testo che descrive l'operazione, scriviamo "Aprin con Word"; per associare il programma Word a questa operazione, occorre specificarlo nella casella "Applicazione utilizzata per eseguire l'operazione. Fare clic su Sfoglia e cercare il percorso c:\programmi\microsoft office\office10\winword.exe
A questo punto fare Ok, in tutte le finestre e chiudere le Opzioni cartelle. A questo punto fate clic su un file txt e dovreste trovare anche l'opzione Apri con Word.

E' possibile spostare un file sul dischetto dal comando "Invia a..."?
Creare un file con estensione .bat tramite Blocco note. All'interno digitare la seguente riga:
@ move %1 a:
Salvare il file nella cartella c:\documents and settings\nomeutente\sendto (oppure c:\documenti e impostazioni\nomeutente\sendto) col nome "sposta sul dischetto.bat". Se non vedete la cartella SendTo, è perchè è nascosta.

In molte cartelle si crea un file "thumbs.db". Di che si tratta? Posso evitare che venga creato?
Il file in questione è utilizzato da Windows per memorizzare le anteprime delle immagini di una cartella. E' possibile abilitare/disabilitare tale funzione, andando su Esplora Risorse, Strumenti, Opzioni cartella, Visualizza e togliere/mettere il segno di spunta sulla voce "non memorizzare le anteprime nella memoria cache"; dare Applica e Ok per rendere effettiva la modifica.

Quando effettuo delle modifiche in una cartella, Windows XP non me le mostra subito. Posso fare qualcosa?
Talvolta per visualizzare le modifiche fatte, bisogna andare su Visualizza - Aggiorna (o premere F5). Per fare in maniera tale che l'aggiornamento sia istantaneo, andare nel file di Registro e cercare:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\CurrentControlSet\Control\Update
Sulla destra apparirà la voce "UpdateMode": fateci doppio clic e modificare il valore "1" in "0" (zero) e chiudete il file di registro. Riavviate la macchina.

In Esplora Risorse non viene visualizzato il percorso completo di un file. Posso farlo apparire?
Vai su Panello di Controllo, Aspetti e temi (nella visualizzazione per categoria) e quindi Opzioni cartella. Nella scheda Visualizzazione, mettere un segno di spunta accando a una o entrambe le seguenti voci:
Visualizza il percorso completo nella barra degli indirizzi
Visualizza il percorso completo sulla barra del titolo
Applica e quindi OK.

Posso disinstallare Windows Media Player? (il motivo lo lascio a te...)
La risposta è negativa, poichè Windows Media Player è parte integrante del Sistema Operativo. Però puoi installare il programma XPLite (http://www.litepc.com). Il programma è a pagamento, però ti permette di alleggerire il S.O.

Tutte le volte che riproduco un brano o un video con Windows Media Player, questo resta in memoria. Posso evitarlo?
Se volete eliminare il "file history" di WMP, avviare l'editor del file di registro e portarsi alla seguente stringa:
HKEY_CURRENT_USERS\Software\Microsoft\MediaPlayer\Player\RecentFileList
Eliminare questa chiave. Dal prossimo utilizzo, WMP presenterà una lista vuota.

Come posso configurare la disconnessione automatica dalla rete locale?
Windows XP utilizza due parametri diversi per la disconnessione automatica: uno per disconnettere le connessioni di accesso remoto alla rete, attraverso un modem, e uno per le connessioni di rete locale. Questo secondo parametro non è stato, fino ad oggi, documentato. Il valore per la disconnessione automatica dalla rete locale si trova nella seguente chiave di registro:
HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\LanmanServer\Parameters
Il suo compito è quello di disconnettere le sessioni inattive dopo un certo numero di minuti. La durata si può definire attraverso l'interprete dei comandi, usando il comando "Net config server" per il configuratore "/autodisconnect:[numerominuti]". Il valore di tipo DWORD che occorre creare varia tra 1 e 65.536. Per disabilitare completamente la funzione, dovete scrivere "-1". Se scrivete "0" non la disattivere, ma la disconnessione sarà più rapida, dopo appena pochi secondi di inattività. Se editate questo valore nel Registro di configurazione, potete aumentare l'arco temporale fino a 8171 anni. Il valore da scrivere è 4294967295 (0xffffffff   <--- 8 volte f).

E' possibile ottimizzare il sistema in modo da velocizzare la connessione ad internet?
Windows XP Professional attiva automaticamente il servizio QoS (Quality of Service). Questo servizio è utile solo quando il pc è connesso ad una grande rete aziendale, dove la velocità di trasmissione raramente è un problema. Il suo compito è di mantenere una certa quantità di banda libera per smaltire, quando necessario, i sovraccarichi di lavoro. A casa o nei piccoli uffici è meglio che il QoS sia disattivato. In questo modo non si perde nulla, ma si aumenta la velocità di connessione persino del 20%.
Per affinare al meglio la configurazione del Quality of Service occorrono due passi distinti.
Per prima cosa aprite il menu Start - Esegui e scrivete "gpedit.msc" (il comando esiste solo nella versione Professional del Sistema operativo). Nella sezione sinistra della finestra che si aprirà, andate in Configurazione del computer - Modelli Amministrativi - Rete. Individuate, nella parte destra della finestra, l'"unità di pianificazione di pacchetti QoS" e fate doppio clic su "Limita larghezza di banda riservabile". Nella scheda delle proprietà mettere il segno di spunta a fianco di "Attivata", quindi scrivere "0" (zero) a fianco di "Limite larghezza di banda (%)". Fate Ok e uscite. A questo punto, occorre rimuovere le "Utilità di pianificazione pacchetti QoS" dalla proprietà della rete. Fate clic con il tasto destro del mouse su "Risorse di Rete". Selezionate Proprietà e fate di nuovo clic destro su un'icona di connessione ad internet. Selezionate nuovamente proprietà: si aprirà una finestra che contiene la lista dei servizi e dei protocolli installati per quella connessione. Nella scheda Rete troverete anche la voce "Utilità di pianificazione pacchetti QoS". Selezionate e fate clic sul pulsante disinstalla. Fate ok alla richiesta di conferma (il servizio verrà rimosso anche dalle altre connessioni). In caso di necessità potrete ripristinare il servizio sempre dalla scheda Rete, seguendo il percorso Installa - Servizi - Utilità di pianificazione pacchetti QoS.
Va detto anche, che Windows limita la quantità di memoria RAM che il sistema può utilizzare per le operazioni di entrata ed uscita di dati durante le connessioni di rete. E' possibile modificare questa impostazione agendo sul Registro di configurazione sistema. Chiaramente queste modifiche avranno grande impatto se nel sistema è installata una gran quantità di RAM, da 256 in su.
Andate nel file di registro (regedit) e cercate:
HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Control\SessionManager\MemoryManagement
Sulla destra, create o modificate il valore DWORD del nome "IoPageLockLimit": occorre inserire qui un valore, che corrisponderà al numero massimo di byte che saranno utilizzate per le operazioni di download e upload: per esempio 8192. Chiudete il registro e riavviate il sistema.

E' possibile accedere a un computer spento da un'altra ubicazione attraverso una connessione di rete locale?
La funzione WakeOnLan (WOL - sveglia da rete locale) è uno standard che permette di accedere a un computer spento da un'altra ubicazione, attraverso una connessione di rete locale. Per utilizzare WOL occorre innanzitutto accertarsi di avere tutto l'hardware compatibile: alimentatore standard ATX 2.01, Scheda ATX con connettore WOL (sia scheda madre che, ovviamente, scheda di rete) e supporto del BIOS attivato. I driver devono anche essi supportare questa funzione. Dentro la scheda "Opzioni risparmio energetico" deve essere attivata la casella "permetti al dispositivo di riattivare il computer" e dentro la scheda Avanzate devono essere in uso le opzioni "Wake up on ARP/PING", "Wake up on Link Change", Wake up using APM mode". Sarà poi necessario un programma che invii i pacchetti "Magic Packets" attraverso la rete, per indicare che il computer deve svegliarsi. Alcuni di questi programmi sono: Intel LANDesk Client Manager (www.intel.com/network/products/landesk/landesk_client_mng.htm) e AMD Magic Packet, le cui versioni per MsDOS e Windows sono disponibili gratuitamente sul sito http://www.amd.com (fate la ricerca sul sito o su Google delle parole chiavi Magic Packet Utility)

E' possibile eliminare l'icona che identifica le risorse condivise?
Per togliere l'iconcina di condivisione (la manina sotto la cartella), editiamo il file di registro (regedit.exe) e andiamo alla chiave seguente:
HKEY_CLASSES_ROOT\Network\SharingHandler
Eliminate il contenuto del valore (Predefinito). Se in futuro volete rimettere a posto l'icona, dovete scrivere nel valore Predefinito, "ntshrui.dll" (senza virgolette, ovviamente)

E' possibile proteggere l'accesso dalla rete alle unità Cd-Rom o ai floppy?
E' possibile determinare in che modo i dati presenti su un Cd-rom siano accessibili agli altri utenti di una rete locale. Poichè il Cd-Rom è letto come un volume, di default è condiviso. Potete modificare la chiave in modo che, se il valore è impostato a "1", nessuno, tranne l'utente locale, possa accedere al CD (nè l'amministratore, nè altri utenti, nè lo stesso utente se effettua il login da un'altra macchina). Se il valore è impostato a "0", i dischi presenti nel cd saranno accessibili a tutti gli amministratori di dominio. La chiave in questione è "allocateCdRom" ed è di tipo stringa. Si trova all'interno del file di registro nella seguente posizione:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon
Analogamente, per evitare che altri utenti accedano al floppy disk di una macchina quando un utente ci sta lavorando, dovete modificare la chiave "allocatefloppy" in "1", se volete impedire l'accesso dalla rete, "0" se volete che sia accessibile. La chiave è in questa posizione:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon

Perchè non posso scaricare contemporaneamente più di due files da internet?
Quando si tenta di scaricare più di due file contemporaneamente da internet, Windows non dà alcuna risposta e, prima di avviare il download del terzo file, occorre aspettare che sia terminato quello degli altri due (o almeno uno di questi). Questo accade, perchè lo standard "HTTP 1.1" limita i collegamenti simultanei a due. Per poter scaricare più di due files, si deve andare nel file di registro e cercare la seguente chiave:
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Internet Settings
Nel pannello di destra, create due nuovi valori DWORD (con il tasto destro) attribuendo i seguenti nomi:
MaxConnectionPerServer
MaxConnectionPer1_0Server (è il numero "1" separato da _ e "zero")
Al primo occorre attribuire un valore esadecimale 8, e al secondo 10. Per attribuire il valore, fate doppio clic sulle nuove voci e inserite il valore nella sezione "Dati valore". Chiudete e riavviate il computer

Dove trovo un programma di messaggistica che mi permetta di comunicare all'interno della LAN?
Per fare ciò, è possibile utilizzare un piccolo programma gratuito, RealPopup, scaricabile da http://www.realpopup.it. Questo software rileva automaticamente tutti i computer collegati alla rete Lan, e con pochi clic permette di mettervi in collegamento con loro (sempre che abbiano installato il programma RealPopup), e di parlare come se fosse un classico programma di chat. Questo programma non entra in conflitto con Windows Messenger, nè con altri programmi di messaggistica. Se all'interno della vostra rete locale c'è un computer Macintosh, esiste la versione che si chiama QuickPopup e si scaricaca da http://www.quickpopup.com. E' in prova gratuita, poi bisogna fare la registrazione.

Il masterizzatore non viene riconosciuto come tale. Come posso attivare la copia su CD?
Se provate a copiare dei file grazie ad una unità di masterizzazione, ma non appare l'opzione per masterizzare i file su CD, significa che il dispositivo non è abilitato alla copia. Per verificarlo, fate clic con il tasto destro sull'icona del masterizzatore, da Risorse del computer: come potete verificare, tra le varie schede non è disponibile "Registrazione". Per risolvere il problema, andate nel file di registro (regedit) e cercate la seguente chiave:
HKEY_CURRENT_VERSION\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\CDBurning\Drives.
Se nel sistema sono presenti più unità CDROM (per esempio un masterizzatore cd e un lettore o masterizzatore DVD), qui troverete più cartelle etichettate come "volume" e una stringa di identificazione. Fate clic sulle singole unità, quindi fate doppio clic sulla voce "DriveType". Qui troverete dei valori: se "1", l'unità è abilitata come semplice lettore (CD-R), se è "2" si tratta di un masterizzatore riscrivibile. (CD-RW). Scegliete il tipo di unità, quindi premete OK. Chiudete il file di registro. Andate su Start - Risorse del computer - e fate clic con il tasto destro del mouse sull'icona del dispositivo di masterizzazione, quindi scegliete Proprietà. Adesso dovrebbe comparire la scheda Registrazione.

E' possibile fare in modo che al termine della masterizzazione, il CD non venga espulso?
Se volete evitare che dopo la scrittura il disco sia espulso, aprite Risorse del computer e fate clic con il tasto destro sull'icona del masterizzatore. Nel menu che appare fate clic su Proprietà. Andate quindi nella scheda Registrazione e togliete il segno di spunta accanto alla voce "Rimuovi automaticamente il CD al termine della scrittura.

Quando tento di masterizzare con XP, mi appare l'errore di spazio disco insufficiente. Perchè?
I file pronti per essere masterizzati sono copiati temporaneamente nella cartella "c:\documents and settings\Nomeutente\Impostazioni locali\Dati Applicazioni\Microsoft\Masterizzazione di CD". E' dunque necessario avere sul disco C, spazio sufficiente per contenere tutti i file che masterizzerete. In più, nel passaggio da disco fisso a CD, i file dovranno passare attraverso file temporanei di grande dimensione, per cui è sempre meglio sovrastimare di molto le dimensioni dello spazio da lasciare libero. Il file temporaneo che si crea durante la masterizzazione si chiama "Cd burning stash file.bin" e si trova nella cartella root (radice) del sistema. E' possibile modificare la posizione di questo file (facendo in modo che sia conservato su un disco o partizione diversa, con maggiore capacità) utilizzando la finestra di dialogo Proprietà del masterizzatore Cd (nella scheda Registrazione, grazie al menu a tendina).

E' supportata, da Windows XP, la scrittura multisessione?
La modalità multisessione, permette di registrare i file su CD in più volte. In pratica, dopo aver scritto dei dati sul disco, questo non viene "chiuso" ma sono possibili ulteriori aggiunte. Anche in Windows XP si può scegliere di lasciare aperta la sessione, in modo da poter aggiungere altri dati in un secondo momento. Attenzione però: in questo caso soltanto gli utenti che hanno installato sul proprio computer Windows XP potranno leggere il contenuto del disco.

Errore di paging (swap file o file di paginazione)
Controllando nei file di log, mi sono accorto che ad ogni avvio di Windows XP SP2 ottengo il seguente messaggio di errore: "ERRORE ID 51 - Errore nella periferica \Device\Harddisk3\D durante un'operazione di paging". E' possibile risolvere il problema?
Di solito l'errore è provocato dal tentativo del sistema operativo di scrivere un file di scambio per memoria virtuale su un'unità a disco removibile, piena al 100% o non accessibile. Per eliminarlo si deve aprire l'icona Sistema del Pannello di Controllo, scegliere la scheda Avanzate e fare clic sul pulsante Impostazioni della sezione Prestazioni. Aprire la scheda Avanzate della finestra Opzioni Prestazioni e fare clic sul pulsante Cambia. Selezionate una alla volta dall'elenco le righe che non si riferiscono all'unità C e disattivate il file di paging per quell'unità. Confermare le scelte e riavviare il computer.

Differenza tra gli account amministratore, limitato, guest

Operazioni Account Amministratore Account Standard (limitato) Account con restrizioni (guest)
Creare un nuovo account utente no no
Modificare i file di sistema no no
Modificare le impostazioni di sistema no no
Leggere i files di altri account utente no no
Aggiungere o rimuovere componenti hardware no no
Modificare le password di altri account no no
Modificare le password del proprio utente no
Installare qualsiasi programma no no
installare la maggior parte dei programmi no
Salvare documenti
Utilizzare i programmi installati

Aggiornamenti originali?
Effettuata la procedura Windows Update, sul computer viene installato un ActiveX. In seguito, un messaggio informa che la copia di Windows non è originale e da allora non si riesce più a fare aggiornamenti.
Da luglio 2005 Microsoft ha implementato in Windows Update il servezio WGA, Windows Genuine Advantage, che verifica l'originalità del software Windows presente sul computer. Installando l'ActiveX, se il sistema operativo non viene riconosciuto come originale, è possibile effettuare il download degli aggiornamenti importanti. A poche ore dal suo lancio è stato trovato un modo per aggirare il controllo. Basta andare su una pagina su cui è presente il controllo, ad esempio le DirectX 9.0c, inserire nella barra degli indirizzi del browser la stringa:
javascript:void(document.cookie='WinGenCookie=validation=0;expires=Sat,1 Jan 2050 12:00:00 UTC')
e premere invio. Ricaricata la pagina di download il sistema verrà riconosciuto come originale. Questa "falla" potrebbe però essere già stata risolta.

Voce mancante dai menu
Da tempo è scomparsa la voce "Nuovo" dal menu file e dal menu a tendina che si ottiene con il tasto destro del mouse.
L'errore è dato da un errore in una chiave del registro di sistema, dovuto a qualche modifica apportata da programmi o aggiornamenti dello stesso windows.
Come indicato nella pagine di supporto Microsoft (http://support.microsoft.com/?id=180257) bisogna controllare che sia presente nel registro la chiave:
HKEY_CLASSES_ROOT\Directory\Background\shellex\ContextMenuHandlers\New\Predefinito, in cui il valore predefinito deve essere:
{D969A300-E7FF-11d0-A93B-00A0C90F2719}. Se la chiave non è presente basta aggiungerla, inserendo il valore indicato.

Eliminare la richiesta di password di Windows XP
Se siete gli unici a utilizzare il pc, potete abilitare/disabilitare la funzione di richiesta password all'avvio.
Premete Start - Esegui e digitate il seguente comando:
control userpassword2
quindi premete invio. Dalla finestra che apparirà togliete il segno di spunta sulla casellina di controllo in alto "Per utilizzare questo computer..."

E' possibile eseguire un'applicazione con diritti diversi dall'utente corrente?
Se si pensa di dover utilizzare di frequente l'amministratore di sistema, senza uscire dalla sessione corrente è possibile eseguire i comandi con diritti differenti da quelli dell'utente corrente. Esistono due metodi per fare ciò. Il primo è quello di utilizzare il comando "runas". Si tratta di un programma eseguibile nella cartella di windows\system32 che consente ad un utente di utilizzare strumenti e di eseguire programmi specifici con autorizzazioni diverse rispetto a quelle fornite dalla connessione di accesso corrente. La sintassi è la seguente:
runas /user:administrator cmd (se si vuole avviare il prompt dei comandi in qualità di amministratore del dominio "fantasia", il comando sarà: runas /user:Fantasia\administrator cmd).
Impostare, quando richiesta, la password dell'administrator.
Per ulteriore verifica che l'utente collegato è proprio l'amministratore possiamo digitare il comando
echo %username%
per esplorare il contenuto della variabile di ambiente che contiene sempre il nome dell'utente corrente. Ovviamente runas server per simulare un qualsiasi utente che può accedere al computer, non solo all'administrator
Il secondo metodo è tenere premuto il tasto maiuscola (shift) e fare clic con il pulsante destro del mouse sull'icona del programma e quindi scegliere esegui come. Selezionare l'utente e inserire la password.

E' possibile abilitare notepad per inserire in automatico ora e data?
Sì, questo è possibile. Per avere a disposizione un file che ogni volta che viene aperto mantiene traccia di ora e data, basta avviare notepad, digitare ".LOG" (senza virgolette, punto LOG) e premere invio. salvare il file con un nome qualsiasi. Eseguire il file ed ecco che compaiono subito ora e data seguite da un invio. Ogni volta che il file viene aperto, verrà eseguito il processo appena descritto.

Visualizzare le variabili d'ambiente.
Per ottenere le variabili d'ambiente, basta digitare al prompt dei comandi "set"
Comparirà una cosa del genere:
ALLUSERSPROFILE=C:\Documents and Settings\All Users
APPDATA=C:\Documents and Settings\<NOMEUTENTE>\Dati applicazioni
CommonProgramFiles=C:\Programmi\File comuni
COMPUTERNAME=<NOMECOMPUTER>
ComSpec=C:\WINDOWS\system32\cmd.exe
FP_NO_HOST_CHECK=NO
HOMEDRIVE=C:
HOMEPATH=\Documents and Settings\<NOMEUTENTE>
LOGONSERVER=\\<NOMEDIRETE>
NUMBER_OF_PROCESSORS=1
OS=Windows_NT
Path=C:\WINDOWS\system32;C:\WINDOWS;C:\WINDOWS\System32\Wbem;C:\Program Files\ATI Technologies\ATI Control Panel
PATHEXT=.COM;.EXE;.BAT;.CMD;.VBS;.VBE;.JS;.JSE;.WSF;.WSH
PROCESSOR_ARCHITECTURE=x86
PROCESSOR_IDENTIFIER=x86 Family 6 Model 13 Stepping 8, GenuineIntel
PROCESSOR_LEVEL=6
PROCESSOR_REVISION=0d08
ProgramFiles=C:\Programmi
PROMPT=$P$G
SESSIONNAME=Console
SystemDrive=C:
SystemRoot=C:\WINDOWS
TEMP=C:\DOCUME~1\<NOMEUTENTE>\IMPOST~1\Temp
TMP=C:\DOCUME~1\<NOMEUTENTE>\IMPOST~1\Temp
USERDOMAIN=TOSHIBA
USERNAME=Andrea
USERPROFILE=C:\Documents and Settings\<NOMEUTENTE>
windir=C:\WINDOWS

Come monitorare le prestazioni di sistema.
La scheda Prestazioni del Task Manager (ottenuto con CTRL-ALT-CANC -> Task Manager) possiede varie sezioni.
1° riquadro a sinistra visualizza la percentuale totale di utilizzo della CPU istante per istante.
2° riquadro a destra visualizza lo storico della percentuale totale di utilizzo della CPU
3° riquadro è l'utilizzo del file di paging, evidenzia la quantità di file di paging utilizzata dal sistema. Se si rileva che il computer sta utilizzando una quantità vicina al valore massimo e che questo accade spesso, è necessario aumentare la dimensione di questo file per migliorare le prestazioni del sistema.
4° riquadro è lo storico di utilizzo del file di paging.
Riquadro totale:
Handle, cioè quei valori che identificano in maniera univoca una risorsa , come un file o una chiave del registro di sistema. Sono utili ai programmi che devono accedere alle varie risorse identificandole in maniera inequivocabile.
Thread, che vengono eseguiti all'interno dei singoli processi per garantire l'esecuzione contemporanea di più operazioni (multithreading). Grazie ai thread i processi possono eseguire parti diverse del programma su più microprocessori, quando presente.
Processi, eseguiti dal sistema. Questo valore corrisponde alla somma delle righe della lista dei processi presenti nella scheda dei processi.
Memoria allocata, espressa in Kbyte, è la memoria assegnata ai programmi e al sistema operativo.
Memoria fisica, espressa in Kbyte, è la memoria RAM totale installata nel computer.
Cache di sistema indica la memoria fisica corrente utilizzata per memorizzare le pagine dei file aperti.
Memoria Kernel, espressa in Kbyte, è la memoria utilizzata dal kernel del sistema operativo e dai driver di periferica. Il campo di paging indica la memoria che è possibile copiare nel file di paging, rendendo in tal modo disponibile una determinata quantità di memoria fisica, che potrà essere utilizzata dal sistema operativo. Invece, la non di paging indica la memoria che rimane nella memoria fisica e non viene copiata nel file di paging.

Velocizzare l'avvio di Windows
In rete è stato riportato che uno dei motivi principali della aumento di velocità di Longhorn rispetto a XP è dovuto all'uso di una nuova modalità di prefetch. La notizia fa ancor più clamore perchè asserisce che la modalità può essere attivata anche adesso in Windows XP tramite l’aggiunta di un chiave di registro.
HKEY_LOCAL_MACHINE
SYSTEM
CurrentControlSet
Control
Session Manager
Memory Management
Prefetcher
In Window XP abbiamo di default la voce: EnablePrefetcher = 3
In Longhorn noteremo: EnableSuperfetch = 1

Riparare Windows XP
Potrebbe essere necessario eseguire una riparazione della propria installazione di Windows XP, a causa di dannni software difficilmente risolvibili altrimenti.
La procedura corretta di riparazione:
Avviare il pc con il CD Windows XP (accertandovi che il BIOS settato per il boot da CD ROM). Nella prima schermata non premete R per accedere alla console di ripristino ma premete Invio per avviare l'installazione. Poi F8 per accettare il contratto di licenza d'uso. La procedura di setup provvederà a ricercare la precedente vostra installazione di Windows XP. Premete R per avviare la procedura di riparazione nell'installazione di Windows XP già presente sul sistema.
I dati memorizzati sul disco fisso rimarranno intatti: verranno invece sovrascritti tutti i file di sistema potenzialmente danneggiati. Sarà necessario reinstallare tutte le patch e aggiornamenti di sistema.

XP e HD maggiori di 137 GB
Un problema sempre più diffuso, date le capacità degli HD in commercio (140-200 Gb), è che Windows 2000 e Windows XP non riescono a formattarli o riescono a formattarli parzialmente fino ai 128 Giga (137,43 Gb per l'esattezza).
Microsoft ha reso disponibile un articolo esauriente sull'argomento e su come rimediare per XP SP1/SP2.
"Attivazione del supporto per indirizzi di blocchi logici a 48 bit per unità disco ATAPI in Windows XP"
Il trucco sta nell'aggiungere o modificare il valore della voce REG_DWORD EnableBigLba a "1" nella seguente chiave di registro (Start >> Esegui >> regedit -> OK):
HKEY_LOCAL_MACHINE\System\ CurrentControlSet\Services\Atapi\Parameters\
Per attivare il supporto LBA a 48 bit è necessario:
• BIOS compatibile con LBA a 48 bit
• HD maggiore di 137 GB
• Windows XP (SP1 minimo)

Invisibili in LAN
Un semplice tip permette di fare in modo che, all'interno della rete locale alla quale il vostro personal computer è collegato, il nome della vostra macchina non venga visualizzato nella finestra "Risorse di rete".
Pur non essendo elencato all'interno di tale finestra, sarà comunque possibile - per chi conosce i nomi delle condivisioni attivate sul vostro computer - accedere manualmente a file, cartelle e risorse (in base ai diritti impostati).
Per fare in modo che il vostro computer non venga mostrato nell'elenco visualizzato in "Risorse di rete", è sufficiente portarsi al prompt di MS DOS e digitare quanto segue:
net config server /hidden:yes

Configurazioni di rete con netsh.exe
Netsh (Win 2000/XP) è un'utilità della riga di comando e di script per i componenti di rete utilizzabile nei computer locali o remoti. Consente anche di salvare uno script di configurazione per archiviazione o per configurare altri server. Vi rimando alla sintassi completa di Microsoft.
Per salvare lo script di configurazione corrente :
netsh -c interface dump>nomefile.txt
Per caricarlo :
netsh -f nomefile.txt
Per avviare un analisi di rete con GUI della Guida in linea :
netsh diag gui
Per resettare i parametri TCP/IP originari di Windows :
netsh interface ip reset log.txt
Tutti i comandi si possono avviare dal prompt.

Accounts Persi e Logon
Se per qualche motivo gli accounts di sistema risultano bloccati e non è possibile effettuare il logon potete procedere nella seguente maniera:
Avviate dal CD di XP , e scegliete Riparazione (tasto R). Inserite la password dell'Amministratore anche se l'account Amministratore è tra quelli bloccati. Ora, dal promp dei comandi, con
copy c:\windows\repair\sam c:\windows\system32\config
(potrebbe essere necessario modificarlo)
copiate il file SAM dalla sottocartella Repair di Windows in system32\config . Confermate premendo S la richiesta di sovrascrittura del file Sam nella cartella di destinazione.
Ora al riavvio si potrà fare il logon.
Il file Sam contiene tutte le informazioni sugli account di sistema. Ripristinato il backup iniziale si perdono però le informazioni sugli account creati successivamente e anche possibili impostazioni personalizzate nei registri.

Rimuovere Microsoft JVM
Se volete disintallare la Java Virtual Machine di Microsoft (non più suppportata) dal vostro Windows XP, procedete così: andate in Start >> Esegui e digitate
RunDll32 advpack.dll,LaunchINFSection java.inf,UnInstall
Conferamate e poi riavviate. Dopo il riavvio eliminate:
\%systemroot%\java [TUTTA LA CARTELLA]
java.pnf nella cartella \%systemroot%\inf
jview.exe e wjview.exe in \%systemroot%\system32
e le seguenti sottochiavi di registro
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft \Java VM
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft \Internet Explorer\AdvancedOptions\JAVA_VM
Microsoft Java è ora rimosso e potete scaricare e installare JVM di Sun

Wizard di Condivisione
Chi ha la necessità di condividere in rete locale una serie di cartelle potrebbe trovare utile il wizard apposito di Windows XP.
Start >> Esegui >> SHRPUBW ->OK
Nella finestra di dialogo successiva potrete:
- selezionare la cartella che desiderate condividere in rete
- impostare un nome per la condivisione
- inserire una descrizione per la condivisione stessa
Cliccando sul pulsante "Avanti", potrete quindi configurare i diritti di accesso alla condivisione che state creando. Sono disponibili 3 permessi di default:
Controllo completo per tutti gli utenti, Controllo completo per gli amministratori e accesso in lettura per gli altri utenti, Controllo completo per gli amministratori e nessun tipo di accesso per gli altri utenti.
Inoltre è possibile personalizzare le autorizzazioni a proprio piacimento.

Personalizzare le Info OEM
Quando si aprono le proprietà di Sistema (per esempio da Pannello di COntrollo) spesso si possono trovare nel TAB Generale alcune informazioni, il logo del produttore del computer ed un pulsante "Informazioni di Supporto".
Potete facilmente modificare o aggiungere queste informazioni creando due file nella cartella System32 di Windows:
- oemlogo.bmp (che contiene il logo)
- oeminfo.ini (testo in "Informazioni di supporto")
Le dimensioni del logo devono essere non superiori a 176x110 per Windows 2000 e non superiori a 172x110 per Windows XP.
Esempio del risultato è oem.gif
Esempio del file oeminfo.ini:
[general]
Manufacturer=Tweakness.net
Model=Tweaker
[Support Information]
Line1=Tweakness.net
Line2=RuLeZ

Convertire FAT in NTFS
Esiste un comando semplice in Windows XP per convertire un volume FAT o FAT32 esistente in NTFS.
CONVERT volume: /FS:NTFS [/V] (es. convert e: /fs:ntf)
volume Specifica la lettera dell'unità, il punto di montaggio o il nome del volume seguiti da due punti.
/FS:NTFS Specifica la conversione del volume in NTFS.
/V Specifica che Convert viene eseguito in modalità dettagliata.
Per altre opzioni e info consultate la sintassi completa sul sito Microsoft, l'articolo correlato (http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;it;314097) e l' HOW TO (http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;it;307881).
N.B.
La conversione in NTFS attraverso l'utility, non comporta alcuna perdita di dati, ma è vivamente consigliabile evitare di eseguire la conversione se si rischia la mancanza, seppur temporanea (vedi temporali) dell'erogazione di energia elettrica. Meglio inoltre eseguire un backup dei dati ritenuti importanti.

Rispondere -No Tutti-
Molti di voi forse non sanno che esiste un metodo semplicissimo per risponedere "No Tutti" ai prompt di sovrascrittura di files già esistenti. I pulsanti disponibili infatti sono solo "Sì" "Sì Tutti" e "No".
Basterà tenere premuto il tasto SHIFT e scegliere "No" per avere l'effetto di una risposta sempre negativa.

Disabilitare DEP [SP2]
Windows Service Pack 2 introduce una nuova funzionalità di sicurezza chiamata DEP (Protezione Esecuzione Programmi), per prevenire l'esecuzione di programmi nocivi sul PC. Questa funzionalità potrebbe creare problemi con applicativi ancora non "pronti".
Se volete disattivarla completamente (anche per fare dei tests), vi suggerisco il metodo più veloce:
Pannello di controllo - Sistema - Avanzate
Impostazioni sotto Avvio e ripristino e poi Modifica.
A questo punto si avviera' il blocco note, modificate il parametro /NoExecute=OptIn in /NoExecute=AlwaysOff salvate e riavviate Windows.
N.B.
Vi consiglio di fare un backup del file boot.ini.
Le impostazioni del DEP sono accessibili in Pannello di Controllo - Sistema - Avanzate - Impostazioni di Prestazioni - Protezione Esecuzione Programmi

Pulizie dopo SP2
Non siate precipitosi nel voler eliminare i files di backup/disinstallazione di SP2, comunque quando sarete decisi a non tornare indietro potete eseguire varie pulizie:
Prima di tutto un punto di ripristino abbastanza grande viene creato in fase di installazione e potreste eliminarlo da Accessori >> Utilità di sistema >> Pulitura Disco -> Altre Opzioni.
Potete cancellare
C:\Windows\$NTServicePackUninstall
una volta fatto non potrete più disinstallare SP2.
Consiglierei comunque di masterizzare su cd la cartella prima di rimuoverla.
NON CANCELLATE
la cartella C:\Windows\ServicePackFiles
perchè verrà utilizzata da WFP... (con NTFS potreste al limite comprimerla)
Vi ricordo infine che dopo l'installazione di SP2 è consigliabile eseguire una deframmentazione.

Disabilitare la Sicurezza
Abbiamo atteso molto per vederlo in funzione ma qualora volessimo disabilitare completamente il Centro Sicurezza PC in XP SP2 basterà disabilitare il servizio corrispondente in uno di seguenti modi:
1. Start >> Esegui >> services.msc -> OK
Cercate Centro Sicurezza PC e disabilitatelo agendo sulle Proprietà accessibili col tasto destro.
2. Start >> Esegui >> regedit -> OK
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM \CurrentControlSet\Services\wscsvc
Settate il valore di
" Start " a " 4 "
Riavviate il pc.

Disabilitare Monitoraggi
Possiamo tramite registro disabilitare ii monitoraggi del Centro Sicurezza PC in XP SP2 per Antivirus e Firewall. Sarà utile qualora SP2 non riconosca i nostri sofware:
Start >> Esegui >> regedit -> OK
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE \Microsoft\Security Center
Modificate le seguenti voci a valore " 1 " per ottenere il cambiamento
Disabilita il monitor per Antivirus
"AntiVirusOverride"
Disabilita il monitor per Firewall
"FirewallOverride"
riavviate il pc.

Notifiche Centro Sicurezza PC
Possiamo tramite registro disabilitare le notifiche del Centro Sicurezza PC in XP SP2:
Start >> Esegui >> regedit -> OK
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE \Microsoft\Security Center
Modificate le seguenti voci a valore " 1 " per ottenere il cambiamento
Disabilita le notifiche sull'Antivirus
"AntiVirusDisableNotify"
Disabilita le notifiche sul Firewall
"FirewallDisableNotify"
Disabilita le notifiche su Aggiornamenti Automatici
"UpdatesDisableNotify"
riavviate il pc.

Disabilitare File Protect
Ora con l'avvento di SP2 per XP popongo un approccio diverso per aggirare il problema. Si tratta di confondere Windows in modo tale che pensi che WFP sia abilitato, aggiungendo una nuova chiave di registro invece lo potremo disabilitare.
Per fare ciò bisogna modificare il file di sistema sfc_os.dll.
Ecco il file già modificato proveniente da XP PRO ITA.
Dovete tenere conto del WFP (ancora attivo) quindi per sostituire il file di sistema vi consiglio di usare l'utilty Replacer.
Ora basterà creare nel registro il nuovo valore DWORD
SFCSetting con valore ffffff9d in
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\ Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon
per disabilitare il Windows File Protection.

Dimensione Anteprima
Se utilizzate la visualizzazione anteprima per alcune cartelle (immagini) e desiderate scegliere una dimensione minore per i thumbnails potete scelgliere il valore più adatto.
Sart >> Esegui >> regedit >> OK
Navigate fino ala percorso:
(Per applicare la modifica solo all'utente corrente)
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft \Windows\CurrentVersion\Explorer
(Per tutti gli utenti)
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft \Windows\CurrentVersion\Explorer
Adesso basterà creare un nuovo valore DWORD a destra di nome ThumbnailSize e valore esadecimale da 32 (min) a 256 (max).

Rimuovere la Console
Per eliminare la Console di ripristino dalle ozioni di avvio:
Andate nell'unità dove è installata la console (di solito quella del sistema), assicuratevi di aver attivato la visualizzazione dei file nascosti e di sistema (Opzioni Cartella), quindi eliminate dalla root la cartella Cmdcons e il file Cmldr. Fate clic con il pulsante destro del mouse sul file Boot.ini nella cartella principale, quindi scegliere Proprietà.
Deselezionate la casella di controllo Sola lettura, quindi scegliere OK.
AVVISO: se si modifica il file Boot.ini in modo errato, potrebbe essere compromesso l'avvio del computer.
Aprire il file Boot.ini nel notepad e rimuovete la voce relativa alla Console di ripristino analoga alla seguente:
C:\cmdcons\bootsect.dat="Microsoft Windows Recovery Console" /cmdcons
Reimpostate l'attributo di sola lettura per il file Boot.ini.
Salvare il file e chiuderlo.

Console di ripristino
Per installare la Recovery Console come opzione di avvio
1. Con Windows funzionante inserite il CD di Windows XP.
2. Start >> Esegui.
3. Digitate la seguente stringa
(dove D: è la lettera del vostro CDROM)
D:\i386\winnt32.exe /cmdcons
4. Seguite le istruzioni a video.
Note:
Per completare la procedura bisogna disporre dei permessi di amministratore.
Per far partire la Console selezionatela in fase di avvio.
Per vedere i comandi disponibili digitate help al prompt della console.

Rinominare Più Files
In Windows è possibile rinominare più files contemporaneamente assegnandogli un nome progressivo.
Selezionate in Explorer tutti i files che volete rinominare, tenendo premuto CTRL.
Ora premete F2, sarete pronti a rinominare il primo file (ma gli altri lo seguiranno automaticamente).
Per esempio poniamo di avere selezionato tre files, rinominate il primo file "trucco.txt" e premete Enter
il secondo e il terzo saranno nominati automaticamente
"trucco (1).txt"
"trucco (2).txt".

Auto Logon
Ci sono diversi modi per potere eseguire l'auto logon del sistema.
Eccone uno:
Start >> Esegui >> control userpasswords2 >> OK
Nel TAB Utenti disabilitate
"Per utilizzare questo computer è necessario che l'utente immetta il nome e la password" e clickate OK.
Nella finestra che apparirà digitate nome utente e password dell'utente che volete si auto logghi di default.
Per aggiungere Control UserPasswords2 al Pannello di Controllo usate AddUserPasswords2ToCP.reg (http://www.tweakness.net/regs/AddUserPasswords2ToCP.reg)

Restrizioni Applicazioni
Questi settaggi vi permetteranno di specificare le applicazioni e i programmi di cui volete disabilitare l'esecuzione.
Start >> Esegui >> regedit >> OK
Seguite il percorso
[HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\
Windows\CurrentVersion \Policies\Explorer]
Create qui un nuovo Valore Dword chiamatelo "DisallowRun" settando come valore "1" per abiltare le restrizioni o "0" per disattivarle.
Quindi create una sotto chiave
[HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\
Windows\CurrentVersion \Policies\Explorer\DisallowRun]
Qui create un Nuovo valore Stringa per ogni applicazione da disabilitare con nome = un numero (consecutivi)
e valore = il nome dell'applicazione (es. "regedit.exe").

Restrizioni Installazione
Start >> Esegui >> regedit >> OK
e seguite il percorso:
(per ogni utente)
[HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\
Windows\CurrentVersion\Policies\Uninstall]
(per tutti)
[HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\
Windows\CurrentVersion\Policies\Uninstall]
Create un Nuovo Valore DWORD per ciascuna opzione e settate il valore a "1" per abilitare.
NoAddRemovePrograms - Dis. Installazione Applicazioni
NoRemovePage - Disabilita Cambia/Rimuovi programmi
NoAddPage - Disabilita Aggiungi nuovi programmi
NoWindowsSetupPage - Dis. Ins. Componenti Windows
NoAddFromCDorFloppy - Nasconde Aggiungi da CD-ROM
NoAddFromInternet - Nasconde Aggiungi da Internet
NoAddFromNetwork - Nasconde Aggiungi da Network
NoServices - Accede direttamente ai componenti
NoSupportInfo - Disabilita Informazioni di supporto

Info sui Drivers
In XP versione PRO esiste una utile applicazione da linea di comando che vi permette di visualizzare una lista dei drivers installati nel sistema per una eventuale diagnosi.
Start >> Esegui >> CMD
digitate
driverquery \?
(per la lista comandi e sintassi)
driverquery
(per visualizzare la lista dei drivers a video)
driverquery /V > drivers.txt
(per salvare la lista dettagliata nel file drivers.txt)

Avviso Stampa Remota
Se utilizzate stampanti remote e volete essere avvisati qulora qualcosa vado storto in fase di stampa per potervi porre rimedio immediatamente aggiungete questa chiave nel registro.
Start >> Esegui >> regedi >> OK
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\
CurrentControlSet\Control\Print
A destra clickando col destro selezionate
Nuovo >> Valore Stringa
Chiamatelo BeepEnabled e dategli valore " 1 ". Riavviate

Nascondere Unità
Seguite il percorso:
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft \Windows\CurrentVersion \policies\explorer\NoDrives
Se la voce NoDrives non c'e' createla con Modifica >> Nuovo Valore DWORD.
Per rendere invisibile un disco dovete dargli un valore numerico, secondo lo schema (unita' = numero):
a: = 1 b: = 2 c: = 4 d: = 8 e: = 16 f: = 32 g: = 64
e cosi' via.
Per nascondere piu' unita' basta SOMMARE i valori delle
unita' volute e scrivere la somma: per esempio per nascondere E e G occorre inserire 16+64 = 80
Come detto, cosi' si nascondono i drive solo per esplora risorse, ma per il resto del sistema operativo sono visibilissimi.

Disattivare tutte le informazioni che vengono inviate a Microsoft
Il nuovo sistema di protezione introdotto da MS è a quanto pare tutt'altro che semplice da craccare. Sembra che windows XP si colleghi alla Microsoft e trasmetta informazioni personali quando siamo OnLine.
Allora proseguiamo come segue:
1] Start -> esegui -> regsvr32.exe -u c:\windows\system32\regwizc.dll
2] Start -> esegui-> regsvr32.exe -u c:\windows\system32\licdll.dll
3] Con il tasto destro, cliccare su: Risorse del computer -> Proprietà -> Aggiornamenti automatici -> "Disattiva l'aggiornamento automatico".
Poi elimina la spuntatura su: Connessione remota -> "Consenti invio inviti di Assistenza remota da questo computer".
Ancora su: Avanzate -> Segnalazione errori -> "Disabilita segnalazioni errori".
4] Aprire Media Player 8 e andare su: Stumenti -> Opzioni -> Lettore multimediale -> "Consenti ai siti internet di identificare in modo univoco il lettore multimediale" & "Acquisisci licenze automatiche". Disattivare le due voci.
5] Disattivare la seguente voce cliccando due volte sull'orologio -> Ora internet -> "Sincronizzazione automatica con serverdi riferimento ora"
6] Start -> Pannello di controllo (Versione classica) -> Strumenti d'amministrazione -> Gestione computer ->
Nel menù di sinistra: Utilità di sistema -> Utenti e gruppi locali -> User ->
Nel menù di destra: Eliminare il profilo "Microsoft support user" (E' una voce simile a questa)
7] Aprire Internet Explorer -> Strumenti -> Opzioni Internet -> Avanzate -> Deselezionare le seguenti voci: "Abilita autentificazione Windows integrata" & "Verifica automaticamente aggiornamenti di Internet Explorer"
8] Evitare di utilizzare "MSN Messenger" rinominando il file: C:\Windows\Messenger\msmsgs.exe, oppure disinstallarlo procedendo come segue:
Editare il file "SYSOC.INF" nella cartella: C:\Windows\Inf ed individuare la seguente voce:
msmsgs=msgrocm.dll,OcEntry,msmsgs.inf,hide,7
Eliminare la parola "HIDE", in modo da ottenere una stringa uguale a questa:
msmsgs=msgrocm.dll,OcEntry,msmsgs.inf,,7
Salvare il file così modificato e riavviare il sistema, in questo modo al prossimo riavvio la voce Windows Messenger comparirà regolarmente nella sezione Installazione Applicazioni del Pannello di controllo.
9] Start -> Esegui -> Regedit -> Eliminare la chiave:
Hkey_Local_Machine\ Software\ Microsoft\ Internet Explorer\ Extensions\ c95fe080-8f5d-11d2-a20b-00aa003c157a (Solamente l'ultima parte, ovvero: c95fe080-8f5d-11d2-a20b-00aa003c157a)
10] Bloccare il file: C:\Windows\System32\Oobe\msoobe.exe con un Firewall del tipo ZoneAlarm
Ora riavviare il computer e il gioco è fatto!

Ripristinare XP in caso di crash totale
Liberamente tratto da questo articolo Microsoft (http://support.microsoft.com/?kbid=307545) e abbinato a questo (http://support.microsoft.com/default.aspx?scid=kb;EN-US;309531)
Qualcuno ricorderà sicuramente i tempi di WIN 98, quando in seguito a installazioni che procuravano danni al registro, il più delle volte si ricorreva al floppy di boot e alle magiche opzioni di SCANREG (/restore /fix /opt) e quasi sempre l'intervento aveva esito positivo. Con l'avvento di XP le cose si sono un pò complicate, e, in caso di mancato riavvio del sistema operativo, non é raro farsi prendere dal panico e cadere vittime della più profonda disperazione...ricorrendo al format. Supponiamo che avvenga l'irreparabile: XP non ne vuole sapere di ripartire in nessun modo e non avete voglia di reinstallare EX-NOVO.
Anche se con apposite tool é possibile recuperare dati (persino se avete installato XP su NTFS...una di queste é readntfs.exe), volete tentare di tutto per risparmiarvi la reinstallazione dei vostri programmi e le impostazioni personalizzate.
Ovviamente se avete un backup del vostro HD, effettuato con utility tipo Ghost o Drive Image, non sarete affatto interessati a questa tip.
Ma, in mancanza d'altro, si può ricorrere alla seguente procedura che, seppur laboriosa, non impegna quanto una completa reinstallazione da ZERO. PREMESSA: CONDIZIONE ESSENZIALE PERCHÈ IL TUTTO FUNZIONI É CHE SIA ATTIVATO IL RIPRISTINO CONFIGURAZIONE DI SISTEMA AL MOMENTO DEL CRASH. ALTRA PREMESSA: TUTTA L’OPERAZIONE SEGUENTE SAREBBE MOOOLTO PIU’ FACILE E RAPIDA SE AVESSIMO INSTALLATA SU HD LA CONSOLE DI RIPRISTINO DI XP ;-) Ricordo che per installare la Console è sufficiente: Start>Esegui X:\i386\winnt32.exe /cmdcons avendo il CD di installazione di XP pronto nel lettore (dove X è la lettera di unità del lettore CD-ROM). Le istruzioni che seguono, comunque, si riferiscono a XP HOME e PRO senza Console installata. Occorrente:
1) cd avviabile dell'installazione di XP
2) tempo e pazienza
3) questa tip stampata a portata di mano.
Prima di tutto entrare nel BIOS (premendo canc al riavvio) e, in advanced bios setup, impostare il cd-rom come prima unità di boot.
Avviare il PC col cd inserito e scegliere R per accedere alla console di ripristino.
Dopo aver inserito la eventuale password dell'amministratore, ci verrà chiesto quale installazione si intende riparare: di default é
1: C:\WINDOWS
Nel caso la lettera di unità C fosse diversa (per esempio a causa della presenza di un altro sistema operativo Win9X), potreste trovarvi di fronte a, per esempio:
1: D:\WINDOWS
In questo caso, semplicemente sostituire la lettera D alla lettera C in tutti i comandi che seguono.
Premere quindi il tasto 1 e digitare i seguenti comandi sempre seguiti da INVIO, avendo cura di rispettare gli spazi.
FASE 1
md tmp
copy C:\windows\system32\config\system C:\windows\tmp\system.bak
copy C:\windows\system32\config\software C:\windows\tmp\software.bak
copy C:\windows\system32\config\sam C:\windows\tmp\sam.bak
copy C:\windows\system32\config\security C:\windows\tmp\security.bak
copy C:\windows\system32\config\default C:\windows\tmp\default.bak
del C:\windows\system32\config\system
del C:\windows\system32\config\software
del C:\windows\system32\config\Sam
del C:\windows\system32\config\security
del C:\windows\system32\config\default
copy C:\windows\repair\system C:\windows\system32\config\system
copy C:\windows\repair\software C:\windows\system32\config\software
copy C:\windows\repair\sam C:\windows\system32\config\sam
copy C:\windows\repair\security C:\windows\system32\config\security
copy C:\windows\repair\default C:\windows\system32\config\default
Fatto questo digitare exit seguito da INVIO ed estrarre il cd.
A questo punto XP si riavvierà, ma l'operazione é ben lungi dall'essere conclusa.
Ci troveremo infatti di fronte a un XP "BASICO", in pratica quello che avevamo subito dopo l'installazione nativa.
Prima di procedere, assicurarsi che nelle opzioni cartella sia attivata la funzione di visualizzare File Nascosti e disattivata quella di nascondere i File protetti o di sistema.
Aprire Risorse del Computer e posizionarsi sulla cartella C:\SystemVolume Information.
A questo punto occorre sorvolare i criteri di protezione di XP, quindi clic destro sulla cartella>Proprietà.
Entrare nella scheda Protezione>Aggiungi e digitare il proprio nome esattamente come impostato all'atto dell'installazione (in caso di dubbio: cliccare su Start per visualizzare il nome in lato sul pannello del menu).
Se nella scheda Protezione non fosse possibile accedere alla opzioni, tornare in Strumenti>Opzioni cartella e togliere la spunta a "Utilizza condivisione file semplice (scelta consigliata)".
Ora sarà possibile entrare nella cartella, dove troveremo una o più sottocartelle _restore: esempio
C:\SystemVolume Information\_restore{651F84B7-A6BB-4972-B4E0-B9076AF048B4}\ RP1\snapshot
Da una di queste cartelle (una antecedente al "disastro", ovviamente) copiare i seguenti file:
FASE 2
_ registry_user_.default
_ registry_machine_security
_ registry_machine_software
_ registry_machine_system
_ registry_machine_sam
nella cartella C:\Windows\tmp (creata precedentemente in ambito Console di ripristino).
Questa é la spiegazione che Microsoft fornisce a riguardo:
" These files are the backed up registry files fromSystemRestore. Because you used the registry file created by Setup, this registry does not know that these restore points exist and are available. A newfolder is created with a new GUID under System Volume Information and a restore point is created that includes a copy of the registry files that were copied during part one. This is why it is important not to use the most current folder, especially if the time stamp on the folder is the same as the current time."
A questo punto:
FASE 3
Riavviare col CD di XP (solita procedura nel BIOS)...premere R a richiesta.
Solita risposta alla domanda quale installazione di XP si vuole ripristinare e poi al prompt di C:\WINDOWS digitare ciascuno dei seguenti comandi seguiti da INVIO:
del c:\windows\system32\config\sam
del c:\windows\system32\config\security
del c:\windows\system32\config\software
del c:\windows\system32\config\default
del c:\windows\system32\config\system
copy c:\windows\tmp\_registry_machine_software c:\windows\system32\config\software
copy c:\windows\tmp\_registry_machine_system c:\windows\system32\config\system
copy c:\windows\tmp\_registry_machine_sam c:\windows\system32\config\sam
copy c:\windows\tmp\_registry_machine_security c:\windows\system32\config\security
copy c:\windows\tmp\_registry_user_.default c:\windows\system32\config\default
Ovviamente ci vuole una buona dose di ... pazienza.
Per semplificare le cose, però, abbiamo una scorciatoia, offertaci dal comando batch in ambito Recovery Console:
prima di cominciare tutta l’operazione, copiamo i comandi elencati in FASE1 in un file di testo che salveremo come reg1.txt e facciamo lo stesso per i comandi di cui alla FASE3 in un'altro file che chiamaremo reg3.txt e salviamoli entrambi su un floppy, ovviamente usando un PC funzionante :-)
In questo modo, nelle due fasi in ambiente recovery console, potremo risparmiarci tutta la digitazione lanciando il comando
batch a:\reg1.txt
nella FASE1
e
batch a:\reg3.txt
nella FASE3
Naturalmente questo passaggio é facoltativo...io però un preziosissimo floppy con questi due stupidissimi txt me lo tengo sempre ben conservato ;-)…
A questo punto abbiamo quasi finito: riavviare XP normalmente e poi
Start>Programmi>Accessori>Utilità di Sistema>Ripristino di configurazione di sistema
e scegliere un punto di ripristino precedente al disastro.
Ho condotto un paio di test "estremi", cancellando dal Registro il contenuto delle seguenti chiavi:
HKEY_LOCAL_MACHINE\HARDWARE
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE ( ! )
Ovviamente era impossibile anche soltanto spegnere XP.
E al riavvio successivo, naturalmente, niente sistema operativo.
Con la procedura suddetta é tornato tutto a posto in meno di 15 minuti (col floppy…perché senza floppy ci vuole una buona oretta per chi, come me, non è un fulmine sulla tastiera).
Al termine dell’ “Odissea” potrete eliminare la cartella C:\Windows\tmp
(attenzione! NON TEMP !).
-----------------------------------------------
Per concludere, una buona notizia per gli “smanettoni” …che amano modificare i servizi di XP e tengono disattivato il Ripristino Configurazione di Sistema.
Avevo premesso: CONDIZIONE ESSENZIALE PERCHÈ IL TUTTO FUNZIONI É CHE SIA ATTIVATO IL RIPRISTINO CONFIGURAZIONE DI SISTEMA AL MOMENTO DEL CRASH.
Ebbene non è del tutto vero: mettiamo il caso che tale servizio sia disabilitato e non si disponga quindi di punti di ripristino.
Quello che serve preventivamente, in questo caso è ERUNT, un programma in grado di eseguire il bakup del registro (e volendo anche la sua compressione, quella che nei Win9X facevamo con scanreg/opt).
Eseguendo tale operazione di backup dell’intero registro con una certa frequenza, in caso di crash totale e mancato riavvio del sistema operativo, si può procedere ugualmente come segue:
1) eseguire tutti i passi descritti nella FASE1 (e solo in quella)
2) una volta tornato in vita XP, entriamo nella cartella in cui abbiamo salvato il registro (di default C:\ERDNT e lanciare ERDNT.EXE, che provvederà a ripristinare quel registro, permettendoci di ritornare in possesso di XP nello stato in cui si trovava al momento del backup.
Potrebbe essere necessario reinstallare qualche programma, ma la parte più importante del Sistema Operativo sarà ripristinata ugualmente al meglio.
In alternativa si può operare il restore del registro direttamente da console, presumendo che il registro sia stato backuppato con ERUNT nella cartella C:\ERDNT.
E’ sufficiente creare un file di testo contenente le seguenti righe:
del c:\windows\system32\config\default
del c:\windows\system32\config\sam
del c:\windows\system32\config\security
del c:\windows\system32\config\software
del c:\windows\system32\config\system
copy c:\erdnt\default c:\windows\system32\config
copy c:\erdnt\sam c:\windows\system32\config
copy c:\erdnt\security c:\windows\system32\config
copy c:\erdnt\software c:\windows\system32\config
copy c:\erdnt\system c:\windows\system32\config
e salvarlo sul solito floppy come, per esempio, restore.txt
Una volta avviata la console di ripristino basterà digitare al prompt di C:\WINDOWS
batch a:\restore.txt
e il registro verrà automaticamente ripristinato, consentendo il riavvio di XP allo stato della creazione del backup.
Eseguendo questa unica operazione NON vanno, ovviamente, eseguite quelle descritte nelle FASI 1, 2 e 3.

Disabilitare la funzione di Masterizzazione di XP
(utile in caso di conflitti con altri programmi di burning)

Cliccare su Propertia' del Masterizzatore. Deselezionare "Abilita la masterizzazione su questo drive."
Disabilitare del tutto il programma di Masterizzazione: Avviare Regedit e cercare la chiave HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\ Policies\Explorer
Value Name: NoCDBurning Data Type: REG_DWORD (DWORD Value) Value Data: (0 = Allow CDR, 1 = Disable CDR)
Creare un nuovo DWORD value, o modificare il valore esistente, chimartlo 'NoCDBurning' e inserire come valore 0 o 1 (abilitato, disabilitato)

Come pianificare operazioni all'avvio con Windows 2000 e Windows XP
In Windows 95/98, per eseguire operazioni all'avvio bastava andare ad aggiungere parametri all'autoexec.bat.
Con Windows 2000 e Xp sembra scomparsa questa possibilità. In questi sistemi operativi l'Autoexec.bat esiste ancora ma non viene eseguito all'avvio (infatti esiste solo per mantenere la compatibilita' con alcuni programmi) quindi le operazioni specificate in questo file non hanno alcun esito. In realta' anche in Windows 2000 e XP esiste la possibilita' di eseguire uno "Script di accesso", ovvero uno o piu' programmi che vengono eseguiti ogni volta che si accede (o si esce) al sistema.
Gli script di accesso possono essere applicazioni (.EXE, .COM...), file script (.VBS, .JS...) o file batch (.BAT)...
Per il trucco di oggi utilizzeremo un file batch. Supponiamo di voler eliminare tutti i cookie ad ogni avvio di Windows. Apriamo Blocco Note e scriviamo del /Q c:\DOCUME~1\ADMINI~1\Cookies\*.txt
Salviamo il file così fatto come el_cookies.bat (il nome del file è arbitrario) nella cartella che preferiamo. Ora digitiamo gpedit.msc dal menu Esegui. Ci si aprirà una finestra denominata Criterio Gruppo. Selezioniamo Configurazione utente - Impostazioni Windows - Script Accesso/Fine. Nella finestra di destra facciamo doppio clic sull'icona Accesso, diamo poi Aggiungi e andiamo a selezionare il file da noi in precedenza creato. Confermiamo il tutto. Ora ad ogni avvio Windows eseguirà il file selezionato. Con la stessa procedura si possono quindi recuperare tutte le operazioni che avevamo con il vecchio windows (sia in apertura che in chiusura).
Trucco testato su Windows 2000 e Windows XP

Le reali differenze tra la versione Home e la Professional
- Nella Home Edition non è presente un'interfaccia multilinguaggio mentre Windows XP Professional ha la possibilità di commutare le lingue al volo. Ciò significa che tutta l'interfaccia utente, compresi i menù, le finestre di dialogo, i dizionari e tutto il resto possono essere modificati nella lingua scelta senza dover reistallare il sistema operativo, cosa inevitabile per la Home che utilizza solo verisoni localizzate.
- Un altro piccolo aspetto da menzionare di questi due prodotti è la loro configurazione di default: per default, infatti, l'account Guest è abilitato sulla Home Edition, ma disabilitato sulla Professional.
- La voce "Documenti Recenti" nel Menu Start è abilitata nella Home Edition, ma disabilitata nella Professional.
- Un'altra differenza la troviamo nell'opzione "lock the taskbar" di XP. Nella Home Edition la taskbar è "chiusa" sul posto, ciò significa che non può essere mossa o spostata senza prima sbloccarla. In più la barra di QuickLaunch nella Home Edition è disattivata per default. La buona notizia è che si possono cambiare tutte queste impostazioni.
- E' possibile effettuare l'ugrade da 98/ME/NT con entrambe le versioni, ma Windows 2000 può essere upgradato solo con XP Professional.
-La versione Professional ha tutte le estenzioni ISS server attivate per default
......continua
Ora una tabella riassuntiva:

Tabella comparativa

Home Edition

Professional

Nuova interfaccia "Luna"

x

x

Windows Media Player

x

x

Supporto avanzato di computer laptop

x

x

File e cartelle non in linea  

x

Installazione guidata rete

x

x

Internet Connection Firewall

x

x

Supporto multiutente (e user switching veloce)

x

x

SMP Support (fino a 2 processori)  

x

Supporto Multi-Monitor

x

x

Dynamic Disk Support  

x

Assistenza Remota

x

x

Desktop Remoto  

x

Piena funzionalità di NT Domain / Active Directory  

x

File & Cartelle Offline  

x

Servizi di installazione remota  

x

Criteri di gruppo  

x

Profili utente comuni  

x

Amministrazione centralizzata  

x

Encrypting File System  

x

Installazione e manutenzione software  

x

Interfaccia Multilinguaggio  

x

Costo aggiornamento

139,96 €

274,76 €

Costo Full Version

287,67 €

420,40 €

Ci sono molte cose da considerare per poter scegliere una delle due versioni.
Se c'è la necessità di un utilizzo di rete è meglio dimenticare la Home Edition ed orientarsi sulla Professional.
Se invece si deve semplicemente rimpiazzare un Windows 98 utilizzato per giochi la Home Edition è sicuramente la più adatta.
Se si deve però rimpiazzare Windows NT oppure Windows 2000 allora conviene passare alla versione Professional in quanto la Home Edition è povera di quelle utility comunemente utilizzate su questi sistemi.

Abilitare disinstallazione programmi aggiuntivi

Di default, WindowsXP non visualizza tutti i programmi che è possibile aggiungere e/o rimuovere.
Per visualizzare la lista completa bisogna:

editare il file \Windows\Inf\sysoc.inf

Alla sezione [Components] basta semplicemente rimuovere la parola "hide" dalle voci che trovate di seguito.
Fatto ciò, a fondo riga vi rimarranno due virgole una dietro l'altra , non vi preoccupate è normale (come nel resto del file)
A questo punto potrete andare in pannello di controllo / aggiungi-rimuovi programmi
oppure in / aggiungi rimuovi componenti di Windows .
In questo modo verranno visualizzati TUTTI i programmi installati.

Fate attenzione nel rimuovere programmi che non conoscete, in quanto, potrebbe portare ad errori del S.o.

[Components]
NtComponents=ntoc.dll,NtOcSetupProc,,4
WBEM=ocgen.dll,OcEntry,wbemoc.inf,hide,7
Display=desk.cpl,DisplayOcSetupProc,,7
Fax=fxsocm.dll,FaxOcmSetupProc,fxsocm.inf,,7
NetOC=netoc.dll,NetOcSetupProc,netoc.inf,,7
iis=iis.dll,OcEntry,iis.inf,,7
com=comsetup.dll,OcEntry,comnt5.inf,hide,7
dtc=msdtcstp.dll,OcEntry,dtcnt5.inf,hide,7
IndexSrv_System = setupqry.dll,IndexSrv,setupqry.inf,,7
TerminalServer=TsOc.dll, HydraOc, TsOc.inf,hide,2
msmq=msmqocm.dll,MsmqOcm,msmqocm.inf,,6
ims=imsinsnt.dll,OcEntry,ims.inf,,7
fp_extensions=fp40ext.dll,FrontPage4Extensions,fp40ext.inf,,7
AutoUpdate=ocgen.dll,OcEntry,au.inf,hide,7
msmsgs=msgrocm.dll,OcEntry,msmsgs.inf,hide,7
msnexplr=ocmsn.dll,OcEntry,msnmsn.inf,,7
smarttgs=ocgen.dll,OcEntry,msnsl.inf,,7
RootAutoUpdate=ocgen.dll,OcEntry,rootau.inf,,7


Games=ocgen.dll,OcEntry,games.inf,,7
AccessUtil=ocgen.dll,OcEntry,accessor.inf,,7
CommApps=ocgen.dll,OcEntry,communic.inf,HIDE,7
MultiM=ocgen.dll,OcEntry,multimed.inf,HIDE,7
AccessOpt=ocgen.dll,OcEntry,optional.inf,HIDE,7
Pinball=ocgen.dll,OcEntry,pinball.inf,HIDE,7
MSWordPad=ocgen.dll,OcEntry,wordpad.inf,HIDE,7
ZoneGames=zoneoc.dll,ZoneSetupProc,igames.inf,,7

per chi ha il service pack 1 installato , modificare le seguenti voci

WMAccess=ocgen.dll,OcEntry,wmaccess.inf,HIDE,7
IEAccess=ocgen.dll,OcEntry,ieaccess.inf,HIDE,7
OEAccess=ocgen.dll,OcEntry,oeaccess.inf,HIDE,7
WMPOCM=ocgen.dll,OcEntry,wmpocm.inf,HIDE,7
TabletPC=tabletoc.dll,TabletSetupProc,Tabletpc.inf,HIDE,7
netfx=netfxocm.dll,UrtOcmProc,netfxocm.inf,HIDE,7

Buona disinstallazione

Disabilitare il salvataggio delle password
Le connessioni ad Internet presenti in Accesso Remoto consentono di salvare la password di connessione selezionando la casella "salva password"; talvolta, per motivi di sicurezza puo' rivelarsi utile non consentire questo salvataggio, in modo che ad ogni connessione sia necessario inserire la password per connettersi. Per disabilitare il salvataggio della password occorre aprire il registro di configurazione (Start - Esegui e digitare 'regedit') e cercare la chiave Hkey_Local_Machine\ System\ CurrentControlSet\ Services\ Rasman\ Parametres\ Windows \ CurrentVersion\ Policies\ Explorer
Nella finestra di destra cliccare in punto vuoto e dal menu contestuale scegliere 'Nuovo - Valore DWord' e chiamarlo 'disablesavepassword' (naturalmente senza apici). A questo punto cliccarvi sopra due volte e assegnarvi il valore 1
Chiudere il registro e riavviare il sistema. Per consentire di nuovo il salvataggio della password sostituire al numero uno il numero
zero

Risoluzione dei problemi relativi al messaggio di errore Stop 0x0000000A in Windows XP
Le informazioni in questo articolo si applicano a

Per la versione di questo articolo relativa a Microsoft Windows 2000 vedere: 165863.
ATTENZIONE: in questo articolo sono contenute procedure che possono comportare la modifica delle impostazioni del BIOS o del CMOS o modifiche fisiche all'hardware del computer. L'applicazione di modifiche non corrette nel BIOS del sistema può causare gravi danni. Microsoft non è in grado di garantire la risoluzione di problemi causati da modifiche al BIOS. La modifica delle impostazioni relative al BIOS è a rischio e pericolo dell'utente. Per ulteriore assistenza su una qualsiasi di queste operazioni, rivolgersi al produttore del computer. Si fa comunque presente che eventuali modifiche all'hardware o al BIOS del computer potrebbero invalidare la garanzia. Se non si desidera effettuare modifiche all'hardware del computer, è possibile rivolgersi a un centro di riparazione.
Sommario
In questo articolo viene spiegato come risolvere i problemi relativi al seguente errore Stop in Windows XP:
Stop: 0x0000000A (parametro1, parametro2, parametro3, parametro4) IRQL_NOT_LESS_OR_EQUAL*** Address x has base at x - nomefile
I parametri fanno riferimento ai problemi specifici coinvolti:

In questo articolo viene descritta la procedura da seguire qualora venisse visualizzato questo messaggio di errore Stop durante o dopo l'installazione di Windows XP.
Informazioni
L'errore Stop 0x0000000A (Stop 0x0A) indica che si è verificato un tentativo di accedere alla memoria paginabile in modalità kernel a un livello IRQL (Internal Request Level) di processo troppo elevato. In genere questo errore si verifica quando un driver utilizza un indirizzo di memoria errato. L'errore può essere causato anche da altri fattori, ad esempio un driver di periferica incompatibile, un problema hardware generale o un'applicazione incompatibile.
Errore Stop 0x0A durante l'installazione di Windows
Se durante l'installazione di Windows viene visualizzato un messaggio di errore Stop 0x0A, attenersi alle procedure di risoluzione dei problemi indicate di seguito per verificare i componenti hardware.
Verifica dell'elenco di compatibilità hardware
Accertarsi che i componenti hardware di cui si dispone siano inclusi nell'elenco di compatibilità hardware (HCL) per Windows XP. Se l'hardware non è presente in tale elenco, è opportuno procurarsi componenti che lo siano.
Per ulteriori informazioni sull'elenco di compatibilità hardware per Windows, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
314062 The Latest Windows XP Hardware Compatibility List
La versione più recente dell'HCL è disponibile nel seguente sito Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
http://www.microsoft.com/hcl/
Consultare inoltre l'argomento "Verifica compatibilità di sistema" sul CD di Windows XP per ottenere informazioni su possibili problemi di incompatibilità software e hardware.
Le procedure di risoluzione dei problemi indicate di seguito possono essere utili per individuare il problema. Utilizzare il CD di Windows XP per avviare il computer, quindi seguire le istruzioni di installazione visualizzate.
Verifica di altri problemi hardware
Se durante l'installazione di Windows XP viene visualizzato nuovamente un messaggio di errore Stop 0x0A, provare le procedure di risoluzione dei problemi riportate di seguito. Al termine di ogni passaggio, riprovare a installare Windows.

  1. Durante l'avvio dell'installazione premere F5 quando viene visualizzato il messaggio che indica che è in corso l'analisi della configurazione hardware del computer. Quando richiesto, specificare il tipo di computer e l'HAL (Hardware Abstraction Layer) corretto. Se ad esempio si dispone di un unico processore, specificare l'HAL per "PC standard".
  2. Disattivare le seguenti funzionalità nelle impostazioni del CMOS del computer. Per istruzioni, consultare la documentazione relativa all'hardware o rivolgersi al produttore.
    • Tutta la memorizzazione nella cache, comprese L2, BIOS, interna/esterna e la cache write-back sui controller del disco
    • Tutto lo shadowing
    • Plug and Play
    • Eventuali antivirus basati sul BIOS
  3. Rimuovere tutte le schede e scollegare tutte le periferiche hardware non assolutamente necessarie per l'avvio del computer e l'installazione di Windows, fra cui:
    • Scheda di rete
    • Modem interno
    • Scheda audio
    • Dischi rigidi supplementari, eccetto quello necessario per completare l'installazione
    • Unità CD-ROM o DVD-ROM, se si effettua l'installazione dal disco rigido locale
  4. Se si utilizza una scheda SCSI, effettuare le operazioni indicate di seguito, consultando la documentazione dell'hardware per ulteriori informazioni:
    • Rivolgersi al fornitore della scheda per ottenere la versione più recente del driver per Windows.
    • Disattivare la negoziazione di sincronizzazione sul controller SCSI.
    • Verificare la correttezza della terminazione e degli ID delle periferiche SCSI.
    • Rimuovere tutte le periferiche SCSI dalla catena SCSI, eccetto il disco rigido sul quale si trova l'unità dalla quale si effettua l'avvio o nella quale si esegue l'installazione.
  5. Se si utilizzano periferiche IDE, effettuare le operazioni indicate di seguito, consultando la documentazione dell'hardware per ulteriori informazioni:
    • Impostare la porta IDE sulla scheda su Solo primario.
    • Verificare la correttezza delle impostazioni Master/Slave/Only per le periferiche IDE.
    • Rimuovere tutte le periferiche IDE, eccetto il disco rigido.
  6. Verificare i SIMM di memoria (RAM) installati nel computer e consultare la documentazione dell'hardware per ulteriori informazioni:
    • Rimuovere tutti i SIMM di memoria non corrispondenti, in modo che tutti operino alla stessa velocità, ad esempio 60 ns o 70 ns.
    • Effettuare un test di sistema sulla memoria e rimuovere eventuali SIMM danneggiati.
    • Effettuare il test utilizzando SIMM differenti, se disponibili.
  7. Rivolgersi al produttore del computer o della scheda madre per ottenere informazioni su eventuali problemi noti relativi all'esecuzione o all'installazione di Windows XP. Il produttore potrebbe essere in grado di fornire istruzioni per le seguenti operazioni:
    • Esecuzione di un programma diagnostico.
    • Aggiornamento del BIOS del computer, se necessario.

Errore Stop 0x0A quando Windows XP è già installato
Se Windows XP è già installato e viene visualizzato il messaggio di errore Stop 0x0A, attenersi alle procedure di risoluzione dei problemi indicate di seguito per verificare altri componenti.
Verifica di software o driver di altri produttori
Se sono installati programmi o driver di altri produttori, provare a rimuoverli o a disattivarli affinché non vengano caricati, quindi riavviare il computer per stabilire se l'errore è causato da tale programma o driver. In tal caso, segnalare il problema al relativo fornitore.
Se dopo l'installazione di programmi o driver risulta impossibile avviare Windows XP, utilizzare uno dei seguenti metodi per ripristinare Windows:

Verifica dei nuovi componenti hardware installati
Se dopo l'installazione di Windows sono state aggiunte periferiche hardware, provare a rimuovere le nuove periferiche installate per stabilire se il problema dell'errore Stop 0x0A viene risolto. Se la rimozione della nuova periferica consente di risolvere il problema, provare ad attenersi a una o tutte le procedure descritte di seguito:

Ulteriori informazioni
Se le procedure riportate in precedenza non consentono di risolvere l'errore Stop 0x0A e se si utilizzano componenti hardware riportati nell'elenco di compatibilità hardware per Windows, fare riferimento al seguente articolo della Microsoft Knowledge Base:
314103 Preparation Before You Contact Microsoft After Receiving a STOP Message on a Blue Screen
È anche possibile consultare le seguenti pagine del sito del Supporto Tecnico Clienti Microsoft:
Risoluzione dei problemi relativi a Windows XP Professional
Risoluzione dei problemi relativi a Windows XP Home Edition

Servizi
Diverse prove ci hanno portato ad ottenere una configurazione ottimale, ottenendo così le massime performance; i servizi da impostare su
DISABILITATO se non si dispone di una rete sono:
- Helper Netbios TPC/IP
- Helper Smartcard
- Manutanzione Collegamenti distribuiti client
- Registro Sistema remoto
- Servizi Ipsec
I servizi da impostare su
AUTOMATICO in ogni caso sono:
- Audio Windows
- Plug and Play
- Registro Eventi
- RPC
- Spooler di Stampa
- Strumentazione Gestione Windows
- Clipbook
- DDE di rete
- DDE DSM di Rete
- Distribued Transaction Coordinator
- RPC Locator
- Servizi di incizzazione
- Server
Impostate invece su MANUALE l'avvio dei seguenti servizi:
- Auto Connection Manager di Accesso Remoto
- Connection Manager di Accesso Remoto
- Connessione di Rete
- NLA (Network Location Awareness)
- RPC Locator
- Servizi Terminal
- Sistema di Eventi COM+
- Telefonia
- Windows Installer
Gli altri servizi, naturalmente, dovranno essere impostati su DISABILITATO.
Riavviate il sistema e godetevi i miglioramenti.

Aggiungere le voci: Copyto e moveto al menu destro
Windows Registry Editor Version 5.00

; aggiunge Copy To e Move al menu destro
[HKEY_CLASSES_ROOT\AllFilesystemObjects\shellex\ContextMenuHandlers]

[HKEY_CLASSES_ROOT\AllFilesystemObjects\shellex\ContextMenuHandlers\Copy To]
@="{C2FBB630-2971-11D1-A18C-00C04FD75D13}"

[HKEY_CLASSES_ROOT\AllFilesystemObjects\shellex\ContextMenuHandlers\Move To]
@="{C2FBB631-2971-11D1-A18C-00C04FD75D13}"

Un metodo per cambiare il Serial Number in XP Corporate.
Aprite l'utilità del registro di configurazione e trovate la seguente chiave: HKey_Local_Machine\Software\Microsoft\WindowsNT\Current Version\WPAEvents sul pannello di destra fate click destro sulla chiave: OOBETimer selazionate "modifica dati binari", modificate o cancellate uno dei dati es: se avete-->DE 4E F1 basta modificare--> DE chidete il registro, e andate in start-->esegui-->%systemroot%\system32\oobe\msoobe.exe /a così facendo vi parte l'utility per l'attivazione del prodotto, scegliete l'attivazione via telefono e quindi-->avanti cliccate ora su "cambia codice prodotto" inserite il nuovo codice (assicuratevi che sia "corporate") e cliccate su "cambia", sarete ora riportati sulla finestra precedente, voi fregatevene e uscite dal programma e riavviate il pc, al successivo riavvio digitate: start-->esegui-->%systemroot%\system32\oobe\msoobe.exe /a

Proteggere le associazioni dei tipi di file dalle modifiche
Dopo l'installazione di un programma alcuni tipi di file, per esempio Jpeg, sono stati associati senza possibilità di scelta alla nuova applicazione. Si vuole invece definire una volta per tutte l'associazione delle estensioni all'applicazione desiderata. Si possono proteggere le attuali associazioni dei tipi di file a determinati programmi con un intervento del Registry. Andare su HKEY_Current_User\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersione\Policies\Explorer; qui creare tramite Modifica- Nuovo - Valore Dword una nuova voce a cui dare il nome FoFileAssociate (?). Doppio clic sulla nuova voce e assegnare il valore 1; in questo modo i programmi non potranno sovrascrivere l'associazione dell'estensione al programma. Poichè in sequito potrebbe essere necessario consentire l'associazione dei tipi di file a nuove applicazioni, selezionare Preferiti - Aggiungi a preferiti, fornendo un nome identificativo del tipo ProteggiEstensioniFile. Con questo segnalibro si potrà in seguito ritrovare facilmente la posizione nel Registry, con la quale sbloccare l'associazione dei programmi riportando a zero il valore indicato.

Ho dimenticato la password per accedere a Windows XP
Puoi provare così (non testato, trovato su internet)
Quando si installa Windows XP per la prima volta viene chiesto di inserire 5 utenti. Ora, viene chiesto anche di specificare la password per l'administrator. Questo permette di bypassare tutti gli account di administrator in Windows xp, quando si avvia la macchina in modalità provvisoria (safe mode) schiacciando F8, durante la fase di boot e scegliendo tale modalità. Entrare con l'account di administrator e creare un altro utente o cambiare la password degli account. Per qualche motivo non c'è verso di entrare con i diritti di amministratore. Entrare in al prompt del dos e digitare le seguenti righe.

cd\
                                                                     si arriva alla directory principale c:\
cd\windows\system32  
                                 si entra nella cartella system32
mkdir temphack                                              creiamo una cartella temporanea dove inserire i file originari prima di modificarli
copy logon.scr temphack\logon.scr            facciamo la copia di sicurezza del file logon.scr
copy cmd.exe temphack\cmd.exe  
             facciamo il backsup del file cmd.exe
del logon.scr  
                                                  cancelliamo il file originale logon.scr
rename cmd.exe logon.scr  
                         rinominiamo il file cmd.exe in logon.scr
exit 
                                                                   usciamo dal  dos
Quello che è stato appena fatto è dire al computer di fare il backup dei file cmd e screensaver, poi abbiamo editato le impostazioni così che la macchina avvia lo screensaver ed avrai un promp del dos non protetto senza loggarsi in Windows XP. Una volta che accade ciò, inserisci il seguente comando, senza gli apici
"net user <admin account name here> password"
Se per caso l'utente administrator è chiamato pippo e vuoi la password blah inserirai questa riga di comando senza apici:
"net user Frank blah"

Copiare solo  i nuovi file
Quando si copia un gruppo di file, per effettuare il backup, di solito si seleziona tutto e si copia. Ma non vogliamo ricopiare anche files già presenti. Nel momento in cui Windows individuerà un file omonimo, basta tener premuto il tasto SHIFT (maiuscola) e cliccare su NO (non sostituire). Ora verranno copiati solo i nuovi file aggiunti in questo giorno.

Modalità provvisoria
Se windows non funziona correttamente, può essere avviato in questa modalità. Vengono caricati solo i componenti più importanti, quelli assolutamente necessari. Ad esempio non avremo alcun caricamento di driver video (16 o 256 colori, modalità VGA), nessun programma sulla tray bar (vicino all'ora) ecc. In questo modo è più facile trovare ed eliminare gli errori.

Cleaning the TEMP Directory
One thing that is often overlooked, and can have a negative affect on your computer's performance,
are all the files that are in the TEMP directory. I've had quite a few people ready to get new computers until this was cleaned.
These are easy to clean and slightly different in Win9x and Windows2000 or WindowsXP
Windows98
1. Open up a DOS prompt
2. CD \windows\temp (make sure you are in that directory before running the next line.
3. Run deltree /y *.*
4. CD \windows
5. Run del *.tmp (be very careful of the spelling) 
Windows2000 / WindowsXP
1. Go to C:\Documents and Settings\User_Name\Local Settings\Temp (where User_Name is replaced by the person who is logged in)
2. Delete all the files 

Creating a Legal Text Notice Before Logon
You can create a banner that will come up just before you logon to the computer:
1. Start Regedit
2. Go to HKeyLocalMachine \ SOFTWARE \ Microsoft \ Windows \ CurrentVersion \ WinLogon
3. Create a new string value called LegalNoticeCaption and give it a value you want to see in the menu bar
4. Create a new string value called LegalNoticeText and give it a value you want to see in the dialog box
Now before anyone logs into that computer, this banner will come up on the screen.
This can be useful for any legal warnings you want to give regarding the use of the computer.

Changing the Registered Owner
1. Starting Regedit
2. Go to HKEY_LOCAL_MACHINE / SOFTWARE / Microsoft / Windows / CurrentVersion
3. From there you can edit the name in the Registered Owner key

Saving Desktop Settings
When I would go to Control Panel or Start Menu Programs, or any other Desktop window setting; meaning size, position, icon arrangement, they would never be as I set them. I found an answer:
At [HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer]
There is a "NoSaveSettings" key. I deleted it and now my all my stuff stays where I tell it.
The same key shows up at:
[HKEY_USERS\bwil\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer](where bwil is your password profile) Just thought I'd share this with you all.

Not Saving Setting on Exit
1. Start Regedit
2. Go to HKey_Current_User \ Software\ Microsoft \Windows \ Current Version \ Policies \ Explorer
3. Right click on the right panel and add a New / DWORD
4. Name it NoSaveSettings
5. Give it a value of 1
6. Logoff or Reboot the computer

Windows XP Login su XP come su Windows 2000
Con il seguente semplice trucco potete avere anche su Windows XP la schermata di login come quella tipica di Windows 2000. Procedete: andate nel pannello di controllo, cliccate su "Account utente", scegliete "Cambia modalità di accesso e disconnessione" e disabilitate "Usa la schermata iniziale". Al prossimo reboot vedrete la schermata di login di Windows 2000.

Disconnessione automatica tramite screen saver in Windows 2000/XP
Il programma è WinExit.scr contenuto nel Windows Server 2003 Resource Kit (http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=9d467a69-57ff-4ae7-96ee-b18c4790cffd&displaylang=en). Dopo un certo periodo di inattività, questo screen saver disconnette automaticamente l'utente corrente.

Reinizializzazione del registro di configurazione
Alcune modifiche apportate al registry di windows prevedono il riavvio del server per diventare effettive; esiste pero' un modo per reinizializzare il registro di windows senza riavviare il server, l'importante è salvare il proprio lavoro!
Con Windows NT or 2000, premere Ctrl + Alt + Delete and selezionare "Task Manager".
Scegliere il tab Processes e individuare tra i processi il processo "explorer.exe" e terminarlo con tasto destro del mouse e "End Task".
Successivamente selezionare File e poi New Task, e immettere 'explorer.exe' e cliccare su ok ed il gioco è fatto!